Nessuna tastiera è più sicura

Un team svizzero individua quattro diversi stratagemmi per intercettare le digitazioni. A rischio laptop e tastiere con qualsiasi connettore. Wim van Eck colpisce ancora

Roma – Un’antenna, anche rudimentale, può bastare. A giudicare dai video pubblicati dai ricercatori del Security and Cryptography Laboratory del Politecnico di Losanna, per intercettare tutto quanto passa sui tasti di un computer ci vuole poco: che si tratti di un laptop o di un desktop con tastiera USB o PS2 non fa differenza. Tutti, ma proprio tutti, rischiano da oggi in avanti di vedere spiattellate ai quattro venti le proprie chiacchiere su Messenger o le password dei servizi bancari.

Mancano per il momento i dettagli sulla tecnica utilizzata dagli ingegneri elvetici, anche se alcuni particolari possono essere senz’altro colti già a partire dai due video pubblicati in attesa del paper ufficiale. Nel primo dei due, i ricercatori mostrano cosa occorre per recuperare l’intero testo digitato su una tastiera posta nello stesso ambiente dell’antenna ricevente: un banale filo elettrico della lunghezza di un metro, ecco quanto occorre per creare il dipolo utile allo spionaggio.

Naturalmente c’è bisogno di qualche diavoleria elettronica collegata all’antenna per trasformare le informazioni captate in materiale da sottoporre al computer. E poi c’è un software che in entrata riceve il segnale in radiofrequenza registrato e lo trasforma, o per meglio dire lo ri-trasforma, nel testo digitato. Si tratta solo di lanciare un comando in un terminale: una dopo l’altra, le lettere che compongono la breve frase “trust no one” riappaiono sullo schermo del computer attaccante dopo essere state premute sulla tastiera vittima.

Nel caso si voglia provare l’intercettazione passando attraverso i muri , bisogna dotarsi di qualcosa di più che un po’ di centimetri di coassiale. Un vero e proprio antennone da competizione campeggia ora nella stanza dei test, con collegata la stessa apparecchiatura del caso precedente. Ci si sposta nella stanza accanto e si pigiano di nuovo i tasti della tastiera: anche questa volta, la parola “password” finisce tranquillamente intercettata.

Sono gli stessi Sylvain Pasini e Martin Vuagnoux , autori della ricerca, a spiegare che non si tratta del primo tentativo in assoluto ( concluso con successo) di captare a distanza quanto finisca digitato su computer diffusi in tutto il mondo: a differenza dei precedenti esperimenti, tuttavia, i due svizzeri hanno individuato ben quattro differenti metodologie in grado di svelare per intero quanto dattiloscritto su un computer, senza distinzione di sorta tra tastiere recenti, datate, incorporate in un notebook o collegate più all’antica via cavo.

“Abbiamo individuato 4 modi diversi per ricostruire interamente o parzialmente le digitazioni di tastiere collegate via cavo ad una distanza di 20 metri – scrivono – anche attraverso i muri”. E non si sono certo fermati al primo successo: “Abbiamo testato 11 diversi modelli di tastiere prodotte tra il 2001 e il 2008, PS/2, USB e laptop: sono tutte vulnerabili ad almeno uno dei nostri quattro tipi di attacchi”.

Il risultato è che oggi, ma chissà quanti altri erano già a conoscenza del problema, nessun tipo di tastiera può essere più ritenuta sicura. A costo di suonare paranoici, ogni ufficio, ogni internet point, persino ogni abitazione privata potrebbe essere sotto controllo senza bisogno di inserire nei computer keylogger che possono sempre finire impigliati tra le maglie di un antivirus, o trojan di stato che possono causare reazioni incontrollate dell’opinione pubblica. O, molto più prosaicamente, un concorrente potrebbe avere tutto l’interesse a scoprire cosa succede nell’azienda leader del mercato in procinto di lanciare un nuovo prodotto.

Come osservano Pasini e Vuagnoux, “Senza dubbio i nostri attacchi possono essere facilmente migliorati, visto che abbiamo usato apparecchiature relativamente economiche”. Sarebbe a dire che il limite attuale di 20 metri potrebbe essere scavalcato semplicemente utilizzando antenne più potenti e apparecchiature più sofisticate. Senza contare che, con una adeguata potenza di calcolo e una opportuna ampiezza di banda, potrebbero facilmente essere intercettate anche più tastiere contemporaneamente.

