Microsoft, patch tuesday e qualche anticipo Windows 10

In distribuzione sette bollettini di sicurezza per Windows, Office e Internet Explorer. Sul fronte Windows 10 si inizia a intravedere Cortana, mentre qualche novità filtra già in Windows 8.1

Roma – Microsoft ha pubblicato le note di rilascio preliminari del Patch Tuesday di dicembre, l’ultimo aggiornamento cumulativo del 2014 che include 7 diversi bollettini, tre dei quali classificati con livello di pericolosità “critico” e i restanti quattro solo “importante”.

I tre bollettini critici (e anche gli altri solo importanti) riguardano vulnerabilità potenzialmente molto pericolose scovate nel codice del browser Internet Explorer, sui sistemi operativi Windows e negli applicativi del pacchetto Office, mentre uno dei bollettini importanti riguarda la piattaforma Exchange. Com’è solita fare da anni a questa parte, Microsoft fornirà tutti i dettagli in merito ai bug in seguito all’avvio della distribuzione degli aggiornamenti: con l’ultimo Patch Tuesday dell’anno arriverà anche una nuova versione del tool MSRT (Malicious Software Removal Tool), come prevedibile.

Il Patch Tuesday di dicembre includerà infine un aggiornamento di funzionalità riguardante il supporto nativo dei file Matroska (.mkv) sull’OS Windows 8.1, caratteristica già annunciata come parte integrante della futura versione del sistema operativo. Si parla di Windows 10, e dell’ assistente digitale Cortana che comincia a fare capolino nel codice preliminare del nuovo OS: al momento la voce sintetica di Cortana non è in grado di rispondere a domande complesse o di attivarsi tramite comandi vocali, ma si tratta solo di un’anteprima rispetto a quanto farà davvero nella versione finale.

