Opera 10 sbarca sugli smartphone

Opera Software ha sfornato l'ennesima beta del proprio browser gratuito per smartphone. Si uniforma all'interfaccia grafica di Opera Mini 5 beta, introduce lo speed dial e la capacità di passare il test Acid3

Due mesi dopo il debutto della versione desktop , Opera 10 fa la sua prima apparizione sugli smartphone, seppure al momento in stato di beta e per la sola piattaforma Symbian/S60.

Opera Mobile 10 beta La prima cosa di Opera Mobile 10 che balza all’occhio è il rinnovato design dell’interfaccia grafica, ora praticamente identico a quello del recente Opera Mini 5 beta . La società norvegese ha voluto così uniformare il look and feel dei suoi due browserini, che ora condividono funzionalità come lo speed dial, il tabbed browsing e un gestore di password integrato.

Queste due ultime funzionalità erano già presenti anche nelle più recenti beta di Opera Mobile 9.x, ma sono qui state migliorate ed estese: ad esempio, nella modalità full-screen le tab aperte vengono ora identificate tramite la visualizzazione di linguette nella barra del titolo, linguette che possono essere selezionate per passare velocemente da una tab a un’altra. Presente anche l’anteprima delle tab aperte già vista in Opera Mini 5 beta, e la possibilità di creare una nuova tab semplicemente premendo il simbolo “+”.

Da Opera Mini 5 il nuovo browser per smartphone eredita poi una comoda tastiera virtuale integrata che fa capolino ogniqualvolta si seleziona un campo di inserimento testo.

Opera Mobile 10 beta Sono presenti poi autocompletamento degli indirizzi, download manager, zoom adattivo, possibilità di salvare pagine web e immagini e, non ultimo, l’implementazione della tecnologia Opera Turbo che aveva già debuttato, seppure in una versione ancora poco matura, nella precedente release 9.7 beta .

Opera Turbo rende Opera Mobile ancor più simile, sotto il profilo delle funzionalità, all’edizione Mini: questa tecnologia, come ormai ampiamente noto, comprime automaticamente le pagine web per ridurre i dati scambiati tra server e dispositivo mobile e per velocizzare il download delle pagine in presenza di connessioni lente (tipicamente GPRS o EDGE).

Nello sviluppare il suo nuovo navigatore mobile Opera afferma di essersi concentrata soprattutto nel migliorare le performance, dichiarate oltre due volte maggiori rispetto alla precedente beta, e l’aderenza agli standard, dimostrata dalla capacità del browser di superare il famoso test Acid3.

Opera Mobile 10 beta Curiosamente, era da molto tempo che nel rilasciare una nuova versione del suo browser mobile Opera Software non dava la priorità alla piattaforma Symbian: tutte le versioni beta di Opera 9.x hanno dapprima debuttato su Windows Mobile, e la release 9.7 beta non è neppure mai apparsa sugli smartphone S60. C’è chi suggerisce che questo cambio di rotta sia stato determinato dalla recente costituzione di Symbian Foundation e dall’adozione, per Symbian OS, di un modello di sviluppo open source: una mossa che ha indubbiamente riacceso l’interesse di molti sviluppatori, inclusi evidentemente quelli di Opera, verso questa piattaforma.

Tra i fattori di ritardo dell’implementazione per Windows Mobile potrebbe esserci anche il recente rilascio di Windows Mobile 6.5, e l’esigenza per Opera Software di ottimizzare il proprio browser per questa nuova versione. In ogni caso, è assai probabile che gli utenti della piattaforma di Microsoft non dovranno attendere molto prima di mettere le mani sul nuovo browser.

