NSA insegna a censurare i documenti elettronici

In un documento rivolto a tutte le agenzie americane, l'intelligence statunitense ricorda quanto sia facile diffondere materiali classificati per errore. Molte le figuracce, come quella sul Rapporto Calipari


Roma – Chi ricorda il “neretto” con cui la Difesa americana aveva tentato di coprire parti del Rapporto Calipari ? Chi lo ricorda sa anche quanto poco ci volesse per togliere quei blocchi neri dal testo e leggere cosa vi si celava sotto , accedendo così ad informazioni che il Pentagono avrebbe voluto evitare di rendere pubbliche.

Contro questi eventi, che si sono ripetuti in molte occasioni, e naturalmente tutte piuttosto delicate, la National Security Agency (NSA), il cuore dell’intelligence statunitense, ha deciso di provvedere diffondendo una sorta di opuscolo sulla censura , una guida che spiega come evitare che tutto questo accada di nuovo.

Il documento, rivolto naturalmente alle agenzie governative ma comunque disponibile qui in PDF, si intitola: “Redigere documenti con fiducia: come pubblicare in sicurezza rapporti censurati convertiti da Word a PDF”. Sì, perché sia Microsoft Word che il formato PDF sono ampiamente utilizzati dalle amministrazioni statunitensi e fin qui in troppe occasioni si è cercato di oscurare parti del testo quando si sono diffusi documenti elettronici senza riuscirvi per intero. L’ingenuità e la scarsa preparazione di chi ha realizzato quelle pagine si è spesso tradotta in imbarazzi senza fine per le autorità.

L’idea di fondo è che quando si parla di documenti digitali “non basta coprire” le informazioni riservate, bisogna “rimuoverle” dal testo. Il che non è sempre semplice, visto l’utilizzo di software, come appunto MS Word, che registra una quantità di dati sul documento prodotto, anche informazioni cancellate dai documenti stessi, che con un po’ di pratica non è difficile recuperare . “Oltre ai contenuti visibili del documento – scrive infatti NSA – la maggiorparte degli strumenti da ufficio, come Word, contengono sostanziali informazioni nascoste sul documento. Queste informazioni sono spesso importanti come quelle del documento originale”.

Per questa ragione NSA istruisce su come cancellare le informazioni riservate dai documenti di Word prima di convertirli in file PDF, facendo attenzione dunque non solo a ciò che si vede sul documento originale ma anche ai metadati e alle immagini eventualmente contenute.

Proprio sulle immagini, NSA spiega che il sistema di “coprire parti di una immagine con altre grafiche, ad esempio rettangoli neri, o rendere un’immagine illeggibile riducendone le dimensioni, è adatto per redigere materiali stampati. In genere non è efficace per documenti digitali”. Anche qui il consiglio è di rimuovere tutto ciò che non si vuole far vedere cancellando anche ogni ulteriore traccia della presenza nel documento di quelle informazioni.

Funzionerà il libercolo di NSA? Alcuni esperti non ne sono sicuri, ritengono comunque troppo complesse le procedure e temono che molti impiegati pubblici non sappiano gestirle. Per ora, come fa notare cnet , la stessa NSA non sembra curarsene più di tanto: l’opuscolo diffuso dall’organizzazione contiene alcuni metadati: dalla copertina si direbbe un documento creato il 13 dicembre 2005, ma dalle proprietà del documento PDF si scopre che in realtà è stato realizzato il 10 gennaio 2006.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • spyder scrive:
    rido anche io e tanto
    Sono daccordo: questi non conoscono nulla di crittografia e nemmeno sanno fare il loro lavoro bene!
  • spyder scrive:
    ne nascono ancora e molti di più
    Più cercano di chiuderne e più aumentano i sistemi anonimi per scaricare: la lezione del proibizionismo insegna!
  • Anonimo scrive:
    sono seriamente preoccupato
    siamo in un regime dittatoriale.Ora scambiarsi dei videogames o degli mp3 è diventato un crimine.Ma che la smettano e s'impegnino a contrastare i veri crimini.Che skifo!
  • Anonimo scrive:
    4 terabyte?
    e che mafia e'? con 8 hard disk c'arrivo pure io,questi toni, la voglia di gonfiare, si saranno mossi 1-200 agenti, 1 ogni 4 giga? e poi ... non lucravano?ma chi hanno arrestato? robin hood o capitan harlock?povera' umanita'.....
    • Anonimo scrive:
      Re: 4 terabyte?
      E' la solita notizia fake con lo scopo di spaventare gli utenti p2p;gran parte dei raid hanno colpito servizi warez a pagamento e i Reloaded sono tutti al loro posto.
      • Anonimo scrive:
        Re: 4 terabyte?
        - Scritto da: Anonimo

        E' la solita notizia fake con lo scopo di
        spaventare gli utenti p2p;

        gran parte dei raid hanno colpito servizi warez a
        pagamento e i Reloaded sono tutti al loro posto.si, ma che cavolo, questi devono garantire la sicurezza e vanno a caccia di poveracci che neanche lucrano e in piu' le sparano cosi' grosse da risultare sempre piu' ridicoli.Ma se ci sara' veramente bisogno di loro cosa faremo? ma poi loro chi? dovremo cominciare a fare barzellette sulla guardia di finanza informatica come quelle reali sui carabinieri? oppure sono i carabinieri che hanno portato avanti l'indagine e che ci difendono ogni giorno?
        • Anonimo scrive:
          Re: 4 terabyte?

