OPLAN, ovvero voglia di reti pubbliche

La Fondazione OPLAN è alla ricerca di collaboratori per la creazione di un nuovo modello di rete WiFi ad accesso pubblico per sconfiggere il divario digitale e superare i limiti delle vecchie TLC


Londra – Se la neutralità della Rete è troppo importante, se l’abbattimento del digital divide è la condizione essenziale per il progresso economico ed i sistemi di comunicazione liberi sono fondamentali per l’individuo, allora la Fondazione OPLAN potrebbe rivelarsi un formidabile aggregatore di idee e tecnologie per lo sviluppo degli open network .

Malcom Matson, fautore di questo ambizioso progetto, è convinto che le reti pubbliche WiFi possono effettivamente stravolgere l’attuale assetto infrastrutturale che governa gli equilibri economici e sociali in orbita attorno alla galassia delle telecomunicazioni. “L’accesso libero, tramite tecnologie senza fili”, dice Matson, “ha la possibilità di portare il controllo della comunicazione direttamente nelle mani della comunità”. Questo significa “una infrastruttura completamente autonoma da ISP e grandi colossi TLC ma al tempo stesso aperta ad ogni tipo di aziende, privato cittadino, servizio ed editore”, puntualizza il visionario responsabile di OPLAN Foundation.

“Abbiamo abbondanza di tecnologia e possiamo condividere questa abbondanza per realizzare il sogno della rivoluzione informativa”, incalza Matson, “tutto quello che serve sono computer, collaboratori ed equipaggiamento WiFi”. OPLAN, che conta già su decine di collaboratori in tutto il mondo, è alla ricerca di nuovi talenti , programmatori e sostenitori. In Italia, al momento, l’associazione non ha nessun supporter : “Vogliamo essere la piattaforma di riferimento per tutte le realtà globali impegnate nella promozione delle open-network”, confidano i fondatori del progetto OPLAN.

Se poi lo dice persino David Weiberger, membro del consiglio d’amministrazione di Fon , il promettente sistema aperto che punta alla creazione di un network WiFi libero per applicativi VoIP, allora c’è da crederci: “OPLAN vuole diventare il punto di riferimento per tutto quello che riguarda la creazione di infrastrutture open-WiFi e gode di tutto il mio supporto”.

“Il traguardo che dobbiamo raggiungere è soltanto uno”, dice profeticamente Malcom Matson, “riunire menti liberi per menti libere, le menti di individui, cittadini ed aziende… chiunque abbia gli occhi e le orecchie per intendere, intenda”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Miodesopsie.it
    tutto cio porta a questo sito che a quanto sembra e uno dei principali disturbi dovuti al monitor occhio che nn ce cura
  • Anonimo scrive:
    Re: Glaucoma dalle lampade fluorescenti?
    può darsi, cmq coi nuovi reattori elettronici (che permettono anche il dimming) la frequenza dei cosiddetti neon viene elevata di molto oltre i 50 HZ... inoltre nelle officine già da 30 anni si mettono dei condensatori per sfasare le lampade, che così non si accendono e spengono tutte in sincrono (avere un tornio che gira ma sembra fermo non è il massimo)
    • Anonimo scrive:
      Re: Glaucoma dalle lampade fluorescenti?

      può darsi, cmq coi nuovi reattori elettronici
      (che permettono anche il dimming) la frequenza
      dei cosiddetti neon viene elevata di molto oltre
      i 50 HZ...Buono a sapersi. Ma per tutti gli uffici che usano ancora i vecchi reattori? Perdipiù con tubi a luce molto "fredda".
      inoltre nelle officine già da 30 anni
      si mettono dei condensatori per sfasare le
      lampade, che così non si accendono e spengono
      tutte in sincronoE' vero, ma questo nelle officine, non negli uffici.Sono gli impiegati quelli che rischiano di più la vista.
      (avere un tornio che gira ma
      sembra fermo non è il massimo)Non è il massimo neppure potersi regolare a 85 Hzil refresh del monitor ma poi continuare a trovarsi con i tubi fluorescenti di una plafoniera collocata 2 metri davanti al tuo tavolo (anziché sopra la tua testa), che ti lampeggiano diritto negli occhi a 50 Hz.
  • Anonimo scrive:
    Re: Infatti è l'azienda ad esserlo!
    - Scritto da: nephtys59
    L'azienda mi ha fatto fare ben due visite mediche
    (una generica e l'altra oculistica) Ecco, pensa che lavoro in una realtà *pubblica* da ben 1685 giorni e non ho mai usufruito di alcun controllo medico. Ovviamente ho provveduto a mie spese alla visita oculistica.
  • Anonimo scrive:
    Alzare la mano per andare in bagno...
    C'è di peggio, ho visto aziende in cui ti assumono a tempo determinato per una settimana, devi stare zitto e lavorare, si va in bagno a turno che ti piaccia o no. Se non rispetti le regole non ti riassumono più per la prossima settimana, facile. Aziende che impacchettano belle scatole colorate pubblicizzate dai divi della TV e che tutti noi compriano (sì, anche voi che leggete), specie sotto Natale.E i francesi si lamentano della CPE...
  • Anonimo scrive:
    Esperto in chiacchiere
    Invece che rimandare alla lettura di un libro "dal modico prezzo di 60 euro" il professore avrebbe potuto dare qualche consiglio pratico, magari espresso in un linguaggio meno da carabiniere.
  • Anonimo scrive:
    5 --
  • Anonimo scrive:
    Re: Infatti è l'azienda ad esserlo!
    - Scritto da: nephtys59
    Lavoro in un help desk (lasciamo stare i nomi,
    per ora) da oltre 6 anni. I primi 5 anni ero
    decentrata rispetto all'azienda principale ma mi
    andava bene perché ero vicina a casa.un suggerimento: se il tuo monitor CRT sfarfalla potrebbe essere non impostato corretamente.Hai verificato se la frequenza di refresh è impostata correttamente?Prova a vedere le impostazioni del video sotto il pannello di controllo. Se è impostato a 60 Hz magari è possibile che tu possa lazarlo a 75 o 85 etc... più alto è melgio è per la vista (a patto che il monitor regga anche se di solito windows presenta solo le frequenze ammesse.Magari tutto questo è ovvio per te, magari no.Ah se sei inibita al controllo/impostazione di questi parametri chiedi supprto tecnico all'aministratore del tuo PC.
    • Anonimo scrive:
      Re: Infatti è l'azienda ad esserlo!
      Grazie per i suggerimenti, ma tutto questo è GIA' stato fatto. In fondo sono un tecnico PC e presto assistenza tecnica computer, quindi se non sapessi gestire il MIO pc avrei già perso il lavoro :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Infatti è l'azienda ad esserlo!

