Nintendo non gioca con gli smartphone

Per il CEO della grande N il crescente trend del mobile gaming sta minacciando l'industria dei videogame. Svendere i giochi e abbassare la qualità non sarebbe saggio

Roma – Durante il recente keynote alla GDC , il boss di Nintendo Satoru Iwata si è anche ritagliato uno spazio di tempo per criticare i “piccoli” casual game degli smartphone e gli App Store affollati che preferiscono puntare tutto sui numeri piuttosto che sulla qualità dei contenuti.

Nintendo dichiara di non considerare smartphone e tablet come vere console “perché non mettono il gioco al primo posto”, e non vede di buon occhio la loro politica dei prezzi bassi. Per Iwata, gli sviluppatori indipendenti che svendono o addirittura regalano i loro frettolosi videogame sui marketplace dedicati ai dispositivi mobile stanno sbagliando direzione.

Nei giorni scorsi il CEO Nintendo aveva espresso le sua perplessità anche su alcune caratteristiche “smart” della nuova PSP, chiamata NGP. Secondo Iwata il costoso supporto alle connettività 3G proposto dalla console Sony sarà solo un deterrente per i consumatori. L’innovazione della nuova portatile Nintendo passerà invece dall’uso del 3D, per giochi e film.

Per il publisher mobile Ngmoco , non è una questione di qualità grafica. Nintendo e Sony non ruberanno mercato a smartphone e affini con “gli effetti speciali” perché nessuna console portatile “tradizionale” riesce a raggiungere quel perfetto compromesso da “coltellino svizzero”. Oltretutto, sempre secondo il CEO Ngmoco, i nuovi shop online proposti dai due colossi non potranno mai competere con l’offerta dell’App Store Apple.

Tuttavia Sony Computer Entertainment ha già dimostrato una certa apertura verso i giochi per cellulare, con il progetto PlayStation Suite associato all’ Xperia Play , mentre Nintendo continua a tenersi stretta le sue mascotte storiche. Gli utenti iOS e Android non potranno mai giocare alcun Super Mario, Donkey Kong o Zelda sul proprio terminale, a meno di non utilizzare un emulatore non ufficiale.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Netsukuku scrive:
    un po' alla netsukuku?
    Peccato che Calamai non risponda mai.A quanti metri dovrebbero stare per "fare una internet senza internet" ?
  • jfk scrive:
    scommettiamo che...
    Scommettiamo che appena pronta la versione debian, saltera' fuori anche una versione ubuntu? @^
  • Cuista Cualun scrive:
    Ma tanto è inutile
    Ma ke sbattimento per cosa poi io non ho niente da nascondere e poi tanto è inutile perchè secondo me se vogliono trovarvi sanno come fare.
  • ciccio quanta ciccia scrive:
    Sarà ma...
    ... secondo me è poco più di una pezza perché tanto la privacy e l'anonimato li abbandoni nel momento in cui sottoscrivi un abbonamento, fisso o mobile che sia, quindi tutto il resto a che mi serve? È come avere la casa protetta con mille allarmi e poi lasciare le chiavi sotto lo zerbino. L'utonto o comunque un utente medio sa a malapena cosa sia un server web, uno di posta ecc. che vanno manutenuti, aggiornati ecc.... se non si vuole che qualcuno te li butti giù e via dicendo (se cadono data center belli tosti figuriamoci lo scatolotto attaccato all'adsl...). Inoltre, se vuoi gestirti la posta e magari il sito in casa, devi registrarti un dominio... di nuovo privacy addio a meno che tu non paghi servizi di anomimizzazione del dominio (cose di nuovo non note a l'utente medio). Si ricorderà l'utente medio di svuotare la casella visto che ci solo solo pochi giga per tutto il sistema?Senza contare le velocità ridicole in upload che abbiamo qua.Sì ok fa comodo avere un aggeggino del genere che consuma poco e occupa poco spazio ma da qui a essere la soluzione superanonima paladina della privacy per tutti, belli e brutti ce ne passa...
    • ottavio scrive:
      Re: Sarà ma...
      - Scritto da: ciccio quanta ciccia
      ... secondo me è poco più di una pezza perché
      tanto la privacy e l'anonimato li abbandoni nel
      momento in cui sottoscrivi un abbonamento, fisso
      o mobile che sia, quindi tutto il resto a che mi
      serve? Se i dati che scambi sono criptati il provider non può farci molto. Nel Cairo poi quando è stata chiusa Internet hanno iniziato a scambiarsi dati attraverso delle reti wireless.Dietro questo progetto c'è quello che ha scritto la GPL, non l'ultimo dei XXXXX.
      • ciccio quanta ciccia scrive:
        Re: Sarà ma...
        - Scritto da: ottavio
        Se i dati che scambi sono criptati il provider
        non può farci molto. Può farlo eccome se un domani esce una legge che proibisce le comunicazioni cifrate... magari proprio con la scusa del terrorismo ma in realtà poi cedendo alle pressioni delle solite lobby non per ultime quelle delle major). Io negli ultimi anni vedo - sia dentro che fuori la rete - più segnali in senso restrittivo che non il contrario... dal divieto di portare liquidi in aereo, alla chiusura di siti, alla schedatura per il wi-fi e via dicendo. Serve a poco scambiarsi dati tra un gruppo se poi il gruppo e tagliato fuori dal resto del mondo... è solo una magra consolazione, non indoriamo la pillola che invece è MOLTO AMARA.Mai detto che sia l'ultimo XXXXX, sto solo ridimensionando i facili entusiasmi, tutto qua.
        • H5N1 scrive:
          Re: Sarà ma...
          Non possono fare una legge del genere perchè, semplicemente, potresti dire che quei dati non sono cifrati, ma proprio VOLUTAMENTE casuali: son fatti miei se voglio trasmettere e ricevere dati grezzi casuali :D
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Sarà ma...
            Sì sì certo.... fammi sapere poi il carcere dove ti hanno rinchiuso così ti porto i dolcetti...È come dire che quelle bustine con polvere bianca che hai addosso sono quelle di zucchero avanzate dai pandori...Bastassero queste scuse, gli avvocati non esisterebbero da mo'! ;)
          • H5N1 scrive:
            Re: Sarà ma...
            Come puoi provare che un pacchetto è crittato e non contenga dati grezzi "a casaccio"?
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Sarà ma...
            Mica si parla di singolo pacchetto... analizzano IP sorgente e destinazione e tutti i pacchetti.. se non hanno senso (a casaccio, come dici tu) ti menano
          • H5N1 scrive:
            Re: Sarà ma...
            E poi c'era la marmotta che confezionava la cioccolata...
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Sarà ma...
            Poi arriva ciccio e se magna la marmotta con tutta la carta e la cioccolata!
        • krane scrive:
          Re: Sarà ma...
          - Scritto da: ciccio quanta ciccia
          - Scritto da: ottavio

          Se i dati che scambi sono criptati il provider

          non può farci molto.
          Può farlo eccome se un domani esce una legge che
          proibisce le comunicazioni cifrate... magari
          proprio con la scusa del terrorismo ma in realtà
          poi cedendo alle pressioni delle solite lobby non
          per ultime quelle delle major).Cioe' niente piu' banking online, niente piu' https, niente piu' trasmissione di loghin e password nei siti, niente piu' vpn.Mentre la pirateria incapsula i pacchetti del mulo codificandoli come pacchetti wow (rotfl)
          Io negli ultimi
          anni vedo - sia dentro che fuori la rete - più
          segnali in senso restrittivo che non il
          contrario...
          dal divieto di portare liquidi in
          aereo, alla chiusura di siti, alla schedatura per
          il wi-fi e via dicendo. Queste cose sono sempre successe.
          Serve a poco scambiarsi
          dati tra un gruppo se poi il gruppo e tagliato
          fuori dal resto del mondo... è solo una magra
          consolazione, non indoriamo la pillola che
          invece è MOLTO AMARA.Veramente e' sempre stato uno scambiare di gruppo, tu le cassette le copiavi dai dischi dei tuoi amici o le trovavi per strada ?
          Mai detto che sia l'ultimo XXXXX, sto solo
          ridimensionando i facili entusiasmi, tutto
          qua.
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Sarà ma...
            - Scritto da: krane
            Cioe' niente piu' banking online, niente piu'
            https, niente piu' trasmissione di loghin e
            password nei siti, niente piu'
            vpn.
            Mentre la pirateria incapsula i pacchetti del
            mulo codificandoli come pacchetti wow
            (rotfl)
            Non serve arrivare a tanto. Basta anche imporre gli standard consentiti e tutti gli altri sono vietati. Possono anche stilare una lista di siti consentiti e tagliare fuori gli altri, idem per i protocolli. Non è fantascienza, se tutto prende una brutta piega lo fanno o tu le notizie degli ultimi anni le hai perse per strada?? Se un'utenza domestica fa giga di traffico cifrato al giorno suona il campannello d'allarme e ti arriva la pula
            Queste cose sono sempre successe.Non direi proprio... evidentemente sei più giovane e non te ne sei accorto
            Veramente e' sempre stato uno scambiare di
            gruppo, tu le cassette le copiavi dai dischi dei
            tuoi amici o le trovavi per strada
            ?
            Ah quindi secondo te torniamo alla cerchia ristretta dei 4 gatti di amici dopo aver avuto a disposizione l'intero pianeta... e tu questa non la chiami RESTRIZIONE???Se l'amico o l'amico dell'amico dell'amico non aveva quella cassetta non ce l'avevi manco tu. Ora invece puoi cercare in Internet e non serve che tu sia amico di NESSUNO.Anche io in casa mia posso farmi la LAN ma è una LAN appunto...
          • krane scrive:
            Re: Sarà ma...
            - Scritto da: ciccio quanta ciccia
            - Scritto da: krane

            Cioe' niente piu' banking online, niente piu'

            https, niente piu' trasmissione di loghin e

            password nei siti, niente piu' vpn.

