NoLogo/ Fornire un servizio su web

di Mafe de Baggis - Qualcuno ricorda ancora quanto fosse riposante la home page di Google nel 1999, nel marasma dell'eccitazione da portale?
di Mafe de Baggis - Qualcuno ricorda ancora quanto fosse riposante la home page di Google nel 1999, nel marasma dell'eccitazione da portale?

Se la socialità è la parte divertente di Internet, i servizi ne costituiscono l’ossatura: possiamo anche snobbare i blog, i social network o le chat, ma quando si tratta di home banking o e-commerce la comodità dell’uso della rete è indiscutibile. Quando funziona. Quando capiamo come funziona senza impazzire. Quando capiamo a cosa serve.

A luglio scrivevo che “l’originalità non è molto apprezzata quando si tratta di eseguire delle transazioni.” Se il rispetto degli standard e dell’usabilità sono un dovere per qualsiasi interfaccia, quando si tratta di cercare un numero di telefono, fare un bonifico o prenotare un treno diventa una questione di sopravvivenza. Del servizio, se cerca di trovare un mercato; dell’utente, se non ha scelta.

Il sito di CartaSì, che permette di consultare online i movimenti della propria carta di credito, dopo il login presenta questo incredibile menu di navigazione: Cambia Colori – www.cartasi.it – Privacy – Home – Esci. Ora, a me i servizi offerti sono utili e comodi e quindi sorvolo su questo delirio, ma quando hanno rifatto l’home page del sito precedente il login, diciamo il sito istituzionale, ero tutta contenta che finalmente avrebbero eliminato anche il Cambia Colori, che invece è ancora lì. Il piccolo sovraccarico cognitivo di dover ogni volta skipparlo e capire la differenza tra www.cartasi.it e Home è quello che fa la differenza tra la gratitudine e la sopportazione.

Anche qui la lezione è una sola, ed è molto semplice: individuate il servizio di base e progettatelo e realizzatelo molto bene. Avete presente Google? Vi ricordate com’era riposante Google quando è uscito nel 1999, in mezzo al marasma dell’eccitazione da portale?

Vendete libri? Prima preoccupatevi di farli trovare facilmente e di arrivare al checkout senza stress, poi aggiungete le stelline e le recensioni (non che non siano importanti, sia chiaro). Volete che mi iscriva alla vostra newsletter? Fate il form di registrazione esattamente identico a tutti gli altri. Siete Trenitalia? Perché mettete un tetto di spesa mensile? Non volete che io prenda troppi treni?

L’unico colore che vorrei cambiare quando sto impallidendo alla vista di quanto ho speso, è quello del mio conto in banca. Internet è fatta per fornire servizi senza la noia delle code, dei contanti, delle interruzioni, delle distrazioni: ricordatevene quando vi ritrovate a pensare cose tipo “ma un’alternativa al solito carrello?”.

Mafe de Baggis
Maestrini per Caso

Tutti i NoLogo di MdB sono disponibili a questo indirizzo

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 10 2008
Link copiato negli appunti