Murdoch: Google News ne sa una più di me

Rinviato un ambizioso progetto che avrebbe dovuto sfidare Big G: il magnate dell'editoria rinuncia per ora alla sfida

Google News, l’aggregatore di notizie offerto da Mountain View e spesso oggetto delle invettive di Rupert Murdoch, il tycoon dell’editoria vertice di News Corp, ha avuto anche il riconoscimento di merito da parte del suo nemico giurato. Murdoch ha rinunciato momentaneamente ad un progetto che puntava a entrare in competizione con il servizio di Google .

Ha deciso per l’ accantonamento del suo progetto pilota, nome in codice: Alesia , con cui News Corp voleva offrire un servizio simile (ma a pagamento) volto all’aggregazione sia delle proprie notizie sia di quelle di altri editori. Un progetto che però, a quanto pare, sarebbe “in anticipo sui tempi”.

Alesia, che prende epicamente il nome da una battaglia condotta da Giulio Cesare, avrebbe dovuto esordire in un paio di settimane ed era già a buon punto: erano stati spesi più di 30 milioni per l’organizzazione , 1,5 per l’advertising e attrezzato uno staff di un centinaio di persone guidato da Ian Clark (ex Thelondonpaper , un’altra iniziativa fallita del magnate dell’editoria) e Johnny Kaldor, specialista in digitale di News Corp.

Teoricamente avrebbe dovuto offrire un aggregatore a pagamento destinato al Web e a strumenti mobile, smartphone e tablet (con particolare attenzione ad iOS e Android) e raccogliere tutte le notizie News Corp (per il momento si parlava solo di quelle britanniche), nonché quelle di altri editori ed emittenti : proprio la collaborazione con questi sembra alla base dei problemi fatali al progetto.

Secondo alcune fonti i partner non sarebbero stati pronti né tecnologicamente né amministrativamente, mentre altri, semplicemente, non sarebbero interessati, preferendo lavorare da soli a servizi dedicati.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nome e Cognome scrive:
    Ah ah
    Hanno fatto bene e basta, se i loro profitti devono andare ad alimentare chi ruba (vedi petrolieri, guerre, banche, ecc) per proprio rispetto è meglio evitare, sarebbe come dare 2 euro al barbone fuori dal supermercato. Piuttosto che lamentarsi dovrebbero chiedersi "Ma perchè tutti portano fuori i soldi dal nostro stato?" ma questo è troppo per un paese che conosce solo brevetti, monsanto e football.E chi dice che non sono scorretti probabilmente non ha mai provato a creare qualcosa di proprio e vedersi prosciugare tutto il lavoro da quattro dementi di politici.Amen
    • urrr scrive:
      Re: Ah ah
      E pensa un pò... chissà quale "ecosistema" ha pemresso a Google di nascere e crescere?I miliardi dedicati alla ricerca, le leggi permissive sulla creazione di nuove aziende, le agevolazioni e gli aiuti, la certezza di trovare in quel paese le migliori università e le migliori menti, ecc... ecc...Chissà da dove arriva tutto questo? chissà perchè una Google non nasce in un altro paese?Mah...mistero....E quando is tratta di pagare le tasse allo Stato che ti ha permesso di nascere e ti ha aiutato a diventare quello che sei è ovvio che si cerchino delle alternative (legali, certo) per pagare meno e far finire i soldi nelle casse di altri Stati che nulla hanno fatto per creare l'ecosistema che ha permesso la tua nascita... Bella li Google!dont be evil!looooool
  • Difensore scrive:
    Questo perché in Olanda c'è attualmente
    Questo perché in Olanda c'è attualmente un regime fiscale molto favorevole.Molto favorevole il caz...In Olanda le tasse le paghi e pure tante, controlli a raffica, in Italia si e' fortunati credetemi
    • rover scrive:
      Re: Questo perché in Olanda c'è attualmente
      Sì, ma non faranno mai una sede legale in italia, ance se la tassazione dovesse scendere a livello Irlandese, in quanto in caso di controversie in Italia non ne vieni più a capo.Quindi nella scelta della sede entrano in ballo più fattori, dove il più importante è quello fiscale, ma ci sono anche altri parametri che devono essere accettabili.
