Microsoft, l'addio di Bob Muglia

Il CEO Steve Ballmer annuncia che lascia la posizione di vicepresidente della divisione enteprise. Mancano i dettagli sui motivi di questa decisione, manca il nome del successore
Il CEO Steve Ballmer annuncia che lascia la posizione di vicepresidente della divisione enteprise. Mancano i dettagli sui motivi di questa decisione, manca il nome del successore

Microsoft si prepara a salutare , dopo ben 23 anni di servizio, il leader della divisione Server and Tools Business (STB): Bob Muglia , colui che nell’ultimo anno fiscale ha fatturato circa 15 miliardi di dollari per l’azienda.

L’annuncio è stato dato a tutti i dipendenti della società attraverso una lettera del CEO Microsoft, Steve Ballmer. “Ho deciso – si legge – che ora è il momento di mettere in atto una nuova leadership”. “Questo – ha continuato – è semplicemente l’attestazione che tutte le imprese vanno incontro a diversi cicli e hanno bisogno di nuovi e diversi talenti per gestire questi cicli.”

Non è il primo misterioso addio che si consuma in Microsoft nell’ ultimo periodo . Accanto a Robbie Bach che ha lasciato la sua posizione di vicepresidente della divisione Entertainment and Device dopo 19 anni di lavoro, e Stephen Elop ex vicepresidente della divisione Business e attuale CEO di Nokia, il nome di Bob Muglia si aggiungerà, dopo l’estate, alla lista dei vicepresidenti che Microsoft ha perso negli ultimi 18 mesi.

Muglia era stato promosso a presidente dell’area STB nel gennaio del 2009, a seguito di uno dei tanti rimpasti della società. Nella email ai dipendenti, Ballmer ha descritto come STB fosse cresciuta negli anni fino a portare all’azienda circa 15 miliardi di dollari di fatturato, di come essa avesse pian piano incluso Windows Server, Exchange, SQL Server e strumenti di sviluppo (Visual Studio) e ricordando l’incorporamento, avvenuto lo scorso anno, della piattaforma Windows Azure. Nella email, dunque, Ballmer, non ha dimenticato di elogiare il lavoro portato avanti con successo da Muglia durante i suoi lunghi anni di lavoro per la società ma, nonostante ciò, nella missiva si inutuisce un tono incandescente, diverso dagli annunci che avevano accompagnato le uscite di Bach e di Elop, il che suggerisce che tra i due ci fossero dei disaccordi.

“Il miglior tempo di pensare a cambiare – si legge ancora nella lettera – è quando si è in una posizione di forza, e questo è dove siamo oggi con STB leader del business server”. “Bob Muglia e io – continua – abbiamo parlato del business globale e di ciò che è necessario per accelerare la nostra crescita. In questo contesto, ho deciso che ora è il momento di mettere in atto una nuova leadership per STB”.

Dunque, si potrebbe pensare che tali disaccordi riguardavano la strategia da attuare per avviare STB verso il rapido e crescente mercato del cloud computing . Di qui la conseguente decisione di Ballmer di non ritenere Bob Muglia la persona giusta per guidare e stimolare la crescita di questo comparto.

Come risultato, Muglia lascerà l’azienda nel periodo estivo . Non è ancora stato annunciato il nome della persona che prenderà il suo posto. Nella email, Ballmer scrive che egli “condurrà una ricerca interna ed esterna per il nuovo leader”, con Muglia che continuerà a ricoprire la sua posizione fino a quando non sarà conclusa.

Raffaella Gargiulo

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti