MySpace, i numeri non convincono

News Corp ha stilato la previsioni per il social network fino al 2015. La ripresa arriverebbe nel 2012. 2011 ancora nero. Ma lo scetticismo regna sovrano

Roma – Vento in poppa nel 2008: 900 milioni di dollari di guadagni con prospettive di ulteriore crescita. Un anno dopo cominciano i tempi duri e qualche mese fa la definitiva caduta di MySpace . Ora Techcrunch rende noti i documenti che News Corp. ha distribuito ai potenziali acquirenti .

Non si parla di trascorsi, di dati e numeri passati, ma di prospettive e analisi sul futuro sebbene il presente sia parecchio sconfortante. Secondo l’attuale proprietario, le previsioni per le entrate stimate al 30 giugno 2011 toccano i 109 milioni di dollari a fronte di una spesa annuale calcolata intorno ai 274 milioni. Si stima, dunque, che nel 2011 il sito subirà ulteriori danni economici , pari a 165 milioni di dollari.

Oltre il 2011, le stime diventano più ottimiste arrivando a prevedere una ripartenza dopo il 2012. Costo dell’operazione di salvataggio? 205 milioni di dollari nei prossimi 14 mesi. Il che significa altri tagli al personale.

Il libro spese conta , inoltre, su 101, 119 e 139 milioni di dollari di entrate dal 2013 al 2015.

Una vera e propria emorragia finanziaria che, sebbene i notevoli sforzi di drenaggio da parte News Corp., sarà difficile risanare. Per questo motivo, sono in molti a sostenere che il tentativo di piazzare MySpace affidandosi ad un acquirente sia praticamente una missione impossibile.

Secondo i resoconti , il network sarebbe, comunque, in trattative con alcune aziende: la cinese Tencent Holding Ltd., Vevo, Gores Group e Criterion Capital Partners.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • silvan scrive:
    Ultimo dei problemi.
    Con l'attuale aumento della popolazione mondiale e la sempre più scarsità di materie prime, alimentari e di acqua potabile, temo che l'umanità, se non si autoregolerà, sarà molto più impegnata in conflitti e catastrofi planetarie.
  • EXMfuit scrive:
    ExoMars e' in crisi
    ExoMars e' in grossa crisi a causa dei tagli di fondi alla NASA.Infatti non c'e', al momento attuale per ExoMars, alcuna cooperazione con la Russia. La cooperazione era iniziata con la NASA quando la missione e' stata divisa in due parti: la missione da lanciare nel 2016 prevede un Orbiter per lo studio dei gas dell'atmosfera marziana (con particolare attenzione a produzione e assorbimento di gas metano) e una capsula dimostratore della capacita' di atterrare sul pianeta.Poi la missione da lanciare nel 2018 prevedeVA un Rover europeo capace di prelevare campioni di terreno fino a 2 metri di profondita' per cercare tracce di vita presente o passata e contemporaneamente un Rover americano capace di studiare e raccogliere campioni per "inscatolarli" e poi farli recuperare da future missioni.Bello e impossibile. Ora (aprile 2011) il Rover europeo e' stato cancellato e forse si fara' un unico rover insieme a NASA. Tutto perche' la missione e' sicuramente complessa e costosa e i tagli al bilancio NASA e la previsione di spesa di ESA hanno costretto ad una profonda e dolorosa riduzione.L'Italia e' (era?) tra molto coinvolta nel programma, essendo capocommessa di tutta la missione e in particolare nello sviluppo del dimostratore di atterraggio.Non voglio fare pubblicita' alle aziende coinvolte. Per i dettagli c'e' Wikipedia.EXM-fuit
  • ninjaverde scrive:
    FusioneFredda
    Di fusione fredda ogni tanto se ne parla.Pare comunque che qualcosa in Italia si stia facendo a livello universitario, anche se ci sono ancora problemini da risolvrere.Pare anche con l'uso di materiali non rari.E' ovvio che non si può montare una centrale atomica a fissione su di un vettore con elementi come il plutonio. Basterebbe un guasto banale per creare una catastrofe come quelle che abbiamo visto e vediamo.Inoltre non è possibile neanche montare su di un vettore una centrale pesantissima sia pure a fusione. Insomma o si "sblocca" una nuova tecnologia o aspettiamo.
    • Orfheo scrive:
      Re: FusioneFredda
      - Scritto da: ninjaverde
      Di fusione fredda ogni tanto se ne parla.
      Pare comunque che qualcosa in Italia si stia
      facendo a livello universitario, anche se ci sono
      ancora problemini da
      risolvrere.Ci andrei cauto se stiamo parlando dell'ecatdi Rossi-Focardi. Non e' ancora del tutto chiaro neppure se si tratti di un fenomeno reale o di un "fake". Sembra semplicemente troppo bello per essere vero.
      Pare anche con l'uso di materiali non rari.
      E' ovvio che non si può montare una centrale
      atomica a fissione su di un vettore con elementi
      come il plutonio. Basterebbe un guasto banale per
      creare una catastrofe come quelle che abbiamo
      visto e
      vediamo.
      Inoltre non è possibile neanche montare su di un
      vettore una centrale pesantissima sia pure a
      fusione.

