Microsoft, social network in arrivo?

Nuove indiscrezioni sul progetto Tulalip, prossimo ad una tornata di inviti per la sperimentazione privata. Sarà una sorta di client per il social search via Bing. E ci sarà anche una feature per la visione collettiva su YouTube

Roma – “Con Tulalip puoi Trovare quello di cui hai bisogno e Condividerlo con i tuoi amici nella maniera più semplice possibile”. Find e Share erano le parole chiave sfruttate da Microsoft per la sua nuova piattaforma social, un progetto chiamato Tulalip legato al dominio web socl.com .

Nuove indiscrezioni emergono ora, illustrando ulteriori dettagli sulla creatura digitale che tenterà la scalata all’Olimpo dei social network. Come già anticipato alla metà dello scorso luglio, il progetto Tulalip consisterà in una sorta di client Microsoft per l’integrazione social di Bing .

Gli utenti di Socl potranno in sostanza condividere risultati di ricerca e dunque aggiornamenti del proprio status , con la possibilità – in chiaro stile Facebook – di postare commenti e taggare profili. Ci sarà una specifica barra di ricerca per digitare le specifiche query sul motore di Redmond Bing.

Pare che il progetto social di Microsoft preveda anche una feature chiamata Video Party, ovvero la visione condivisa di filmati su YouTube (nessuna integrazione di Vimeo o DailyMotion allo stato attuale).

Sempre secondo le indiscrezioni , BigM sarebbe vicina alla fine della fase di testing interno, pronta ad una prima tornata di inviti privati per la sperimentazione della sua piattaforma di condivisione.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Francesco scrive:
    Spendessero meno...
    Spendessero meno in pubblicità ed investissero più sulle reti cablate e wireless, si che farebbero un favore all'Italia.
  • BlaBla scrive:
    Ma, così, per gli ignoranti...
    ...che XXXXX sono le tariffe di terminazione?????
    • T1200d scrive:
      Re: Ma, così, per gli ignoranti...
      - Scritto da: BlaBla
      ...che XXXXX sono le tariffe di terminazione?????Sei stato terminato. Ora paga! :D
    • 1xor1 scrive:
      Re: Ma, così, per gli ignoranti...
      Le tariffe di terminazione sono le commissioni pagate dagli operatori di telefonia fissa agli operatori di telefonia mobile ogni volta che un loro utente telefona a un numero di cellulare.consiglio @ Elsa PiliSe da per scontato che chi legge sappia già tutto di quello che scrive è inutile che scriva, diversamente è indispensabile spiegare almeno le basi.
    • Pinco Pallino scrive:
      Re: Ma, così, per gli ignoranti...
      protuberanze genitali a parte...Immagina di avre un telefonino H3G, le telefonate per te sono quasi gratis e pensi di avere fatto un affare.Immagina che io debba chiamarti dal mio ufficio, ho un piano tariffario con COlt telecom con il quale se chiamo un cellulare costa X ma se chiamo un cellulare di H3G costa il doppio di X, questo perche' quando io chiamo un cellulare TIM Colt telecom deve pagare un centesimo a TIM per fare "terminare" la chiamata su quel cellulare; se chiamo un cellulare H3G Colt deve pagare QUATTRO centesimi a H3G, perche' H3G ha deciso che costa cosi'.Nei paesi evoluti (che so in USA gia' 20 anni fa, per esempio) esiste un sistema di regole razionale e molto semplice: Per legge si stabilisce che il valore di una chiamata e' dato per un quarto dalla rete da cui parte la chiamata, per un quarto da chi la "trasporta", per un quarto dalla rete in cui "termina" e per un quarto da chi gestisce il rapport con il cliente; un operatore deve avere prezzi di terminazione coerenti con questo modello altrimenti sta abusando di una posizione di monopolio.In pratica se AT&T fa pagare le chiamate dei sui cellulari ad altri SUOI cellulari in media N centesimi a chiamata non puo' chiedere un costo di terminazione superiore a N/4; siccome nel fare i prezzi delle chiamate rete-su-rete dei propri clienti l'operatore si deve confrontare con il mercato... e' bello impacchettato e non puo' fare il furbo.Da noi per anni non sono esistite regole, gente come H3G ha messo su truffe legalizzate in cui ti dava il telefonino e le chiamate gratis, ma poi quando tua nonna ti chiamava sul cellulare veniva spennata.Adesso adottare una soluzione semplice, razionale e definitva come quelle sopra descritta era ovviamente troppo logico.. e son li che si palleggiano tra AGCOM e pinzillaccheri la trattativa sui numeri; intanto tua nonna continua a pagare (con le sue tasse, gli stipendi di sti soloni..).A.
  • Luca Annunziata scrive:
    test
    test test
  • Luca Annunziata scrive:
    test
    test
Chiudi i commenti