      • harvey scrive:
        Re: Questo perché in Olanda c'è attualmente
        - Scritto da: rover
        Irlandese, in quanto in caso di controversie in
        Italia non ne vieni più a
        capo.A una ditta come google ne frega poco, il vero problema e' tutta la gente che devono ungere per fare qualcosa.Stranamente gli stranieri non comprendono che la burocrazia italiana e' lenta soltanto perche' non ungi. Strano!
        • rover scrive:
          Re: Questo perché in Olanda c'è attualmente
          Luogo comune che contiene una qualche verità. Pensi che si unga solo in Italia?Illuso.Il problema serio è che i Italia non c'è la certezza del diritto, e neppura la certezza della durata del contenzioso e la scarsa chiarezza e volatilità delle regole.Il che comporta che se anche l'imposizione fiscale fosse allo 0% per investitori stranieri, tali fattori negativi sconsiglierebbero comunque l'avventura.
          • harvey scrive:
            Re: Questo perché in Olanda c'è attualmente
            - Scritto da: rover
            Luogo comune che contiene una qualche verità.Una qualche verità soprattutto visto che li stranieri lo dicono.
            Il problema serio è che i Italia non c'è la
            certezza del diritto, e neppura la certezza della
            durata del contenzioso e la scarsa chiarezza e
            volatilità delle
            regole.C'e' anche l'incertezza dei permessi. Tu non sai se puoi fare una cosa, perche' le leggi sono incerte, e se lo chiedi al comune (o a chi di dovere) a meno di non avere amici ti rispondono dopo mesi
    • guast scrive:
      Re: Questo perché in Olanda c'è attualmente
      Si le tasse sono alte in Olanda, ma a quanto pare per le aziende straniere che aprono una sede in Olanda c'è un regime differente. In effetti nel distretto finanziario tra Amsterdam e Utrecht ci sono le sedi europee di un sacco di aziende
  • bugbuster scrive:
    legale un par di pa..e
    legale finché mandi alle bermuda ma, siccome non siamo stupidi ne scesi dal pero, sappiamo che la società alle bermuda è una prestanome, con soci occulti e NON rintracciabili (queste sono le leggi 'legali' delle bermuda).In altre parole i soldi dalle bermuda passano di mano in mano senza che se ne possa rintracciare il percorso, di fatto diventano 'neri' e con soldi neri si sa cosa si può fare...Questa BigG mi piace sempre meno, la trovo molto poco trasparente. Inizio ad averne paura.
    • Nicolaus scrive:
      Re: legale un par di pa..e
      Non dire ca x xate brutto .o..glionazzo..Se non sai niente, non parlare.E' legale punto.Non c'è nessun prestanome in quanto se si chiama "Google Netherlands Holdings" si capisce benissimo che è google la responsabile, poi che non si possa accedere ai dati di chi è il titolare della società alle bermuda ok, ma non è denaro nero, in quanto la finanza olandese se vuole può tracciare benissimo quanti soldi che dalla holding in olanda viene inviato alle bermuda, il denaro non è nero, il denaro viene mandato la per essere legalmente senza tasse (quasi)..
  • attonito scrive:
    Gli USA esporteranno democrazia...
    anche alle Bermuda, Irlanda e Olanda.Poi istituiranno un governo fantoccio che portera' le tasse alla stessa percentuale degli Stati uniti. Tutto legale.
  • ruppolo scrive:
    Anche Microsoft?
    Ma chi l'avrebbe mai detto, un'azienda così onesta...Nei cessi non ci trovi la cioccolata, ma la XXXXX.
    • Redpill scrive:
      Re: Anche Microsoft?
      - Scritto da: ruppolo
      Ma chi l'avrebbe mai detto, un'azienda così
      onesta...

      Nei cessi non ci trovi la cioccolata, ma la XXXXX.Curiosa puntualizzazione da parte tua. Ora aspetti qualcuno che tiri in ballo Apple?
      • Rover scrive:
        Re: Anche Microsoft?
        Apple, come MS, hanno la sede per l'Europa in Irlanda.Quindi se 2+2 fa 4 ci siamo già capiti (escluso il solito noto....)