      Insomma o si "sblocca" una nuova tecnologia o
      aspettiamo.Io ho il brutto presentimento che tu abbia ragione e che aspetteremo parecchio. Se non ho sbagliato a fare i conti servono circa 60MJoules/Kg solo per lasciare il campo gravitazionale terrestre, 60GJ per ogni tonnellata, compreso il combustibile.Orfheo.
      • ninjaverde scrive:
        Re: FusioneFredda


        non crei problemi

        radioattivi.

        Ma se pensano di fare un vettore ad energia

        atomica vuol dire che qualcosa "bolle in

        pentola".
        Quello che mi "preoccupa", oltre al "troppo
        bello" e' il curriculum degli autori. Basta
        girellare per la rete per trovare le
        info.

        Dubito che qualcuno riuscira' ad "affossare" un
        progetto come questo se si rivelasse "reale".
        Aprirebbe la strada ad una nuova fisica oltre a
        risolvere in modo "pulito" ed "elegante" i nostri
        problemi energetici "sulla Terra".Stiamo parlando di "potenti" e quelli se vogliano affossano tutto.C'è solo da sperare che non sia così....O che cambino idea...Del resto personalmente, ogni tanto leggo libri antici, in particolare di storia, mi accorgo che le scuole ci hanno raccontato tante stupidaggini, e tali stupidaggini non sono solo dovute ad errori di trascrizione (quelli sono pressochè trascurabili sui testi antichi) ma a scelte, a volte politiche a volte di altre natura. Quindi affossare un'invenzione è una "barzelletta". (Per qualcuno).C'è da dire però che ora la situazione del pianeta, ed i recenti disastri possono far cambiare idea anche ai potenti, poichè sulla "barca Terra" ci sono anche loro.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 aprile 2011 19.42-----------------------------------------------------------
        • Orfheo scrive:
          Re: FusioneFredda
          - Scritto da: ninjaverde


          non crei problemi


          radioattivi.


          Ma se pensano di fare un vettore ad energia


          atomica vuol dire che qualcosa "bolle in


          pentola".

          Quello che mi "preoccupa", oltre al "troppo

          bello" e' il curriculum degli autori. Basta

          girellare per la rete per trovare le

          info.



          Dubito che qualcuno riuscira' ad "affossare" un

          progetto come questo se si rivelasse "reale".

          Aprirebbe la strada ad una nuova fisica oltre a

          risolvere in modo "pulito" ed "elegante" i
          nostri

          problemi energetici "sulla Terra".

          Stiamo parlando di "potenti" e quelli se vogliano
          affossano
          tutto.
          C'è solo da sperare che non sia così....O che
          cambino
          idea...
          Del resto personalemte, ogni tanto leggo libri
          antici, in particolare di storia, mi accorgo che
          le scuole ci hanno raccontato tante stupidaggini,
          e tali stupidaggini non sono solo dovute ad
          errori di trascrizione (quelli sono pressochè
          trascurabili sui testi antichi) ma a scelte, a
          volte politiche a volte di altre natura.

