Migliaia i DNS vulnerabili

A dirlo è un noto esperto di sicurezza che, analizzando un buon numero di server DNS, ha scoperto che molti sono vulnerabili al cache poisoning, tecnica d'attacco utilizzata soprattutto per lucro


Roma – Una fetta non trascurabile di server DNS (Domain Name System), gli stessi che si preoccupano di convertire i nomi di dominio (come punto-informatico.it) nei rispettivi indirizzi IP numerici, sarebbero vulnerabili ad un pericoloso tipo di attacco denominato DNS cache poisoning . A sostenerlo è l’esperto di sicurezza Dan Kaminsky che, durante la recente conferenza Black Hat, ha divulgato i risultati di un proprio studio sull’argomento.

Kaminsky ha spiegato che su 2,5 milioni di server DNS da lui analizzati circa 230.000, ossia quasi il 10% del campione, sono risultati in qualche modo vulnerabili al cache poisoning: ciò significa, secondo il ricercatore, che un abile cracker potrebbe sfruttarne le debolezze per dirottare gli utenti verso uno o più siti sotto il suo controllo. La tecnica di attacco prevede infatti che l’aggressore sostituisca, nella cache del server DNS, l’indirizzo numerico di un sito (in genere famoso) con quello di un sito malevolo: quest’ultimo potrebbe contenere spyware, worm, truffe o semplice pubblicità.

Gli attacchi di cache poisoning sono particolarmente temibili a causa del fatto che gli effetti interessano immediatamente tutti i computer, spesso centinaia, che fanno riferimento ad un certo server DNS: un attacco ben organizzato, secondo Kaminsky, potrebbe arrivare a coinvolgere milioni di navigatori ed esporli al rischio di cadere vittima di azioni di phishing, furto d’identità, virus e altre minacce digitali.

“Il rischio è concreto”, ha detto l’esperto. “Basti pensare che io ho analizzato meno di un terzo dei server DNS attivi nel mondo: questo significa che i sistemi vulnerabili potrebbero essere quasi un milione”.

Kaminsky ha fatto tuttavia presente che dei server esaminati, quelli che sicuramente espongono il fianco ad attacchi di cache poisoning sono circa 13.000: gli altri contengono falle più specifiche o solo “potenziali”, ma non per questo meno pericolose.

L’esperto ha suggerito agli amministratori di sistema di aggiornare tutti i propri server DNS alle ultime versioni e controllarne attentamente la configurazione: “utilizzare quella di default – ha detto Kaminsky – è una pratica altamente sconsigliabile”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • geeketto scrive:
    vedi approfondimento
    http://geeketto.com/2007/10/19/3-programmi-p2p-sicuri-anonimato-e-non-rintracciabilita/
  • Anonimo scrive:
    5 --
  • eg scrive:
    Re: L'ANONIMATO E' INDISPENSABILE ALLA V
    nella vita (di un uomo) è indispensabile anche la responsabilità che fa rima con identità :)
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ANONIMATO E' INDISPENSABILE ALLA V
      - Scritto da: eg
      nella vita (di un uomo) è indispensabile anche la
      responsabilità che fa rima con identità :)Nella vita normale, sono pienamente daccordo ma in questo mondo di tiranni dove viene tutelato soltanto il segreto di stato (non si sa ancora le stragi di piazza fontana ustica piazza bologna per via del segreto di stato) in uno stato dove il vaticano nasconde l'archivio di 100 anni di inciuci con nazismo,fascismo e pedofilia e con altri golpe in paesi lontani nella biblioteca segreta accessibile soltanto a pochi eletti.Dove centinaia di industriali nascondo il nome dietro ad un logo di una corporation ed evitano controlli e intercettazioni con la scusa della concorrenza. Dove i servizi segreti sanno tutto di tutti e possono inquinare le prove ad opera d'arte...Il popolo deve avere strumenti di anonimato e tutela della privacy sviluppati da gente comune, che non ha nessun interesse economico al riguardo e soprattutto devono essere open source per evitare che all'interno ci siano delle backdoor sfruttabili dai pochi eletti che ne sono a conoscienza.Il popolo deve creare questi strumenti per resistere e lottare contro un sistema dove la privacy e l'anonimato è garantito soltanto a politici, banchieri industriali preti e papponi.Altrimenti il popolo è SCHIAVO.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'ANONIMATO E' INDISPENSABILE ALLA V
        inquinare le prove ad opera d'arte...

        Il popolo deve avere strumenti di anonimato e
        tutela della privacy sviluppati da gente comune,
        che non ha nessun interesse economico al riguardo
        e soprattutto devono essere open source per
        evitare che all'interno ci siano delle backdoor
        sfruttabili dai pochi eletti che ne sono a
        conoscienza.
        Il popolo deve creare questi strumenti per
        resistere e lottare contro un sistema dove la
        privacy e l'anonimato è garantito soltanto a
        politici, banchieri industriali preti e papponi.
        Altrimenti il popolo è SCHIAVO.


        Sai cosa succede dai miei clienti dove non c'è controllo e/o limitazione dell'accesso web? che i dipendenti a posto di lavorare 8 ore (comprese le varie pause), ne lavorano 6,5.Cosa voglio dire? Che forse la libertà non è per tutti ma per chi se la merita o per chi la paga, regolarmente la massa delude. E pensa che io sono anche di sinistra!
      • eg scrive:
        Re: L'ANONIMATO E' INDISPENSABILE ALLA V
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: eg

        nella vita (di un uomo) è indispensabile anche
        la

        responsabilità che fa rima con identità :)

        Nella vita normale, sono pienamente daccordo ma
        in questo mondo di tiranni dove viene tutelato
        soltanto il segreto di stato (non si sa ancora le
        stragi di piazza fontana ustica piazza bologna
        per via del segreto di stato) in uno stato dove
        il vaticano nasconde l'archivio di 100 anni di
        inciuci con nazismo,fascismo e pedofilia e con
        altri golpe in paesi lontani nella biblioteca
        segreta accessibile soltanto a pochi eletti.
        Dove centinaia di industriali nascondo il nome
        dietro ad un logo di una corporation ed evitano
        controlli e intercettazioni con la scusa della
        concorrenza.
        Dove i servizi segreti sanno tutto di tutti e
        possono inquinare le prove ad opera d'arte...

        Il popolo deve avere strumenti di anonimato e
        tutela della privacy sviluppati da gente comune,
        che non ha nessun interesse economico al riguardo
        e soprattutto devono essere open source per
        evitare che all'interno ci siano delle backdoor
        sfruttabili dai pochi eletti che ne sono a
        conoscienza.
        Il popolo deve creare questi strumenti per
        resistere e lottare contro un sistema dove la
        privacy e l'anonimato è garantito soltanto a
        politici, banchieri industriali preti e papponi.
        Altrimenti il popolo è SCHIAVO.
        tranquillo...è l'adolescenza che si protrae negli anni...con un piccolo sforzo, se ne esce ;)per quanto riguarda l'open source e le backdoor: solo se controlli il codice riga per riga e poi te lo compilituo, puoi essere sicuro...
        • Anonimo scrive:
          Re: L'ANONIMATO E' INDISPENSABILE ALLA V

          tranquillo...è l'adolescenza che si protrae negli
          anni...
          con un piccolo sforzo, se ne esce ;)

          per quanto riguarda l'open source e le backdoor:
          solo se controlli il codice riga per riga e poi
          te lo compili
          tuo, puoi essere sicuro...No è la tua rassegnazione che si è gia affermata, quando ti sarai svegliato invece di goderti il mondo sulle spalle degli altri.Sempre meglio avere la possibilita di controllare il codice riga per riga che affidarsi ad un sistema proprietario chiuso agli utenti che si devono fidare cecamente di chi l'ha creato e non può collaborare per migliorarlo.
          • eg scrive:
            Re: L'ANONIMATO E' INDISPENSABILE ALLA V
            - Scritto da: Anonimo


            tranquillo...è l'adolescenza che si protrae
            negli

            anni...

            con un piccolo sforzo, se ne esce ;)



            per quanto riguarda l'open source e le
            backdoor:

            solo se controlli il codice riga per riga e poi

            te lo compili

            tuo, puoi essere sicuro...

            No è la tua rassegnazione che si è gia affermata,
            quando ti sarai svegliato invece di goderti il
            mondo sulle spalle degli altri.non capisco cosa vuoi dire
            Sempre meglio avere la possibilita di controllare
            il codice riga per riga che affidarsi ad un
            sistema proprietario chiuso agli utenti che si
            devono fidare cecamente di chi l'ha creato e non
            può collaborare per migliorarlo.questo lo quoto...la mia critica era sull'assenza, certa, di backdoor nel software open source...
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ANONIMATO E' INDISPENSABILE ALLA VITA.


    * Salam Pax ( http://dear_raed.blogspot.com/
    ), a pseudonymous blogger claiming to be from
    Iraq, who posted a diary during the recent war.

