Non so da dove arrivano quei virus

Non so da dove arrivano quei virus

Un lettore lamenta il bombardamento che deve subire, prima da email spammatorie e poi a causa di virus e worm. Lo attribuisce ai suoi domini, ma la verità è un'altra
Un lettore lamenta il bombardamento che deve subire, prima da email spammatorie e poi a causa di virus e worm. Lo attribuisce ai suoi domini, ma la verità è un'altra


Roma – Gent.le redazione di Punto Informatico, scrivo questa email per denunciare la situazione insopportabile che mi costringe ogni giorno a scaricare una quantità spropositata di virus allegati alle e-mail e, a vedermi arrivare errori di consegna a e-mail sconosciute o avvisi di virus nei miei allegati.

Da circa un paio di anni ho attivato diversi domini, con questi ho creato vari accounts di posta elettronica. All’inizio tutto bene (a parte qualche solito problema tecnico) poi dopo circa due mesi sono iniziati ad arrivare sporadicamente dei virus in allegato alle email, 2 o 3 al giorno.

“Normale!”, pensavo, “gli indirizzi appartengono a siti molto visitati ed ogni giorno riceviamo decine di e-mail, magari qualcuno dei mittenti sarà infettato”. All’inizio mando delle email ai mittenti per informarli della ricezione di virus dal loro account, da qualcuno ricevo risposta, da altri no…

Passa il tempo e la situazione comincia a farsi pesante, per ogni account di posta ricevo circa 20 messaggi, con file da 127/255 K in allegato ogni giorno e per scaricare la posta devo prima andare sul server a cancellarli e poi scaricare i messaggi con il client.

Oltre ai virus, inizio a ricevere degli avvisi da parte di alcuni providers che le email che io ho inviato contengono virus! Allora inizio a preoccuparmi. Io ho un antivirus installato e continuamente aggiornato (Norton) e le scansioni mi dicono che il mio sistema è “sano come un pesce”, faccio anche la scansione con vari antivirus on-line ed il risultato è sempre lo stesso!

Arrivano anche virus da un account di uno questi domini che ha in “gestione” un amico sul suo computer. Subito gli dico di controllare ma, anche da lui risulta tutto regolare. Guardando bene l’email mi accorgo che il nome del mittente non compare come lo ho impostato io sul suo computer ma con il nome che ho dato alla casella sul server.

La cosa più curiosa che mi convince che il problema sia sul server avviene quando essendo fuori sede, in un internet cafè controllo la mia posta e uno dei tanti carissimi messaggi, risulta inviato dal mio stesso account! Ma se il pc di casa mia è spento ed inutilizzato da 5 giorni!?!

Lettera firmata

Caro lettore, leggendo quel che scrivi il problema sembra proprio chiamarsi “Klez”.
Si tratta del più antipatico worm in circolazione, che ha già preso numerose diverse forme , e che nonostante il lungo tempo passato dal suo primo apparire, in Italia come altrove rappresenta ancora il pericolo pubblico numero uno.

La caratteristica principale di Klez è proprio quella di arrivare mascherando il mittente . L’indirizzo reale viene nascosto mentre viene messo in evidenza uno degli indirizzi email che Klez ha individuato come residenti sul PC che è riuscito ad infettare. Questo fa sì che vi siano certi prodotti antivirus che in automatico avvertono utenti “puliti” della presenza di fantomatici worm sul proprio computer, che alcuni credano di aver ricevuto worm da chi invece non è infetto e che si ricevano, proprio come è capitato a te, worm persino da sé stessi… La soluzione? Un buon antivirus e molta pazienza;) Ciao! la Redazione

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 08 2002
Link copiato negli appunti