Nokia: abbiamo Symbian, altro che Android

Un dirigente dell'azienda finlandese risponde alle domande poste via Twitter. Incensa il caro vecchio Symbian, magnifica MeeGo, snobba Android. E il presente è fatto di 300mila smartphone al giorno

Roma – Altro che Android e i suoi 200mila cellulari attivati: Symbian, proprio così il vecchio Symbian, da solo è in grado di fare miracoli. Poco importa se nel corso di un anno la quota di mercato di Nokia tra gli smartphone non sia variata e la concorrenza faccia segnare invece crescite da due o tre cifre percentuali: chi va piano va sano e va lontano o, per meglio dire, secondo il capo del marketing e delle vendite di Espoo Niklas Savander la situazione per la sua azienda è meno peggio di quanto non sia stata dipinta. 300mila al giorno , è questo il ritmo a cui vengono attivati i dispositivi smart di Nokia, per una proiezione annua di oltre 100 milioni di terminali: una cifra che rischia di essere superiore alla somma dei suoi più diretti concorrenti, iOS e Android. Almeno per il momento.

Ma non sono le sole cifre, ovviamente, da tenere in considerazione . In particolare il pupillo mobile di Google da solo è cresciuto di oltre l’800 per cento in un anno, con una proiezione futura che fa impallidire Symbian e ogni altro concorrente . Savander tuttavia si dimostra poco impressionato dalla performance, ribadendo l’intenzione del management di cui fa parte di puntare tutto su Symbian (e Symbian^3 dalla fine dell’anno), per poi transitare la fascia alta dell’offerta su MeeGo e tenendo S40 in vita sui cellulari economici. Una scelta dettata dalla voglia di concentrarsi sulla piattaforma QT , l’unica a suo giudizio in grado di “garantire valore” sia all’utenza che all’azienda, per non parlare degli sviluppatori: che con minime differenze potrebbero coprire “i volumi di Symbian e l’innovazione di MeeGo”.

Di sicuro, di interessante c’è un papavero Nokia che accetta di mettersi in gioco rispondendo alle domande provenienti da chiunque sia in grado di porle tramite Twitter . Interessante è l’ammissione dell’importanza del mercato nordamericano ( essenzialmente quello USA ) nel panorama attuale, in particolare per quanto riguarda l’adozione degli smartphone: “se vuoi avere successo, devi avere successo anche qui” ha spiegato Savander dagli uffici di New York, affermando che i primi passi in questa direzione Espoo li ha già compiuti con lo sbarco di 5230 ed E73 sul listino T-Mobile (e in particolare il primo, che incorpora il navigatore GPS gratuito, il billing tramite operatore e Ovi Store).

Qualche dettaglio di tipo pratico. Confermata l’uscita di N8, il primo dispositivo Symbian^3, entro il Q3 (ovvero prima di Natale). Per quanto riguarda MeeGo, invece, più genericamente è stata indicata la fine dell’anno per la presentazione del primo prodotto basato su questa piattaforma: questo è un altro punto importante, Savander ha riconosciuto che il tempo eccessivo che trascorre tra la presentazione e la commercializzazione dei prodotti Nokia è un tallone d’Achille che va affrontato al più presto. Infine, ogni giorno vengono effettuati 1,7 milioni di download da Ovi Store , il 75 per cento dei quali riguarda applicazioni, e Nokia intende avviare un più intenso scambio di idee con gli sviluppatori (ed eventualmente tagliare le sue commissioni) per ampliare l’appeal della piattaforma.

Le convinzioni di Savander non hanno convinto proprio tutti , soprattutto alla luce dell’ambizione di differenziare la propria linea tra almeno due diversi OS (Symbian e MeeGo). Da Espoo comunque devono aver dato mandato ai suoi manager di ottenere maggiore attenzione possibile dai media, e il fiorire di interviste ed eventi come questo descritto ne sono un esempio: il successo di iPhone e Android, d’altronde, passa anche dalla grancassa mediatica .

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Marco scrive:
    Soluzioni alternative
    Sono molte le zone in Italia dove di banda larga se ne vede ben poca.Per fortuna ci sono ottime iniziative di aziende private in WiMax e Hiperlan che in parte sopperiscono a questo problema.Ad esempio http://www.adslwireless.biz/ per il Piemonte.
  • R. Damon scrive:
    ICT e PIL

    il contributo dell'Information Communication Tecnology
    al prodotto internoPerche' questo cambi in meglio occorre, urgentemente ma con ordine, realizzare tre requisiti indispensabili.1. I manager delle imprese devono ripensare il ruolo e l'importanza dei servizi interni, smettendo una volta per tutte di anteporre l'appariscenza delle auto di rappresentanza e/o aziendali (o delle reception, o di altre cose che non realizzano il profitto) allo stato dei propri stessi CED.2. Il comparto ICT italiano deve smettere di comportarsi come una colonia subordinata alle multinazionali; ovvero, uscire dal ruolo di vendor puro e semplice, imparando, perlomeno, a scegliere che cosa vendere (in questo il FOSS gioca un ruolo chiave piu' o meno da quando esiste).3. I singoli addetti (programmatori, sysadmin, tutti) devono abbandonare la logica del "tanto prendo lo stipendio lo stesso" e sposare quella del servizio essenziale (energia, acqua, gas, ICT!); alzando la voce prima di tutto al proprio interno quando si pretende il best-effort come condizione abituale di lavoro. Questa e' la parte piu' difficile, ma serve anche quella.Il prezzo che pagheremo tutti, se non ci muoveremo, sara' proseguire come si e' fatto finora; cioe', sempre peggio. Con un grazie, a denti stretti, a chi ha pensato, tempo addietro, che le vacche dovessero e potessero soltanto ingrassare.
  • andy61 scrive:
    poca rete, tanta televisione
    Al governo sanno benissimo che chi dispone di una connessione decente va a cercarsi l'informazione ed i contenuti dove vuole, on-demand e senza pubblicità.Tenere l'Italia ferma al medioevo consente di mantenere il controllo sui contenuti e sull'informazione.Considerando che il presidente del consiglio possiede o controlla di fatto non meno di tre televisioni private e due di stato, oltre che le testate più importanti e la più importante società di mediazione pubblicitaria, non è difficile capire perché non si riesca a sbloccare la situazione ...
  • Marco Lazzeri scrive:
    lo stato Italiano, tassa lo sviluppo
    A forza di tasse, gabelle, licenze, lo stato Italiano incancrenisce lo sviluppo.Si parla di j'accuse di Calabrò per la mancanza di infrastrutture per la banda larga,dimenticandoci che esiste il WI-MAX che risolverebbe i problemi.Ma che fine ha fatto il WI-MAX?Semplicemente l'asta per i diritti (tasse per lo stato) è andata deserta.Nessuno se la sente di regalare altri soldi ad uno stato sprecone,che offre oggettive e poche certezze!
  • Gino er nano scrive:
    Basta disfattismo!
    Non è vero! Basta con il pessimismo ed il disfattismo! Siamo un paese felice. Ci negano forse il calcio? Oppure il grande fratello? Siamo la nazione più evoluta in termini di reality show. E allora smettete di rompere e lasciamoli lavorare.
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Basta disfattismo!
      - Scritto da: Gino er nano
      Non è vero! Basta con il pessimismo ed il
      disfattismo! Siamo un paese felice. Ci negano
      forse il calcio? Oppure il grande fratello? Siamo
      la nazione più evoluta in termini di reality
      show. E allora smettete di rompere e lasciamoli
      lavorare.sopratutto pensate a tutti quei soldi che dalle bollette vengono dati a soubrettine per fare qualche XXXXXtina ( come dicono loro stesse nei giornali) in locali milanesi....
  • luigino scrive:
    no comment
    Conosco delle societa in est-europa che danno la banda con la fibra ottica a 120 mb s a 30E (da cio che mi sono informato anche le societa statali offrono in molti paesi una banda pari a 70 mb a prezzi accessibili)...Non so se rendo l´idea ma dobbiamo essere sempre il peggio????Con marchio di una nota societa faccio fatica ad arrivare a 1 mb e 1/2 e pago compreso il canone 80E al mese.Nonostante abiti a Milano di fibra ottica non ne ho mai sentito nelle vicinanze.
    • Picchiatell o scrive:
      Re: no comment
      - Scritto da: luigino
      Nonostante abiti a Milano di fibra ottica non ne
      ho mai sentito nelle
      vicinanze.guarda a me passa a 1 mt sotto casa ma tanto e' una linea non funzionante...quindi possono pure metterla in opera ma poi la volontà economica di farla funzionare non c'e' perche' con il doppino in rame hanno piu' guadagno meno tecnici e meno abbonamenti da gestire....poi pensate solamente a cosa vorrbbe dire avere una linea in fivbra ottica funzionante 24/24h sarebbe la fine di tanti elettrodomestici in casa digitale terrestre comrpeso...
    • poke 36879 virgola 27 scrive:
      Re: no comment
      ...il digitale terrestre del Boss sarebbe il primo a sparire
  • Key scrive:
    Messaggio per il palazzo
    http://www.youtube.com/watch?v=G8LY73Pr7A0
  • Luca scrive:
    FOS Azienda Italiania di Fibre Ottiche
    La morale della favola è che in Italia dovremmo essere agevolati in quanto siamo tra le poche nazioni che producono Fibre Ottiche. A Battipaglia nel Salernitano vi è un grande stabilimento di Fibre Ottiche la FOS (Fibre Ottiche Sud) un'azienda ad alta tecnologia... E siamo il fanalino di coda delle Telecomunicazioni???? Paradossale, Politici DOVE SIETE???
    • sys 32878 scrive:
      Re: FOS Azienda Italiania di Fibre Ottiche
      Paradossale, Politici DOVE
      SIETE???Ma se realizzano la rete in fibra....poi rmangono senza paroloni da blaterare nelle prox campagne elettorali. Maledetto il giorno che abbiamo perso ai mondiali così son stati costretti a 'modificare' il codice della strada!
      • poke 36879 virgola 27 scrive:
        Re: FOS Azienda Italiania di Fibre Ottiche
        - Scritto da: sys 32878
        Paradossale, Politici DOVE