Come detto, mancano ulteriori dettagli su come tutto ciò sia possibile, quali siano le effettive strumentazioni coinvolte e quale tipo di approccio sia stato seguito per identificare e decodificare il segnale che passa sui cavi che corrono tra tastiera e computer. Di una cosa i ricercatori sono certi: come nel caso dell’intercettazione delle immagini proiettate su uno schermo (con la nota tecnica di Wim van Eck), il problema è tutto nella qualità dei materiali . “Abbiamo concluso – spiegano – che le tastiere con filo vendute nei negozi sono a rischio intercettazione principalmente a causa della progettazione che risente dei costi di produzione: quindi non sono sicure per la trasmissione dei dati sensibili”.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Debugger scrive:
    Il problema del tastierino
    Uno schermo multitouch ha senso solo se TUTTA l'interazione avviene tramite esso.Schermo multitouch+tastierino meccanico è un paradigma progettuale destinato al fallimento, il focus dell'attenzione non può continuare a switchare da schermo (con gui a tocco) e tastierino meccanico (che senso ha dover premere "invia" quando un pulsante virtuale può svolvere la stessa funzione, per esempio).Questo è evidente per chi ha provato sia modelli all-touch (iPhone) che semi-touch (Nokia N96).Però sono ancora in tempo per correggersi :)
    • Bongfactory scrive:
      Re: Il problema del tastierino
      Quello che dici, in termini di interaction design, è più che corretto....il problema è che un eventuale sviluppatore (o anche solo quello che vuole fare una connessione ssh, o usare una CLI) si taglia entrambi i polsi con il solo touch screen
      • Conformista informatico scrive:
        Re: Il problema del tastierino
        - Scritto da: Bongfactory
        Quello che dici, in termini di interaction
        design, è più che corretto....il problema è che
        un eventuale sviluppatore (o anche solo quello
        che vuole fare una connessione ssh, o usare una
        CLI) si taglia entrambi i polsi con il solo touch
        screencosa sono ssh e CLI ??
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: Il problema del tastierino
        - Scritto da: Bongfactory
        un eventuale sviluppatore (o anche solo quello
        che vuole fare una connessione ssh, o usare una
        CLI) si taglia entrambi i polsi con il solo touch
        screenNon necessariamente. Lo sviluppo di software non avviene direttamente sul device e sul suo schermo minuscolo. La connessione ssh, poi, la usi per connetterti al telefono da un PC: a quel punto usi direttamente la tastiera del computer.Sul Freerunner ho la tastiera sullo schermo, ed ho persino un terminale, ma tutte le operazioni di manipolazione del sistema operativo e gl'interventi li ho effettuati via ssh dal mio portatile.
        • sdfasdfdsv scrive:
          Re: Il problema del tastierino
          bhe, con ssh ti puoi connettere anche da telefono a pc... decisamente lo troverei scomodo solo touch screen... almeno col tastierino lavoro piu agevolmente...per lavoro intendo uso, difficile lavorare sul cellulare per gestire un server remoto a livelli avanzati... anche se :)
    • Darkat scrive:
      Re: Il problema del tastierino
      nokia n96 semi-touch? O.o guarda che non è affatto touch, non lo integra minimamente, ti starai confondendo con qualcos'altro...comunque le lamentele per mancanza di tasti su uno schermo tutto touch ci sono e tante, il motivo principale è la mancanza di feadback, in particolare per alcune azioni come scrivere sms-mail,giocare(un joystick è sempre la cosa più comoda dai tempi che furono superato solo dalla wii), e altre piccole cose di cui si sono lamentati un pò tutti sul web(tutti quelli che usano il touch)...io personalmente preferisco un cellulare un pò più spesso ma meno largo e con una tastiera scorrevole, poi diventa solo una questione di gusti e di praticità, che è tutta personale
    • ruppolo scrive:
      Re: Il problema del tastierino
      - Scritto da: Debugger
      Uno schermo multitouch ha senso solo se TUTTA
      l'interazione avviene tramite
      esso.Esatto.
      Schermo multitouch+tastierino meccanico è un
      paradigma progettuale destinato al fallimento,+ piccolo joystick (o trackball?) e qualche pulsante, dimentichi.
      il focus dell'attenzione non può continuare a
      switchare da schermo (con gui a tocco) e
      tastierino meccanico (che senso ha dover premere
      "invia" quando un pulsante virtuale può svolvere
      la stessa funzione, per
      esempio).Senza contare che per digitare l'invio bisogna ruotare e estrarre la tastiera...
      Però sono ancora in tempo per correggersi :)Oh certo, la fine del mondo è lontana (si spera).
    • Max scrive:
      Re: Il problema del tastierino
      - Scritto da: Debugger
      Uno schermo multitouch ha senso solo se TUTTA
      l'interazione avviene tramite
      esso.

      Schermo multitouch+tastierino meccanico è un
      paradigma progettuale destinato al fallimento, il
      focus dell'attenzione non può continuare a
      switchare da schermo (con gui a tocco) e
      tastierino meccanico (che senso ha dover premere
      "invia" quando un pulsante virtuale può svolvere
      la stessa funzione, per
      esempio).

      Questo è evidente per chi ha provato sia modelli
      all-touch (iPhone) che semi-touch (Nokia
      N96).



      Però sono ancora in tempo per correggersi :)E INVECE E' PROPRIO QUELLO CHE STAVO CERCANDO...Il multitouch e il tastierino servono come il MOUSE e la TASTIERA su un normale PC, ovvero fanno cose differenti e sono necessari entrambi.ES:Per navigare nei menu il Touchscreen surclassa decisamente qualsiasi altra interfaccia.Per scrivere una email (magari con le mani umidicce perchè sta piovendo) è sicuramente meglio usare una tastiera completa.Questo è quello che cercavo per comprarmi uno smartphone... Anche perchè se no l'alternativa è usare un Blackberry con una rotellina che fa solo girare i coglioni ;)
  • Conformista informatico scrive:
    Manca il jack audio
    Come ascolto la musica su sto coso se come dice corriere.it non ha la presa per le cuffie?(newbie)qualcuno mi illumini prego.cito testualmente:Wi-Fi, bluetooth, touch screen, fotocamera ("mediocre"), i bottoni "Invia", "Fine" e "Indietro", la piccola trackball "che rende il G1 più flessibile ma anche molto più complicato dell'iPhone". E poi la tastiera a scomparsa, in orizzontale, che pare non sia un granché come meccanica. Quindi: anche se pure il G1 ha dei sensori di movimento, per ruotare immagini-etc. bisogna comunque usare un comando, non basta muovere il telefono; non c'è memoria interna ma uno slot per le MicroSd; non c'è l'ingresso per le cuffie (e per questo, l'unica spiegazione è che se lo siano dimenticato in fase di sviluppo). Conclusione: "Nessuno guardando un G1 esclamerà mai ".l articolo completo:http://vitadigitale.corriere.it/2008/10/gphone_g1_googlephone_android.html-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 ottobre 2008 14.51-----------------------------------------------------------
    • krane scrive:
      Re: Manca il jack audio
      - Scritto da: Conformista informatico
      Come ascolto la musica su sto coso se come dice
      corriere.it non ha la presa per le
      cuffie?(newbie)
      qualcuno mi illumini prego.
      cito testualmente:
      Wi-Fi, Cuffie Wi-Fi...
      • next scrive:
        Re: Manca il jack audio
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: Conformista informatico

        Come ascolto la musica su sto coso se come dice

        corriere.it non ha la presa per le

        cuffie?(newbie)

        qualcuno mi illumini prego.

        cito testualmente:


        Wi-Fi,

        Cuffie Wi-Fi...Saranno bluetooth al massimo
      • Conformista informatico scrive:
        Re: Manca il jack audio
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: Conformista informatico

        Come ascolto la musica su sto coso se come dice

        corriere.it non ha la presa per le

        cuffie?(newbie)

        qualcuno mi illumini prego.

        cito testualmente:


        Wi-Fi,

        Cuffie Wi-Fi...cuffie wi-fi!...:D(rotfl)questa è bella, esistono?
    • The_GEZ scrive:
      Re: Manca il jack audio
      Ciao Conformista informatico !
      Come ascolto la musica su sto coso se come dice
      corriere.it non ha la presa per le
      cuffie?(newbie)Vero.Ma questa è una limitazione dell' HTC-G1 non di Android.Personalmente da quello che ho visto fin' ora il G1 ha molte limitazioni, tuttavia questo è solo il primo esemplare di smartphone ad utilizzare Android com OS.Spero che i prossimi che usciranno possano essere migliori.
      • Conformista informatico scrive:
        Re: Manca il jack audio
        Si ma nel frattempo chi si piglia sto "iCoso" ???
        • ruppolo scrive:
          Re: Manca il jack audio
          - Scritto da: Conformista informatico
          Si ma nel frattempo chi si piglia sto "iCoso" ???Quelli che hanno creduto che la parola magica "Open" significhi "migliore".
          • Conformista informatico scrive:
            Re: Manca il jack audio
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Conformista informatico

            Si ma nel frattempo chi si piglia sto "iCoso"
            ???