    Dato che è impossibile alla mia età (46) trovare
    un altro posto a tempo indeterminato, cosa posso
    fare senza aprire uno scontro frontale con
    l'azienda (che porterebbe probabilmente a mobbing
    o peggio ancora)? Grazie e scusate per lo sfogo.Dalla a qualche superiore e vedrai che si sistemera' tutto :-)Ahhh, ce l'avessi io questo potere !!!
    • Anonimo scrive:
      9 --
    • Anonimo scrive:
      Re: Infatti è l'azienda ad esserlo!
      Lol cioé viene spostata la risposta che riporta una "parolaccia" e non la precedente che contiene si un concetto offensivo, splendido.
      • Anonimo scrive:
        Re: Infatti è l'azienda ad esserlo!
        Sono d'accordo, il mod ha preso un granchio è da rimproverare colui che mi ha proposto di fare la carina coi capi e non quello che gli ha dato giustamente dell'idiota.
      • Anonimo scrive:
        Re: Infatti è l'azienda ad esserlo!
        - Scritto da: Anonimo
        Lol cioé viene spostata la risposta che riporta
        una "parolaccia" e non la precedente che contiene
        si un concetto offensivo, splendido.Emblematico. Sarà che sto diventando improvvisamente critico, ma mi sembra che i forum di PI siano solo una vasca piena di troll e scoppiati. Okkio, Egregia Proprietà di PI: il giocattolo si sta usurando a vista d'occhio. Di blog è piena Internet, se si lascia la manica troppo larga ci si mette un amen a finire in fondo alle classifiche...
  • steolo scrive:
    Delle informazioni costruttive?
    Vista l'importanza dell'argomento, perche' in un articolo di questo genere non vengono referenziate pagine in cui si spiega quali sono le cose da fare, e quelle da NON fare, per salvaguardare i nostri occhi? Dello strumento a raggi infrarossi non so che farmene, visto che sicuramente nessuno passera mai nel mio ufficio per usarlo...ho visto piu' consigli utili in questo forum che nell'articolo a cui si riferiscono.
    • Anonimo scrive:
      Re: Delle informazioni costruttive?
      - Scritto da: steolo
      Vista l'importanza dell'argomento, perche' in un
      articolo di questo genere non vengono
      referenziate pagine in cui si spiega quali sono
      le cose da fare, e quelle da NON fare, per
      salvaguardare i nostri occhi? Dello strumento a
      raggi infrarossi non so che farmene, visto che
      sicuramente nessuno passera mai nel mio ufficio
      per usarlo...
      ho visto piu' consigli utili in questo forum che
      nell'articolo a cui si riferiscono.Consigli sanitari/medici è bene che li diano i medici, non i giornali. I giornali che danno consigli medici non hanno capito una mazza: la salute dei lettori non è una questione da tre o quattro paragrafi in più....poi tra l'alto, se leggi bene l'articolo, c'è scritto proprio tutto: benessere psicofisico, zero costrizione sul posto di lavoro, illuminazione adatta.Questo è esattamente il genere di consigli che servono. Tutto il resto è fuffa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Delle informazioni costruttive?
      Quoto al 100%.Per esperienza personale gli accorgimenti migliori sono quello di regolare contrasto e luminosità del monitor, a seconda che nella stanza c'è buio o luce, cambiare lo sfondo delle applicazioni (meglio colori scuri), ecc...Poi ovviamente tutto dipende da persona a persona...Ciao
      • steolo scrive:
        Re: Delle informazioni costruttive?
        grazie per queste prime risposte...quello di cui parlo pero' sono indicazioni ben piu' precise!Ad esempio, esercizi per gli occhi - ho sentito parlare di riposare periodicamente lo sguard, allontanandolo dallo schermo e fissando un punto lontano, ad esempio. O di ginnastiche oculari per mantenere il cristallino elastico...certo non e' ai giornali di parlarne, ma cerchero' un sito (con informazioni di valore medico) che provveda a fornire tali dettagli.
  • Anonimo scrive:
    pausa di un minuto a pcchi chiusi
    ho letto sto metodo per gli occhi...ogni 45 minuti circachiudere gli occhi con le palme delle mani sugli occhi per avere buio totale e per un minuto stare cosi, poi dopo roteare gli occhi nei 2 sensi e una specia di ginnastica per gli occhi
    • Anonimo scrive:
      Re: pausa di un minuto a pcchi chiusi
      - Scritto da: Anonimo
      ho letto sto metodo per gli occhi...ogni 45
      minuti circa
      chiudere gli occhi con le palme delle mani sugli
      occhi per avere buio totale e per un minuto stare
      cosi, poi dopo roteare gli occhi nei 2 sensi
      e una specia di ginnastica per gli occhiE' uno degli esercizi del MEtodo Bates citato in unaltro post, si chiama "palming"
      • KerNivore scrive:
        Re: pausa di un minuto a pcchi chiusi
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ho letto sto metodo per gli occhi...ogni 45