    * Iranian blogger ( http://www.rooznegar.com/
    )and journalist Sina Motallebi was arrested (
    * Tunisian web journalist Zouhair Yahyaoui (
    http://www.tunezine.com/ ) was arrested and

    * Cuba recently imprisoned 75 dissidents and
    democracy activists, (
    http://www.wired.com/news/print/0,1294,58414,00.htPerchè non se li fanno loro i sistemi anonimi? non avranno neppure il computer.... sai che gli frega del p2p darknet!
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ANONIMATO E' INDISPENSABILE ALLA V
      Pensa se gli arabi avessero detto perchè la matematica non se la fanno loro.... vai a vivere in cina, menefreghista che non sei altro, li i soldi ce li hanno ma non possono esprimere la loro opinione su internet, inoltre pensa se entriamo attivamente in guerra noi cittadini non abbiamo sistemi anonimi per comunicare. Siamo tenuti a credere a tutte le boiate dette dal regime.------------------------------------------------------------------------ Un libro per chi ha la memoria corta, una raccolta dei documenti originali e ufficiali relativi alle interdizioni emanate da Mussolini a partire dalle leggi razziali del 1938. I discorsi di Mussolini e le storture della stampa controllata dal regime disegnano il quadro generale dell'orrore che dilagò in Italia. Un libro che deve far riflettere su quanto i media possano condizionare il giudizio generale, anche senza sei televisioni. Una testimonianza fondamentale in questi tempi bui dove c'è persino chi tenta di contrabbandare per "vacanze premio" la prigionia e la tortura imposta dai fascisti ai loro connazionali."Le interdizioni del Duce" di Alberto Cavaglion e Gian Paolo Romagnanihttp://www.viralvideo.it/viralbook.html--------------------------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: L'ANONIMATO E' INDISPENSABILE ALLA V
        - Scritto da: Anonimo
        Pensa se gli arabi avessero detto perchè la
        matematica non se la fanno loro.... be quiet... una cosa è la matematica, una cosa è darknet. Ci sono tante cose che ci siamo scambiati nei secoli, di certo gli arabi non hanno inventato le famose cifre perchè noi occidentali in quel periodo storico stavamo andando verso la fine...
        vai a vivere in cina, menefreghista che non sei
        altro, li i soldi ce li hanno ma non possono
        esprimere la loro opinione su internet, inoltre
        pensa se entriamo attivamente in guerra noi
        cittadini non abbiamo sistemi anonimi per
        comunicare. Siamo tenuti a credere a tutte le
        boiate dette dal regime.
        Il fatto è che io non mi permetto di giudicare una cultura che da me dista anni luce, per quello che ho visto ovunque siamo andati a portare democrazia abbiamo fatto danni, naturalmente quando le popolazioni indigene non sono pronte o non ne hanno voglia. Tu parli della Cina come se fosse uno Stato come un altro, per me non è così, ed anche se non condivido tutta una serie di cose credo che non li aiuterò molto fornendo loro una "darknet".A me del regime non frega niente per un semplice motivo: la gente vota così? bene, è quello che ci meritiamo, il giorno che non ne potrò più mi trasferirò da un altra parte o aspetterò la morte leggendo qualche buon libro.
        --------------------------------------------------
        Un libro per chi ha la memoria corta, una
        raccolta dei documenti originali e ufficiali
        relativi alle interdizioni emanate da Mussolini a
        partire dalle leggi razziali del 1938. I discorsi
        di Mussolini e le storture della stampa
        controllata dal regime disegnano il quadro
        generale dell'orrore che dilagò in Italia. Un
        libro che deve far riflettere su quanto i media
        possano condizionare il giudizio generale, anche
        senza sei televisioni. Una testimonianza
        fondamentale in questi tempi bui dove c'è persino
        chi tenta di contrabbandare per "vacanze premio"
        la prigionia e la tortura imposta dai fascisti ai
        loro connazionali.

        "Le interdizioni del Duce" di Alberto Cavaglion e
        Gian Paolo Romagnani
        http://www.viralvideo.it/viralbook.html
        --------------------------------------------------
        Il punto è che tu hai un idea e pensi che sia quella giusta, io, anche se la condivido in gran parte, sono più remissivo e mi arrendo all'evidenza che alla gente interessa più l'ultimo reality o modello di cellulare piuttosto che la difesa dei nostri diritti. Darknet non ci salverà, si tratta di un ciclo e basta, finchè il popolo bue non si sveglierà ci dovremo bere tutta sta cicoria.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'ANONIMATO E' INDISPENSABILE ALLA V
          - Scritto da: Anonimo

          che la difesa dei nostri diritti. Darknet non ci
          salverà, si tratta di un ciclo e basta, finchè il
          popolo bue non si sveglierà ci dovremo bere tutta
          sta cicoria.hahahahaha (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)Cicuta! Non cicoria!
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ANONIMATO E' INDISPENSABILE ALLA VITA.
    Mi fai paura...
  • Anonimo scrive:
    non sono d'accordo
    Ok all'anonimato ma questo tipo di reti aiuterebbero anche pedofili e terroristi........................
    • Anonimo scrive:
      Re: non sono d'accordo
      - Scritto da: Anonimo
      Ok all'anonimato ma questo tipo di reti
      aiuterebbero anche pedofili e
      terroristi........................Anche il corriere dei piccoli e cioè aiutano i pedofili
  • Anonimo scrive:
    Una nuova proposta
    E ovvio che le major non possono far causa ai milioni di utenti delle reti P2P: come scelgono allora il capro espiatorio da stangare?Sembra chiaro che lo scelgono basandosi sul numero di file in condivisione. Ci sono degli attivisti che si divertono a condividere migliaia di file, ma che senso ha?La capacitá di condivisione è limitata dal bandwith in upload del vostro ADSL, perciò chi mette migliaia di file nella cartella condivisa avrà sempre e comunque una capacità di condividere pari a quella che avrebbe se mettesse in condivisione un paio di dozzine di file. Però si espone assai di più alle rappresaglie delle maior.Il problema nasce dal fatto che ogni utente decide in maniera individuale quali file desidera condividere. La soluzione? potrebbe essere quella di sviluppare un nuovo protocollo per cui gli utenti (o il loro software P2P) negoziano i file da immettere nella cartella condivisa, tenendo conto certi parametri come per esempio la richiesta di un certo file, il fatto che un utente lo abbia scaricato recentemente, ecc.Al limite, un utente individuale potrebbe avere un solo file in condivisione, se questo è molto richiesto, magari cambiandolo periodicamente.In questo modo nel complesso della rete ci sarà sempre disponibile un grande numero di file da condividere, ma gli utenti individualmente si esporrebbero assai meno ad essere presi di mira dalle major. 8) 8) 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Una nuova proposta
      - Scritto da: Anonimo
      E ovvio che le major non possono far causa ai
      milioni di utenti delle reti P2P: come scelgono
      allora il capro espiatorio da stangare?

      Sembra chiaro che lo scelgono basandosi sul
      numero di file in condivisione. Ci sono degli
      attivisti che si divertono a condividere migliaia
      di file, ma che senso ha?

      La capacitá di condivisione è limitata dal
      bandwith in upload del vostro ADSL, perciò chi
      mette migliaia di file nella cartella condivisa
      avrà sempre e comunque una capacità di
      condividere pari a quella che avrebbe se mettesse
      in condivisione un paio di dozzine di file. Però
      si espone assai di più alle rappresaglie delle
      maior.

      Il problema nasce dal fatto che ogni utente
      decide in maniera individuale quali file desidera
      condividere. La soluzione? potrebbe essere quella
      di sviluppare un nuovo protocollo per cui gli
      utenti (o il loro software P2P) negoziano i file
      da immettere nella cartella condivisa, tenendo
      conto certi parametri come per esempio la
      richiesta di un certo file, il fatto che un
      utente lo abbia scaricato recentemente, ecc.

      Al limite, un utente individuale potrebbe avere
      un solo file in condivisione, se questo è molto
      richiesto, magari cambiandolo periodicamente.

      In questo modo nel complesso della rete ci sarà
      sempre disponibile un grande numero di file da
      condividere, ma gli utenti individualmente si
      esporrebbero assai meno ad essere presi di mira
      dalle major.