            Quelli che hanno creduto che la parola magica
            "Open" significhi
            "migliore".Centrato in pieno! ;)
      • ruppolo scrive:
        Re: Manca il jack audio
        - Scritto da: The_GEZ
        Ma questa è una limitazione dell' HTC-G1 non di
        Android.Chissà perché Nokia è corsa ad accaparrarsi Symbian...
  • netter scrive:
    Direct 3d
    Anche se OT, siete come al solito voi a fare tesoro delle tecnoplogie peggiori: http://www.appuntidigitali.it/2497/opengl-vs-direct3d-chi-ha-vinto/#more-2497
    • GoldenBoy scrive:
      Re: Direct 3d
      che cazzate.Directx ha vinto coi giochi dice...grazie al piffero, è una tecnologia della stessa azienda che ha, per caso, il 90% dell'os dei pc...all'epoca comunque i giochi giravano molto meglio in opengl che in dx...infatti io e i miei amici usavamo sempre le opengl...Poi ormai che confronti si possono fare...il mercato giochi è dx...cosi è piu facile girarli su altre piattaforme...(sono ironico...)
      • netter scrive:
        Re: Direct 3d
        Accontentatevi di Open Gl per far girare il cubetto....
      • WipeOut scrive:
        Re: Direct 3d
        Ti conviene leggerli gli articoli, altrimenti rimani sempre nel tuo stato di ignoranza, ed è peccato."Sviluppare in OpenGL costa semplicemente più tempo e denaro."Tratto dall'articolo, ma questo vale come ho sempre detto per ogni tecnologia MS. Coi soldi degli altri siete bravi a ragionare, ma un azienda reale, vuole risparmiare sui costi di sviluppo. COme si fa? Si sceglie un linguaggio di programmazione di piùà alto livello, il quale fornisce un livello di astrazione sufficiente per scrivere codice su un FrameWork. :net ci è riuscito meglio di java, gli mancano solo le librerie di runtime su altri os. Chiunque come me abbia sviluppato in java per anni, e abbia solo provato .net , concorderà con me.
        • The_GEZ scrive:
          Re: Direct 3d
          Ciao WipeOut !A leggere l' articolo mi pare che il tizio sia un pelino di parte ... comunque.
          riuscito meglio di java, gli mancano solo le
          librerie di runtime su altri os. Chiunque come me
          abbia sviluppato in java per anni, e abbia solo
          provato .net , concorderà con
          me.Hai detto niente !!!!!!!!!Praticamente sviluppare in DirectX costa meno ... ma solo per windows (e solo VISTA se si parla di DX10), se devi fare il porting su un altra piattaforma o altro OS ... apriti cielo.Non metto in dubbio che sviluppare per DX costi meno tempo e denaro, ma solo se si scegli di legarsi a doppio filo ai prodotti Microsoft.
        • GoldenBoy scrive:
          Re: Direct 3d
          e tu capisci una cosa terra a terra, che si vede che il tuo cervello superiore non hai ancora capito: non esiste solo windows!!E se i giochi li facessero in opengl, sarebbe piu semplice portarli o emularli...Che poi si perda tempo non lo so, di giochi in opengl ce n'erano un bel po ai tempi...è questione di cash e di imposizione...guarda caso ms ha spinto per le sue librerie...ma guarda un po!
          • WipeOut scrive:
            Re: Direct 3d
            Quindi la MS non deve spingere il suo formato perkè nel mondo esiste un 10% di persone che nn usano Windows? Che vuoi dire nn ho capito? Cioè ti rendi conto che tu vuoi che un azienda vada contro i suoi interessi per colpa di quattro ragazzini capricciosi come te?
          • krane scrive:
            Re: Direct 3d
            - Scritto da: WipeOut
            Quindi la MS non deve spingere il suo formato
            perkè nel mondo esiste un 10% di persone che nn
            usano Windows? Che vuoi dire nn ho capito? Cioè
            ti rendi conto che tu vuoi che un azienda vada
            contro i suoi interessi per colpa di quattro
            ragazzini capricciosi come te?http://it.wikipedia.org/wiki/Interoperabilit%C3%A0
          • WipeOut scrive:
            Re: Direct 3d
            L'interoperabilità non ha senso quando il 90% dei sistemi è Windows, e il restante 10 è frammentato da centinaia di sistemi operativi (tra l'altro anche su Linux molte applicazioni sono incompatibili tra una distribuzione e l'altra). Non sarà il 90% ma l'85%, il discorso non cambia.
          • krane scrive:
            Re: Direct 3d
            - Scritto da: WipeOut
            L'interoperabilità non ha senso quando il 90%
            dei sistemi è Windows, e il restante 10 è
            frammentato da centinaia di sistemi operativi
            (tra l'altro anche su Linux molte applicazioni
            sono incompatibili tra una distribuzione e
            l'altra). Non sarà il 90% ma l'85%, il discorso
            non cambia.Tu parli di computer desktop come se fosse un mondo a se, invece e' il contrario : questi desktop deve potersi intefacciare a tutta una serie di cose come internet, sistemi plc, macchine operatrici di vario tipo.Altrimenti la casa multimediale intelligente te la sogni, come ti sogni il computer a bordo dell'auto per coadiuvare la guida, sistemi evoluti per disabili, cabine di controllo remoto di centrali elettriche - telefoniche - dighe.Non siamo piu' ai tempi in cui il pc e' un oggetto isolato sulla scrivania, anzi se lo siamo ancora e' un po' colpa di M$.
          • ruppolo scrive:
            Re: Direct 3d
            - Scritto da: krane
            Non siamo piu' ai tempi in cui il pc e' un
            oggetto isolato sulla scrivania, anzi se lo siamo
            ancora e' un po' colpa di
            M$.Un po'?TUTTA colpa di MS.MS ha ingessato l'informatica da 25 anni a questa parte, ha ucciso il 99% dello spirito innovativo e dell'entusiasmo. È un cancro.
          • GoldenBoy scrive:
            Re: Direct 3d
            ragazzino e capriccioso sarai tu e dovella semmai, ma come vedo non hai proprio capito il concetto di interoperabilità o forse fai lo gnorri.quello che tu non capisci è che questo 10%, anche se os diversi, usano le stesse librerie grafiche, rendendo molto possibile un porting, mentre su windows che è il classico monopolio con librerie sue, ti attacchi.Poi tanto tu userai windows e leccarai il tasto "win" come dovella, quindi è inutile che scrivo ancora, non capiresti...
    • Darkat scrive:
      Re: Direct 3d
      ehm...l'articolo è incompleto,fazzioso e per niente preciso, per non parlare che è un'opinione del tutto personale e non basata su dati di fatto.mi spiego meglio, è vero si che le directx sono per ovvi motivi le più usate per quanto riguarda la programmazione dei giochi su pc, ma questo non vuole dire che siano migliori delle opengl, anzi.attualmente tutte le piattaforme dedicate al gaming, cioè le console di videogiochi,esclusa l'xbox(360) in cosa programmano, directx o opengl? e vi sembrano che funzionino male o peggio dei giochi su pc quelli sulle console? no a me sembra l'esatto contrario...
  • GoldenBoy scrive:
    poveri winzozziani
    Setting up your machine:To build the Android source files, you will need to use Linux or Mac OS. Building under Windows is not currently supported.ROFL!
    • Dti Revenge scrive:
      Re: poveri winzozziani
      Come al solito, da buon cantinaro, due pesi due misure
      • GoldenBoy scrive:
        Re: poveri winzozziani
        Prendi i fazzolettini, su!ueeeeeeeeeeeee!!!
      • krane scrive:
        Re: poveri winzozziani
        - Scritto da: Dti Revenge
        Come al solito, da buon cantinaro, due pesi due
        misureE' solo quello che M$ ha fatto agli altri per anni.
      • GameOver scrive:
        Re: poveri winzozziani
        - Scritto da: Dti Revenge
        Come al solito, da buon cantinaro, due pesi due
        misureA parte il classismo inutile che fai, se le cose stanno così, quello è un dato di fatto fintanto che non vi sia un kit per windows, no?
    • Kitamura scrive:
      Re: poveri winzozziani
      - Scritto da: GoldenBoy
      Setting up your machine:
      To build the Android source files, you will need
      to use Linux or Mac OS. Building under Windows is
      not currently
      supported.