          oppure sono i carabinieri che hanno portato
          avanti l'indagine e che ci difendono ogni giorno?scusate l'indagine era europea ...
  • Anonimo scrive:
    incomprensioni...
    Credo che molti non afferrino bene la mentalità di queste persone... Chi fa il warez per commercio è un criminale, ne sono pienamente d'accordo, ma non dimentichiamoci che la scena del warez è composta anche di moltissimi ragazzini, per fortuna minorenni e non perseguibili..., il cui unico peccato è spesso di volere esplorare.Si fa presto a dire furto... ma in verità è scrocco! Uno scrocco sbagliato come ideale, che va punito certo, però con un tantino di flessibilità!io son sempre stato appassionato di informatica... e mi piaceva esplorare i vari sistemi operativi... fortuna volle che Linux e i *BSD sono in qualche maniera liberi e dunque li potei ottenere senza "scaricare" warez, ma se tipo avessi voluto provare, per il puro sfizio, un sistema operativo closed che costa 1000 euro?Quello che voglio dire è che c'è gente per cui anche solo vedersi sul computer l'ultimo ritrovato di qualche produttore famoso... stimola curiosità!!! Curiosità malata, passi, ma non crimine...Io credo che la vera, l'unica soluzione, sarebbe quella di fornire di quasi tutto una versione FREE con dei banner, pubblicità eccetera (google fa miliardi con gli sponsor... non vedo perchè gli altri non potrebbero!) per uso personale e anche di studio, e una commerciale bella salata!Se io con visual studio faccio software.... ci guadagno magari milioni di euro... perchè mai devo avere licenze favorevoli?E' giusto che sborsi anche 10000 euro :DMa se mi piace giochicchiare a fare qualche cavolatina devo spendere 300 euro?No...In ogni caso, come dicevo, è curiosità malata dato che esistono bellissime alternative per scoprire... insomma ragazzi warezzoni, scaricate cose legali e free e smettetela di fare il gioco di Microsoft e compagnia... rischiando perfino la galera!!! :|
    • Anonimo scrive:
      Re: incomprensioni...

      In ogni caso, come dicevo, è curiosità malata
      dato che esistono bellissime alternative per
      scoprire... insomma ragazzi warezzoni, scaricate
      cose legali e free e smettetela di fare il gioco
      di Microsoft e compagnia... rischiando perfino la
      galera!!! :|io direi che dovrebbero smetterla di voler guadagnare con internet, allora ci guadagneremmo tutti.
      • Anonimo scrive:
        Re: incomprensioni...
        :p certo ma chi guadagna è un criminale... io dico i tanti asociali che si divertono a craccare per puro gusto...
      • Anonimo scrive:
        Re: incomprensioni...
        forse ti è sfuggita la parte che dice che la maggiorparte non lucravano sul warez.le varie scene warez generalmente ripudiano il lucro.
      • Anonimo scrive:
        Re: incomprensioni...
        - Scritto da: Anonimo


        In ogni caso, come dicevo, è curiosità malata

        dato che esistono bellissime alternative per

        scoprire... insomma ragazzi warezzoni, scaricate

        cose legali e free e smettetela di fare il gioco

        di Microsoft e compagnia... rischiando perfino
        la

        galera!!! :|

        io direi che dovrebbero smetterla di voler
        guadagnare con internet, allora ci guadagneremmo
        tutti.Ma sì, fa schifo che ci sia gente che voglia anche essere pagata per il lavoro che fa! Eppure sono convinto che tu (o tuo padre, se sei piccolo) voglia anche ricevere uno stipendio a fine mese... o vivi di sola aria.Che schifo i programmatori... tze, vogliono anche essere pagati.
  • Anonimo scrive:
    linux
    ...abbassiamo i prezzi...tipo Suse che te la puoi comprare a meno di 60 euro, ma nonostante ciò il 70% degli utenti l'ha scaricato (perchè vuoi mettere avere la versione retail!!!)...bisogna cambiare le teste non i prezzi!!
    • Anonimo scrive:
      Re: linux
      - Scritto da: Anonimo
      ...abbassiamo i prezzi...tipo Suse che te la puoi
      comprare a meno di 60 euro, ma nonostante ciò il
      70% degli utenti l'ha scaricato...e chiamali stupidi! Con 60 euro ti fai il pieno dell'auto o vai in pizzeria con la ragazza per due o tre volte... (rotfl)
      (perchè vuoi
      mettere avere la versione retail!!!)...bisogna
      cambiare le teste non i prezzi!!La versione retail conviene comprarla se ti serve per lavorare e guadagnare, se invece usi una distribuzione Linux solo per provarla o per usi domestici non vede che male ci sia a scaricare una ISO, fra l'altro gratuita e perfettamente legale :-o
    • Anonimo scrive:
      Re: linux
      - Scritto da: Anonimo
      ...abbassiamo i prezzi...tipo Suse che te la puoi
      comprare a meno di 60 euro, ma nonostante ciò il
      70% degli utenti l'ha scaricato (perchè vuoi
      mettere avere la versione retail!!!)...bisogna
      cambiare le teste non i prezzi!!open suse e' gratis.
  • Anonimo scrive:
    puoi cliccare....
    "aggiunge Manak: "You can click but you can't hide", puoi cliccare ma non ti puoi nascondere."auhauhauauhau ma siamo proprio sicuri? hahaahahaha, combattono la pirateria, ma non conoscono nulla di crittografia! lol grasse risate quando leggo ste frasi.gente il mio motto e' "you can click and you can hide, but nobody can view you." trad. puoi cliccare e ti pui nasconedere, ma nessuno protra' vederti.per la cronaca usate tor http://tor.eff.org
  • the_speck scrive:
    Impossibile fermare tutti
    Entri in un negozio e chiedi il prezzo di Windows XP Professional. Risposta oltre 400 euro. Quasi la stessa cifra con cui compri un intero PC. Un po' caruccio, nevvero? Non ci si stupisca poi se la gente rinuncia agli aggiornamenti e all'etica e clona/scarica/condivide... Non giustifico, ma capisco.
    • Anonimo scrive:
      Re: Impossibile fermare tutti
      Solita disinformazione comunista...Eppure basta usare kelkoo o lycos..http://shopping.lycos.it/search/windows_xp_professional.html
      • Anonimo scrive:
        Re: Impossibile fermare tutti
        - Scritto da: Anonimo
        Solita disinformazione comunista...
        Eppure basta usare kelkoo o lycos..

        http://shopping.lycos.it/search/windows_xp_professMa davvero?e se uno lo acquistasse da zero - senza avere una connessione internet... e finisse qui?http://www.frael.it/prodotti/listino/descrizioni.php?codiceprodotto=470842&prz=327.50A buttarla in politica siete tutti buoni voi eh?
      • Anonimo scrive:
        Re: Impossibile fermare tutti
        - Scritto da: Anonimo
        Solita disinformazione comunista...
        Eppure basta usare kelkoo o lycos..

        http://shopping.lycos.it/search/windows_xp_professUn attimo, quelle sono versioni OEM che, stando alla licenza di Microsoft, non possono essere vendute da sole, ma unicamente assieme a dell'hardware.
        • Anonimo scrive:
          Re: Impossibile fermare tutti
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Solita disinformazione comunista...