        minuti circa

        chiudere gli occhi con le palme delle mani sugli

        occhi per avere buio totale e per un minuto
        stare

        cosi, poi dopo roteare gli occhi nei 2 sensi

        e una specia di ginnastica per gli occhi

        E' uno degli esercizi del MEtodo Bates citato in
        unaltro post, si chiama "palming"per la precisione, durante il palming piuttosto che roteare gli occhi, dovresti visualizzare paesaggi in movimento, ma rilassanti.(Io di solito visualizzo il mare mosso.)
  • Anonimo scrive:
    MADOOO
    Dopo aver letto questo articolo non ci vedo più. Mi ha dato il colpo di grazia ...
  • Anonimo scrive:
    quei filtri da mettere davanti al monito
    che vendeveano tempo fa per i monitor crt......non li trovo piu'..funzionavano per stoppare le radizaioni cattive del monitor?dove li posso trovare ancora?
    • Anonimo scrive:
      Re: quei filtri da mettere davanti al mo
      - Scritto da: Anonimo
      che vendeveano tempo fa per i monitor
      crt......non li trovo piu'..
      funzionavano per stoppare le radizaioni cattive
      del monitor?No. Al massimo, polarizzando la luce incidente, riducevano i riflessi e attenuavano la luminosità originaria del monitor.Le radiazioni "cattive" sono praticamente una leggenda metropolitana, infatti anche gli esperti del settore, come quello citato nell'articolo, parlano di rischi completamente diversi.
      dove li posso trovare ancora?Per fortuna praticamente da nessuna parte. O forse potrebbe venderteli un'emula di Wanna Marchi, ma a quel punto io ti ho avvisato per tempo: è una truffa, non comprarli. 8)
      • Anonimo scrive:
        Re: quei filtri da mettere davanti al mo

        Le radiazioni "cattive" sono praticamente una
        leggenda metropolitana, non è proprio così: le radiazioni emesse da un tubo catodico sono ionizzanti e quindi cancerogene, il punto è che ormai da molti anni i tubi catodici producono una radizione molto bassa tale da non essere pericolosa neanche a breve distanza.Ti assicuro che se hai un contatore opportuno puoi misurare la radiazione andando abbastanza vicino al monitor.
        • Anonimo scrive:
          Radiazioni d CRT
          - Scritto da: Anonimo

          Le radiazioni "cattive" sono praticamente una

          leggenda metropolitana,

          non è proprio così: le radiazioni emesse da un
          tubo catodico sono ionizzanti e quindi
          cancerogene, il punto è che ormai da molti anni i
          tubi catodici producono una radizione molto bassa
          tale da non essere pericolosa neanche a breve
          distanza.Guarda, ammetto tranquillamente di essermi spiegato male, anche se ho virgolettato il cattive per dire che conosco la presenza di radiazioni, ma sono stufo di sentire raccontare del loro pericolo con i *monitor venduti almeno dal 95 a oggi*.Il fatto di leggere una radiazione allo strumento non mi stupisce, visto che ovviamente il CRT la produce per principio di funzionamento. E' il tema della pericolosità che mi sembra abbia smesso da anni di trovare credito presso le istituzioni mediche, e sia rimasto solo nelle leggende metropolitane, assieme alle storie alla x (che coincidenza!) -files.
    • Anonimo scrive:
      Re: quei filtri da mettere davanti al mo
      - Scritto da: Anonimo
      che vendeveano tempo fa per i monitor
      crt......non li trovo piu'..
      funzionavano per stoppare le radizaioni cattive
      del monitor?
      dove li posso trovare ancora?Per la questione "radiazioni" non sono sufficientemente informato, io li uso sui CRT non riesco a farne a meno perche' rendono l'utilizzo del monitor molto piu' riposante per la vista.Cerca quelli di 3m, sono molto costosi ma ottimi, il mio e' un HF300XL e lo uso su un monitor 19" Eizo.Ciao.
      • Anonimo scrive:
        Re: quei filtri da mettere davanti al mo
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        che vendeveano tempo fa per i monitor

