Nomine/ Vulpiani Senior Consultant in RSA Security

Si rafforza la struttura della sede italiana


Roma – RSA Security ha annunciato la nomina di Massimo Vulpiani al ruolo di Senior Consultant per tutta la regione SEEMEA (Southern-Eastern Europe, Middle East & Africa), che rafforza l’organico della filiale italiana dell’azienda statunitense specializzata nello sviluppo di tecnologia per la sicurezza informatica.

Dopo aver già lavorato in RSA Security nel 2000 in qualità di System Engineer, Vulpiani ha trascorso due anni in Symantec Italia, dove ha ricoperto il ruolo di Pre-sales Technical Manager Southern Europe and Middle East.

Precedentemente, ha lavorato in Computer Associates Italia, Atel Group, Praksis (oggi ObjectWay), Tema (Gruppo ENI), come consulente presso il Centro di Ricerca della Comunità Europea di Ispra e presso NCR Corporation.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    aruba?? no grazie!
    certo ke aruba a me ha kreato tanti di kuei grattakapi......il forum e' rimasto due mesi al macello....kartelle ke sparivano...permessi kambiati...ora dopo 2 mesi ok...rikominciamo!li ho kontattati mille volte, e per risposta????non ci sono problemi......mii ma kome? lo stesso forum in altro hosting per prova va' ke e' una meraviglia.......li no!il database e' stato korrotto piu' volte.......le kartelle in ftp kome fantasmi e la konnessione per gli aggiornamenti....lasem perd!konsiglio mio....ARUBA mai piu'!
  • Anonimo scrive:
    Palermo24h si è solo fatto pubblicità gratis
    ringraziasse Aruba piuttosto..
    • Anonimo scrive:
      Re: Palermo24h si è solo fatto pubblicità gratis
      - Scritto da: arraffa arraffa: un nome un programma...
      ringraziasse Aruba piuttosto..avresti volto prima pensarci tu vero?Ah, l'invidia!
  • Anonimo scrive:
    15 domini con aruba, mai un problema.
    Certo, siti semplici, solo html, e con dieci accessi al giorno: ma esistono pure clienti cosi', che hanno bisogno di una brochure online, piu' che di un portale.Con queste premesse, mai un problema. Precisi, puntuali, veloci, ordinati.Giorni fa un dominio .it, da me prepagato ma non registrato per una incongruenza della LAR, ha fatto si che una loro gentile collaboratrice mi chiamasse al cellulare per chiedermi come disporre del credito che mi derivava.Lavoro con host assai piu' "profescional" e costosi, ma queste cose me le sogno, con loro.Ogni lavoro, interruzione, breve down, sempre prontamente spiegato e risolto sul forum di assistenza.A questo punto, scusate, vale la pena di dire un paio di cose sugli utenti 'scontenti' di aruba.Il forum online non e' un luogo democratico. Per bizzara che possa sembrarvi la mia opinione, il forum ha delle regole, dure, e spesso chi e' bruscamente bannato da quel forum si e' limitato a postare messaggi irati, e conditi da insulti, quando era evidente che esistevano dei problemi. Leggere le FAQ? No, grazie.Per fare un esempio concreto, quando sul forum che regola la posta di dominio ci sono decine di post che dicono, tutti, "l'smtp da errore pincopallo" che senso ha postare, in capslock, la stessa cosa? Per poi vedere che nella sezione annunci, magari c'e' scritto: oggi lavori in corso su smtp di dominio.Apparentemente noi utenti di questo genere di servizio, oppure, se preferite, noi clienti di questa fornitura, ci comportiamo con due pesi e due misure. A tutti capita di trovare un cantiere aperto in autostrada, in malaugurata concomitanza con un ponte: ci facciamo ore di coda, ma al casello ci tocca pagare zitti.Il lavoro dell'host non e' dissimile: che ci piaccia o no, i lavori in corso li troviamo. Che senso ha avere questo perenne atteggiamento misto di spocchia e violenza? Riconosciamo, tutti, che aruba ha migliaia di clienti, assai felici del servizio, e una minoranza, schiacciante ma rumorosissima, che si permette di dare del ladro a chi, per quella che e' la mia esperienza, lavora. Cio' detto, l'esempio riportato nell'articolo di PI e' meritevole di attenzione, e io credo che l'establishment di aruba-technorail potrebbe fare una bella figura rispondendo. Chi vivra' vedra'.Conclusione: pensare che gente come quelli di technorail si siano messi d'accordo, un bel giorno, per metter su un'associazione a delinquere, e' francamente imbarazzante. La verita' e' che esistono persone, la' (e facciamo pure un nome! Dottor Zappoli..) che postano risposte al forum anche in orario notturno. Quindi, per quel che vale la mia testimonianza: bene cosi', aruba. Buon lavoro.
    • Anonimo scrive:
      Re: 15 domini con aruba, mai un problema.
      Appunto, aruba va bene solo per chi ha 15 visite giornaliere... e' quello che ho sempre sostenuto.D'altronde cosa si prentende di piu'?
  • Anonimo scrive:
    su Aruba da più di 1 anno: mai avuto problemi...
