Opera inietta i widget sui cellulari

Con il rilascio di una nuova anteprima di Opera Mobile 9.5, la società norvegese ha introdotto nel suo cucciolo di browser il supporto ai widget. Una novità che ora possono toccare con mano anche i possessori di dispositivi Symbian UIQ

Roma – Il panorama dei browser per i dispositivi mobili non è mai stato tanto frizzante come in questo periodo. Dopo la prima alpha pubblica di Mozilla Fennec, e alcune preview del debuttante Skyfire , è ora il turno della seconda beta di Opera 9.5.

Il “seconda” è per la verità riferito soltanto alla piattaforma Windows Mobile: per i dispositivi basati sull’interfaccia Symbian UIQ si tratta del primo incontro con il nuovo browserino norvegese. A breve, Opera Software rilascerà una versione alpha di Opera Mobile 9.5 anche per gli smartphone basati sulla piattaforma S60.

Questa nuova versione preliminare porta con sé poche novità rispetto alla precedente, ma quasi tutte di un certo rilievo. La più vistosa è l’aggiunta di un motore di widget, capace di portare anche sui piccoli schermi mini applicazioni web-based.

Opera 9.5 installa in automatico cinque widget: un’interfaccia per Twitter (non presente nella versione Symbian), le previsioni meteo, una lista della spesa, un orologio e un giochino in stile Tetris. Opera fornisce anche un link da cui l’utente può scaricare nuovi widget compatibili con il proprio telefono o palmare.

Di ogni widget è possibile variare il livello di zoom, così da adeguarne le dimensioni al proprio schermo o, in futuro, affiancarlo ad altri widget all’interno della stessa finestra.

Opera Mobile 9.5 è accompagnato da un software development kit (SDK) gratuito con cui gli sviluppatori possono creare i propri widget. Per incoraggiare i programmatori a cimentarsi con le mini applicazioni del proprio browser, Opera Software ha recentemente indetto un concorso che prevede la consegna di un premio di 5mila dollari all’autore del miglior widget.

Le altre due principali novità di Opera Mobile 9.5 sono rappresentate da un incremento nella velocità di rendering delle pagine web e dall’inclusione, nei tool dedicati agli sviluppatori, del debugger open source Dragonfly.

Uno degli obiettivi comuni di tutti i nuovi browser “pocket” è quello di portare il web 2.0 sui piccoli device. Opera Mobile non fa eccezione, ed anzi vuol essere un punto di riferimento per tutti gli altri: con la versione 9.5 questo software si arricchisce di un plug-in per Flash Lite 3 che gli permette, in unione al suo completo supporto a JavaScript e AJAX, di visualizzare i contenuti dinamici e interattivi della stragrande maggioranza dei siti web, inclusi YouTube, Facebook e MySpace.

La nuova release del “piccolo” browser norvegese eredita poi tutte le funzionalità delle precedenti versioni, quali tabbed browsing, anteprima e zoom delle pagine, password manager, possibilità di salvare le pagine HTML, funzione di sincronizzazione dei bookmark online, completamento automatico degli indirizzi e funzione di copia del testo.

Va ricordato che, a differenza del fratellino Opera Mini , Opera Mobile è un software a pagamento: il costo dell’ultima release stabile, la 8.65, è di 19 euro. L’attuale versione beta non ha tuttavia alcuna data di scadenza, e può essere scaricata gratuitamente da qui (ma nella sola lingua inglese). Una galleria di screenshot è disponibile qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • lufo88 scrive:
    non mi convince
    Come da titolo, perché:1. Il metanolo esplode facilmente2. Le ricariche del serbatoio quando costeranno? Adesso basta collegare ad una presa qualsiasi!
    • Alberto trinca scrive:
      Re: non mi convince
      Ei furbone, serve proprio quando non vi è la curente!
      • Josafat scrive:
        Re: non mi convince
        Vuoi dire che i portatili del futuro avranno sia la batteria attuale che la fuel cell, e ognuno userà cosa più gli garba? Perché se useranno solo la fuel cell...
    • Debugger scrive:
      Re: non mi convince
      - Scritto da: lufo88
      Come da titolo, perché:
      1. Il metanolo esplode facilmenteInfatti è pieno di morti per esplosioni di accendini! :o
      2. Le ricariche del serbatoio quando costeranno?
      Adesso basta collegare ad una presa
      qualsiasi![img]http://img182.imageshack.us/img182/6821/facepalmpicarqu2.jpg[/img]Inutile aggiungere altro...
      • pinco pallino scrive:
        Re: non mi convince
        - Scritto da: Debugger
        - Scritto da: lufo88

        Come da titolo, perché:

        1. Il metanolo esplode facilmente

        Infatti è pieno di morti per esplosioni di
        accendini!
        :o


        2. Le ricariche del serbatoio quando costeranno?

        Adesso basta collegare ad una presa

        qualsiasi!

