MPEG-4, sull'audio splende il sole

Nonostante sulle licenze MPEG-4 per il video sia ancora piena burrasca, per l'audio l'industria sembra aver invece trovato un accordo.


Roma – Mentre per lo standard MPEG-4 concernente la tecnologia video è ancora piena burrasca , nel settore audio sembra finalmente splendere un tiepido e promettente sole di primavera.

L’ Internet Streaming Media Alliance (ISMA), un cosorzio formato da colossi del calibro di Philips, Sun, Apple e Cisco, ha infatti accettato il programma di licenze proposto da Dolby Laboratories, Nokia, AT&T, Sony e Fraunhofer IIS, le aziende che detengono i diritti sulla tecnologia audio MPEG-4 AAC (Advanced Audio Coding).

In base a questi accordi, i licenziatari che utilizzeranno l’MPEG-4 audio in encoder e decoder destinati all’elettronica di consumo pagheranno 50 centesimi di dollaro per ogni canale utilizzato per lo streaming audio; chi utilizzerà la stessa tecnologia in prodotti professionali pagherà invece 2 dollari per canale fino ad un tetto massimo annuale di 250.000 dollari per gli encoder e 25.000 dollari per i decoder.

L’MPEG-4 AAC rappresenta una importante evoluzione rispetto al suo predecessore, l’MP3 (MPEG-1, Audio Layer 3), rispetto al quale, e similmente a quanto fanno altre tecnologie di compressione audio di nuova generazione, è in grado di comprimere, a pari bit-rate, con una qualità sensibilmente più elevata.

L’MPEG-4 si profila come un temibile avversario, nel settore dello streaming di contenuti on-line, a formati proprietari come il Windows Media di Microsoft o il Real di RealNetworks. Purtroppo l’attuale situazione legata alle licenze della tecnologia video non ne favorisce la diffusione né il supporto da parte di case, come Apple , intenzionate a rendere i propri formati compatibili con questo standard. Ma si attendono schiarite.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E microsoft rilascia parte dei sorgenti di .NET
    http://msdn.microsoft.com/library/default.asp?url=/library/en-us/Dndotnet/html/mssharsourcecli.asp?frame=true....wow!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: E microsoft rilascia parte dei sorgenti di .NET
      in poche parole non serve a niente...perche non puoi farci niente...leggi la licenza...e solo fumo negli occhi...per poi eventualmente dire che hai copiato da loro...
      http://msdn.microsoft.com/library/default.asp

      ....wow!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: E microsoft rilascia parte dei sorgenti di .NET
        Hai ragione, però non era mai successo. Magari, il loro, è solo un pretesto per poter rompere le balle a Mono e affini
        • Anonimo scrive:
          Re: E microsoft rilascia parte dei sorgenti di .NET
          infatti ximian ha avvertito gli sviluppatori di mono di non guardare il codice ms*.*...e che ms*.* vede che qualcosa (codice sorgente) fa trendy ???? okey rilasciamo qualche riga di codice...ah il marketing (che pubblicita che ha avuto sta iniziativa)...- Scritto da: Fede
          Hai ragione, però non era mai successo.
          Magari, il loro, è solo un pretesto per
          poter rompere le balle a Mono e affini
      • Anonimo scrive:
        Re: E microsoft rilascia parte dei sorgenti di .NET
        - Scritto da: blah
        in poche parole non serve a niente...perche
        non puoi farci niente...leggi la licenza...
        e solo fumo negli occhi..."The license for the Shared Source CLI Implementation permits anyone to use or modify its code for non-commercial purposes." A me basta ed avanza... ]:-
        • Anonimo scrive:
          Re: E microsoft rilascia parte dei sorgenti di .NET

          "The license for the Shared Source CLI
          Implementation permits anyone to use or
          modify its code for non-commercial
          purposes."