    Sinceramente, per 20 euro nessuno ti regala nulla e devi saper usare quello che ti danno: quando ho pagato sapevo a cosa andavo incontro, e in ogni caso non mi lamento. Se un sito Web è ad alto traffico, perchè uno sceglie Aruba?Inoltre, conosco servizi che costano molto di più e si arrogano l'attributo di "Professionale", ma che hanno registrato spesso down ben più lunghi di 5 giorni...
  • Anonimo scrive:
    Alternative ad Aruba? -Richiesta di indicazioni-
    Mi chiedo quali possano essere le alternative ad Aruba. Senza entrare in polemiche/guerre di religione, dove posso trovare un servizio di hosting:- a un prezzo modesto (lo so che più soldi possono garantire un maggior servizio/qualità)- supporto a PHP e ASP- support a database MS Access- gestione web di almeno 5 caselle POP3 associate al dominio e altrettanti alias(Praticamente: dove posso trovare una alternativa all'offerta di Aruba)Grazie a tutti quelli che mi daranno indicazioni.Byev.
    • Anonimo scrive:
      Re: Alternative ad Aruba? -Richiesta di indicazioni-
      - Scritto da: v.
      Mi chiedo quali possano essere le
      alternative ad Aruba. L'alternativa a tutto si chiama libera concorrenza.Uno guarda a destra e a sinistra e poi pesa le risposte e sceglie.L'importante è di prendere bene tutte le informazioni che servono ad una decisione ponderata, col giusto rapporto qualità/prezzo.Nel caso di Aruba è una vita che se ne parla in maniera poco favorevole, quindi chi l'ha scelta ignorando le esperienze poco felici di molti altri... beh, un po' è andato a cercarsela.L'obiezione degli irriducibili è che quello che Aruba offre, Aruba deve mantenerlo, indipendentemente dal prezzo richiesto.A me pare un pochino pretestuosa la faccenda.E' come se io al mercato trovo una bottiglia di vino che costa 100 lire al litro.Col cazzo che la prendo, perchè il vino a 100 lire è sicuramente di poca qualità e molto probabilmente mi farà venire il mal di pancia.Potrà anche darsi che invece sia bevibile e non faccia danni, ma io non mi fido lo stesso.
  • Anonimo scrive:
    Alla redazione di P.I.
    Scusate, non ho capito cosa significa la vostra chiusura dell'articolo:"...quanto ti è accaduto ricorda da vicino problemi ai quali Aruba ha fornito risposta dimostrando una disponibilità che altri operatori non hanno..."Siccome sono un po' ingenuotto non ho capito se state facendo i complimenti ad Aruba oppure se lo dite ironicamente perchè in realtà è l'esatto contrario.
    • Anonimo scrive:
      Re: Alla redazione di P.I.
      Mi associo alla richiesta di chiarimenti, pure per me il finale è un po "ambiguo".Aggiungo oltretutto che troppo spesso Aruba indica di controllare degli script che non vengono modificati a volte da mesi... sarà ma a me sembra un pochino strano che questi stop si verifichino sempre quando gli accessi al sito crescono.Che dite sarò troppo sospettoso?
      • Anonimo scrive:
        Re: Alla redazione di P.I.
        Uno script che invia 1 lettera ad ogni utente della lista, all'inizio puo' non causare problemi, ma quando gli utenti diventano migliaia e lo script MAI MODIFICATO, eseguiva un ciclo di spedizione mail x ogni utente, vedi come col tempo esso comincia a crear problemi.Bye! ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Alla redazione di P.I.
        Anch'io ho qualche sospetto...sia su aruba che, in questo caso, su PI
  • Anonimo scrive:
    Prezzo basso = Servizi scadenti
    Come sopra
    • Anonimo scrive:
      Re: Prezzo basso = Servizi scadenti
      A parte il fatto che tu sei un clone del vero Ciccio sottoscritto, comunque hai una ragione sacrosanta. Ciccio, un nome una garanzia! ;-)))
  • Anonimo scrive:
    E' serio il professionista che si affida ad Aruba?
    Mi fa ridere chi si lamenta di un servizio che praticamente è gratuito. Sono solo "Webmaster" poco seri che si affidano ad un servizio per niente serio. O forse sono solo dei ragazzini che giocano con il web ?Ma come è pensabile di mettere su un sito che pur con un modesto afflusso di visitatori ed una newsletter con i suoi 1400 iscritti si affida ad Aruba e simili ?Credo sia la giusta ricompensa per aver pensato di risparmiare pochi euro di hosting. O forse pensavi di essere più furbo di che paga un hosting professionale per avere servizi e soprattutto risposte professionali ! Dovresti vergognarti di descrivere quanto sei FESSO e MISERO. Guardati allo specchio e fai mea culpa, FESSO !
    • Anonimo scrive:
      Re: E' serio il professionista che si af
      - Scritto da:
      Mi fa ridere chi si lamenta di un servizio che
      praticamente è gratuito. Sono solo "Webmaster"
      poco seri che si affidano ad un servizio per
      niente serio. O forse sono solo dei ragazzini che
      giocano con il web
      ?

