NASA, scampoli di Shuttle e nuvole di futuro

L'agenzia spaziale statunitense è impegnata con i preparativi per l'ultimo volo di Endeavour, mentre i musei si litigano le "spoglie" del progetto Shuttle, mentre la sonda Spirit arriva al capolinea

Roma – Lo Shuttle Endeavour è quasi pronto per il suo ultimo volo nello spazio, concluso il quale la gloriosa navicella verrà pensionata e finirà in uno dei musei che si contendono le sue spoglie. L’ultima missione di Endeavour dovrebbe partire come previsto , il prossimo 19 aprile, se le verifiche di NASA sullo stato del lancio dopo il passaggio di una tempesta tropicale indicheranno semaforo verde.

Nel frattempo la crew della missione STS-134 si è già riunita per incontrare la stampa presso il Kennedy Space Center , un compito “di routine” che in questo caso ha previsto un surplus di attenzione nei confronti del comandante di missione Mark Kelly.

La partecipazione di Kelly era in forse per via del grave attentato subito dalla moglie, e anche se NASA preferirebbe concentrare i riflettori sulle specificità della missione di Endeavour – non ultimo il trasporto del sofisticato rivelatore di particelle Alpha Magnetic Spectrometer a bordo della Stazione Spaziale Internazionale – non è improbabile che i giornalisti riserveranno domande specifiche al comandante di STS-134.

La missione STS-134 non vede nella presenza di Mark Kelly la sua sola caratteristica peculiare: NASA ha deciso che la “canzone del risveglio” per l’equipaggio di Endeavour – una tradizione storica dell’agenzia spaziale che risale alle prime missioni Apollo degli anni ’60 – verrà decisa da una votazione tra il pubblico e trasmessa all’equipaggio per due dei 14 mattini da passare nello spazio .

Una volta conclusa la sua ultima missione, Endeavour tornerà al suolo per essere dismesso in un hangar in attesa – come il già pensionato Shuttle Discovery – che NASA decida di affidarlo a uno dei 21 musei e centri scientifici interessati a trasformarlo in un’attrazione per visitatori e turisti.

Il programma Shuttle si avvia alla sua definitiva dismissione, e anche la sonda Spirit sembra essere destinata all’abbandono dopo aver cessato l’invio dei suoi segnali vitali in risposta ai tentativi di comunicazione di NASA. Anche Ares 1 , l’imponente razzo vettore che avrebbe dovuto far parte del defunto progetto Constellation , potrebbe finire nel dimenticatoio per mancanza di fondi sufficienti a completarne la costruzione in tempi relativamente brevi.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Wes scrive:
    inevitabile
    inevitabile che sarebbe finito così, soprattutto considerato che firefox su mac ha le stesse caratteristiche di camino, ed è più supportatovoterei per spostare tutta la forza lavoro sul progetto di firefox, che non è un port, e che quindi può potenzialmente offrire le stesse feature funzionali caratteristiche di camino
  • Sandro kensan scrive:
    KompoZer
    C'è pure KompoZer che usa Gecko come motore di rendering delle pagine html. Il suo sviluppo è fermo da diversi mesi ma in futuro come farà a svilupparsi?
  • mimmo scrive:
    peccato...
    io ho usato camino per un annetto, quando firefox era alla versione 2 e safari non aveva ancora la navigazione a schede... era davvero ottimo, più veloce di entrambi i browser di cui sopra, più compatibile e ricco di funzionalità di safari... un firefox "alleggerito" con un'interfaccia simpatica, senza addons ma con una gestione avanzata dei mori di ricerca e delle impostazioni di privacy, e un adblock interno abbastanza buono.mi piaceva, ma purtroppo da allora lo sviluppo si è quasi fermato... ha perso il treno e ormai non c'è più storia: è rimasto in sostanza il browser di 3 anni fa, mentre gli altri facevano passi da gigante e usciva chrome.... per recuperare terreno e avere motivo di esistere ha bisogno di un gruppo che ci metta mano pesantemente, altrimenti tanto vale abbandonarlo.
Chiudi i commenti