Nuovi Galaxy in orbita

Samsung presenta quattro nuovi smartphone e riorganizza le sigle dell'intera gamma. Per dividere gli smartphone in distinte fasce di mercato, e magari dominarle tutte

Roma – Nonostante la diatriba con Apple, riguardante i brevetti sul design dei suoi smartphone, il produttore coreano Samsung prosegue dritto per la sua strada e presenta una galassia di nuovi modelli che spazieranno tra fascia alta, media e bassa. I dispositivi vengono ora organizzati in cinque diverse serie e inquadrati da una singola lettera: Y, M, W, R e S.

In cima alla nuova struttura del catalogo Samsung troviamo i Galaxy “S” (Super Smart), che vengono considerati il top. La “R” (Royal) indica modelli altrettanto validi dal punto di vista delle performance, mentre la serie “W” (Wonder) sottolinea quei prodotti che pongono l’accento sullo stile. La lettera “M” (Magical) viene utilizzata per i modelli economici che non si fanno comunque mancare niente mentre la “Y” (Young) contraddistingue i modelli economici dedicati a giovanissimi e mercati emergenti.

Ulteriori suffissi verranno adottati per specificare meglio le caratteristiche dello smartphone, fin dal nome sulla confezione. “Plus” servirà ad indicare il restyling o l’upgrade di un Galaxy già presente sul mercato. “Pro” denoterà la presenza di una tastiera fisica QWERTY, stile BlackBerry, mentre “LTE” specificherà la compatibilità con lo standard 4G (Long-Term-Evolution).

Con l’occasione, il colosso asiatico ha anche presentato quattro nuovi modelli, tutti basati su Android 2.3 Gingerbread. Il nuovo Galaxy W viene prodotto con processore da 1.4 Ghz, HSDPA 14.4Mbps e display touch da 3,7 pollici. Il Galaxy M Pro , dedicato ai professionisti, propone uno spessore di soli 9.97 millimetri. Gli economici Galaxy Y e il Galaxy Y Pro mettono invece un processore a 837Mhz al servizio dei giovani. Con o senza tastiera fisica.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Accademico della crusca scrive:
    Refuso
    Shobiz?
  • Sampietrino scrive:
    sembra
    Sembra quasi un testo di fede piu che un articolo, lo esalta senza difetti, sembra che tutto abbia inventato lui e non che invece lo abbia rubato come effettivamente è, strano articolo, secondo me accanto alla messa della apple ci starebbe benissimo
    • aphex twin scrive:
      Re: sembra
      Rubato ? Mi fai vedere l'atto di condanna del giudice ? Non ce l'hai ? ahi ahi ahi(troll3)(troll3)(troll3)(troll3)
      • hermanhesse scrive:
        Re: sembra
        Poveretto. Ripassati la storia dell'informatica...
        • acid junkies scrive:
          Re: sembra
          Mostrami i fatti paroliere !
          • Ego scrive:
            Re: sembra
            - Scritto da: acid junkies
            Mostrami i fatti paroliere !allora, ha rubato l'interfaccia grafica, il mouse, l'ipod, il termine appstore, le playlist, e svariate altre cose, più che altro, dimmi tu cosa ha inventato apple
    • Marx scrive:
      Re: sembra
      - Scritto da: Sampietrino
      Sembra quasi un testo di fede piu che un
      articolo, lo esalta senza difetti, sembra che
      tutto abbia inventato lui e non che invece lo
      abbia rubato come effettivamente è, strano
      articolo, secondo me accanto alla messa della
      apple ci starebbe
      benissimoCioè l'articolo starebbe bene accanto alla messa? Messa intesa come luogo o come funzione religiosa?O forse intendevi dire che quell'articolo sembra una forma di celebrazione al pari del rito ecclesiastico?Cerca di essere più preciso, in genere chi parla male pensa male. Ma nel tuo caso si sarà trattato certamente di un lapsus...
      • Ego scrive:
        Re: sembra
        - Scritto da: Marx
        - Scritto da: Sampietrino

        Sembra quasi un testo di fede piu che un

        articolo, lo esalta senza difetti, sembra che

        tutto abbia inventato lui e non che invece lo

        abbia rubato come effettivamente è, strano

        articolo, secondo me accanto alla messa della

        apple ci starebbe

        benissimo

        Cioè l'articolo starebbe bene accanto alla messa?
        Messa intesa come luogo o come funzione religiosa?
        O forse intendevi dire che quell'articolo sembra
        una forma di celebrazione al pari del rito
        ecclesiastico?
        Cerca di essere più preciso, in genere chi parla
        male pensa male. Ma nel tuo caso si sarà trattato
        certamente di un
        lapsus...la messa apple è un testo ironico che fa il verso alla messa cattolica intendendo la fede al marchio apple come una religione, è piuttosto famoso ed odiato dai fedeli della appleparola di jobsin risposta un coro di voci"rendiamo grazie a jobs"
    • hermanhesse scrive:
      Re: sembra
      Quoto e ripeto: vedremo quando schiatterà gente che ha realmente inventato qualcosa (non un rettangolo smussato, brevettato per giunta) e che lo ha donato al mondo intero quante righe ed editoriali verranno spese.Un meteorite. Ci vuole un meteorite per evolvere la razza umana.
      • Marx scrive:
        Re: sembra
        - Scritto da: hermanhesse
        Quoto e ripeto: vedremo quando schiatterà gente
        che ha realmente inventato qualcosa (non un
        rettangolo smussato, brevettato per giunta) e che
        lo ha donato al mondo intero quante righe ed
        editoriali verranno
        spese.

        Un meteorite. Ci vuole un meteorite per evolvere
        la razza
        umana.Far evolvere... Evolvere è riflessivo
        • hermanhesse scrive:
          Re: sembra
          La razza umana si evolve.PS: http://www.dizionario-italiano.org/Evolvere
          • Marx scrive:
            Re: sembra
            - Scritto da: hermanhesse
            La razza umana si evolve.

            PS: http://www.dizionario-italiano.org/EvolvereAppunto. "si" evolve e non evolve. Ma sono sicuro che non hai attivato il controllo ortografico
          • hermanhesse scrive:
            Re: sembra
            Io invece sono sicuro che tu non hai mai attivato un'altra cosa, ma fa lo stesso...
          • Marx scrive:
            Re: sembra
            Comunque, non te la prendere. Mi sto solo divertendo un po'. Adesso peroò devo tornare ad occuparmi di cose serie. Lascio gli altri a fare a gara a chi ce l'ha più lungo, io ormai non ho più l'età. Tornerò sul blog per scoprire chi è il maschio alfa dominante. A proposito, mentre androidiani ed apple users litigano secondo voi questi due cosa fanno? http://cache.gawkerassets.com/assets/images/4/2010/03/jobs-schmidt-1.jpg
          • Marx scrive:
            Re: sembra
            Comunque, non te la prendere. Mi sto solo divertendo un po'. Adesso peroò devo tornare ad occuparmi di cose serie. Lascio gli altri a fare a gara a chi ce l'ha più lungo, io ormai non ho più l'età. Tornerò sul blog per scoprire chi è il maschio alfa dominante. A proposito, mentre androidiani ed apple users litigano secondo voi questi due cosa fanno? http://cache.gawkerassets.com/assets/images/4/2010/03/jobs-schmidt-1.jpg
    • Gabriele Niola scrive:
      Re: sembra
      Non fatevi obnubilare dalla lotta alla santificazione di Jobs. Il pezzo non è un testo di fede ma un articolo su cosa Steve Jobs ha cambiato nell'industria dell'entertainment, cioè un settore che non gli apparteneva ma nel quale ad un certo punto è sconfinato facendogli compiere dei passi in avanti obiettivi.Nessuno lo vuole santificare, è scritto anche nel pezzo, sebbene sappiamo bene che questo avverrà ed è un peccato. Tuttavia non si può negare l'influenza che quest'uomo ha avuto (parlo sempre di quella parte di informatica che sta mutando l'industria dell'entertainment). Dopo tutto è uno che ha contributo all'ingresso in scena della Pixar, che ha risollevato un'azienda in un paio d'anni e che ne ha moltiplicato esponenzialmente fatturati e riconoscibilità in poco più di 10. Non è il primo a farlo nè sarà l'ultimo ma comunque non è roba da tutti. Altre persone sicuramente hanno meriti importanti alla stessa maniera o anche di più, tuttavia il suo profilo così peculiare di uomo nato nei computer e che ha saputo diventare il simbolo del passaggio dell'informatica nelle mani di tutti (3 anni fa andare in rete con un cellulare era una cosa da nerd oggi lo fa mia madre, il motivo sappiamo bene che è l'ingresso dell'iPhone) e il modo in cui ha affiancato ai cambiamenti nel settore (NB no invenzioni, nessuno dice invenzioni ma mutamenti) anche una visione teorica, sulla quale si può questionare ma che esiste, lo rendono davvero unico.Ripeto, nessuno lo vuole santificare nè occorre aderire alla sua visione della tecnologia e dell'industria a tutti i costi (io per esempio non trovo che i suoi modelli siano replicabili nè li trovo perfettamente etici), ma non si può sminuire la peculiarità di questa figura e soprattutto è importante capire che tipo di cambiamenti le sue decisioni e la capacità che ha avuto di far adottare a tutti i suoi sistemi e le sue tecnologie, hanno portato, stanno portando e porteranno nel futuro dell'industria dell'entertainment.
      • Fiber scrive:
        Re: sembra
        - Scritto da: Gabriele Niola
        Non fatevi obnubilare dalla lotta alla
        santificazione di Jobs. Il pezzo non è un testo
        di fede <b
        ma un articolo su cosa Steve Jobs ha
        cambiato nell'industria dell'entertainment, cioè
        un settore che non gli apparteneva ma nel quale
        ad un certo punto è sconfinato facendogli
        compiere dei passi in avanti
        obiettivi. </b
        cosi'?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3250267&m=3251541#p3251541
        • Gabriele Niola scrive:
          Re: sembra
          E' una follia negare i passi in avanti fomentati dall'ecosistema partorito da Jobs. Non voglio compiere l'errore contrario e imputare a lui qualsiasi merito, ma ci sono dei traguardi resi possibili dalla diffusione di quei device e quei servizi, in primis la posisbilità per i musicisti di bypassare davvero le etichette, stesso dicasi per i produttori di videogiochi. per fare due esempi
          • Fiber scrive:
            Re: sembra
            - Scritto da: Gabriele Niola
            E' una follia negare i passi in avanti fomentati
            dall'ecosistema partorito da Jobs. Non voglio
            compiere l'errore contrario e imputare a lui
            qualsiasi merito, ma ci sono dei traguardi resi
            possibili dalla diffusione di quei device e quei
            servizi, in primis la posisbilità per i musicisti
            di bypassare davvero le etichette, stesso dicasi
            per i produttori di videogiochi. per fare due
            esempihttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=3250267&m=3251573#p3251573 ;)
      • pluto scrive:
        Re: sembra
        su questo perfettamente d'accordo.
      • onir scrive:
        Re: sembra
        - Scritto da: Gabriele Niola
        Ripeto, nessuno lo vuole santificare nè occorre
        aderire alla sua visione della tecnologia e
        dell'industria a tutti i costi (io per esempio
        non trovo che i suoi modelli siano replicabili nè
        li trovo perfettamente etici), ma non si può
        sminuire la peculiarità di questa figura e
        soprattutto è importante capire che tipo di
        cambiamenti le sue decisioni e la capacità che ha
        avuto di far adottare a tutti i suoi sistemi e le
        sue tecnologie, hanno portato, stanno portando e
        porteranno nel futuro dell'industria
        dell'entertainment.Questa è verità concreta, chi la critica è solo un povero mentale invidioso .L'articolo è bello e concreto purtroppo il problema è che di osggetti innovatori ce ne sono pochi a ancora piu triste è che tali soggetti sono unpaio di righe sopra la maggior parte del resto dell'umanità e questo a casua anche di coloro che invidiosamente criticano e pretendono "il libero tutto".
        • collione scrive:
          Re: sembra
          ma che c'entra il libero tutto con Jobs?se io voglio fare un software in gpl e darlo a tutti, che ti frega?Jobs ha fatto quello che ha fatto e non voglio certo negarlo, però non confondiamo le innovazioni di Jobs con la sua maniacale ossessione per il controllo totalechi ha visto il film "I pirati di Silicon Valley" avrà sicuramente notato in fatto che Jobs ha una mentalità che è il contrario della libertà e questo perchè ha avuto problemi personali a causa dei suoi genitori naturali che lo abbandonaronose da un lato c'è la filosofia del libero tutto, dall'altro c'è Jobs col "libero niente, è tutto mio"
          • MacGeek scrive:
            Re: sembra
            - Scritto da: collione
            ma che c'entra il libero tutto con Jobs?

            se io voglio fare un software in gpl e darlo a
            tutti, che ti
            frega?