          Eppure basta usare kelkoo o lycos..




          http://shopping.lycos.it/search/windows_xp_profess

          Un attimo, quelle sono versioni OEM che, stando
          alla licenza di Microsoft, non possono essere
          vendute da sole, ma unicamente assieme a
          dell'hardware.ma sai com è, trovare un po' di intelligenza a destra è molto raro
      • Anonimo scrive:
        Re: Impossibile fermare tutti
        - Scritto da: Anonimo
        Solita disinformazione comunista...
        Eppure basta usare kelkoo o lycos..

        http://shopping.lycos.it/search/windows_xp_professMah...io li vedo proprio prezzi intorno ai 400 euro....sei sicuro di saper leggere? Tutte quelle sigle upg, oem.... devi stare attento a quello che ti rifilano,,, senno rischi che la finanza ti trova qualche licenza irregolare.... :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Impossibile fermare tutti
          Vi servono versioni OEM originali senza problemi e non a 400 euri? Vi garantisco per esperienza personale che si possono tranquillamente acquistare.La solita disinformazione comunista......
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            Re: Impossibile fermare tutti
            - Scritto da: Anonimo
            Vi servono versioni OEM originali senza problemi
            e non a 400 euri? Vi garantisco per esperienza
            personale che si possono tranquillamente
            acquistare.
            La solita disinformazione comunista......comunista per quale motivo? argomentaun non comunista
    • Anonimo scrive:
      Re: Impossibile fermare tutti
      chi ti obbliga a usare windows? e chi ad avere il pro? l'home oem costa 99 euro, 400 costavano le versioni retail appena uscite, in versione aggiornamento costa meno, e se proprio hai bisogno del pro, se sei un'azienda ti ci scarichi l'iva in quanto è considerato strumento di lavoro, e se invece ti serve proprio perchè vuoi studiarci su, ti prendi la licenza studente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Impossibile fermare tutti
        sbaglio o la versione home ha dei limiti?
      • Anonimo scrive:
        Re: Impossibile fermare tutti
        - Scritto da: Anonimo
        chi ti obbliga a usare windows? e chi ad avere il
        pro? l'home oem costa 99 euro, 400 costavano le
        versioni retail appena uscite, in versione
        aggiornamento costa meno, e se proprio hai
        bisogno del pro, se sei un'azienda ti ci scarichi
        l'iva in quanto è considerato strumento di
        lavoro, e se invece ti serve proprio perchè vuoi
        studiarci su, ti prendi la licenza studente.e se invece ti serve per compilare e inviare i modelli per il fisco che il governo continua a far sviluppare e pubblicare solo per winm3rd?
  • Anonimo scrive:
    ha ah ah ah ah
    io ho solo softwere originale...ah ah ah ah ah ah ah (troll2)
    • Anonimo scrive:
      Re: ha ah ah ah ah
      - Scritto da: Anonimo
      io ho solo softwere originale...


      ah ah ah ah ah ah ah (troll2)Io uso copie pirata di Suse (linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: ha ah ah ah ah
      - Scritto da: Anonimo
      io ho solo softwere originale...


      ah ah ah ah ah ah ah (troll2)anch'io.... ubuntu :D
  • Anonimo scrive:
    le foto dei sequestri... ma... honeypot?
    http://www.gvu.de/de/presse/download_pics.php?navId=30ma....ma....Che vada a finire pure questa storia come fini' una situazione simile in Svezia dove tutto fu invalidato perchè non erano state seguite le procedure necessarie per legge???Alcuni siti web riportano il fatto che sembra siano stati perquisiti pure gli uffici della GVU in quanto sospettano fossero loro a finanziare....http://www.rlslog.net/massive-scene-busts-today/UPDATE #2: due to comment of one visitor, german offices of GVU were raided just few hours after this bust. Prosecutor assume that they paid at least for one of the servers hardware and the admin. So it looks like IOH (island of hope, main server) was more or less a GUV honeypot, attracting the spread members of the release groups around one server and get them more easy?UPDATE #3: GVU?s website is now running fine again after DDoS attack so they released some pictures from this raid, check it out.altre info:_http://www.slyck.com/news.php?story=1065_http://nforce.nl/forum/viewtopic.php?t=20093
    • Anonimo scrive:
      Re: le foto dei sequestri... ma... honey
      Uh, i Reloaded si sono contati e continueranno nelle release previste......Inoltre scrivono che molti erano siti commerciali che vendevano warez, questo spiegherebbe la storia dei grossi ftp.Se e' vero e' l'ennesima notizia fake manipolata allo scopo di spaventare, sta diventando una moda.
      • Anonimo scrive:
        Re: le foto dei sequestri... ma... honey
        - Scritto da: Anonimo

        Uh, i Reloaded si sono contati e continueranno
        nelle release previste......

        Inoltre scrivono che molti erano siti commerciali
        che vendevano warez, questo spiegherebbe la
        storia dei grossi ftp.