          A me basta ed avanza... ]:-
          ah si e poi rompevate le balle a chi faceva software for free...bella coerenza...
        • Anonimo scrive:
          Re: E microsoft rilascia parte dei sorgenti di .NE
          - Scritto da: MSDN...
          "The license for the Shared Source CLI
          Implementation permits anyone to use or
          modify its code for non-commercial
          purposes."

          A me basta ed avanza... ]:-
          Quindi se non c'è scopo di lucro, io posso usare quel codice, modificarlo e ridistribuirlo?http://www.shared-source.com/GO MONO GO!
    • Anonimo scrive:
      Re: E microsoft rilascia parte dei sorgenti di .NE
      http://www.shared-source.com/
  • Anonimo scrive:
    Hosting con Java
    Da tempo vorrei utilizzare Java su siti che metto in hosting, non quindi su un mio server (che non ho e non so gestire).Potreste gentilmente indicarmi qualche provider che fornisce questo servizio, cioè la possibilità di usare le servlet invece dei soliti cgi?grazie!
  • Anonimo scrive:
    Java, l'open-source e il caso QT/KDE
    Mi torna alla mente la vecchia questione della GUI KDE che era fino allo scorso anno rilasciata sotto GPL ma osteggiata dalla Free Software Foundation (e da Stallman in particolare) in quanto linkava le librerie grafiche QT che all'epoca erano freeware ma non open-source.Quando lo scorso anno anche le librerie QT vennero rilasciate sotto licenza GPL in teoria l'ostracismo della FSF verso KDE avrebbe dovuto perdere ogni fondamento, se non che Stallman si impuntò, pretendendo le scuse degli sviluppatori KDE verso il resto della comunità degli sviluppatori open-source per averne oltraggiato la filosofia (o l'ideologia?) fino a quel momento.Ora un accordo per apportare modifiche open-source a Java (tecnologia assolutamente proprietaria) secondo un determinato agreement viene sbandierato come una vittoria della Comunità open-source.Due pesi e due misure o cosa?...
    • Anonimo scrive:
      Re: Java, l'open-source e il caso QT/KDE
      A parte il fatto che non ho capito che collegamento hai fatto tra le due cose...KDE veniva distribuito sotto licenza GPL in *VIOLAZIONE* della stessa, che *vieta* il linking a librerie proprietarie. Gli sviluppatori ne erano a conoscienza ma quasi tutti hanno fatto finta di niente (una eccezione notevole è Miguel de Icaza), continuando a sviluppare un SW *di*fatto*illegale* esattamente come vendere copie pirata di Windows.Questa è una delle *pochissime* volte in cui sono quasi d'accordo con l'esaltato. La compunità Open Source (è ancor di più quella Free Software) si basa sulla *collaborazione* tra i gruppi. Se un gruppo comincia a comportarsi in maniera *illegale* è giusto che siano presi provvedimenti seri.Sarebbe bastato che KDE fosse distribuito con una licenza anche *leggermente* diversa... bastava aggiungere una clausola alla GPL: "Questo SW è distribuito con licenza GPL, con l'eccezione che può essere linkato alle librerie QT di TrollTech" e tutto si sarebbe risolto molto più semplicemente. Perché non l'hanno fatto? Volevano "fregiarsi" della GPL? Volevano attirare sviluppatori in buona fede?P.S: A me va bene che sia andata così, perché in questo modo ho GNOME, altrimenti non ce l'avrei... ;-p
      • Anonimo scrive:
        Re: Java, l'open-source e il caso QT/KDE

        A parte il fatto che non ho capito che
        collegamento hai fatto tra le due cose...Ovvio che non ci sono collegamenti tecnici, ma il fatto dei "due pesi e due misure" mi pare che sia sufficiente a collegare i due episodi.