            Jobs ha fatto quello che ha fatto e non voglio
            certo negarlo, però non confondiamo le
            innovazioni di Jobs con la sua maniacale
            ossessione per il controllo
            totaleE' un perfezionista di sucXXXXX.E questo mi piace, perché qui in Italia il perfezionismo (fare le cose fatte bene) di solito non paga. Di solito paga di più il "fare in fretta senza cura, basta che funziona".
            chi ha visto il film "I pirati di Silicon Valley"
            avrà sicuramente notato in fatto che Jobs ha una
            mentalità che è il contrario della libertà e
            questo perchè ha avuto problemi personali a causa
            dei suoi genitori naturali che lo
            abbandonaronoScemata. Quello lo ha saputo quando era grande.Non mi pare Jobs abbia avuto carenze d'affetto o attenzioni da bambino.Ho visto quel film e, anche se su alcune cose può averci un po' preso, su altre non rispecchia certo a pieno la personalità di Jobs. E comunque Jobs è abbastanza cambiato negli anni, sicuramente è diventato meno arrogante e più sentimentale. Le svolte più grandi della sua personalità sono sicuramente state la cacciata da Apple e poi il tumore (che per i primi tempi era pronosticato come mortale in poco tempo). Il film è antecedente ad entrambi gli episodi.
          • Prozac scrive:
            Re: sembra
            - Scritto da: MacGeek
            Ho visto quel film e, anche se su alcune cose può
            averci un po' preso, su altre non rispecchia
            certo a pieno la personalità di Jobs. E comunque
            Jobs è abbastanza cambiato negli anni,
            sicuramente è diventato meno arrogante e più
            sentimentale. Le svolte più grandi della sua
            personalità sono sicuramente state la cacciata da
            Apple e poi il tumore (che per i primi tempi era
            pronosticato come mortale in poco tempo). Il film
            è antecedente ad entrambi gli
            episodi.Sicuro di averlo visto il film? Da quello che scrivi non mi sembra proprio!
      • CCGG scrive:
        Re: sembra
        - Scritto da: Gabriele Niola[...] Jobs ha
        cambiato nell'industria dell'entertainment, cioè
        un settore che non gli apparteneva ma nel quale
        ad un certo punto è sconfinato facendogli
        compiere dei passi in avanti
        obiettivi.[...] non si può negare
        l'influenza che quest'uomo ha avuto (parlo sempre
        di quella parte di informatica che sta mutando
        l'industria dell'entertainment). Dopo tutto è uno
        che ha contributo all'ingresso in scena della
        Pixar, che ha risollevato un'azienda in un paio
        d'anni e che ne ha moltiplicato esponenzialmente
        fatturati e riconoscibilità in poco più di 10.
        Non è il primo a farlo nè sarà l'ultimo ma
        comunque non è roba da
        tutti.D'accordo, se non diciamo che le app sono una invenzione, mi sta bene: in pratica diciamo che è un buon produttore, un ecellente uomo d'affari, che ci sa fare con il business, che è un eccellente venditore (sia "marketing" sia "advertising" tutto finalizzato a "selling out") perché ha saputo vendere ciò che gli altri non riuscivano.Se mi dicessi che ci ha sempre tenuto molto al design, ti direi: hai ragione, è vero, fa pure bene.Se mi dici che una cosa era da nerd, significa che era fattibile, che non ha inventato niente. I nerd quella cosa l'avrebbero fatta tanto volentieri e anche meglio, la desideravano e provavano a farla al massimo delle possibilità offerte.Oggi i nerd si staranno inventando altre cose che fino a che qualche altro markettaro non lo decide, non saranno "cool".Se poi ammetti che sono "mutamenti ma non invenzioni" allora puoi cancellare tutti i miei interventi.Sul fatto che "non si possa sminuire" io direi che "si può ridimensionare". Perché sminuire, partendo dal normale, significa mortificare. Quando di un uomo hai fatto un gigante, sminuire significa ridimensionare.E questo vogliono fare gli interventi, dire "cala cala, Merlino" (cit) Su quale strada ci obbligherà a percorrere una bella parte delle scelte di Apple, anceh qui avrei qualcosa da dire. Ha portato al "deve essere facile" qualcosa che non necessariamente "DEVE".Ha fatto pensare che sia un diritto capire e non uno sforzo personale non necessariamente raggiungibile.in alcune sciocchezze è logico e giusto: è lo scopo di un dispoisitivo tanto quanto di un programma con una interfaccia fatta come si deve.Per molte altre NON è così, ma quando hai sdoganato questa panzana, per migliaia di persone la vita diventa molto dura, perché pur essendo le uniche persone titolate e competenti, il pubblico e i loro vari strati di interfacce (umane) tra loro e il pubblico (l'utente, il cliente) ... tutti sono stati abituati a SENTIRSI COMPETENTI perché hanno un iThing in mano... cosa terrificante, se si pensa che sono stati fatti APPOSTA perché facessero qualcosa pur non capendo niente.
    • ruppolo scrive:
      Re: sembra
      - Scritto da: Sampietrino
      Sembra quasi un testo di fede piu che un
      articolo, lo esalta senza difetti, sembra che
      tutto abbia inventato lui e non che invece lo
      abbia rubato come effettivamente è,Se ha rubato ci saranno delle condanne. Dove sono?O forse intendevi dire che ha "rubato" gli ingegneri alla Xerox per assumerli nella sua azienda?
      strano
      articolo, secondo me accanto alla messa della
      apple ci starebbe
      benissimoÈ uno dei tanti articoli che ti farà venire la gastrite, quindi se non vuoi che ti si formi un'ulcera è meglio chi ti fai una scorta di Maalox, nei prossimi due mesi ti sarà molto utile.
  • Marx scrive:
    Alienazione 2
    P.S. Ovviamente mi riferisco ai commenti letti oggi sui vari blog tecnologici
  • Marx scrive:
    alienazione tecnologica
    molti dei commenti letti oggi sono di sicuro interesse psichiatrico. Non vi piacciono i prodotti apple? Non comprateli! Android costa meno e va meglio? Me ne rallegro! Adesso uscite e prendetevi una pizza
    • Sampietrino scrive:
      Re: alienazione tecnologica
      - Scritto da: Marx
      molti dei commenti letti oggi sono di sicuro
      interesse psichiatrico. Non vi piacciono i
      prodotti apple? Non comprateli! Android costa
      meno e va meglio? Me ne rallegro! Adesso uscite e
      prendetevi una
      pizzaTi disturbiano nella preghiera ad apple?O la fede alla Apple non ti pare abbastanza meritoria da inserirla nell'interesse psichiatrico?
      • aphex twin scrive:
        Re: alienazione tecnologica
        - Scritto da: Sampietrino
        - Scritto da: Marx

        molti dei commenti letti oggi sono di sicuro

        interesse psichiatrico. Non vi piacciono i

        prodotti apple? Non comprateli! Android costa

        meno e va meglio? Me ne rallegro! Adesso
        uscite
        e

        prendetevi una

        pizza

        Ti disturbiano nella preghiera ad apple?Il "disturbato" sei tu mi pare
      • Marx scrive:
        Re: alienazione tecnologica
        - Scritto da: Sampietrino
        - Scritto da: Marx