        Se e' vero e' l'ennesima notizia fake manipolata
        allo scopo di spaventare, sta diventando una
        moda.Realoaded bloccati???http://nforce.nl/index.php?switchto=nfos&menu=quicknav&item=search&search=true&group=RELOADED2006-01-26 PC Game ISOs Torino Winter Olympics 2006 (c) 2K Games RELOADED 84x15 MB2006-01-25 PC Game ISOs The Settlers: Heritage of Kings Legends *Expansion Disc* (c) Ubisoft RELOADED 20x15 MBsi...si tratta di notizie fuffa :D
        • Anonimo scrive:
          Re: le foto dei sequestri... ma... honey
          Per quel poco che si riesce a sapere di loro, ma infatti i RELOADED non erano americani??
  • Anonimo scrive:
    Raid agli uffici GVU
    La cosa interessante è che secondo http://www.heise.de/newsticker/meldung/68760 (Heise.de - in tedesco) la polizia ha fatto irruzione negli uffici GVU di Amburgo. Si presume che la GVU avrebbe pagato qualcuno per amministrare server warez. Forse li hanno usati come esca, ma se fosse vero, sarebbe illegale.
  • Anonimo scrive:
    Non vi preoccupate.....
    Non vi preoccupate, la storia insegna : ne nasceranno di nuovi ! 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non vi preoccupate.....
      sarebbe bello se uscissero notizie come questahttp://garret.wordpress.com/2005/12/02/lamabox-il-registratore-p2p-sulla-tv-con-linux/... Amsterdam - Spendere poco ed acquistare un lettore multimediale domestico, abbinato ad una gigantesca collezione di film e canzoni: come fare? La risposta si chiama LamaBox: un PC compatto, basato su Linux, che utilizza le reti P2P come fonte privilegiata di contenuti. Simile ad un normale videoregistratore, LamaBox si collega alla TV e permette di accedere, con pochi colpi di telecomando, a sistemi come Bittorrent, Kazaa o Gnutella ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Non vi preoccupate.....
      - Scritto da: Anonimo
      Non vi preoccupate, la storia insegna : ne
      nasceranno di nuovi ! 8) e intanto questi sono chiusi, e i poveracci pieni di multe se non in galera... e probabilmente il tuo contributo alla scena è quello di aprire dc++ e leechare come una merda....Nasceranno di nuovi dici? fanne uno tu, invece di crogiolarti nella pappa pronta che ti sei trovato. Rispetto per il lavoro altrui..
  • Anonimo scrive:
    ma nessuno parla mai
    di abbassare i prezzi del software per chi ne fa uso personale non professionale.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma nessuno parla mai
      il problema è italiano.Per chi guadagna 3000 dollari non è un problema acquistare un software anche a 300 dollari.Per noi italiani che viviamo con 1000 euro allora il problema esiste ma non possono cambiare il prezzo per un singolo paese quando nella maggior parte dei paesi lo possono vendere a prezzi più alti.E' lo stesso problema di Cd ed altra roba, altrove è come se la pagassero 7 euro, prezzo niente male per un CD.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma nessuno parla mai
        Sono stato in Inghilterra e mi han colpito 2 cose:1. i prezzi dei CD son più bassi rispetto a quelli italiani (se poi si aggiunge che ero a Londra...): un doppio CD di un noto gruppo heavy metal l'ho trovato a 8 pound... non mi pare tanto!2. ho trovato bancarelle che acquistano e poi rivendono materiale usato. Ovviamente a prezzi stracciati.Non mi pare che lo stipendio medio di un Inglese (molto più alto dei nostri) influisca su questo... anzi.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma nessuno parla mai
          - Scritto da: Anonimo
          Sono stato in Inghilterra e mi han colpito 2 cose:
          1. i prezzi dei CD son più bassi rispetto a
          quelli italiani (se poi si aggiunge che ero a
          Londra...): un doppio CD di un noto gruppo heavy
          metal l'ho trovato a 8 pound... non mi pare
          tanto!
          2. ho trovato bancarelle che acquistano e poi
          rivendono materiale usato. Ovviamente a prezzi
          stracciati.