        KDE veniva distribuito sotto licenza GPL in
        *VIOLAZIONE* della stessa, che *vieta* il
        linking a librerie proprietarie.KDE linkata *dinamicamente* alle QT è sempre stata perfettamente conforme alla GPL, anche quando le QT erano un software proprietario. L'unica cosa che non si poteva fare era distrubuire binari KDE linkati staticamente alle QT.
        Glisviluppatori ne erano a conoscienza ma quasi
        tutti hanno fatto finta di niente
        (una eccezione notevole è Miguel de Icaza),mi pare che de Icaza sia a capo di Ximian (già HelixCode), capofila del progetto Gnome e quindi non ha nulla a che fare con il team di KDE.
        continuando a sviluppare un SW
        *di*fatto*illegale* esattamente come vendere
        copie pirata di Windows.su questo mi sono già espresso sopra. la tua è pura ideologia "à la RMS".
        Questa è una delle *pochissime* volte in cui
        sono quasi d'accordo con l'esaltato.infatti.
        La compunità Open Source (è ancor di più quella
        Free Software) si basa sulla
        *collaborazione* tra i gruppi.bla bla bla
        Se un gruppo
        comincia a comportarsi in maniera *illegale*
        è giusto che siano presi provvedimenti seri.Oooohhhh!
        Volevano "fregiarsi" della GPL? Volevano
        attirare sviluppatori in buona fede?mi risulta che la Ximian del tuo M. de Icaza (che sfrutta il lavoro di tanti seri volontari in buona fede) sia molto più profondamente compromessa (collusa?) con le multinazionali che non il team KDE.Forse che il grave peccato sia il fatto che Sun Microsystems (TM) - quella di Java appunto - è un gigante al confronto della miserella Trolltech? Oppure RMS & Co. ce l'hanno tanto con KDE perchè è un progetto europeo che usurpa la leadership USA nel free-software?

        P.S: A me va bene che sia andata così,
        perché in questo modo ho GNOME, altrimenti
        non ce l'avrei... ;-pContento tu... KDE sta almeno 2 anni avanti rispetto a Gnome. Io la penso come Linus (che guarda caso è un utente KDE): non utilizzo un software inferiore per motivi ideologici.;-)E anche il tuo post è l'ennesima dimostrazione che la coerenza per molti è solo un optional.
        • Anonimo scrive:
          Re: Java, l'open-source e il caso QT/KDE
          - Scritto da: pinguino_pignolo

          A parte il fatto che non ho capito che

          collegamento hai fatto tra le due cose...
          Ovvio che non ci sono collegamenti tecnici,
          ma il fatto dei "due pesi e due misure" mi
          pare che sia sufficiente a collegare i due
          episodi.Allora, vediamo.Caso KDE/QT: KDE 1.x era distribuito con licenza GPL e linkato con QT, distribuito con licenza proprietaria. La licenza GPL *vieta* questo perché un SW GPL *non può*richiedere* un SW non GPL per funzionare. Il link dinamico di cui parli è permesso solo dalla LGPL.
          KDE linkata *dinamicamente* alle QT è sempre
          stata perfettamente conforme alla GPL, anche
          quando le QT erano un software proprietario.
          L'unica cosa che non si poteva fare era
          distrubuire binari KDE linkati staticamente
          alle QT.Errore."""* Bisogna fare in modo che ogni lavoro distribuito o pubblicato, che in parte o nella sua totalità derivi dal Programma o da parti di esso, sia globalmente utilizzabile da terze parti secondo le condizioni di questa licenza."""http://www.apogeonline.com/openpress/gnu_gen_pub_lic.htmlNon potevo usare KDE 1.x secondo le condizioni della GPL perché mi mancavano le QT.

          Gli sviluppatori ne erano a conoscienza ma
          quasi

          tutti hanno fatto finta di niente

          (una eccezione notevole è Miguel de Icaza),
          mi pare che de Icaza sia a capo di Ximian
          (già HelixCode), capofila del progetto Gnome
          e quindi non ha nulla a che fare con il
          team di KDE.E qui cominciamo a vedere che sono molto più informato di te. MdZ lavorava a KDE e quando ha scoperto il "trucco" delle licenze se n'è andato ed ha iniziato il progetto GNOME e solo in seguito ha fondato HelixCode/Ximian.

          continuando a sviluppare un SW

          *di*fatto*illegale* esattamente come
          vendere

          copie pirata di Windows.

          su questo mi sono già espresso sopra. la tua
          è pura ideologia "à la RMS".Per niente, sto solo chiedendo che venga rispettata la licenza. Non sono un fan di RMS, credo piuttosto che abbia ragione Eric Raymond - con cui RMS non va propriamente d'accordo.