      Ma come è pensabile di mettere su un sito che pur
      con un modesto afflusso di visitatori ed una
      newsletter con i suoi 1400 iscritti si affida ad
      Aruba e simili
      ?

      Credo sia la giusta ricompensa per aver pensato
      di risparmiare pochi euro di hosting. O forse
      pensavi di essere più furbo di che paga un
      hosting professionale per avere servizi e
      soprattutto risposte professionali !


      Dovresti vergognarti di descrivere quanto sei
      FESSO e MISERO.


      Guardati allo specchio e fai mea culpa, FESSO !ti rimando quifesso ci sei tehttp://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1757526&id=178971
  • Anonimo scrive:
    Per 20 Euri è anche troppo.
    Secondo me Aruba.it va benissimo per tutti i webmaster che vogliono iniziare a fare i webmaster. Comunque da quanto ho visto dalle statistiche, Palermo24h non ha (aveva) molte visite, quindi mi sa strano che Aruba.it abbia tagliato l'account. 200-300 visite al giorno sono pochine, anche se del tutto rispettabili per un veramente bel portale come Palermo24h. Speriamo che i servizi di Aruba.it migliorino!Mr.Wolf
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 20 Euri è anche troppo.
      Non sono le 200-300 visite il problema, ma molto probabilmente la newsletter che faceva lavorare troppo la CPU ( x 1400 iscritti ).Bye
    • Anonimo scrive:
      Re: Per 20 Euri è anche troppo.
      Speriamo che Aruba chiuda, non che migliori.Esempi come quelli di Aruba fanno male al web e sfiduciano chi vorrebbe avvicinarvisi come prospettiva di lavoro.Gli impegni vanno rispettati. Chi decide di fornire un servizio, anche gratuito, deve mantenere gli impegni. In caso contrario, che si faccia pagare, MA NON DEVE PRENDERE IN GIRO GLI UTENTI.Spero che Aruba chiuda quanto prima con un botto economico pauroso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Per 20 Euri è anche troppo.
        Ma te sei forte sai?Pretendi che un ISP qualunque ( e non solo Aruba ), corregga i tuoi errori di programmazione che impallano i pc?Aruba e' circondato da utenti incapaci di scrivere 2 righe di codice senza intasare i server.Che colpa ne ha?L'unica colpa, e' quella di avere un servizio ad un prezzo veramente basso e quindi anche i meno esperti lo utilizzano.Ringraziateli invece di additarli.
  • Anonimo scrive:
    Le solite stupidate
    Ancora mi chiedo come faccia a professarsi webmaster (con che coraggio!) chi usa ARUBA come hosting.Se volete tirare su un sito serio, usate gestori di servizi SERI, tipo Omnibus per dire il primo che mi viene in mente.Se volete andare al risparmio, beccatevi il giusto danno.Non regala niente nessuno, tantomeno su internet, meditate giovani webmaster in erba.
    • Anonimo scrive:
      Re: Le solite stupidate
      - Scritto da:
      Ancora mi chiedo come faccia a professarsi
      webmaster (con che coraggio!) chi usa ARUBA come
      hosting.
      Se volete tirare su un sito serio, usate gestori
      di servizi SERI, tipo Omnibus per dire il primo
      che mi viene in
      mente.
      Se volete andare al risparmio, beccatevi il
      giusto
      danno.

