Microsoft: Kinect non è una Wii

Secondo Redmond l'appeal del suo nuovo controller sarà per i veri appassionati, non per i videogamer da un titolo e via. Nel frattempo, Nintendo conferma: la 3DS solo nel 2011
Secondo Redmond l'appeal del suo nuovo controller sarà per i veri appassionati, non per i videogamer da un titolo e via. Nel frattempo, Nintendo conferma: la 3DS solo nel 2011

Microsoft si prepara ad arrivare sul mercato con il nuovo sistema di controllo motion capture per Xbox 360, il project Natal diventato il prodotto Kinect, e pensa al marketing non volendo lasciare nulla di intentato: per quanto gli osservatori sembrano intenzionati a destinare alla nuova piattaforma il mercato dei casual gamer , Redmond non sembra volersi accontentare.

“Penso che i giocatori hardcore saranno i primi a comprarlo, così come sono i primi per ogni altro prodotto”, ha spiegato Ryan Moore, manager addetto al marketing di Microsoft.

Una recente statistica ha evidenziato come solo l’8 per cento dei possessori di una console Xbox 360 sarebbero interessati a dotarsi di Natal (ora noto come Kinect) e gli stessi osservatori (che si autodefiniscono hardcore player) non sono certo entusiasti del nuovo sistema , nel senso che – proprio come nel caso della Wii – il loro interesse resta su giochi più articolati e su un sistema di controllo tradizionale.

Gli stessi titoli (Kinectimals, Kinect Sports, e Kinect Adventure) presentati da BigM insieme al nuovo controller, d’altronde, sono molto vicini ai giochi Wii e, di conseguenza, al suo pubblico.

Nintendo intanto, mentre continua a verificare il possibile impatto sulla salute del 3D e pensa per l’attesa 3DS a avvertenze simili a quelle già collegate a Virtual Boy , ha smentito le ipotesi secondo cui l’attesa console portatile sarebbe dovuta arrivare sul mercato già da ottobre 2010, in tempo cioè per le feste: non finirà nelle mani degli utenti prima del 2011, probabilmente entro il 31 marzo .

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti