OpenAI annuncia GPT Store e ChatGPT Team

OpenAI annuncia GPT Store e ChatGPT Team

OpenAI ha annunciato l'apertura del GPT Store per i GPTs e la disponibilità del piano ChatGPT Team (25 dollari/mese/utente) per piccole aziende.
OpenAI annuncia GPT Store e ChatGPT Team
OpenAI ha annunciato l'apertura del GPT Store per i GPTs e la disponibilità del piano ChatGPT Team (25 dollari/mese/utente) per piccole aziende.

OpenAI ha annunciato l’apertura del GPT Store, il negozio digitale che ospita i chatbot personalizzati, noti come GPTs. L’accesso è consentito solo agli utenti che hanno sottoscritto un abbonamento a ChatGPT Plus e ChatGPT Enteprise, ai quali si aggiunge il nuovo piano ChatGPT Team.

GPT Store e ChatGPT Team

OpenAI ha svelato il GPT Store durante la conferenza DevDay di inizio novembre. Il lancio, previsto per la fine dello stesso mese, è stato successivamente posticipato al 2024. Come promesso lo scorso 4 gennaio, il negozio digitale è finalmente online. L’azienda californiana specifica che gli utenti hanno già creato oltre 3 milioni di GPTs con il tool GPT Builder.

Il GPT Store è accessibile tramite una nuova scheda del client web o app. I chatbot custom sono organizzati in categorie, tra cui DALL-E, scrittura, ricerca e programmazione. Ci sono anche sezioni specifiche per i GPTs più popolari e quelli in primo piano, oltre alla funzione di ricerca. Prima della pubblicazione, OpenAI verificherà se i chatbot rispettano i termini d’uso e le linee guida.

GPT Store

Gli sviluppatori statunitensi riceveranno un pagamento in base al programma di revenue sharing che inizierà nel primo trimestre. Per accedere al GPT Store è necessario sottoscrivere l’abbonamento a ChatGPT Plus, ChatGPT Enterprise o ChatGPT Team.

Quest’ultimo è il nuovo piano (25 dollari/mese/utente con fatturazione annuale o 35 dollari/mese/utente con fatturazione mensile) per piccole aziende. Consente di usare GPT-4, GPT-4 Vision e DALL-E 3, creare e condividere i GPTs all’interno dell’ambiente di lavoro. I dati aziendali e le conversazioni non verranno utilizzati per l’addestramento dei modelli di intelligenza artificiale generativa.

Fonte: OpenAI
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 10 gen 2024
Link copiato negli appunti