Nvidia entra in Linux Foundation

La produttrice di GPU entra a far parte della fondazione del Pinguino. Fornirà supporto economico, tanto per cominciare, mentre nulla si sa riguardo a una eventuale distribuzione del codice sorgente dei suoi driver

Roma – La lieta novella per utenti e amministratori del Pinguino è che NVIDIA è entrata a far parte di Linux Foundation , l’organizzazione che promuove lo sviluppo e l’adozione dell’OS e rilascia rapporti lusinghieri sullo stato del mercato del software a codice aperto.

La produttrice di GPU e SoC per tablet (Tegra) va dunque a unirsi a Intel, alla rivale ATI-AMD e agli altri principali protagonisti dell’industria IT nel supporto concreto (certamente economico) alla progressione evolutiva del sistema operativo.

Per quanto riguarda il supporto delle sue celebri schede acceleratici in ambiente Linux, il mondo FOSS vede storicamente NVIDIA come il minore di due mali: i driver per le GeForce sono costantemente aggiornati, ma diversamente da quanto fa AMD (ex-ATI) non vengono distribuiti con il relativo codice sorgente.

Che sia la volta buona, per gli smanettoni appassionati di Linux, per “mettere le mani” sul codice dei driver GeForce e modificarlo a proprio piacimento? Per il momento NVIDIA si limita a dire che “la partecipazione alla Linux Foundation accelererà la nostra collaborazione con le organizzazioni e gli individui impegnati a plasmare il futuro di Linux, fornendo un’eccellente esperienza agli utenti e sviluppatori di Linux”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • zupermario scrive:
    Il miraggio dell'ufficio senza carta
    Non ho capito il senso del titolo: "Il miraggio dell'ufficio senza carta"... qui la carta c'e' eccome, al limite viene riciclata.
  • daniele scrive:
    mamma mia...
    Mi pare una stupidaggine e spero che non vada avanti. Porterebbe una enorme confusione e insicurezza per quanto riguarda l'autenticità e la validità dei documenti cartacei, che sono alla base della nostra civiltà e della nostra economia dai tempi del papiro in avanti. La firma autografa diventerebbe inaffidabile e quindi ci obbligherebbero a "firmare" digitalmente tutte le cose importanti...
    • Roof scrive:
      Re: mamma mia...
      - Scritto da: daniele
      La firma
      autografa diventerebbe inaffidabile e quindi ci
      obbligherebbero a "firmare" digitalmente tutte le
      cose
      importanti...Da quando la firma autografa è affidabile?
  • W.O.P.R. scrive:
    E il toner
    Per essere davvero ecologica si dovrebbe poter riutilizzare anche il toner, ma questo credo vada contro gli interessi di Toshiba e tutti gli altri.
  • ercolinux scrive:
    dubbio
    Bella l'idea ma spero ci sia un modo evidente che capire se la stampa è stata fatta con un simile sistema. Conosco le penne Frixion che si basano sullo stesso principio: cancellando con la pallina in dotazione l'inchiostro rimane parzialmente visibile ma scaldando con una fiamma l'inchiostro sparisce completamente. Immaginate un documento ufficiale stampato così, dopo che è stato firmato è possibile modificarlo eliminando il testo e ristampandone un altro, via libera alle frodi.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: dubbio
      - Scritto da: ercolinux
      Bella l'idea ma spero ci sia un modo evidente che
      capire se la stampa è stata fatta con un simile
      sistema. Non basterebbe: nell'esempio che hai fatto tu (tizio stampa un foglio e lo firma, caio cancella tutto tranne la firma e stampa un testo nuovo, che risulterà firmato da tizio), anche se l'inchiostro cancellabile fosse perfettamente riconoscibile, non servirebbe a nulla, perchè ormai l'hai tolto: ed al suo posto ci sarebbe la nuova stampa fatta da caio... che potrebbe benissimo essere fatta con inchiostro normale.
      • ercolinux scrive:
        Re: dubbio
        - Scritto da: uno qualsiasi
        - Scritto da: ercolinux

        Bella l'idea ma spero ci sia un modo evidente
        che

        capire se la stampa è stata fatta con un simile

        sistema.

