Nokia 3310, grande ritorno per nostalgici e non

Uno dei cellulari più amati di sempre torna a nuova vita. Ammodernato, ma non troppo, verrà presentato a fine febbraio facendo rimpiangere i tempi in cui la batteria durava più di dieci giorni

Roma – Dopo un ironico pesce d’aprile di qualche anno fa, Nokia ha fatto sapere di essere intenzionata a far risorgere il 3310 , cellulare che più di altri ha segnato la storia della telefonia mobile. Un tuffo nel passato che riporta direttamente al 2000 , anno in cui cominciò la sua commercializzazione.

Il “nuovo” dispositivo, come ha riportato VentureBeat , rientrerà in un prossimo bouquet (Nokia 3, 5 e 6, quest’ultimo già in vendita in Cina) di telefoni dedicati alla fascia bassa del mercato . Si tratta di un evidente omaggio a un telefono che assieme al predecessore 3210 è valso a Nokia il riconoscimento come uno dei migliori (se non proprio “il migliore”) produttori di cellulari all’alba del nuovo millennio.

Il velo dai dispositivi verrà tolto a fine febbraio in occasione del Mobile World Congress di Barcellona e già si vocifera circa le caratteristiche di questa star dai sapori vintage. Come il modello di 17 anni fa, anche questo sarà caratterizzato da elementi basici, senza fronzoli; un telefono che rispetterà il carattere forte e sicuro del predecessore che si fece distinguere per l’ elevata durata della batteria e dalla particolare robustezza costruttiva (nonché per l’ inedita possibilità di inviare SMS concatenati senza limiti di caratteri). Ormai conclusa da tempo l’avventura Windows Phone, avrà a bordo Android e il suo prezzo per il mercato europeo sarà di 59 euro.

Nessuno si aspetta un caso di mercato. Il “neonato” ha il profumo di trovata pubblicitaria, anche se la celebrazione di uno dei telefoni più apprezzati nella storia della telefonia mobile potrebbe effettivamente riscuotere una calda accoglienza tra appassionati e nostalgici. D’altronde eguagliare le prestazioni del primo 3310 sarebbe difficile per qualsiasi dispositivo moderno.
Altro che power bank e display crepati, con una longevità della batteria di quasi 11 giorni e una robustezza prossima all’indistruttibilità (spesso celebrata in rete ) ha saputo farsi apprezzare da 126 milioni di persone (seppure il record spetti al Nokia 1100 con 250 milioni di pezzi venduti). Un’enormità se confrontato ad esempio ai 65 milioni di esemplari dell’iPhone 5. È evidente che l’eredità da sostenere sia così pesante da non meritare neppure il paragone.

Più interessanti per il mercato potrebbero risultare invece gli altri suoi fratelli che verranno presentati congiuntamente. Il Nokia 6 monterà il nuovo Android 7.0 Nougat (così come il 5 e il 3). Avrà un display Full HD da 5,5 pollici e il cuore sarà un chipset Snapdragon 430. Tra le altre caratteristiche sono da citare i 4GB di RAM e la fotocamera da 16 megapixel. Il tutto ad un costo di 249 euro, una cinquantina di euro in più rispetto al fratello Nokia 5 che ha un display un po’ più piccolo (5,2 pollici), la metà della RAM e una fotocamera da 12 megapixel. Ancor più risicato il pedigree del Nokia 3 , un dignitoso entry level che costerà 149 euro.

Il debutto ufficiale sul mercato di tutti i dispositivi dovrebbe avvenire entro il primo semestre del 2017 secondo quanto affermato da Arto Nummela, CEO di HMD azienda che da maggio 2016 detiene i diritti di sfruttamento del marchio Nokia.

E voi eravate fieri possessori di un Nokia 3310?

Mirko Zago

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Articolo fatto...
    Solo per riempire uno spazio pagina in mancanza di idee, esistono già decine di siti e forum dedicati alle varie distro linux
  • ... scrive:
    che palle ubuntu
    ovunque ti giri non vedi altro che cose per questa distro PER XXXXX.ma slackware debian gentoo? proprio non ci mettete mano? paura di rovinarvi lo smalto?
    • Amica slackware scrive:
      Re: che palle ubuntu
      - Scritto da: ...
      ovunque ti giri non vedi altro che cose per
      questa distro PER
      XXXXX.
      ma slackware debian gentoo? proprio non ci
      mettete mano? paura di rovinarvi lo
      smalto?Perché oggi e diventata una distro complicata la slackware? Basta sapersi districare un pochetto con la bash, e tirare di editor di testo.Più facile di così ci vedo poche cose.
    • gbtvg scrive:
      Re: che palle ubuntu
      - Scritto da: ...
      ovunque ti giri non vedi altro che cose per
      questa distro PER
      XXXXX.
      ma slackware debian gentoo? proprio non ci
      mettete mano? paura di rovinarvi lo
      smalto?Cos'è il finto sistemista figo che trolla per rispondere al commento di RandomLx? Da qui non solo vedi le distro disponibili, ma anche la lista per popolarità. Purtroppo Mint e Ubuntu sono più popolari di quello che meritano, ma le alternative ci sono.
      • gbtvg scrive:
        Re: che palle ubuntu
        - Scritto da: gbtvg
        - Scritto da: ...

        ovunque ti giri non vedi altro che cose per

        questa distro PER

        XXXXX.

        ma slackware debian gentoo? proprio non ci

        mettete mano? paura di rovinarvi lo

        smalto?

