Olympus esce dal mercato delle fotocamere

Il business di Olympus legato alle fotocamere passa nelle mani di Japan Industrial Partners, lo stesso gruppo che controlla anche il marchio VAIO.
Il business di Olympus legato alle fotocamere passa nelle mani di Japan Industrial Partners, lo stesso gruppo che controlla anche il marchio VAIO.

Nonostante le diverse smentite alle voci di corridoio circolate nell’ultimo periodo, oggi Olympus annuncia in via ufficiale la propria uscita dal mercato imaging: cederà il business che si occupa di fotocamere alla connazionale Japan Industrial Partners, la stessa realtà che nel 2014 ha acquisito anche il marchio VAIO da Sony. L’operazione si concluderà formalmente il 3 settembre 2020.

JIP compra il business imaging di Olympus

Il gruppo nipponico concentrerà d’ora in avanti la propria attività esclusivamente sulla fornitura di componenti destinate all’industria e alla medicina. Niente più fotocamere, dunque. Nel comunicato che annuncia la decisione il riferimento a come le iniziative messe fin qui in campo non siano state sufficienti: dalla riorganizzazione delle attività per ridurre le perdite fino allo sviluppo di modelli e ottiche destinate alla fascia alta. Fatali i passivi accumulati negli ultimi tre anni.

Rimane da capire quale sarà il destino di coloro che hanno acquistato nell’ultimo periodo uno dei modelli in commercio. JIP conferma la volontà di continuare a venderli così come di realizzarne di nuovi, dunque supporto e assistenza non dovrebbero essere messi in discussione.

La notizia avrà inevitabilmente ripercussioni sull’intero settore imaging, già soggetto a importanti cambiamenti nel recente passato sia in relazione alle crescenti capacità fotografiche dei dispositivi mobile (smartphone in primis) sia dall’avvento di soluzioni mirrorless sempre più evolute. Olympus, insieme a Panasonic, è l’unico produttore che al momento supporta il sistema Micro Quattro Terzi.

Fonte: Olympus
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti