Miliardi, social network e terze intifade

L'attivista conservatore Larry Klayman contro Facebook e Zuckerberg. Non avrebbero rimosso tempestivamente una pagina contro il popolo israeliano. Chiesto un risarcimento da 1 miliardo di dollari per aver lucrato sull'odio

Roma – Larry Klayman è un uomo adirato, autore di un libro contro la prostituzione dell’ establishment a stelle e strisce. Fondatore della controversa società legale Judicial Watch , Klayman è anche un agguerrito attivista politico, opinionista tra le pagine conservatrici del sito d’informazione WorldNewsDaily . Nel suo mirino da cecchino legale, molti dei protagonisti presenti e passati dell’attualità mondiale. Da Bill e Hillary Clinton a Osama Bin Laden, passando per Dick Cheney. Una volta, Larry Klayman ha citato in giudizio persino sua madre.

Mark Zuckerberg, uno dei più giovani milionari sul Pianeta, non poteva certo mancare all’appello. Il suo gigantesco social network Facebook è stato così accusato da Klayman di non aver rimosso con adeguata tempestività una specifica pagina in blu, ad incitare l’intero popolo musulmano verso una sanguinosa terza intifada. Una vera e propria chiamata alle armi, per eliminare l’intera popolazione d’Israele. Violenza inaccettabile per Larry Klayman, che ha ora chiesto ai vertici di Facebook oltre 1 miliardo di dollari .

La responsabilità del sito in blu sarebbe dunque palese, non avendo rimosso tempestivamente una pagina giunta in breve a oltre 340mila seguaci . L’incitamento social non aveva fatto infuriare solo Klayman – che è di fede ebraica – ma anche le stesse autorità israeliane in accordo con organizzazioni umanitarie come la Anti-Defamation League . All’inizio, gli alti rappresentanti di Facebook si erano limitati alla rimozione dei commenti più violenti, reputando pacifica la natura della pagina.

Lo spazio dedicato alla terza intifada è ora scomparso , spazzato via dai meandri del vasto ecosistema social. Tutto bene per il governo d’Israele, non altrettanto per Klayman. Ovvero l’uomo che aveva già sfidato il presidente venezuelano Hugo Chavez e i vertici dell’OPEC. Facebook avrebbe mantenuto in vita la pagina per scopo di lucro , una mossa dettata dalla discutibile nomea maturata dal CEO Mark Zuckerberg. Klayman si sarebbe basato anche sul recente film di David Fincher The Social Network .

Peccato che l’attivista politico statunitense fosse sicuro della natura documentaristica del film, evidentemente sconvolto dalle manie di protagonismo del personaggio Zuckerberg. Come questo abbia direttamente a che fare con una causa da 1 miliardo di dollari è arduo saperlo con certezza. La permanenza online della pagina incriminata avrebbe danneggiato il popolo d’Israele. Che Klayman stia pensando di devolvere tutto in beneficenza?

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Emiliano scrive:
    ma lo sa stallman cosa è GWT?
    Gmail è basato su GWT di Google. Scrivi Java e il framework genera automaticamente javascript. Secondo voi questo fatto Stallman lo sa?e.
    • poiuy scrive:
      Re: ma lo sa stallman cosa è GWT?
      Bravo! Mi hai risparmiato un post!A parte gli scherzi, concordo.
    • 6678 scrive:
      Re: ma lo sa stallman cosa è GWT?
      - Scritto da: Emiliano
      Gmail è basato su GWT di Google. Scrivi Java e il
      framework genera automaticamente javascript.
      Secondo voi questo fatto Stallman lo
      sa?

      e.Forse c'è qualcosa anche lato web-server?E lato "cloud services"?http://code.google.com/intl/it-IT/appengine/docs/whatisgoogleappengine.html :D
  • shevathas scrive:
    mi sa che stallman ha sbroccato...
    Alla fine il software lo sta trasformando da fatto tecnico a questione religiosa con i suoi comandamenti. Almeno con il progetto GNU aveva deciso di fare qualcosa di libero invece di chiedere aperture a destra e a manca.
    • aracosta scrive:
      Re: mi sa che stallman ha sbroccato...
      - Scritto da: shevathas
      Alla fine il software lo sta trasformando da
      fatto tecnico a questione religiosa con i suoi
      comandamenti. Almeno con il progetto GNU aveva
      deciso di fare qualcosa di libero invece di
      chiedere aperture a destra e a
      manca.Che poi alla fine della fiera il codice javascript viene scaricato dal browser e se ne hai voglia te lo puoi pure andare a leggere, quindi non capisco quale sia il problema.
      • bbo scrive:
        Re: mi sa che stallman ha sbroccato...
        - Scritto da: aracosta
        Che poi alla fine della fiera il codice
        javascript viene scaricato dal browser e se ne
        hai voglia te lo puoi pure andare a leggere,
        quindi non capisco quale sia il
        problema.è codice offuscato, sia per motivi di prestazioni (è compresso, niente spazi, variabili con nomi più corti possibili) sia per evitare che qualcuno ci capisca qualcosa.In pratica hai a disposizione i sorgenti, ma non te ne fai niente... probabilmente fare reverse engineering di un programma compilato in formato binario è più semplice.
        • panda rossa scrive:
          Re: mi sa che stallman ha sbroccato...
          - Scritto da: bbo
          - Scritto da: aracosta