          Non mi pare che lo stipendio medio di un Inglese
          (molto più alto dei nostri) influisca su
          questo... anzi.gli stipendi inglesi sono più alti a parità di tipo di lavoro (a meno che tu vada a fare il cameriere).Comunque hanno spesso prezzi più bassi, in totale quindi hanno meno problemi.Da noi ci mangiano troppe persone e sommando stipendi bassi ci può comprare poco
      • Anonimo scrive:
        Re: ma nessuno parla mai
        Quindi secondo te ormai siamo scesi al livello: morti di fame??
    • Anonimo scrive:
      Re: ma nessuno parla mai
      - Scritto da: Anonimo
      di abbassare i prezzi del software per chi ne fa
      uso personale non professionale.Be' esistono le linee di prodotti light, ci sono le licenze per studenti ecc...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma nessuno parla mai
      - Scritto da: Anonimo
      di abbassare i prezzi del software per chi ne fa
      uso personale non professionale.E un bel chissenefrega, no?Per uso personale c'è tanto di quel software, e meraviglia delle meraviglie pulula di sistemi operativi totalmente free. Del resto per uso personale non ti servirà mica che ci giri sopra photoshop o autocad, vero?I giochi, dici?Comprati una bella console (e tutti i relativi giochi) ed ecco che giochi. Che poi comunque i giochi ci sono anche su quei sistemi operativi free.Il vero problema è che volete sempre la botte piena e la moglie ubriaca.Non ti stanno bene i prezzi? Non comprarli.Eh, già mi ricordi qualcuno: "Quella legge è ingiusta! E allora la infrango. Poi magari divento Presidente del Consiglio e la cambio". Però caro mio, non tutti poi diventiamo Presidenti del Consiglio.Quindi se non ti sta bene, mi spiace per te, ma la pirateria è un reato, e i prezzi sono quelli e non si toccano.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma nessuno parla mai
        sul fatto che sia illegal ti devo dare ragione, ma che i prezzi non vadano cambiati è una fesseria. Non è possibile pagare 10-15 canzoni 20? e passa. E è ancor meno giustificabile che album usciti anche qualche decennio fa (vedi alcuni dei pink floyd) costino ancora come album recenti. Per non parlare dei DVD...La situazione è totalmente impari, e la pirateria ne è un chiaro sintomo.Ciò detto non giustifico in nessun modo chi lucra sulla pirateria.Per quanto riguarda il presidente del consiglio, pur condividendo con te lo sdegno, non credo sia del tutto pertinente la tua associazione, in quanto egli ha cambiato situazioni a lui scomode, non ingiuste. Il confine è labile, lo so, ma questo imho distingue un criminale da un fuorilegge.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma nessuno parla mai
          - Scritto da: Anonimo
          sul fatto che sia illegal ti devo dare ragione,
          ma che i prezzi non vadano cambiati è una
          fesseria. Non è possibile pagare 10-15 canzoni
          20? e passa. E è ancor meno giustificabile che
          album usciti anche qualche decennio fa (vedi
          alcuni dei pink floyd) costino ancora come album
          recenti. Per non parlare dei DVD...
          La situazione è totalmente impari, e la pirateria
          ne è un chiaro sintomo.
          Ciò detto non giustifico in nessun modo chi lucra
          sulla pirateria.
          Per quanto riguarda il presidente del consiglio,
          pur condividendo con te lo sdegno, non credo sia
          del tutto pertinente la tua associazione, in
          quanto egli ha cambiato situazioni a lui scomode,
          non ingiuste. Il confine è labile, lo so, ma
          questo imho distingue un criminale da un
          fuorilegge.Allora...prima questione: non ti stanno bene i prezzi? non comperi. Il CD, il DVD, il programma o quant'altro non sono beni di prima necessita, ergo puoi farne a meno, altrimenti li passerebbe la mutua agli indigenti se così non fosse;seconda questione: esiste una legge? bene è sbagliata? Benissimo. Intanto la si rispetta, e poi in caso la si discute, e se se ne ha la forza politica/economica/sociale la si cambia nel pieno rispetto delle leggi e della legalità.Credo sia tutto.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            - Scritto da: Anonimo
            esiste una legge? bene è sbagliata? Benissimo. Intanto la si rispetta, e
            poi in caso la si discute, e se se ne ha la forza politica/economica/sociale la si cambia nel pieno
            rispetto delle leggi e della legalità.La pensavo anch'io come te, ma piu' passa il tempo e piu' mi sto rendendo conto che quasi tutte le leggi sono una presa per il culo.Ormai si vive alla giornata sperando che domani non sia peggio.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            - Scritto da: Anonimo
            Allora...
            prima questione: non ti stanno bene i prezzi? non
            comperi. Il CD, il DVD, il programma o
            quant'altro non sono beni di prima necessita,
            ergo puoi farne a meno, altrimenti li passerebbe
            la mutua agli indigenti se così non fosse;Infatti: i divertimenti e la cultura dovrebbero essere esclusivo appannaggio dei ceti abbienti,e che chi non se li può permettere non si azzardi neppure a lamentarsi dei prezzi(questi poveracci che non sanno stare al loro posto...)e si rassegni a lavorare e vegetare.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            - Scritto da: Anonimo
            Infatti: i divertimenti e la cultura dovrebbero
            essere esclusivo appannaggio dei ceti abbienti,e
            che chi non se li può permettere non si azzardi
            neppure a lamentarsi dei prezzi(questi poveracci
            che non sanno stare al loro posto...)e si
            rassegni a lavorare e vegetare.Giusto! Questi maledetti poveri! Accidenti a loro!Come fare per liberarsene? Non possono neanche comprare 10 CD in una volta sola!Bisogna eliminarli! :D :D :D :D :D
          • Madder scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            Non si tratta di dare cultura e divertimento solo ai ricchi. Si tratta di ridefinire cosa è cultura e divertimento. imho divertimento non è andare nella discoteca più "in" della città, con il vestito più alla moda, con gli accessori più assurdi a bere i cocktail più tosti spendendo un patrimonio.Probabilmente ti diverti tanto quanto, se non di più, organizzando una pizza con amici (magari a casa), una partita a calcetto/risiko/monopoli/PS2 (e simili), ... allo stesso modo, cultura non è il luccicante disco dell'ultima tettona/scosciata priva di cervello e con, cigliegina sulla torta, un'infanzia difficile. Oppure l'ultimo remake di qualche commedia/serie con battute trite e ritrite e situazioni banali. Probabilmente ti acculturisci di più andando a lezione di chitarra, piano, flauto, ... o provando a recitare nella compagnia locale di teatro ... o anche solo passando qualche ora in una biblioteca pubblica. Resta validissimo il discorso del software: per usare il pc, a casa, hai moltissimo software gratuito (open source o meno), oppure di linee light (es. photoshop elements). Sia che si utilizzi linux o windows o osx.Quoto quindi appieno il messaggio precedente: non ti piace/costa troppo ? non lo compri e ti cerchi le alternative. Non è una scusante per violare la legge. Madder
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            -
            Probabilmente ti diverti tanto quanto, se non di più, organizzando una pizza con amici (magari a casa), una partita a calcetto/risiko/monopoli/PS2 (e simili), ...
          • Madder scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            Il gioco della PS2 però non lo "consumi" in una serata. Ci giochi, ci rigiochi, ... Io sto ancora giocando al mio Need For Speed (high stake credo), originalissimo. Vecchio come il cucco, ma pur sempre piacevole. Le partite più divertenti che ho fatto su console sono quelle di diddy kong racing con i colleghi dell'ufficio su un N64. Il problema è sempre quello... ci divertiamo con quello che ci fa divertire, non con quello che la pubblicità ci dice che ci farà divertire. MadderPS margherita il fiore o margarita il cocktail (tequila, cointreau, lime, ghiaccio)
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            mmm se una legge non ci sembra giusta si puo' discutere?? ma che film hai visto?? Prendono decisioni che fanno comodo a loro e le leggi se le fanno ad hoc per i loro interessi, tutti!Non abbiamo voce in capitolo, non ci ascoltano, questo è il nostro governo.La gente protesta ma non cambia nulla, guarda i trasporti, il petrolio etc etc
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            margherita pizza...
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            - Scritto da: Madder
            Non si tratta di dare cultura e divertimento solo
            ai ricchi. Si tratta di ridefinire cosa è cultura
            e divertimento. Sono l'autore del post che inizia con "Infatti: i divertimenti...": non è questo il punto,il punto è che i divertimenti e la cultura(intesa proprio come cultura,quindi libri,teatri,concerti ecc.)costano tutti troppo e sentirsi dire che non c'è problema,basta non comprare o non spendere,tanto sono cose non essenziali,è un pò assurdo.Andare in un pub QUALUNQUE non costa meno di una decina di euro(e bevendo addirittura una coca cola),una pizza in pizzeria costa oltre 10?,libri,teatri ed affini sono carissimi e anche cinema,musica e dvd sono un salasso.Inutile anche dire che sono cose non essenziali,perchè nessuno può vivere solo mangiando,dormendo e lavorando: qualche svago ci vuole e tutti gli svaghi costano cari se non carissimi.Sarò io,ma ho sempre creduto che i prezzi dei beni di largo consumo(esatto,largo consumo,un lusso non è un cd,un libro o un dvd,è una ferrari,un rolex o un paio di scarpe da 500?)non potessero renderli inavvicinabili per la gente normale,a meno che non si voglia mandare l'economia gambe all'aria(ma direi che è quello che sta succedendo)e far incattivire le persone.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Madder