            Mentre la pirateria incapsula i pacchetti del

            mulo codificandoli come pacchetti wow (rotfl)
            Non serve arrivare a tanto. Basta anche imporre
            gli standard consentiti e tutti gli altri sono
            vietati.Quindi, come ho gia' detto prima, basta prendere i pacchetti p2p e reimpacchettarli in uno dei formati consentiti; magari criptandoli anche in mezzo.
            Possono anche stilare una lista di siti
            consentiti e tagliare fuori gli altri, idem per i
            protocolli. Non è fantascienza, se tutto prende
            una brutta piega lo fanno o tu le notizie degli
            ultimi anni le hai perse per strada??E come fanno ? MaggGGGggia ??
            Se un'utenza domestica fa giga di traffico
            cifrato al giorno suona il campannello
            d'allarme e ti arriva la pulaQuindi niente piu' streaming ? Niente piu' telelavoro, niente piu' cloud computing.

            Queste cose sono sempre successe.
            Non direi proprio... evidentemente sei più
            giovane e non te ne sei accortoO forse sono piu' vecchio e le ho gia' viste.

            Veramente e' sempre stato uno scambiare di

            gruppo, tu le cassette le copiavi dai dischi dei

            tuoi amici o le trovavi per strada ?
            Ah quindi secondo te torniamo alla cerchia
            ristretta dei 4 gatti di amici dopo aver avuto a
            disposizione l'intero pianeta... e tu questa non
            la chiami RESTRIZIONE???Quello che dico e' che per quanto si tenti di stringere la vite le tecnologie consentono sempre piu' condivisione e non si pio' tornare indietro, anche se poi si tornasse indietro il copiare non si fermerebbe di certo; c'erano club che si spedivano le video senza essere "amici".
            Se l'amico o l'amico dell'amico dell'amico non
            aveva quella cassetta non ce l'avevi manco tu.
            Ora invece puoi cercare in Internet e non serve
            che tu sia amico di NESSUNO.Non e' vero, si hanno solo piu' amici.
            Anche io in casa mia posso farmi la LAN ma è una
            LAN appunto...
    • . . . scrive:
      Re: Sarà ma...
      Quoto.Tanto per molti basta la parolina "Open" ed è tutto a posto...
  • blah blah scrive:
    plug computers
    Non basta uno SheevaPlug con il sistema opportunamente pre-configurato?
    • anonimo scrive:
      Re: plug computers
      - Scritto da: blah blah
      Non basta uno SheevaPlug con il sistema
      opportunamente
      pre-configurato?Guarda che loro vogliono il software per questi apparecchi, senza sceglierne uno in particolare, non vendono nessuna scatola.
    • mela marcia doc scrive:
      Re: plug computers
      Mi hai tolto le parole di bocca.http://www.globalscaletechnologies.com/p-31-guruplug-server-standard.aspx
  • All scrive:
    Libertà ed informazione
    Un po' OT,però ragazzi, vi invito a sostenere l'associazione openpolis:http://associazione.openpolis.it/progetti:-)
  • Bad Sapper scrive:
    Si ma a cosa server ...
    Se poi la gente la usa per loggarsi a Facebook ?Non è una battuta.Nel senso che se avessi corrispondenza privata o facessi qualcosa di particolare i mezzi per proteggermi ci sarebbero già, ma ormai a parte PI che dà fiato ai (troll), serve lasciare la propria EMAIL anche per commentare l'articolo di uno stupido giornale di provincia.È difficile potersi esprimere senza lasciare traccia, se si vuole farlo i modi ci sono, tramite proxy torrent e cinguettate varie come ha fatto per esempio Wikileaks (anche attraverso il famoso provider clandestino svedese).Per la gente comune è già difficile capire cosa è un cokie, rischiamo solo di creare generazioni di paranoici.
  • ephestione scrive:
    L'hardware non sarebbe neppure il probl-
    Sui noti forum dedicati alla compravendita di materiale informatico si trovano economici "portatili headless" (leggi, schermo rotto), ammaccati, senza lettore cd e/o senza tastiera. Ottimi.Oppure ti ritrovi con un laptop di qualche anno dove 192mb di ram disponibili al SO (perché 64 dei 256 se li pappa la scheda grafica integrata e non sono riducibili via bios) sono una manna per una configurazione linux senza X.O ancora vuoi fare il moderno e compri direttamente una mini-itx con cpu, ram e gpu saldate, 2 porte usb e 2 gigabit-ethernet, lettore SD/CF incluso oppure montabile su USB o interfaccia sata tramite adattatore.In tutti questi casi hai un sistema silenzioso ed economico di risorse su cui installare tutti i software lato server che vuoi. Certo, devi smenarti un po', ma per qualcuno questa è già metà del divertimento :D
  • Bastard scrive:
    ILLEGALE!!!
    Ancora una volta gli sfigati del computer pensano di potersi far beffe della LEGGE!!!PAGHERANNO!!!Arresto IMMEDIATO per tutti coloro che hanno anche solo visitato la pagina di questo pericolo progetto volto ad armare pedofili e terroristi! Raid punitivo, sequestro dei beni, distruzione delle sedi!Cos'hai detto, sfigatello, vuoi chiamare l'avvocato? BLAM! Una bella stivalata sulla mascella e vedi che non parli più con nessuno! Vi spacchiamo le dita a manganellate, così avrete finito di picchiettare sulle vostre tastierine! Vi spruzziamo spray al pepe negli occhi così avrete finito di guardare i vostri schermini!Botte! Botte di Stato, botte giuste! Braccia torte per bene, teste sbattute contro il muro e a chi fa troppo il galletto, giù per le scale! Ginocchia lussate! Sputazzamenti e defecazioni facciali! Gogna pubblica!VI FACCIAMO PASSARE LA VOGLIA, SFIGATI! LA POLIZIA VEGLIA!!!VIVA DI PIETRO! VIVA L'ITALIA DEI VALORI! VIVA IL MANGANELLO!
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: ILLEGALE!!!
      Quelli come te diventeranno presto nostri servi, per pulire i cessi.
      • Bastard scrive:
        Re: ILLEGALE!!!
        - Scritto da: uno qualsiasi
        Quelli come te diventeranno presto nostri servi,
        per pulire i
        cessi.Servi di chi, degli sfigati? ROTFL!Una manganellata in fronte e una cagata in faccia aiuteranno a raddrizzarti!Aaaah, la frizzante aria di Bolzaneto!
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: ILLEGALE!!!

          Una manganellata in fronte e una cagata in faccia
          aiuteranno a
          raddrizzarti!Con quale esercito?Buffone!Presto sarete alla fame, e vi disputerete pomodori marci e lische di pesce; non potrete XXXXXX in faccia a nessuno, semplicemente perchè avrete le budella vuote da settimane!
          • Bastard scrive:
            Re: ILLEGALE!!!
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Presto sarete alla fame, e vi disputerete
            pomodori marci e lische di pesce; non potrete
            XXXXXX in faccia a nessuno, semplicemente perchè
            avrete le budella vuote da
            settimane!Devi tornare a scuola, bamboccio: scuola Diaz! ;)Ho spaccato la faccia a tanti bamboccetti come te che nemmeno me li ricordo più. Tutti bravi a fare i piccoli brigatisti da salotto, ma in strada é un'altra cosa!L'ultima cosa che vedrai con i tuoi piccoli occhietti miopi infiammati dal gas lacrimogeno sarà il mio scarpone che ti schiaccia la testa, e non potrai nemmeno levare le tue braccine magre fratturate a colpi di manganello!Ti risveglierai in galera, tra i criminali comuni a cui avremo detto che sei un molestatore di bambini. ;)Ah, le risate che ci faremo guardando come i detenuti useranno la tua faccia come carta igienica!DURA LEX SED LEX!
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ILLEGALE!!!

            Devi tornare a scuola, bamboccio: scuola Diaz! ;)

            Ho spaccato la faccia a tanti bamboccetti come te
            che nemmeno me li ricordo più.Lo so che all'asilo eri il terrore dei bambini di tre anni...
            L'ultima cosa che vedrai con i tuoi piccoli
            occhietti miopi infiammati dal gas lacrimogenoHai di nuovo mangiato fagioli?Goditeli.... quando andrai a rovistare nella spazzatura per mangiare, ricorderai con nostalgia tali pasti.
            DURA LEX SED LEX!La legge siamo noi, non tu. Tu sei solo uno schiavo, ricordatelo.
      • kurdt scrive:
        Re: ILLEGALE!!!
        - Scritto da: uno qualsiasi
        Quelli come te diventeranno presto nostri servi,
        per pulire i
        cessi.Sta scherzando. :)
    • Silvio Laqualunqu e scrive:
      Re: ILLEGALE!!!
      Devi smetterla di fumarti quella che sequestri. :D
    • kurdt scrive:
      Re: ILLEGALE!!!
      - Scritto da: Bastard
      Ancora una volta gli sfigati del computer pensano
      di potersi far beffe della
      LEGGE!!!