Quello che si potrà fare con Windows 10, invece, include la possibilità di aggiornare direttamente dalla Technical Preview attuale alla versione RTM (Release to Manufacturer) senza passare per un’installazione completa. Detta RTM uscirà in tempo per l’estate o l’autunno del 2015, dice Microsoft , e non è detto che nel prossimo futuro la corporation non trasformi persino un sistema operativo client come Windows in un servizio ad abbonamento come ha già fatto con Office nella sua versione 365.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • kkZmhqaAVAk bFNfZgN scrive:
    oDRpzaCQFLEwObMVr
    I'd like to open a business account http://www.moldotrans.ro/drive-test/ benicar hct cost For much of the past decade, the Dearborn, Michigan-basedautomaker has languished some way behind Japanese brands andSouth Korea's Hyundai Motor Co. And it has lagged along way behind General Motors Co and Volkswagen AG in China.
  • JiJmXjFIboc wYTR scrive:
    tTOEzycYjzdKMO
    Please wait http://www.globalbersih.org/about-us/ instant loans even weekends Despite his early struggles with holding onto the ball, Oregon needed Marshall's carries because passing the ball in the weather was fraught with complications. Even Jared Goff, Cal's freshman quarterback who led the nation in passing yards per game, lost the ball twice during his wind-up before being replaced.
  • VaILbuyOLeL kjGZkAm scrive:
    kTejJezgWugch
    9MGgC8 http://www.FyLitCl7Pf7kjQdDUOLQOuaxTXbj5iNG.com
  • Luppolo scrive:
    Tecnologia
    Accidenti, bisogna dire che Samsung non scherza assolutamente.Non so se vi siete resi conto che qui non si parla della solita guerra trollara, tra Apple, Android, Linux, Microsoft (ma probabilmente non ve ne siete resi conto).Qui si parla di una tecnologia abbastanza rivoluzionaria, cioè 3 bit invece di 2 e non solo come ipotesi scientifia ma come produzione per dischi garantiti 5 anni (per altro dischi di qualità estrema e costi bassi come quelli allo stato solido EVO).Mentre siamo qui a dibattere del design e dei pollici di un telefono piuttosto che di un monitor, questi ti sfornano TV 3D 4K a schermo curvo come se fossero bruscolini.Mi aspetto che tra un po` escano con i supporti ottici tridimensionali da mille teraytes l'uno, senza che la gente se ne accorga.
    • collione scrive:
      Re: Tecnologia
      Concordo.Però non credo usciranno con i dischi olografici, sono poco utili a fronte di memorie flash sempre più capienti.
    • iRoby scrive:
      Re: Tecnologia
      Io invece sono scettico sul perché si debba deteriorare l'SSD con l'uso...Puzza troppo di obsolescenza pianificata... Insomma come per i filamenti delle lampade a incandescenza quando i produttori si misero d'accordo negli anni '30.Oggi è tutto un pianificare l'obsolescenza alla faccia delle leggi che lo vietano.
      • prova123 scrive:
        Re: Tecnologia
        è un limite naturale di tutte le memorie flash del mondo, ogni cella la puoi scrivere un numero finito di volte. Per le flash contenute all'interno dei microcontrollori è dell'ordine della decina di migliaia di volte, per le memorie flash esterne (NAND & Co.) siamo nell'ordine delle 100000 volte ... occhio che anche l'erase è una scrittura ...
  • ruppolo scrive:
    5 anni di garanzia...
    ...promessi da chi se ne frega di ogni regola in ogni parte del mondo.Promessa da marinaio!
    • cicciobello scrive:
      Re: 5 anni di garanzia...
      E apple, allora, che offre meno garanzie di quelle previste per legge, e fa prendere le riparazioni a gente che non ne capisce nulla?http://cyberluke2008.blogspot.it/2012/04/come-finisce-un-amore.html(nota: l'autore del blog è probabilmente un fanboy apple, di certo non un apple hater)
    • gnammolo scrive:
      Re: 5 anni di garanzia...
      mi pare sia la apple quella, soprattutto per le garanzie
    • Elrond scrive:
      Re: 5 anni di garanzia...
      - Scritto da: ruppolo
      ...promessi da chi se ne frega di ogni regola in
      ogni parte del
      mondo.
      Promessa da marinaio!Ah, ma parti della stessa azienda che fabbrica i proXXXXXri per i tuoi iCosi?
      • collione scrive:
        Re: 5 anni di garanzia...
        - Scritto da: Elrond
        Ah, ma parti della stessa azienda che fabbrica i
        proXXXXXri per i tuoi
        iCosi?si ma ti dirà che adesso apple li fa produrre a tsmc, perchè prima era purtroppo costretta dai cattivi coreanima la musica è cambiata....ta da!! :D