            Non si tratta di dare cultura e divertimento
            solo

            ai ricchi. Si tratta di ridefinire cosa è
            cultura

            e divertimento.

            Sono l'autore del post che inizia con "Infatti: i
            divertimenti...": non è questo il punto,il punto
            è che i divertimenti e la cultura(intesa proprio
            come cultura,quindi libri,teatri,concerti
            ecc.)costano tutti troppo e sentirsi dire che non
            c'è problema,basta non comprare o non
            spendere,tanto sono cose non essenziali,è un pò
            assurdo.
            Andare in un pub QUALUNQUE non costa meno di una
            decina di euro(e bevendo addirittura una coca
            cola),una pizza in pizzeria costa oltre
            10?,libri,teatri ed affini sono carissimi e anche
            cinema,musica e dvd sono un salasso.
            Inutile anche dire che sono cose non
            essenziali,perchè nessuno può vivere solo
            mangiando,dormendo e lavorando: qualche svago ci
            vuole e tutti gli svaghi costano cari se non
            carissimi.
            Sarò io,ma ho sempre creduto che i prezzi dei
            beni di largo consumo(esatto,largo consumo,un
            lusso non è un cd,un libro o un dvd,è una
            ferrari,un rolex o un paio di scarpe da 500?)non
            potessero renderli inavvicinabili per la gente
            normale,a meno che non si voglia mandare
            l'economia gambe all'aria(ma direi che è quello
            che sta succedendo)e far incattivire le persone.Ti sfugge un piccolissimo particolare (e anche ad altri sfugge, non preoccuparti non sei da solo in questo): VIVIAMO IN UN ECONOMIA CHE SI BASA SUL LIBERO MERCATO!!!Libero mercato significa, che è il mercato a fare il prezzo, non le leggi o lo Stato. Quello è il Comunismo. Nei regimi comunisti i prezzi li detta lo Stato. In un libero mercato il mercato si regola da sempre in base all'equilibrio tra domanda e offerta.Se non ti sta bene un prezzo... NON COMPRARE!!!Quando la domanda calerà caleranno anche i prezzi.Finché, invece la domanda resta alta o comunque invariata (perché in effetti a sentir BSA, RIAA, MPAA e compagnia varia stanno morendo di fame, ma a questo ci credono solo loro), i prezzi resteranno alti.Domanda - Offerta.Semplice.Non vi sta bene?NON COMPRATE!!!Diamine è un concetto semplice.Persino a prova di utonto.Il problema semmai è che siamo finiti in un libero mercato senza essere ne all'altezza di competere con gli altri, ne all'altezza di saper scegliere. Se poi condiamo il tutto con l'incapacità di un governo che sulla carta sarebbe dovuto essere liberale, ma che poi si è rivelato semplicemente incapace, il quadro è chiaro.E tornando alla questione principale: le leggi si possono contestare, si possono criticare, si possono cambiare. L'altra cosa molto importante è che SI DEVONO rispettare.Non vi piace la legge sul diritto d'autore?Bene. Ci si organizza per bene, si coinvolgono consumatori, associazioni, partiti politici se è il caso, e si fanno pressioni affinché cambi, si organizzano scioperi, disdette di massa (ad esempio delle linee ADSL), insomma si rompe i OO tutto nel pieno rispetto delle leggi e delle regole, e se non si ottiene nulla, vuol dire soltanto che non si era abbastanza o abbastanza motivati.Fare uso di software pirata, di musica copiata, di film, giochi, DVD o altro contraffatto, porta soltanto dalla parte del torto.FINE!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            - Scritto da: Anonimo
            Ti sfugge un piccolissimo particolare (e anche ad
            altri sfugge, non preoccuparti non sei da solo in
            questo): VIVIAMO IN UN ECONOMIA CHE SI BASA SUL
            LIBERO MERCATO!!!Te ne sfugge uno ancora più importante: c'è una cosa che si chiama concorrenza e che sarebbe imposta per legge come limite al libero mercato(che di libero non ha niente: sono sempre pochi soggetti che controllano tutto e che si richiamano ai principi del liberismo quando si tratta di imporre la propria posizione,o alla globalizzazione quando si tratta di impiantare stabilimenti dove la manodopera costa 10 centesimi,salvo poi chiedere regole ferree o pretendere blocchi alle importazioni quando qualcuno prova a fargli concorrenza),ma che,di fatto,non esiste praticamente in nessun settore.Ti sfugge anche il fatto che se il libero mercato fissa liberamente prezzi che solo iuna fascia ristrettissima della popolazione può permettersi,allora il libero mercato sceglie liberamente di suicidarsi,visto che chi produce non può vendere i suoi prodotti a se stesso.Il discorso sul comunismo e sulla RIAA non capisco cosa c'entri col mio(parlavo anche di cultura: facciamo senza anche di quella sperando che il prezzo cali?),men che meno quello sul copyright(non l'ho nominato nemmeno per vie traverse).
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            - Scritto da: Anonimo
            Ti sfugge un piccolissimo particolare (e anche ad
            altri sfugge, non preoccuparti non sei da solo in
            questo): VIVIAMO IN UN ECONOMIA CHE SI BASA SUL LIBERO MERCATO!!!
            Libero mercato significa, che è il mercato a fare
            il prezzo, non le leggi o lo Stato. Ma dove? In Italia?LOL !!!!!!!!!!!!!! :D :D :D Ma vai a letto bischero!
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            Non diciamo cavolate: chi non ha i soldi ha come ultimo problema quello del prezzo dei videogiochi. Io tutti i "piratoni" che conosco sono gente che i soldi li ha, ma preferisce spenderli in maniera molto più stupida (tipo avere l'ultima scheda video uscita sul commercio, inutile, per cui sono disposti a spendere 500 o più euro... e lo stesso vale per il resto dell'hardware).
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            - Scritto da: Anonimo