          Quindi affossare un'invenzione è una
          "barzelletta". (Per
          qualcuno).
          C'è da dire però che ora la situazione del
          pianeta, ed i recenti disastri possono far
          cambiare idea anche ai potenti, poichè sulla
          "barca Terra" ci sono anche
          loro.Ripeto il consiglio. Cercare le referenze sugli autori.Non e' difficile.E non promette nulla di buono.Orfheo.
    • www scrive:
      Re: FusioneFredda
      segnalo che oggi su rainews24 verso le 15 c'e' una trasmissione sulla fusione nucleare, non so se relativa alle ultime news di focardi&C
  • Ignorante scrive:
    E se casca?
    Pensate se poi viene giù in decollo o va male l'ammartaggio.Un botto su marte pace, ma se ci casca in testa un scatola piena di materiale radioattivo!
    • MeX scrive:
      Re: E se casca?
      penso che il reattore verrà acceso solo una volta in orbita
      • nic417 scrive:
        Re: E se casca?
        Rubbia ha già risposto a critiche in questo senso. il motore viene acceso solo in orbita. inoltre sono solo 30kg di americio. l'americio non è radioattivo come il plutonio. il suo tempo di dimezzamento è notevolmente inferiore. infine una così poca quantità non rappresenta un rischio grave.
        • nic417 scrive:
          Re: E se casca?
          mi è scappato uno zero. intendevo 3 kg di americio.
        • bho scrive:
          Re: E se casca?
          3 kg in testa dallo spazio non sono un rischio? ... XD
        • Anonimissim o scrive:
          Re: E se casca?
          Un tempo di emivita più breve indica un prodotto sovente più radioattivo! Per assurdo il plutonio non è tanto pericoloso per la sua radioattività, ma per la sua tossicità in quanto è molto reattivo chimicamente ed è reputata una tra le sostanze in assoluto più velenose e tossiche da maneggiare.In realtà viviamo a contatto con isotopi più pericolosi del plutonio come radioattività.L'uranio naturale che ha emivita media di tre miliardi e mezzo di anni è ancora meno pericoloso radiologicamente parlando, tanto che in forma metallica può essere maneggiato a mani nude senza correre grossi rischi!Anche perché in realtà è talmente tanto diffuso sulla terra che ogni giorno ne ingeriamo una piccola quantità!
      • EXMfuit scrive:
        Re: E se casca?
        Nei sottomarini nucleari l'equipaggio ci sta. A lungo.Certo un veicolo spaziale non avrebbe le stesse dimensioni di un sub...EXMfuit
        • Orfheo scrive:
          Re: E se casca?
          - Scritto da: EXMfuit
          Nei sottomarini nucleari l'equipaggio ci sta. A
          lungo.
          Certo un veicolo spaziale non avrebbe le stesse
          dimensioni di un
          sub...

          EXMfuitVero. Pensavo proprio a loro.Certo un sottomarino nucleare puo' pesare quanto si vuole.Una nave spaziale, un po' meno.Orfheo.
  • bertuccia scrive:
    per andare su Marte
    servono almeno 1,21 GigoWatt.suggerisco del Plutonio
    • Mr Fusion scrive:
      Re: per andare su Marte
      Si prega non rivolgersi a terroristi Libici.
    • Orfheo scrive:
      Re: per andare su Marte
      - Scritto da: bertuccia
      servono almeno 1,21 GigoWatt.