          La compunità Open Source (è ancor di più
          quella

          Free Software) si basa sulla

          *collaborazione* tra i gruppi.
          bla bla blabla bla? se tu lavori con delle persone di cui ti fidi e poi ti accorgi che te lo stanno allegramente mettendo in c**o, che fai?

          Se un gruppo

          comincia a comportarsi in maniera
          *illegale*

          è giusto che siano presi provvedimenti
          seri.
          Oooohhhh!mi stai prendendo in giro?

          Volevano "fregiarsi" della GPL? Volevano

          attirare sviluppatori in buona fede?
          mi risulta che la Ximian del tuo M. de Icaza
          (che sfrutta il lavoro di tanti seri
          volontari in buona fede) sia molto più
          profondamente compromessa (collusa?) con le
          multinazionali che non il team KDE.
          Forse che il grave peccato sia il fatto che
          Sun Microsystems (TM) - quella di Java
          appunto - è un gigante al confronto della
          miserella Trolltech? Oppure RMS & Co. ce
          l'hanno tanto con KDE perchè è un progetto
          europeo che usurpa la leadership USA nel
          free-software?Chi ha parlato di multinazionali? Io sto parlando di licenze.Per inciso, se vuoi che ti essere stuzzicato anche tu, non esiste nessuna azienda che produca SW per GNOME prevalentemente proprietario... The Kompany ti dice niente?Aggiungo che sono *molto* felice che ci siano aziende che stanno investendo su GNOME e su Ximian (che sta facendo un lavoro *eccellente*), così come sono felice che Ximian stia sviluppando Mono e che habbia prodotto Ximian Connector.Ximian non sta truffando nessuno sviluppatore in buona fede.(ah, io Ximian GNOME lo pago: 9$ al mese)

