MISE, 10 milioni per ricerca e innovazione dal PNRR

MISE, 10 milioni per ricerca e innovazione dal PNRR

Il ministro Giorgetti ha stanziato i primi 10 milioni per la ricerca nell'ambito dei componenti e dei sistemi elettronici innovativi.
Il ministro Giorgetti ha stanziato i primi 10 milioni per la ricerca nell'ambito dei componenti e dei sistemi elettronici innovativi.

I primi finanziamenti propri dei 200 milioni stanziati dal PNRR nell’ottica del progetto europeo Horizon sono stati stanziati. A sancirlo è il decreto del ministro dello Sviluppo Economico firmato da Giancarlo Giorgetti:

Sostenere e incentivare gli investimenti in ricerca e sviluppo favorendo il trasferimento tecnologico di progetti innovativi verso il mondo dell’impresa, al fine di rafforzare l’autonomia strategica dell’Italia e dell’Unione europea nel settore dei componenti e dei sistemi elettronici: dallo sviluppo di nuove tecnologie basate sull’intelligenza artificiale alla realizzazione di piattaforme di sensori innovativi.

10 milioni di euro su 200 milioni complessivi vanno al partenariato di imprese e centri di ricerca promosso nell’ambito dell’iniziativa Key Digital Technologies Joint Undertaking (KDT JU), di cui sono membri fondatori la Commissione Ue, gli Stati membri o associati. La ricerca sarà relativa alla progettazione di componenti elettronici di avanguardia, spingendo sull’acceleratore in un settore cruciale per il futuro europeo e per le proprie filiere di sviluppo. L’obiettivo è di raddoppiare il valore di tali attività entro il 2030.

Così il ministro Giorgetti:

Con l’attivazione di queste prime risorse a sostegno di investimenti in ricerca e sviluppo avviamo un altro importante intervento previsto dal PNRR che mira a potenziare le competenze del sistema produttivo nazionale in un’ottica di filiera e in termini di sviluppo, innovazione e trasferimento tecnologico. Oltre a rappresentare un’opportunità per la competitività e crescita del nostro Paese, la crescita di questi investimenti – prosegue il ministro – contribuisce in maniera decisiva a rafforzare l’autonomia strategica in settori, come quello dell’elettronica, divenuti asset centrali per l’industria manifatturiera europea

Il PNRR inizia a prendere forma, con la messa a terra di progetti che fin qui sono stati discussi soltanto a livello formale per attingere ai fondi europei disponibili. Questa è la fase in cui industria e ricercatori potranno fare la differenza nell’evoluzione del sistema Paese.

Fonte: MISE
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 31 mar 2022
Link copiato negli appunti