        [img]http://img182.imageshack.us/img182/6821/facep
        Inutile aggiungere altro...Guarda che non ha tutti i torti.Servirà solo per applicazioni particolari dato che è difficile che uno abbia bisogno di lasciare acceso il pc dove non c'è una presa di corrente per molte ore.
  • jumpjack scrive:
    10 w???
    un pc portatile consumerebbe 10 W o al massimo 20?!????
    • Marco scrive:
      Re: 10 w???
      Guarda, ho appena dato un'occhiata al trasformatore, che fornisce 18.5 volt al portatile. Per consumare più di 20 watt dovrebbe prendere più di un ampere, cosa quasi ridicola per un aggeggio elettronico.
      • jumpjack scrive:
        Re: 10 w???
        - Scritto da: Marco
        Guarda, ho appena dato un'occhiata al
        trasformatore, che fornisce 18.5 volt al
        portatile. Per consumare più di 20 watt dovrebbe
        prendere più di un ampere, cosa quasi ridicola
        per un aggeggio
        elettronico.anche per un aggeggio elettronico che gira a 2 miliardi di Hz??La ventola serve per dissipare 10W? 10W sono UN QUARTO di lampadina da abat-jouor!Faro' qualche ricerca...
  • FabiuS scrive:
    200 cc?
    200 cc sono praticamente un grosso bicchiere pieno pieno. E' 1/5 di litro, francamente mi sembra un pò esagerato come capienza. 360 cc po non ne parliamo.Come possono pensare che uno si porti dietro una lattina di cocacola di metanolo dentro al notebook?E io che pensavo che i serbatoi fossero di dimensioni comparabili a quelle di un accendino...Mah...
    • gerry scrive:
      Re: 200 cc?
      - Scritto da: FabiuS
      200 cc sono praticamente un grosso bicchiere
      pieno pieno. E' 1/5 di litro, francamente mi
      sembra un pò esagerato come capienza. 360 cc po
      non ne
      parliamo.
      Come possono pensare che uno si porti dietro una
      lattina di cocacola di metanolo dentro al
      notebook?
      E io che pensavo che i serbatoi fossero di
      dimensioni comparabili a quelle di un
      accendino...
      Mah...Beh, quanto è grand euna batteria di notebook?
    • jumpjack scrive:
      Re: 200 cc?
      270 centimetri cubi possono anche essere 27x10x1 cm, o 27 x 30 x 0.333; o anche 21 x 29 x 0,44, cioe' un foglio A4 spesso mezzo centimentro.
      • wathrog scrive:
        Re: 200 cc?
        Peccato che sia sotto pressione
        • jumpjack scrive:
          Re: 200 cc?
          - Scritto da: wathrog
          Peccato che sia sotto pressioneah...
          • nome e cognome scrive:
            Re: 200 cc?
            - Scritto da: jumpjack
            - Scritto da: wathrog

            Peccato che sia sotto pressione
            ah...Il metanolo e' un liquido: non ha molto senso metterlo in pressione. Fondamentalemente la fuel cell in questione (DMFC) e' una spugna imbevuta di alcol metilico con degli elettrodi dentro. 200 cc di liquido corrispondono a una lattina di coca cola di quelle piccoline (dei distributori) ma il peso specifico del metanolo è inferiore a quello dell'acqua quindi dovrebbe pesare poco. Il problema grosso secondo me e' l'infiammabilita' del tutto... se oggi le batterie esplodono figuriamoci queste.Altro problema e' che se oggi per ricaricare il laptop o il cellulare basta attaccarlo a qualsiasi presa domani bisognera' portarsi dietro la lattina di metanolo (sai che ridere per la sicurezza aereportuale). Il secondo problema e' che una fuel cell a metanolo, per quando basse, ha delle emissioni di CO2. Viene difficile immaginare un mondo pieno di laptop e cellulari alimentati in questo modo.
          • roberto scrive:
            Re: 200 cc?
            - Scritto da: nome e cognome
            Il secondo problema e' che una fuel cell a
            metanolo, per quando basse, ha delle emissioni di
            CO2. Viene difficile immaginare un mondo pieno di
            laptop e cellulari alimentati in questo
            modo.Beh la corrente non viene prodotta in centrali termiche che producono co2?Qui però si risparmierebbe in metalli contenuti nella batteria.
          • nome e cognome scrive:
            Re: 200 cc?
            - Scritto da: roberto
            - Scritto da: nome e cognome


            Il secondo problema e' che una fuel cell a

            metanolo, per quando basse, ha delle emissioni
            di

            CO2. Viene difficile immaginare un mondo pieno
            di

            laptop e cellulari alimentati in questo

            modo.