      8) 8) 8)Guarda che le major parano il culo anche a dj francesco anche se non lo condivide nessuno....lo stesso vale per quelle quattro compilation estive che escono tutti gli anni ..lo stesso vale per film da quattro soldi non e' questione di qualità...sia che condividi la canzone di jeeg robot che l'ultima cagata che senti al festivalbar sei sempre uno che và contro di loro...
  • samu scrive:
    viva ian
    darknet sembra una proposta interessante, purtroppo l'idea di trusted network regge fintanto che le persone al primo grado sono veramente trusted e non "amici di amici" .poco mi importa dell'uso che le persone ne faranno.. quello e' un problema relativo alle persone non all'uso che fanno degli strumenti per commettere illeciti o meno.
    • Anonimo scrive:
      Re: viva ian

      poco mi importa dell'uso che le persone ne
      faranno.. quello e' un problema relativo alle
      persone non all'uso che fanno degli strumenti per
      commettere illeciti o meno.e' un pò come dire quello che ha inventato il coltello magari lui ci voleva solo tagliare il pane !
      • Anonimo scrive:
        Re: viva ian
        Significa solo che qualunque strumento dal vaso da fiori al coltello al monitor del PC si presta ad usi leciti o meno, dipende tutto dalla volontà e fantasia di chi li utilizza, non dalla natura dello strumento in sè.
  • Anonimo scrive:
    scheda citata nel link: link errati
    http://www.wasteitalia.tk/ non esiste piùil "mirror delle pagine originali" che doveva essere qui: http://www.lancemurdoch.org/p2p/morewaste.html , non c'è più
  • Anonimo scrive:
    Bene!!!!
    Speriamo che questo sistema sia sviluppato e che le major capiscano che è una guerra inutile ed invece di buttare soldi dalla finestra regalandoli ad avvocatoni pronti a passare sul cadavere delle persone utilizzino quei soldi per ABBASSARE A LIVELLI UMANI quei caxxo di prezzi DA FURTO!!!!! 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Speriamo che questo sistema sia sviluppato e che
      le major capiscano che è una guerra inutile ed
      invece di buttare soldi dalla finestra
      regalandoli ad avvocatoni pronti a passare sul
      cadavere delle persone utilizzino quei soldi per
      ABBASSARE A LIVELLI UMANI quei caxxo di prezzi DA
      FURTO!!!!!
      8)BLAH BLAH BLAHhai letto gli interventi tecnici?molte meno speranze e molte meno ciance.il sistema è insicuro; quindi c'è poco da esultare
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene!!!!
        - Scritto da: Anonimo


        BLAH BLAH BLAH

        hai letto gli interventi tecnici?
        molte meno speranze e molte meno ciance.

        il sistema è insicuro; quindi c'è poco da esultareAbbi fede...è solo all'inizio e non si può giudicare un progetto ancora embrionale.Io sono uno sviluppatore quindi so come vanno ste cose.Ci vuole tempo.Uno stato non riuscirà mai a competere contro milioni di persone.In mezzo a questi milioni ci sarà sempre il genio che cambierà le carte in tavola.Rispetto alla fine degli anni novanta si nota molta meno libertà su internet però vedo che si lotta molto (cosa che non si fa nella vita reale) per difenderla.E' diventato solo più difficile ma non impossibile.Ciao
    • eg scrive:
      Re: Bene!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Speriamo che questo sistema sia sviluppato e che
      le major capiscano che è una guerra inutile ed
      invece di buttare soldi dalla finestra
      regalandoli ad avvocatoni pronti a passare sul
      cadavere delle persone utilizzino quei soldi per
      ABBASSARE A LIVELLI UMANI quei caxxo di prezzi DA
      FURTO!!!!!
      8)basta non desiderare i prodotti delle major ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene!!!!
        - Scritto da: eg

        - Scritto da: Anonimo

        Speriamo che questo sistema sia sviluppato e che

        le major capiscano che è una guerra inutile ed

        invece di buttare soldi dalla finestra

        regalandoli ad avvocatoni pronti a passare sul

        cadavere delle persone utilizzino quei soldi per

        ABBASSARE A LIVELLI UMANI quei caxxo di prezzi
        DA

        FURTO!!!!!

        8)

        basta non desiderare i prodotti delle major ;)Invece li vogliamo!!!!!!!!!!!!!!!
        • eg scrive:
          Re: Bene!!!!
          allora paga ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene!!!!
            In linea di principio sarei anche d'accordo, ma (forse per ignoranza mia) non mi sembra ci sia tutta questa grande musica che non sia edita da grandi industrie discografiche... Non è ancora una cultura così diffusa...[D]
          • eg scrive:
            Re: Bene!!!!
            no... il problema è che volete tutto, subito e senza dare nulla in cambio...non dando valore alle cose
          • Straha scrive:
            Re: Bene!!!!
            - Scritto da: eg
            no... il problema è che volete tutto, subito e
            senza dare nulla in cambio...non dando valore
            alle coseno, il problema è che non hai capito cosa succede.io non mi insinuo nel computer della sony per rubare canzonette.mi collego al pc di john doe negli usa perchè lui mi presta il suo album dei pink floyd per duplicarlo, mentre io gli presto a trick of the tail dei genesis.hai capito adesso??perchè non posso farti un disegnino.... :D
          • eg scrive:
            Re: Bene!!!!
            - Scritto da: Straha

            - Scritto da: eg

            no... il problema è che volete tutto, subito e

            senza dare nulla in cambio...non dando valore

            alle cose

            no, il problema è che non hai capito cosa succede.
            io non mi insinuo nel computer della sony per
            rubare canzonette.
            mi collego al pc di john doe negli usa perchè lui
            mi presta il suo album dei pink floyd per
            duplicarlo, mentre io gli presto a trick of the
            tail dei genesis.
            hai capito adesso??
            perchè non posso farti un disegnino.... :Dahhhhhhhhhhhhhhhhh scusa sa...non avevo capitoooofate, fate pureeeee....scambiatevi pure tutto da buoni amiciiiii... che anime caste e pure che siete.....scusa, scusa....però fate una bella cosa...incontratevi e scambiatevi fisicamente i CD....così da una parte avrai guadagnato qualcosa, mentre dall'altra, avrai perso qualcosa ;)
          • Straha scrive:
            Re: Bene!!!!
            - Scritto da: eg

            - Scritto da: Straha



            - Scritto da: eg


            no... il problema è che volete tutto, subito e


            senza dare nulla in cambio...non dando valore


            alle cose



            no, il problema è che non hai capito cosa
            succede.

            io non mi insinuo nel computer della sony per

            rubare canzonette.

            mi collego al pc di john doe negli usa perchè
            lui

            mi presta il suo album dei pink floyd per

            duplicarlo, mentre io gli presto a trick of the

            tail dei genesis.

            hai capito adesso??

            perchè non posso farti un disegnino.... :D

            ahhhhhhhhhhhhhhhhh scusa sa...non avevo capitoooo
            fate, fate pureeeee....scambiatevi pure tutto da
            buoni amiciiiii... che anime caste e pure che
            siete.....scusa, scusa....ironizza pure, caro il mio furbacchione, ma la cosa non cambia di una virgola.