      ROFL!Ovvio. Chi ha le conoscenze per sviluppare per Android, tipicamente non usa Winzoz.Winzoz è l'OS dei niubbi.
      • GoldenBoy scrive:
        Re: poveri winzozziani
        è che fa strano, di solito tutti i programmini google sono prima per windows, poi per gli "altri"...ora almeno capiscono cosa si prova essere dall'altra parte della barricata ;-)
      • rig scrive:
        Re: poveri winzozziani
        - Scritto da: Kitamura
        - Scritto da: GoldenBoy

        Setting up your machine:

        To build the Android source files, you will need

        to use Linux or Mac OS. Building under Windows
        is

        not currently

        supported.



        ROFL!

        Ovvio. Chi ha le conoscenze per sviluppare per
        Android, tipicamente non usa
        Winzoz.

        Winzoz è l'OS dei niubbi.beh, a questo punto sarebbero niubbi anche i programmatori di photoshop, visualstudio, 3ds, autodesk, sap e così viaquasi quasi vorrei essere un niubbi
        • krane scrive:
          Re: poveri winzozziani
          - Scritto da: rig
          - Scritto da: Kitamura

          - Scritto da: GoldenBoy


          Setting up your machine:


          To build the Android source files, you will


          need to use Linux or Mac OS. Building under


          Windows is not currently supported.


          ROFL!

          Ovvio. Chi ha le conoscenze per sviluppare per

          Android, tipicamente non usa Winzoz.

          Winzoz è l'OS dei niubbi.
          beh, a questo punto sarebbero niubbi anche i
          programmatori di photoshop, visualstudio, 3ds,
          autodesk, sap e così viaMa tu cosa useresti per sviluppare un software per windows ? Un cellulare ??
          quasi quasi vorrei essere un niubbiLo sei tranquillo, altrimenti avresti capito il discorso.
      • sabat scrive:
        Re: poveri winzozziani
        - Scritto da: Kitamura
        Ovvio. Chi ha le conoscenze per sviluppare per
        Android, tipicamente non usa
        Winzoz.certo, android è il nuovo linguaggio dei lamer
        • krane scrive:
          Re: poveri winzozziani
          - Scritto da: sabat
          - Scritto da: Kitamura

          Ovvio. Chi ha le conoscenze per sviluppare per

          Android, tipicamente non usa

          Winzoz.
          certo, android è il nuovo linguaggio dei lamerLinguaggio ?
    • jane scrive:
      Re: poveri winzozziani
      Sarà un ottimo motivo per tenere allontanati gli sviluppatori. Il mondo di WIndows è diversi ordini di grandezza più grande di Mac e Linux messi insieme. Per Ms questa cosa ha un senso, per gli altri no. Addio Android!
      • ruppolo scrive:
        Re: poveri winzozziani
        - Scritto da: WipeOut
        Windowsa Mobile
        resta la piattaforma più completa per
        adesso."Completa"? Cosa intendi per "completa"?
        • WipeOut scrive:
          Re: poveri winzozziani
          Intendo completa nel senso che ci faccio quel che mi pare, senza eventuali obblighi in posti dal produttore. Con Iphone esiste il jailbreak che comunque è una procedura non autorizzata da parte di Apple. Credo che anche con ANdroid sarà possibile, però io parlo proprio di filosofia, MS al contrario delle aspettative, è meno grande fratello rispetto agli altri!
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: poveri winzozziani
            - Scritto da: WipeOut
            Intendo completa nel senso che ci faccio quel che
            mi pare, senza eventuali obblighi in posti dal
            produttore. Quindi si possono escludere tutte le piattaforme software proprietarie, Microsoft e Apple incluse. Puoi fare 'quello che ti pare' soltanto cun software libero.
            Credo che anche con ANdroid sarà possibileNo, è già possibile: è stato rilasciato il codice sorgente.
            io parlo proprio di filosofia, MS
            al contrario delle aspettative, è meno grande
            fratello rispetto agli altri!Quale parte del sistema operativo è disponibile sotto forma di sorgenti?
          • WipeOut scrive:
            Re: poveri winzozziani
            Guarda, per fare quel che si pare con un sistema, non c'è bisogno di avere il sorgente. Mi sembra che questa questio ne dell'open source la metti sempre in ballo
          • ruppolo scrive:
            Re: poveri winzozziani
            Sinceramente queste mi paiono seghe mentali.Siamo pratici: Windows Mobile è un sistema che, alla luce dell'iPhone, appartiene al passato.Gli sviluppatori si sono buttati in massa su iPhone, per un semplice motivo: su tale piattaforma si realizza il guadagno del proprio lavoro.Questo si è concretizzato in oltre 5.000 applicazioni, 200 milioni di download e circa 100 milioni di fatturato, il tutto in 3 mesi.Anche se Windows Mobile fosse modificato per gestire il multitouch e i produttori di terminali mettessero in commercio i prodotti relativi, resterebbe il problema del software applicativo: l'intero parco software attuale è pensato per l'uso col pennino, quindi tutto da rifare. Senza contare il sistema di distribuzione da mettere in piedi, e senza contare che l'iPhone integra anche la piattaforma iPod e relativo store di 8 milioni di brani. E, dulcis in fundo, dobbiamo anche considerare i circa 3500 accessori legati al connettore "iPod".Con l'attuale ritmo di crescita, per la fine di quest'anno il cliente iPhone avrà a disposizione il catalogo più vasto di tutte le piattaforme mobili in software, musica, accessori, servizi e siti web ottimizzati o costruiti specificatamente per il proprio terminale.Con la garanzia che i servizi non verranno chiusi per sopravvenuto disinteresse di chi li ha proposti, come è successo di recente in 2 casi con la musica DRM Microsoft!Edit:Ah, dimenticavo, il thread verte su Android... Android??? (rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 ottobre 2008 18.14-----------------------------------------------------------
      • krane scrive:
        Re: poveri winzozziani
        - Scritto da: WipeOut
        - Scritto da: The_GEZ