        SIETE???


        Ma se realizzano la rete in fibra....poi rmangono
        senza paroloni da blaterare nelle prox campagne
        elettorali. Maledetto il giorno che abbiamo perso
        ai mondiali così son stati costretti a
        'modificare' il codice della
        strada!Quoto in pienissimissimo. Se al posto delle tv avesse avuto un ISP adesso andremo online a 100GByte/s.
    • Picchiatell o scrive:
      Re: FOS Azienda Italiania di Fibre Ottiche
      - Scritto da: Luca
      La morale della favola è che in Italia dovremmo
      essere agevolati in quanto siamo tra le poche
      nazioni che producono Fibre Ottiche. A
      Battipaglia nel Salernitano vi è un grande
      stabilimento di Fibre Ottiche la FOS (Fibre
      Ottiche Sud) un'azienda ad alta tecnologia... E
      siamo il fanalino di coda delle
      Telecomunicazioni???? Paradossale, Politici DOVE
      SIETE???altro problema e' che quella poca fibra messa in opera ( e reigstrata come tale nelle statistiche) non viene fatta funzionare da Telecom siamo ben al di sotto della media europea....
      • ullala scrive:
        Re: FOS Azienda Italiania di Fibre Ottiche
        - Scritto da: Picchiatell o
        - Scritto da: Luca

        La morale della favola è che in Italia dovremmo

        essere agevolati in quanto siamo tra le poche

        nazioni che producono Fibre Ottiche. A

        Battipaglia nel Salernitano vi è un grande

        stabilimento di Fibre Ottiche la FOS (Fibre

        Ottiche Sud) un'azienda ad alta tecnologia... E

        siamo il fanalino di coda delle

        Telecomunicazioni???? Paradossale, Politici DOVE

        SIETE???

        altro problema e' che quella poca fibra messa in
        opera ( e reigstrata come tale nelle statistiche)
        non viene fatta funzionare da Telecom siamo ben
        al di sotto della media
        europea....Sono cose diverse la fibra in italia non è poi così tragicamente poca (almeno a livello dorsali) il problema è che è spenta in quantità (percentuale) molto più alta di altri paesi ... cioè abbiamo pezzi di autostrada quà e là ma non sono aperti e non sono interconnessi!Bella roba eh?Altro discorso invece se ti riferisci alla parte fth (fiber to home) li proprio non ci siamo!Ne "accesa" ne "spenta"....
        • Picchiatell o scrive:
          Re: FOS Azienda Italiania di Fibre Ottiche
          - Scritto da: ullala
          Sono cose diverse la fibra in italia non è poi
          così tragicamente poca (almeno a livello dorsali)
          il problema è che è spenta in quantità
          (percentuale) molto più alta di altri paesi ...
          cioè abbiamo pezzi di autostrada quà e là ma non
          sono aperti e non sono
          interconnessi!
          Bella roba eh?
          Altro discorso invece se ti riferisci alla parte
          fth (fiber to home) li proprio non ci
          siamo!
          Ne "accesa" ne "spenta"....diciamo che nelle case private mi aspetto che mai e poi mai avremo la cablazione, cio' che piu' mi lascia perplesso e' che i nuovi complessi industrial-artigianal-commerciale siano ancora con i celebri doppini SIP....quindi alla fine e' inutile voler spender soldi nell'ultimo server e connessioni quando c'e' un collo di bottiglia rappresentato da telecom. comunque e' questo quello che si merita un paese che ha privatizzato un bene comune....
          • pippuz scrive:
            Re: FOS Azienda Italiania di Fibre Ottiche