Opera Mobile 10 beta può essere scaricato gratuitamente da qui per gli smartphone di Nokia, Sony Ericsson e Samsung basati sulla piattaforma S60 versione 3 o 5.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Claudio scrive:
    Beh noi siamo messi peggio
    In Australia viaggiano già tutti tra i 3 e 8 mbs noi qui abbiamo località al limite del ridicolo come velocità.La banda serve e tanto anche perchè come pensano i nostri governati di spostare tutta la ENORME burocrazia sulla rete se poi la stessa non è adeguata.Vi porto il mio esempio, sto aprendo un uffico a pochissimo da Milano a Melzo ebbene lì nonc'è la fibra e non mi riescono a garantire un servizio decente. Sono 18km dal centro di Milano non nella foresta amazzonica.L'upgrade che voglio fare in Australia parla di 100mbp che da noi esisterà tra 100 anni...... Quando si dice che sono avanti....Pemsate che ora a Milano per spedire un matriale di 20mb ci metto 10/15 minuti non voglio neanche pensare a cosa succederà dopo il trasferimento.Bah!Son sempre gli stessi che limitamo lo sviluppo gente che non sa che cos'è il web o che fa indagini di mercato/benificio avendo dati di soli 3/4 anni.Credo che le statistiche e le teorie si possano fare solo dopo molti anni.Basti pensare alla gente che pensa che il problema climatico sia inesistente......tanto è solo 1 grado o 2.... Bah doppio!
  • Enjoy with Us scrive:
    Se ne sono accorti?
    Cavolo pensavo di essere l'unico contento di soli 8 Mbit teorici!
    • iRoby scrive:
      Re: Se ne sono accorti?
      A me ne basterebbero anche 4 Mega reali e stabili.Per il testo dell'articolo sono invece concorde sul fatto che 1 o 2 mega dovrebbe essere sufficiente ad ogni famiglia che intende informarsi e diventare netizen. E che anzi una 256/512K dovrebbe essere servizio universale e stare di default incluso nel canone del doppino.
      • maranello scrive:
        Re: Se ne sono accorti?
        che serve ??? serve sempre la banda ... ok oggi come oggi si puo tirare avanti per altri 10 anni con questi tagli di banda ma poi ???se nn si investe oggi tra 10 anni c sarà il collasso della rete e allora che si farà ??? ricordiamoci che le infrastrutture nn si creano dall oggi al domani !!! bisogna investire oggi ... ed è ora di puntare seriamente sulla fibra ottica ( ormai il doppino di rame è al limite di sviluppo ) !!!e poi un azienda manda solo email ??? x es ormai si mandano allegati pesanti e con le velocità di upload RIDICOLE ci vuole una marea di tempo che di solito si fa prima a spedire un cd per posta !!!purtroppo in Italia nn consideriamo la rete come una infrastruttura VITALE per un paese moderno eppure tutti si riempono la bocca con e-governament e altre cose facendo pura propaganda !!!l unica cosa che ci salva a mio parere è che gli italiani sono malati di cellulare e grazie alle nuove reti che consentono di navigare decentemente ( nn c è cmq paragone con le connessioni via cavo ) in pochi anni tutti gli italiani saranno in internet ... ma questo grazie solo alle persone e al mercato mobile che cmq è uno dei pochi che funziona e in cui c è un MINIMO di concorrenza !!!
    • nome e cognome scrive:
      Re: Se ne sono accorti?
      http://www.dalboscomichele.com/
  • Mario Busana scrive:
    Coprire zone ancora a 56k
    Cosa ce ne facciamo di 20 - 50 - 100 mega... o meglio "FINO A..." se tanto la qualità è sempre quella... e mezza italia sta ancora a 56k...Investite nella copertura... poi nell'ampliamento della banda vera e non solo quella sulla carta e sul listino prezzi...
    • ebm scrive:
      Re: Coprire zone ancora a 56k
      Serve a fare gli sboroni con gli amici e dire "Ciao raga ciò la banda a 200 Tera/S, so veramente strafigo" COn la domanda seguente "Ma che ce fai? con tutta sta banda?" risposta da utonto "Ce faccio il monopoli on-line e vedi come spacca di brutto".
  • Fai il login o Registrati scrive:
    Giustamente
    La notizia che l'Italia aspettava con ansia: possiamo restare a 0,640 Mb/s per ancora un buon mezzo secolo senza che nessuno ne risenta. :D
    • Mario Busana scrive:
      Re: Giustamente
      - Scritto da: Fai il login o Registrati
      La notizia che l'Italia aspettava con ansia:
      possiamo restare a 0,640 Mb/s per ancora un buon
      mezzo secolo senza che nessuno ne risenta.
      :DBeato te... c'è chi sta a 0,048 Mb/s ( i teorici 56k che in pratica sono 48... asimmetrici s'intende, l'uplink è a 33 nei migliori dei casi !!)
Chiudi i commenti