L'insostenibile prezzo di un mondo offline

L'insostenibile prezzo di un mondo offline

Il deliberato spegnimento di Internet da parte di alcuni governi sta costando caro, davvero molto caro: è il prezzo di un mondo offline.
Il deliberato spegnimento di Internet da parte di alcuni governi sta costando caro, davvero molto caro: è il prezzo di un mondo offline.

Diamo ormai tutti per scontata la possibilità di accedere alle risorse online quando lo desideriamo, in ogni momento e da qualsiasi dispositivo entro la nostra portata. Dimentichiamo invece troppo spesso che, per qualcuno, ancora oggi rimane un privilegio. La causa non è da ricercare nel divario digitale, ma nelle imposizioni di alcuni governi che scelgono deliberatamente di mettere offline interi paesi. Così facendo, rendendo inaccessibili per i loro popoli le informazioni e i mezzi di comunicazione, privandoli di fatto di libertà fondamentali.

Interi paesi offline: il prezzo da pagare

Tutto cià ha un prezzo, anche (e non solo) in termini economici. Le ricadute di queste pratiche sono state calcolate ai ricercatori di Top10VPN, che oggi forniscono una stima: oltre 27 miliardi di dollari dal 2019 a oggi, stando a quanto si legge nella nuova edizione dell’indice Global Cost of Internet Shutdowns.

Secondo il report pubblicato, nel corso degli ultimi due anni e mezzo sono stati registrati 301 spegnimenti rilevanti, in 48 paesi differenti. Di questi, 54 si sono verificati dall’inizio del 2022, per un totale di interruzioni pari a 19.415 ore. I più colpiti, per ragioni non difficili da immaginare e ascrivibili allo scenario della cyberwar, sono i cittadini russi. Seguono i territori di Birmania e Kazakistan.

Non tutte le misure restrittive applicate dai governi si manifestano con le stesse modalità e con uguali conseguenze. In molti casi è impedito l’accesso a risorse specifiche, perlopiù localizzate all’estero con infrastrutture ospitate da nazioni considerate ostili. Non a caso, in molti (soprattutto in Russia) si stanno rivolgendo a strumenti come le Virtual Private Network per aggirare blocchi e censure in un momento tanto delicato.

A tal proposito, oggi è possibile mettere al sicuro la propria privacy e i propri dispositivi abbonandosi a  ExpressVPN con il 35% di sconto sul piano biennale.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: Top10VPN
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 7 lug 2022
Link copiato negli appunti