            però fate una bella cosa...incontratevi e
            scambiatevi fisicamente i CD....così da una parte
            avrai guadagnato qualcosa, mentre dall'altra,
            avrai perso qualcosa ;)e se anche ci dovessimo incontrare, sta sicuro che ci incontreremmo con delle COPIE dei nostri cd, così ENTRAMBE guadagneremmo qualcosa senza perderci quasi nulla ;)ciao nè :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene!!!!
            eq è il nuovo nick di ecleptikal per caso?
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene!!!!
            - Scritto da: eg
            no... il problema è che volete tutto, subito e
            senza dare nulla in cambio...non dando valore
            alle coseSono loro che non danno valore ai soldi sprecandoli!!!!! :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene!!!!
            - Scritto da: eg
            allora paga ;)Di soldi ne hanno fatti anche troppi!!!!!!!Basta con i villoni, i putt..oni, i macchinoni e lo spreco di soldi che fanno alla faccia di chi muore di fame!!!!!E' ora che si accontentino di guadagnare quanto un impiegato/operaio e non come un magnaccia!!!!!! :@ :@ :@ :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene!!!!
            - Scritto da: eg
            allora paga ;)Esatto, allora paga. Basterebbe un annetto di sciopero globale per far mettere la testa (e i prezzi) a posto alle major.Niente P2P, niente acquisti. Un anno di invenduto globale. Sì, è utopia ma lasciatemi sognare.Discografici arroganti e mafiosi che se la fanno sotto ... prezzi che calano, no anzi, ti pagano per ascoltare l'ultimo CD di madonna ...
  • Anonimo scrive:
    L'anello debole
    se non ho capito male il sistema d'ingresso è ad invito, quanto tempo ci vorrebbe prima che gli inviti cadano in mani sbagliate ?
    • Anonimo scrive:
      Re: L'anello debole
      Infatti, ritengo che sia praticamente impossibile evitare che prima o poi "qualcuno" si infiltri nella dark. A nche programmi come peer guardian fanno la stessa cosa ma non sono del tutto efficaci.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'anello debole
        - Scritto da: Anonimo
        programmi come peer guardian
        fanno la stessa cosa ma non sono del tutto
        efficaci.eufemismo!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: L'anello debole
      Sì, ritengo il sistema dei "trusted" poco affidabile, specialmente nel medio e lungo termine.
  • NSA scrive:
    NOn è chiaro..
    A tantissima gente non è ancora chiaro perche i governi stanno attuando queste misure liberticide. Quando lo cpairanno sara troppo tardi, e si renderanno conto che il terrorismo c'entra poco e nulla.A proposito, io credo fermamente che le bombe le mettano gente che ha poco a che fare con l'islam, e ci siamo capiti.
    • wakeNow scrive:
      Re: NOn è chiaro..
      La stragrande maggioranza degli utenti di internet non percepisce che piccoli fattori possano influenzare così tanto l'utilizzo della rete. Dovremmo fare chiarezza su questo punto, ma dovrebbero invece essere i provider a farlo, e dichiarare che tutto il traffico generato è messo a disposizione delle autorità, che non esiste privacy, che insomma andare su internet vuol dire andare in un luogo affollato e parlare ad alta voce che tutti sentano.Immagino proprio che internet così com'e' non renda guadagni economici strabilianti per molte aziende (ma in fondo non ci credo). L'altra verità è che i tempi duri in cui ci stiamo imbarcando mal si legano con la libertà di diffusione di parola che ci lascia internet.I governi devono fare delle scelte e il controllo è la via più facile per non perdere grossi interessi. Siamo di fronte all'annientamento di una infrastruttura ed alla creazione di un nuovo cyber regime. Lo sapevamo tutti che internet era troppo bello per durare...Una soluzione ??? diamoci al wifi e cambiamo i protocolli. Chi è che lo fa ? Cercasi iper super esperto in wifi... Forse i terroristi lo faranno così sarà tutto come prima per loro e per noi invece non si potrà nemmeno scaricare un porno amatoriale che ci arriva a casa la bolletta con la sovratassa governativa.
    • Anonimo scrive:
      Re: NOn è chiaro..
      -
      A proposito, io credo fermamente che le bombe le
      mettano gente che ha poco a che fare con l'islam,
      e ci siamo capiti.Kermit e Gonzo?
    • marcoweb scrive:
      Re: NOn è chiaro..
      - Scritto da: NSA
      A tantissima gente non è ancora chiaro perche i
      governi stanno attuando queste misure
      liberticide. Quando lo cpairanno sara troppo
      tardi, e si renderanno conto che il terrorismo
      c'entra poco e nulla.
      A proposito, io credo fermamente che le bombe le
      mettano gente che ha poco a che fare con l'islam,
      e ci siamo capiti.le leggi anti-p2p c'entrano poco con il terrorismo. Sto pensando a quanti miliardi di dollari passano dalle manine delle major e arrivano nelle mani dei governi.ecco perchè ci sono queste leggi. Ps L'islam fondamentalista esiste e lo sai bene. In iraq ieri soldati americani sono stati uccisi da una bomba. chi li ha fatti saltare?la cia oppure la "resistenza" irachena?oppure pensi che la cia sia la "resistenza"?
      • NSA scrive:
        Re: NOn è chiaro..
        Marco, il fondamentalismo islamico è manovrato da gente senza scrupoli....poi potrei sbagliarmi. io non detengo la verita assoluta e nemmeno tu....
      • wakeNow scrive:
        Re: NOn è chiaro..
        Non so quanto tu abbia fatto bene a chiamare "resistenza" quella irachena, ma è una definizione che apprezzo perchè fa riflettere. Tuttavia guarda che la soppressione della libertà colpisce maggiormente chi ne usufruisce onestamente(o quasi), e non danneggia quasi mai chi la utilizza a scopi illegali e terroristici.L'iraq è un'altra cosa, e comunque noi non sapremo mai quanto c'e' dietro alla guerra civile (perchè questo è) in quel posto.
    • Anonimo scrive:
      Re: NOn è chiaro..
      - Scritto da: NSA
      A tantissima gente non è ancora chiaro perche i
      governi stanno attuando queste misure
      liberticide. Quando lo cpairanno sara troppo
      tardi, e si renderanno conto che il terrorismo
      c'entra poco e nulla.
      A proposito, io credo fermamente che le bombe le
      mettano gente che ha poco a che fare con l'islam,
      e ci siamo capiti.In linea di massima sarei anche daccordo con te, allo stesso tempo mi domando se ci fosse bisogno di tutta questa "privacy" se non esistesse il diritto d'autore...non è che stiamo facendo un volo pindarico per continuare a scaricare mp3 e film?i problemi del mondo si risolveranno grazie ad un Internet anonimo o grazie a politiche internazionali migliori?Il muro di Berlino è caduto grazie ad uno scambio di mail o a traffico P2P?Mi fa sorridere poi il fatto che della democrazia degli altri ci preoccupiamo sempre noi "occidentali"...
      • wakeNow scrive:
        Re: NOn è chiaro..
        - Scritto da: Anonimo
        Il muro di Berlino è caduto grazie ad uno scambio
        di mail o a traffico P2P?Ma stai scherzando ? se fosse esistito il p2p e internet fosse stato abbastanza sviluppato il muro sarebbe caduto prima(assicurato al limone). Pensa a quella gente che pensava di vivere bene che effetto doveva fare vedere filmati amatoriali, testi, film e musica censurata nel proprio stato.Io credo che nella vita una persona abbia almeno il diritto di sapere ciò che gli viene precluso. A tuttoggi si cerca di bloccare anche questo diritto, se non hai la grana, e quando hai la grana te ne freghi.Il p2p non deve essere considerato completamente malvagio perche' permette di scaricare materiale illegalmente, ma perchè trattasi di una comunità senza frontiere, dove i dati e le informazioni diventano una conoscenza per tutti, evitando completamente la censura. Questo è il pregio del p2p poi chi non lo capisce ancora ...Basta che alla fine di ogni discussione non si parli del p2p.
        • Anonimo scrive:
          Re: NOn è chiaro..
          - Scritto da: wakeNow

          - Scritto da: Anonimo


          Il muro di Berlino è caduto grazie ad uno
          scambio

          di mail o a traffico P2P?


          Ma stai scherzando ? se fosse esistito il p2p e
          internet fosse stato abbastanza sviluppato il
          muro sarebbe caduto prima(assicurato al limone).
          Questa è una supposizione.
          Pensa a quella gente che pensava di vivere bene
          che effetto doveva fare vedere filmati
          amatoriali, testi, film e musica censurata nel
          proprio stato.
          Esattamente come fanno adesso gli Albanesi che guardano le nostre TV e credono che qui ci siano solo le famiglie della pubblicità. Il punto è che se un regime non vuole farti fare qualcosa và direttamente alla radice, ad esempio vietando completamente l'utilizzo di Internet.
          Io credo che nella vita una persona abbia almeno
          il diritto di sapere ciò che gli viene precluso.
          A tuttoggi si cerca di bloccare anche questo
          diritto, se non hai la grana, e quando hai la
          grana te ne freghi.
          Io penso che al mondo non ci sia persona che sappia, almeno a grandi linee, che vita c'è da altre parti. Quello che certi governi fanno è quello di impedire la diffusione di certe idee e pensieri all'interno dei loro stati (vedi Cina in primis). Io, sinceramente, non vedo come un P2P anonimo possa migliorare la vita di un cinese, di un iracheno o di un cubano.
          Il p2p non deve essere considerato completamente
          malvagio perche' permette di scaricare materiale
          illegalmente, ma perchè trattasi di una comunità
          senza frontiere, dove i dati e le informazioni
          diventano una conoscenza per tutti, evitando
          completamente la censura. Questo è il pregio del
          p2p poi chi non lo capisce ancora ...
          Io non lo considero malvagio, attualmente però mi sembra che la "conoscenza" per tutti siano "batman begins.avi" o "Discografia completa Eminem.rar".
          Basta che alla fine di ogni discussione non si
          parli del p2p.

          La notizia parlava di questo....Io non sono contro il diritto all'anonimato o alla privacy, solo che ancora non riesco a vedere a chi e come potrebbero risultare utili remailer o p2p "protette"
          • partygiano scrive:
            Re: NOn è chiaro..

            Il punto è che se un regime non vuole farti fare
            qualcosa và direttamente alla radice, ad esempio
            vietando completamente l'utilizzo di Internet.Se ti vietano totalmente Internet coma fanno poi a venderti la TV di Alice o il logo di Truzzomen?ricordati che sei Consumatore prima che Cittadino, per i loro occhi siamo oro quando consumiamo, parassiti quando ci autogestiamo.
          • Anonimo scrive:
            Re: NOn è chiaro..
            - Scritto da: partygiano


            Il punto è che se un regime non vuole farti fare

            qualcosa và direttamente alla radice, ad esempio

            vietando completamente l'utilizzo di Internet.