      Non regala niente nessuno, tantomeno su internet,
      meditate giovani webmaster in
      erba.ok....questa un pò te la sei cercata....andiamo subito alle differenze tra omnibus e aruba....è normale secondo te che uno da 1gb di spazio?penso proprio di no...se volevano limitare almeno 10....oppure era meglio non specificarlocosi lento?ma sei pazzo? e quanto ci mette a caricare un video se per un immagine ci mette 20 secondi?server linux?ma dove sta la scelta????????????cioè devo per forza scegliere linux? non che io abbia niente in contrario contro linux...ma che diamine e se uno vuole usare asp????????ma come tanto famoso questo hostingvirtuale.com che ha solo 36.000 risultati su web con google http://www.google.it/search?sourceid=navclient-ff&ie=UTF-8&rls=GGGL%2CGGGL%3A2006-12%2CGGGL%3Ait&q=hostingvirtuale.com&sa=N&tab=nw e ne a 0 su gruppi?quando invece di aruba ne parlano 84.500.000 capisco che molte riguardino la famosa isoletta....ma togliendole anche tutte c'è sempre una bella differenza....non ti dico poi che aruba è primo in italia per numero di siti web registratie che è terzo in tutto al mondo per utilizzo di server windows....inoltre aruba ha tantissimi legami in tutta europa anche con tol.itinsomma in conclusione il tuo omnibus non vale nulla!!! e penso che a breve non sarà più raggiungibile...ma a te non importa...basta che non sia aruba giusto???Non che io lavori ad aruba e non me ne frega nulla di fargli pubblicità...ma ti dico una cosa... se non esistesse aruba non saprei davvero cosa farmene del sito web in mano ai peggiori hosting.....ce ne sono alcuni che si avvalgono del nome professionale costano centinaia di euro al mese (è da pazzi secondo me per un hosing, neanche fosse un server privato) e poi te lo vedi pure che va lento e pieno di quei maledetti limiti di spazio e banda?sono pazzo io oppure la vedo giusta?aruba blocca i siti?la domanda non è perchè aruba blocca i siti, ma è cosa hai messo dentro al tuo sito?cioè se tu lo riempi di istruzioni una pagina dinamica, come lo sono oggi molti cms tra cui php-nuke o limbo o joomla...mi dici cosa vuoi? che non abbia problemi e venga lasciata cosi come è da aruba?e adesso non dirmi la solita storiella "ma su un altro hosting non mi hanno bloccato nulla".sai perchè non t'hanno bloccato ancora nulla? perchè non ne hanno bisogno...anche se la maggior parte dei soldi non li investiscono in manutenzione ma se li mangiano tutti riescono comunque a tenerti online....ma a schifo....perchè è lentissimo...ma non perchè è lenta la rete...ma perchè è lenta proprio la velocità del server?e perchè secondo te è lenta?perchè è piena di tutti quelli che hanno costruito siti pesanti? secondo te è giusto che te magari webmaster hai costruito un sito web normalissimo..e c'è un'altro che lo usa come hard disk virtuale o abusa delle sue funzioni?io,aruba e altri la pensiamo che non sia giusto...ma che sia invece giusto tenere e quindi "mantenere" anche fermando i siti incriminati...ma sempre per tenere il server il più veloce possibile...quando hai letto tutto il messaggio rifletti...e non farti incoraggiare da quelli che dicono aruba merda....perchè devi utilizzare la testa come la utilizzi per la creazione del tuo sito....ciao
  • Anonimo scrive:
    E' da 6 mesi che Aruba ha problemi....
    La soluzione è cambiare fornitore del servizio... in Italia esistono pochissimi XSP in grado di fornire livelli di servizio a 5 nove (SLA del 99.999%)...tra questa ristretta casta vi sono sicuramente It.Net e I.net; prova a sentire i loro commerciali...CiaoHanadir
    • Anonimo scrive:
      Aruba ha problemi da sempre !
      ma quali sei mesi ? aruna ha sempre avutoproblemi.quello che mi stupisce è che ci siano ancora tanti fessi in giro
  • Anonimo scrive:
    provder straniero
    ma perchè continuate a lavorare con i provider italiani?
    • Anonimo scrive:
      Re: provder straniero
      - Scritto da:
      ma perchè continuate a lavorare con i provider
      italiani?ma tu perchè sei italiano?ma secondo te è una domanda da fare?leggiti qui vahttp://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1757526&id=178971
      • Anonimo scrive:
        Re: provder straniero
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ma perchè continuate a lavorare con i provider

        italiani?

        ma tu perchè sei italiano?ma perchè compri merce italiana?ma secondo te è una
        domanda da
        fare?