            comunque e' questo quello che si merita un paese che ha privatizzato
            un bene comune....cioè più o meno tutti quella dell'Europa occidentale.
          • Picchiatell o scrive:
            Re: FOS Azienda Italiania di Fibre Ottiche
            - Scritto da: pippuz

            comunque e' questo quello che si merita un
            paese che ha
            privatizzato

            un bene comune....

            cioè più o meno tutti quella dell'Europa
            occidentale.no calma nell'europa occindentale chi ha veramente privatizzato ha fatto in modo che i privati o mettessero i propri soldi nella rete o quello che era la rete pubblica e' rimasta pubblica, nel nostro paese la rete pubblica e' diventata private e nessun investimento privato e' stato fatto....tranne naturalmente investire in pubblicità con donnine succinte che (come dicono loro nei giornali) XXXXXno alla grande in locali notturni.....
    • ullala scrive:
      Re: FOS Azienda Italiania di Fibre Ottiche
      - Scritto da: Luca
      La morale della favola è che in Italia dovremmo
      essere agevolati in quanto siamo tra le poche
      nazioni che producono Fibre Ottiche. A
      Battipaglia nel Salernitano vi è un grande
      stabilimento di Fibre Ottiche la FOS (Fibre
      Ottiche Sud) un'azienda ad alta tecnologia... E
      siamo il fanalino di coda delle
      Telecomunicazioni???? Paradossale, Politici DOVE
      SIETE???E cosa ci sarebbe di strano?è la prassi ... accà nisciuno e fesso!haumm haummm! ;)
    • jfk scrive:
      Re: FOS Azienda Italiania di Fibre Ottiche
      - Scritto da: Luca
      La morale della favola è che in Italia dovremmo
      essere agevolati in quanto siamo tra le poche
      nazioni che producono Fibre Ottiche. A
      Battipaglia nel Salernitano vi è un grande
      stabilimento di Fibre Ottiche la FOS (Fibre
      Ottiche Sud) un'azienda ad alta tecnologia... E
      siamo il fanalino di coda delleEd indovina di chi e'? https://encrypted.google.com/url?sa=t&source=web&cd=3&ved=0CB4QFjAC&url=http%3A%2F%2Fec.europa.eu%2Fcommunity_law%2Fstate_aids%2Fcomp-2002%2Fn421-02.pdf&rct=j&q=Fibre%20Ottiche%20Sud&ei=1YBhTOWpENiRjAe0pOTLBg&usg=AFQjCNF6GQ-F5yKSRHBP5TUB_1FLvkaZDw&cad=rjaLeggilo tutto che ti fa bene. E' sempre il solito schifo, il solito gioco delle scatole cinesi...
  • Francesco scrive:
    Reti
    In questo secolo quello che conta sono le reti: rete autostradale, rete ferroviaria, rete elettrica, rete telematica.Il governo ha regalato per tre soldi la rete telefonica, ne pagheremeo le conseguenze per sempre.bye
    • Guybrush Threepwood Fuorisede scrive:
      Re: Reti
      - Scritto da: Francesco
      In questo secolo quello che conta sono le reti:
      rete autostradale, rete ferroviaria, rete
      elettrica, rete
      telematica.