          P.S: A me va bene che sia andata così,

          perché in questo modo ho GNOME,
          altrimenti

          non ce l'avrei... ;-p
          Contento tu... KDE sta almeno 2 anni avanti
          rispetto a Gnome. Io la penso come LinusQuesta è una tua opinione, posso accettarla benissimo e vorrei che tu facessi lo stesso con la mia: io trovo KDE scomodo, inefficiente e brutto a vedersi, esattamente il contrario di GNOME.(ah, ho anche KDE 2.2 installato... lo provo ogni volta che esce una nuova versione)
          (che guarda caso è un utente KDE): non
          utilizzo un software inferiore per motivi
          ideologici.Ah, tu invece usi un SW superiore per motivi ideologici...Linus non è infallibile, di cretinate ne fa, e pure grosse... prova a chiedergli perché si ostina a gestire tutte le patch a mano in prima persona quando ormai anche il progetto più stupido usa CVS... chiedigli qualcosa delle patch che si perde tutti i mesi...Io ho scelto GNOME perché *per*me* funziona meglio. Io non ho espresso (nel post precedente, qui mi hai provocato...) pareri sulla qualità dei due SW, ho solo parlato di licenze violate, chi sei tu per dire che GNOME è inferiore a KDE?
    • Anonimo scrive:
      Re: Java, l'open-source e il caso QT/KDE
      - Scritto da: pinguino_pignoloPignolo X pignolo...
      Mi torna alla mente la vecchia questione
      della GUI KDE che era fino allo scorso anno
      rilasciata sotto GPL ma osteggiata dalla
      Free Software Foundation (e da Stallman in
      particolare) in quanto linkava le librerie
      grafiche QT che all'epoca erano freeware ma
      non open-source.Il che, come faceva notare AC, non e' permesso dalla GPL
      Ora un accordo per apportare modifiche
      open-source a Java (tecnologia assolutamente
      proprietaria) secondo un determinato
      agreement viene sbandierato come una
      vittoria della Comunità open-source.Attento a non confondere OS con FS!!!!Stallman di opensource non vuol nemmeno sentir parlare! :-p (o quasi)
      • Anonimo scrive:
        Re: Java, l'open-source e il caso QT/KDE
        - Scritto da: SiN
        Il che, come faceva notare AC, non e'
        permesso dalla GPLnon è permesso se le librerie sono linkate staticamente, ma se il link è dinamico la GPL è salva (con buona pace di Cox & Co.).
        Stallman di opensource non vuol nemmeno
        sentir parlare! :-p (o quasi)ok, ok, effettivamente su questo ti devo dare ragione ;-)
  • Anonimo scrive:
    Potrebbe voler dire
    rilanciare Java
  • Anonimo scrive:
    Java?
    Morto e sepolto, non perdeteci il vostro tempo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Java?
      - Scritto da: avaj
      Morto e sepolto, non perdeteci il vostro
      tempo.Puoi giustificare questa tua affermazione ? Per ora qui Java da' da mangiare a una cinquantina di persone (Tra le quali ci sta' pure il capo e la sua Ferrari grigia :-))
      • Anonimo scrive:
        Re: Java?
        Lascia perdere.. sono gli stoltini che pensano che java serva solo per la paginetta web e l'effettino stile acqua oppure il testo che svolazza.. peccato che non sanno che magari hanno tra le mani un cellulare che gira grazie a java oppure una smartcard che gli permette di fare acquisti sempre grazie a java..
        • Anonimo scrive:
          Re: Java?
          - Scritto da: Foxie
          Lascia perdere.. sono gli stoltini che
          pensano che java serva solo per la paginetta
          web e l'effettino stile acqua oppure il
          testo che svolazza.. peccato che non sanno
          che magari hanno tra le mani un cellulare
          che gira grazie a java oppure una smartcard
          che gli permette di fare acquisti sempre
          grazie a java..Oppure che Java, dal lato WEB-server, la fa' da padrone :-)BTW, io _odio_ Javascript, di java ha solo il nome :-/
          • Anonimo scrive:
            Re: Java?
            Btw.. infatti io nn parlavo di javascript.. :) ma di applet vere e proprie.. Cmnq tra javascript e Vbscript non so' cosa faccia + pena....
        • Anonimo scrive:
          Re: Java?
          - Scritto da: Foxie
          Lascia perdere.. sono gli stoltini che
          pensano che java serva solo per la paginetta
          web e l'effettino stile acqua oppure il
          testo che svolazza.. peccato che non sanno
          che magari hanno tra le mani un cellulare
          che gira grazie a java oppure una smartcard
          che gli permette di fare acquisti sempre
          grazie a java..Praticamente stai dicendo che java, tecnologia proprietaria, e' piu' diffuso del letame di microsoft e nessuno dice niente perche' non c'e' dietro bill gates?
          • Anonimo scrive:
            Re: Java?
            - Scritto da: Amigo
            Praticamente stai dicendo che java,
            tecnologia proprietaria, e' piu' diffuso del
            letame di microsoft e nessuno dice niente
            perche' non c'e' dietro bill gates?E perché una tecnologia proprietaria dovrebbe essere un problema tanto quanto un monopolio?
          • Anonimo scrive:
            Re: Java?
            - Scritto da: Amigo
            Praticamente stai dicendo che java,
            tecnologia proprietaria, e' piu' diffuso del
            letame di microsoft e nessuno dice niente
            perche' non c'e' dietro bill gates?E' palese.....sparare contro Bill Gates e la Microsoft al momento va proprio di moda e fà tanto figo...Per non parlare della pubblicità che uno si fà facendo causa agli stessi....Beos nessuno sapeva cos'era fino all'altro giorno. Nessu
          • Anonimo scrive:
            Re: Java?
            - Scritto da: Sergio


            - Scritto da: Amigo


            Praticamente stai dicendo che java,

            tecnologia proprietaria, e' piu' diffuso
            del

            letame di microsoft e nessuno dice niente

            perche' non c'e' dietro bill gates?