        leggiti qui va

        http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1757526&i(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Sono d'accordo, ma ...
    E' risaputo che A-RUBA è un servizio dei + mediocri tra i mediocri, tra denunce e sotterfugi ancora riesce a stare su grazie agli ignari utenti, anche io (purtroppo) o avuto a che fare con loro, ma come si dice ... si sbaglia la prima volta, la seconda no. Sono contento però che, lavorando nel settore informatico, gli ho fatto perdere tanti, ma tanti possibili utenti, che quando leggono storie come la tua, mi ringraziano.Volevo solo dirti una cosa ... non si fanno forum su Aruba, è ovvio che non posso reggere tale carico di accessi, e difatti ti dicono ti farti sempre il backup del database. Cmq, non te l' hanno cancellato, stanno solo cercando di fartelo togliere. Sono sicuro che se gli dici che non lo rimetti su, ti ridanno il tutto !
  • Anonimo scrive:
    Ma che volete da Aruba?????
    E' solo colpa vostra, che vi cimentate in un lavoro non vostro a fare cose che non sapete fare e a cercar di trarre il maggior guadagno con la minima spesa.Aruba costa 40.000 lire l'anno.Altri ne costano ( il + economico ) 6 volte tanto.Se c'e' questa differenza di prezzo, e' perche' magari i loro servizi vengono offerti a piccoli siti con pochi accessi o con programmi leggeri.Se vi mettete in testa di voler utilizzare una newsletter di 1400 persone, un forum di 400 persone e 1000 accessi al giorno, ci credo che vi sbattono fuori!In un server super affollato come quello di Aruba, come possono fornire solo al Vs. sito il 30% della CPU e della banda????Andate a prendere un servizio professionale, pagatele quelle 4 lire in + e anche se il vostro ritorno economico sara' inferiore, offrirete agli utenti un servizio efficiente.Non fate i santi, che non lo siete.Volete far credere che non c'e' neanche 1 banner a pagamento? :)Beh...se cosi fosse, chiedete a chi ci partecipa una quota ( 1 ? ) e andate su server professionali.Solo allora il vostro sito/portale puo' essere chiamato professionale.Lasciate Aruba a chi i siti li fa per piacere personale e per divertimento.Byez
  • Anonimo scrive:
    DirectProcessMonitor ver 5.3
    ho notato che sulla pagina di palermo24h in alto a sx si fa riferimento a quello che potrebbe essere un programma... per il controllo di qualcosa?qualcuno mi sa dire a cosa si riferisce?grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: DirectProcessMonitor ver 5.3
      Mi sa che è una procedurina che si sono scritti internamente e che si appoggia alla PERFLIB del Performance Monitor girando come servizio (è un server Windows). Quando qualche parametro di un thread o di un process (ad esempio 'CPU Usage' o 'Bytes Read') va troppo alto per troppo tempo, manda un messaggio agli operatori, che provvedono a "killare" il sito "incriminato" ed a redirigerlo sul messaggio. Ma forse sono troppo ottimista: in realtà fanno tutto a mano guardando i grafici di PerfMon (e poi ti scrivono 'DirectProcessMonitor ver 5.3' in alto a sx perché fa più massiccio...) ;-)
  • Anonimo scrive:
    Io ho trovato la soluzione...
    Basta trovare un ISP che ti consenta di dialogare con i propri tecnici e che venda gli hosting a prezzi non troppo elevati.Io l'ho trovato e mi trovo benissimo, inoltre hanno diverse soluzioni che vanno dagli ecommerce ai servizi SMS.http://www.rdonline.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Io ho trovato la soluzione...
      Infatti alle 13,31 il tuo sito non và ! :-) Capita.- Scritto da: Fichetto
      Basta trovare un ISP che ti consenta di
      dialogare con i propri tecnici e che venda
      gli hosting a prezzi non troppo elevati.
      Io l'ho trovato e mi trovo benissimo,
      inoltre hanno diverse soluzioni che vanno
      dagli ecommerce ai servizi SMS.
      http://www.rdonline.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Io ho trovato la soluzione...
      Scusa, è un quarto d'ora che ho richiamato il sito http://www.rdonline.it e sto aspettando ancora che mi si apra uno straccio di pagina!
    • Anonimo scrive:
      Re: Io ho trovato la soluzione...
      - Scritto da: Fichetto
      Io l'ho trovato e mi trovo benissimo,
      http://www.rdonline.itVabbè che si accontenta gode ma...Sei proprio un fichetto! ;-)Esecuzione di Ping rdonline.it [217.59.194.169] con 32 byte di dati:Risposta da 217.59.194.169: byte=32 durata=233ms TTL=119Risposta da 217.59.194.169: byte=32 durata=841ms TTL=119Risposta da 217.59.194.169: byte=32 durata=1051ms TTL=119Risposta da 217.59.194.169: byte=32 durata=1431ms TTL=119Statistiche Ping per 217.59.194.169: Pacchetti: Trasmessi = 4, Ricevuti = 4, Persi = 0 (0% persi),Tempo approssimativo percorsi andata/ritorno in millisecondi: Minimo = 233ms, Massimo = 1431ms, Medio = 889ms
    • TROLLKILLER scrive:
      Re: Io ho trovato la soluzione...
      - Scritto da:
      Basta trovare un ISP che ti consenta di dialogare
      con i propri tecnici e che venda gli hosting a
      prezzi non troppo
      elevati.
      Io l'ho trovato e mi trovo benissimo, inoltre
      hanno diverse soluzioni che vanno dagli ecommerce
      ai servizi
      SMS.
      http://www.rdonline.it(troll4)(troll3)(troll2)(troll1)(troll)
  • Anonimo scrive:
    un webmaster vero lo sa che...
    ... se vuole un sito che funzioni, Aruba e` l'ultimo posto in cui cercare. Sono anni che ne parlano... basta andare sui loro forum per vedere che aria tira.Costera` poco, e' vero ma un motivo ci sara`...Ovviamente questo non va da giustificazione a Aruba che offre un servizio solo in teoria. Non dipende neanche il prezzo in quanto e` Aruba che ha deciso il prezzo...Unica cosa da fare e` togliere il tutto e andare su altro provider ma anche qui Aruba potrebbe creare non pochi problemi (per il trasferimento del dominio)consiglio: non lasciare il controllo dei DNS in mano loro!
  • Anonimo scrive:
    A me è capitata la stessa cosa poco tempo fa......