          Che poi alla fine della fiera il codice

          javascript viene scaricato dal browser e se ne

          hai voglia te lo puoi pure andare a leggere,

          quindi non capisco quale sia il

          problema.

          è codice offuscato, sia per motivi di prestazioni
          (è compresso, niente spazi, variabili con nomi
          più corti possibili) sia per evitare che qualcuno
          ci capisca qualcosa.Forse ha un qualche senso solo la prima parte.Perche' non puoi evitare che qualcuno ci capisca qualcosa: gli fai solo perdere piu' tempo, istigandolo a mettere in chiaro quel codice e renderlo pubblico solo per il gusto di farti un dispetto.
          In pratica hai a disposizione i sorgenti, ma non
          te ne fai niente...Tu non te ne fai niente, forse.
          probabilmente fare reverse
          engineering di un programma compilato in formato
          binario è più semplice.Non esistono cose semplici o cose complesse.Esistono cose che si sanno fare e cose che non si sanno fare.
  • ruppolo scrive:
    Le webmail sono per gli utenti PC
    Gli utenti Apple usano Mail, l'ottimo programma di posta elettronica fornito con OS X e iOS. E del javascript di gmail non gliene può XXXXXXX di meno.
    • volgareille gale scrive:
      Re: Le webmail sono per gli utenti PC
      - Scritto da: ruppolo
      Gli utenti Apple usano Mail, l'ottimo programma
      di posta elettronica fornito con OS X e iOS. E
      del javascript di gmail non gliene può XXXXXXX di
      meno.[img]http://faqsmedia.ign.com/faqs/image/article/110/1109799/bender_laugh_moar.jpg[/img]
    • panda rossa scrive:
      Re: Le webmail sono per gli utenti PC
      - Scritto da: ruppolo
      Gli utenti Apple usano Mail, l'ottimo programma
      di posta elettronica fornito con OS X e iOS. E
      del javascript di gmail non gliene può XXXXXXX di
      meno. :-o
    • deactive scrive:
      Re: Le webmail sono per gli utenti PC
      madre che trollata triste
    • mmmm scrive:
      Re: Le webmail sono per gli utenti PC
      gli utenti apple che conosco, pochi, usano sparrow,... mail non se lo **** più nessuno...
      • Sgabbio scrive:
        Re: Le webmail sono per gli utenti PC
        - Scritto da: mmmm
        gli utenti apple che conosco, pochi, usano
        sparrow,... mail non se lo **** più
        nessuno...E' carino peccato che si trovi solo sul mac app store e tra l'altro e pure a pagamento.Ricorda un pò il client ufficiale di twitter :DComunque devo dire che molti usano mail perchè puoi sincronizzare le mail con i dispositivi mobili della apple. Non so se ci sono altri client che vengono supportati da itunes, almeno su windows oltre a mail (che su windows non esiste) supportano Outlook (non il defunto outlook express)... bel problemino...
    • Sgabbio scrive:
      Re: Le webmail sono per gli utenti PC
      1) Non c'entra nulla con la notizia in se visto che da anni ci sono webmail che si comportano come dei client di posta.2) Anche su pc esistono client di posta eh ? E non parlo di quello fornito da windows. Ci sono alternative a Mail anche per OSX.3) Fai solo la figura del troll cosi.
      • ruppolo scrive:
        Re: Le webmail sono per gli utenti PC
        - Scritto da: Sgabbio
        1) Non c'entra nulla con la notizia in se visto
        che da anni ci sono webmail che si comportano
        come dei client di
        posta.Il punto è che i clienti di posta NON si comportano come le webmail: NO JAVASCRIPT.
        2) Anche su pc esistono client di posta eh ?Ma davvero? Beh, sarebbe da pubblicizzare, perché molti utenti lo ignorano.
        E
        non parlo di quello fornito da windows.E fai bene, visto non lo fornisce.
        Ci sono
        alternative a Mail anche per
        OSX.Certo, e sono tutti client di posta, non webmail.
        3) Fai solo la figura del troll cosi.La figura dei troll l'hanno fatto tutti quelli che mi hanno risposto.Ma del resto il mio post era un'esca per i troll, quindi il risultato è positivo.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Le webmail sono per gli utenti PC
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: Sgabbio

          1) Non c'entra nulla con la notizia in se visto

          che da anni ci sono webmail che si comportano

          come dei client di

          posta.