        molti dei commenti letti oggi sono di sicuro

        interesse psichiatrico. Non vi piacciono i

        prodotti apple? Non comprateli! Android costa

        meno e va meglio? Me ne rallegro! Adesso
        uscite
        e

        prendetevi una

        pizza

        Ti disturbiano nella preghiera ad apple?
        O la fede alla Apple non ti pare abbastanza
        meritoria da inserirla nell'interesse
        psichiatrico?Credo sia importante precisare che si dice " fede nella Apple" e non "fede alla Apple".
    • hermanhesse scrive:
      Re: alienazione tecnologica
      Grazie. Quando finirete di postare preghiere e passi del Vangelo che parlano di Jobs la smetteremo anche noi ;)
  • diego from cantine piene di vino scrive:
    Apps!
    scusate, ma ha senso elogiare steve jobs per aver "inventato una nuova categoria di software, l'app", quando poi appena uno sbaglia a parlare e pronuncia APP fuori da dove apple ha stabilito, partono le querele? Se fai qualcosa di grande e la rendi disponibile all'umanità, e poi stai crepando, mi ci metto anche io a dirti che sei bravo e una lacrimuccia ce la spendo, e mi mancherai, perché di uomini così non se ne fanno più!Ma se hai inventato qualcosa di chiuso, (in realtà nulla credo, non è che le applicazioni informatiche sono nate colle apppp), o meglio hai riciclato qualcosa, l'hai resa cool facendo lavorare tanti cinegri e ci hai fatto i soldi... posso dirti che sei bravo, posso invidiarti lo yacht e la casa in collina... ma quando crepi gioia, chittesencula... posso ringraziare chi ha scoperto la penicillina e non l'ha brevettata pensando di salvar delle vite. Jobs è un mercante, muore lui o muore il macellaio sotto casa.. cambiano solo gli zeri, la sostanza è la stessa
    • Gabriele Niola scrive:
      Re: Apps!
      Jobs di certo non era l'uomo o il manager e perfetto e credo che se la sua idea di tecnologia chiusa avrà un senso al di fuori della sua Apple o se dovesse infine prevalere il modello libero come fomentatore di creatività lo scopriremo tra un bel po' di tempo. Di sicuro però, dittatore o meno dei contenuti che entrano nei suoi device e della loro apertura, di certo ha dei meriti evidenti e grossi. Declinare internet al di fuori dei browser e dei software comuni reimpacchetando servizi, funzioni e codice nella forma delle app è di certo uno di questi. Solo l'industria del gaming (pere fare davvero uno tra mille possibili esempi) sta cambiando radicalmente e ora il concetto di software App sta trovando terreno fertile anche su altri tipi di tecnologia.Che poi non lo si possa chiamare App è una forzatura un po' arrogante ma in fondo benchè le parole siano di tutti, quell'idea è proprio sua.
      • pluto scrive:
        Re: Apps!
        No aspetta un attimo.Stai dicendo che secondo te le app le ha inventate Jobs???"Declinare internet al di fuori dei browser e dei software comuni reimpacchetando servizi, funzioni e codice nella forma delle app è di certo uno di questi."Questa e' fantastica. Non ne ho mai sentita una piu' grossa da quando l'uomo ha inventato il cavallo
        • Gabriele Niola scrive:
          Re: Apps!
          non so dove tu abbia letto questa cosa, io ho detto che lui è stato quello che è riuscito a declinare internet fuori dai computer, ovvero a concepire un sistema che consente la fruizione di contenuti della rete anche su altri device in una maniera accessibile a tutti. Si andava in rete con i cellulari ben prima dell'iPhone ma lo facevano quattro gatti, lui l'ha portato a mia madre.Non ha inventato praticamente nulla nel concreto ma ha concepito un sistema che integrasse tecnologie, idee e servizi esistenti in un modo che potesse sopravvivere nel mercato e che fosse comprensibile da tutti. Una visione prima di tutto commerciale (perchè è fatta per vendere e per quello ha funzionato) ma che partendo dal business ha cambiato tutto, anche i contenuti.Se leggi non troverai nè nel pezzo nè nei commenti la parola "invenzione", non si tratta di concepire una nuova tecnologia ma di concepirne un uso e di capire come cambiare a piccoli passi il modo che le persone che con la tecnologia non hanno confidenza interagiscono con essa. Possibilmente ampliandone le possibilità
          • Fiber scrive:
            Re: Apps!
            - Scritto da: Gabriele Niola
            non so dove tu abbia letto questa cosa, <b
            io ho
            detto che lui è stato quello che è riuscito a
            declinare internet fuori dai computer, </b
            ovvero a
            concepire un sistema che consente la fruizione di
            contenuti cosi'?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3250537&m=3251362#p3251362
          • Gabriele Niola scrive:
            Re: Apps!
            Non credo di aver capito bene, stai dicendo che visto che l'iPad è usato principalmente per giocare allora l'idea di Jobs è sbagliata?Se è così anche internet. Gli usi che ne vengono fatti nella stragrande maggioranza dei casi non è che siano di tanto migliori (e giocare è una forma fruizione culturale, come un film un disco ecc. ecc.). Ma non giudichiamo la rete per quello che ci fa la maggior parte delle persone, la giudichiamo per quel che può fare e per i mutamenti che sta scatenando con la sua sola presenza a prescindere dai contenuti. Certo le tecnologie Apple non hanno l'importanza di internet (anche perchè sono un supporto per fruire di essa), ci mancherebbe, ma è indubbio che ad oggi hanno dato un contributo fondamentale ad allargarne potenzialità ed usi diffondendo l'uso mobile e fomentando la creazione di applicazioni, serivizi e idee per un pubblico e un uso che non è solo alla scrivania.Che poi moltissimi usino l'ipad di fronte alla tv (me compreso) non implica che non lo si usi in giro (me compreso) e soprattutto non ha a che vedere con l'uso dell'iPhone, che è poi il device realmente mobile.
          • Fiber scrive:
            Re: Apps!
            - Scritto da: Gabriele Niola
            Non credo di aver capito bene, stai dicendo che
            visto che l'iPad è usato principalmente per
            giocare allora l'idea di Jobs è
            sbagliata?
            Se è così anche internet. Gli usi che ne vengono
            fatti nella stragrande maggioranza dei casi non è
            che siano di tanto migliori (e giocare è una
            forma fruizione culturale, come un film un disco
            ecc. ecc.). Ma non giudichiamo la rete per quello
            che ci fa la maggior parte delle persone, la
            giudichiamo per quel che può fare e per i
            mutamenti che sta scatenando con la sua sola
            presenza a prescindere dai contenuti. Certo le
            tecnologie Apple non hanno l'importanza di
            internet (anche perchè sono un supporto per
            fruire di essa), ci mancherebbe, ma è indubbio
            che ad oggi hanno dato un contributo fondamentale
            ad allargarne potenzialità ed usi diffondendo
            l'uso mobile e fomentando la creazione di
            applicazioni, serivizi e idee per un pubblico e
            un uso che non è solo alla
            scrivania.
            Che poi moltissimi usino l'ipad di fronte alla tv
            (me compreso) non implica che non lo si usi in
            giro (me compreso) e soprattutto non ha a che
            vedere con l'uso dell'iPhone, che è poi il device
            realmente
            mobile.io vedo solo che il mandriano in quel di Cupertino ha solo portato alla mano del popolo bue che fa la massa 2 giocattoli perfetti e moncati fatti pagare a caro prezzo rispetto a cosa gli costano in produzione dagli schiavi di Foxconn :iPhone ed iPad...non a caso l'80% delle app su App Store sono giochini e app fesserie come i conta peti et similia
          • Gabriele Niola scrive:
            Re: Apps!
            e invece in rete cosa fa traffico? Nelle testate la gente cosa clicca di più?L'utilizzo che si fa dei prodotti Apple non è che si distanzi poi tanto dall'uso che si fa della rete. Il punto è che, come in rete, ci sono anche moltissimi utilizzi potenziali interessanti e stimolanti.Più che altro, i contenuti possono essere quelli che vuoi (buoni, cattivi, belli, brutti, utili o inutili) ma di certo l'ingresso di una dimensione diversa per la rete, cioè quella in mobilità per tutti, cambia oggettivamente lo scenariosui prezzi si è chiaro che sono alti, altissimi. Ma davvero ti senti di biasimare un'azienda che mette in vendita a caro prezzo un oggetto che la gente comprerà a quel prezzo? mi sembra anzi una mossa intelligente.
          • Fiber scrive:
            Re: Apps!
            - Scritto da: Gabriele Niola
            e invece in rete cosa fa traffico? Nelle testate
            la gente cosa clicca di
            più?
            L'utilizzo che si fa dei prodotti Apple non è che
            si distanzi poi tanto dall'uso che si fa della
            rete. Il punto è che, come in rete, ci sono anche
            moltissimi utilizzi potenziali interessanti e
            stimolanti.
            Più che altro, i contenuti possono essere quelli
            che vuoi (buoni, cattivi, belli, brutti, utili o
            inutili) ma di certo l'ingresso di una dimensione
            diversa per la rete, cioè quella in mobilità per
            tutti, cambia oggettivamente lo
            scenario

