Olanda, net neutrality in Parlamento

Il tentativo delle telco di tariffare di più alcuni tipi di traffico dati ha spinto il Parlamento a pensare ad una normativa ad esplicita tutela della net neutrality

Roma – L’Olanda sta approvando una normativa per garantire la neutralità della rete ai suoi cittadini .
Gli emendamenti alla nuova legge sulle telecomunicazioni olandese sono stati proposti per assicurare libero accesso alla rete ed estendere la net neutrality alla rete mobile e ai servizi VoIP come Skype che così hanno la garanzia di poter funzionare senza ostacoli.
Gli emendamenti devono essere approvati dal Parlamento.

A calcare la mano dei parlamentari olandesi, paradossalmente, sono state le mosse dei provider stessi: sull’onda dei nuovi piani tariffari adottati in diversi Paesi europei, la più grande telco olandese, KPN, ha adottato piani che fanno pagare un extra per accedere a servizi come Skype e WhatsApp , servizio di messaggistica alternativo a quello degli SMS. Per farlo è arrivato addirittura a paventare l’impiego di hardware specifico per il monitoraggio del traffico necessario a far funzionare le suo nuove condizioni di abbonamento.
E altre compagnie telefoniche sono sembrate intenzionate a seguirne l’esempio.

Troppo per i parlamentari olandesi che hanno iniziato a pensare ad una forma di esplicita tutela per la neutralità della rete, in modo da mettere al bando questo tipo di pratiche.

Fra i principali promotori della riforma legislativa, il Ministro dell’Economia, dell’Agricoltura e dell’Innovazione Maxime Verhagen, che pur riconoscendo le ragioni delle telco alla ricerca di introiti anche per i necessari investimenti infrastrutturali, ha chiuso la porta alla differenziazione delle forme del traffico.

A supporto di Verhangen, d’altronde, vi è anche un’altra olandese che occupa un ruolo importante: il Commissario Europeo all’Agenda Digitale Neelie Kroes, che si è sempre schierata contro le tariffazioni che distinguono il traffico dati a seconda del servizio offerto e che ha avviato una serie di indagini in materia.

Accanto agli olandesi, anche nel Parlamento belga si parla di neutralità della rete tra le garanzie costituzionali : a spingere per una revisione normativa in questo senso è il partito socialista che sta cercando l’appoggio di altre forze politiche.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ninjaverde scrive:
    IdeaNonNuova
    L'idea di creare una rete alternativi non credo sia solo l'idea dell'Iran e anche un SO alternatvo non è un'idea cattiva se non si vuole subire attacchi informatici.L'Iran è uno stato e quindi può spendere le cifre necessarie per i progetti purchè abbia ovviamente gli esperti giusti.Se poi la grafica del nuovi SO è un pò meno "brillante" di quella degli SO occidentali, credo prorio che sia il problema minore.Anche le trasmissioni si possono comunque interfacciare sulla rete internet "normale".Ma secondo me anche l'hardware deve essere diversificato con concezioni più moderne, altrimenti lavorare sul "ferro vecchio" servirà a poco.L'assembly del Pc è quello che è e da quello non si scappa, cambiare i comandi sul secondo livello è solo una "toppa" che può essere rimossa in un qualsiasi momento.Queste scelte però non dovrebbero essere solo un fattore di scelta di un Paese Islamico. Potrebbero anche essere scelte vantaggiose in campo militare nonchè industriale... invece adesso si suonano le "Sirene" del Cloud-computing che è di per sè in antitesi ad obbiettivi veri di privacy e di sicurezza da parte degli utenti...O forse occorre "inventare" una nuova religione per proteggere industrie progettisti inventori ed utenti? (newbie)
  • Salamin alei scrive:
    che se ne stiano per i XXXXX loro
    per quanto mi riguarda, se innalzassero un muro alto 30 metri lungo i loro confini di stato, sia loro che io saremmo più felici.
  • dataghoul scrive:
    lo faranno anche in Italia...
    ...la rete si chiamerà "Berlusconet".Servirà a proteggere la popolazione inerme dai "Kattivi Komunisti Ke Mangiano i Bambini".:-)
    • pippO scrive:
      Re: lo faranno anche in Italia...
      - Scritto da: dataghoul
      ...la rete si chiamerà "Berlusconet".
      Servirà a proteggere la popolazione inerme dai
      "Kattivi Komunisti Ke Mangiano i
      Bambini".
      :-)e ad educare le bambine ai sacri principi del velinismo :D
  • giuseppe messina scrive:
    liberi di credere
    La religione è una brutta bestia non c'è nulla da fare... brutta e molto pericolosa al pari dell'ignoranza che l'accompagna.Stalin (ATEO PER ECELLENZA) è entrato nella storia dell'umanità come uno dei più grandi massacratori del XX secolo: secondo il libro nero del comunismo, durante il suo regime sono morte almeno 20 milioni di persone. Tra il 1943 ed il 1944 sono stati deportati in Siberia e in Asia Centrale, oltre ai Ceceni, gli appartenenti a numerose comunità etniche e religiose, tra cui Ingusci, Caraciai, Balcari, Meschketi, Calmucchi, Tartari di Crimea, Tedeschi del Volga e Greci del Mar Nero. Nella maggior parte dei casi sono state raggiunte le condizioni per poter parlare di genocidio.ecco l'uomo. senza Dio! Il fanatismo e il male! non la religione.
    • pippO scrive:
      Re: liberi di credere
      - Scritto da: giuseppe messina
      La religione è una brutta bestia non c'è nulla da
      fare... brutta e molto pericolosa al pari
      dell'ignoranza che
      l'accompagna.