            Se ti vietano totalmente Internet coma fanno poi
            a venderti la TV di Alice o il logo di Truzzomen?
            ricordati che sei Consumatore prima che
            Cittadino, per i loro occhi siamo oro quando
            consumiamo, parassiti quando ci autogestiamose non la vuoi non la prendi... io ho la tv ma sia mediaset che canale 5 non li vedrò da almeno 3 anni...lo stesso vale per internet
          • partygiano scrive:
            Re: NOn è chiaro..

            se non la vuoi non la prendi... io ho la tv ma
            sia mediaset che canale 5 non li vedrò da almeno
            3 anni...
            lo stesso vale per internettu no, ma la maggior parte della gente si, e poi vorresti dirmi che nelle reti RAI fanno programmi migliori di Merdaset?ormai c' è solo qualche spiraglio di cultura che va in onda ad orari assurdi... a questo punto sarebbe meglio che la TV non esistesse.cmq siamo in leggero OT.You are trying to use a node of the CoDeeN CDN Network. Your IP address is not recognized as a valid PlanetLab address, so your access to CoDeeN does not include all HTTP types
          • castigo scrive:
            Re: NOn è chiaro..
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: wakeNow



            - Scritto da: Anonimo




            Il muro di Berlino è caduto grazie ad uno

            scambio


            di mail o a traffico P2P?





            Ma stai scherzando ? se fosse esistito il p2p e

            internet fosse stato abbastanza sviluppato il

            muro sarebbe caduto prima(assicurato al
            limone).



            Questa è una supposizione.non proprio.ai tempi del muro esistevano Voice of America, la BBC e tutti i samizdat che circolavano clandestinamente in unione sovietica o nei paesi satelliti. Internet avrebbe semplicemente amplificato la cosa.e poi basta guardare cosa succede in cina.secondo te se Internet non fosse pericolosa, perchè si ostinerebbero a castrarla??

            Pensa a quella gente che pensava di vivere bene

            che effetto doveva fare vedere filmati

            amatoriali, testi, film e musica censurata nel

            proprio stato.



            Esattamente come fanno adesso gli Albanesi che
            guardano le nostre TV e credono che qui ci siano
            solo le famiglie della pubblicità. perchè tu non hai idea di come vivevano prima della caduta del comunismo.e dimentichi anche quale fosse l'idea che avevano dell'america i nostri nonni....
            Il punto è che se un regime non vuole farti fare
            qualcosa và direttamente alla radice, ad esempio
            vietando completamente l'utilizzo di Internet.non possono.non può farlo nemmeno la cina..... almeno non alla radice....

            Io credo che nella vita una persona abbia almeno

            il diritto di sapere ciò che gli viene precluso.

            A tuttoggi si cerca di bloccare anche questo

            diritto, se non hai la grana, e quando hai la

            grana te ne freghi.



            Io penso che al mondo non ci sia persona che
            sappia, almeno a grandi linee, che vita c'è da
            altre parti. Quello che certi governi fanno è
            quello di impedire la diffusione di certe idee e
            pensieri all'interno dei loro stati (vedi Cina in
            primis). Io, sinceramente, non vedo come un P2P
            anonimo possa migliorare la vita di un cinese, di
            un iracheno o di un cubano.perchè sul P2P ci cerchi solamente le ultime canzonette....


            Il p2p non deve essere considerato completamente

            malvagio perche' permette di scaricare materiale

            illegalmente, ma perchè trattasi di una comunità

            senza frontiere, dove i dati e le informazioni

            diventano una conoscenza per tutti, evitando

            completamente la censura. Questo è il pregio del

            p2p poi chi non lo capisce ancora ...



            Io non lo considero malvagio, attualmente però mi
            sembra che la "conoscenza" per tutti siano
            "batman begins.avi" o "Discografia completa
            Eminem.rar".appunto, come dicevo sopra se ti limiti a cercare solo quello....




            Basta che alla fine di ogni discussione non si

            parli del p2p.





            La notizia parlava di questo....


            Io non sono contro il diritto all'anonimato o
            alla privacy, solo che ancora non riesco a vedere
            a chi e come potrebbero risultare utili remailer
            o p2p "protette"i remailer servono per comunicare in paesi con pesanti spinte censorie, il P2P protetto serve per accedere a documenti che diversamente non potresti vedere.... un esempio classico, nella "democraticissima" italia, sono gli spettacoli di grillo, censurati ormai da tutte le reti tv, ma che trovi tranquillamente sul P2P....
  • Anonimo scrive:
    Se una rete...
    sto da tempo formulando un teoremino (in pratica lavoro sulla dimostrazione matematico/logica) capace di smontare questa "bellissima" idea...il crivello che da mesi mi assilla è il seguente:"sono fermamente convinto che se una rete vuol essere anonima allora questa non potrà mai essere sicura, vice-versa qualora essa sia sicura non potrà mai essere anonima"Capite bene dunque che il bel progetto di Ian è un assurdo, sarà sempre infatti possibile per un malvagio Y creare tanti cloni Y1 Y2 Y3 etc etc ed infiltrarli nella rete fino a che almeno uno non diventi in qualche modo "trusted" di un altro e così via facendo crollare tutto il castello. E' un po' il problema che sta dietro alla crittografia asimmetrica a soglia http://www.cs.fsu.edu/~desmedt/topics-threshold.htmlcon chiavi parziali distribuite (i cui punti deboli sono più di quelli forti) e al sistema di trusting usato da PGP, che nessuno usa in quanto totalmente inaffidabile (non PGP, ma il sistema di trusting al suo interno).nsomma... mettiamoci daccordo! O si fa una rete anonima (Freenet) o si fa una rete sicura (Waste)... tertium non datur! :) Buona comunicazione a tutti! :)(Chissà come è contenta sua emittenza!!!!)
    • Anonimo scrive:
      Re: Se una rete...
      io sono per la steganografia dei contenuti
      • Anonimo scrive:
        Re: Se una rete...
        - Scritto da: Anonimo
        io sono per la steganografia dei contenutiio sono per la riapertura dei bordelli
    • samu scrive:
      Re: Se una rete...
      - Scritto da: Anonimo
      sto da tempo formulando un teoremino (in pratica
      lavoro sulla dimostrazione matematico/logica)
      capace di smontare questa "bellissima" idea...

      il crivello che da mesi mi assilla è il seguente:

      "sono fermamente convinto che se una rete vuol
      essere anonima allora questa non potrà mai essere
      sicura, vice-versa qualora essa sia sicura non
      potrà mai essere anonima"
      dipende da cosa intendi per sicura (crittografia ?)e da cosa intendi per anonima (anonimo l'autore ? il distributore ? il ricevente? )
      Capite bene dunque che il bel progetto di Ian è
      un assurdo, sarà sempre infatti possibile per un
      malvagio Y creare tanti cloni Y1 Y2 Y3 etc etc ed
      infiltrarli nella rete fino a che almeno uno non
      diventi in qualche modo "trusted" di un altro e
      così via facendo crollare tutto il castello. per fare cio' il malvagio Y deve avere (K/2) +1nodi della rete con K = tutti i nodi della rete.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se una rete...
      secondo me un modello perfetto esiste. E' quello che si basa su una rete totalmente anonima (quindi molto probabilmente lenta) di grosse dimensioni e sottoreti piccole e chiuse (darknet appunto) il cui controllo del rapporto di fiducia non è automatico ma basato su inviti, come succede per i sistemi di messagistica istantanea.Visto che si parla di teoremi, vi ricordo un assioma: "il digitale è per sua natura replicabile"saluti ai dinosauri del copyright :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Se una rete...
      una sola correzione
      "sono fermamente convinto che se una rete vuol
      essere anonima allora questa non potrà mai essere
      sicura, vice-versa qualora essa sia sicura non
      potrà mai essere...una rete"*******************internet e' per natura non anonimo e non sicuro.. l'unica forma di anonimato che si puo avere e' utilizzare un access point pubblico ( = telefoni pubblici ). Il punto di connessione inziale anche se a fatica e' sempre rintacciabile se si vuole rimanere in determinati parametri di performance (sto parlando di p2p). L'unica forma di anonimato si puo' avere con wireless e carte prepagate. che probabilmente da noi non partirà mai.
      • Anonimo scrive:
        Re: Se una rete...
        - Scritto da: Anonimo
        una sola correzione


        "sono fermamente convinto che se una rete vuol

        essere anonima allora questa non potrà mai
        essere

        sicura, vice-versa qualora essa sia sicura non

        potrà mai essere
        ...
        una rete"

        *******************

        internet e' per natura non anonimo e non sicuro..
        l'unica forma di anonimato che si puo avere e'
        utilizzare un access point pubblico ( = telefoni
        pubblici ). Il punto di connessione inziale anche
        se a fatica e' sempre rintacciabile se si vuole
        rimanere in determinati parametri di performance
        (sto parlando di p2p). L'unica forma di anonimato
        si puo' avere con wireless e carte prepagate.
        che probabilmente da noi non partirà mai.Sembra, invece, che la struttura di Mute permetta un elevato gradi di anonimato (http://www.p2psicuro.it/mute/mute_privacy.htm)
        • Anonimo scrive:
          Re: Se una rete...
          - Scritto da: Anonimo