      PAGHERANNO!!!

      Arresto IMMEDIATO per tutti coloro che hanno
      anche solo visitato la pagina di questo pericolo
      progetto volto ad armare pedofili e terroristi!
      Raid punitivo, sequestro dei beni, distruzione
      delle
      sedi!

      Cos'hai detto, sfigatello, vuoi chiamare
      l'avvocato? BLAM! Una bella stivalata sulla
      mascella e vedi che non parli più con nessuno! Vi
      spacchiamo le dita a manganellate, così avrete
      finito di picchiettare sulle vostre tastierine!
      Vi spruzziamo spray al pepe negli occhi così
      avrete finito di guardare i vostri
      schermini!

      Botte! Botte di Stato, botte giuste! Braccia
      torte per bene, teste sbattute contro il muro e a
      chi fa troppo il galletto, giù per le scale!
      Ginocchia lussate! Sputazzamenti e defecazioni
      facciali! Gogna
      pubblica!

      VI FACCIAMO PASSARE LA VOGLIA, SFIGATI! LA
      POLIZIA
      VEGLIA!!!

      VIVA DI PIETRO! VIVA L'ITALIA DEI VALORI! VIVA IL
      MANGANELLO!Che ridere XXXXX!Sei uno dei migliori trolloni da molto tempo a questa parte ^^ Mi sono scomXXXXXXto a leggere :)
    • botafogo scrive:
      Re: ILLEGALE!!!
      E' un bel progrsso. Non avrei mai detto che negli istituti psichiatrici i pazienti usufruissero di connessione internet
      • anonimo scrive:
        Re: ILLEGALE!!!
        - Scritto da: botafogo
        E' un bel progrsso. Non avrei mai detto che negli
        istituti psichiatrici i pazienti usufruissero di
        connessione
        internetA parte gli scherzi pensi male, in diversi istituti e comunità i pazienti usano il computer e sono collegati a internet.
  • Pigri Hackerozzi scrive:
    E scatola fu'
    La transizione ad una societa' superiore, capace di interagire sinergicamente con questo pianeta e scongiurare l'estinzione diverra' possibile solo assicurando la libera condivisione della conoscenza. Il sapere applicato e condiviso rende gli uomini liberi e potenzia i talenti dei geni latenti. - Se Mozart nascesse OGGI nel centro della savana Africana potrebbe ancora trovarsi ad incidere nell'argilla partiture ritmiche e solo di djabe'. -Solo incoraggiando una libera, incondizionata, diffusione della conoscenza questa umanita' potra incontrare un prospero futuro.Servono quindi macchine-scatola, dal consumo minimo, replicabii e liberamente migliorabili. Servono anche librerie di programmazione che incoraggino la scrittura di programmi veloci, migliori e sicuri.Ogni spreco di banda, di tempo macchina, di memoria e' un calcio nei denti alla miseria in cui la maggioranza di uomini e donne vivono oggi.Se pur pare bello ornarsi di pitoni, di rubini, di dotnetti, lune, jave e Qtqicky, questi scrip dovrebbero restare risorsa degli amministratori, per le operazioni massive in batch. Invece consumare le risorse, di ritardare l'evoluzione, prolungare le miserie dell'attuale pianeta Terra.;)Facciamole presto ste scatole, prima che i "cugini al sud" se le rompano e partano in carovana per farci visita.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 marzo 2011 14.07----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 marzo 2011 14.09-----------------------------------------------------------
    • ruppolo scrive:
      Re: E scatola fu'
      Vorrei capire che relazione c'è la diffusione della cultura e le scatole ruba contenuti. Qualcuno me lo spiega?
      • krane scrive:
        Re: E scatola fu'
        - Scritto da: ruppolo
        Vorrei capire che relazione c'è la diffusione
        della cultura e le scatole ruba contenuti.
        Qualcuno me lo spiega?E' molto semplice: sono scatole magiche, metti un panino da una parte e compare dall'altra senza sparire dalla prima. Fine fame del mondo e tutti contenti.
        • panda rossa scrive:
          Re: E scatola fu'
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: ruppolo

          Vorrei capire che relazione c'è la diffusione

          della cultura e le scatole ruba contenuti.

          Qualcuno me lo spiega?

          E' molto semplice: sono scatole magiche, metti un
          panino da una parte e compare dall'altra senza
          sparire dalla prima. Fine fame del mondo e tutti
          contenti.E funziona anche coi pesci!O meglio, quando fu fatta la prima demo fecero vedere che funzionava sia coi pani che coi pesci!
          • pippO scrive:
            Re: E scatola fu'
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: ruppolo


            Vorrei capire che relazione c'è la diffusione


            della cultura e le scatole ruba contenuti.


            Qualcuno me lo spiega?



            E' molto semplice: sono scatole magiche, metti
            un

            panino da una parte e compare dall'altra senza

            sparire dalla prima. Fine fame del mondo e tutti

            contenti.

            E funziona anche coi pesci!
            O meglio, quando fu fatta la prima demo fecero
            vedere che funzionava sia coi pani che coi
            pesci!se vuoi fare la stessa fine dell'inventore...
          • panda rossa scrive:
            Re: E scatola fu'
            - Scritto da: pippO
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: krane


            - Scritto da: ruppolo



            Vorrei capire che relazione c'è la
            diffusione



            della cultura e le scatole ruba contenuti.



            Qualcuno me lo spiega?





            E' molto semplice: sono scatole magiche, metti

            un


            panino da una parte e compare dall'altra senza


            sparire dalla prima. Fine fame del mondo e
            tutti


            contenti.



            E funziona anche coi pesci!

            O meglio, quando fu fatta la prima demo fecero

            vedere che funzionava sia coi pani che coi

            pesci!
            se vuoi fare la stessa fine dell'inventore...C'e' gente che sostiene che abbia fatto la miglior fine possibile, anzi, quale fine... nessuna fine!
          • pippO scrive:
            Re: E scatola fu'
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: pippO

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: krane



            - Scritto da: ruppolo




            Vorrei capire che relazione c'è la

            diffusione




            della cultura e le scatole ruba contenuti.




            Qualcuno me lo spiega?







            E' molto semplice: sono scatole magiche,
            metti


            un



            panino da una parte e compare dall'altra
            senza



            sparire dalla prima. Fine fame del mondo e

            tutti



            contenti.





            E funziona anche coi pesci!


            O meglio, quando fu fatta la prima demo fecero


            vedere che funzionava sia coi pani che coi


            pesci!

            se vuoi fare la stessa fine dell'inventore...

            C'e' gente che sostiene che abbia fatto la
            miglior fine possibile, anzi, quale fine...
            nessuna
            fine!Ok, inizia a farti appendere, noi si ripassa fra tre giorni :D
          • panda rossa scrive:
            Re: E scatola fu'
            - Scritto da: pippO
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: pippO


            - Scritto da: panda rossa



            - Scritto da: krane




            - Scritto da: ruppolo





            Vorrei capire che relazione c'è la


            diffusione





            della cultura e le scatole ruba
            contenuti.





            Qualcuno me lo spiega?









            E' molto semplice: sono scatole magiche,

            metti



            un




            panino da una parte e compare dall'altra

            senza




            sparire dalla prima. Fine fame del mondo e


            tutti




            contenti.







            E funziona anche coi pesci!



            O meglio, quando fu fatta la prima demo
            fecero



            vedere che funzionava sia coi pani che coi



            pesci!


            se vuoi fare la stessa fine dell'inventore...



            C'e' gente che sostiene che abbia fatto la

            miglior fine possibile, anzi, quale fine...

            nessuna

            fine!
            Ok, inizia a farti appendere, noi si ripassa fra
            tre giorni
            :DVa bene. Ci rivediamo tra 3 giorni allora.
        • kurdt scrive:
          Re: E scatola fu'
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: ruppolo

          Vorrei capire che relazione c'è la diffusione

          della cultura e le scatole ruba contenuti.

          Qualcuno me lo spiega?

          E' molto semplice: sono scatole magiche, metti un
          panino da una parte e compare dall'altra senza
          sparire dalla prima. Fine fame del mondo e tutti
          contenti.Mi sento d'invalidare l'analogia con un osservazione, l'ipotetico panino inziale non è un esempio calzante.L'esempio sarebbe calzante se tu potessi copiare l'autore, non l'opera, altrimenti consideri il valore del suo lavoro pari o inferiore a 0, e non è corretto.
          • krane scrive:
            Re: E scatola fu'
            - Scritto da: kurdt
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: ruppolo


            Vorrei capire che relazione c'è la diffusione


            della cultura e le scatole ruba contenuti.


            Qualcuno me lo spiega?

            E' molto semplice: sono scatole magiche, metti

            un panino da una parte e compare dall'altra

            senza sparire dalla prima. Fine fame del mondo

            e tutti contenti.
            Mi sento d'invalidare l'analogia con un
            osservazione, l'ipotetico panino inziale non è un
            esempio calzante.
            L'esempio sarebbe calzante se tu potessi copiare
            l'autore, non l'opera, altrimenti consideri il
            valore del suo lavoro pari o inferiore a 0, e non
            è corretto.Tu confondi il teletrasporto, con cui potrei copiate autore dell'opera o del panino, ed il suo prodotto che posso duplicare son un semplice sintetizzatore.
          • kurdt scrive:
            Re: E scatola fu'
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: kurdt

            - Scritto da: krane


            - Scritto da: ruppolo



            Vorrei capire che relazione c'è la
            diffusione



            della cultura e le scatole ruba contenuti.



