Online la condivisione si fa arte

Sono oltre 100 le immagini pervenute alla prima Raccolta differenziata per una Iconografia della Conoscenza condivisa, un progetto di cui Punto Informatico ha parlato lo scorso giugno. Ecco cosa sta succedendo

Roma – “Immagini sorprendenti che, come bene aveva intuito l’artista e ideatore dell’iniziativa Massimo Silvano Galli , ci interrogano sui significati profondi del condividere il sapere e, soprattutto, ci mostrano luoghi e modi della conoscenza condivisa tra loro tanto difformi quanto affascinanti e, comunque, nella stragrande maggioranza, assolutamente lontani dal computer e da quelle tecnologie in cui, con forse eccessivo entusiasmo, il nostro presente informatico e digitale sembra voler intrappolare la questione”.

Così il sito dedicato a Condividi la Conoscenza introduce i primi risultati di un’operazione che tenta di rimettere a fuoco l’era digitale e che, come disse l’autore e promotore a Punto Informatico lo scorso giugno , serve a “sottolineare l’ingiustificata marginalità dell’arte nel dibattito attorno alla cosiddetta Società della conoscenza ; dibattito che pare spendersi quasi esclusivamente tra i gangli del libero accesso alle tecnologie, quasi dimenticandosi che è sempre un atto immaginativo che anticipa e dà forma a qualsiasi fatto tecnologico, e che è proprio dell’oggetto d’arte la necessità genetica di condividersi, poiché la sua natura si completa solo nell’incontro con l’Altro”.

Galli invitava tutti a “condividersi” online attraverso “un oggetto intimo” che rappresenti la loro soggettiva concezione di conoscenza condivisa.

Ed ora, a qualche mese di distanza, molti lo hanno fatto, dando così corpo al progetto di Raccolta Differenziata per una Iconografia della Conoscenza Condivisa che presenta i primi risultati in uno Slide di sicuro impatto:

lo slide

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Decio scrive:
    Diploma militare?
    Suppongo che in originale fosse "military grade", ovvero "di categoria militare", per indicare le estreme condizioni a cui può essere sottoposto il dispositivo.Ho due richieste:1) citate sempre la vostra fonte (così chiunque può verificare o approfondire);2) citate sempre l'autore dell'articolo.
  • ... scrive:
    Quantificare gli euri pls
    Perchè adesso dischi da 30GB costano oltre 1500 euro...
    • al bel scrive:
      Re: Quantificare gli euri pls
      si guarda, di certo il prezzo manco te lo dicono la ditta, ne lo vendono al pubblico, ma piuttosto appujnto all'esercito (al massimo faranno una versione consumer, con caratteristiche meno sborone)si non è neanche quantificabile..chi non vorrebbe un bel disco flash (ti diro' a me gia 64 giga non mi dispiacerebbero, magari da 1.8)
    • bize scrive:
      Re: Quantificare gli euri pls
      beh, se hanno detto che verranno usati solo in campo militare...comunque dai prima o poi (secondo me, visto i vantaggi che hanno, molto prima che poi) arriveranno anche a prezzi adeguati nei pc dei privati. forse ne riparleremo tra due o tre anni ...
      • pentolino scrive:
        Re: Quantificare gli euri pls
        - Scritto da: bize
        comunque dai prima o poi (secondo me, visto i
        vantaggi che hanno, molto prima che poi)
        arriveranno anche a prezzi adeguati nei pc dei
        privati. forse ne riparleremo tra due o tre anni
        ...sì però non credo proprio con quelle caratteristiche operative!insomma non è che siano in molti a portarsi il pc in cima all' everest lanciandocelo con un razzo!Per dirla breve io mi accontento anche di una cosa più spartana :-)
    • Lorenz scrive:
      Re: Quantificare gli euri pls
      - Scritto da: ...
      Perchè adesso dischi da 30GB costano oltre 1500
      euro...I dischi SSD da 32 GiB in Germania costano 270 Euro !!! (in Italia 500 e rotti) e il prezzo è letteralmente in caduta libera.
    • pentolino scrive:
      Re: Quantificare gli euri pls
      Non credo che i prezzi siano paragonabili in ogni caso; questo tipo di disco a giudicare dalle condizioni operative sembra studiato più per andare su un caccia in guerra che su un desktop. Non mi stupirei se sopravvivesse anche allo schianto dell' aereo in questione! :-)
      • Lorenz scrive:
        Re: Quantificare gli euri pls
        Guarda che tutti i chip sugli SSD funzionano tra -40 e 85°. (se non credi controlla pure i datasheet dei più scrausi SSD del mondo...........i "transcend" )Quella poi e solo la temperatura per cui è assicurato lo storage, il funzionamento è garantito solo sopra gli 0° (per ovvi motivi)
Chiudi i commenti