        • frank681 scrive:
          Re: Anche Microsoft?
          apple sinceramente pensavo in olanda, ma forse sbaglio
          • frank681 scrive:
            Re: Anche Microsoft?
            mi correggo da solo, è in irlandahttp://www.melamorsicata.it/mela/2008/08/22/ho-visitato-la-sede-europea-di-apple-in-irlanda/d'altra parte se devo scegliere una sede in un continente e mi cambia poco da uno stato all'altro, scelgo quello dove le condizioni sono più favorevoli, questo lo capisco. Quello che non va è quando si fanno dei giri strani, con delle società costituite in posti strani, dove in realtà non c'è nessuna vera attività, al solo scopo di eludere le tasse...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 ottobre 2010 14.45-----------------------------------------------------------
          • fesion scrive:
            Re: Anche Microsoft?
            sono quasi tutte in Irlanda: tempo fa il governo iralndese decise (per favorire lo sviluppo) di incentivare lo sviluppo informatico con queste agevolazioni.
          • fesion scrive:
            Re: Anche Microsoft?
            - Scritto da: fesion
            sono quasi tutte in Irlanda: tempo fa il governo
            iralndese decise (per favorire lo sviluppo) di
            incentivare lo sviluppo informatico con queste
            agevolazioni.sviluppo DEL SETTORE informatico
    • AleM scrive:
      Re: Anche Microsoft?
      ciao Flamer. Tutti a spalare XXXXX contro MS come se fosse il male... le grandi multinazionali dell'informatica operano nello stesso modo e comunque in maniera molto più trasparente di altre società, danno lavoro a centinaia di migliaia di persone; se ora siamo a questo livello di progresso e servizi nel mondo lo dobbiamo soprattutto a grandi imprenditori che hanno esportato dagli States idee e prodotti di sucXXXXX. Pensi che Sun, Apple o Novell siano delle sante che lavoro in beneficenza?
  • mak77 scrive:
    12.5% di tasse???
    Quasi quasi mi trasferisco in Irlanda, in Italia siamo più vicini al 50% contando anche l'inps
    • Machiavelli scrive:
      Re: 12.5% di tasse???
      Per alcune tpipologie di lavoratori, si supera il 50% basti pensare ai liberi professionisti non iscritti ad albi pofessionali, (non sto parlando di idraulici od elettricisti, ma di informatici, traduttori, formatori che lavorano per imprese e pubblica amministrazione e che non hanno "nero")
    • Difensore scrive:
      Re: 12.5% di tasse???
      Cmq qui con il 12,5 penso sia intesa l'IVA che comunque in Europa verra' stabilizzata al 19%, vedesi la Germania che dal 16% l'ha aumentata al 19%.In quasi tutti i Paesi europei le tasse sul profitto sono attorno al 40%.
      • Luff scrive:
        Re: 12.5% di tasse???
        - Scritto da: Difensore
        Cmq qui con il 12,5 penso sia intesa l'IVA che
        comunque in Europa verra' stabilizzata al 19%,
        vedesi la Germania che dal 16% l'ha aumentata al
        19%.

        In quasi tutti i Paesi europei le tasse sul
        profitto sono attorno al
        40%.Assolutamente, il 12,5 è il carico fiscale non l'IVA...
  • Tex scrive:
    W GOOGLE
    Hanno fatto bene....ce ne fossero di aziende come Google.Avrei gradito un commento a favore da parte della redazione di PI.
  • Teone scrive:
    chissà quante opere pubbliche inutili...
    Pensano che avrebbero fatto coi soldi delle tasse di google, una mazzetta qui, un illecito arricchimento là, e dai l'appalto a tuo cuggino, fai fatturare il triplo tanto sono soldi non tuoi ecc... eccola fine che avrebbero fattoSe la tassazione fosse giusta le aziende non cercherebbero scappatoie (legali beninteso)
    • Anonymous scrive:
      Re: chissà quante opere pubbliche inutili...


      Se la tassazione fosse giusta le aziende non
      cercherebbero scappatoie (legali
      beninteso)Mai che nessuno lo capisca. Specialmente i COMUNISTI.
      • Callisto Software scrive:
        Re: chissà quante opere pubbliche inutili...