            Qualcuno me lo spiega?



            E' molto semplice: sono scatole magiche, metti


            un panino da una parte e compare dall'altra


            senza sparire dalla prima. Fine fame del
            mondo



            e tutti contenti.


            Mi sento d'invalidare l'analogia con un

            osservazione, l'ipotetico panino inziale non è
            un

            esempio calzante.


            L'esempio sarebbe calzante se tu potessi copiare

            l'autore, non l'opera, altrimenti consideri il

            valore del suo lavoro pari o inferiore a 0, e
            non

            è corretto.

            Tu confondi il teletrasporto, con cui potrei
            copiate autore dell'opera o del panino, ed il suo
            prodotto che posso duplicare son un semplice
            sintetizzatore.Il punto è proprio questo, il panino iniziale può farlo chiunque e con poca fatica/costo, un opera d'arte (perchè se non lo fosse, non vedo perchè copiarla) invece no, può essere realizzata solo da poche persone, che ivi investono tempo ed energia, e quelle, non puoi copiarle.Puoi copiare l'opera, senza dubbio, ma personalmente trovo ingiusto che l'autore non veda una lira, pensala come preferisci.
          • krane scrive:
            Re: E scatola fu'
            - Scritto da: kurdt
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: kurdt


            - Scritto da: krane



            - Scritto da: ruppolo




            Vorrei capire che relazione c'è la




            diffusione della cultura e le




            scatole ruba contenuti.




            Qualcuno me lo spiega?



            E' molto semplice: sono scatole



            magiche, metti un panino da una



            parte e compare dall'altra senza



            sparire dalla prima. Fine fame



            del mondo e tutti contenti.


            Mi sento d'invalidare l'analogia con


            un osservazione, l'ipotetico panino


            inziale non è un esempio calzante.


            L'esempio sarebbe calzante se tu


            potessi copiare l'autore, non


            l'opera, altrimenti consideri il


            valore del suo lavoro pari o


            inferiore a 0, e non è corretto.

            Tu confondi il teletrasporto, con cui

            potrei copiate autore dell'opera o del

            panino, ed il suo prodotto che posso

            duplicare son un semplice sintetizzatore.
            Il punto è proprio questo, il panino iniziale
            può farlo chiunque e con poca fatica/costo, un
            opera d'arte (perchè se non lo fosse, non vedo
            perchè copiarla) invece no, può essere
            realizzata solo da poche persone, che ivi
            investono tempo ed energia, e quelle, non
            puoi copiarle.Ho un amico chef che direbbe il contrario, un buon panino non puo' farlo chiunque e sono d'accordo; inoltre chi ha fatto il conservatorio e' perfettamente in grado di creare o suonare un'opera mediocre senza difficolta'.
            Puoi copiare l'opera, senza dubbio, ma
            personalmente trovo ingiusto che
            l'autore non veda una lira, pensala
            come preferisci.E al povero creatore di panini artistici non pensi ? Ha dovuto studiare anni per accostare i gusti giusti sai ? Mica si tratta di battere pugni sulla tastiera di una pianola.
          • kurdt scrive:
            Re: E scatola fu'
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: kurdt

            - Scritto da: krane


            - Scritto da: kurdt



            - Scritto da: krane




            - Scritto da: ruppolo





            Vorrei capire che relazione c'è la





            diffusione della cultura e le





            scatole ruba contenuti.





            Qualcuno me lo spiega?





            E' molto semplice: sono scatole




            magiche, metti un panino da una




            parte e compare dall'altra senza




            sparire dalla prima. Fine fame




            del mondo e tutti contenti.




            Mi sento d'invalidare l'analogia con



            un osservazione, l'ipotetico panino



            inziale non è un esempio calzante.




            L'esempio sarebbe calzante se tu



            potessi copiare l'autore, non



            l'opera, altrimenti consideri il



            valore del suo lavoro pari o



            inferiore a 0, e non è corretto.



            Tu confondi il teletrasporto, con cui


            potrei copiate autore dell'opera o del


            panino, ed il suo prodotto che posso


            duplicare son un semplice sintetizzatore.


            Il punto è proprio questo, il panino iniziale

            può farlo chiunque e con poca fatica/costo, un

            opera d'arte (perchè se non lo fosse, non vedo

            perchè copiarla) invece no, può essere

            realizzata solo da poche persone, che ivi

            investono tempo ed energia, e quelle, non

            puoi copiarle.

            Ho un amico chef che direbbe il contrario, un
            buon panino non puo' farlo chiunque e sono
            d'accordo; inoltre chi ha fatto il conservatorio
            e' perfettamente in grado di creare o suonare
            un'opera mediocre senza
            difficolta'.Ma se l'opera è mediocre, perchè copiarla allora? non capisco, se l'opera è buona, ha un senso copiarla, ma se è mediocre cosa te ne frega?In ogni caso il tempo/uomo che richiede un panino od una buona opera, sono molto diversi, e sono convinto che anche il tuo amico Chef ne converrà-

            Puoi copiare l'opera, senza dubbio, ma

            personalmente trovo ingiusto che

            l'autore non veda una lira, pensala

            come preferisci.

            E al povero creatore di panini artistici non
            pensi ? Ha dovuto studiare anni per accostare i
            gusti giusti sai ? Mica si tratta di battere
            pugni sulla tastiera di una
            pianola.Non esiste niente di tutto ciò, per favore, se discutiamo, discutiamo di cose che esistono, e non iniziamo a partire per la tangente, come fanno quasi tutti su questo forum.Kurdt
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: E scatola fu'

            Ma se l'opera è mediocre, perchè copiarla allora?
            non capisco, se l'opera è buona, ha un senso
            copiarla, ma se è mediocre cosa te ne
            frega?Se hai fame, preferisci un panino mediocre o niente?

            In ogni caso il tempo/uomo che richiede un panino
            od una buona opera, sono molto diversi, e sono
            convinto che anche il tuo amico Chef ne
            converrà-Ma il tempo/uomo per una copia è uguale, ed è zero in entrambi i casi.
            Non esiste niente di tutto ciò, per favore, se
            discutiamo, discutiamo di cose che esistono, e
            non iniziamo a partire per la tangente, come
            fanno quasi tutti su questo
            forum.Se non vuoi partire per la tangente, evita di paragonare beni materiali e beni digitali; lo vedi che gli esempi ti sfuggono subito di mano, perchè sono due cose diverse.
          • kurdt scrive:
            Re: E scatola fu'
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Ma se l'opera è mediocre, perchè copiarla
            allora?

            non capisco, se l'opera è buona, ha un senso

            copiarla, ma se è mediocre cosa te ne

            frega?

            Se hai fame, preferisci un panino mediocre o
            niente? Io contesto l'analogia tra panino e opera, non è valida.



            In ogni caso il tempo/uomo che richiede un
            panino

            od una buona opera, sono molto diversi, e sono

            convinto che anche il tuo amico Chef ne

            converrà-

            Ma il tempo/uomo per una copia è uguale, ed è
            zero in entrambi i
            casi.



            Non esiste niente di tutto ciò, per favore, se

            discutiamo, discutiamo di cose che esistono, e

            non iniziamo a partire per la tangente, come

            fanno quasi tutti su questo

            forum.

            Se non vuoi partire per la tangente, evita di
            paragonare beni materiali e beni digitali; lo
            vedi che gli esempi ti sfuggono subito di mano,
            perchè sono due cose
            diverse.Ribadisco che non considero valida l'analogia, come puoi constatare salendo un pò più in alto nel thread, io sono quello che non paragona panini e libri.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: E scatola fu'
            Chiedo scusa, è vero, il paragone era di ruppolo.
          • krane scrive:
            Re: E scatola fu'
            - Scritto da: kurdt
            - Scritto da: krane


            Il punto è proprio questo, il panino


            iniziale può farlo chiunque e con


            poca fatica/costo, un opera d'arte


            (perchè se non lo fosse, non vedo


            perchè copiarla) invece no, può essere


            realizzata solo da poche persone, che


            ivi investono tempo ed energia, e


            quelle, non puoi copiarle.

            Ho un amico chef che direbbe il

            contrario, un buon panino non puo' farlo

            chiunque e sono d'accordo; inoltre chi

            ha fatto il conservatorio e' perfettamente

            in grado di creare o suonare un'opera

            mediocre senza difficolta'.
            Ma se l'opera è mediocre, perchè copiarla allora?Hai mai fatto zapping in TV ?? In quelle occasioni ti e' mai capitato che non ci fossero capolavori in quel momento ??? A quel punto magari non e' che ti sei messo a vedere una 1/2 caZVolata giusto cosi' per passare un po' di tempo ? E magari a meta' la spegni pure o salti giusto al finale per vedere come va a finire ?
            non capisco, se l'opera è buona, ha un senso
            copiarla, ma se è mediocre cosa te ne frega?Quanta roba mediocre hai visto in tv ? Magari un 15 pollici in camera ?
            In ogni caso il tempo/uomo che richiede un panino
            od una buona opera, sono molto diversi, e sono
            convinto che anche il tuo amico Chef ne
            converrà.Dipense, con la duplicazione si invertono.