      Il governo ha regalato per tre soldi la rete
      telefonica, ne pagheremeo le conseguenze per
      sempre.
      No, col doppino la banda larga non la fai.Devi ricostruire l'infrastruttura in fibra fino ad arrivare ad avere ALMENO una fibra per edificio.Per inciso il rame puo' farti arrivare ad avere 20mbit/s al massimo, ma piu' realisticamente arrivi a 7-8.La fibra parte da 10mbit e puo' arrivare a 100.Un cavo in fibra, se poi passi a lambda wave (piu' frequenze sulla stessa fibra) puoi moltiplicare la banda disponibile tante volte, quante sono le frequenze che puoi far viaggiare sulla medesima fibra.Nella peggiore delle ipotesi raddoppi.Col doppino 'sta cosa te la sogni.CiaoGT
      • pippuz scrive:
        Re: Reti
        - Scritto da: Guybrush Threepwood Fuorisede
        [...]
      • sys 32878 scrive:
        Re: Reti
        col doppino la banda larga non la fai.In realtà il doppino arriva a tuttiquanti percui la rete sarebbe gia realizzata (e pagata dagli abbonamenti gia da decenni)
        Per inciso il rame puo' farti arrivare ad avere
        20mbit/s al massimo, ma piu' realisticamente
        arrivi a
        7-8.Per un uso della rete per fini 'pratici' e non ricreativi 1Mbit è gia esagerato.Ad esempio...perchè telecom non regala l'acXXXXX (dicasi telefonata) internet a 56K ? Perchè dove telecom nn vede possibilità di guadagno non potenzia le centrali? Perchè ogni volta che il governo si mette a 'legiferare su internet' agli internauti viene la pelle d'oca, il rate italiano della libertà passa sotto a quello della cina mentre SIAE e simili godono come matti!? Perchè Brumbrumnetta se la tira di introdurre servizi poco servizievoli che gia privati ofrono da tempo!? Rinnovo della PA=fare col pc quello che facevi di carta.....bah
        • Valeren scrive:
          Re: Reti
          - Scritto da: sys 32878
          Per un uso della rete per fini 'pratici' e non
          ricreativi 1Mbit è gia esagerato.Ma anche no?Era una frase ridicola nel 2008, nel 2010 con un'ottica verso il prossimo decennio è suicida come minimo.Spiegami poi cosa intendi con "usi creativi", perché - la home del Corriere pesa come un sasso- youtube con 1 Mb è leeeeeeeeeentoTi rimane FB se giochi a Farmville...
          • sciocchezze scrive:
            Re: Reti
            - Scritto da: Valeren
            - Scritto da: sys 32878

            Per un uso della rete per fini 'pratici' e non

            ricreativi 1Mbit è gia esagerato.

            Ma anche no?
            Era una frase ridicola nel 2008, nel 2010 con
            un'ottica verso il prossimo decennio è suicida
            come
            minimo.
            Spiegami poi cosa intendi con "usi creativi",
            perché

            - la home del Corriere pesa come un sasso
            - youtube con 1 Mb è leeeeeeeeeento
            Ti rimane FB se giochi a Farmville...Ma il caldo ti ha ottenebrato la vista? Ha scritto RICREATIVI non CREATIVI.La home del corriere, youtube, facebook e farmville che tu citi sono proprio cose ricreative. Specie il corriere.it che sembra novella2000.
        • ccie_tra_po co scrive:
          Re: Reti
          - Scritto da: sys 32878
          Per un uso della rete per fini 'pratici' e non
          ricreativi 1Mbit è gia
          esagerato.Non diciamo XXXXXXX per cortesia. Se vuoi avere l'iptv, voip, e quant'altro, il tutto in maniera AFFIDABILE, vai ben oltre il megabit.
          • sciocchezze scrive:
            Re: Reti
            - Scritto da: ccie_tra_po co
            - Scritto da: sys 32878


            Per un uso della rete per fini 'pratici' e non

            ricreativi 1Mbit è gia

            esagerato.

            Non diciamo XXXXXXX per cortesia. Se vuoi avere
            l'iptv, voip, e quant'altro, il tutto in maniera
            AFFIDABILE, vai ben oltre il
            megabit.Certo l'iptv non è usata per fini ricreativi. Certo certo 8)
    • panda rossa scrive:
      Re: Reti
      - Scritto da: Francesco
      In questo secolo quello che conta sono le reti:
      rete autostradale, rete ferroviaria, rete
      elettrica, rete
      telematica.

      Il governo ha regalato per tre soldi la rete
      telefonica, ne pagheremeo le conseguenze per
      sempre.In compenso abbiamo il digitale terrestre per potere vedere molti piu' reality di prima.
      • gibrovacco scrive:
        Re: Reti
        Con le lobby che abbiamo non possiamo aspettarci di meglio. Com'è avvenuto più volte in passato, i potenti stanno vendendo il futuro degli italiani per il loro personale vantaggio. E il popolo bue è "libero" di vedere, nell'ordine, calcio (a pagamento) te**e e c**i. Ah sì dimenticavo la libertà di scelta tra l'informazione di Stato e quella di Regime ;). L'imbarazzo della scelta!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 maggio 2012 08.34-----------------------------------------------------------
      • boxgabry scrive:
        Re: Reti
        Anche con il doppino se il segnale fosse consistente e per tutti anche con 20 mega sarebbe una cosa accettabile. La fibra??? ce la sogniamo per il momento, forse i nostri nipoti la godranno a meno che nel frattempo non venga escogitata qualche altra tecnologia ovviamente scoperta da altri.
        • anonimo scrive:
          Re: Reti
          - Scritto da: boxgabry
          La fibra??? ce la sogniamoParla per te. Io ce l'ho da 11 anni.
          • Ruzzolo scrive:
            Re: Reti

            Parla per te. Io ce l'ho da 11 anni.E tu chi C***o sei? Tutta l'Italia? XXXXX!
          • anonimo scrive:
            Re: Reti
            - Scritto da: Ruzzolo

            Parla per te. Io ce l'ho da 11 anni.