            Beh la corrente non viene prodotta in centrali
            termiche che producono
            co2?Si ma la centrale termica e' potenzialmente in aperta campagna e le emissioni vengono continuamente controllate. Qui stiamo parlando di emissioni in locali chiusi. Immaginati una meeting room con 5/6 laptop e una 10ina di cellulari alimentati da fuel cell oltre a 10 persone che respirano ...
          • BlueMond scrive:
            Re: 200 cc?

            Il metanolo e' un liquido: non ha molto senso
            metterlo in pressione.Correggetemi se sbaglio, ma i liquidi non si possono proprio mettere in pressione.
          • ajeje scrive:
            Re: 200 cc?
            - Scritto da: BlueMond

            Il metanolo e' un liquido: non ha molto senso

            metterlo in pressione.

            Correggetemi se sbaglio, ma i liquidi non si
            possono proprio mettere in
            pressione.Un liquido è incomprimibile, ma il gas sopra il pelo liquido lo puoi comprimere quanto vuoi.
          • BlueMond scrive:
            Re: 200 cc?
            ok, perfettamente come pensavo, ma magari non proprio "quanto vuoi"... poi diventa liquiido! :)
          • vrms scrive:
            Re: 200 cc?
            Capirei le preoccupazioni se fosse monossido di carbonio. ;) Ma quanto male può fare una debole emissione di biossido quando siamo circondati da emissori di ogni tipo, in forma ben più massiccia, inclusi noi stessi?- Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: jumpjack

            - Scritto da: wathrog


            Peccato che sia sotto pressione

            ah...

            Il metanolo e' un liquido: non ha molto senso
            metterlo in pressione.

            Fondamentalemente la fuel cell in questione
            (DMFC) e' una spugna imbevuta di alcol metilico
            con degli elettrodi dentro.


            200 cc di liquido corrispondono a una lattina di
            coca cola di quelle piccoline (dei distributori)
            ma il peso specifico del metanolo è inferiore a
            quello dell'acqua quindi dovrebbe pesare poco.


            Il problema grosso secondo me e'
            l'infiammabilita' del tutto... se oggi le
            batterie esplodono figuriamoci
            queste.
            Altro problema e' che se oggi per ricaricare il
            laptop o il cellulare basta attaccarlo a
            qualsiasi presa domani bisognera' portarsi dietro
            la lattina di metanolo (sai che ridere per la
            sicurezza aereportuale).


            Il secondo problema e' che una fuel cell a
            metanolo, per quando basse, ha delle emissioni di
            CO2. Viene difficile immaginare un mondo pieno di
            laptop e cellulari alimentati in questo
            modo.
          • nome e cognome scrive:
            Re: 200 cc?
            - Scritto da: vrms
            Capirei le preoccupazioni se fosse monossido di
            carbonio. ;) Ma quanto male può fare una deboleNo, infatti ho sbagliato a scrivere le emissioni sono di CO minime ma e' monossido.
          • Marco scrive:
            Re: 200 cc?
            No, confermo che è CO2.The waste products with these types of fuel cells are carbon dioxide and water.http://en.wikipedia.org/wiki/Direct-methanol_fuel_cell
          • il puntino sulla i scrive:
            Re: 200 cc?
            in effetto sto scrivendo dall'aeroporto e mi stavo chiedento proprio la stessa cosa: se non mi fanno imbarcare la bottiglietta di deodorante, perche' mai mi dovrebbero far imbarcare il pc con dentro una molotof?!?!?!?!?!?!
    • vac scrive:
      Re: 200 cc?
      Ce lo faranno portare in aereo?
  • sasuke scrive:
    oggi mi sento cubico
    la parola "cubico" non esiste, si dice centimetro, metro, quello che vuoi ma... CUBO!
  • stefano scrive:
    oligarchi
    si tutta colpa degli oligarchi e del NWOma piantala, sta roba non e' sugli scaffali perche' costa un botto e ha un sacco di problemi.appena sra' pronta vedrai quanto ci mette ad arrivare su ebayper favore piantiamola con il complottismo
    • Chiaro scrive:
      Re: oligarchi
      Sì, sono d'accordo, infatti l'aereo su cui si trovava Enrico Mattei è esploso perchè si è scontrato con la Befana che andava a trovare Babbo Natale per evitare i doppi regali...http://cronologia.leonardo.it/storia/tabello/tabe1652.htmhttp://it.wikipedia.org/wiki/Enrico_MatteiCredere nelle favole no, ma nemmeno farsi menare per il naso.
    • Alberto trinca scrive:
      Re: oligarchi
      Complotti "forse" NO, ma scelete politiche/economice per mettercela in quel posto SICURAMENTE!!!
      • stefano scrive:
        Re: oligarchi
        cosa centra Mattei poi.un conto sono i giochi di potere tra multinazionali del petrolio, un conto che arrivino gli uomini in neo a bussare alla porta della sony.il metanolo e' prodotto dal petrolio, ste batterie costano di piu' da comprare e da alimentare di una normale batteria al litio, quindi hanno tutto l'interesse a venderle.andiamo su un po granu salis
        • nome e cognome scrive:
          Re: oligarchi
          - Scritto da: stefano
          un conto che
          arrivino gli uomini in neo a bussare alla portaGli uomini di vespa?
  • jfk scrive:
    Boom
    Chissa' il botto che farannoIo aspetterei due-tre anni prima di acquistarle.
    • u300 scrive:
      Re: Boom
      - Scritto da: jfk
      Chissa' il botto che faranno
      Io aspetterei due-tre anni prima di acquistarle.Bravo, tu aspetta. Io invece non vedo l'ora di dimenticare di dover sempre cercare una presa elettrica e di lasciare a casa per sempre il caricabatteria.
      • ndr scrive:
        Re: Boom