    Da me però è peggio!Ecco il mio racconto, poi, correttamente modificato, è stao mandato dal mio avvocato a lorsignori di Arezzo!_________________________Il 7 maggio 2002 collegandosi al sito latine.net (http://www.latine.net) veniva presentata all?utente una pagina bianca riportante la scritta: ?Latine.net Server Status: server Up?. Essendo il webmaster del sito, mi sono precipitato subito sul forum di assistenza clienti per chiedere cosa fosse successo.Il giorno dopo ho ricevuto un?e-mail nel quale lo staff tecnico di Aruba mi informava del fatto che il dominio era stato sospeso in quanto gli script all?interno bloccavano il server e mi invitava a controllare gli stessi alla ricerca di possibili errori. Questo mi ha subito fatto pensare:?ma questi script sono on-line dal 18 settembre 2001, facendo il conto?da circa nove mesi! Com?è possibile che solo ora bloccano il server??. Per correttezza ricontrollo le pagine, passo a controllo le asp riga per riga ma niente, sembra tutto regolare a parte una connessione non chiusa in una pagina (/versioni/elencopere.asp). Rifaccio l?upload di elencopere.asp e scrivo un?e-mail ad hosting@staff.aruba.it informandoli di aver controllato le pagine (in attesa poi del ripristino). L?8 maggio 2002 Aruba risponde di controllare il database versioni.mdb (contenuto in mdb-database) compattandolo e ripristinandolo? lo faccio e nuovamente informo aruba delle modifiche eseguite e del fatto che per questo disguido il mio sito risulta non visibile proprio in un periodo cruciale vista la sua funzionalità e che ciò mi comporta dei danni a livello economico, dei rapporti con gli utenti e con siti partners. Aspetto, ma nessuna risposta. Il 9 maggio 2002 posto sul forum di assistenza un messaggio nel quale chiedo notizia del mio sito e informo lo staff le modifiche effettuate e dell?e-mail che ho spedito per informarli di ciò. Dopo qualche ora lo staff mi chiede di rispondere all?e-mail dalla quale sono stato contattato. Per capire meglio cosa intendesse: se rispondere alla e-mail inviata o scrivere nuovamente a hoting@staff.aruba.it , riposto un topic che viene prontamente cancellato. Da quel momento non ho più notizie delle persone che mi hanno reso il sito non operativo. Il 10 maggio 2002 il sito torna nuovamente on-line ma SENZA gli script che secondo Aruba bloccano i servers (il db e la cartella versioni vengono rinominati rispettivamente in non_usare_blocca_il_server_versioni.mdb e non_usare_blocca_il_server_versioni). Chiedo informazioni ad hosting@staff.aruba.it ma niente. Cerco allora disperatamente il numero del centro assistenza telefonico di Aruba (un?impresa!) e chiamo. Gli operatori non sapendo che ?pesci prendere? mi consigliano prima un server dedicato (e alla cui proposta gli spiego di essere un 18enne che segue questo sito per passione e non disposto a spendere un capitale per avere il servizio), tra le tante cose mi viene detto che i miei script potrebbero andare in conflitto con degli altri in altri siti (questa me la spiegate) etc etc. Alla fine, molto irritato chiedo se loro potessero contattare l?amministratore di sistema invitandolo a contattarmi in quanto lui non si degnava di farlo! Lascio la mia e-mail ed il mio numero di cellulare e ancora adesso 11 maggio 2002, ore 15.30, aspetto una risposta mentre il mio sito risulta attivo senza la sua sezione portante e di maggior traffico, che risulta (in locale) perfettamente funzionante come del resto lo è stata per 9 mesi senza mai essere modificata!_______________________________Oggi funziona tutto, dopo la lettera dell'avvocato.
    • Anonimo scrive:
      Re: A me è capitata la stessa cosa poco tempo fa......
      stessa cosa con me... il fatto di ServerUp e' una stupida scusa per fartene andare via, perche' sei un sito che non gli fa comodo, ma che gli procura solo grane.
      • Anonimo scrive:
        Re: A me è capitata la stessa cosa poco tempo fa......
        Stessa cosa a me. Ora ho cambiato provider.E` vero, x 50mila annuali non si puo` pretendere chissacosa, ma quello che mi ha infastidito e` che Aruba non ha pensato in nessun modo di avvertirmi via mail.Mi hanno bloccato il sito in un momento in cui avevo pochissimo tempo e praticamente usavo internet solo per scaricarmi la posta: ho scoperto che non funzionava solo grazie ad un amico che mi ha avvertito dopo 4 giorni di blocco.
        • Anonimo scrive:
          Re: A me è capitata la stessa cosa poco tempo fa......
          - Scritto da: Radioactive Man
          Stessa cosa a me. Ora ho cambiato provider.
          E` vero, x 50mila annuali non si puo`
          pretendere chissacosa, Non conta la bassa spesa: è come dire che, se un prodotto difettoso (che costa 50.000) causa una grave lesione a una persona, questa non può essere integralmente risarcita.Invito quindi l'utente a rivolgersi ad un legale (specializzato in materia), il quale saprà indubbiamente far valere i suoi diritti e chiedere il risarcimento degli eventuali danni.Nella mia esperienza devo dire che i casi del genere sono sempre stati così risolti a favore dell'utente.Inoltre, nella condotta del Providere così esposta, sono ravvisabili anche dei reati.
          • Anonimo scrive:
            Re: A me è capitata la stessa cosa poco tempo fa......
            bravo, cosi se il giudice (che allocco non e') assolve Aruba ( perche' x 50carte ke ka*** di servizio cerchi? ), Aruba a sua volta puo' portarti dal giudice xche' gli hai causato il blocco del sistema con il tuo portalino fatto in casa che per una mailing list usa un ciclo infinito di invio email.Alla fine, ti ritroverai a dover sborsare milioni e ti impari ad utilizzare un provider professionale con strumenti professionali e che ti costano quanto un'agenzia professionale per il tuo sito che vuol sembrare professionale gestito da te che sicuramente professionale non sei.Byez
          • Anonimo scrive:
            Re: A me è capitata la stessa cosa poco tempo fa......
            - Scritto da: ryoga
            bravo, cosi se il giudice (che allocco non
            e') assolve Aruba ( perche' x 50carte ke
            ka*** di servizio cerchi? ), Aruba a sua
            volta puo' portarti dal giudice xche' gli
            hai causato il blocco del sistema con il tuo
            portalino fatto in casa che per una mailing
            list usa un ciclo infinito di invio email.