        è vero, e comunque se le leggi consentono di fare queste cose non vedo perché le aziende non dovrebbero sfruttarle.Perché se google viene posta davanti ad una scleta dovrebbe scegliere di spendere di piu?
        • bubba scrive:
          Re: chissà quante opere pubbliche inutili...
          - Scritto da: Callisto Software
          è vero, e comunque se le leggi consentono di fare
          queste cose non vedo perché le aziende non
          dovrebbero
          sfruttarle.
          Perché se google viene posta davanti ad una
          scleta dovrebbe scegliere di spendere di
          piu?a te e al soggetto "sopra", comunque consiglierei di guardare meno Rete4. La disintossicazione aiuta...
          • Callisto Software scrive:
            Re: chissà quante opere pubbliche inutili...
            scusami ma di cosa stiamo parlando? di economia? di politica? di morale? il problema è il governo, di qualunque colore sia, che consente queste cose. non è del soggetto che poi le sfrutta a suo favore.
          • fiertel91 scrive:
            Re: chissà quante opere pubbliche inutili...
            - Scritto da: bubba
            a te e al soggetto "sopra", comunque consiglierei
            di guardare meno Rete4. La disintossicazione
            aiuta...Sono di opinione vicina ma non guardo affatto Fede. Anzi.
    • Rover scrive:
      Re: chissà quante opere pubbliche inutili...
      Mi dai il valore percentuale della tassazione giusta? (vogliod ei numeri!)
      • Machiavelli scrive:
        Re: chissà quante opere pubbliche inutili...
        La tassazione giusto non si misura in valori percentuali, ma assoluti, la tassazione giusta è quella per cui pagati 100 euro di tasse questi si trasformano in 100 euro di servizi effettivi, senza sprechi di sorta. Tu chiederai, come si misurano 100 euro di servizi effettivi, beh basta guardare cosa costerebbe il servizio dato dallo stato se invece fosse acquistato nel mercato in regime di libera concorrenza. Anzi, volendo essere pignoli dovrebbe costare meno, grazie alle economie di scala, perchè a parità di costo non si vede il motivo per cui tale servizio debba essere fornito dallo stato piuttosto che liberamente acquistato sul mercato. Ma sicco siamo buoni, diciamo che la tassazione giusta sarebbe quella con il costo alla pari.Ti basta?
      • Redpill scrive:
        Re: chissà quante opere pubbliche inutili...
        - Scritto da: Rover
        Mi dai il valore percentuale della tassazione
        giusta? (vogliod ei
        numeri!)Suppongo si riferisca allo 0%Qualsiasi spesa, quando la dobbiamo affrontare noi, è sempre considerato troppo.
        • Rover scrive:
          Re: chissà quante opere pubbliche inutili...
          Sospetto anch'io, ma l'amico non risponde.Comunque chi non paga le tasse poi pretende di pontificare anche di coem vengono spesi soldi non suoi.del genere hanno la faccia come il cxxo
          • harvey scrive:
            Re: chissà quante opere pubbliche inutili...
            - Scritto da: Rover
            Comunque chi non paga le tasse poi pretende di
            pontificare anche di coem vengono spesi soldi non
            suoi.
            del genere hanno la faccia come il cxxoSe Ferrero pagasse solo l'1% del suo fatturato, pagherebbe molti più soldi di te, e usufruirebbe molto meno dei servizi di te (scuola, sanità, ecc ecc)Quindi questa storia che i ricchi pagano poche tasse, e' una cagata clamorosa.In italia vanno perseguiti principalmente chi e' sconosciuto al fisco, che sono quelli che sono veramente schifosi. E ce ne sono veramente tantissimi (vai a vedere quanti macchinoni ci sono sotto le case popolari)Semplicemente i soldi delle tasse vengono spesi male, e dovrebbe essere questo il primo problema da risolvere.
          • frank681 scrive:
            Re: chissà quante opere pubbliche inutili...
            bravo silvio
          • harvey scrive:
            Re: chissà quante opere pubbliche inutili...
            Se non sei in grado di capire, mi dispiace per te
          • the_m scrive:
            Re: chissà quante opere pubbliche inutili...