        Cos'è il finto sistemista figo che trolla per
        rispondere al commento di RandomLx?


        Da qui non solo vedi le distro disponibili, ma
        anche la lista per popolarità. Purtroppo Mint e
        Ubuntu sono più popolari di quello che meritano,
        ma le alternative ci
        sono.Dimenticai il link:distrowatch.com
    • Garson Pollo scrive:
      Re: che palle ubuntu
      Si certo come no. Quindi se uso Hurd sono più furbo di te vero?
  • RandomLx scrive:
    Linux non è solo Ubuntu
    Bisognerebbe cambiare il testo del tutorial, come minimo si tagliano fuori distro rpm based del calibro di OpenSuse, Fedora, Mageia, OpenMandriva....
    • RMS impazzito scrive:
      Re: Linux non è solo Ubuntu
      Ho postato la soluzione universale appena sotto.
      • RandomLx scrive:
        Re: Linux non è solo Ubuntu
        Beh è una soluzione. La realtà che oggi i driver proprietari sono disponibili (pre)compilati per il kernel supportato dalla maggior parte delle distribuzioni (se non tutte-non le conosco tutte-) abilitando i repository non free o tainted, quindi è un non problema. Io critico l'oggetto della discussione dove si parla di driver proprietari NVidia per *GNU/Linux* e non per Ubuntu linux, cosa diversa e che avrebbe reso coerente ciò che scritto.
        • ... scrive:
          Re: Linux non è solo Ubuntu
          - Scritto da: RandomLx
          Beh è una soluzione.E' LA soluzione GNU/Linux , GNU Coreutils + kernel Linux per la precisione.Funziona su Slackware, Debian, Red Hat, Arch, Gentoo, compresa quella mer*a di mbutu.
    • gbtvg scrive:
      Re: Linux non è solo Ubuntu
      - Scritto da: RandomLx
      Bisognerebbe cambiare il testo del tutorial, come
      minimo si tagliano fuori distro rpm based del
      calibro di OpenSuse, Fedora, Mageia,
      OpenMandriva....Ubuntu di certo non è la migliore, però è quella con lo sponsor più forte.
  • RMS impazzito scrive:
    GNU/Linux vs MBUTU/Linux
    Quelle sono le istruzioni per mbutu, per GNU/Linux sono queste:wget http://us.download.nvidia.com/XFree86/Linux-x86_64/375.39/NVIDIA-Linux-x86_64-375.39.runchmod +x NVIDIA-Linux-x86_64-375.39.run./NVIDIA-Linux-x86_64-375.39.runFine.
  • Algebra elementare scrive:
    AMD
    e amd che fa? ha molto migliorato quelli open ma ha abbandonato i propietari? e con le nuove cpu fusion cosa diranno al cliente?
    • ... scrive:
      Re: AMD
      Quello che hano sempre detto anche ai clienti winari: sorry!
    • RandomLx scrive:
      Re: AMD
      AMD rilascia i driver open source
      • Shiba scrive:
        Re: AMD
        - Scritto da: RandomLx
        AMD rilascia i driver open sourceNon conosco i radeon, ma AMDGPU ha bisogno di firmware proprietario per funzionare, Mesa o -PRO che sia.
    • collione scrive:
      Re: AMD
      - Scritto da: Algebra elementare
      ha abbandonato i propietari? e chi te l'ha detto? http://www.phoronix.com/scan.php?page=search&q=AMDGPU-PRO
      • Algebra elementare scrive:
        Re: AMD
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: Algebra elementare


        ha abbandonato i propietari?

        e chi te l'ha detto?
        http://www.phoronix.com/scan.php?page=search&q=AMDcon Debian Jessie non vanno bene a meno di cambiare kernel con ubuntu si io sono fermo agli fglrx
  • Paolo scrive:
    anche
    Ma anche no...
  • ... scrive:
    alla buona pace
    dell'open installi driver in cui non sai cosa fanno e cosa ti combinano alle spalle ma se sei "neofita o hai bisogno di qualcosa di più performante" ... non hai scelta
    • ... scrive:
      Re: alla buona pace
      Su windows non hai scelta a prescindere.
      • cicciopasti ccio scrive:
        Re: alla buona pace
        - Scritto da: ...
        Su windows non hai scelta a prescindere.ma si installa da sola la scheda in un attimo...
        • panda rossa scrive:
          Re: alla buona pace
          - Scritto da: cicciopasti ccio
          - Scritto da: ...

          Su windows non hai scelta a prescindere.

          ma si installa da sola la scheda in un attimo...Si chiama tassa sull'ignoranza.
Chiudi i commenti