            E' palese.....
            sparare contro Bill Gates e la Microsoft al
            momento va proprio di moda e fà tanto
            figo...

            Per non parlare della pubblicità che uno si
            fà facendo causa agli stessi....
            Beos nessuno sapeva cos'era fino all'altro
            giorno.
            Bisognerebbe che ti risponda qualcuno che conosca la storia informatica degli ultimi 15 anni.Io non ne ho voglia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Java?
            - Scritto da: kefflash

            Bisognerebbe che ti risponda qualcuno che
            conosca la storia informatica degli ultimi
            15 anni.
            Io non ne ho voglia.Oddio, un pò di storia informatica la conosco anch'io e non voglio certo dire che in Microsoft siano dei santi e che non si meritino almeno un pò di tutto questo astio...A me sembra solamente che ultimamente qualsiasi cosa facciano sia sbagliata o amorale o illegale per default... e che molta gente si attacchi al carro (giudiziario) solo per avere dei ritorni di qualche genere.
          • Anonimo scrive:
            Re: Java?
            - Scritto da: Sergio


            - Scritto da: kefflash




            Bisognerebbe che ti risponda qualcuno che

            conosca la storia informatica degli ultimi

            15 anni.

            Io non ne ho voglia.

            Oddio, un pò di storia informatica la
            conosco anch'io e non voglio certo dire che
            in Microsoft siano dei santi e che non si
            meritino almeno un pò di tutto questo
            astio...

            A me sembra solamente che ultimamente
            qualsiasi cosa facciano sia sbagliata o
            amorale o illegale per default... e che
            molta gente si attacchi al carro
            (giudiziario) solo per avere dei ritorni di
            qualche genere.Vedi, amico, che è come nella politica: dipende da chi sono le figure nelle quali tu ti identifichi. Io preferisco la qualità alle promesse. Amo mangiare e non mi piacciono i Mecdonaldz, preferisco aspettare 20 minuti dall'ordinazione e gustarmi qualcosa di sano... Quale tipo di ritorno può avere dalla denigrazione un partecipante a questo forum che, di solito, è o uno sviluppatore o un appassionato di informatica?? Sappiamo tutti che il merito della MS coincide nel demerito: l'avere portato il pc in ogni casa ha costruito il loro monopolio. Il fatto è e continua ad essere questo: e agli altri, meriti a parte, cosa è rimasto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Java?
            - Scritto da: Sergio


            - Scritto da: Amigo


            Praticamente stai dicendo che java,

            tecnologia proprietaria, e' piu' diffuso
            del

            letame di microsoft e nessuno dice niente

            perche' non c'e' dietro bill gates?Veramente la comunita' si e' sempre lamentata con la Sun per la sua chiusura con Java. Quindi quello che hai detto e' una cazzata.
            Beos nessuno sapeva cos'era fino all'altro
            giorno. Se te non vedi oltre il tuo schermo blu sono problemi tuoi. C'e' gente che conosceva ed apprezzava BeOS gia' da un pezzo. Se il vostro monopolio crea ignoranza, io non ci posso fare niente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Java?
            - Scritto da: Amigo
            Praticamente stai dicendo che java,
            tecnologia proprietaria, e' piu' diffuso del
            letame di microsoft e nessuno dice niente
            perche' non c'e' dietro bill gates?Java non ha monopolizzato niente. Infatti non si trovano casi altrettanto assurdi come quelli che pensano che il computer sia Windows.E comunque java da un minimo di scelta in piu` di quello che fanno di solito i prodotti microsoft.
          • Anonimo scrive:
            Re: Java?
            - Scritto da: stupito
            E comunque java da un minimo di scelta in
            piu` di quello che fanno di solito i
            prodotti microsoft.e da quando?
          • Anonimo scrive:
            Re: Java?
            - Scritto da: Amigo