            - Scritto da: harvey
            Se Ferrero pagasse solo l'1% del suo fatturato,
            pagherebbe molti più soldi di te, e usufruirebbe
            molto meno dei servizi di te (scuola, sanità, ecc
            ecc)

            Quindi questa storia che i ricchi pagano poche
            tasse, e' una cagata clamorosa.Questo ragionamento è completamente fallato.Le tasse le paghi sugli utili, non sul fatturato. Per assurdo con i vari "accrocchi fiscali" la Ferrero Spa potrebbe fatturare miliardi, pagare ZERO di tasse (dimostrando costi uguali ai ricavi) e contemporaneamente mettere a disposizione al sig. Ferrero uno Yacht da 200 milioni di euro.Ciò premesso, chi guadagna molto (soprattutto perchè possiede aziende produttive) SICURAMENTE usa infinitamente più servizi pubblici di ad es. un impiegato.Tu hai idea anche solo per movimentare la merce della Ferrero nell'esempio quanti migliaia di camion partono e arrivano ogni ogni giorno (=traffico, inquinamento, usura delle strade, incidenti stradali+spese sanitarie,...), container per i treni, migliaia di telefonate di ingresso e in uscita ogni giorno, VPN per connettere le sedi, ecc. e tante altre infrastrutture pubbliche.E secondo te i ricchi pagherebbero troppe tasse?Ma fammi il piacere.L'ultima aliquota prevista è "oltre 75.000 euro", ovvero chi guadagna 200 mila euro paga la stessa % di chi guadagna 20 milioni (=silvio, uno a caso).
            In italia vanno perseguiti principalmente chi e'
            sconosciuto al fisco, che sono quelli che sono
            veramente schifosi. E ce ne sono veramente
            tantissimi (vai a vedere quanti macchinoni ci
            sono sotto le case popolari)Sono assolutamente d'accordo
            Semplicemente i soldi delle tasse vengono spesi
            male, e dovrebbe essere questo il primo problema
            da risolvere.Certamente avere il parlamento pieno murato di persone che interagiscono a vari titoli con malavitosi e mafiosi, che attaccano coloro che di mestiere fanno rispettare le leggi, che sono i primi a non rispettare le leggi, a corrompere, a pensare solo a fare propaganda e avanzare continuamente proposte per AVANTAGGIARE i fuorilegge (v. legge sulle intercettazioni, proXXXXX breve ovvero morto, lodo alfano, bavaglio alla stampa, ecc. giusto per citare alcune dell'ultimo anno), fare investimenti solo dove c'è un tornaconto diretto (digitale terrestre?)... una situazione così non aiuta certo a "spendere bene" i soldi pubblici ovvero nostri.
          • harvey scrive:
            Re: chissà quante opere pubbliche inutili...
            - Scritto da: the_m
            Le tasse le paghi sugli utili, non sul fatturato.Non e' proprio cosi', visto che negli utili vengono conteggiate pure diverse spese
            Ciò premesso, chi guadagna molto (soprattutto
            perchè possiede aziende produttive) SICURAMENTE
            usa infinitamente più servizi pubblici di ad es.
            un
            impiegato.Ma tutto quello che utilizza viene già tassato alla fonte.Le tasse per il camion le paga, le benzina e' tassata, l'operai sotto di lui vengono tassati, ecc ecc
            Tu hai idea anche solo per movimentare la merce
            della Ferrero nell'esempio quanti migliaia di
            camion partono e arrivano ogni ogni giorno
            (=traffico, inquinamento, usura delle strade,
            incidenti stradali+spese sanitarie,...),
            container per i treni, migliaia di telefonate di
            ingresso e in uscita ogni giorno, VPN per
            connettere le sedi, ecc. e tante altre
            infrastrutture
            pubbliche.Tutte cose che vengono tassate già alla fonte
            E secondo te i ricchi pagherebbero troppe tasse?
            Ma fammi il piacere.No, io sostengo che e' una cagata populista sostenere che se il ricco non paga le tasse sta rubando, perche' anche lui usa i servizi. Semplicemente non sta pagando i servizi per gli altri, ma questo e' un altro discorsoQuindi prima perseguiamo per bene chi RUBA, chi e' un bilancio negativo per la società, dopo perseguiamo chi non fa la BENEFICENZA OBBLIGATORIA
            L'ultima aliquota prevista è "oltre 75.000 euro",
            ovvero chi guadagna 200 mila euro paga la stessa
            % di chi guadagna 20 milioni (=silvio, uno a
            caso).E' una percentuale...