        crt......non li trovo piu'..

        funzionavano per stoppare le radizaioni cattive

        del monitor?

        dove li posso trovare ancora?

        Per la questione "radiazioni" non sono
        sufficientemente informato, io li uso sui CRT non
        riesco a farne a meno perche' rendono l'utilizzo
        del monitor molto piu' riposante per la vista.

        Cerca quelli di 3m, sono molto costosi ma ottimi,
        il mio e' un HF300XL e lo uso su un monitor 19"
        Eizo.

        Ciao.Se hai monitor che fanno schifo posso credere che un filtro davanti possa aiutare la vista. Ma su un Eizo... dove lo vedi il miglioramento ?
  • Anonimo scrive:
    Monitor a 60 Hz
    In tutti gli uffici in cui capito, trovo il refresh a 60 Hz e lo metto a 85. Ovviamente nessuno degli interessati sapeva il perchè di quel fastidioso sfarfallio che dura da anni. E che si mangia la vista.Mi dispiace, quando leggo di informatici trattati a calci in tutti i settori, di laureati a 900 euro al mese; perchè nel settore bancario gli informatici sarebbero da fucilare tutti, nessuno escluso, seduta stante; sono portati in palmo di mano perchè nessuno capisce nulla della loro "arte", sono dei menefreghisti che non sanno fare niente e pensano solo a fare l'ora di cena.
    • Anonimo scrive:
      Re: Monitor a 60 Hz
      - Scritto da: Anonimo
      In tutti gli uffici in cui capito, trovo il
      refresh a 60 Hz e lo metto a 85. Ovviamente
      nessuno degli interessati sapeva il perchè di
      quel fastidioso sfarfallio che dura da anni. E
      che si mangia la vista.

      Mi dispiace, quando leggo di informatici trattati
      a calci in tutti i settori, di laureati a 900
      euro al mese; perchè nel settore bancario gli
      informatici sarebbero da fucilare tutti, nessuno
      escluso, seduta stante; sono portati in palmo di
      mano perchè nessuno capisce nulla della loro
      "arte", sono dei menefreghisti che non sanno fare
      niente e pensano solo a fare l'ora di cena.E invece tu che metti il refresh a 85 chi sei?Un buffone te lo dico io.Il refresh ottimale è 72 Hz.Vai a vendere la frutta verduraro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Monitor a 60 Hz
        72hz??? ma parli di un CRT?? é poco. io a meno di 85 non so stare, come dice il tizio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Monitor a 60 Hz

        E invece tu che metti il refresh a 85 chi sei?Un
        buffone te lo dico io.Il refresh ottimale è 72
        Hz.senti genio: spiegaci perché sarebbe meglio 72 di 85.Io ti dico che più alto è melgio è per l'occhio cha oltre una certa soglia non percepisce più lo sfarfallio.
    • Anonimo scrive:
      Ma per favore
      - Scritto da: Anonimo
      In tutti gli uffici in cui capito, trovo il
      refresh a 60 Hz e lo metto a 85. Ovviamente
      nessuno degli interessati sapeva il perchè di
      quel fastidioso sfarfallio che dura da anni. E
      che si mangia la vista.

      Mi dispiace, quando leggo di informatici trattati
      a calci in tutti i settori, di laureati a 900
      euro al mese; perchè nel settore bancario gli
      informatici sarebbero da fucilare tutti, nessuno
      escluso, seduta stante; sono portati in palmo di
      mano perchè nessuno capisce nulla della loro
      "arte", sono dei menefreghisti che non sanno fare
      niente e pensano solo a fare l'ora di cena.Non credo una parola di quello che dici
    • Anonimo scrive:
      9 --
      • Anonimo scrive:
        Re: Monitor a 60 Hz
        - Scritto da: Anonimo
        Ogniuno il suo mestiere, se ti senti superiore ad
        altri prendi pure il loro posto... ahahahhahahahhahahquesta è eccezionale.certo, in qualsiasi settore questo è possibile.TRAC, si tolga!
    • Anonimo scrive:
      Re: Monitor a 60 Hz
      - Scritto da: Anonimo
      perchè nel settore bancario gli
      informatici sarebbero da fucilare tutti, nessuno
      escluso, seduta stanteè la politica idiota di questa generazioneassumere super-specializzati in informatica per fare un lavoro in cui invece si richiedono specializzazioni in economia e commercionon ti dico i programmi che ne escono fuori...si spera che un giorno i dirigenti capiscano che è più profiquo assumere un laureato in economia e commercio e fargli studiare un linguaggio di computer (in 1 mese te la cavai) piuttosto che assumere un informatico, spesso non laureato, e spiegargli alla bell'e meglio l'economia (seee, buonanotte)
      • ilGimmy scrive:
        Re: Monitor a 60 Hz