            Alla fine, ti ritroverai a dover sborsare
            milioni e ti impari ad utilizzare un
            provider professionale con strumenti
            professionali e che ti costano quanto
            un'agenzia professionale per il tuo sito che
            vuol sembrare professionale gestito da te
            che sicuramente professionale non sei.Temo ti sia rivolto, fino ad oggi, a professionisti incompetenti.Se no - come penso - parli senza cognizione di causa.Marco
          • Anonimo scrive:
            Re: A me è capitata la stessa cosa poco tempo fa......
            Non credo di parlare senza cognizione di causa.Finora sono stati bloccati i siti solo a coloro che intasavano i server di Aruba, non quelli che non facevano andare in tilt il processore.Quindi, i professionisti, che hanno bisogno di usare parecchia memoria non si affidano ad un server da 40.000 lire l'anno.Personalmente mi ritengo un professionista, e so cosa blocca un server o meno.Quelli che ho visto finora, sono portali, creati oggi con un modulo gratuito, ora con un'altro, ora con un codice assurdo ed e' quindi logico che chi ci sta' dietro non sia un esperto.
          • Anonimo scrive:
            Re: A me è capitata la stessa cosa poco tempo fa......
            - Scritto da: ryoga
            Non credo di parlare senza cognizione di
            causa.
            Finora sono stati bloccati i siti solo a
            coloro che intasavano i server di Aruba, non
            quelli che non facevano andare in tilt il
            processore.

            Quindi, i professionisti, che hanno bisogno
            di usare parecchia memoria non si affidano
            ad un server da 40.000 lire l'anno.