            E comunque java da un minimo di scelta in

            piu` di quello che fanno di solito i

            prodotti microsoft.

            e da quando?Java gira anche su Linux :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Java?
            - Scritto da: Giambo
            Java gira anche su Linux :-)cazzarola che scelta...
          • Anonimo scrive:
            Re: Java?
            - Scritto da: Amigo
            - Scritto da: Giambo


            Java gira anche su Linux :-)

            cazzarola che scelta...Su MacOS, Solaris, HP-UX, AIX... devo continuare ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Java?
            - Scritto da: KerNivore
            - Scritto da: Amigo

            - Scritto da: Giambo




            Java gira anche su Linux :-)



            cazzarola che scelta...

            Su MacOS, Solaris, HP-UX, AIX... devo
            continuare ?su PalmOS, WindowsCE, PocketPC e anche sul suo cellulare, probabilmente...
          • Anonimo scrive:
            Re: Java?
            No sto' dicendo che java non si usa solo per fare gli applettini web ma che e' diffuso in molti altri campi. Con la differenza che puoi ancora scegliere se avere e vendere una sim che si basa su java oppure se e come adottare JSP oppure girare i tacchi e adottare qualunque altra cosa senza che sun dica o faccia nulla.. rimane un tuo libero arbitrio. Quindi se permetti la faccenda e' in termini un filo differenti..
    • Anonimo scrive:
      Re: Java?
      ROTFL... ogni tanto salta fuori il genio di turno che ha capito tutto... :o)
    • Anonimo scrive:
      Re: Java?
      credo che tu non capisca assolutamente nulla di programmazione in genere, figuriamoci quella ad oggetti... Java è unico, grandioso, libero e non legato a Guglielmo Cancelli.
    • Anonimo scrive:
      Re: Java?
      Ma sai di cosa stai parlando almeno? sai che sul lato server java è ormai di gran lunga il linguaggio piu' usato nei webserver (jsp, servlet) enterprise java beans (ejb) e applicazioni mission critical? non per nulla Microsoft sta cercando di correre ai ripari con .net and c#.. informarsi prima di parlare per piacere..- Scritto da: avaj
      Morto e sepolto, non perdeteci il vostro
      tempo.
  • Anonimo scrive:
    Tanto dovremo programmare in C#
    Tanto tempo 3 o 4 anni e dovremo tutti programmare in c#............è il destino di noi programmatori java
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto dovremo programmare in C#
      E perchè, di grazia?
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto dovremo programmare in C#
        Perchè tanto la microsoft fara in modo che su .net java abbia 1000 problemi (quante volte hanno seguito questa politica ??)gli amministratori che non sono in grado di gestire un web server senza le loro adorate iconcine passeranno a .net e a noi poveri programmatori ci tocchera adattarci.Sto parlando di programmazione per il web e sempre e comunque IMHO.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto dovremo programmare in C#
      - Scritto da: Steve
      Tanto tempo 3 o 4 anni e dovremo tutti
      programmare in c#............è il destino di
      noi programmatori javaCredi che il C# potra' offrire in breve tempo degli strumenti altrettanto validi quanto quelli disponibili (Per esempio) su jakarta.org ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto dovremo programmare in C#
        - Scritto da: Giambo
        jakarta.org ?Volevo dire "jakarta.apache.org". Troppo poco caffe', stamattina :-)
    • Anonimo scrive:
      ...di cui avremo i sorgenti
      appena Ximian avrà completato il porting di .NET su Linux:www.go-mono.com....e il cui "bytecode" è ECMA unificato:http://msdn.microsoft.com/net/ecma/e non proprietario come Java
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto dovremo programmare in C#
      - Scritto da: Steve
      Tanto tempo 3 o 4 anni e dovremo tutti
      programmare in c#............è il destino di
      noi programmatori javaNon credo affatto, almeno per tutto il mondo web (JSP, beans, EJB ecc.).
Chiudi i commenti