        è più profiquo assumere un laureato in economia e
        commercio e fargli studiare un linguaggio di
        computer (in 1 mese te la cavai) piuttosto che
        assumere un informatico, spesso non laureato, e
        spiegargli alla bell'e meglio l'economia (seee,
        buonanotte)Certo, sai che bei programmi stabili.A nome della categoria informatici, ti ringrazio per aver ridotto i nostri cinque anni di studio in un mese.Diciamo che se la dirigenza fosse intelligente, preparerebbe delle specifiche a prova di ignorante in economia e poi farebbe scrivere il programma.Ti ricordo che l'economia è solo un insieme di regole matematiche; se viene spiegato come, quando e con che dati applicarle, un programmatore può scrivere il programma in maniera efficiente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Monitor a 60 Hz
          - Scritto da: ilGimmy


          è più profiquo assumere un laureato in economia
          e

          commercio e fargli studiare un linguaggio di

          computer (in 1 mese te la cavai) piuttosto che

          assumere un informatico, spesso non laureato, e

          spiegargli alla bell'e meglio l'economia (seee,

          buonanotte)

          Certo, sai che bei programmi stabili.
          A nome della categoria informatici, ti ringrazio
          per aver ridotto i nostri cinque anni di studio
          in un mese.

          Diciamo che se la dirigenza fosse intelligente,
          preparerebbe delle specifiche a prova di
          ignorante in economia e poi farebbe scrivere il
          programma.

          Ti ricordo che l'economia è solo un insieme di
          regole matematiche; se viene spiegato come,
          quando e con che dati applicarle, un
          programmatore può scrivere il programma in
          maniera efficiente.sottoscrivo in pieno.il programmatore non capirà un cazzo di economia, ma basta che l'economista gli descriva casistiche e applicazioni di formuleil contrario difficilmente avviene.senza che mi spinga al processo "creativo"...
          • Anonimo scrive:
            Re: Monitor a 60 Hz
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: ilGimmy



            Ti ricordo che l'economia è solo un insieme di

            regole matematiche; se viene spiegato come,

            quando e con che dati applicarle, un

            programmatore può scrivere il programma in

            maniera efficiente.

            sottoscrivo in pieno.
            il programmatore non capirà un cazzo di economia,
            ma basta che l'economista gli descriva casistiche
            e applicazioni di formule

            il contrario difficilmente avviene.

            senza che mi spinga al processo "creativo"...Sono un laureato in informatica e risottoscrivo in pieno. Ciascuno deve fare il proprio lavoro. L'informatico scrive codice sicuro, efficiente e stabile secondo le indicazioni dell'economista. Imparare un linguaggio in un mese e pretendere di creare un software che manipoli dei soldi (perchè in economia di questo stiamo parlando) è semplicemente da mentecatti. Se il dirigente di un'azienda lo permettesse quell'azienda si meriterebbe di fallire miseramente. Ed in ogni caso, dietro ai software seri ci sono delle cose che si chiamano specifiche, descritte in maniera precisa da linguaggi "idiot-proof" (quindi anche per economisti) come UML; il lavoro dell'informatico è creare un software che più possibile segua le specifiche fornite, senza inventarsi nulla ma rendendolo sicuro, efficiente, stabile, scalabile, etc...
        • Anonimo scrive:
          Re: Monitor a 60 Hz

          Ti ricordo che l'economia è solo un insieme di
          regole matematiche;questo è altrattanto falso di quanto contestavi tu, l'economia è una disciplina complessa, non del tutto scientifica e che richiede una bagaglio di esperienza che no nsi esaurisce in quattro concetti e due formule
        • ilGimmy scrive:
          Re: Monitor a 60 Hz


          Ti ricordo che l'economia è solo un insieme di

          regole matematiche;
          questo è altrattanto falso di quanto contestavi tu,
          l'economia è una disciplina complessa, non del tutto
          scientifica e che richiede una bagaglio di esperienza che
          no nsi esaurisce in quattro concetti e due formuleIo non ho chiesto di imparare l'economia in un mese (come l'autore del post pretendeva di fare con l'informatica).Io ho chiesto, come programmatore, di avere le formule da applicare NEL CASO SPECIFICO.Se mi dai i dati e mi dai le formule, non devo essere un economista per saperli gestire.
      • Anonimo scrive:
        Re: Monitor a 60 Hz
        Tipico ragionamento... poi se 2 conti non quadrano, la colpa è dell'informatico, la stampante a sbagliato, il computer ha sbagliato! MAI e poi MAI sarà la colpa dell'ignorantone che non sa piu fare 2 conti a mente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Monitor a 60 Hz
          - Scritto da: Anonimo
          Tipico ragionamento... poi se 2 conti non
          quadrano, la colpa è dell'informatico, la
          stampante a sbagliato, il computer ha sbagliato!
          MAI e poi MAI sarà la colpa dell'ignorantone che
          non sa piu fare 2 conti a mente.uh?
      • Anonimo scrive:
        Re: Monitor a 60 Hz
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        perchè nel settore bancario gli

