Motorola pronta a mangiare Sagem?

Il brand d'oltralpe sarebbe in difficoltà e rappresenterebbe un problema per la capogruppo Safran

Parigi – Rumors in circolazione sulla Rete e riportati da alcune agenzie di stampa riferiscono di un possibile interessamento di Motorola nell’acquisizione del produttore di telefonia mobile francese Sagem .

Il gruppo d’oltralpe Safran , attivo nel campo aerospaziale e in quello delle comunicazioni, sarebbe infatti intenzionato a liberarsi del settore telefonia mobile della controllata Sagem, che una fonte interna all’azienda rivela essere in difficoltà nell’affrontare il mercato, nonché una pesante “zavorra”, a livello finanziario, per Safran.

Il quotidiano finanziario Les Echos , riportando queste informazioni, aggiunge che in questa situazione il ruolo del cavaliere bianco potrebbe essere ricoperto da Motorola, interessata alla possibilità di estendere la propria presenza in Europa (testimoniata anche dal suo rilevato controllo del settore R&D di Sendo ).

Sembra tuttavia prematuro, in questo momento, parlare di intese di business o joint-venture, dal momento che nessuno degli interessati smentisce né conferma le seppur insistenti voci.

D.B.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    mha io aspetteri prima di gridare vittor
    le dichiarazioni della telecom non mi sembrano poi cosi chiare,tutte cose ipotetiche..."vedremo" "faremo"
  • Anonimo scrive:
    Azioni Telecom
    Sul sito di Grillo stanno raccogliendo deleghe di rappresentanza nel prossimo consiglio di amministrazione.Io farei il contrario: venderei le azioni Telecom per togliere a chiunque la scusa che con la difesa di questa società si difendono anche gli interessi miei di piccolo risparmiatore.(anche perchè quando Parmalat è fallita hanno usato lo stesso metodo: con la scusa di salvare i piccoli risparmiatori, le banche creditrici se la sono presa. Piccolo dettaglio: i risparmiatori piccoli erano soprattutto azionisti, che anche loro se la sono presa... in quesl posto)
    • Anonimo scrive:
      Re: Azioni Telecom
      - Scritto da:
      Sul sito di Grillo stanno raccogliendo deleghe di
      rappresentanza nel prossimo consiglio di
      amministrazione.

      Io farei il contrario: venderei le azioni Telecom
      per togliere a chiunque la scusa che con la
      difesa di questa società si difendono anche gli
      interessi miei di piccolo
      risparmiatore.
      (anche perchè quando Parmalat è fallita hanno
      usato lo stesso metodo: con la scusa di salvare i
      piccoli risparmiatori, le banche creditrici se la
      sono presa. Piccolo dettaglio: i risparmiatori
      piccoli erano soprattutto azionisti, che anche
      loro se la sono presa... in quesl
      posto)

      Questo si' che e' parlare! Altro che le "provocazioni" demagogiche di Grillo!!!
  • Anonimo scrive:
    se tanto mi da tanto
    Penso che il piano sia minacciare di vendere TIM per raccogliere l'indignazione popolare (anche quella del grillo e anche del sindacato) e farsi dare dallo stato i soldi per la rete dovrebbe comunque cedere....è un ricatto sopatutto se accompagnato dalla minaccia non poi tanto velata del fallimento a cui questo governo è particolarmente sensibile.
    • Anonimo scrive:
      Re: se tanto mi da tanto
      Ecco uno che forse ha indovinato... Si chiama metodo "Agnelli"... :D
    • Anonimo scrive:
      Re: se tanto mi da tanto
      - Scritto da:
      Penso che il piano sia minacciare di vendere TIM
      per raccogliere l'indignazione popolare (anche
      quella del grillo e anche del sindacato) e farsi
      dare dallo stato i soldi per la rete dovrebbe
      comunque
      cedere....
      è un ricatto sopatutto se accompagnato dalla
      minaccia non poi tanto velata del fallimento a
      cui questo governo è particolarmente
      sensibile.Si, può darsi, ma ha fatto male i conti. La gente associa Telecom ai 50 e rotti euro che ogni due mesi sborsa di canone, e alle bollette salate, più che ai telefonini di TIM, e quindi è poco probabile che si indigni (del resto guarda un po' sti forum). È più probabile che la gente non aspetti altro che la possibilità di poter ballare sul cadavere di Telecom.
  • Anonimo scrive:
    LICENZIAMO IL CDA!
    http://www.beppegrillo.it/2006/09/share_action_proviamoci.html
    • Anonimo scrive:
      Re: LICENZIAMO IL CDA!
      quoto! ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: LICENZIAMO IL CDA!
        - Scritto da:
        quoto! ;)no dai, queste sono le solite "grillate" che non hanno mai portato a nulla.ditemi seriamente quale iniziativa partorita da grillo ha avuto un buon esito. parlo delle sue idee, non di quelle altrui che lui ha promosso (rammaricandosi di non averle pensate lui per primo).
  • Anonimo scrive:
    E il patrimonio immobiliare?
    Il problema di vendere un asset strategico per i flussi di cassa come TIM non è il solo problema. La cosa che è passata sotto silenzio è il trasferimento dell'intero patrimonio immobiliare di Telecom a Pirelli real estate: ciò fà si che dopo la vendita di TIM Telecom si troverà con il proprio patrimonio ampiamente decurtato e Stronzetti Provera con qualche miliardo di euro in più in tasca. Oltretutto a pensar male verrebbe da dire che i soldi guadagnati dalla vendita di TIM servano a tenere buone le banche e il mondo finanziario per un paio di annetti e ad alimentare i fondi di Stronzetti e di Benetton; durante tale periodo, grazie all'influenza di Stronzetti in RCS, inizierebbe una campagna stampa tesa a creare un aurea di crisi per telecom, l'esito del quale sarà il portare i libri in tribunale.
  • Anonimo scrive:
    TIM è già una scartola vuota
    sono rimasti quattro dipendenti in croce a far da "capoufficio", ma tutta l'infrastruttura tecnica sono anni che è in gestione a fornitori esterni... "estenalizzazione dei costi" si dice.Secondo me si legge "incapacità di far funzionare le risorse interne"...Però c'è tanto sviluppo nel marketing.. quello si...
    • Anonimo scrive:
      Re: TIM è già una scartola vuota
      - Scritto da:
      sono rimasti quattro dipendenti in croce a far da
      "capoufficio", ma tutta l'infrastruttura tecnica
      sono anni che è in gestione a fornitori
      esterni...