        Ciao WipeOut !
        Riguardo al fatto di WIndows , io non ero
        informato, ho letto smeplicemente dei post qua su
        dove si diceva che i programmatori Windows erano
        esclusi. Giustamente avevo fatto l'osservazione
        statistica: quanti programmatori al mondo usano
        Windows? QUandi Linux e quanti Mac OSX?(lo scrivo
        MacOsx anche se , credo che siano proprio pochissimi
        )?Il problema e': ti sei chiesto esclusi da cosa ?
        • WipeOut scrive:
          Re: poveri winzozziani
          Esclusi dall'utilizzo dell'sdk.. Questo avevo capito, ma lo avevo capito esclusivamente leggendo i post, non mi sono informato
          • krane scrive:
            Re: poveri winzozziani
            - Scritto da: WipeOut
            Esclusi dall'utilizzo dell'sdk.. Questo avevo
            capito, ma lo avevo capito esclusivamente
            leggendo i post, non mi sono informatoWindows - android-sdk-windows-1.0_r1.zip - 94040470 bytesMD5 Checksum - d69f4ee93d4010f726c04302662fd999No: non hai capito, ti consiglio di leggere l'articolo.Riprova
          • WipeOut scrive:
            Re: poveri winzozziani
            Ancora non hai capito che ho ammesso di non aver capito...
          • krane scrive:
            Re: poveri winzozziani
            - Scritto da: WipeOut
            Ancora non hai capito che ho ammesso di non aver
            capito...E non sei l'unico (rotfl)Ne ho appena beccato un altro (rotfl)Comunque leggere gli articoli invece del forum e' sempre meglio per trollare a ragion veduta :)
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: poveri winzozziani
        - Scritto da: WipeOut
        non sai q1uanti di
        loro sviluppano in java su windows e quanti su Linux. Sai cos'è Java? Sai cosa vuol dire programmare in Java?
        Comunque è un flop già in partenza... non c'è
        manco bisogno che lo dica io... Siccome l'hai detto, ti tocca anche esporre per quali motivi sostieni una tale assurdità. Altrimenti è davvero meglio che tu non lo dica
        Windowsa Mobile
        resta la piattaforma più completa per adesso.(ROTFL)(ROTFL)E la sai quella dell'inglese, il tedesco e l'italiano?
        • Darkat scrive:
          Re: poveri winzozziani
          posso dimostrare il contrario, android è già un successo, t-mobile ha già registrato lo stock-out, ha finito tutti i preordini e ne ha prodotti altri "d'emergenza" per il numero continuo di richieste, solo di preordini ha consegnato più di un milione e mezzo di esemplari, ora però ci sono le vendite vere, ma solo grazie ai preordini hanno superato le aspettative di guadagno, quindi è già un successo
          • ruppolo scrive:
            Re: poveri winzozziani
            - Scritto da: Darkat
            posso dimostrare il contrario, android è già un
            successo, t-mobile ha già registrato lo
            stock-out, ha finito tutti i preordini e ne ha
            prodotti altri "d'emergenza" per il numero
            continuo di richieste, solo di preordini ha
            consegnato più di un milione e mezzo di
            esemplari, ora però ci sono le vendite vere, ma
            solo grazie ai preordini hanno superato le
            aspettative di guadagno, quindi è già un
            successoOra aspettiamo le reazioni di questi incauti acquirenti, che non tarderanno ad arrivare:http://www.engadget.com/2008/10/16/t-mobile-g1-review-part-1-hardware/
          • Darkat scrive:
            Re: poveri winzozziani
            ancora tu? mamma mia, vogliamo ricordare le prime impressione dei primi acquirenti della prima versione di iphone? comunque il mondo IT è in fremito per android, questo è un dato tangibile, basta vedere tutte le aziende che stanno investendo nel progetto, a partire da motorola passando da VISA per finire con un'altra 30 di soft e hardware house
          • ruppolo scrive:
            Re: poveri winzozziani
            - Scritto da: Darkat
            ancora tu? mamma mia, vogliamo ricordare le prime
            impressione dei primi acquirenti della prima
            versione di iphone?Io ricordo di gente che faceva carte false pur di riuscire ad accaparrarsene uno.
            comunque il mondo IT è in
            fremito per android, questo è un dato tangibile,
            basta vedere tutte le aziende che stanno
            investendo nel progetto, a partire da motorola
            passando da VISA per finire con un'altra 30 di
            soft e hardware
            houseIo per tangibile intendo altre cose: dove sono i prodotti? Ovvero, i programmi per Android?
          • Darkat scrive:
            Re: poveri winzozziani
            no io intendo le impressioni che la gente ha avuto dopo aver usato la prima versione di iphone, quindi dopo averlo comprato, non erano tutte rose e fiori, e comunque di applicazione per android ne arriveranno, hanno aderito al parco applicazione android ultimamente VISA,EAGAMES,GLU, e altre software house famose, credo che il numero di applicazioni sia il problema ultimo di android
          • ruppolo scrive:
            Re: poveri winzozziani
            - Scritto da: Darkat
            no io intendo le impressioni che la gente ha
            avuto dopo aver usato la prima versione di
            iphone, quindi dopo averlo comprato, non erano
            tutte rose e fiori, "si ma anche lui ha fatto, si però gli altri sono peggio"...Ma la recensione l'hai letta?
            e comunque di applicazione
            per android ne arriveranno, hanno aderito al
            parco applicazione android ultimamente
            VISA,EAGAMES,GLU, e altre software house famose,
            credo che il numero di applicazioni sia il
            problema ultimo di
            androidInvece è il primo. Non a caso iPhone è partito con 500 applicazioni. Non a caso è partito con AppStore.Ma a parte tutto, ti rendi conto che il G1 non ha nemmeno un jack per attaccare un paio di cuffie o auricolari?Con gli auricolari di iPhone oltre ascoltare la musica gestisci pausa, play, brano avanti, brano indietro, rispondi alla chiamata, rifiuta la chiamata, metti in pausa la chiamata e... ha ovviamente il microfono.
          • Darkat scrive:
            Re: poveri winzozziani
            si va be, vogliamo allora confrontare il comparto audio di iphone con quello di cellulari dallo stesso prezzo? dai non facciamo ridere la gente
          • ruppolo scrive:
            Re: poveri winzozziani
            - Scritto da: Darkat
            si va be, vogliamo allora confrontare il comparto
            audio di iphone con quello di cellulari dallo
            stesso prezzo? dai non facciamo ridere la
            genteAppunto, il G1 manco ha il jack per gli auricolari/cuffie.
          • Uby scrive:
            Re: poveri winzozziani
            - Scritto da: ruppolo
            Ora aspettiamo le reazioni di questi incauti
            acquirenti, che non tarderanno ad
            arrivare:
            http://www.engadget.com/2008/10/16/t-mobile-g1-revQuella è la prima parte, relativa all'HWLe impressioni relative al SW (Android) sono nella seconda parte dell'articolo e sono tutt'altro che negative: At the end of the day, however, this isn't about the hardware, and really never was. The story here is Android and what it promises... though doesn't necessarily deliver on at first. Like any paradigm shift, it's going to take time. There is tremendous potential for this OS on mobile devices -- it truly realizes the open ideals laid out by Google when they announced this project. The only problem seems to be the stuff they either left on the back burner, cutting room floor, or hoped would come from that exciting, untapped world of open source developers. While there's plenty to praise in this phone, there's a lot more that's missing -- and some of those missing elements are what we consider to be core components of a device in the G1's class. Si direbbe davvero un successo :)
          • ruppolo scrive:
            Re: poveri winzozziani
            and some of those missing elements are what we
            consider to be core components of a device in the
            G1's
            class.