            sui prezzi si è chiaro che sono alti, altissimi.
            Ma davvero ti senti di biasimare un'azienda che
            mette in vendita a caro prezzo un oggetto che la
            gente comprerà a quel prezzo? mi sembra anzi una
            mossa
            intelligente.vedo anche che Nintendo sta avendo un calo di vendite perche' oramai la gente lavata di cervello dalla moda e dal marketing Apple scambia i giocattoli di Apple stessa come il cellulare iPhone per delle consolle con giochini e app infantili piu' di cosi' non posso dire ... rimane cmqe sempre quello che vedo in giro per l'Italia nella realtà
          • Gabriele Niola scrive:
            Re: Apps!
            si ma non c'entra con l'idea alla base dei prodotti e dell'ecosistema di Jobs. La crisi di Nintendo e degli altri di fronte ad un nuovo player nel settore, non fa che confermare il mutamento introdotto e la sua importanza. E non è poco. Anzi!
          • Fiber scrive:
            Re: Apps!
            - Scritto da: Gabriele Niola
            si ma non c'entra con l'idea alla base dei
            prodotti e dell'ecosistema di Jobs. La crisi di
            Nintendo e degli altri di fronte <b
            ad un nuovo
            player nel settore, non fa che confermare il
            mutamento introdotto e la sua importanza. E non è
            poco.
            Anzi! </b
            e' cambiato il modo di giocare del popolo bue con giochini sui 2 iGiocattoli Apple ( phone & pad) che poi a livello grafico fanno anche pena confronto alle consolle Nintendo o PSPoramai il popolo si accontenta solo di possedere un giocattolo ..basta che abbia la firma Apple sullo chassis che tanto va di moda tra le mandrie oramai pure tutte con lo stesso device uguale identico anche esteticamente ..come i gregge quando vengono timbrati a caldo per riconoscerli e non perderli su quello ti do perfettamente ragione ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 agosto 2011 12.50-----------------------------------------------------------
          • Gabriele Niola scrive:
            Re: Apps!
            il gioco non è la sua grafica o la sua potenza di calcolo ma la sua idea. E io credo che se un sistema consente ai produttori indipendenti (per antonomasia portatori di idee nuove) di immettere i propri giochi in un mercato che li retribuisce senza passare per società maggiori, i risultati non possano che essere interessanti, perchè più persone hanno acXXXXX più facilmente ad un mercato, cioè ai consumatori. Come con Xbox Live o il PSN.
          • POSTPC scrive:
            Re: Apps!