            Puoi copiare l'opera, senza dubbio, ma


            personalmente trovo ingiusto che


            l'autore non veda una lira, pensala


            come preferisci.

            E al povero creatore di panini artistici non

            pensi ? Ha dovuto studiare anni per accostare i

            gusti giusti sai ? Mica si tratta di battere

            pugni sulla tastiera di una pianola.
            Non esiste niente di tutto ciò, per favore, se
            discutiamo, discutiamo di cose che esistono, e
            non iniziamo a partire per la tangente, come
            fanno quasi tutti su questo forum.
            KurdtE come fai a rispondere a "quasi tutti" allora ? :D
          • kurdt scrive:
            Re: E scatola fu'
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: kurdt

            - Scritto da: krane




            Il punto è proprio questo, il panino



            iniziale può farlo chiunque e con



            poca fatica/costo, un opera d'arte



            (perchè se non lo fosse, non vedo



            perchè copiarla) invece no, può essere



            realizzata solo da poche persone, che



            ivi investono tempo ed energia, e



            quelle, non puoi copiarle.



            Ho un amico chef che direbbe il


            contrario, un buon panino non puo' farlo


            chiunque e sono d'accordo; inoltre chi


            ha fatto il conservatorio e' perfettamente


            in grado di creare o suonare un'opera


            mediocre senza difficolta'.


            Ma se l'opera è mediocre, perchè copiarla
            allora?

            Hai mai fatto zapping in TV ?? In quelle
            occasioni ti e' mai capitato che non ci fossero
            capolavori in quel momento ??? A quel punto
            magari non e' che ti sei messo a vedere una 1/2
            caZVolata giusto cosi' per passare un po' di
            tempo ? E magari a meta' la spegni pure o salti
            giusto al finale per vedere come va a finire
            ?Non ho la televisione, quindi no, non mi capita di fare "zapping".

            non capisco, se l'opera è buona, ha un senso

            copiarla, ma se è mediocre cosa te ne frega?

            Quanta roba mediocre hai visto in tv ? Magari un
            15 pollici in cameraCome sopra, non possiedo televisione, al massimo vado a vedere la partita al bar.

            In ogni caso il tempo/uomo che richiede un
            panino

            od una buona opera, sono molto diversi, e sono

            convinto che anche il tuo amico Chef ne

            converrà.

            Dipense, con la duplicazione si invertono.Non s'inverte una XXXX, fare un GRANDE panino quanto tempo occupa? venti minuti?Scrivere un libro, persino mediocre richiede minimo due tre mesi, noi stiamo parlando di quanto costa all'autore, rimani in careggiata.



            Puoi copiare l'opera, senza dubbio, ma



            personalmente trovo ingiusto che



            l'autore non veda una lira, pensala



            come preferisci.



            E al povero creatore di panini artistici non


            pensi ? Ha dovuto studiare anni per accostare
            i


            gusti giusti sai ? Mica si tratta di battere


            pugni sulla tastiera di una pianola.Stai dicendo sciocchezze, non esiste niente definibile come "panini artistici".E io non sto includendo nel costo d'opera il tempo che l'autore ha dovuto impiegare per imparare a scrivere.Quello che dici non apporta informazioni.

            Non esiste niente di tutto ciò, per favore, se

            discutiamo, discutiamo di cose che esistono, e

            non iniziamo a partire per la tangente, come

            fanno quasi tutti su questo forum.

            Kurdt

            E come fai a rispondere a "quasi tutti" allora ?
            :DNon rispondo quasi a nessuno, come potrai ben vedere. non ho molto tempo da perdere.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: E scatola fu'

            Stai dicendo sciocchezze, non esiste niente
            definibile come "panini
            artistici".Quindi, mangiare il cibo preparato da un grande chef o mangiare al mcDonald è la stessa cosa?
      • come prego scrive:
        Re: E scatola fu'
        - Scritto da: ruppolo
        Vorrei capire che relazione c'è la diffusione
        della cultura e le scatole ruba contenuti.
        Qualcuno me lo spiega?la stessa che c'è tra il nulla e il contenuto della tua scatola cranica
  • come prego scrive:
    vogliamo consapevolezza non tecnici
    i tecnici parlano di mips arm ecc. e perdono di vista le persone, la piena disponibilità della conoscenza e di tutte le informazioni, la collaborazione, la condivisione, l'autogestione, l'autorganizzazione, la libertà di espressione e l'anonimato (che spesso tendono a coincidere)...
  • lol scrive:
    vogliamo tecnici non scatole
    le scatole le usano i commerciali i tecnici parlano di mips arm ecc.se poi è per raggiungere il maggior numero di persone possibili è un'altra cosa.
  • come prego scrive:
    piccole integrazioni...
    premessi i complimenti per l'articolo davvero ottimo, espressa la grande ammirazione personale l'autore e per il suo lavoro, il sig. calamari mi permetterà alcune piccole correzioni/integrazioni:- il sistema operativo a cui si fa riferimento nell'articolo si chiama GNU/Linux e non 'Linux', che è il nome generico del kernel (e sono certo che questo sia stato solo un semplice refuso)- il link per il progetto Tor (che non compare nell'articolo, immagino per semplice dimenticanza) è:https://www.torproject.org/
    • W.O.P.R. scrive:
      Re: piccole integrazioni...
      Tutto giusto quello che dici, ma Calamari sa benissimo chi è il lettore tipo dei suoi articoli, quindi queste due cose le ha date certamente per sottintese e assodate.
      • come prego scrive:
        Re: piccole integrazioni...
        - Scritto da: W.O.P.R.
        Tutto giusto quello che dici, ma Calamari sa
        benissimo chi è il lettore tipo dei suoi
        articoli, quindi queste due cose le ha date
        certamente per sottintese e
        assodate.lo so, lo so...:-)
  • panda rossa scrive:
    Questo e' il futuro!
    Il futuro e' una rete internet completamente anonima, dove potranno circolare liberamente idee e contenuti, totalmente svincolati dalle persone fisiche.Una grande conoscenza condivisa, enorme ed eterna, dove chi vuole e chi puo' condividera', e tutti potranno attingere.Il primo passo consiste proprio nello scindere l'idea dall'uomo.Rotto questo legame, l'idea avra' vita propria e sara' libera di viaggiare e sara' impossibile fermarla.E sara' perfettamente inutile rivalersi contro colui che l'ha lanciata, perche' ormai l'idea c'e'!
    • . . . scrive:
      Re: Questo e' il futuro!
      Ma scusate un'attimo... "Vogliamo scatole, non programmi" ??!!!Ok, ma allora chi le controllerà queste scatole ? Chi controlla il controllore ?Tanto vale allora prendere un iPad, ti pare ?Io "non voglio scatole, voglio programmi" che posso configurare e controllare quando e se ne ho voglia !!! Allora si che saremo liberi.Perché appena queste "freebox" prenderanno piede, ci sarà sicuramente qualcuno che potrà controllarle con un bella backdoor silente di cui il possessore non saprà neanche l'esistenza e che comunque non potrà fare nulla per aggirare il problema se non spegnendo l'apparecchio.I miei complimenti !!! Si si... tenetevi le scatole va... che io mi tengo il contenuto (il software). :-)
      • anonimo scrive:
        Re: Questo e' il futuro!
        Guarda che quelle box sono pensate per utilizzare software open source, quindi il pericolo di cui parli non esiste. Ma poi sai chi è Eben Moglen?
        • . . . scrive:
          Re: Questo e' il futuro!
          Ok, quanti sono in grado di verificare, codice alla mano, cosa queste "scatolette" fanno in realtà ?Per te basta dire open ed è tutto a posto ? Si forse per te... e gli altri che sono o potrebbero essere milioni ?"In questo modo la FreedomBox risultante dalla loro unione dovrebbe essere quello che i tecnici chiamano "appliance", cioè un sistema informatico che il cliente compra, installa e vede come se fosse una scatola, senza cose da configurare o da controllare. Una presa di corrente (o alcune batterie) e via, proprio come i moderni modem/router ADSL (che sono infatti oggetti di questo tipo)."Certo, compri e buona notte. iPad docet ! :-)Chi Eben Moglen ? E chi se ne frega chi è... di paladini della "libertà" ce ne sono una sfilza, poi quando rileveranno la sua società una volta che ha preso piede, come ha fatto Oracle con Sun ne riparliamo eh ?Basta dire la parolina magica "Open" e via di bende sugli occhi... certo tanto è open il pericolo non esiste. Certo è sicuramente meglio del closed da questo punto di vista... però...Mai comprare a "scatola chiusa"... mi sembra che una volta girava un pubblicità del genere.
          • anonimo scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            - Scritto da: . . .
            Ok, quanti sono in grado di verificare, codice
            alla mano, cosa queste "scatolette" fanno in
            realtà
            ?
            Per te basta dire open ed è tutto a posto ? Si
            forse per te... e gli altri che sono o potrebbero
            essere milioni
            ?
            Senti l'open source non è nato ieri. Quelle sono scatolette dove puoi installare quello che vuoi. Sono praticamente dei server minuscoli che non consumano molta energia. Le preoccupazioni che hai per quello che gira sulla scatoletta potrebbero esistere anche per una qualunque distro linux installata sul PC. Se ci fossero delle backdoor sarebbero state scoperte da un pezzo.
            Certo, compri e buona notte. iPad docet ! :-)
            L'Ipad non c'entra niente perché non ti dà i sorgenti, non ti fa accedere all'apparecchio, non ti fa installare il software che vuoi.Se vendessero dei binari alterati che fanno cose strane salterebbe fuori in un attimo.
            Chi Eben Moglen ?
            E chi se ne frega chi è... Invece conta, se uno si crea una sua credibilità nel corso degli anni questa va rispettata ed è normale che gli si dia più fiducia rispetto ad altri.
            di paladini della
            "libertà" ce ne sono una sfilza, Mica tanti
            poi quando
            rileveranno la sua società una volta che ha preso
            piede, come ha fatto Oracle con Sun ne riparliamo
            eh
            ?Cosa c'entra una società quotata in borsa con fini di lucro con una fondazione non-profit che non puoi certo rilevare comprando il pacchetto azionario e che ha uno statuto da rispettare.