          Sembra, invece, che la struttura di Mute permetta
          un elevato gradi di anonimato
          (http://www.p2psicuro.it/mute/mute_privacy.htm)non credete ale streghe... se il file che cercate arriva al vs computer vuol dire che ha il modo di trovare la strada. L'anonimato in rete non esiste, ci su puo' nascondere dietro a un dito oppure dentro a un bosco ma esiste sempre un sentiero che ti rintraccia.come evolvono i sitemi di p2p allo stesso modo evolvono i sitemi di back tacing.. ma credete davvero che una piattaforma p2p open source non venga smontata e studiata bit a bit da chi di dovere ?non c'e altro da aggiungere
          • Ichitaka scrive:
            Re: Se una rete...
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo




            Sembra, invece, che la struttura di Mute
            permetta

            un elevato gradi di anonimato

            (http://www.p2psicuro.it/mute/mute_privacy.htm)

            non credete ale streghe... se il file che cercate
            arriva al vs computer vuol dire che ha il modo di
            trovare la strada.
            L'anonimato in rete non esiste, ci su puo'
            nascondere dietro a un dito oppure dentro a un
            bosco ma esiste sempre un sentiero che ti
            rintraccia.
            come evolvono i sitemi di p2p allo stesso modo
            evolvono i sitemi di back tacing.. ma credete
            davvero che una piattaforma p2p open source non
            venga smontata e studiata bit a bit da chi di
            dovere ?
            non c'e altro da aggiungereForse c'è da aggiungere che per rintracciare, bisogna lasciare tracce. Basta che un solo server dal quale passa la tua richiesta non tenga un file di log e l'anonimato è servito, come un qualsiasi proxy anonimo. Il punto ovviamente è che non sai se davvero non venga mantenuto un log, e allora si deve costruire una struttura che impedisca il rintracciamento delle tue richieste in tempi umanamente accettabili.Io sono dell'opinione che possa esistere questa struttura, basta volerla.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se una rete...
      Possibile che ogni volta che uno posta tutti fraintendano? :(Ho detto che è POSSIBILE avere sia reti sicure sia reti anonime... ma non una rete "perfetta" che sia anonima e sicura come Ian vuole far credere. La mia ipotesi è che tale rete sia un assurdo matematico. Purtroppo per ora tale ipotesi è supportata solo dal buon senso e non da una prova (ci sto appunto lavorando). In ogni caso era su questo assurdo che chiedevo pareri. Se ci pensate un attimo non è difficile visualizzare il problema posto dal fatto di rimanere anonimi pur essendo certi di essere all'interno di una comunicazione sicura dove per ipotesi i due comunicanti DEVONO identificarsi a vicenda o dove ALMENO uno deve permettere la propria identificazione con un certificato. La "certezza della paternità" è una delle proprietà che l'informazione deve avere in una comunicazione sicura, spero possiate notare come questo sia INCOMPATIBILE con l'anonimato.Ovviamente le considerazioni non sono campate in aria, questa prova, qualora venisse data, avrebbe implicazioni molto negative sull'e-government: pensate solo al voto elettronico, che appunto deve essere anonimo e sicuro... boh...
  • Anonimo scrive:
    Terrorismo? grazie
    Non aggiungo altro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Terrorismo? grazie
      Potevi anche evitare di dire questo e di fare una pessima figura.Oppure sei una di quelle anime candide che credono che i terroristi si scambino le email in chiaro su qualche remailer pubblico, magari appiccicando qualche bella paroletta per bot idiota del tipo bombtubeosamabush?
      • Anonimo scrive:
        Re: Terrorismo? grazie
        - Scritto da: Matthew Reed
        Potevi anche evitare di dire questo e di fare una
        pessima figura.
        Oppure sei una di quelle anime candide che
        credono che i terroristi si scambino le email in
        chiaro su qualche remailer pubblico, magari
        appiccicando qualche bella paroletta per bot
        idiota del tipo bombtubeosamabush?leggete le dichiarazioni di oggi di Cossiga ... tutti sarebbero registrati, intercettati, schedati.tutti quantianche a scopo di "effettuare pressioni sui singoli cittadini in seguito" (per ora ho solo sentito la rassegna stampa alla radio questa mattina, procuratevi voi il giornale) ovviamente i professionisti del terrore questo lo sanno , mentre noi tutti cittadini normali che però ameremmo che i cazzi nostri restassero beati cazzi nostri, invece siamo sotto la lente, non possiamo nemmeno vivere la nostra vita da scarafaggetti perchè comunque esiste il DIO SUPREMO che ha la concessione di poter alzare il nostro sassetto.che gioia
        • Anonimo scrive:
          Re: Terrorismo? grazie
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Matthew Reed

          Potevi anche evitare di dire questo e di fare
          una

          pessima figura.

          Oppure sei una di quelle anime candide che

          credono che i terroristi si scambino le email in

          chiaro su qualche remailer pubblico, magari

          appiccicando qualche bella paroletta per bot

          idiota del tipo bombtubeosamabush?

          leggete le dichiarazioni di oggi di Cossiga ...
          tutti sarebbero registrati, intercettati,
          schedati.
          tutti quanti di chi? Di Kossiga?ma lo sai l'itilizzo delle leggi sepciali che ha fatto lui quando era ministro dell'interno?Dare ascolto a lui e' come mettgere la Faina a guardia del pollaio!
    • Anonimo scrive:
      9 --
    • Anonimo scrive:
      Re: Terrorismo? grazie
      - Scritto da: Anonimo
      Non aggiungo altro.ecco, appunto, non aggiungere altro.hai già detto troppo....
    • Anonimo scrive:
      Re: Terrorismo? grazie
      - Scritto da: Anonimo
      Non aggiungo altro.potevi risparmiarti pure questo
    • partygiano scrive:
      Re: Terrorismo? grazie
      - Scritto da: Anonimo
      Non aggiungo altro.dovresti almeno aggiungere la tua deduzione che ha portato a scrivere quel titolo.perchè altrimenti cosi si intuisce che tu nn abbia capito un Tubo®.You are trying to use a node of the CoDeeN CDN Network. Your IP address is not recognized as a valid PlanetLab address, so your access to CoDeeN does not include all HTTP types
      • Anonimo scrive:
        Re: Terrorismo? grazie
        con un nome del genere come minimo sei convinto che i terroristi sono della cia e bin laden è nato in arkansas
        • castigo scrive:
          Re: Terrorismo? grazie
          - Scritto da: Anonimo
          con un nome del genere come minimo sei convinto
          che i terroristi sono della cia e bin laden è
          nato in arkansasmah, intanto il server sul quale è hostato il sito delle rivendicazioni è in texas e viene gestito da londra....
        • Anonimo scrive:
          Re: Terrorismo? grazie
          - Scritto da: Anonimo
          con un nome del genere come minimo sei convinto
          che i terroristi sono della cia e bin laden è
          nato in arkansasNo, Bin Laden non e' nato in Arkansas, pero' è stato addestrato dalla CIA, durante l'invasione sovietica dell'Afghanistan.La CIA infatti eddestrava e finanziava i guerriglieri che si opponevano ai sovietici.
          • Anonimo scrive:
            Re: Terrorismo? grazie
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            con un nome del genere come minimo sei convinto

            che i terroristi sono della cia e bin laden è

            nato in arkansas

            No, Bin Laden non e' nato in Arkansas, pero' è
            stato addestrato dalla CIA, durante l'invasione
            sovietica dell'Afghanistan.
            La CIA infatti eddestrava e finanziava i
            guerriglieri che si opponevano ai sovietici.verissimo, cosa nota e stranotae con questo?i sovietici erano "il nemico" e il principio adottato era che "i nemici dei miei nemici sono miei amici"
          • Anonimo scrive:
            Re: Terrorismo? grazie
            - Scritto da: Anonimo
            verissimo, cosa nota e stranota

            e con questo?

            i sovietici erano "il nemico" e il principio
            adottato era che "i nemici dei miei nemici sono
            miei amici"Scusa se uno scrive "con un nome del genere come minimo sei convinto che i terroristi sono della cia e bin laden è nato in arkansas" mi fa pensare che non sappia che in passato la CIA ha finanziato ed addestrato Bin Laden e compari.Cmq credo che sia cosa miope adottare il principio "i nemici dei miei nemici sono miei amici", perche' puntualmente gli amici diventano nemici (vedi Bin Landen, Saddam, ecc.).
          • Anonimo scrive:
            Re: Terrorismo? grazie
            Si chiama Bin Ladin.Bin Laden e' un errore, seguito e ripetuto da quasi tutti.Praticamente tutti.Che 2p.
          • Anonimo scrive:
            Re: Terrorismo? grazie
            Wikipedia dice che il nome completo e' "Usāmah bin Muhammad bin `Awad bin Lādin"
        • partygiano scrive:
          Re: Terrorismo? grazie

          con un nome del genere come minimo sei convinto
          che i terroristi sono della cia e bin laden è
          nato in arkansasa parte il fatto che non puoi sapere che persona sta dietro a quel nickname (a meno che tu nn sia parente di Mamma Orsa).altri utenti ti hanno già risposto correttamente su fatti che evidentemente ignori.
  • Anonimo scrive:
    PdP?
    Concordo con il soli-registrati sopra, già su Freenet girà tutto il pedoporno del mondo, con reti private poi...Non vedo il senso di fare reti "a inviti", penso sia meglio concentrarsi sulla messa in sicurezza di quelle pubbliche, mi sembra davvero troppo un aiuto a persone con fini lati anche se ovviamente ci possono essere usi legittimi...
    • Anonimo scrive:
      Re: PdP?
      - Scritto da: Anonimo
      Concordo con il soli-registrati sopra, già su
      Freenet girà tutto il pedoporno del mondo, con
      reti private poi...Sinceramente non me ne frega niente se freenet viene usata dai pedofili. La MIA liberta' e' irrinunciabile e Freenet la tutela.
      • Anonimo scrive:
        Re: PdP?
        - Scritto da: Anonimo

        Concordo con il soli-registrati sopra, già su

        Freenet girà tutto il pedoporno del mondo, con

        reti private poi...