        informatici sarebbero da fucilare tutti, nessuno

        escluso, seduta stante

        è la politica idiota di questa generazione
        assumere super-specializzati in informatica per
        fare un lavoro in cui invece si richiedono
        specializzazioni in economia e commercio
        non ti dico i programmi che ne escono fuori...
        si spera che un giorno i dirigenti capiscano che
        è più profiquo assumere un laureato in economia e
        commercio e fargli studiare un linguaggio di
        computer (in 1 mese te la cavai) piuttosto che
        assumere un informatico, spesso non laureato, e
        spiegargli alla bell'e meglio l'economia (seee,
        buonanotte)bravo, sei bravissimo.ecco che ci si trova con IT manager e sistemisti che non capiscono un cazzo.se ti servono infirmatici, ti servono informatici.se ti servono sistemisti, li chiamise ti servono programmatori, non basta conoscere la materia sulla quale programmerai... per questo ci sono TEAM che lavorano assieme: matematici, economisti, programmatori.ad ognuno il proprio.
      • Anonimo scrive:
        Brucia, vero?

        è più profiquo assumere un laureato in economia e
        commercio e fargli studiare un linguaggio di
        computer (in 1 mese te la cavai) piuttosto che
        assumere un informatico, spesso non laureato, e
        spiegargli alla bell'e meglio l'economia (seee,
        buonanotte)Brucia che qualcuno + bravo di te ti abbia soffiato il posto e tu pigli 900 euro mensili? :D
    • Anonimo scrive:
      Quante cazzate
      - Scritto da: Anonimo
      Mi dispiace, quando leggo di informatici trattati
      a calci in tutti i settori, di laureati a 900
      euro al mese; perchè nel settore bancario gli
      informatici sarebbero da fucilare tutti, nessuno
      escluso, seduta stante; sono portati in palmo di
      mano perchè nessuno capisce nulla della loro
      "arte", sono dei menefreghisti che non sanno fare
      niente e pensano solo a fare l'ora di cena.Se offrono 900 euro al mese al laureato di turno, forse quello è il suo valore. Da informatico mi sento "offeso". Sono una persona competente e lavoro nelle assicurazioni. Ti assicuro che me la cavo benissimo anche se non ho la laurea alla Bocconi con il 110 e lode in economia e commercio
    • Anonimo scrive:
      Re: Monitor a 60 Hz
      con un hp vectra 21" e una matrox mi capita di aumentare il refresh e immediatamente tutto diventa scurissimo ... molto, molto più scuro :-/
    • Anonimo scrive:
      Re: Monitor a 60 Hz
      I monitor LCD vanno benissimo a 60 Hz, non generalizziamo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Monitor a 60 Hz
      - Scritto da: Anonimo
      In tutti gli uffici in cui capito, trovo il
      refresh a 60 Hz e lo metto a 85. Ovviamente
      nessuno degli interessati sapeva il perchè di
      quel fastidioso sfarfallio che dura da anni. E
      che si mangia la vista.CRT o LCD?
      • Anonimo scrive:
        Re: Monitor a 60 Hz
        Da mia piccola esperienza, CRT vanno bene per lavori che richiedono dettagli o piccoli particolari, (pixel 0.24) per CAD vettori, o correzioni fotografiche. I nuovi schermi di oggi, a parte l'ingombro sono arrivati ad ottime prestazioni e vanno bene piu o meno per tutto
        • Anonimo scrive:
          Re: Monitor a 60 Hz
          - Scritto da: Anonimo
          Da mia piccola esperienza, CRT vanno bene per
          lavori che richiedono dettagli o piccoli
          particolari, (pixel 0.24) per CAD vettori, o
          correzioni fotografiche. I nuovi schermi di oggi,
          a parte l'ingombro sono arrivati ad ottime
          prestazioni e vanno bene piu o meno per tuttoveramente chiedeva se il discorso 60 Hz si riferiva ll'uno o all'altro, non quale fosse meglioquesto perché come detto da altri il 60 Hz su LCD da meno problemi, questo per la persistenza dell'LCD
    • Anonimo scrive:
      Re: Monitor a 60 Hz
      - Scritto da: Anonimo
      In tutti gli uffici in cui capito, trovo il
      refresh a 60 Hz e lo metto a 85. Ovviamente
      nessuno degli interessati sapeva il perchè di
      quel fastidioso sfarfallio che dura da anni. E
      che si mangia la vista.Il problema in genere nasce da due situazioni: la fretta (per tenere bassi i costi alzando la produttività) e la minimizzazione dei problemi potenziali (per minimizzare gli intoppi, il tempo speso in supporto non fatturabile e quindi tenere più alto il margine).Se chi costrusce/installa un PC accoppia una scheda grafica qualsiasi a un monitor qualsiasi (visto che molte combinazioni sono possibili), sa che per semplificare il riconoscimento dei due basterà puntare al minimo denominatore comune: guarda caso 60Hz e in genere 800*600 (fino a poco tempo fa) o 1024*768 in risoluzione, 65k colori.Spesso sono andato da persone che, comprato e installato il PC come da default, lavoravano ben sotto alle possibilità dell'hw: avete presente i 19 pollici a 1024*768? o i