            Mai comprare a "scatola chiusa"... mi sembra che
            una volta girava un pubblicità del
            genere.Ti devono dare chip, viti e bulloni così la fai da te? Se invece ti danno un apparecchio allora per te è uguale uguale all'Ipad. Certo certo...
          • shevathas scrive:
            Re: Questo e' il futuro!

            Senti l'open source non è nato ieri. Quelle sono
            scatolette dove puoi installare quello che vuoi.
            Sono praticamente dei server minuscoli che non
            consumano molta energia. e che ti danno già installati e configurati pronti per essere attaccati.
            Le preoccupazioni che
            hai per quello che gira sulla scatoletta
            potrebbero esistere anche per una qualunque
            distro linux installata sul PC. se ti dessero un PC con linux preinstallato, esiste il rischio, teorico, che possa esserci qualche rootkit.
            Se ci fossero
            delle backdoor sarebbero state scoperte da un
            pezzo.se io devo piazzare backdoor di certo non rilascio i sorgenti con il rootkit in bella vista. Magari cercherò di XXXXXXX qualche file mascherato e lascerò il resto dei binari inalterati. Chi andrebbe a calcolarsi l'hash di ogni singolo binario e di ogni singolo file di configurazione ?
            L'Ipad non c'entra niente perché non ti dà i
            sorgenti, non ti fa accedere all'apparecchio, non
            ti fa installare il software che
            vuoi.
            Se vendessero dei binari alterati che fanno cose
            strane salterebbe fuori in un attimo.
            ho i miei dubbi che sia un attimo.
          • anonimo scrive:
            Re: Questo e' il futuro!

            e che ti danno già installati e configurati
            pronti per essere
            attaccati.La fondazione dell'articolo sta raccogliendo soldi per scrivere software e non per venderti un apparecchio con tutto preinstallato. Loro vogliono darti un software che si può installare su molti plug server presenti sul mercato.

            se ti dessero un PC con linux preinstallato,
            esiste il rischio, teorico, che possa esserci
            qualche
            rootkit.
            teoricamente in questo momento può anche cadermi un elefante dipinto di rosa sulla testa lanciato in volo da un aereo militare
            se io devo piazzare backdoor di certo non
            rilascio i sorgenti con il rootkit in bella
            vista. Magari cercherò di XXXXXXX qualche file
            mascherato e lascerò il resto dei binari
            inalterati. Chi andrebbe a calcolarsi l'hash di
            ogni singolo binario e di ogni singolo file di
            configurazione
            ?
            Fare il checksum di una lista di file non richiede molto tempo. Stai sicuro che se tu vendi un apparecchio che raggiunge un certo numero di utenti qualcuno che fa questo controllo c'è.


            ho i miei dubbi che sia un attimo.L'open source non è nato ieri, di storie di rootkit rimasti nascosti per mesi e mesi non mi pare ne siano saltati fuori. Quando qualcuno ha cercato di alterare i contenuti di qualche repository di terze parti è stato beccato in un attimo.
          • jfk scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            - Scritto da: anonimo
            pare ne siano saltati fuori. Quando qualcuno ha
            cercato di alterare i contenuti di qualche
            repository di terze parti è stato beccato in un
            attimo.Scusate se entro a piedi uniti nel flame, ma non posso proprio farne a meno.Su queste "scatolette" ci girera' una versione embedded di debian, ma credo che tanti postino a XXXXX senza nemmeno aver approfondito "minimamente" l'articolo. Infatti se lo fosse fatto, si sarebbe evinto facilmente questo: http://wiki.debian.org/FreedomBox e se non basta anche questo: http://pagekite.net/community/DebianFB/.Senza contare che se non ricordo male, Eben Mogle, fu colui che mando platealmente a fare in XXXX, MNicrosoft, che lo contatto' per assumerlo nella loro azienda (sempre che non stia ricordando male).Va bene ora come chiarimento per il post originale?
          • . . . scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            No non va bene.Intanto per cominciare tanto vale installarsi un server vero e proprio con Debian, Solaris, BSD, Ubuntu server, o quello che ti pare. Non capisco la differenza visto che queste box non le puoi manomettere.Poi, in ogni caso, avresti un indirizzo ip pubblico, ma dinamico e a questo punto per poter essere "visibile" in rete dovresti appoggiarti ad un servizio di terze parti perciò la tua amata privacy e anonimato te le puoi scordare a meno che non ti inventi qualche SW ad hoc per ovviare a questo problema. Se invece vuoi un ip statico, ancora peggio. Dovresti legarti ad un dominio fornendo le tue generalità (privacy e anonimato ancora più a rischio di prima. Whois ? Ne hai mai sentito parlare ?) senza contare che potrebbe anche essere molto oneroso in termini monetari.
          • Pigri Hackerozzi scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            ;) Noi siamo garanti delle liberta', nosstre medesime, ma sempre di liberta', ecche ci mancherebbe, quindi clamorosamente affermo e confermo: - Viva o piilu, in scatola, ma sempre piluu! ------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 marzo 2011 15.08-----------------------------------------------------------
          • come prego scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            - Scritto da: . . .solo per curiosità, puoi dirmi:- tu hai un iPhone, iPod, iPad o qualche altro iCoso?- che sistema operativo hai sul tuo computer?- sai se i firmware dei componenti e delle periferiche del computer che usi contengono codice "chiuso"?- sai se gli hardware che usi integrano sistemi DRM e/o TC? e se li integrano, come fanno (a livello software, hardware, un mix, quali chip ecc.)?- che "social" network usi? e loro che hardware e software usano? e sai cosa fanno dei tuoi dati?- che servizi "cloud" usi? e loro che hardware e software usano? e sai cosa fanno dei tuoi dati?- davvero non sai chi è Moglen?
          • Be&O scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            Posso farlo anche io il Test :D- Scritto da: . . .solo per curiosità, puoi dirmi:- tu hai un iPhone, iPod, iPad o qualche altro iCoso? (No)- che sistema operativo hai sul tuo computer? (Window 7) il mio router (BusyBox Linux)- sai se i firmware dei componenti e delle periferiche del computer che usi contengono codice "chiuso"?Si il 90% è codice proprietario.- sai se gli hardware che usi integrano sistemi DRM e/o TC? e se li integrano, come fanno (a livello software, hardware, un mix, quali chip ecc.)?No, ho sempre rifiutato il Tc di solito evito o disabilito da Biosil Tc per concetto è Hardware e Software, un Tc software soltanto non può considerarsi Tc perchè ha un punto debole.- che "social" network usi? e loro che hardware e software usano? e sai cosa fanno dei tuoi dati?Nessun FaceXXXXXbook... i dati se li rivendono....off course !- che servizi "cloud" usi? e loro che hardware e software usano? e sai cosa fanno dei tuoi dati?uso solo GMAIL e i dati se li usano a scopo di marketing e per un fine non noto, ma tendenzialmente simile ad una loggia massonica.- davvero non sai chi è Moglen?No.... però conosco Fox Mulder ! (rotfl)
          • . . . scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            - Scritto da: come prego
            - Scritto da: . . .
            solo per curiosità, puoi dirmi:
            - tu hai un iPhone, iPod, iPad o qualche altro
            iCoso?MacBook pro
            - che sistema operativo hai sul tuo computer?OS X, Windows 7 e Ubuntu 64 bit
            - sai se i firmware dei componenti e delle
            periferiche del computer che usi contengono
            codice
            "chiuso"?No non lo so e allora ? Non sono io che sostengo di essere libero con una scatola chiusa.
            - sai se gli hardware che usi integrano sistemi
            DRM e/o TC? e se li integrano, come fanno (a
            livello software, hardware, un mix, quali chip
            ecc.)?Vedi sopra.
            - che "social" network usi? e loro che hardware e
            software usano? e sai cosa fanno dei tuoi
            dati?Nessuno a parte Git per lavoro.
            - che servizi "cloud" usi? e loro che hardware e
            software usano? e sai cosa fanno dei tuoi
            dati?Git
            - davvero non sai chi è Moglen?No. So chi è Torvalds, Stallman.... e allora ?
          • . . . scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            Ah una domanda sola... ma tu cosa usi normalmente, una macchina da scrivere Olivetti del 56 ? (rotfl)
          • telex scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            si e allora ?
          • H5N1 scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            Ti è sfuggito completamente il senso della frase "Vogliamo scatole, non programmi".La frase è da intendersi nel senso della semplicità d'uso e nella mancanza di complicate fasi di configurazione: un hardware che "just works!".Nulla ti vieta comunque, di scaricarti il sorgente, modificartelo e ricompilartelo e, credimi, sono in molti a poterlo/saperlo fare.
          • . . . scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            Ok, peccato che l'articolo riporta ch tu in pratica puoi fare ben poco con questi box.Un'altro discorso, ed è quello che fai tu, mi faccio un serverino con SO e SW open che adatto alla bisogna. Allora si che posso ricompilare ecc ecc.E' questo il punto. Altrimenti è del tutto simile ad un iPad e simili. Ma poi spiegami la differenza tra questo box e un server fatto in casa ?Se hai un IP pubblico, ma dinamico ti tocca appoggiarti ad un servizio esterno, cloud o meno e a questo punto tu non hai il controllo di questo servizio. Tanto meno sai chi c'è dietro. Insomma i soliti discorsi che criticano i servizi cloud. Non vedo molte differenze.Se vuoi utilizzare un indirizzo IP pubblico e statico devi avere un dominio tuo e perciò sei costretto a fornire le tue generalità e può essere anche piuttosto oneroso in termini di costi.
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            Oh finalmente uno che usa la sua cucuzza e non va dietro al solito bla bla bla... complimenti anche per la risposta su Gheddafi. Sembra che pochi abbiano capito che sì è tutto bello e figo all'apparenza ma... all'apparenza appunto... se uno apre un attimino ogli occhi e inizia ad analizzare scopre che questo (e tralascio il discorso sul software, quindi per un attimo fidandomi al 100% e senza fare il paranoico) bello scatolotto trascura il fatto che i VERI problemi di privacy stanno FUORI dallo scatolotto stesso.
          • H5N1 scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            - Scritto da: . . .
            Ok, peccato che l'articolo riporta ch tu in
            pratica puoi fare ben poco con questi
            box.Le stesse cose che puoi fare con i router.
            Un'altro discorso, ed è quello che fai tu, mi
            faccio un serverino con SO e SW open che adatto
            alla bisogna. Allora si che posso ricompilare ecc
            ecc.Posso comunque se il software è GPL.Esistono versioni modificate dei firmware di molti apparati di rete.
            E' questo il punto. Altrimenti è del tutto simile
            ad un iPad e simili.E' simile ad un router.
            Ma poi spiegami la differenza tra questo box e un
            server fatto in casa
            ?Questo è già bello e pronto.
            Se hai un IP pubblico, ma dinamico ti tocca
            appoggiarti ad un servizio esterno, cloud o meno
            e a questo punto tu non hai il controllo di
            questo servizio. Tanto meno sai chi c'è dietro.
            Insomma i soliti discorsi che criticano i servizi
            cloud. Non vedo molte
            differenze.Mai sentito parlare di No-IP o di DynDNS?
            Se vuoi utilizzare un indirizzo IP pubblico e
            statico devi avere un dominio tuo e perciò sei
            costretto a fornire le tue generalità e può
            essere anche piuttosto oneroso in termini di
            costi.Vero.
          • . . . scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            - Scritto da: H5N1
            - Scritto da: . . .