            Personalmente mi ritengo un professionista,
            e so cosa blocca un server o meno.Intendevo professionisti legali!non credo che in contratto vi siano clausole limitative in tal senso.E, comunque, non si può bloccare l'accesso al sito in quel modo, perdipiù senza avvertire.E, ripeto, non c'entra la cifra che si paga: ma probabilmente ne sai di più tu, che sei un professionista.
          • Anonimo scrive:
            Re: A me è capitata la stessa cosa poco tempo fa......
            Secondo te, se vai a comprare un prodotto in un negozio, e quel prodotto, magari e' scaduto o guasto e tu l'hai comprato nel negozio ad 1/10 del valore reale, puoi pretendere "legalmente" di essere risarcito?Io dico di no, perche' il giudice sa che "la legge non ammette ignoranza".Di leggi me ne intendo poco, ma del buon senso, no.
          • Anonimo scrive:
            Re: A me è capitata la stessa cosa poco tempo fa......
            - Scritto da: ryoga
            Secondo te, se vai a comprare un prodotto in
            un negozio, e quel prodotto, magari e'
            scaduto o guasto e tu l'hai comprato nel
            negozio ad 1/10 del valore reale, puoi
            pretendere "legalmente" di essere risarcito?Sì.Ma non è secondo me: guardati l'art. 1218 c.c. + gli artt. 1469 bis-sexies + i nuovi 1519 e ss. (mi pare).Inoltre, ripeto, si ravvisano anche dei reati, per cui si può anche essere condannati penalmente.
            Io dico di no, perche' il giudice sa che "la
            legge non ammette ignoranza".Eh già.Ma sa anche qualche cosina in più, credimi...Se no il giudice lo potresti fare anche tu (e le conseguenze...)
            Di leggi me ne intendo poco, ma del buon
            senso, no.Questo è un altro discorso. Il problema è proprio che internet (e l'informatica in generale) necessita di leggi ad hoc, in quanto, applicando quelle vigenti, si rischia di arrivare a conseguenze aberranti.Ma tant'è.Cmq, probabilmente hai ragione tu, che hai più buon senso
          • Anonimo scrive:
            Re: A me è capitata la stessa cosa poco tempo fa......
            Ok, quindi cerca nei vari libroni di giurisprudenza la voce "incauto acquisto" e i rischi che corre il compratore.
          • Anonimo scrive:
            Re: A me è capitata la stessa cosa poco tempo fa......
            - Scritto da: marco
            Non conta la bassa spesaSi, sono d'accordo, soprattutto per il fatto che il contratto di Aruba promette cose che non mantiene.Pero` quello che ha infastidito me non e` stato tanto il fatto che degli script bloccavano il server, bensi la mancanza di professionalita` nel mancato avvertimento via mail.
          • Anonimo scrive:
            Re: A me è capitata la stessa cosa poco tempo fa......
            - Scritto da: Radioactive Man


            - Scritto da: marco

            Non conta la bassa spesa

            Si, sono d'accordo, soprattutto per il fatto
            che il contratto di Aruba promette cose che
            non mantiene.Ti da un dominio. Te lo mette online. Non ti garantisce un uptime del 99.97%. Ti indica che blocca i siti che fanno un uso eccessivo della cpu.
            Pero` quello che ha infastidito me non e`
            stato tanto il fatto che degli script
            bloccavano il server, bensi la mancanza di
            professionalita` nel mancato avvertimento
            via mail.Su questo siamo daccordo tutti :)
  • Anonimo scrive:
    fai bene
    Fai bene a cambiare provider, ma poi che pretendete per 50mila lire annue? Già il semplice fatto che non offrano neanche Mysql (per incapacità di configurarlo? :))) dovrebbe fungere da deterrente per chi sviluppa qualcosa di abbastanza serio...Bello il portale di Catania. In bocca al lupo per il futuro!
    • Anonimo scrive:
      Re: fai bene
      il problema non è che non sanno configurarlo: non pensare che gli altri siano (sempre) dei fessi. Prova tu con 50.000 lire a fare ciò. Aruba va bene (è il loro scopo dichiarato) per chi tiene un sito statico, al max con un piccolo db, non per chi, con 50.000 lire all'anno, vuol fare un portale da 100.000 visite all'anno ... eh su ... dai ... non facciamo sempre gli italiani ... esistono altre soluzioni, costano più care - almeno 10 volte tanto.Non pretendete l'impossibile: in italia la banda costa ancora (molto).Sennò prendetevi una ADSL con IP statici, un PC linux, e vi dò pure una mano a configurarlo :-)ciao :-)
Chiudi i commenti