            Certamente avere il parlamento pieno murato di
            persone che interagiscono a vari titoli con
            malavitosi e mafiosi, che attaccano coloro che di
            mestiere fanno rispettare le leggi, che sono i
            primi a non rispettare le leggi, a corrompere, a
            pensare solo a fare propaganda e avanzare
            continuamente proposte per AVANTAGGIARE i
            fuorilegge (v. legge sulle intercettazioni,
            proXXXXX breve ovvero morto, lodo alfano,
            bavaglio alla stampa, ecc. giusto per citare
            alcune dell'ultimo anno), fare investimenti solo
            dove c'è un tornaconto diretto (digitale
            terrestre?)... una situazione così non aiuta
            certo a "spendere bene" i soldi pubblici ovvero
            nostri.Se la gente li vota vuol dire che li viole. Almeno hanno di che lamentarsi al bar...
      • frank681 scrive:
        Re: chissà quante opere pubbliche inutili...
        per lui l'aliquota equa sarebbe questa: zero
  • Anonym ous scrive:
    riflessione...
    Illegale? no.Immorale? forse si.Ma come disse un grande uomo "la moralità è l'invidia con l'aureola".scommetto che molti di quelli che si lanciano addosso a google ora vorrebero poter fare la stessa cosa, oppure gia la fanno.
    • ruppolo scrive:
      Re: riflessione...
      - Scritto da: Anonym ous
      Illegale? no.
      Immorale? forse si.
      Ma come disse un grande uomo "la moralità è
      l'invidia con
      l'aureola".
      scommetto che molti di quelli che si lanciano
      addosso a google ora vorrebero poter fare la
      stessa cosa, oppure gia la
      fanno.Hai ragione, ma almeno Google ci risparmi l'ipocrisia.
      • fiertel91 scrive:
        Re: riflessione...
        - Scritto da: ruppolo
        Hai ragione, ma almeno Google ci risparmi
        l'ipocrisia.Quale in particolare?
    • guast scrive:
      Re: riflessione...
      - Scritto da: Anonym ous
      Illegale? no.
      Immorale? forse si.
      Ma come disse un grande uomo "la moralità è
      l'invidia con
      l'aureola".
      scommetto che molti di quelli che si lanciano
      addosso a google ora vorrebero poter fare la
      stessa cosa, oppure gia la
      fanno.E' vero. Se fossi al posto loro farei la stessa cosa.Però comunque se ne deve discutere. Sono d'accordo che non sia illegale, quindi non si tratta di dargli addosso o criminalizzarla. Semplicemente decidere se è il caso di correggere la legge.
    • Redpill scrive:
      Re: riflessione...
      - Scritto da: Anonym ous
      Illegale? no.
      Immorale? forse si.
      Ma come disse un grande uomo "la moralità è
      l'invidia con
      l'aureola".
      scommetto che molti di quelli che si lanciano
      addosso a google ora vorrebero poter fare la
      stessa cosa, oppure gia la
      fanno.Anche Giustizia e Legge sono concetti differenti. E qui è il caso di parlare di cosa sia giusto e cosa non lo sia. Lascia perdere la moralità, al giorno d'oggi non va più di moda.
    • NARDO86 scrive:
      Re: riflessione...
      già lo fanno come anche citato nell'articolo.. e per tutti i perbenisti se queste manovre hanno un nome ben preciso è perchè sono stra-conosciute e stra-usate da tutti i grossi ora non facciamo uno scandalo solo perchè l'azienda si chiama Google avete rotto le scatole vivamente..vi do un nuovo argomento: google utilizza l'energia elettrica quindi la ruba agli africani che non ce l'hanno negli ospedali da campo - google produce co2 quindi ci sta uccidendo tutti - le macchine dello street view generano traffico e quindi la gente si stressa a causa loro - google tv ucciderà le emittenti televisive
  • SCF IS EVIL scrive:
    Ah...