        Sinceramente non me ne frega niente se freenet
        viene usata dai pedofili. La MIA liberta' e'
        irrinunciabile e Freenet la tutela.Certo, non attaccavo Freenet ma la nuova proposta.
        • castigo scrive:
          Re: PdP?
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo


          Concordo con il soli-registrati sopra, già su


          Freenet girà tutto il pedoporno del mondo, con


          reti private poi...



          Sinceramente non me ne frega niente se freenet

          viene usata dai pedofili. La MIA liberta' e'

          irrinunciabile e Freenet la tutela.

          Certo, non attaccavo Freenet ma la nuova proposta.ah no!?!?allora che parli a fare??ah già, dimenticavo, il fud, a differenza dei pensieri coerenti, non costa niente :D
          • Anonimo scrive:
            Re: PdP?
            - Scritto da: castigo

            Certo, non attaccavo Freenet ma la nuova
            proposta.

            ah no!?!?

            allora che parli a fare??

            ah già, dimenticavo, il fud, a differenza dei
            pensieri coerenti, non costa niente :DSi, fud fud, il trollaggio quanto costa invece? Ma gli hai letti i messaggi? Cos'è che critichi?
        • castigo scrive:
          per l'OT....
          Si, fud fud, il trollaggio quanto costa invece? Ma gli hai letti i messaggi? Cos'è che critichi? io i messaggi li ho letti, però tu prima di capire cosa intendo criticare, impara a scrivere in italiano corretto.è decisamente necessario per le lezioni di logica, che pare ti servano più del pane.....
          • Anonimo scrive:
            Re: per l'OT....
            - Scritto da: castigo
            io i messaggi li ho letti, però tu prima
            di capire cosa intendo criticare, impara a
            scrivere in italiano corretto.
            è decisamente necessario per le lezioni di
            logica, che pare ti servano più del pane.....I messaggi dei registrati non si possono spostare nel forum dei troll vero?
    • Anonimo scrive:
      Re: PdP?
      Sulla base di cosa affermi che su Freenet sarebbe disponibile tutto il pedoporno del mondo? Tempo fa avevo letto un saggio, americano credo, che si proponeva di verificare la fondatezza di questo diffuso parere. Le conclusioni che seguivano un'analisi accurata ed onesta dimostravano che questo convincimento fosse decisamente esagerato e poggiasse su basi fattuali alquanto precarie.Capisco che menzionare uno studio senza darne link od estremi sia pratica censurabile, ma se Google vi è amico non dovreste faticare troppo a recuperarlo...
      • Anonimo scrive:
        Re: PdP?
        - Scritto da: Anonimo
        Sulla base di cosa affermi che su Freenet sarebbe
        disponibile tutto il pedoporno del mondo? Sul fatto di averlo provato, piuttosto che sui saggi. Non c'è tutto il pedoporno del mondo, era per dire, ma ce n'è moltissimo.
    • Anonimo scrive:
      Re: PdP?
      Vedete, credo che dobbiamo fare un po' di chiarezza.Premetto che sono contro lo stupro (sesso forzato o imposto), alle violenze ed agli omicidi, ma la pedofilia è una questione "di costume".Secondo voi esiste pedofilia in africa ? Nelle tribù ?No, è una cosa normale. Un mio amico che ci è stato ha detto che là appena una ragazzina è buona (12-13 anni) gli fanno la festa (e la mettono in cinta).Nel medioevo in europa si veniva considerati adulti all'età di 7 anni e pertanto si poteva anche essere impiccati.Voglio dire che, al contrario di quel che pensano tutti, la cosiddetta pedofilia è sempre esistita e sepre esisterà. E` solo che GRAZIE ad internet ora ne scopriamo di più e riusciamo a perseguire i criminali.W la comunicazione libera !BrUtE AiD
    • Anonimo scrive:
      Re: PdP?
      - Scritto da: Anonimo
      Concordo con il soli-registrati sopra, già su
      Freenet girà tutto il pedoporno del mondo, con
      reti private poi...
      Non vedo il senso di fare reti "a inviti", penso
      sia meglio concentrarsi sulla messa in sicurezza
      di quelle pubbliche, mi sembra davvero troppo un
      aiuto a persone con fini lati anche se ovviamente
      ci possono essere usi legittimi...che cazzo sarebbero i fini lati ce lo devi spiegare.per il resto il discorso è sempre lo stesso: vedi le intercettazioni pubblicate in questi giorni: l'uso delle informazioni rubate non viene gestito onestamente; tutti vengono intercettati arbitrariamente e con metodi arbitrari ...i cittadini normali vengono quindi intercettati e registrati, mentre i professionisti non sanno che farsene di questo controllo, se ne sciacquano le palle come sempre
    • Anonimo scrive:
      Re: PdP?
      - Scritto da: Anonimo
      Concordo con il soli-registrati sopra, già su
      Freenet girà tutto il pedoporno del mondo, con
      reti private poi...
      Non vedo il senso di fare reti "a inviti", penso
      sia meglio concentrarsi sulla messa in sicurezza
      di quelle pubbliche, mi sembra davvero troppo un
      aiuto a persone con fini lati anche se ovviamente
      ci possono essere usi legittimi...ti sei mai chiesto perchè nascono queste reti???forse perchè mp3 illegali e pedoporno hanno la stessa valenza penale???3anni di carcere sia per l'uno che per l'altro???
    • Anonimo scrive:
      Re: PdP?
      - Scritto da: Anonimo
      Concordo con il soli-registrati sopra, già su
      Freenet girà tutto il pedoporno del mondo, con
      reti private poi...e basta con questo spauracchio (ammuffito) da propinare alla "brava gente". Tutta questa sollevazione popolare, tutta questa morale, solo quando fa comodo eh? Quando si vuole colpire un mezzo che da fastidio perche' troppo libertario e quindi (necessariamente) deve risultare il veicolo delle peggiori cose. Siete patetici.
      Non vedo il senso di fare reti "a inviti", penso
      sia meglio concentrarsi sulla messa in sicurezza
      di quelle pubbliche, NON PUOI.Questo e' quello che capita quando si pensa ad una cosa complessa come una rete sociale come se fosse una casetta traballante da mettere "in sicurezza" con qualche lavoro di carpenteria. E' un problema architetturale e nemmeno questa nuova idea di darknet mi sembra cosi' sicura in quanto non vedo dove sta questo grosso ostacolo nel fatto che arrivi un invito a sbirrume e sceriffi vari e che questi quadagnino livelli di trust fingendo di essere quello che non sono per poi colpire la rete da utenti trusted.. certo il danno sarebbe limitato, ma mi sembra che non cambi molto per gli utenti che si erano fidati.Mi preoccupa un po' che clarke dica cose del genere e faccia passare il concetto di sicurezza in questi termini, sottointendendo che tutta la sicurezza della rete si basa sulla fiducia che si puo' dare a tutti ... pure a dei malfidati.
      mi sembra davvero troppo un
      aiuto a persone con fini lati anche se ovviamente
      ci possono essere usi legittimi...Senti l'uso e' legittimo fintantoche' lo ritengo tale. Anche se sto commettendo un reato secondo le leggi della nazione in cui vivo. Sono due piani completamente differenti. Una legge puo' essere stupida o esageratamente punitiva e il tuo comportamento nel infrangerla puo' essere del tutto legittimo... e talvolta pure auspicabile.
      • Anonimo scrive:
        Re: PdP?
        - Scritto da: Anonimo
        e basta con questo spauracchio (ammuffito) da
        propinare alla "brava gente". Tutta questa
        sollevazione popolare, tutta questa morale, solo
        quando fa comodo eh? Quando si vuole colpire un
        mezzo che da fastidio perche' troppo libertario e
        quindi (necessariamente) deve risultare il
        veicolo delle peggiori cose.[Entro nel threadLo è.Io l'ho installato. Ho visto il marciume che ci girava impunemente. L'ho disinstallato.Non obbligo te ne' altri a fare altrettanto. In fondo puoi anche usare quel tipo di rete per buoni scopi.*MA* almeno non far finta di non vedere il marcio che abbonda in quella fogna.Ogni mezzo che consenta la libertà per buoni scopi non la consente anche per cattivi scopi.E, guarda un po', ne escono fuori solo le peggio cose, visto che il 99.9% delle cose "buone" si possono fare liberamente in Internet.Tu scambi il tuo diritto di comunicare liberamente con il diritto di altri a commettere illeciti liberamente e *SENZA FRENO*.Alla tua coscienza la cosa va bene. Ok, fatti della tua coscienza.Tra l'altro usando freenet veicoli senza poter far nulla traffico di altri.Adesso mi dirai che chi vuole usare internet per scopi illeciti ha mille altri modi.Bene. Allora anche tu puoi usare gli stessi modi per esprimere la tua libertà in anonimato.
        Siete patetici.Certo.
        Senti l'uso e' legittimo fintantoche' lo ritengo
        tale. Anche se sto commettendo un reato secondo
        le leggi della nazione in cui vivo. Sono due
        piani completamente differenti. Una legge puo'
        essere stupida o esageratamente punitiva e il tuo
        comportamento nel infrangerla puo' essere del
        tutto legittimo... e talvolta pure auspicabile.Questa è l'apoteosi della giustificazione di qualsiasi reato, purchè la mente che lo perpreta lo ritenga una cosa giusta.Quindi giustifichi l'omicidio Moro, l'attentato al papa e qualche decina di eccidi di massa.
        • Anonimo scrive:
          Re: PdP?
          - Scritto da: Anonimo
          Adesso mi dirai che chi vuole usare internet per
          scopi illeciti ha mille altri modi.
          Bene. Allora anche tu puoi usare gli stessi modi
          per esprimere la tua libertà in anonimato.Non direi proprio perchè ai terroristi e criminali vari vanno più che bene le reti private, ma queste sono un po' incompatibili con l'espressione delle proprie opininoni.
  • eg scrive:
    una manna per...
    Una darknet per il p2p anonimo!?!?Una manna per: pedofili, criminali, terroristi, complottisti, ladri...etc...etc...etc...:)
    • vsllsv scrive:
      Re: una manna per...
      purtroppo sono daccordo con te
      • castigo scrive:
        Re: una manna per...
        - Scritto da: vsllsv
        purtroppo sono daccordo con teecco, bravi, andate tutti e due in america.lì si sono davvero più avanti, e con il patriot act vi tuteleranno sicuramente :D
        • eg scrive:
          Re: una manna per...
          Spiegami quali benefici avrei, da utente che non ha nullada nascondere...
          • Santos-Dumont scrive:
            Re: una manna per...
            - Scritto da: eg
            Spiegami quali benefici avrei, da utente che non
            ha nulla
            da nascondere...
            Uno dei tanti: esprimersi liberamente anche in maniere non consentite dal regime vigente.Questo basta a giustificare un simile progetto.Se poi si vuol far passare l'equazione "Non aver nulla da nascondere" = "Devo rivelare tutto di me", allora siamo sulla buona strada per la stato totalitario (se già non ci siamo immersi fino al collo).
          • eg scrive:
            Re: una manna per...
            - Scritto da: Santos-Dumont
            ti aspettavo ;)vedo che hai cambiato avatar :)
            Uno dei tanti: esprimersi liberamente anche in
            maniere non consentite dal regime vigente.
            Questo basta a giustificare un simile progetto.
            Se poi si vuol far passare l'equazione "Non aver
            nulla da nascondere" = "Devo rivelare tutto di
            me", allora siamo sulla buona strada per la stato
            totalitario (se già non ci siamo immersi fino al
            collo).dal 1996 che uso internet e ho sempre dato per scontato che l'anonimato non esiste...se da qualche parte viene registrato o viene visto quelloche faccio su internet...per me non è un problema.Quindi non vedo i vantaggi di una simile rete...In altri paesi non sò se questo può essere utile...ho il sospetto, però, che dai noi sarebbe utilizzata principalmente per scopi non leciti, visto che per gli scopi leciti internet può essere utilizzata liberamente senza problemi.Forse bisognerebbe discutere su quello che è lecito per te e magari per me no...e sopratutto dove.
          • NSA scrive:
            Re: una manna per...
            Se quelli come eg non capiscono la liberta e la privacy, non spetta a noi istruirli, vanno lasciati nella loro ignoranza.
          • castigo scrive:
            Re: una manna per...
            - Scritto da: NSA
            Se quelli come eg non capiscono la liberta e la
            privacy, non spetta a noi istruirli, vanno
            lasciati nella loro ignoranza.non sono d'accordo.non ci vanno lasciati perchè purtroppo votano anche loro......
          • gerry scrive:
            Re: una manna per...
            - Scritto da: eg
            Forse bisognerebbe discutere su quello che è
            lecito per te e magari per me no...e sopratutto
            dove.Tu puoi farlo. Un cinese no. Nemmeno un tibetano. Gli strumenti vanno creati appunto perchè questa discussione non è "prevista" in alcuni punti del globo.
          • soulista scrive:
            Re: una manna per...
            - Scritto da: eg

