Microsoft, par condicio per i formati DVD

Al contrario di quanto da molti pronosticato, Microsoft intende supportare in Windows anche il formato DVD-R/RW, concorrente del DVD+R/RW. Estese ai DVD le specifiche HighMAT
Al contrario di quanto da molti pronosticato, Microsoft intende supportare in Windows anche il formato DVD-R/RW, concorrente del DVD+R/RW. Estese ai DVD le specifiche HighMAT


New Orleans (USA) – Quando lo scorso febbraio Microsoft rivelò l’intenzione di supportare in Windows il formato DVD+RW, molti analisti interpretarono questa mossa come una precisa scelta di campo tesa a favorire la vittoria di uno dei due standard in competizione.

Oggi Microsoft sembra smentire queste supposizioni annunciando, in occasione della Windows Hardware Engineering Conference (WinHEC), che le prossime versioni di Windows supporteranno anche il formato DVD-R/RW. Questo standard, che come noto rivaleggia direttamente con quello promosso dalla DVD+RW Alliance , è appoggiato dal DVD Forum e trova in Apple una delle sue più convinte sostenitrici.

Il supporto in Windows dei formati DVD-R/RW, DVD+R/RW e DVD-RAM (già integrato in Windows XP) si traduce in un vantaggio sia per gli utenti, che possono utilizzare i più recenti drive (come i masterizzatori di DVD) senza la necessità di installare software aggiuntivo, sia per i produttori, che possono fare a meno di sviluppare driver proprietari da distribuire in bundle con i propri prodotti.

Se dal lato del supporto Microsoft sembra dunque voler seguire una politica favorevole alla par condicio tra formati, il colosso non fa mistero di preferire il formato DVD+RW, lo stesso di cui sta promuovendo lo sviluppo all’interno della DVD+RW Alliance e che intende proporre come futuro sostituto del floppy disk in congiunzione con lo standard Mount Rainier : questo è costituito da una serie di specifiche sviluppate da Microsoft, Compaq, Philips e Sony per semplificare l’uso dei media riscrivibili e implementare a livello di sistema operativo funzionalità di scrittura basate su operazioni di drag-and-drop.

Microsoft ha poi annunciato l’estensione ai supporti DVD di High-performance Media Access Technology ( HighMAT ), un insieme di specifiche sviluppate insieme a Panasonic e annunciate verso la fine dello scorso anno. HighMAT, già supportato all’interno di Windows Media Player 9 e Movie Maker 2, fa in modo che i più comuni formati digitali (MP3, WMA, WMV, MPEG-4 e JPEG) vengano organizzati all’interno di un supporto ottico in modo standard: l’obiettivo è quello di facilitare la navigazione e la riproduzione dei contenuti indipendentemente dal dispositivo utilizzato.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 05 2003
Link copiato negli appunti