        Non basterebbe: nell'esempio che hai fatto tu
        (tizio stampa un foglio e lo firma, caio cancella
        tutto tranne la firma e stampa un testo nuovo,
        che risulterà firmato da tizio), anche se
        l'inchiostro cancellabile fosse perfettamente
        riconoscibile, non servirebbe a nulla, perchè
        ormai l'hai tolto: ed al suo posto ci sarebbe la
        nuova stampa fatta da caio... che potrebbe
        benissimo essere fatta con inchiostro
        normale.Il fatto di riconoscerlo facilmente serve a impedire di firmare un documento fatto in quel modo o a invalidare comunque un documento stampato con quella tecnologia
  • sn5kw87236p 9 scrive:
    Che nervi
    Sembrerebbe fantastico ma io direi un'altra cosa: e abituarsi di leggere a schermo accidenti? Si deve sempre stampare tutto ma tutto? Da centinaia di fogli di stampa all'anno, anzi migliaia, io ormai arrivo a qualche decina al massimo.
    • Zago scrive:
      Re: Che nervi
      pensa che da me stampano tutto 3/4 volte, arrivano email e la stampano per fartela leggere invece che inoltrartela ... e poi voglio spacciarsi come all'avanguardia nei software di archiviazione elettronica e documentali
    • Wolf01 scrive:
      Re: Che nervi
      Tante volte è necessario avere un documento cartaceo di riferimento mentre stai facendo qualche lavoro.Ad esempio una lista di cose da fare con delle parti da tenere come riferimento sempre visibili mentre fai qualcosa: alt-tabbare di continuo non è pratico, e ancora meno aggiungere un terzo monitor per tenere il documento visualizzato a schermo, altrimenti dovremmo usare un tablet al posto del blocco note.E comunque vuoi mettere la velocità di usare una penna su un foglio di carta per aggiungere note e segnare le cose importanti / già fatte? Non che non esistano software per farlo, ma non sono mai precisi, bisogna abituarsi, non consentono di fare tutte le cose che consente di fare la carta e non sono quasi mai "portabili" come la carta (bisogna avere lo stesso software o che supporti lo stesso formato, e tante volte bisogna avere anche la stessa piattaforma, vedi iPad e company).
      • becker scrive:
        Re: Che nervi
        - Scritto da: Wolf01
        Tante volte è necessario avere un documento
        cartaceo di riferimento mentre stai facendo
        qualche
        lavoro.
        Ad esempio una lista di cose da fare con delle
        parti da tenere come riferimento sempre visibili
        mentre fai qualcosa: alt-tabbare di continuo non
        è pratico, e ancora meno aggiungere un terzo
        monitor per tenere il documento visualizzato a
        schermo, altrimenti dovremmo usare un tablet al
        posto del blocco
        note.

        E comunque vuoi mettere la velocità di usare una
        penna su un foglio di carta per aggiungere note e
        segnare le cose importanti / già fatte? Non che
        non esistano software per farlo, ma non sono mai
        precisi, bisogna abituarsi, non consentono di
        fare tutte le cose che consente di fare la carta
        e non sono quasi mai "portabili" come la carta
        (bisogna avere lo stesso software o che supporti
        lo stesso formato, e tante volte bisogna avere
        anche la stessa piattaforma, vedi iPad e
        company).Mai sentito parlare di software per create To-do List che rimane sempre vicino all'orologio di Win? (ci sono pure quelli che si possono sincronizzare online) Quello che hai fatto si può spuntare..ecc. Se ti va di usare i metodi classici usa la pietra e scolpisci gli appunti :-)
        • becker scrive:
          Re: Che nervi
          - Scritto da: becker
          - Scritto da: Wolf01

          Tante volte è necessario avere un documento

          cartaceo di riferimento mentre stai facendo

          qualche

          lavoro.

          Ad esempio una lista di cose da fare con delle

          parti da tenere come riferimento sempre visibili

          mentre fai qualcosa: alt-tabbare di continuo non

          è pratico, e ancora meno aggiungere un terzo

          monitor per tenere il documento visualizzato a

          schermo, altrimenti dovremmo usare un tablet al

          posto del blocco

          note.



          E comunque vuoi mettere la velocità di usare una

          penna su un foglio di carta per aggiungere note
          e

          segnare le cose importanti / già fatte? Non che

          non esistano software per farlo, ma non sono mai

          precisi, bisogna abituarsi, non consentono di

          fare tutte le cose che consente di fare la carta

          e non sono quasi mai "portabili" come la carta

          (bisogna avere lo stesso software o che supporti

          lo stesso formato, e tante volte bisogna avere

          anche la stessa piattaforma, vedi iPad e

          company).

          Mai sentito parlare di software per create To-do
          List che rimane sempre vicino all'orologio di
          Win? (ci sono pure quelli che si possono
          sincronizzare online e vedere gli appunti da un app) Quello che hai fatto si può
          spuntare..ecc. Se ti va di usare i metodi
          classici usa la pietra e scolpisci gli appunti
          :-)Aggiungo quelli leggeri sono anche portable, li puoi tenere sulla pendrive
          • Wolf01 scrive:
            Re: Che nervi
            Non mi interessa tenerli su pendrive, mi interessa che si possano usare su più piattaforme, mi interessa che siano pratici da usare (disegnare un flowchart a mano si sta molto meno che disegnarlo con un software), se consentono solo di fare liste della spesa tanto vale usare notepad.
Chiudi i commenti