Microsoft si affida ad un cacciatore di hacker

La fama che circonda il nuovo responsabile delle strategie di sicurezza riguarda le sue abilità a controbattere le azioni di hacking
La fama che circonda il nuovo responsabile delle strategie di sicurezza riguarda le sue abilità a controbattere le azioni di hacking


Redmond (USA) – Microsoft ha fatto di un noto cacciatore di hacker il proprio nuovo responsabile della sicurezza.

Scott Charney, colui che d’ora in avanti si occuperà delle strategie di sicurezza della maggiore azienda di software nel mondo, prende il posto di Howard Schmidt, che ha lasciato Microsoft per divenire il consigliere per la sicurezza elettronica nell’amministrazione Bush.

Charney è stato molti anni alle dipendenze del Dipartimento americano di giustizia come responsabile della divisione “crimini informatici”, un ruolo che nel settore l’ha reso celebre come uno dei più attivi “cacciatori di taglie” dell’era digitale. A Charney viene attribuito un ruolo centrale nell’individuazione dei cracker e phreaker di “Legion of Doom” (LOD), una delle più note crew nei primi anni ’90.

Craig Mundie, CTO di Microsoft, ha persino voluto sottolineare come Charney non si intenda solo di inseguimenti digitali e intercettazioni telefoniche ma come “massimo esperto” di sicurezza sia anche uno dei pochi in grado di “comprendere la cruciale sfida nel costruire software e servizi solidi e sicuri”.

Il compito di Charney non sarà dei più semplici: sulla sua testa grava ora la responsabilità di mettere in atto le nuove priorità e le nuove strategie di Microsoft riguardanti la sicurezza del software, l’unico settore in cui il colosso di Redmond sembra in debito d’ossigeno.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 02 2002
Link copiato negli appunti