  • Pippo scrive:
    bit, bit, bit
    Sono anni che sto aspettando che a cambiare sia il modo con cui vengono gestiti i bit di informazione.Basta con il sistema binario!E intel ne sa qualcosa, ma la tiene nel cassetto, come IBM d'altronde...
    • rockroll scrive:
      Re: bit, bit, bit
      - Scritto da: Pippo
      Sono anni che sto aspettando che a cambiare sia
      il modo con cui vengono gestiti i bit di
      informazione.
      Basta con il sistema binario!
      E intel ne sa qualcosa, ma la tiene nel cassetto,
      come IBM
      d'altronde...Difatti: sembra l'abbia ordinato il dottore o qualche demone superiore che i bit debbano avere solo due stati: on e off, 1 e 0. La cosa più banale che viene in mente sono tre stati: +1 0 -1, quindi logica ternaria anzichè binaria. Ma ormai la sensibilità e la precisione dei sistemi HW di lettura/scrittura attuali dovrebbero poter permettere di differenziare e riconoscere senza incertezza ben più di tre livelli di memorizzazione per singolo bit, che scherzosamente chiamerei trit, quadrit, pentit, esit, eptit..., a seconda di quanti stati di memorizzazione si adottano. Chiaramente quel che viene stravolto è la logica di trattamento, che da binaria diventa ternaria, quaternaria, quinternaria..., e su questo siamo ben poco preparati, se non con conversioni particolari da base n a base 2 per i valori memorizzati da ricomporre. Certo la cosa sarebbe vantaggiosa in modo ottimale se TUTTO il complesso HW fosse sulla stessa base logica, ternaria, quaternaria o Nnaria che sia. Ma questo comporterebbe la revisione di tutto quanto esistente a livello SW oltre che HW... insomma siamo partiti male inondando il mondo all'inverosimile su base 2, e diventa impossibile tornare ad altra base se non su piccoli sistemi isolati autonomi, sui quali è ancora umano ripartire da zero (o meglio da tre, come diceva il grande Massimo Troisi)..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 dicembre 2014 06.42-----------------------------------------------------------
      • apo scrive:
        Re: bit, bit, bit
        E perchè non infiniti stati?Esisteva già questa tecnologia e si chiamava analogicoAppena abbandoneremo il siclicio ci scommettiamo che ritornerà in voga?Un po' come il client/server andato in pensione a partire dagli anni '80 e poi tornato di nuovo di moda con l'avvento di internet-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 dicembre 2014 12.08-----------------------------------------------------------
        • ... scrive:
          Re: bit, bit, bit
          mah...voi vi drogate e anche bene :Dnon c'entra niente analogico e digitale, il problema riguarda la possibilità di scomporre operazioni matematiche in modo discreto. Shannon nella sua tesi di laurea dimostrò che si può rappresentare qualsiasi operazione matematica con una serie di interruttori on-off, da qui nasce l'esigenza dell'algebra booleana. Se avete altre idee, proponetele...In ogni caso c'è un motivo se la tesi di Shannon è considerata la tesi di laurea più importante nella storia dell'umanità, ma se siete così convinti di fare meglio, accomodatevi, la scienza è aperta a tutti :D
          • Luppolo scrive:
            Re: bit, bit, bit
            - Scritto da: ...
            mah...voi vi drogate e anche bene :D
            non c'entra niente analogico e digitale, il
            problema riguarda la possibilità di scomporre
            operazioni matematiche in modo discreto. Io preferisco il Vinile :D
          • iRoby scrive:
            Re: bit, bit, bit
            Io concordo.L'uomo nel creare il computer digitale ha creato senza saperlo un sistema che imita il funzionamento del proprio cervello e delle cariche elettriche che attraversano i neuroni.
          • rockroll scrive:
            Re: bit, bit, bit
            - Scritto da: ...
            mah...voi vi drogate e anche bene :D
            non c'entra niente analogico e digitale, il
            problema riguarda la possibilità di scomporre
            operazioni matematiche in modo discreto. Shannon
            nella sua tesi di laurea dimostrò che si può
            rappresentare qualsiasi operazione matematica con
            una serie di interruttori on-off, da qui nasce
            l'esigenza dell'algebra booleana. Se avete altre
            idee,
            proponetele...

