No al DRM, il momento dei video virali

In vista del 3 ottobre, giornata mondiale contro il Digital Rights Management, parte il concorso per videomaker. In palio un mediacenter portatile multiforma. Ma non è la sola iniziativa in fieri. I dettagli
In vista del 3 ottobre, giornata mondiale contro il Digital Rights Management, parte il concorso per videomaker. In palio un mediacenter portatile multiforma. Ma non è la sola iniziativa in fieri. I dettagli

Si avvicina il 3 ottobre, la nuova giornata mondiale per la liberazione dal DRM contro le tecnologie anticopia, e si moltiplicano le iniziative per promuoverla. Come quella che ha annunciato Free Culture .

Si tratta di un concorso dal titolo emblematico, Down with DRM , dedicato a produttori di video, animazioni e “remake” creativi: i migliori cinque video che verranno uploadati su Internet e resi disponibili al pubblico e che abbiano per tema il DRM e i danni causati dalle tecnologie anticopia, saranno premiati ciascuno con un NEUROS OSD , un mediacenter portatile dai molti utilizzi.

Allo stesso tempo i promotori della manifestazione, quei geniacci di Defective by Design , hanno organizzato un contest per chi riesce a trovare il modo migliore di promuovere la giornata del 3 ottobre.

Il banner della giornata anti-DRM In questo caso il concorso , riservato a chi si iscrive (gratuitamente) alla campagna, prevede premi per tutto quello che va dalla Migliore idea alla Migliore azione off line, dalla Migliore azione in Team alla Migliore Foto fino al Migliore Blog, Miglior Video, Maggior numero di persone contattate e via dicendo.

Una entry su Digg it! consente di approfondire la questione, mentre il sito ufficiale della campagna per il 3 ottobre giornata mondiale anti-DRM è qui .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

17 09 2006
Link copiato negli appunti