wide screen 16:9 rigorosamente alla risoluzione adatta ai 4:3 ?La situazione è migliore nei portatili, dove il produttore ha certa l'accoppiata tra scheda e TFT incorporato, o nel mondo Mac (per simile ragione).La soluzione non risiede (purtroppo) nella miglior attenzione degli installatori, cui i capi chiedono di non perdere tempo in settaggi diversi da "così funziona", nè nelle competenze degli utilizzatori, che hanno altro a cui pensare che al tuning del loro monitor.La soluzione dovrebbe essere un automatico riconoscimento e impostazione del miglior mix possibile tra scheda, monitor e applicativo che visualizza in quel momento il suooutput sullo schemo; purtroppo resteranno tutti i casi particolari come desktop estesi su più monitor, schermo + proiettore per le presentazioni, esigenze di visualizzazione "sub ottimale" per problemi visivi dell'utilizzatore, ecc. ecc.
    • Anonimo scrive:
      Re: Monitor a 60 Hz
      Ogniuno il suo mestiere, ancora uno che pensa solo a se stresso!!!Se credi che uno passi la sua gioventu a studiare, di reti , bit, ping e altro... e poi venga pagato una miseria perché gestito da incompetenti come te, si ritrova con tanto di laurea e deve correre, per un cretino che si crede importante perché è riuscito a modificare la prequenza del monitor.... WOOOAAAWW... che foorza!La piastra con tanti funghetti che hai davanti, la chiamano tastiera, ma al tuo capo digli che è una Ergonomic Keyboard, cosi che fa tanto figo e ti da un bel aumento che incrementa il tuo Gep emotivity, da segnalere sulle slyde del tuo prossimo breefing !!!! Trigolo!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Monitor a 60 Hz
        Piccolo commento: forse nella mia risposta precendente sono stato un po pesante, ma dal tuo ultimo ragionamento (piu chiaro del precedente) si capisce la situazione che stai vivendo.Non svalorizzare il lavoro altriu, tutto qui.Come tu che devi adoperare materiale scarso degli anni 80... anche l'informatico di turno deve arrangiarsi con un materiale oramai superato da anni.Adesso vai oltre, vai a vedere i dirigenti di questi informatici, che non mettono budjets sufficenti per aggiornare regolarmente il tutto... ti prestano la ferrari, e poi ti danno le chiavi della 500 e le gomme della vespa e arrangiati con quello.... non sparare a zero. (l'ho fatto con te e ti ha dato fastidio).Solo se ti danno i mezzi puoi competere con la richiesta , è li il problema... alza il tiro!
  • alex.tg scrive:
    Gli spazi neri fra i pixels degli LCD...
    Uno dei fattori che mi danno personalmente piu` fastidio e` appunto la presenza di queste righe. Lo accennai una volta e c'era incredulita` sul fatto che riuscissi a vederle, lavorando normalmente col monitor. Invece le vedo, e formando una griglia fittissima di piccolissimi quadratini, ottengono un effetto "corri corri", specialmente sugli spazi bianchi e vasti, come quello di questo stesso form in cui scrivo adesso. Non so se avete mai visto quelle illusioni ottiche fatte di righe finissime che si ripetono in motivi regolari, magari ondulati: una cosa del genere.Non mi danno veri problemi, ma un gran fastidio. Se la superficie bianca che fa da sfondo a questi caratteri fosse una griglia "compatta" di pixels quadrati, senza visibili spazi fra gli stessi, credo che mi affaticherei molto meno.Mi chiedo: sono il solo a dare rilevanza a questo difetto degli LCD, o c'e` qualcun'altro che l'ha notato?ps.a quanto ho visto provando i vari modelli in esposizione nei negozi, questo difetto non sembra legato al prezzo del monitor. Su quelli di basso prezzo e` leggermente piu` marcato, ma anche quelli discretamente costosi non lo eliminano affatto.==================================Modificato dall'autore il 12/04/2006 1.16.19
    • AhJah scrive:
      Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC

      Mi chiedo: sono il solo a dare rilevanza a questo
      difetto degli LCD, o c'e` qualcun'altro che l'ha
      notato?mai notato.ma hai provato a smanettare con le frequenze di refresh? non cambia nulla?due monitor uguali hanno comportamento uguale? lascia perdere il prezzo, che spesso è solo questone di marchio.
      • alex.tg scrive:
        Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
        - Scritto da: AhJah


        Mi chiedo: sono il solo a dare rilevanza a
        questo

        difetto degli LCD, o c'e` qualcun'altro che l'ha

        notato?

        mai notato.Be', per vedere chiaramente gli spazi di cui parlo basta andare molto vicini allo schermo. Solo che si vedono anche da lontano, ma si mischiano in quella serie di linee.
        ma hai provato a smanettare con le frequenze di
        refresh? non cambia nulla?No, e non credo proprio sia legato alla frequenza di refresh, e` che fisicamente i pixels sono separati.
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
          - Scritto da: alex.tg

          ma hai provato a smanettare con le frequenze di

          refresh? non cambia nulla?