            dal 1996 che uso internet e ho sempre dato per
            scontato che l'anonimato non esiste...

            se da qualche parte viene registrato o viene
            visto quello
            che faccio su internet...per me non è un problema.

            Quindi non vedo i vantaggi di una simile rete...

            In altri paesi non sò se questo può essere
            utile...

            ho il sospetto, però, che dai noi sarebbe
            utilizzata principalmente per scopi non leciti,
            visto che per gli scopi leciti internet può
            essere utilizzata liberamente senza problemi.

            Forse bisognerebbe discutere su quello che è
            lecito per te e magari per me no...e sopratutto
            dove.Cosa vuol dire "non lecito"? contro la legge? e le leggi sono tutte giuste, vero?E' giusto che qualcuno venga a violare la tua privacy perchè vorrebbe lucrare maggiormente anche se sta già lucrando parecchio? E' giusto che per qualche mp3 scaricato uno rischi 4 anni di galera? é giusto che una persona che detenga materiale pedo-pornografico rischi 12 anni mentre solo 3 se ha effettivamente commesso violenza su un minore? (non sono riuscito a trovare il link della legge)Sappi che se oggi tu permetti che impediscano alla peggiore feccia della società di parlare, un giorno, per motivi del tutto inventati, potranno farlo con chiunque.Ciao
          • pre-REGISTRA scrive:
            Re: una manna per...

            Spiegami quali benefici avrei, da utente che non
            ha nulla
            da nascondere..."se non hai nulla da nascondere non hai nulla da temere" è il motto delle SS.
          • marcoweb scrive:
            Re: una manna per...
            - Scritto da: pre-REGISTRA

            Spiegami quali benefici avrei, da utente che non

            ha nulla

            da nascondere...

            "se non hai nulla da nascondere non hai nulla da
            temere"

            è il motto delle SS.:|:|:|:|:|:|
          • windrak scrive:
            Re: una manna per...
            - Scritto da: Santos-Dumont

            Uno dei tanti: esprimersi liberamente anche in
            maniere non consentite dal regime vigente.Guarda che puoi esprimerti liberamente anche ora (lo stiamo facendo giusto adesso con questo thread).Devo dire, invece, che anche a me questa darknet sembra un'ottima soluzione per quelli che vogliono nascondersi nell'anonimato per illeciti (pedofilia in primis).Qui si sta cercando di celare dietro ad all'ideologia di "liberta a tutti i costi" qualcosa che purtoppo (realisticamente) avrà poco a che fare con la libertà, anzi...
          • eg scrive:
            Re: una manna per...
            - Scritto da: windrak

            - Scritto da: Santos-Dumont



            Uno dei tanti: esprimersi liberamente anche in

            maniere non consentite dal regime vigente.

            Guarda che puoi esprimerti liberamente anche ora
            (lo stiamo facendo giusto adesso con questo
            thread).
            Devo dire, invece, che anche a me questa darknet
            sembra un'ottima soluzione per quelli che
            vogliono nascondersi nell'anonimato per illeciti
            (pedofilia in primis).
            Qui si sta cercando di celare dietro ad
            all'ideologia di "liberta a tutti i costi"
            qualcosa che purtoppo (realisticamente) avrà poco
            a che fare con la libertà, anzi...quoto
    • IA scrive:
      Re: una manna per...
      Effettivamente, non capisco a chi potrebbe tornare utile questo network imboscato... Chi mi fa qualche esempio pratico da ignorante?- Andy
Chiudi i commenti