        Bravo, tu aspetta. Io invece non vedo l'ora di
        dimenticare di dover sempre cercare una presa
        elettrica e di lasciare a casa per sempre il
        caricabatteria.Aspetta e spera...è da ANNI che si succedono annunci clamorosi di questo tipo, e finora non è cambiato NIENTE.Propaganda e tanta fuffa...e questi articoli suonano quasi come una pernacchia......recensiamo queste batterie quando sono sugli scaffali......aspetto e spero.
        • il saggio scrive:
          Re: Boom


          ...recensiamo queste batterie quando sono sugli
          scaffali...

          ...aspetto e spero.quando si parla di energia non e' quasi mai un problema di tecnologia ma di lobby, se esistesse un pannello solare spray capace di fornire tutta l'energia di cui uno ha bisogno su qualunque superficie pensi che potrebbe essere venduto? Non e' mai conveniente fare ricerca per consentire l'abbondanza energetica , il sistema capitalistico e monetario si basa sulla scarsita' delle risorse , materie prime, energia.(ultima parte)http://video.google.it/videoplay?docid=-6866557189571858559
          • Ice scrive:
            Re: Boom
            - Scritto da: il saggio
            se esistesse un pannello solare spray capace di fornire
            tutta l'energia di cui uno ha bisogno su qualunque
            superficie pensi che potrebbe essere venduto? tipo una cosa del genere?http://www.darlingtonindustry.it/news/spip.php?article32
      • Josafat scrive:
        Re: Boom
        Lasceresti a casa il caricabatteria, che compri una volta e usi mille, per portarti dietro una lattina di metanolo che devi comprare ogni giorno?
    • Debugger scrive:
      Re: Boom
      - Scritto da: jfk
      Chissa' il botto che farannoLo stesso botto che fanno gli accendini nelle tasche.
      Io aspetterei due-tre anni prima di acquistarle.Bravo bravo, tu aspetta sempre qualcosa eh! :)
      • nome e cognome scrive:
        Re: Boom
        - Scritto da: Debugger
        - Scritto da: jfk

        Chissa' il botto che faranno

        Lo stesso botto che fanno gli accendini nelle
        tasche.A meno che tu non ne faccia qualche uso strano attraverso il tuo accendino non ci passa corrente elettrica.
        • Debugger scrive:
          Re: Boom
          - Scritto da: nome e cognome
          - Scritto da: Debugger

          - Scritto da: jfk


          Chissa' il botto che faranno



          Lo stesso botto che fanno gli accendini nelle

          tasche.

          A meno che tu non ne faccia qualche uso strano
          attraverso il tuo accendino non ci passa corrente
          elettrica.Davvero? :oAllora quelli piezoelettrici funzionano per Spirito Santo? :| :o
          • nome e cognome scrive:
            Re: Boom


            A meno che tu non ne faccia qualche uso strano

            attraverso il tuo accendino non ci passa
            corrente

            elettrica.

            Davvero? :o
            Allora quelli piezoelettrici funzionano per
            Spirito Santo? :|
            :oNon scorre DENTRO l'accendino, ma soprattutto non scorre per 10 ore.
Chiudi i commenti