    ma allora B. non è nessuno, pensavo che queste cose le avesse inventate lui.(rotfl)
  • harvey scrive:
    Vabbè, è legale
    Di cosa si lamentano, le leggi sono fatte cosi', non ti puoi lamentare se uno le rispetta, soprattutto se le leggi le fanno loro!Magari vedendo questi soldini che spariscono si sbrigano a fare leggi anti paradisi fiscali. Poi bisogna vedere se i politici preferiscono usufruirne dei paradisi fiscali o chiuderli, ma questi sono altri discorsi
    • Teone scrive:
      Re: Vabbè, è legale
      Funziona così: DAGLI; DAGLI ADDOSSO A GOOGLE! Così la gente devia il suo giusto risentimento dalle IGNOBILI politiche sociali e si dimentica delle malefatte quel tanto che basta per far rieleggere e prendere lo stipendio altri anni agli uomini politici responsabili della rovinaooh è colpa di google che si vale di leggi legalissime per non essere munta come una XXXXX, se il paese va male, non di chi lo dovrebbe amministrare...è tutto fatto per metterci gli uni contro gli altri così' che certi tizi possano continuare a vivere a spese della collettività senza rendere conto del loro operatosi mette in giro la notiziai giornalistoidi da strapazzo la riprendono (senza manco mezzo commento critico né senza dire: ehi! ma come mai viene tirata in ballo questa cosa proprio adesso?
    • Anonymous scrive:
      Re: Vabbè, è legale

      Magari vedendo questi soldini che spariscono si
      sbrigano a fare leggi anti paradisi fiscali. Sì, ma sarebbe una legge fin da subito.. "Antigua" LOL
    • Rover scrive:
      Re: Vabbè, è legale
      Comunque sembra di capire che si tratta di una intrpretazione border-line, se non addirittura tale da essere fuorilegge.
      • harvey scrive:
        Re: Vabbè, è legale
        - Scritto da: Rover
        Comunque sembra di capire che si tratta di una
        intrpretazione border-line, se non addirittura
        tale da essere
        fuorilegge.Di illegale non c'e' niente. In america l'evasione fiscale la prendono sul serio, mica come qua in italiaSe fosse illegale altro che articolo di giornale, li ci vanno con le manette ad arrestare la genteComunque tutti giocano con gli stessi vantaggi, magari i contabili di google sono stati più bravi, niente di che
    • Redpill scrive:
      Re: Vabbè, è legale
      - Scritto da: harvey
      Di cosa si lamentano, le leggi sono fatte cosi',
      non ti puoi lamentare se uno le rispetta,
      soprattutto se le leggi le fanno
      loro!
      Di cosa ci lamentiamo noi quando lo Stato sovvenziona la FIAT e questa chiude le fabbriche in Italia, facendo perdere posti di lavoro ai nostri connazionali, per aprire in Romania? O per aiutare il mercato statunitense?Noi continuiamo a pagare per qualcun altro. Tutto legalmente.E' un esempio diverso da quello di Google ma non molto distante come concetto. E non ti vuoi lamentare? Allora subisci.
      • harvey scrive:
        Re: Vabbè, è legale
        - Scritto da: Redpill
        E' un esempio diverso da quello di Google ma non
        molto distante come concetto. E non ti vuoi
        lamentare? Allora
        subisci.Il fatto e' che le lamentele sono indirizzate (magari volutamente per li le ha fatte) alla persona sbagliata.La legge e' stata infranta? NO, quindi google ha fatto beneLa legge e' sbagliata? Allora va cambiataE' stupido che la colpevoli sia google. Il colpevole e' il governo che permette queste cose
  • Gino scrive:
    ha capito...
    me coioni!
  • Teone scrive:
    pagare per colpe altrui?
    ma questa notizia è stata DIFFUSA AD ARTE da uomini politici?Perché un'azienda SANA da dovrebbe pagare per le spenderie e gli sperperi?Avessero ELUSO ILLEGALMENTE le tasse, lo capirei....Gli uomini politici imparino cosa significa efficienza e taglino le spese INUTILI, non se la prendano con chi, giustamente, non vuole che il suo patrimonio sia DEPREDATO da questi avvoltoiche poi, è divertente il fatto che si tenti evidentemente di far ricadere su queste entrate sopra le quali tentavano dimettere le mani, tutti i dissesti finanziariDi più, si vuol far credere che è colpa di ciò, se gli americani sono in recessione... Ma che magheggio POLITICO
    • Dave r scrive:
      Re: pagare per colpe altrui?