      Stalin (ATEO PER ECELLENZA) è entrato nella
      storia dell'umanità come uno dei più grandi
      massacratori del XX secolo: secondo il libro nero
      del comunismo, durante il suo regime sono morte
      almeno 20 milioni di persone. Tra il 1943 ed il
      1944 sono stati deportati in Siberia e in Asia
      Centrale, oltre ai Ceceni, gli appartenenti a
      numerose comunità etniche e religiose, tra cui
      Ingusci, Caraciai, Balcari, Meschketi, Calmucchi,
      Tartari di Crimea, Tedeschi del Volga e Greci del
      Mar Nero. Nella maggior parte dei casi sono state
      raggiunte le condizioni per poter parlare di
      genocidio.

      ecco l'uomo. senza Dio! Il fanatismo e il male!
      non la
      religione.Vuoi che iniziamo dalle crociate, a contare i morti per religioni assortite? :D
      • Jacopo Monegato scrive:
        Re: liberi di credere
        e caino?
        • shevathas scrive:
          Re: liberi di credere
          - Scritto da: Jacopo Monegato
          e caino?ha ammazzato il 25% della popolazione umana del periodo.
          • krane scrive:
            Re: liberi di credere
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: Jacopo Monegato

            e caino?

            ha ammazzato il 25% della popolazione umana del
            periodo.Bella questa, anche utile per ribaltare le statistiche a chi le guarda troppo :) :p
      • pam1 scrive:
        Re: liberi di credere
        Il senso è che non è tanto la religione o la politica o l'argomento in se quanto il fanatismo ad essere pericoloso.Può essere pericoloso anche un tifoso di calcio fanatico che ti tira una sedia allo stadio se non sei della sua squadra.
    • Toto scrive:
      Re: liberi di credere
      Nessuno sa cos'è Dio. Eppure ci sono persone che si arrogano il diritto di dirti chi è, cos'è, che cosa devi fare per tenerlo buono e ti dicono loro che per loro tramite entri nelle sue grazie. E ci sono i gonzi, i pericolosissimi gonzi che ci credono, e dico pericolosissimi. Quando una favola la si racconta ai bambini non fa tanto danno, i bambini poi crescono. Quando un adulto crede ad una favola la cosa si fa seria e comporta gravi conseguenze per gli altri che non vogliono crederci.
      • pam1 scrive:
        Re: liberi di credere
        Dipende finché si sta nel rispetto reciproco non vedo problemi a credere o fare quello che va, quando vuoi imporre per forza a tutti il tuo pensiero e non solo condividerlo allora inizia il problema.Il giappone per esempio è un grande sempio in questo, decine di culture religiose diverse ma senze guerre.
        • pippO scrive:
          Re: liberi di credere
          - Scritto da: pam1
          Dipende finché si sta nel rispetto reciproco non
          vedo problemi a credere o fare quello che va,
          quando vuoi imporre per forza a tutti il tuo
          pensiero e non solo condividerlo allora inizia il
          problema.