      suggerisco del PlutonioA Fukushima, reattore N.3, quello a Mox, ne hanno da vendere ;-(Orfheo.
  • All scrive:
    E il progetto di Rubbia??
    Ma non possono riprendere e sviluppare ulteriormente il progetto di Carlo Rubbia, quello del motore ad americio ( http://it.wikipedia.org/wiki/Progetto_242 ).Comunque sarebbe ora che si dessero una mossa con le tecnologie propulsive, siamo fermi a von Braun!!
    • Astronucleo scrive:
      Re: E il progetto di Rubbia??
      Rubbia è specializzato nel proporre tecnologie teoricamente interessanti, ma tecnologicamente assurde. Prima il suo rubbiatrone, poi il progetto 242, che per funzionare utilizza un isotopo dell'americio che è difficilissimo da produrre ed è costosissimo. Se l'ESA ha in mente qualcosa, spero che sia qualcosa di fattibile (come hanno sempre fatto finora).
      • asd scrive:
        Re: E il progetto di Rubbia??
        40 km al secondo non mi sembrano una bazeccola pero', e' cosi' difficile da riprodurre artificialmente? e cmq i costi ci sono sempre, ma invece di andare nello spazio dovrebbero preoccuaprsi del pianeta e della crisi.... specialmente i russi che non si possono permettere delle spese cosi' esose come un tempo
        • All scrive:
          Re: E il progetto di Rubbia??
          Dobbiamo preoccuparci di tutto, anche dello spazio!
        • pippO scrive:
          Re: E il progetto di Rubbia??
          - Scritto da: asd
          40 km al secondo non mi sembrano una bazeccola
          pero', e' cosi' difficile da riprodurre
          artificialmente? e cmq i costi ci sono sempre, ma
          invece di andare nello spazio dovrebbero
          preoccuaprsi del pianeta e della crisi....Sempre meglio avere una via di fuga pronta... :D
        • benkj scrive:
          Re: E il progetto di Rubbia??
          - Scritto da: asd
          ma invece di andare nello spazio dovrebbero
          preoccuaprsi del pianeta e della crisi....Proprio in tempo di crisi si dovrebbe investire di piu' nella ricerca, come ha fatto la Francia. In Italia pero' queste cose non si sanno
        • a a scrive:
          Re: E il progetto di Rubbia??
          - Scritto da: asd
          40 km al secondo non mi sembrano una bazeccola
          pero', e' cosi' difficile da riprodurre
          artificialmente? e cmq i costi ci sono sempre, ma
          invece di andare nello spazio dovrebbero
          preoccuaprsi del pianeta e della crisi....
          specialmente i russi che non si possono
          permettere delle spese cosi' esose come un
          tempoi soldi circolano non vengono bruciati
      • fox82i scrive:
        Re: E il progetto di Rubbia??
        E cmq mi pare che sia l'unico che propone soluzioni decenti in linea con la nostra attuale tecnologia.Chissà poi perchè tutti vogliono andare su Marte! Che c'è di così bello in quel pianeta?Preferirei che i soldi spesi per questi progetti fossero destinati a rierche energetiche..
        • koteko scrive:
          Re: E il progetto di Rubbia??
          Lo saranno: indirettamente. Non hai idea di quanti ricercatori nelle piu' svariate aree sono finanziati da enti militari (primi tra tutti quelli americani) :)Non sempre la linea retta e' la via piu' corta tra due punti ;)
          • attonito scrive:
            Re: E il progetto di Rubbia??