          Il punto è che i clienti di posta NON si
          comportano come le webmail: NO
          JAVASCRIPT.Peccato che, se usi un computer condiviso (ad esempio in ufficio), non vuoi archiviare la posta lì, e perciò ti serve la webmail.


          2) Anche su pc esistono client di posta eh ?

          Ma davvero? Beh, sarebbe da pubblicizzare, perché
          molti utenti lo
          ignorano.


          E

          non parlo di quello fornito da windows.

          E fai bene, visto non lo fornisce.Outlook express era incluso già in windows 98, quindi è da 12 anni che lo fornisce.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Le webmail sono per gli utenti PC
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Peccato che, se usi un computer condiviso (ad
            esempio in ufficio), non vuoi archiviare la posta
            lì, e perciò ti serve la
            webmail.Credo che intendesse l'uso casalingo.

            Outlook express era incluso già in windows 98,
            quindi è da 12 anni che lo
            fornisce.Da vista in poi no.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Le webmail sono per gli utenti PC
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: uno qualsiasi




            Peccato che, se usi un computer condiviso (ad

            esempio in ufficio), non vuoi archiviare la
            posta

            lì, e perciò ti serve la

            webmail.

            Credo che intendesse l'uso casalingo.Perchè, l'email esiste solo per uso casalingo?





            Outlook express era incluso già in windows 98,

            quindi è da 12 anni che lo

            fornisce.

            Da vista in poi no.Non so, l'ultimo windows che ho avuto è xp, poi sono passato a linux
        • deactive scrive:
          Re: Le webmail sono per gli utenti PC
          guarda semmai che la tendenza e' fare proprio tutto piu' tramite web mail che tramite client.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Le webmail sono per gli utenti PC
          - Scritto da: ruppolo
          Il punto è che i clienti di posta NON si
          comportano come le webmail: NO
          JAVASCRIPT.Bhe ovvio che un client di posta di permette cose che una webmail non è in grado di fare per varie ragioni, come gestire più accunt insieme.Ma cos'è sta avversione contro il javascript ?

          Ma davvero? Beh, sarebbe da pubblicizzare, perché
          molti utenti lo
          ignorano.Non sono cosi tanti come pensi, credimi :D

          E fai bene, visto non lo fornisce.Bhe fino ad Xp forniva outlook express, poi hanno deciso di fare un'altro client ma che ti devi scaricare a parte.

          Certo, e sono tutti client di posta, non webmail.Il punto non è quello delle mia frase, ma parli come se tutti gli utenti apple usassero mail e basta, cosa che sai bene non è cosi.

          La figura dei troll l'hanno fatto tutti quelli
          che mi hanno
          risposto.Ma, non direi, se tu non usasi toni da estremista "talebano" magari ti prendono più seriamente.
          Ma del resto il mio post era un'esca per i troll,
          quindi il risultato è
          positivo.mi sa molto di scusa :D
    • mha scrive:
      Re: Le webmail sono per gli utenti PC
      - Scritto da: ruppolo
      Gli utenti Apple usano Mail, l'ottimo programma
      di posta elettronica fornito con OS X e iOS. E
      del javascript di gmail non gliene può XXXXXXX di
      meno.certo che se non avevi niente di intelligente da dire, tacere era una opzione da prendere in seria considerazione (idea)
    • poiuy scrive:
      Re: Le webmail sono per gli utenti PC
      Quanto sei indietro Ruppolo... la tua specie sta sparendo, e per questo mi stai simpatico.
      • deactive scrive:
        Re: Le webmail sono per gli utenti PC
        non capisco proprio come si faccia a dire che il client di posta e' avanti quando il concetto stesso di client( almeno per quel che mi riguarda ) e' ormai anacronistico.
    • attonito scrive:
      Re: Le webmail sono per gli utenti PC
      - Scritto da: ruppolo
      Gli utenti Apple usano Mail, l'ottimo programma
      di posta elettronica fornito con OS X e iOS. E
      del javascript di gmail non gliene può XXXXXXX di
      meno.l'unico vantaggio certo di quando jobs allunghera' le gambe e' che non ci troveremo piu' ruppolo tra i XXXXXXXX... robi, te la sei cercata.
Chiudi i commenti