            Ok, peccato che l'articolo riporta ch tu in

            pratica puoi fare ben poco con questi

            box.

            Le stesse cose che puoi fare con i router.Volendo. Ma un router non è un server.

            Un'altro discorso, ed è quello che fai tu, mi

            faccio un serverino con SO e SW open che adatto

            alla bisogna. Allora si che posso ricompilare
            ecc

            ecc.

            Posso comunque se il software è GPL.
            Esistono versioni modificate dei firmware di
            molti apparati di
            rete.No. Non puoi. Secondo l'articolo...

            E' questo il punto. Altrimenti è del tutto
            simile

            ad un iPad e simili.

            E' simile ad un router.E' un server, non un router.

            Ma poi spiegami la differenza tra questo box e
            un

            server fatto in casa

            ?
            Questo è già bello e pronto.Anche l'iPad. :-)

            Se hai un IP pubblico, ma dinamico ti tocca

            appoggiarti ad un servizio esterno, cloud o meno

            e a questo punto tu non hai il controllo di

            questo servizio. Tanto meno sai chi c'è dietro.

            Insomma i soliti discorsi che criticano i
            servizi

            cloud. Non vedo molte

            differenze.
            Mai sentito parlare di No-IP o di DynDNS?Appunto, e io a cosa mi riferivo secondo te ?

            Se vuoi utilizzare un indirizzo IP pubblico e

            statico devi avere un dominio tuo e perciò sei

            costretto a fornire le tue generalità e può

            essere anche piuttosto oneroso in termini di

            costi.
            Vero.Be almeno su un punto siamo d'accordo. E' già qualcosa. ;-)
          • H5N1 scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            - Scritto da: . . .
            - Scritto da: H5N1

            - Scritto da: . . .


            Ok, peccato che l'articolo riporta ch tu in


            pratica puoi fare ben poco con questi


            box.



            Le stesse cose che puoi fare con i router.

            Volendo. Ma un router non è un server.Certo, ma in realtà a certi livelli non c'è differenza tra alcune appliance a alcuni server.Prendi per esempio certi firewall o alcuni NAS: hanno un kernel linux, iptables, server FTP o Samba (protocollo CIFS), permettono molto più che semplici "router".


            Un'altro discorso, ed è quello che fai tu, mi


            faccio un serverino con SO e SW open che
            adatto


            alla bisogna. Allora si che posso ricompilare

            ecc


            ecc.



            Posso comunque se il software è GPL.

            Esistono versioni modificate dei firmware di

            molti apparati di

            rete.


            No. Non puoi. Secondo l'articolo...E' una questione di volontà. "Non puoi" è molto opinabile. Volere è potere.Secondo l'articolo dovresti accontentarti della scatola in quanto fà già tutto quello di cui hai bisogno. Quindi non vorresti (e non "non potresti") voler modificare alcunchè.


            E' questo il punto. Altrimenti è del tutto

            simile


            ad un iPad e simili.



            E' simile ad un router.

            E' un server, non un router.



            Ma poi spiegami la differenza tra questo box e

            un


            server fatto in casa


            ?

            Questo è già bello e pronto.


            Anche l'iPad. :-)Con la benedizione di Jobs... e tanti saluti alla privacy!



            Se hai un IP pubblico, ma dinamico ti tocca


            appoggiarti ad un servizio esterno, cloud o
            meno


            e a questo punto tu non hai il controllo di


            questo servizio. Tanto meno sai chi c'è
            dietro.


            Insomma i soliti discorsi che criticano i

            servizi


            cloud. Non vedo molte


            differenze.

            Mai sentito parlare di No-IP o di DynDNS?
            Appunto, e io a cosa mi riferivo secondo te ?Ci sono molte alterative: domini anonimizzati + un server dns (che potrebbe essere la "scatola" stessa)


            Se vuoi utilizzare un indirizzo IP pubblico e


            statico devi avere un dominio tuo e perciò sei


            costretto a fornire le tue generalità e può


            essere anche piuttosto oneroso in termini di


            costi.

            Vero.

            Be almeno su un punto siamo d'accordo. E' già
            qualcosa.
            ;-)Credo che siamo d'accordo su più punti, ma ti ostini a parlare un'altra lingua :)
          • . . . scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            - Scritto da: H5N1
            - Scritto da: . . .

            - Scritto da: H5N1


            - Scritto da: . . .



            Ok, peccato che l'articolo riporta ch tu in



            pratica puoi fare ben poco con questi



            box.





            Le stesse cose che puoi fare con i router.



            Volendo. Ma un router non è un server.

            Certo, ma in realtà a certi livelli non c'è
            differenza tra alcune appliance a alcuni
            server.
            Prendi per esempio certi firewall o alcuni NAS:
            hanno un kernel linux, iptables, server FTP o
            Samba (protocollo CIFS), permettono molto più che
            semplici "router".Vero. Però qui si parla di server veri e propri.Ridotti all'osso, ma sempre server sono.



            Un'altro discorso, ed è quello che fai tu,
            mi



            faccio un serverino con SO e SW open che

            adatto



            alla bisogna. Allora si che posso
            ricompilare


            ecc



            ecc.





            Posso comunque se il software è GPL.


            Esistono versioni modificate dei firmware di


            molti apparati di


            rete.





            No. Non puoi. Secondo l'articolo...

            E' una questione di volontà. "Non puoi" è molto
            opinabile. Volere è
            potere.
            Secondo l'articolo dovresti accontentarti della
            scatola in quanto fà già tutto quello di cui hai
            bisogno. Quindi non vorresti (e non "non
            potresti") voler modificare
            alcunchè.



            E' questo il punto. Altrimenti è del tutto


            simile



            ad un iPad e simili.





            E' simile ad un router.



            E' un server, non un router.





            Ma poi spiegami la differenza tra questo
            box
            e


            un



            server fatto in casa



            ?


            Questo è già bello e pronto.