      Google non vive affatto alle spalle della collettivita', anzi offre molto al contrario.
    • Callisto Software scrive:
      Re: pagare per colpe altrui?
      non da niente in cambio? ma sei fuori? stiamo parlando della stessa cosa? di Google?
    • Rover scrive:
      Re: pagare per colpe altrui?
      Azz, hai superato il tuo maestro che sospetto chiamarsi silvio.Credo che tu non sappia quello di cui stai parlando.Per chi non vuole pagare le tasse la tassazione giusta è quella che non c'è.Uno dei pilastri della società moderno consiste nel contribuire al bene comune anche atraverso la tassazione.Poi possiamo discutere se i soldi vengono spesi bene o male, ma sicuramente non saremmo d'accordo.Perchè tu parti dal concetto sbagliato, cioè che le tasse non vanno pagate tanto sono comunque soldi tuoi buttati. No, una parte sono soldi di tutti, altrimenti puoi aprire la tua attività su Marte. E poi vediamo!
      • Matteo scrive:
        Re: pagare per colpe altrui?
        Concetto pressocché giusto e sbagliato allo stesso tempo.Punto primo: in una società come quella Americana, dove il Capitalismo è una divinità e il Miracolo si chiama PROFITTO è assolutamente NORMALE che un'azienda sfrutti questa falla del sistema. E' il sistema stesso che l'ha generata.Punto secondo: Il comportamento di Google è legale, anche se per noi è eticamente scorretto.. il che è pure normale visto che nel nostro sistema (idealmente) Tasse = servizio pubblico, ma in quello statunitense quale sarebbe il servizio pubblico? ADESSO, con la riforma della sanità, se ne può parlare ma ai tempi in cui sono stati commessi questi illeciti morali direi proprio di no.Il buco delle finanze di cui si parla è stato lasciato dal Sig. Bush e dalla sua smania bellica.Bush ha svuotato le casse della nazione più ricca del mondo per portare avanti guerre una dietro l'altra. E' il paese col più alto tasso di spesa militare......Se avessi io le redini di Google farei esattamente la stessa cosa, per coscienza.Si può obiettare dicendo che la ricerca militare è alla fine quella che ci ha portato a tante comodità moderne, tuttavia non potete biasimarmi se dico che ogni singolo dollaro impiegato per portare avanti una guerra sia un dollaro bruciato.
      • fiertel91 scrive:
        Re: pagare per colpe altrui?
        - Scritto da: Rover
        Perchè tu parti dal concetto sbagliato, cioè che
        le tasse non vanno pagate tanto sono comunque
        soldi tuoi buttati.Non è lui a partire dal concetto sbagliato, ma l'autore dell'articolo. E' quest'ultimo a paventare conti in rosso degli USA, quando sappiamo bene come e quanti sono i miliardi di dollari sprecati (anzi, regalati).Non perderti gli episodi per strada, per favore.
    • Rover scrive:
      Re: pagare per colpe altrui?
      Sono perfettamete d'accordo. E quel poco lo da' ad uno stato straniero.Il tutto per tenere alto in titolo in borsa. ALtra manica di pirati. Anzi molto peggio.
      • fiertel91 scrive:
        Re: pagare per colpe altrui?
        - Scritto da: Rover
        Sono perfettamete d'accordo. E quel poco lo da'
        ad uno stato
        straniero.Poco patriottica dici?
        Il tutto per tenere alto in titolo in borsa.Non è un'organizzazione non-profit. Stupirebbe il contrario.
    • fiertel91 scrive:
      Re: pagare per colpe altrui?
      - Scritto da: guast
      I fondatori vengono da una università formalmente
      privata, che ufficialmente si sostiene con le
      rette e le donazioni, ma che poi ogni anno
      gestisce miliardi di dollari in fondi pubblici
      destinati alla
      ricerca.La busta paga viene versata su un conto estero? Sarebbero poi eticamente colpevoli anche i "cervelli in fuga" italiani?
Chiudi i commenti