News a pagamento, Murdoch ci ripensa?

Gli utenti mobile continueranno a leggere il Wall Street Journal gratuitamente. Secondo il magnate australiano gli introiti pubblicitari stanno crescendo

Roma – Rupert Murdoch innesta per la prima volta la retromarcia nella sua corsa al pay-per-news e annuncia che il suo Wall Street Journal continuerà ad essere disponibile gratuitamente nella sua versione per smartphone, contrariamente a quanto dichiarato la scorsa settimana. L’obolo lo continueranno a pagare solo coloro che vorranno fruire delle news premium.

Questa precisazione segue di qualche giorno una dichiarazione dello stesso chairman di NewsCorp, il quale per la prima volta aveva espresso giudizi positivi circa l’advertising online. In passato proprio gli scarsi proventi della pubblicità erano stati il cavallo di battaglia di Murdoch nel suo pronosticare la fine imminente delle notizie gratis: un’eventualità che gli utenti non avrebbero gradito qualora fosse stata applicata alle maggiori testate telematiche.

Proprio in questi giorni sono stati pubblicati i risultati di una ricerca dai quali si evince che, una volta messi di fronte alla richiesta di sottoscrizione per accedere alla notizia, il 75 per cento degli utenti preferirebbe ricercare un sito dove potersi informare gratuitamente . Solo il 5 per cento sarebbe disposto ad aprire il proprio borsello in cambio di informazioni.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Enjoy with Us scrive:
    Immagino che il Tutor sia innocente!
    Questi con la scusa del terrorismo, delle infrazioni al codice della strada, della sicurezza dei cittadini, stanno organizzando una rete di spionaggio in grado di entrare anche nelle nostre case! Il pericolo per la democrazia è evidente, chi ha acXXXXX a tali dati può ricattare un'ampia fetta di magistrati, politici, giornalisti e tutori dell'ordine... le vicende di questa estate dovrebbero insegnare qualcosa... e non credano alcuni che si tratti di un problema del solo Berlusconi, tutti chi più chi meno ha qualcosa da nascondere, chi dice che non ha nulla da nascondere o è un bugiardo o non ha ben riflettuto sulle sue azioni!
  • angros scrive:
    Grande Fratello, Multivac o mutanti?
    Non era solo Orwell ad aver ipotizzato una cosa del genere: ne parlava anche Asimov nel racconto "Tutti i problemi del mondo", in cui il supercomputer Multivac anticipava e preveniva i crimini, di solito con interventi minimi, anche se invasivi per la privacy (tipo: un impiegato di banca guardava con interesse la cassa, chiedendosi se c' era un modo .... ed ecco che gli squillava il telefono, e gli dicevano "Servizio precrimine: prevediamo che lei possa commettere un furto; se lo farà, sappiamo i suoi nascondigli più probabili, e potremmo arrestarla, quindi la invitiamo a desistere ora, per prevenire ulteriori danni: ora esca dalla banca e si prenda una giornata libera, o avviseremo il suo capo che lei è potenzialmente un rischio"). Asimov ne parlava come di una cosa positiva, perchè secondo lui anche per i potenziali criminali avevano dei vantaggi (se le "vittime" venivano avvisate in tempo, il crimine non avveniva, ed il "criminale" evitava la prigione, o se la cavava con una pena più leggera).E come dimenticare "Minority report" di Philip Dick? (il racconto era abbastanza diverso dal film, lo consiglio)
Chiudi i commenti