            Allora...
            prima questione: non ti stanno bene i prezzi? non
            comperi. Il CD, il DVD, il programma o
            quant'altro non sono beni di prima necessita,
            ergo puoi farne a meno, altrimenti li passerebbe
            la mutua agli indigenti se così non fosse;
            seconda questione: esiste una legge? bene è
            sbagliata? Benissimo. Intanto la si rispetta, e
            poi in caso la si discute, e se se ne ha la forza
            politica/economica/sociale la si cambia nel pieno
            rispetto delle leggi e della legalità.

            Credo sia tutto.In primo luogo la musica è un bene comune imho.In secundis non ho intenzione di fare una lotta contro i cattivi, ma solo di ascoltarmi i miei cd e magai guardarmi un paio di film a risoluzione ridotta. Discutere le leggi è ok, ma io sto vivendo adesso non tra 20 anni (ammesso e non concesso che ci si venga in contro, un giorno). Nel frattempo che devo fare pagare 400? x un cofanetto di Mozart???? Ma stiamo scherzando...Per quanto riguarda il software, le licenze studenti sono una fuffa bella e buona. Metti che voglio fare il grafico e mi prendo CS2 per imparare a usarla. Il tempo che divento operativo sarà almeno uscita la CS4 e sicuramente avrà qualche standard irrinunciabile che non si capisce come se la siano cavata prima che lo implementassero e che mi obbligherà ad aggiornarmi. In tutto questo per IMPARARE ho speso parecchie centinaia di euri.Oppure windows... quanto costa? 400, 500?? È davvero necessario? E com'è che 5 licenze di mac OS X Tiger le pago 180?? Forse qualcuno ci fa la cresta? io credo proprio di si. E non diciamo che tra opensource e freesoftware si trova tutto. Si trova molto questo è vero, ma non tutte le alternative sono soddisfacenti. Vedi per esempio Gimp.Il tuo ragionamento è corretto nei principi, ma poco nell'applicazione del caso, imho.
          • frk scrive:
            Re: ma nessuno parla mai

            Oppure windows... quanto costa? 400, 500?? È
            davvero necessario? E com'è che 5 licenze di mac
            OS X Tiger le pago 180?? Forse qualcuno ci fa laWindows XP Home costa 286 Euro e va benissimo... Poi se lo compri OEM (insieme al PC) te lo danno ad appena 106 Euro.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai

            Windows XP Home costa 286 Euro e va benissimo...
            Poi se lo compri OEM (insieme al PC) te lo danno
            ad appena 106 Euro. http://www.trovaprezzi.it/categoria.aspx?libera=windows+xp&id=11&prezzomin=&prezzomax=&sbox=sb&page=3&sort=Prezzo&sortdir=0pagate il soft, please, l'economia deve girare, in tonto ...
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            Le 5 Licenze di OSX le paghi solo 180 Euro perchè i 320 Euri mancanti li hai pagati nell'hardware quando hai comprato un airport a 80 euro contro i 30 di una comunissima wifi per pc e cos'ì per tutto l'hardware "mac" (pc rimarchiato mela)
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            dimenticavo che questo è il punto d'incontro di tutti i troll... Lasciamo perdere raga, la m$ fa le cose per bene e apple è il male... e i cd costano poco.... ma per piacere...L'hw apple lo paghi tanto è vero, e soprattutto per il design, ma nessuno ti obbliga a comprarlo (a parte che esiste l'usato) e non si scassa dopo 6 mesi che lo usi,, mentre oggi senza windows non fai un cazzo (e paghi un sacco di soldi per un software buggato), e senza determinati programmi ancora meno.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            Il design di un imac è ottimo dentro un ospedale dove tutto deve profumare di sterile. Per quanto mi riguarda preferisco thermaltake
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            - Scritto da: Anonimo
            Il design di un imac è ottimo dentro un ospedale
            dove tutto deve profumare di sterile. Per quanto
            mi riguarda preferisco thermaltakeDe gustibus non est disputandum.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            Che ci posso fare, mi piacciono i carrozzoni corazzati
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai

            In primo luogo la musica è un bene comune imho.
            In secundis non ho intenzione di fare una lotta
            contro i cattivi, ma solo di ascoltarmi i miei cd
            e magai guardarmi un paio di film a risoluzione
            ridotta. Discutere le leggi è ok, ma io sto
            vivendo adesso non tra 20 anni (ammesso e non
            concesso che ci si venga in contro, un giorno).
            Nel frattempo che devo fare pagare 400? x un
            cofanetto di Mozart???? Ma stiamo scherzando...
            Per quanto riguarda il software, le licenze
            studenti sono una fuffa bella e buona. Metti che
            voglio fare il grafico e mi prendo CS2 per
            imparare a usarla. Il tempo che divento operativo
            sarà almeno uscita la CS4 e sicuramente avrà
            qualche standard irrinunciabile che non si
            capisce come se la siano cavata prima che lo
            implementassero e che mi obbligherà ad
            aggiornarmi. In tutto questo per IMPARARE ho
            speso parecchie centinaia di euri.
            Oppure windows... quanto costa? 400, 500?? È
            davvero necessario? E com'è che 5 licenze di mac
            OS X Tiger le pago 180?? Forse qualcuno ci fa la
            cresta? io credo proprio di si. E non diciamo che
            tra opensource e freesoftware si trova tutto. Si
            trova molto questo è vero, ma non tutte le
            alternative sono soddisfacenti. Vedi per esempio
            Gimp.
            Il tuo ragionamento è corretto nei principi, ma
            poco nell'applicazione del caso, imho.Opensource a parte esiste un mondo di programmatori che vorrebbero anche ricevere uno stipendio a fine mese. Non vedo perché io (che faccio questo lavoro) non ho diritto ad essere pagato per quello che faccio, mentre gli altri sì.O qualcuno qui crede che l'informatica potrebbe andare avanti a solo Opensource?
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai

            Opensource a parte esiste un mondo di
            programmatori che vorrebbero anche ricevere uno
            stipendio a fine mese. Non vedo perché io (cheevidentemente non e' il tuo caso, open source non significa lavorare gratis, ma condividere gratis, se tu lavori o usi soft GPL e' giusto che i miglioramenti da te apportati vadano a beneficio di tutti come tu ne hai beneficiato per il tuo interesse personale o economico.troppo difficile da capire? ogni volta le solite frasi tendenziose di chi non capisce mai?
            faccio questo lavoro) non ho diritto ad essere
            pagato per quello che faccio, mentre gli altri
            sì.
            O qualcuno qui crede che l'informatica potrebbe
            andare avanti a solo Opensource?Potrebbe benissimo e la ricchezza non sarebbe minore ma piu' distribuita, se pensi che quasi tutti hammo un computer e che tutti devono saperlo usare ... penso che ci sia posto anche per quelli come te, purtroppo.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            - Scritto da: Anonimo


            Opensource a parte esiste un mondo di

            programmatori che vorrebbero anche ricevere uno

            stipendio a fine mese. Non vedo perché io (che

            evidentemente non e' il tuo caso, open source non
            significa lavorare gratis, ma condividere gratis,
            se tu lavori o usi soft GPL e' giusto che i
            miglioramenti da te apportati vadano a beneficio
            di tutti come tu ne hai beneficiato per il tuo
            interesse personale o economico.
            troppo difficile da capire? ogni volta le solite
            frasi tendenziose di chi non capisce mai?


            faccio questo lavoro) non ho diritto ad essere

            pagato per quello che faccio, mentre gli altri

            sì.

            O qualcuno qui crede che l'informatica potrebbe

            andare avanti a solo Opensource?

            Potrebbe benissimo e la ricchezza non sarebbe
            minore ma piu' distribuita, se pensi che quasi
            tutti hammo un computer e che tutti devono
            saperlo usare ... penso che ci sia posto anche
            per quelli come te, purtroppo.Ti faccio schifo perché di lavoro faccio il programmatore? Siamo arrivati addirittura a questo?Che pena... e tutto per giustificare un reato. Che pena. Povera Italia...
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            primo: opensource non vuol dire free software.secondo: io ti pago volentieri x il tuo software, sempre che non sia pieno di bug e tu non lo proponi a prezzi proibitivi (ogni riferimento a windows è puramente casuale).
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            - Scritto da: Anonimo
            primo: opensource non vuol dire free software.
            secondo: io ti pago volentieri x il tuo software,
            sempre che non sia pieno di bug e tu non lo
            proponi a prezzi proibitivi (ogni riferimento a
            windows è puramente casuale).Scusa, ma se il software che usi fa schifo, perché lo usi? E poi, siamo così sicuri che Windows faccia schifo? Credete sia possibile fare un software 100% privo di bachi?
      • Anonimo scrive:
        Re: ma nessuno parla mai
        - Scritto da: Anonimo

        Eh, già mi ricordi qualcuno: "Quella legge è
        ingiusta! E allora la infrango. Poi magari
        divento Presidente del Consiglio e la cambio".
        Però caro mio, non tutti poi diventiamo
        Presidenti del Consiglio.
        Quindi se non ti sta bene, mi spiace per te, ma
        la pirateria è un reato, e i prezzi sono quelli e
        non si toccano.mmm... comunismo a manetta in ogni dove, eh?
        • Anonimo scrive:
          Re: ma nessuno parla mai

          mmm... comunismo a manetta in ogni dove, eh?mai letto qualche testo fondamentale dell'economia e della filosofia? magari piu' di un autore? mai letto niente? quando la maetra ti trovava con la manom alzata al momento sbagliato non ti tirava le orecchie? bricconcello, magari lo facevi apposta per farti sculacciare.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma nessuno parla mai
            - Scritto da: Anonimo


            mmm... comunismo a manetta in ogni dove, eh?

            mai letto qualche testo fondamentale
            dell'economia e della filosofia? magari piu' di
            un autore? mai letto niente?
            quando la maetra ti trovava con la manom alzata
            al momento sbagliato non ti tirava le orecchie?
            bricconcello, magari lo facevi apposta per farti
            sculacciare.orrori di pressione, sculacciami ...
      • Anonimo scrive:
        Re: ma nessuno parla mai
        concordo
Chiudi i commenti