            Si direbbe davvero un successo :)Mi pare che tu leggi solo dove ti fa comodo...Il software non è buono, è totalmente incoerente. Per gestire un account di posta diverso da gmail devi usare un secondo e più brutto programma di posta, dove, come il Blackberry, non puoi nemmeno leggere un messaggio email in html (quindi anche senza immagini). Nel navigatore web per andare alla pagina precedente devi aprire un menu, scegliere opzioni e poi indietro. Manca il supporto per qualunque tipo di allegato, quindi nativamente non leggi quasi nessun tipo file. Ma dai su, è una cagata!
        • Windows scrive:
          Re: poveri winzozziani
          - Scritto da: www.aleksfalcone.org
          - Scritto da: WipeOut

          non sai q1uanti di

          loro sviluppano in java su windows e quanti su
          Linux.


          Sai cos'è Java? Sai cosa vuol dire programmare in
          Java?
          Evidentemente tu non lo sai, e aspetti che te lo dica io... o fors enn hai letto bene tutta la discussione. Credo la seconda...

          Comunque è un flop già in partenza... non c'è

          manco bisogno che lo dica io...

          Siccome l'hai detto, ti tocca anche esporre per
          quali motivi sostieni una tale assurdità.
          Altrimenti è davvero meglio che tu non lo
          dicaLa prima che mi viene in mente è quella che Google si riserva di bloccare qualunque applicazione gli giri per la testa.

          Windowsa Mobile

          resta la piattaforma più completa per adesso.

          (ROTFL)(ROTFL)
          E la sai quella dell'inglese, il tedesco e
          l'italiano?Per adesso , tra i terminali che ospitano Windows Mobile, abbiamo Samsung Omnia, Htc HD. Iphone fa cagare dal punto di vista della multimedialità, Samsung fa foto decenti a 5mpx col flash.Htc G1 idem, inoltre su Windows Mobile la navigazio ne gps assistita e una realtà esistente da anni, su Iphone per adesso non esiste alcun software, per il G1 è uguale. Come dire, prima di scendere in campo , abbiate la bontà di offrire di più all'utente non la soliuta minestra riscaldata ma abbellita (parlo dell'Iphone).
          • ruppolo scrive:
            Re: poveri winzozziani
            - Scritto da: Windows
            inoltre su Windows Mobile la navigazio ne
            gps assistita e una realtà esistente da anni, su
            Iphone per adesso non esiste alcun software, per
            il G1 è uguale. Come dire, prima di scendere in
            campo , abbiate la bontà di offrire di più
            all'utente non la soliuta minestra riscaldata ma
            abbellita (parlo
            dell'Iphone).Forse non ti sei accorto, anzi, sono sicuro che non ti sei accorto che con iPhone si naviga, con gli altri no. E scusa se è poco.(Occhio alla risposta, non stai parlando con un novellino)
    • next scrive:
      Re: poveri winzozziani
      - Scritto da: GoldenBoy
      Setting up your machine:
      To build the Android source files, you will need
      to use Linux or Mac OS. Building under Windows is
      not currently
      supported.

      ROFL!La gente si eccita veramente con poco...Chrome è poi uscito per linux ? :-)
      • GoldenBoy scrive:
        Re: poveri winzozziani
        ma che me frega di chrome, gia c'è webkit che se lo mangia...konqueror idem.Ce bisogno in windows perche ie è una porcata di browser...
    • serif scrive:
      Re: poveri winzozziani
      - Scritto da: GoldenBoy
      Setting up your machine:
      To build the Android source files, you will need
      to use Linux or Mac OS. Building under Windows is
      not currently
      supported.