            Anche l'iPad. :-)

            Con la benedizione di Jobs... e tanti saluti alla
            privacy!Hai sempre la benedizione di qualcuno... ;-)jobs, torvalds, stallman, gates, google, m$, canonical e via dicendo.Questa della privacy è una cosa tutta da provare però...Con il mio mac faccio di tutto senza nessuna restrizione.Ne più ne meno quello che faccio con un so linux (ho un ubuntu 64 bit virtualizzato) o con win.La privacy, quella vera, non sta sui computer altrimenti saresti un XXXXXXXX. A mio parere.





            Se hai un IP pubblico, ma dinamico ti tocca



            appoggiarti ad un servizio esterno, cloud o

            meno



            e a questo punto tu non hai il controllo di



            questo servizio. Tanto meno sai chi c'è

            dietro.



            Insomma i soliti discorsi che criticano i


            servizi



            cloud. Non vedo molte



            differenze.


            Mai sentito parlare di No-IP o di DynDNS?

            Appunto, e io a cosa mi riferivo secondo te ?

            Ci sono molte alterative: domini anonimizzati +
            un server dns (che potrebbe essere la "scatola"
            stessa)Domini anonimizzati... interessante. Esempio ?



            Se vuoi utilizzare un indirizzo IP pubblico
            e



            statico devi avere un dominio tuo e perciò
            sei



            costretto a fornire le tue generalità e può



            essere anche piuttosto oneroso in termini di



            costi.


            Vero.



            Be almeno su un punto siamo d'accordo. E' già

            qualcosa.

            ;-)

            Credo che siamo d'accordo su più punti, ma ti
            ostini a parlare un'altra lingua
            :)Non è vero. Diciamo che non mi metto le fette di salame sugli occhi solo perché c'è la parolina magica "open". Tutto qui. :-)
          • H5N1 scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            1 - Differenze tra Server e altre appliance: ormai non vi è più molta differenza. Pensa ai mini server: molti non hanno neanche un disco fisso :)2 - Benedizioni: Jobs e Gates (o chi ne fa le veci) hanno un occhio di riguardo particolare al tuo portafogli.3 - iPrivacy: non è solo una questione di Privacy, ma anche di libertà. Solo perchè TU hai costruito il "macchinario" e fornito il software non puoi permetterti di decidere cosa posso o non posso insallare e, men che meno, permetterti di disinstallarlo a tuo piacimento con un semplice update.4 - Affettati e prodotti caseari: i miei occhi sono privi di salumi. :)Non sono pro o contro nulla, cerco solo di analizzare. Più volte, anche in questa sede, ho affermato che non esiste ne' il Sistema ne' il software per eccellenza, ma ogni software, hardware o sistema fa meglio certe cose di altri. Tutt'è saper decidere quale più si confà con le nostre aspettative/necessità. Closed or Open? Basta che funzioni e... non sia troppo restrittivo.
          • Funz scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            - Scritto da: . . .
            Ok, peccato che l'articolo riporta ch tu in
            pratica puoi fare ben poco con questi
            box.
            Un'altro discorso, ed è quello che fai tu, mi
            faccio un serverino con SO e SW open che adatto
            alla bisogna. Allora si che posso ricompilare ecc
            ecc.Se sei capace e hai voglia, accomodati pure. Chi vuole un apparecchietto del genere senza sbattimenti particolari può approfittare del box preconfezionato.
            E' questo il punto. Altrimenti è del tutto simile
            ad un iPad e simili.Non capisco tanto l'analogia col ipad, vabbé...
            Ma poi spiegami la differenza tra questo box e un
            server fatto in casa
            ?Nessuna, se non che qualcuno ci ha messo del tempo nella scelta dei componenti e nell'ingegnerizzazione.
          • H5N1 scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            - Scritto da: . . .
            Chi Eben Moglen ?
            E chi se ne frega chi è... di paladini della
            "libertà" ce ne sono una sfilzaNon a sufficienza. E qualcuno tentano pure di metterlo dentro...
          • . . . scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            Dici...Quanti politici si professano "Paladini della libertà" ad esempio. Hai provato a contarli ? :-)Anche Gheddafi si professava tale, o sbaglio ?!! Hai visto come sta andando a finire no ?
          • H5N1 scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            Qualunque politico non può che professarsi paladino dei suoi interessi (o poco più).Mi riferisco ad altri "loschi" figuri.
          • . . . scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            - Scritto da: H5N1
            Qualunque politico non può che professarsi
            paladino dei suoi interessi (o poco
            più).
            Mi riferisco ad altri "loschi" figuri.Verissimo. Però lui si spaccia per un paladino della libertà.Non ho mai sentito un politico che dice "faccio politica per i miei interessi.
          • H5N1 scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            Non ho mai letto di questa sua affermazione...
          • . . . scrive:
            Re: Questo e' il futuro!
            Parlo in generale... non di lui o almeno non solo di lui. ;-)
        • Be&O scrive:
          Re: Questo e' il futuro!
          ....il cugino di Fox Mulder !
    • W.O.P.R. scrive:
      Re: Questo e' il futuro!
      - Scritto da: panda rossa
      Il futuro e' una rete internet completamente
      anonima, dove potranno circolare liberamente idee
      e contenuti, totalmente svincolati dalle persone
      fisiche.Sei pazzo?E poi come facciamo a prendere i Pedoterrosatanisti?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 marzo 2011 12.47-----------------------------------------------------------
      • doc allegato velenoso scrive:
        Re: Questo e' il futuro!
        Hai ragione!E non dimentichiamoci che il tiggi ha detto che ormai ovunque ci sono anche gli anarcohackerislamoinsurrezionalisti!
    • shevathas scrive:
      Re: Questo e' il futuro!
      - Scritto da: panda rossa
      Il futuro e' una rete internet completamente
      anonima, dove potranno circolare liberamente idee
      e contenuti, totalmente svincolati dalle persone
      fisiche.
      utopia. in ogni caso dovresti avere un punto di acXXXXX e a meno di beccare connessioni scoperte saresti perfettamente identificabile.
    • ruppolo scrive:
      Re: Questo e' il futuro!
      - Scritto da: panda rossa
      Il futuro e' una rete internet completamente
      anonima, dove potranno circolare liberamente idee
      e contenuti, totalmente svincolati dalle persone
      fisiche.Certo, prodotti dalle macchine o dalla natura: la pianta della musica, la pianta dei film, da cui staccare i Bluray quando sono maturi.
      Una grande conoscenza condivisa, enorme ed
      eterna, dove chi vuole e chi puo' giocondor condividera', e
      tutti potranno
      attingere parassitare.FIXED
      Il primo passo consiste proprio nello scindere
      l'idea
      dall'uomo.Facile, con le moderne tecnologie si scarica il contenuto del cervello su un computer che condivide subito il tutto su p2p. Il vuoto si può riutilizzare come fertilizzante.
      Rotto questo legame, l'idea avra' vita propria e
      sara' libera di viaggiare e sara' impossibile
      fermarla.Certo, l'idea è quella che vale, mica il contenitore che l'ha partorita!
      E sara' perfettamente inutile rivalersi contro
      colui che l'ha lanciata, perche' ormai l'idea
      c'e'!E colui che l'ha lanciata non è più necessario, è servito allo scopo comune e ora si può riciclare come fertilizzante.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Questo e' il futuro!
        - Scritto da: ruppolo
        Certo, prodotti dalle macchine o dalla natura: la
        pianta della musica, la pianta dei film, da cui
        staccare i Bluray quando sono
        maturi.Sei troppo assulutista, per te rete anonima e libera circolazione dei contenuti e uguale alla pirateria ?A parte questo, dai per scontato che se esisterebbe una cosa del genere, cesserebbe la produzione di qualsiasi cosa ?e da 10 anni che sento ste storie.

        Una grande conoscenza condivisa, enorme ed

        eterna, dove chi vuole e chi puo'
        giocondor condividera',
        e

        tutti potranno

        attingere parassitare.

        FIXEDLiberta di attingere = Pirateria ? Ridicolo.... Il ragionamento tuo ovviamente, non tu come persona.

        Il primo passo consiste proprio nello scindere

        l'idea

        dall'uomo.

        Facile, con le moderne tecnologie si scarica il
        contenuto del cervello su un computer che
        condivide subito il tutto su p2p. Il vuoto si può
        riutilizzare come
        fertilizzante.Guarda che ti sfugge un concetto basilare, tu quanto scarichi un file lo levi a quello che l'ha messo a disposizione ?Il contenuto del cervello sarà copiabile, quindi si potrà fare una copia 1:1 come per i file in un futuro remoto, non è che si fa "taglia/incolla".

        Certo, l'idea è quella che vale, mica il
        contenitore che l'ha
        partorita!Dipende! Magari io con la mia idea mi faccio un'attività tranquillamente, ma non esclude gli altri nel farla :DConcorrenza su invenzioni varie. Poi in un possibile futuro, il concetto di profitto e lucro potrebbero essere diversi da come le immaginiamo noi :d Subbia ruppolo, spegno la parte pirate hates :D

        E colui che l'ha lanciata non è più necessario, è
        servito allo scopo comune e ora si può riciclare
        come
        fertilizzante.Deliri come al solito....
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Questo e' il futuro!

        Certo, prodotti dalle macchine o dalla natura: la
        pianta della musica, la pianta dei film, da cui
        staccare i Bluray quando sono
        maturi.No, i prodotti che già ci sono adesso. Tanto, già adesso non puoi certo vivere così a lungo da vederli tutti.
Chiudi i commenti