Netflix e Disney+ con pubblicità: le differenze

Netflix e Disney+ con pubblicità: le differenze

Pubblicità in arrivo su Netflix e su Disney+: vediamo quali sono le differenze tra i due abbonamenti economici supportati dalle inserzioni.
Pubblicità in arrivo su Netflix e su Disney+: vediamo quali sono le differenze tra i due abbonamenti economici supportati dalle inserzioni.

Due colossi dell’intrattenimento in streaming stanno per introdurre nuove formule di abbonamento più economiche, ma che vincolano alla visione della pubblicità: lo faranno a breve sia Netflix sia Disney+. Per il primo dei due servizi, l’ufficialità è giunta ieri, mentre il secondo lo ha reso noto nel corso dell’estate. Vediamo quali sono le differenze tra le sottoscrizioni supportate dalle inserzioni proposte al pubblico.

Streaming con pubblicità: differenze tra Netflix e Disney+

Per gli utenti si tratta di un’opzione valida se l’obiettivo è risparmiare pur non rinunciando ai rispettivi cataloghi di film, serie TV e show. Per le società che gestiscono le piattaforme, invece, rappresenta una strada da percorrere nel tentativo di strappare clienti alla concorrenza e fidelizzare quelli già acquisiti. Ecco cosa sappiamo al momento.

  • Netflix Base con pubblicità: accessibile dal 3 novembre in Italia, prezzo 5,49 euro al mese (l’abbonamento senza pubblicità più economico costa 7,99 euro al mese), 4-5 minuti di spot ogni ora dalla durata singola di 15 o 30 secondi (prima e durante la visione), qualità limitata a 720p, niente supporto al download e una parte del catalogo esclusa dall’offerta;
  • Disney Basic: accessibile dall’8 dicembre negli Stati Uniti, prezzo 7,99 euro al mese (l’abbonamento senza pubblicità più economico aumenterà a 10,99 dollari al mese), non più di 4 minuti di spot ogni ora dalla durata singola di 15 o 30 secondi (prima e durante la visione), nessuna conferma su limitazioni in termini di risoluzione, download o accessibilità del catalogo.

Non trascorrerà molto prima di conoscere i dettagli ancora non chiariti per quanto riguarda Disney+ Basic. Quasi certamente, l’aumento del prezzo per la formula senza spot previsto a dicembre negli USA interesserà prima o dopo anche l’Italia.

Entrambe le piattaforme hanno confermato l’adozione di tecnologie delegate al controllo delle inserzioni pubblicitarie trasmesse. In altre parole, non compariranno spot di prodotti non adatti all’età del profilo che sta eseguendo lo streaming.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 14 ott 2022
Link copiato negli appunti