            Non sempre la linea retta e' la via piu' corta
            tra due punti
            ;)ed invece, guarda caso, e' proprio cosi'
        • krane scrive:
          Re: E il progetto di Rubbia??
          - Scritto da: fox82i
          E cmq mi pare che sia l'unico che propone
          soluzioni decenti in linea con la nostra attuale
          tecnologia.
          Chissà poi perchè tutti vogliono andare su Marte!
          Che c'è di così bello in quel pianeta?
          Preferirei che i soldi spesi per questi progetti
          fossero destinati a rierche energetiche..E' rosso: non ti danno del comunista ogni 5 minuti, anzi e' normale esserlo...
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: E il progetto di Rubbia??
            no. marte è fascista (cit)
          • krane scrive:
            Re: E il progetto di Rubbia??
            - Scritto da: Jacopo Monegato
            no. marte è fascista (cit)Il pianeta in se' e' rosso, poi sulla superficie qualche fascista c'e' stato...Come sulla luna del resto.(rotfl)
          • bob scrive:
            Re: E il progetto di Rubbia??
            bazzecole! Non la luna pallido sasso rivoltante di romanticherie per lacrimosi e pagliazzi sodomiti,ma Marte, per Dio, che da rossa ha da sì far nera!e grazie ad un manipolo d'uomini Barbagli, Fecchia, Freghieri, Pini e Santodio alle ore 15 del 10 maggio 1939 è Fascista.
        • Marco scrive:
          Re: E il progetto di Rubbia??
          Perchè Marte è il pianeta più simile alla Terra, il più "facilmente" colonizzabile:[yt]OTjCb-S2yX8[/yt]Per quanto riguarda le tecnologie di propulsione non abbiamo molta scelta[yt]Zg643xj9BEs[/yt]Oppure dai retta a loro:[yt]VV47zkm3uNQ[/yt]:-)
          • attonito scrive:
            Re: E il progetto di Rubbia??
            - Scritto da: Marco
            Perchè Marte è il pianeta più simile alla Terra,
            il più "facilmente"
            colonizzabile:Ti confondi con venere.http://it.wikipedia.org/wiki/File:Terrestrial_planet_size_comparisons.jpgDa sinistra: Mercurio, Venere, Terra, Marte.http://it.wikipedia.org/wiki/Venere_%28astronomia%29
          • MacBoy scrive:
            Re: E il progetto di Rubbia??
            - Scritto da: attonito
            - Scritto da: Marco

            Perchè Marte è il pianeta più simile alla Terra,

            il più "facilmente"

            colonizzabile:
            Ti confondi con venere.
            http://it.wikipedia.org/wiki/File:Terrestrial_plan
            Da sinistra: Mercurio, Venere, Terra, Marte.Venere ha l'atmosfera acida e un effetto serra da paura con temperature sulla superficie nell'ordine dei 400 °C.Comunque questa cosa di pensare di colonizzare altri pianeti è una ca**ata. Niente sarà mai meglio della terra, anche se rasa al suolo da un meteorite o dalle bombe H. E prima di andare su Marte ci sono tanti oceani, piuttosto, da colonizzare...
          • attonito scrive:
            Re: E il progetto di Rubbia??
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: attonito

            - Scritto da: Marco


            Perchè Marte è il pianeta più simile alla
            Terra,


            il più "facilmente"


            colonizzabile:

            Ti confondi con venere.


            http://it.wikipedia.org/wiki/File:Terrestrial_plan

            Da sinistra: Mercurio, Venere, Terra, Marte.

            Venere ha l'atmosfera acida e un effetto serra da
            paura con temperature sulla superficie
            nell'ordine dei 400
            °C.

            Comunque questa cosa di pensare di colonizzare
            altri pianeti è una ca**ata. Niente sarà mai
            meglio della terra, anche se rasa al suolo da un
            meteorite o dalle bombe H. E prima di andare su
            Marte ci sono tanti oceani, piuttosto, da
            colonizzare...Caso mai l'umanita' decidesse di colonizzare A LUNGO TERMINE (non qualche struttura tipo igloo, ma proprio da camminare senza protezioni sulla superfice) l'unico candidato e' Venere. Dotato di gravita' compatibile e sopratutto campo magnetico. Ci sono progetti di colonizzazione che durerebbero decine di migliaia di anni: se e' teoricamente possibile "svelenare" Venere, NON E' IN NESSUN CASO possibile aumentare la gravita di Marte ne' dotarlo di campo magnetico.http://it.wikipedia.org/wiki/Terraformazione_di_Venere
          • attonito scrive:
            Re: E il progetto di Rubbia??
            dimenticavohttp://it.wikipedia.org/wiki/Terraformazione
          • Orfheo scrive:
            Re: E il progetto di Rubbia??
            - Scritto da: attonito
            Caso mai l'umanita' decidesse di colonizzare A
            LUNGO TERMINE (non qualche struttura tipo igloo,
            ma proprio da camminare senza protezioni sulla
            superfice) l'unico candidato e' Venere. Dotato di
            gravita' compatibile e sopratutto campo
            magnetico. Ci sono progetti di colonizzazione che
            durerebbero decine di migliaia di anni: se e'
            teoricamente possibile "svelenare" Venere, NON E'
            IN NESSUN CASO possibile aumentare la gravita di
            Marte ne' dotarlo di campo
            magnetico.