      ROFL!hanno rinunciato ad una grossa fetta di programmatori semplicemente per evitare troppa brodaglia open in salsa android
      • krane scrive:
        Re: poveri winzozziani
        - Scritto da: serif
        - Scritto da: GoldenBoy

        Setting up your machine:

        To build the Android source files, you will need

        to use Linux or Mac OS. Building under Windows

        is not currently supported.

        ROFL!
        hanno rinunciato ad una grossa fetta di
        programmatori semplicemente per evitare troppa
        brodaglia open in salsa androidTu quanti programmatori conosci che si compilano il sistema operativo invece di limitarsi ad usare l'SDK ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 ottobre 2008 17.55-----------------------------------------------------------
    • Morgoth scrive:
      Re: poveri winzozziani
      Bene così hanno escluso il 90% dei computer mondiali...complimenti!
      • krane scrive:
        Re: poveri winzozziani
        - Scritto da: Morgoth
        Bene così hanno escluso il 90% dei computer
        mondiali...
        complimenti!Escluso da cosa scusa ???
  • GameOver scrive:
    non è che...
    ...si tratta di un tipico caso di "2 pesi 2 misure" ? boh"Al contrario di quanto accaduto con il terminale di Apple, la notizia dell'esistenza di un bottone rosso a disposizione di Google per bloccare la diffusione di applicazioni ritenute indesiderate sui cellulari equipaggiati con Android, non sembra aver causato particolare maretta in Rete. Gli sviluppatori intervistati, alcuni saliti agli onori della cronaca proprio per aver vinto il concorso indetto da BigG per selezionare i migliori programmatori impegnati su Android, si dicono sicuri che a Mountain View sapranno usare con saggezza gli enormi poteri da cui derivano grandi responsabilità."
    • fray scrive:
      Re: non è che...
      Se hanno rilasciato le sorgenti e le sorgenti si possono modificare ed installare su altro dispositivo il tasto rosso di BigG diventa inutile.
      • GameOver scrive:
        Re: non è che...
        - Scritto da: fray
        Se hanno rilasciato le sorgenti e le sorgenti si
        possono modificare ed installare su altro
        dispositivo il tasto rosso di BigG diventa
        inutile.se non puoi installarle che fai?e i custom firmware ci sono anche per l'altro dispositivo citatoe se è così inutile perché ce lo hanno messo allora?
        • fray scrive:
          Re: non è che...

          se non puoi installarle che fai?Non lo uso semplice.Se ne vanno da dove sono venuti per quanto mi riguarda.
          • GameOver scrive:
            Re: non è che...
            ah ecco. ok
          • fray scrive:
            Re: non è che...
            - Scritto da: GameOver
            ah ecco. okCioè quello che voglio dire è che una chance a Google gliela do visto che rilasciano il codice sotto licenza open (spero la gpl), e quindi posso verificare che le porcate non me le facciano di soppiatto.Resta sempre il fatto che se per caso non posso evitare il pulsante rosso allora li evito totalmente.Invece Apple proprio non la prendo in considerazione visto che li proprio non c'è nemmeno un'opportunità di evitare queste porcate.
          • Infatti scrive:
            Re: non è che...
            Devi capire che i fanatici fanno molta fatica a capire il tuo discorso!!
          • GameOver scrive:
            Re: non è che...
            tu invece dovresti capire che certi interventi oltre che infantili non servono proprio a nullaPLONK
          • Conformista informatico scrive:
            Re: non è che...
            - Scritto da: fray
            - Scritto da: GameOver

            ah ecco. ok

            Cioè quello che voglio dire è che una chance a
            Google gliela do visto che rilasciano il codice
            sotto licenza open (spero la gpl), e quindi posso
            verificare che le porcate non me le facciano di
            soppiatto.
            Resta sempre il fatto che se per caso non posso
            evitare il pulsante rosso allora li evito
            totalmente.

            Invece Apple proprio non la prendo in
            considerazione visto che li proprio non c'è
            nemmeno un'opportunità di evitare queste
            porcate.allora tu prendi in considerazione solo cose con codice aperto?il resto lo eviti?se fanno una cosa che funziona ottimamente, talmente ottimamente da non avere praticamente rivali, ma che non ha codice aperto non la usi e non la compri?
          • krane scrive:
            Re: non è che...
            - Scritto da: Conformista informatico
            - Scritto da: fray

            - Scritto da: GameOver


            ah ecco. ok

            Cioè quello che voglio dire è che una chance a

            Google gliela do visto che rilasciano il codice

            sotto licenza open (spero la gpl), e quindi

            posso verificare che le porcate non me le

            facciano di soppiatto.

            Resta sempre il fatto che se per caso non posso

            evitare il pulsante rosso allora li evito

            totalmente.

            Invece Apple proprio non la prendo in

            considerazione visto che li proprio non c'è

            nemmeno un'opportunità di evitare queste

            porcate.
            allora tu prendi in considerazione solo cose con
            codice aperto?
            il resto lo eviti?Veramente ha detto : "chance a gliela do"
            se fanno una cosa che funziona ottimamente,
            talmente ottimamente da non avere praticamente
            rivali, ma che non ha codice aperto non la usi e
            non la compri?Veramente l'ha scritto : "se per caso non posso evitare il pulsante rosso allora li evito totalmente."
          • Conformista informatico scrive:
            Re: non è che...



            Invece Apple proprio non la prendo in


            considerazione visto che li proprio non c'è


            nemmeno un'opportunità di evitare queste


            porcate.


            allora tu prendi in considerazione solo cose con

            codice aperto?

            il resto lo eviti?

            Veramente ha detto : "chance a gliela do"


            se fanno una cosa che funziona ottimamente,

            talmente ottimamente da non avere praticamente

            rivali, ma che non ha codice aperto non la usi e

            non la compri?