            In ogni caso c'è un motivo se la tesi di Shannon
            è considerata la tesi di laurea più importante
            nella storia dell'umanità, ma se siete così
            convinti di fare meglio, accomodatevi, la scienza
            è aperta a tutti
            :DRileggo dopo qualche tempo questo post, e vedo il tuo intervento.Non c'entra niente l'aspetto l'analogico introdotto da Apo: come giustamente dici in natura è analogico apparente ma a livello microscopico ovvero atomico è tutto a struttura digitale. C'entra invece molto il digitale su base maggiore di due, e qualsiasi sia la tesi di laurea di un certo Shannon, non mi puoi negare che mantenere informazioni su base maggiore di due comporti una densità di informazione esponenzialmente superiore. Se ad esempio ogni bit avesse 10 stati possibili, 10 livelli (da 0 a 9), che poi non è altro che il nostro sistema di numerazione in base 10, il valore decimale 255 lo esprimeresti con 3 bit (o digit se preferisci chiamarli così), anzichè con otto (111111111), ma ti basterebbero sempre tre digit fino a 999 anzichè i dieci bit necessari in base 2. Il valore decimale 8589934593 diventa in binario esattamente: 1000000000000000000000000000000001e per essere espresso richiede 34 digit anzichè 10...Dimmi tu se non c'è risparmio, Shannon o non Shannon.La serie di interruttori on off cui si può ridurre un algoritmo è in definitiva un numero in base 2, che posso vantaggiosamente esprimere in base superiore a due, non fa una grinza! Ora, se permetti, mi accomodo, la scienza è aperta a tutti quelli che sanno usare la materia grigia , ma non basta solo cultura in materia..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 febbraio 2015 04.14-----------------------------------------------------------
        • Luppolo scrive:
          Re: bit, bit, bit
          - Scritto da: apo
          E perchè non infiniti stati?Perché non è deterministico.
          • apo scrive:
            Re: bit, bit, bit
            Tutta la natura mi risulta funzionare in analogico, e mi sembra funzionare parecchio bene...Ad ogni modo mi riferivo agli studi sui computer biologici di cui ogni tanto si parla.
          • ... scrive:
            Re: bit, bit, bit
            la natura è quanto di meno analogico esiste :Dse per analogico intendiamo che presa una funzione continua e differenziabile f(x) in due punti, tra quei due punti c'è un continuo infinito di valori. Beh, non è così, le leggi che governano la natura sono quantizzate. Ad esempio carica elettrica, gap energetici, pacchetti di energia, ecc...è tutto discreto, cioè digitale, ovvero le quantià possono assumere solo valori ben precisi in numero, anche infinito, ma contabile.Un esempio a caso i livelli energetici in un atomo, hai il livello A, il livello B, ma tra A e B non c'è un continuo infinito di valori, perché i livelli sono discreti, cioè quantizzati.La percezione comune della realtà è piuttosto ingannevole, non si usano gli occhi per misurare le cose :)
          • apo scrive:
            Re: bit, bit, bit
            non condivido, ma rispetto la tua visione, del resto la cosa è dibattuta anche tra i migliori scienziati...https://astronomicamens.wordpress.com/2012/12/17/qual-e-la-natura-dei-quanti-analogica-o-digitale/Ad ogni modo nel mondo informatico con il termine digitale ci si riferisce in genere ad un insieme discreto numerabile e con un numero finito di valori (mentre numerabile può essere anche infinito purchè sia relazionabile con l'insieme dei numeri reali)Tant'è che digitale in senso stretto è rappresentato da solo due elementi, e se sali ai multipli, sono sempre elementi finiti (dimensione di un registro, di un banco di memoria, di un dispositivo di memorizzazione di massa, ecc.)
          • bubba scrive:
            Re: bit, bit, bit
            - Scritto da: ...
            la natura è quanto di meno analogico esiste :D
            se per analogico intendiamo che presa una
            funzione continua e differenziabile f(x) in due
            punti, tra quei due punti c'è un continuo
            infinito di valori. Beh, non è così, le leggi che
            governano la natura sono quantizzate. Ad esempio
            carica elettrica, gap energetici, pacchetti di
            energia, ecc...è tutto discreto, cioè digitale,
            ovvero le quantià possono assumere solo valori
            ben precisi in numero, anche infinito, ma
            contabile.