            http://it.wikipedia.org/wiki/Terraformazione_di_VeMmmm ... il periodo di rotazione di Venere, qualche mese, come lo modifichiamo?Orfheo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 aprile 2011 19.03-----------------------------------------------------------
          • attonito scrive:
            Re: E il progetto di Rubbia??
            Modificato dall' autore il 14 aprile 2011 19.03
            --------------------------------------------------quello NON e' modificabile ameno di non usare altri corpi celesti "sparati" contro il Venere allo scopo di modificarne il momento angolare, che e' un progetto ancor piu teorica rispetto alla "semplice" ripulitura dalla CO2.Per bene che vada, o ci si dovra abituare a vivere come i popoli nordici con tot mesi di buio e tot mesi di luce (gli svedesi non mi pare si straccino le vesti per questo), oppure si colonizzeranno le aree circumpolari che saranno piu' illuinate o si diventera' un popolo "nomade" sei mesi di qui e sei mesi di la' inseguendo il sole.Ora come ora, non ci sono tecniche "a portata di mano" per modificare la rotazione di Venere, punto.Nota che alla mancanza di luce ci si puo' abituare, ma alla mancanza di campo magnetico, NO.
          • Anonimissim o scrive:
            Re: E il progetto di Rubbia??
            Mmmm... Penso che se la terra ruotasse come venere, sarebbe molto simile ad esso! Anche depurando la sua atmosfera (Non ci riusciamo con la nostra 90 volte meno densa figuriamoci con la sua), Resterebbe il fatto che ruotando così senza effetto serra anziché avere una temperatura media su tutto il pianeta intorno ai 400°, con atmosfera "Terrestre" ne avremmo una con escursione tra giorno e notte probabile di quasi 300! Non ho voglia di ipotizzare calcoli ma mi pare verosimile qualcosa tipo -100° notte +200° giorno. Bisognerebbe essere nomadi per forza è vivere in continuo nelle zone di alba e tramonto.
          • Orfheo scrive:
            Re: E il progetto di Rubbia??

            quello NON e' modificabile ameno di non usare
            altri corpi celesti "sparati" contro il Venere
            allo scopo di modificarne il momento angolare,
            che e' un progetto ancor piu teorica rispetto
            alla "semplice" ripulitura dalla
            CO2.
            Per bene che vada, o ci si dovra abituare a
            vivere come i popoli nordici con tot mesi di buio
            e tot mesi di luce (gli svedesi non mi pare si
            straccino le vesti per questo), oppure si
            colonizzeranno le aree circumpolari che saranno
            piu' illuinate o si diventera' un popolo "nomade"
            sei mesi di qui e sei mesi di la' inseguendo il
            sole.
            Ora come ora, non ci sono tecniche "a portata di
            mano" per modificare la rotazione di Venere,
            punto.

            Nota che alla mancanza di luce ci si puo'
            abituare, ma alla mancanza di campo magnetico,
            NO.Assolutamente d'accordo: senza uno "scudo magnetico" un homo sapiens sapiens dura al piu' qualche anno.Ma senza un periodo di rotazione "ragionevole", e non e' una questione di "abituarsi", mantenere anche una piccola zona di Venere "abitabile" sarebbe una impresa titanica. A parte il Sole che "viaggia" in cielo da Ovest ad Est. Ha pure questo difetto Venere. Esito di una probabile "crucca planetaria".La verita' e' che le condizioni di pressione, temperatura, radiazioni, concentrazione dei gas, etc. necessarie a mantenere "vivo" un corpo umano devono essere comprese tra limiti estremamente stretti.L'homo sapiens sapiens e' nato e morira' sul o con il pianeta Terra.Questo e' tutto, temo.Orfheo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 aprile 2011 11.23-----------------------------------------------------------
      • Marco scrive:
        Re: E il progetto di Rubbia??
        Le difficoltà sicuramente ci sono, però il progetto non è da buttare secondo me.http://echowebspace.altervista.org/spacepro/p242/p242.htm
Chiudi i commenti