            Veramente l'ha scritto : "se per caso non posso
            evitare il pulsante rosso allora li evito
            totalmente."veramente io non mi riferivo ad Android ma ad Apple che come lui dice sopra:Invece Apple proprio non la prendo inconsiderazione visto che li proprio non c'ènemmeno un'opportunità di evitare questeporcate.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 ottobre 2008 17.58-----------------------------------------------------------
          • Darkat scrive:
            Re: non è che...
            il suo non era un discorso riferito al codice aperto o chiuso, infatti dice che se su android non si può evitare il "bottone rosso" non considera nemmeno quella anche se è a codice aperto, il suo era un discorso sulle filosofie commerciali, apple applica delle politiche assurde, che non centrano affatto con il codice close ma sono riferite alla possibilità di apple di controllare i dispositivi a suo piacimento senza alcuna discrezione per l'utente, era per questo la critica non per il codice close.
          • ruppolo scrive:
            Re: non è che...
            - Scritto da: Darkat
            apple applica delle politiche
            assurde, che non centrano affatto con il codice
            close ma sono riferite alla possibilità di apple
            di controllare i dispositivi a suo piacimento
            senza alcuna discrezione per l'utente, era per
            questo la critica non per il codice
            close.Tutti i terminali usati nelle grandi aziende (le cosiddette enterprise) rispondono a questo requisito, di qualunque marca. Benvenuto nel mondo oltre-Windows oltre-Linux.
          • Darkat scrive:
            Re: non è che...
            sicuramente, è per questo che esistono alternative per le persone che non amano farsi controllare
          • ruppolo scrive:
            Re: non è che...
            - Scritto da: Darkat
            sicuramente, è per questo che esistono
            alternative per le persone che non amano farsi
            controllareCertamente: non usare cellulari, non usare carte di credito... anzi, non avere un conto in banca. Questo giusto per iniziare.
          • Darkat scrive:
            Re: non è che...
            sisi hai proprio capito tutto, oltre iphone non esiste piu' niente meno male lool
          • ruppolo scrive:
            Re: non è che...
            - Scritto da: Darkat
            sisi hai proprio capito tutto, oltre iphone non
            esiste piu' niente meno male
            loolNon solo oltre lui non esiste nulla, ma nemmeno dietro, tanta è la distanza.
          • GameOver scrive:
            Re: non è che...
            - Scritto da: Darkat
            il suo non era un discorso riferito al codice
            aperto o chiuso, infatti dice che se su android
            non si può evitare il "bottone rosso" non
            considera nemmeno quella anche se è a codice
            aperto, il suo era un discorso sulle filosofie
            commerciali, apple applica delle politiche
            assurde, che non centrano affatto con il codice
            close ma sono riferite alla possibilità di apple
            di controllare i dispositivi a suo piacimento
            senza alcuna discrezione per l'utente, era per
            questo la critica non per il codice
            close.il suo discorso era il seguente:"
            Cioè quello che voglio dire è che una chance a
            Google gliela do visto che rilasciano il codice
            sotto licenza open (spero la gpl),"[...]"
            Invece Apple proprio non la prendo in
            considerazione visto che li proprio non c'è
            nemmeno un'opportunità di evitare queste
            porcate." [ndr x via del codice chiuso]questo è quanto sta scritto, se poi magari lasciamo a lui completare la sua idea piuttosto che metterti tu a voler interpretare altro, forse è anche meglio
          • Darkat scrive:
            Re: non è che...
            e ci credo che non capisci e poi interpreti come vuoi tu, salti i pezzi importanti: come vedi anche il codice aperto lo lascerebbe stare, non era un discorso su codice aperto o chiuso
          • Infatti scrive:
            Re: non è che...
            Dici a me che faccio interventi infantili e poi tagli i post a piacimento per avvalorare la tua tesi?? Questo è infantile...PLONK
          • Conformista informatico scrive:
            Re: non è che...
            Certo che era diretta a quello che dici, la critica, l avevo capito ma dava per scontato che su Apple non avrebbe dubitato per il closed ad abbandonarla mentre per Android che è open era meno propenso.tutto ovvio apparentemente.infatti io non rispondevo a quello.quello che per me è assurdo è il dare per scontato che il closed sia un punto in meno...e poi anche se fosse,se un prodotto funziona è inutile fare tanti calcoli no!?
          • Darkat scrive:
            Re: non è che...
            si quello lo trovo sbagliato anchio :) esiste molto software closed buono, pero' io lo giustifico cosi' guarda, c'e molta gente che dice no al software open solo perche' e' fissata con quello closed...solo per principio...quindi non mi pare scioccante il suo discorso ci sono abituato, anche per me pero' e' sbagliato (scusa se uso una e' con l'apostrofo ma sto usando una tastiera americana)
          • GameOver scrive:
            Re: non è che...
            i custom firmware che si fanno per il cellulare concorrente non valgono nulla allora (tralasciando l'aspetto legale)?
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: non è che...
      - Scritto da: GameOver
      ...si tratta di un tipico caso di "2 pesi 2
      misure" ?Per nulla. L'applicazione in oggetto è ributtante in entrambi i casi. La differenza è l'apertura del codice. Non è un dettaglio: cambia l'intero scenario.
  • beppe a scrive:
    docet
    "e segue la scia di analoghe iniziative dedicate allo Zune e al Large Hadron Collider"sei fuori. senza contare che questo rap è fatto bene, se uno fa un rap del menga sta seguendo la scia di analoghe iniziative?
  • SergioT scrive:
    Rilasciati sorgenti Android
    Poche ore fa Google ha rilasciato finalmente i sorgenti di Android.http://source.android.comStaremo a vedere ma la vedo una cosa positiva.Sergio
    • Nonriescoa Fareillogi n scrive:
      Re: Rilasciati sorgenti Android
      - Scritto da: SergioT
      Poche ore fa Google ha rilasciato finalmente i
      sorgenti di
      Android.

      http://source.android.com

      Staremo a vedere ma la vedo una cosa positiva.Posso compilarli e installarli sul cellulare?Se la risposta è no, se lo possono tenere...
      • raffo scrive:
        Re: Rilasciati sorgenti Android
        si,è possibile compilarli. Sulla pagina dedicata ai sorgenti è spiegato molto chiaramente: http://source.android.com/download#TOC-Building-the-code
      • Darkat scrive:
        Re: Rilasciati sorgenti Android
        e compilarli si...installarli dipende dal dispositivo ovviamente, ci sono tantissimi modelli con tante architetture, non vorrai installarlo su un DynaTAC :P
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: Rilasciati sorgenti Android
          - Scritto da: Darkat
          e compilarli si...installarli dipende dal
          dispositivo ovviamente, ci sono tantissimi
          modelli con tante architetture, non vorrai
          installarlo su un DynaTAC
          :PMi piacerebbe preparare una micro-sd con Android per provarlo sul Freerunner.
          • Darkat scrive:
            Re: Rilasciati sorgenti Android
            può darsi che ci vada anche, ci sono in giro molti hacker che stanno mettendo android su diversi dispositivi(in emulazione però), l'unico requisito sembra il tipo di processore, ora non so se sia compatibile quello del freerunner :/
Chiudi i commenti