Microsoft è standard a Bolzano e Perugia

Le piattaforme dell'azienda saranno il riferimento software anche per la Regione Marche. Migliaia le postazioni della PA interessate da un accordo triennale che pone al centro lo sviluppo e l'ottimizzazione dei servizi al cittadino
Le piattaforme dell'azienda saranno il riferimento software anche per la Regione Marche. Migliaia le postazioni della PA interessate da un accordo triennale che pone al centro lo sviluppo e l'ottimizzazione dei servizi al cittadino


Roma – Tre importanti enti pubblici locali hanno scelto la tecnologia Microsoft per la strutturazione dei propri servizi interni ed esterni. Si tratta del Comune di Perugia, della Provincia Autonoma di Bolzano e della Regione Marche. Intese che per Microsoft rappresentano un segnale importante in un momento in cui con sempre maggiore frequenza gli enti locali guardano al software open source come alternativa a quello proprietario.

I nuovi accordi siglati da Microsoft con le tre amministrazioni prevedono una standardizzazione complessiva di oltre 5.000 postazioni PC e dell’infrastruttura server.

Il processo di standardizzazione è studiato per far sì che i tre enti possano adottare un’unica piattaforma tecnologica di riferimento che punti evidentemente all’ottimizzazione dei processi di lavoro interni e della fornitura di servizi ai cittadini.

L’accordo stretto dagli enti locali con Microsoft rientra in quello che l’azienda di Redmond definisce programma “Enterprise Agreement per la Pubblica Amministrazione”, un sistema di licenze che, secondo quanto dichiarato da Microsoft, tende a ridurre gli oneri per le Pubbliche Amministrazioni nell’acquisizione delle piattaforme software necessarie alle operazioni. Il contratto firmato dai tre enti locali prevede una fornitura di prodotti e aggiornamenti per i prossimi tre anni.

In particolare, l’accordo siglato dal Comune di Perugia prevede la standardizzazione di oltre 250 PC con Windows XP e Office XP Professional e dell’intera componente server di infrastruttura con Windows 2000 Server, Exchange Server per la posta elettronica e ISA Server per la sicurezza delle infrastrutture informatiche connesse a Internet.

Anche la Regione Marche ha uniformato la propria piattaforma desktop su tecnologia Microsoft, con oltre 600 PC aggiornati con Windows XP e Office XP Professional e dal lato server con Windows 2000 Server, Exchange Server, SharePoint Portal Server e SQL Server.

La Provincia Autonoma di Bolzano ha invece standardizzato più di 4.000 PC con Windows XP e Office XP Professional, aggiornando la piattaforma server con Windows 2000 e adottando Exchange Server come infrastruttura per la messaggistica.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 11 2002
Link copiato negli appunti