            E tu chi C***o sei? Sono uno che ce l'ha 8)
            Tutta l'Italia? XXXXX!Prego la redazione di cancellare il messaggio maleducato di Ruzzolo visto che il rosicamento gli impedisce di interloquire senza insultare.Comunque il messaggio a cui risposto parlava di una ADSL su doppino decente per tutti.Mentre parlava della fibra come di una cosa che da noi non c'è "se la godranno i nipoti".
      • Picchiatell o scrive:
        Re: Reti
        - Scritto da: panda rossa

        In compenso abbiamo il digitale terrestre per
        potere vedere molti piu' reality di
        prima.il brutto e' che con tutti quei soldi pubblici buttati nel wc su una tecnologia nata morta come il digitale non funziona, e' cara.....e la clientela latita...
      • Maestro Miyagi scrive:
        Re: Reti
        Be' ma scusate, con i politici rinc-glio-iti che abbiamo a sinistra, centro e destra (che dalla maggioranza dei popolani sono comunque sempre votati), che cosa volete combinare?Ore 12, calma piatta ....
    • Valeren scrive:
      Re: Reti
      La rete autostradale è stata semisvenduta, quella telefonica regalata.L'unica cosa che interessa al momento è il digitale terrestre, che non è una rete.E non sono stati stanziati quattro spiccioli: non è stato stanziato NIENTE.
    • boxgabry scrive:
      Re: Reti
      Aggiungerei che quando si dice il governo ovviamente si intende un governo di incapaci solo bravi a prendere soldi
    • cantinaro scrive:
      Re: Reti
      perchè in questo caso non si dice CHI ha svenduto la Telecom? quando non è conivolto il cavaliere tutti zitti... vi lascio voi scoprire/ricordare l'artefice di tanta schifezza.
      • Daniele scrive:
        Re: Reti
        - Scritto da: cantinaro
        perchè in questo caso non si dice CHI ha svenduto
        la Telecom? quando non è conivolto il cavaliere
        tutti zitti... vi lascio voi scoprire/ricordare
        l'artefice di tanta
        schifezza.Semplice: D'ALEMA!
        • rover scrive:
          Re: Reti
          Premesso che più che svenduta, Telecom fu finanziata dall'acquirente con i soldi dell'acquisito (e qui ricordo un film di Sordi dove le cose andavano allo stesso modo), e questo non doveva accadere. ma non per colpa di D'Alema o Prodi o Berlusconi, ma perchè le regole finanziarie a cui la politica si adegua per ovvie convenienze permettono vergognose schifezze.ciò premesso chi ha ha convinto il tronchetto dell'infelicità, come lo chiama Grillo, a prendersi Telecom e poi a ridurla a un colabrodo dove scaricare i suoi problemi finanziari?E chi ha fatto tutto quel vergognoso schiamazzo contro l'unica soluzione possibile, giusto 3 anni fa, che si chiamava scorporo e che era l'unica soluzione decente? E dalla quale sarebbero derivati anche possibili fondo per investimenti?Vediamo se indovini.
          • Daniele scrive:
            Re: Reti
            3 anni fa non so, oggi quel genio di Bernabè:http://www.oneadsl.it/02/04/2010/niente-scorporo-della-rete-telecom-parola-di-franco-bernabe/Quando, in Italia, smetteremo di avere certa gente al potere?
          • ullala scrive:
            Re: Reti
            - Scritto da: Daniele
            3 anni fa non so, oggi quel genio di Bernabè:

            http://www.oneadsl.it/02/04/2010/niente-scorporo-d

            Quando, in Italia, smetteremo di avere certa
            gente al
            potere?Ecco appunto quello è il problema!hai fatto già 2 mandati elettivi?Basta... chiuso ... a casa e tanti saluti e baci!I nostri hanno il XXXX incollato al seggio!
Chiudi i commenti