      "estenalizzazione dei costi" si dice.
      Secondo me si legge "incapacità di far funzionare
      le risorse
      interne"...Praticamente tutti gli operatori mobili hanno in "outsourcing" la gestione degli impianti. Tanto sono tutti Nokia o Ericsson...
      Però c'è tanto sviluppo nel marketing.. quello
      si...Fra Canalis e De Sica, eh... "Ma quanto mi costi?"http://www.lincorretto.it
  • Anonimo scrive:
    Il problema non è TIM...
    TIM potrà anche essere venduta all'estero. E allora?Dovrà comunque sottostare alle leggi italiane.Nessuno si è strappato i capelli quando Omnitel è stata vendita a Vodafone o quando Wind è stata comperata dagli egiziani.TIM che cos'ha in più?Il rischio è che con i 40 miliardi che Tronchetti potrebbe ricevere dalla vendita di TIM consolidi la sua posizione di operatore dominante nel settore delle tlc italiane. Tagliando fuori tutti gli altri.E allora via con IPTV, VoD, Gigainternet e balle varie.Fastweb potrebbe essere tentata di vendere la sua infrastruttura a TI (in parte la noleggiano già) e addio concorrenza nei nuovi servizi.Ci sarà solo la Grande Telecom del Grande Fratello Tronchetti Provera.E ci toccherà anche comperare le gomme Pirelli.http://www.lincorretto.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema non è TIM...
      - Scritto da:
      Il rischio è che con i 40 miliardi che Tronchetti
      potrebbe ricevere dalla vendita di TIM consolidi
      la sua posizione di operatore dominante nel
      settore delle tlc italiane.Magari fosse cosi', guarda. Sarebbe la previsione piu' rosea a questo punto. Il problema e' che Tronchetto DEVE vendere tutto al piu' prestoperche' ha i buffi con le banche e decine di societa offshore che gli stanno chiedendo i soldi prestati alcuni anni fa, era moroso gia' alcuni mesi.La vendita di TIN serve per tappare dei buffi, cercate di capirlo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema non è TIM...
        - Scritto da:

        La vendita di TIN serve per tappare dei buffi,
        cercate di
        capirlo.Questo è vero, ma Tronchetti sta giocando su tre tavoli diversi.1) Rifilare a qualcuno il "gioiello di famiglia" (con 15 miliardi di debiti) per tappare il suo buco da 41 miliardi.2) Far vedere alle banche che ha risanato l'azienda e farsi fare altri prestiti.3) Fregare in corsa Fastweb e Tiscali per creare una "media company": il contenitore della tuttologia digitale (tv, film, dati, voce e chi più ne ha...)http://www.lincorretto.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema non è TIM...
      Tim è rimasto l'ultimo operatore mobile italiano. La cosa mette amarezza.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema non è TIM...
        - Scritto da:
        Tim è rimasto l'ultimo operatore mobile italiano.
        La cosa mette
        amarezza.Dai, consolati.Forse la compera De Benedetti figlio, per poi (magari) passarla al padre. Non è detto che Telefonica se la comperi...Forse i crucchi di T-System... ma non credo.http://www.lincorretto.it
    • Anonimo scrive:
      Non basterà
      sorgeranno altri problemi, e andrà in fallimento, sono capaci di produrre debiti non fatturato... capisci ?
  • Anonimo scrive:
    si son mangiati tutto
    anche le briciole.....dal libro "Come indebitarsi e guadagnare un sacco di soldi" biografia di Tronky e del sistema bancario. ;)
Chiudi i commenti