          Il giappone per esempio è un grande sempio in
          questo, decine di culture religiose diverse ma
          senze
          guerre.Forse è meglio che ti studi un po' di STORIA del Giappone:http://it.wikipedia.org/wiki/Storia_del_Giappone
  • pietro scrive:
    ma come faranno
    ma come faranno quando un'azienda occidentale chiederà: mi mandi una mail...
    • pippO scrive:
      Re: ma come faranno
      - Scritto da: pietro
      ma come faranno quando un'azienda occidentale
      chiederà: mi mandi una
      mail...Piccioni?Posta?Corriere?guarda quante alternative... :D
    • dataghoul scrive:
      Re: ma come faranno
      - Scritto da: pietro
      ma come faranno quando un'azienda occidentale
      chiederà: mi mandi una
      mail...la mail transiterà dall'apposito ente governativo che, una volta visionata ed approvata, e se del caso corretta, la manderà al destinatario.un po' come funziona l'informazione in Italia, insomma...;-)
      • krane scrive:
        Re: ma come faranno
        - Scritto da: dataghoul
        - Scritto da: pietro

        ma come faranno quando un'azienda occidentale

        chiederà: mi mandi una mail...
        la mail transiterà dall'apposito ente governativo
        che, una volta visionata ed approvata, e se del
        caso corretta, la manderà al destinatario.E quest'ufficio conosce tutte le lingue del mondo immagino...
        un po' come funziona l'informazione in Italia,
        insomma...
        ;-)
        • pippO scrive:
          Re: ma come faranno
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: dataghoul

          - Scritto da: pietro


          ma come faranno quando un'azienda occidentale


          chiederà: mi mandi una mail...


          la mail transiterà dall'apposito ente
          governativo

          che, una volta visionata ed approvata, e se del

          caso corretta, la manderà al destinatario.

          E quest'ufficio conosce tutte le lingue del mondo
          immagino...Se l'ufficio riesce a leggerla e l'approva passa, se no dev/null dov'è il problema? :D
          • krane scrive:
            Re: ma come faranno
            - Scritto da: pippO
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: dataghoul


            - Scritto da: pietro



            ma come faranno quando un'azienda
            occidentale



            chiederà: mi mandi una mail...




            la mail transiterà dall'apposito ente

            governativo


            che, una volta visionata ed approvata, e se
            del


            caso corretta, la manderà al destinatario.



            E quest'ufficio conosce tutte le lingue del
            mondo

            immagino...
            Se l'ufficio riesce a leggerla e l'approva passa,
            se no dev/null dov'è il problema?
            :DStanno cercando di invitare le aziende ad aprire li' vero ? (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • pippO scrive:
            Re: ma come faranno
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: pippO

            Se l'ufficio riesce a leggerla e l'approva
            passa,

            se no dev/null dov'è il problema?

