MWC 2015/ BlackBerry, smartphone e software

L'ex-colosso canadese continua a sfornare nuovi terminali mobile, tra touch e tastiere fisiche. Ma punta sempre di più sul software, aprendosi alla concorrenza
L'ex-colosso canadese continua a sfornare nuovi terminali mobile, tra touch e tastiere fisiche. Ma punta sempre di più sul software, aprendosi alla concorrenza

La presenza di BlackBerry al Mobile World Congress 2015 (MWC) è stata discreta, ma non per questo priva di novità interessanti: l’azienda canadese ha annunciato due nuovi terminali e una nuova politica per la distribuzione del suo software proprietario sulle piattaforme concorrenti. BB tornerà presto a fare soldi, promette il CEO John Chen.

I terminali, prima di tutto: l’attuale posizione marginale detenuta nel mercato mobile – Venezuela escluso, a quanto pare – hanno costretto l’ex-RIM a reinventarsi, e la prima novità presentata dalla corporation a Barcellona è uno smartphone privo di qualsivoglia tastiera QWERTY fisica integrata.

Leap , questo il nome del terminale, è un prodotto di medio livello con controlli esclusivamente touch, schermo da 5″ a 720p, SoC dual-core a 1,5GHz, 2 Gigabyte di RAM, fotocamera principale da 8 megapixel, 16GB di storage integrato (espandibile tramite slot microSD), supporto alla connettività completo (anche LTE) e OS BB 10.3.1.

BlackBerry descrive Leap come un dispositivo adatto ai giovani professionisti che necessitano di sistemi di comunicazione sicura, e che magari non vogliano spendere troppo vista la fascia di prezzo indicata (275 dollari).

L’azienda canadese si è rassegnata al touch ha abbandonato i design classici che ne hanno contraddistinto la storia degli ultimi anni? Non proprio: BlackBerry, che difende con le unghie e con i denti il proprio design, oltre a Leap ha annunciato The Slider , telefonino con tastiera QWERTY fisica a scomparsa che continua nel segno della tradizione.

La situazione finanziaria di BlackBerry si sta stabilizzando e presto torneranno i profitti, ha promesso John Chen, intanto l’azienda sembra volersi preparare a un business incentrato esclusivamente sul software rilasciando alcune funzionalità caratteristiche della piattaforma BB (Universal Search, tastiere software e altro) per iPhone e terminali Android.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 03 2015
Link copiato negli appunti