            e' cambiato il modo di giocare del popolo bue con
            giochini sui 2 iGiocattoli Apple ( phone & pad)
            che poi a livello grafico fanno anche pena
            confronto alle consolle Nintendo o
            PSPGiocare sul Nintendo è da furbi, giocare sull'iPhone equivale ad essere un bue?Con che criterio affermi una stupidaggine simile?Io ho sia il DS, sia l'iPhone. Gioco con l'iPhone, perché i giochi costano da 0 a 5 euro.Non uso il DS perché è per le mie tasche una follia spendere 40 euro per un gioco che mi impegna per 5 minuti al giorno.Preferisco spendere 700 euro per l'iPhone, per avere internet, telefono, mappe e alto tutto in un solo dispositivo.Il livello grafico a me personalmente interessa poco.
            oramai il popolo si accontenta solo di possedere
            un giocattoloGiocattolo sarebbe una parola dispregiativa per te?Perché?L'iPhone può essere intrattenimento, gioco, comunicazione.È quello per cui lo usi.
          • da sda scrive:
            Re: Apps!
            - Scritto da: Gabriele Niola
            e invece in rete cosa fa traffico?traffico inteso come interesse? beh senza dubbo il XXXXX.Ed è grazie al XXXXX se stiamo vivendo una rivoluzione sessuale positivissima, perchè il sesso come il cibo è alla base della vita della specie umana. La repressione e l'ignoranza in materia di sesso esistono ancora, ma il XXXXX sicuramente ha aiutato molte persone a far crescere la propria identità sessuale.
      • CCGG scrive:
        Re: Apps!
        - Scritto da: Gabriele Niola[...] Di sicuro però, dittatore o
        meno dei contenuti [...]e delle persone ;)mai letto qualche libro di Bob Sutton?http://punto-informatico.it/cerca.aspx?s=sutton&t=4Jobs viene citato come un esempio ... un esempio di... leggete leggete :)
      • CCGG scrive:
        Re: Apps!
        - Scritto da: Gabriele Niola[...] di certo ha dei meriti
        evidenti e grossi. Declinare internet al di fuori
        dei browser e dei software comuni reimpacchetando
        servizi, funzioni e codice nella forma delle app
        è di certo uno di questi. [...]Sarò strano io ma a me quando rivendono l'acqua calda chiamandola Nuovacq(tm) Warmter (tm) 2.0 ... sento un'offesa verso tante cose: verso chi ha inventato davvero le cose che costoro rietichettano, verso l'intelligenza di chi intelligere, effettivamente, sa ; verso la credulità di tanta gente che oggi crede che Facebook sia innovativo "perchè dentro ci puoi scrivere le cose e l'altro ti risponde" ... perché non è che pigliare per il naso gli ignoranti e i creduloni sia lodevole. Lo sarà per il marketing, ma io la considero sempre, come minimo, una presa in giro.Che poi si possa dire che ognuna delle nuove forme (caratteristica della moda) di fare sempre le stesse cose (che erano belle ed utili già prima) abbia aiutato a vendere, a veicolare una informatica prima solo per tecnici, posso ammetterlo, ma è sempre il solito discorso che era un blog, twitter, napster, il web 2.0, il "podcast" ... tutti nomi per organizzazioni di cose che sono solo siti più o meno dinamici, trasferimenti file più o meno organizzati e comodi.
        Solo l'industria del
        gaming (pere fare davvero uno tra mille possibili
        esempi) sta cambiando radicalmente e ora il
        concetto di software App sta trovando terreno
        fertile anche su altri tipi di
        tecnologia.
        Che poi non lo si possa chiamare App è una
        forzatura un po' arrogante ma in fondo benchè le
        parole siano di tutti, quell'idea è proprio
        sua.Ecco, questa è proprio la cosa che credo possa urtare chiunque non si arrenda di fronte ad un qualsiasi markettaro che etichetta le cose preesistenti pretendendole sue invenzioni.Facciamo un esempio:Ovi Store: "posto per scaricare le appLICAZIONI per il tuo telefono nokia"Itunes: "posto per scaricare le APP per il tuo dispositivo mobile Apple"entrambi:posti dove scarichi programmi.la realtà:ci sono altri posti dove scaricare programmi per entrambi.e funzionano.Quindi?Hai un hardware, hai dei programmi che in quell'hardware e su quell'OS ci girano o meno.La rivoluzione è solo nel bla bla e l'hype.
    • onir scrive:
      Re: Apps!

      gioia, chittesencula... posso ringraziare chi ha
      scoperto la penicillina e non l'ha brevettata
      pensando di salvar delle vite. Jobs è unPirlotto NON ERA BREVETTABILE.poi comunque non hai alcun diritto a pretendere che altri ti regalino la loro invenzione, se seicapace ARRANGIATI DA SOLO e non FARE LA SANGUISUGA
  • MacGeek scrive:
    L'articolo fa schifo
    Mi sono fermato a"per Steve si parte sempre dall'hardware".E' proprio il CONTRARIO. L'hardware viene di conseguenza.La "magia" la fa sempre il software per Steve.
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: L'articolo fa schifo
      non c'hai capito niente :)vediamo: è come la faccenda dello ying e dello yang, sono nulla se non vanno assiemeil pezzo di Gabriele è molto bello, e mette in luce un aspetto poco discusso in questi lidi ma molto importante della carriera sin qui di Jobs :)
      • MacGeek scrive:
        Re: L'articolo fa schifo
        - Scritto da: Luca Annunziata
        non c'hai capito niente :)

        vediamo: è come la faccenda dello ying e dello
        yang, sono nulla se non vanno
        assieme

        il pezzo di Gabriele è molto bello, e mette in
        luce un aspetto poco discusso in questi lidi ma
        molto importante della carriera sin qui di Jobs
        :)La frase di Kay che riporta (la seconda volta che la riportate in pochi giorni senza riportare la fonte) evidenzia proprio la potenza del software rispetto all'hardware.E' nel software che avviene la "magia" e l'hardware si deve adattare, non il contrario. Per questo Apple si costruisce il suo hardware personalizzato, per poter fornire all'utente un software migliore.Questa è da sempre la filosofia di Jobs e della Apple.Riportare il contrario, facendo intendere che sia l'approccio di Jobs, scredita completamente l'articolo.
        • MacGeek scrive:
          Re: L'articolo fa schifo
          E' anche per questo che spesso Apple è restia a fornire le caratteristiche hardware dei suoi oggetti (memoria, proXXXXXre, ecc di iPhone, iPad sono sempre un mistero al lancio). L'hardware non è importante, è un pezzo di ferro (o una bella scultura, nel caso dei prodotti Apple). Quello che gli da vita, che crea la "magia", è sempre e solo il software che ci gira sopra.
          • Getro scrive:
            Re: L'articolo fa schifo
            - Scritto da: MacGeek
            E' anche per questo che spesso Apple è restia a
            fornire le caratteristiche hardware dei suoi
            oggetti (memoria, proXXXXXre, ecc di iPhone, iPad
            sono sempre un mistero al lancio).


            L'hardware non è importante, è un pezzo di ferro
            (o una bella scultura, nel caso dei prodotti
            Apple). Quello che gli da vita, che crea la
            "magia", è sempre e solo il software che ci gira
            sopra.Sei su Punto Informatico, McGeek!
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: L'articolo fa schifo
            Se fosse come dici tu, allora Michelangelo avrebbe dovuto o potuto usare il didó in luogo del marmo di carrara?
          • Fiber scrive:
            Re: L'articolo fa schifo
            - Scritto da: MacGeek
            E' anche per questo che spesso Apple è restia a
            fornire le caratteristiche hardware dei suoi
            oggetti (memoria, proXXXXXre, ecc di iPhone, iPad
            sono sempre un mistero al lancio).


            L'hardware non è importante, è un pezzo di ferro
            (o una bella scultura, nel caso dei prodotti
            Apple). Quello che gli da vita, che crea la
            "magia", è sempre e solo il software che ci gira
            sopra.il software DI OGGI e con LE FEATURES AVANZATE DI OGGI se non hai hardware all'altezza gira da canima e' chiaro che a uno come te quando compra un Notebook Apple a 2500 gli possono sbatter dentro anche hardware come CPu & GPU vetusti e gia' fuori mercato che tanto non si accorge per cosa sta spendendo i soldi tu paghi ma non sai e non vuoi sapere cosa compri in hardware per cio' che offre il mercato ..compri solo il marketing ed il logo siete la fortuna di Apple
          • MacGeek scrive:
            Re: L'articolo fa schifo
            - Scritto da: Fiber