            :D

            Stanno cercando di invitare le aziende ad aprire
            li' vero ?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Dipende, quelle che vendono tecnologia nucleare sono andate di corsa...
  • Gimmi Saccalauei ola scrive:
    Spero che ce la facciano
    Spero veramente che riescano a creare questo ecosistema, sarebbe un esperimento veramente interessante. Soprattutto voglio vedere quanto potrebbe rimanere in piedi prima che la gente trovi il modo per tornare a navigare in libertà...
  • ech3l0n scrive:
    Ma dove credete di trovarvi?
    Pensate di vivere su un pianeta diverso? Pensate veramente che l'isolamento dal resto del mondo vi gioverà? Non siamo isole. E quando ve ne accorgerete sarete troppo pochi per poter ritrovare un'identità di cui andare fieri.A casa mia questo lo chiamiamo autismo.
    • pippO scrive:
      Re: Ma dove credete di trovarvi?
      - Scritto da: ech3l0n
      Pensate di vivere su un pianeta diverso? Pensate
      veramente che l'isolamento dal resto del mondo vi
      gioverà? Non siamo isole. E quando ve ne
      accorgerete sarete troppo pochi per poter
      ritrovare un'identità di cui andare
      fieri.

      A casa mia questo lo chiamiamo autismo.Veramente lo chiamavano: autarchia, in itaGlia ci siamo già passati durante il ventennio...
      • collione scrive:
        Re: Ma dove credete di trovarvi?
        - Scritto da: pippO
        Veramente lo chiamavano: autarchia, in itaGlia ci
        siamo già passati durante il
        ventennio...e i treni arrivavano in orario :D
  • Fetente scrive:
    Violenza
    Quando si tratta di difendere la libertà, anche l'uso della violenza è giustificato. I sedicenti rappresentanti in terra di divinità varie, che vogliono imporre le loro fantasie ai popoli, dovranno guardarsi bene le spalle.
    • pippO scrive:
      Re: Violenza
      - Scritto da: Fetente
      Quando si tratta di difendere la libertà, anche
      l'uso della violenza è giustificato. I sedicenti
      rappresentanti in terra di divinità varie, che
      vogliono imporre le loro fantasie ai popoli,
      dovranno guardarsi bene le
      spalle.Ma non erano i pampini cattolici a doversi guardare le spalle? :D
    • dataghoul scrive:
      Re: Violenza
      - Scritto da: Fetente
      Quando si tratta di difendere la libertà, anche
      l'uso della violenza è giustificato. I sedicenti
      rappresentanti in terra di divinità varie, che
      vogliono imporre le loro fantasie ai popoli,
      dovranno guardarsi bene le
      spalle.anche quel tizio sempre vestito di bianco che abita a Roma, che sostiene di comunicare con un'entità invisibile e di esserne l'unico rappresentante autorizzato?:-)
  • krane scrive:
    Molto bene
    Non funzionera' mai, ma portera' nuove tecnologie che si potranno sfruttare per le darknet.
    • . . . scrive:
      Re: Molto bene
      Non sono d'accordo.Secondo me, se ci riescono e lo spero proprio, si isoleranno a tal punto da tutto il resto del pianeta che anche per una darknet/botnet il loro network sarà totalmente inutile. La religione è una brutta bestia non c'è nulla da fare... brutta e molto pericolosa al pari dell'ignoranza che l'accompagna.
    • collione scrive:
      Re: Molto bene
      mah, a me, leggendo "rete alternativa", mi pare che l'Irana voglia proprio implementare una sua darknetda quello che ho capito non vogliono bloccare l'acXXXXX ad Internet ma semplicemente proporre una loro alternativa per evitare di essere e-colonizzati dagli americaniad esempio quando parlano di sistema operativo alternativo mi chiedo chissà quale sarà :D
      • pippO scrive:
        Re: Molto bene
        - Scritto da: collione
        mah, a me, leggendo "rete alternativa", mi pare
        che l'Irana voglia proprio implementare una sua
        darknet

        da quello che ho capito non vogliono bloccare
        l'acXXXXX ad Internet ma semplicemente proporre
        una loro alternativa per evitare di essere
        e-colonizzati dagli
        americani

        ad esempio quando parlano di sistema operativo
        alternativo mi chiedo chissà quale sarà
        :Diran-dos 6.22 con tanto di ologramma originale :D
  • pippO scrive:
    motore di ricerca
    "In pochi credono che i tecnici del governo riusciranno a mettere in piedi un motore di ricerca simile - se non addirittura pari - a quello della Grande G"Tanto che glie frega devono solo cercare le 4 pagine del governo... :D
Chiudi i commenti