Nero per Linux scrive in blu

La nuova versione di Nero Linux, la 3, porta anche sulla piattaforma del pinguino il supporto ai formati in alta definizione Blu-ray e HD DVD. Il software è inoltre finalmente in grado di girare sui sistemi a 64 bit

Karlsbad – La scorsa settimana la società tedesca Nero ha rilasciato la nuova major release 3 del proprio software di masterizzazione Nero Linux che, come suggerisce il nome, gira su alcuni dei più diffusi sistemi operativi basati su Linux.

Introdotto per la prima volta nella primavera del 2005, in questi due anni di vita la versione Linux di Nero ha raggiunto funzionalità e maturità comparabili alla controparte per Windows . Le ultime novità, incluse nella release 3, sono rappresentate dal supporto ai dischi Blu-ray e HD DVD e ai sistemi a 64 bit .

“Il lancio di Nero Linux 3 conferma il nostro impegno nei confronti dell’appassionata e affezionata comunità di utenti Linux”, ha affermato Udo Eberlein, amministratore delegato di Nero AG. “Abbinando il supporto per la masterizzazione di dati su dischi Blu-ray e HD DVD ad un’interfaccia estremamente intuitiva e ad altre numerose funzioni avanzate, Nero Linux 3 sta definendo una nuova dimensione nella tecnologia di masterizzazione per la piattaforma Linux”.

Nero sta tentando di insidiare il dominio di k3b , uno dei più diffusi software di masterizzazione open source per Linux, ma mentre quest’ultimo è gratis, Nero costa circa 20 euro : si tratta comunque di un prezzo di 40 euro inferiore a quello di Nero 7 Premium per Windows.

La versione trial di Nero Linux 3 può essere scaricata da qui in versione RPM e DEB per Red Hat Enterprise Linux 4, SuSE Linux 10.0, Fedora 4, Debian GNU/Linux 3.1, Ubuntu 5.10 e tutte le versioni successive.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • procopio Ramona scrive:
    dati
    dati+
  • Anonimo scrive:
    Ma la modifica del protocollo
    Ma la modifica del protocollo in se introduce delle incompatibilita' con l' attuale bus o e' solo l' allargamento a 10GB il problema?
  • Anonimo scrive:
    Re: Consumi maggiori di 150W?
    Mai sentito parlare di celle fotovoltaiche? O produttori di energia alternativi per usi domestici?non esiste solo l'ENEL o solo il Petrolio per l'energia...quando ce lo mettiamo nella zucca?
    • Anonimo scrive:
      Re: Consumi maggiori di 150W?
      - Scritto da:
      Mai sentito parlare di celle fotovoltaiche? O
      produttori di energia alternativi per usi
      domestici?

      non esiste solo l'ENEL o solo il Petrolio per
      l'energia...

      quando ce lo mettiamo nella zucca?Dici che i pc che monteranno questo pci 3 avranno i pannelli fotovoltaici sul case ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Consumi maggiori di 150W?

      Mai sentito parlare di celle fotovoltaiche? O
      produttori di energia alternativi per usi
      domestici?

      non esiste solo l'ENEL o solo il Petrolio per
      l'energia...

      quando ce lo mettiamo nella zucca?E cosa c'entra? Mettere dei pannelli fotovoltaici solo per qualche giochino mi sembra uno spreco ugualmente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Consumi maggiori di 150W?
        - Scritto da:

        Mai sentito parlare di celle fotovoltaiche? O

        produttori di energia alternativi per usi

        domestici?



        non esiste solo l'ENEL o solo il Petrolio per

        l'energia...



        quando ce lo mettiamo nella zucca?
        E cosa c'entra? Mettere dei pannelli fotovoltaici
        solo per qualche giochino mi sembra uno spreco
        ugualmente.io fossi in te crerei un turbina elettrica che funziona con le tue infinite scorregge...che puzza (anonimo)
        • Anonimo scrive:
          Re: Consumi maggiori di 150W?

          io fossi in te crerei un turbina elettrica che
          funziona con le tue infinite
          scorregge...

          che puzza (anonimo)Idiota.
  • Anonimo scrive:
    Re: Consumi maggiori di 150W?
    Che valgono niente se confrontati con quello che i clienti ATi e nVidia sono disposti a spendere per avere la scheda più cool...
    • Anonimo scrive:
      Re: Consumi maggiori di 150W?

      Che valgono niente se confrontati con quello che
      i clienti ATi e nVidia sono disposti a spendere
      per avere la scheda più cool...Non valgono niente? Beh insomma nel lungo periodo la differenza la fa eccome. Ripeto: solo i bambini e ai figli di papà possono fregarsene della bolletta elettrica e volere la scheda più cool, tutti gli altri non direi... non per loro cultura eh, ma per semplici questioni di portafoglio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Consumi maggiori di 150W?
      - Scritto da:
      Che valgono niente se confrontati con quello che
      i clienti ATi e nVidia sono disposti a spendere
      per avere la scheda più
      cool...Questo non ha a che fare con i clienti, haa che fare con i produttori che (in teoria)dovrebbero comprendere qualcosina riguardogli aspetti tecnici.Invece di veicolare i 150Watt tramiteil bus a quel punto conviene prevedereun connettore per la corrente a 220Ved un modulo di espansione sufficientementegrosso da avere un alimentatore tutto suo.Dico questo perche quei 150Watt extra in corrente continua e basso voltaggiocomportano costi aggiuntivi a livello di scheda madre e di alimentatore per tutti, anche per quelli che non compreranno mai simili schede video.
  • Anonimo scrive:
    LINUX, GRANDE INCOGNITA
    kernel owerflow, ecco cosa succedera'...il sistema delpinguino non e0 capce di gestire tanti dati...basta vedere di quanta poca ram si accontenta per girare...meditate gente....meditate.....(anonimo)
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX, GRANDE INCOGNITA
      - Scritto da:
      kernel owerflow, ecco cosa succedera'...il
      sistema delpinguino non e0 capce di gestire tanti
      dati...basta vedere di quanta poca ram si
      accontenta per
      girare...

      meditate gente....meditate.....(anonimo)mmm fa pena come trollata :-P
Chiudi i commenti