Curvo è meglio: uno sconto piega il display

Un monitor curvo può migliorare e semplificare l'esperienza di studio o di lavoro di fronte ad un display: più superficie, ma con migliori sensazioni.
Un monitor curvo può migliorare e semplificare l'esperienza di studio o di lavoro di fronte ad un display: più superficie, ma con migliori sensazioni.

Cosa cambia tra un monitor curvo ed uno piatto? Difficile a spiegarsi, ma la sensazione per chi lo prova è immediatamente particolare, interessante, eccitante. Con l’aumentare dei pollici dei display di nuova generazione, la soluzione del monitor curvo si è presto imposta come una valida opzione per consentire di lavorare a distanza ravvicinata con sempre maggiori performance, migliorando l’angolo di visione e consentendo di operare su superfici precedentemente non immaginabili o con minor qualità complessiva.

Curvo è meglio

Alla luce di questa novità che va ormai imponendosi nel mondo dei display, sia per la casa che per l’ufficio, diventano particolarmente golosi sconti come quello proposto da eBay per il monitor 32″ C32F391 (1920×1080 pixel), il cui costo scende da 229,99 a 159,99 euro. Il 30% di sconto su un modello di questo tipo è un vero e proprio tappetino rosso per quanti stanno guardando con curiosità ai monitor curvi per carpirne l’anima ed intravedere in che modo possa migliorare l’esperienza d’uso.

Samsung Curved Monitor

I vantaggi sono principalmente due. Il primo è relativo alle luci riflesse, che su uno schermo curvo tendono ad essere minori poiché l’intera superficie tende a curvare nella direzione dell’utente: il giusto orientamento è sufficiente per migliorare la visione su tutta la superficie, senza disturbi esterni. Il secondo è relativo al fatto che l’intera superficie dello schermo è pressoché alla stessa distanza dal viso, senza costringere l’occhio a dover continuamente metter a fuoco mentre ci si sposta rapidamente da una tab centrale ad una icona laterale. Si tratta di migliaia di movimenti rapidi e continui che, durante tutto il giorno, pesano sull’esperienza di lavoro o studio senza che ce ne accorgiamo: la curvatura del display corre in soccorso, calmierando la fatica dell’occhio nelle ore più lunghe di operatività.

Lo schermo Samsung ha efficienza energetica A++ grazie al pannello LED, rapporto di aspetto 16:9 e colore posteriore bianco (risultando estremamente elegante anche nella sua parte meno nobile). Chi è stuzzicato dalla prospettiva del display curvo troverà in questo sconto del 30% una vera e propria tentazione. La nostra redazione sta provando da breve i display curvi con estrema soddisfazione: poche ore di ambientamento, dopodiché la sensazione è quella di un “ambiente” accogliente che, invece di obbligare l’occhio a raggiungere l’immagine, consente all’immagine di raggiungere l’occhio. Il monitor curvo è un vero e proprio abbraccio, insomma, che in una molteplicità di occasioni potrà rivelarsi accomodante e di grande stimolo per le performance complessive. Ampliare la superficie sul display già rappresenta un vero e proprio boost, ma solo la curvatura può davvero ottimizzare quello che è l’impulso visivo.

Provare per credere.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 11 2020
Link copiato negli appunti