            Un esempio a caso i livelli energetici in un
            atomo, hai il livello A, il livello B, ma tra A e
            B non c'è un continuo infinito di valori, perché
            i livelli sono discreti, cioè
            quantizzati.e' la natura quantizzata, o il tuo strumento che necessita di quantizzare per poterci fare qualcosa? :)
          • iRoby scrive:
            Re: bit, bit, bit
            Ahh la fisica bohmiana, quella che dimostra che l'universo è un ologramma non locale, non temporale, non spaziale. Grande quanto la costante di Plank.Insomma un ologramma digitale.Noi continuiamo a considerare ancora la fisica einsteiniana per continuare a dirci che non si può viaggiare nello spazio siderale e nel tempo...Ed invece se si prende la fisica bohmiana, ciò è possibilissimo.
          • 2014 scrive:
            Re: bit, bit, bit
            - Scritto da: iRoby
            Ahh la fisica bohmiana, quella che dimostra che
            l'universo è un ologramma non locale, non
            temporale, non spaziale. Grande quanto la
            costante di
            Plank.

            Insomma un ologramma digitale.

            Noi continuiamo a considerare ancora la fisica
            einsteiniana per continuare a dirci che non si
            può viaggiare nello spazio siderale e nel
            tempo...

            Ed invece se si prende la fisica bohmiana, ciò è
            possibilissimo.Inforca la tua Harley e parti... :D
          • Luppolo scrive:
            Re: bit, bit, bit
            - Scritto da: apo
            Tutta la natura mi risulta funzionare in
            analogico, e mi sembra funzionare parecchio
            bene...
            Ad ogni modo mi riferivo agli studi sui computer
            biologici di cui ogni tanto si
            parla.La mente umana non è determinstica, e per dirla con filosofia, è solo per caso che 2+2 fa 4.La mente ragiona per associazione e approssimazioni statistiche, ciò che più si avvicina al modello (a parte ovviamente la simulazione delle reti neurali) è la così detta logica fuzzy, che fa schifo se devi fare un calcolo preciso, ma permette di immaginare soluzioni anche quando i dati sono incompleti.Siamo ovviamente nel campo dell'intelligenza artificiale, non dell'informatica tradizionale e tanto meno dello storage dei dati, dove il ricordo di una informazione deve essere preciso e non basato sul concetto del "ehm ... non ricordo ... forse".Per questo è necessario che ci debba essere la certezza che 2+2 faccia 4 e non 4.1 o 3.7 e questo è possibile solo basandosi su valori precisi.
          • collione scrive:
            Re: bit, bit, bit
            - Scritto da: Luppolo
            - Scritto da: apo

            E perchè non infiniti stati?

            Perché non è deterministico.no, il determinismo implica che il passaggio tra uno stato e l'altro sia perfettamente prevedibile in base ad una precisa regolaqui non c'entra il determinismo ma la difficoltà di produrre circuiti sufficienti sensibili per misurare una scaletta di tensioniin principio furono scelti +7 e -7 volts perchè così avevi ben 6 volts per "decidere" come interpretare un certo valore di tensionepoi si riuscì a restringere a +5 e -5, poi ancora a +3 e -3ma il danno era fatto, nel senso che ormai l'algebra di Boole era radicata ed impossibile da schiodarecomunque ci sono centri di ricerca che stanno lavorando per creare un'elettronica in base 10 o più, usando principalmente logiche basate su memristori
        • 2014 scrive:
          Re: bit, bit, bit
          - Scritto da: apo
          E perchè non infiniti stati?
          Esisteva già questa tecnologia e si chiamava
          analogico
          Appena abbandoneremo il siclicio ci scommettiamo
          che ritornerà in
          voga?
          Un po' come il client/server andato in pensione a
          partire dagli anni '80 e poi tornato di nuovo di
          moda con l'avvento di
          internetChiediti perché...
      • Luppolo scrive:
        Re: bit, bit, bit

        La cosa più
        banale che viene in mente sono tre stati: +1 0
        -1, quindi logica ternaria anzichè binaria. La precisione dell'HW non c'entra niente. Non è banale azzerare una carica su una cella, di solito si fa applicando una tensione inversa, lasciare uno stato intermedio è improponibile su una cella normale.Infatti la genialata di questa tecnologia è il cambiamento della struttura della cella che gli consente due diverse polarizzazioni, con un ingombro comunque minore rispetto a l'equivalente tecnologico a due stati.
      • prova123 scrive:
        Re: bit, bit, bit
        non sono questi i motivi per cui non si implementa la logica ternaria: l'unico vero motivo è che implementare a livello hw 2 bit binari costa meno di 1 bit ternario. Ogni volta che c'è un nuovo materiale verificano i costi di implementazione e fino ad oggi sono maggiori del costo della logica binaria.Solo la russia realizzò nel 1957 un computer ternario commerciale con il fisico Brusentzov. Quindi il giorno in cui lo faranno perchè conveniente dal punto di vista economico non sarà comunque una novità.Con carta e penna possiamo scrivere tutti i film di questo mondo, ma poi bisogna realizzarli spendendo meno della logica binaria.
Chiudi i commenti