            il software DI OGGI e con LE FEATURES AVANZATE DI
            OGGI se non hai hardware all'altezza gira da
            caniUsa un iPad 2 qualche minuto e ti renderai conto che il problema della lentezza solitamente non l'hardware, ma il software!Tanto per dire, BeOS SKIZZAVA su Mac con PPC 604 a 120mhz, "qualche anno fà".Faceva il boot in 4-5 secondi, ed era velocissimo!Qui oggi con computer centinaia di volte più veloci spesso bisogna ancora starli ad aspettare.Detto questo Apple, anche se a volte non precisa le caratteristiche, non ti rifila sòle. Il precedente iPad 2 ha il proXXXXXre ARM probabilmente più performante in questo momento (soprattutto come grafica). Anche se non ti dicono quanti Mhz va.
      • non fumo non bevo e non dico parolacce scrive:
        Re: L'articolo fa schifo
        - Scritto da: Luca Annunziata
        non c'hai capito niente :)

        vediamo: è come la faccenda dello ying e dello
        yang, sono nulla se non vanno
        assieme

        il pezzo di Gabriele è molto bello, e mette in
        luce un aspetto poco discusso in questi lidi ma
        molto importante della carriera sin qui di Jobs
        :)Per quello che può valere, concordo.
    • LOL scrive:
      Re: L'articolo fa schifo
      - Scritto da: MacGeek
      La "magia" la fa sempre il software per Steve.ROTFL e meno male... Lion puzza di vecchio lontano un miglio, iOS sembra di vedere uno sprite pixellato dei sistemi a 8bit. Allora M$ con Metro cosa ha fatto?
    • Gabriele Niola scrive:
      Re: L'articolo fa schifo
      iTunes funziona perchè c'è l'ipod, e le app perchè c'è l'iphone e l'ipad. Jobs aveva capito che in questo momento per far funzionare e circolare i contenuti a pagamento (il software) occorre partire da un hardware. Oa a modo proprio e con le dovute differenze provano a farlo tutti con risultati altalenanti. Forse Android farà meglio chi l sa, ma la grande svolta di musica cinema e app di iTunes è partita dal software. Questo pezzo era solo sul lato entertainmenti di Apple. Non fare confusione
    • hermanhesse scrive:
      Re: L'articolo fa schifo
      Sai cos'è la cosa divertente?È che l'articolo (funebre, perchè è così) fa schifo anche a me. :D
  • hermanhesse scrive:
    Incredibile
    Non è ancora morto e già su PI lo rendono un essere mitologico.A quando un'immagine fissa nel banner? :)
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Incredibile
      amico mio, Jobs ha fatto cose che io e te probabilmente non faremo maile prime le ha fatte sicuramente quando era più giovane di meforse dovremmo ricordarci ogni tanto che non abbiamo il potere di criticare proprio tutto ;)
      • hermanhesse scrive:
        Re: Incredibile
        Il potere di esaltare la propria divinità personale sì?Posso scrivere un articolo su Sandro Pertini allora?
      • hermanhesse scrive:
        Re: Incredibile
        Ah, scusa il doppio post: io non critico Sua Santità, ma quelli come:RuppoloBertucciaMexFinalCutMacGeekTuecc. ecc. per la totale assenza di spirito di critica. È ben diverso, si tratta di proteggere la mia specie (quella umana) dalla schiavitù futura ad una ideologia.Si tratta di far valere quello che mio nonno (ma magari anche il tuo) ha tirato su con tanta fatica: la libertà di poter scegliere e di potersi esprimere.Credo che sia da queste piccole cose (assenza di critiche verso una qualsiasi cosa, rifiuto di accettare le idee altrui, culto del singolo...) che partono poi problemi più gravi, già visti ahimè in passato.
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: Incredibile
          e credi di fare questo criticando me, o Apple, in un forum?stiamo freschi stiamo...
          • hermanhesse scrive:
            Re: Incredibile
            Quindi la soluzione è quella di lasciarti scrivere quello che vuoi senza poter controbattere ?Stai fresco...
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Incredibile
            criticare me, okcriticare il mio lavoro, okgeneralizzare no, follia
          • CCGG scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: Luca Annunziata
            criticare me, ok
            criticare il mio lavoro, ok

            generalizzare no, folliaforse io faccio fatica a comprendere le tue parole e me ne scuso, ma mi sforzo.Però qui il tipo diceva qualcosa sul mondo e la nostra partecipazione come cittatini/esseri umani.Il nostro contributo lo diamo facendo piccolissimi passi, dicendo la nostra, confrontandoci, criticando come sappiamo, cercando poi di migliorare in base a ciò che abbiamo discusso.Anche su un forum digitale, oggi.Le persone parlano, comunicano. Se qualcosa di importante è stata decisa in una bettola in periferia o in un palazzo seicentesco cosa cambia?Qui è un forum, e il tipo ne ha parlato qui.Definire inopinatamente "follia" questo mi sembra un po' forte.L'articolo di Niola non è il diavolo e chi lo ha criticato non è l'acqua santa.Quello che però sfugge, talvolta, è che in uno slancio di entusiasmo, proprio perché lo spirito critico tende a calare un po', si può incappare in affermazioni che vanno verso l'ideologico, l'affermazione assolutista... l'affermazione di qualcosa di semplicemente <i
            opinabile </i
            .In quanto tale e grazie all'esistenza dell'ottimo forum/commenti , qualcuno coglie un piccolo esempio di qualcosa di più grande anche qui. E ne dice ciò che pensa, fino ad elevarlo al problema che più gli sta a cuore.Imho.Questo non significa che condivida completamente (e dove sta scritto che bisognerebbe?) né l'una, né l'altra visione. Magari un po' di tutte e due :-)
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Incredibile
            il tuo approccio sereno a me va benissimosostenere che le idee altrui siano, per sé, sbagliate o partigiane o peggio prezzolate, non mi pare altrettanto sereno e aperto al dialogocondivido un punto, che mi pare traspaia dal tuo intervento: il rispetto, educato, dell'interlocutore
        • killout scrive:
          Re: Incredibile
          - Scritto da: hermanhesse
          Ah, scusa il doppio post: io non critico Sua
          Santità, ma quelli
          come:

          Ruppolo
          Bertuccia
          Mex
          FinalCut
          MacGeek
          Tu
          ecc. ecc.

          per la totale assenza di spirito di critica.
          È ben diverso, si tratta di proteggere la
          mia specie (quella umana) dalla schiavitù futura
          ad una
          ideologia.
          Si tratta di far valere quello che mio nonno (ma
          magari anche il tuo) ha tirato su con tanta
          fatica: la libertà di poter scegliere e di
          potersi
          esprimere.
          Credo che sia da queste piccole cose (assenza di
          critiche verso una qualsiasi cosa, rifiuto di
          accettare le idee altrui, culto del singolo...)
          che partono poi problemi più gravi, già visti
          ahimè in
          passato. ;) ;)[img]http://c.punto-informatico.it/l/community/galleria/05d7d96eb906675acd07ae988794cdc3/633766160930961454.jpg[/img]
      • zupermario scrive:
        Re: Incredibile
        - Scritto da: Luca Annunziata
        amico mio, Jobs ha fatto cose che io e te
        probabilmente non faremo
        maiAh beh anche Hitler, o un qualsiasi calciatore che guadagna 1000 volte quello che guadagno io, o il Paolini mangiaXXXXX scassamaroni televisivo, e tanti altri esempi: a quanto un articolo su di loro? E per "cambiare l'intrattenimento" cosa intendete, che da quando i media ne parlano a sproposito c'e' la nuova possibilita' di intrattenersi scrivendo commenti come questo? Allora siamo d'accordo.
        • zupermario scrive:
          Re: Incredibile
          Ah, se posso suggerire un secondo articolo su questa scia, ho un amico che se n'e' fatte molte di piu' di quante ce ne siamo mai fatte io e te assieme... potrebbe essere socialmente utile intervistarlo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 agosto 2011 20.49-----------------------------------------------------------
      • LOL scrive:
        Re: Incredibile
        - Scritto da: Luca Annunziata
        amico mio, Jobs ha fatto cose che io e te
        probabilmente non faremo maiTi riferisci a quel sucXXXXXne dei NEXTStep?
        le prime le ha fatte sicuramente quando era più
        giovane di aaaah no ti riferisci a quell'incredibile atto dicreatività nel creare le Finestre dopo un girettoa Palo Alto...
        forse dovremmo ricordarci ogni tanto che non
        abbiamo il potere di criticare proprio tutto
        ;)E chi l'ha detto? Ragazzo, non è che basta dire"dovremmo ricordarci" per fare diventare qualcosavera... il potere lo abbiamo eccome, ce lo garantiscepure la costituzione, vedi tu cosa dovresti ricordare...
      • zupermario scrive:
        Re: Incredibile
        Toh ma guarda un po', sono spariti 2 miei commenti, la verita' e' scomoda eh!? Quando si arriva a censurare piuttosto che a ribattere vuol dire che si e' arrivati al capolinea, anche della dignita'.- Scritto da: Luca Annunziata
        amico mio, Jobs ha fatto cose che io e te
        probabilmente non faremo
        mai
        le prime le ha fatte sicuramente quando era più
        giovane di
        me

        forse dovremmo ricordarci ogni tanto che non
        abbiamo il potere di criticare proprio tutto
        ;)
    • ciccio pasticcio quello vero scrive:
      Re: Incredibile
      - Scritto da: hermanhesse
      Non è ancora morto e già su PI lo rendono un
      essere
      mitologico.
      A quando un'immagine fissa nel banner? :)ma l'articolo l'hai letto, o ti sei limitato al titolo?io non sono certo una fanboy, anzi.. ho il dente parecchio avvelenato con apple per gli innumerevoli difetti che caratterizzano i suoi prodotti (e che gli utonti bellamente ignorano) ma mi sembra davvero folle non riconoscere la grandezza di quanto realizzato in questi anni.. e soprattutto di quanto il mondo è cambiato - più che altro con i prodotti mobile (sui computer c'è poco da dire, le differenze pratiche rispetto ai pc si limitano al design e alla potenziale assenza di virus per gli utonti)
      • hermanhesse scrive:
        Re: Incredibile
        Certo che la Apple ha apportato dei grandi cambiamenti!Non l'ho mai messo in dubbio. Il problema è che ci sono stati anche tanti altri cambiamenti, che però vengono pressochè ignorati, unito al pressapochismo di certi articoli (di norma quelli che riguardano linux, windows, android ecc.)Abbiamo capito tutti che Jobs è stato un grande eccetera eccetera ma possibile che non è ancora morto e già si fanno gli elogi funebri?Se veramente non cambia niente in Apple, come ad esempio Annunziata ha sottolineato alla stregua di un vecchio filmato dell'Istituto Luce, è veramente il caso di tirare fuori una tale caterva di articoli a senso unico? Non è un controsenso.Non mi pare che per altri CEO forse tecnicamente anche più preparati e che comunque hanno apportato innovazioni, magari meno altisonanti di quelle di Jobs, siano state spese nemmeno la metà delle parole.Perchè questa disparità mi chiedo?
        • Pompeo scrive:
          Re: Incredibile
          - Scritto da: hermanhesse
          Certo che la Apple ha apportato dei grandi
          cambiamenti!
          Non l'ho mai messo in dubbio.

          Il problema è che ci sono stati anche tanti altri
          cambiamenti, che però vengono pressochè ignorati,
          unito al pressapochismo di certi articoli (di
          norma quelli che riguardano linux, windows,
          android
          ecc.)

          Abbiamo capito tutti che Jobs è stato un grande
          eccetera eccetera ma possibile che non è ancora
          morto e già si fanno gli elogi
          funebri?

          Se veramente non cambia niente in Apple, come ad
          esempio Annunziata ha sottolineato alla stregua
          di un vecchio filmato dell'Istituto Luce, è
          veramente il caso di tirare fuori una tale
          caterva di articoli a senso unico? Non è un
          controsenso.

          Non mi pare che per altri CEO forse tecnicamente
          anche più preparati e che comunque hanno
          apportato innovazioni, magari meno altisonanti di
          quelle di Jobs, siano state spese nemmeno la metà
          delle
          parole.

          Perchè questa disparità mi chiedo?Mi sembri Scilipoti che critica Rita Levi Montalcini.
          • hermanhesse scrive:
            Re: Incredibile
            Seeee.... in effetti ho scritto post migliori.Però spero che si sia capita la sostanza. Vedremo quando morirà gente del calibro di Marvin Minsky, per fare un esempio, quante righe scriverà PI sull'argomento.Gente che se avesse brevettato 1/10 delle sue scoperte avrebbe lasciato l'umanità in mutande... invece uno che brevetta il rettangolo smussato da vendere ai pollastri è un genio. Ma LOL !!!! (ROTFL)Sparisse a loro il multitasking in questo istante ;)
          • onir scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: hermanhesse
            Gente che se avesse brevettato 1/10 delle sue
            scoperte avrebbe lasciato l'umanità in mutande...
            invece uno che brevetta il rettangolo smussato da
            vendere ai pollastri è un genio. Ma LOL !!!!
            (ROTFL)Allore sei solo geloso dei $$$ e del fatto che lor fanno e tu vivi solo sui fatti di altri .aaah ho capito tutto, bravo.... sanguisuga?
          • Prozac scrive:
            Re: Incredibile
            - Scritto da: hermanhesse
            Però spero che si sia capita la sostanza. Vedremo
            quando morirà gente del calibro di Marvin Minsky,
            per fare un esempio, quante righe scriverà PI
            sull'argomento.Guarda che Jobs mica è morto! S'è solo dimesso come CEO di Apple...
          • hermanhesse scrive:
            Re: Incredibile
            Bene. Allora finiamola con gli elogi funebri.
  • culiOS scrive:
    Giobbe
    non è ancora morto e già appaiono i coccodrilli...
Chiudi i commenti