          No, e non credo proprio sia legato alla frequenza
          di refresh, e` che fisicamente i pixels sono
          separati.non t'ha chiesto cosa ne pensit'ha chiesto se hai mai provatodalla risposta che hai dato si direbbe: NO, non hai provatoma è tanto difficile fare una prova del genere ?hai bisogno si una guida passo-passo ?
          • alex.tg scrive:
            Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: alex.tg


            ma hai provato a smanettare con le frequenze
            di


            refresh? non cambia nulla?



            No, e non credo proprio sia legato alla
            frequenza

            di refresh, e` che fisicamente i pixels sono

            separati.

            non t'ha chiesto cosa ne pensi
            t'ha chiesto se hai mai provato
            dalla risposta che hai dato si direbbe: NO, non
            hai provato
            ma è tanto difficile fare una prova del genere ?
            hai bisogno si una guida passo-passo ?No, veramente, per curiosita` avevo provato.Ma sapevo gia` che non era quello... le suddivisioni sono fisiche, non una questione legata alla scansione da parte della scheda.Vuoi che faccia una fotografia in macro dello schermo come "prova"?ps.fatto: http://0x44.com/tmp/lcdscan.jpgora le vedi?==================================Modificato dall'autore il 12/04/2006 16.38.37
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
            ...sinceramenteper vedere sul mio Acer AL801 18" LCD ( avrà 3 anni, prezzo 490? ) devo attrezzarmi con lente di ingrandimento ( vista mia 10/10 ). Quindi mi viene da pensare che sia il monitor a essere scarso.Ho visto qualche giorno fa un LCD di un mio amico, tutto fiero, 19" LCD a 290?... marca: yashy o na cosa del genere. Beh! immagine completamente sgranata, sembra quasi che ci sia un pixel acceso e uno spento... veramente pessimo!!!!Prova a dare un occhio a qualche altro monitor, magari sony o philips...
          • alex.tg scrive:
            Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC

            per vedere sul mio Acer AL801 18" LCD ( avrà 3
            anni, prezzo 490€ ) devo attrezzarmi con lente di
            ingrandimento ( vista mia 10/10 ). Quindi mi
            viene da pensare che sia il monitor a essere
            scarso.Da lontano funziona, anche da un discreto angolo, altra foto: http://0x44.com/tmp/lcdscan2.jpgE` che l'effetto di quelle linee scure e` quasi subliminale, ma secondo me produce affaticamento, e non poco.
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
          - Scritto da: alex.tg
          - Scritto da: AhJah




          Mi chiedo: sono il solo a dare rilevanza a

          questo


          difetto degli LCD, o c'e` qualcun'altro che
          l'ha


          notato?



          mai notato.

          Be', per vedere chiaramente gli spazi di cui
          parlo basta andare molto vicini allo schermo.
          Solo che si vedono anche da lontano, ma si
          mischiano in quella serie di linee.


          ma hai provato a smanettare con le frequenze di

          refresh? non cambia nulla?

          No, e non credo proprio sia legato alla frequenza
          di refresh, e` che fisicamente i pixels sono
          separati.Se l' LCD è difettoso o fa proprio schifo, forse. Mai notato sugli LCD moderni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
        Ecco uno di quelli che non ha capito niente!Bravo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
        - Scritto da: AhJah

        mai notato.

        ma hai provato a smanettare con le frequenze di
        refresh? non cambia nulla?
        due monitor uguali hanno comportamento uguale?
        lascia perdere il prezzo, che spesso è solo
        questone di marchio.Purtroppo no, il prezzo non è legato spesso al marchio, bensì al tipo di pannello: il fatto che sia LCD non significa che siano tutti uguali.I pannelli dei monitor fino a 450 euro, di solito sono del tipo TN, di peggior qualità e cromaticità, ma più economico. Poi ci sono quelli di tipo s-PVA che sono ottimi e dànno buoni colori, ma sono lenti; gli MVA Premium che dà buona cromaticità, buona risposta e buona visuale laterale, ma non eccelle in nessuno delle tre caratteristiche, ma sono un buon compromesso, e infine gli s-ips (quelli più cari) che sono i migliori in assoluto, ma hanno lo svantaggio di consumare di più.Quello del post iniziale è sicuramente di tipo TN.
        • alex.tg scrive:
          Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC

          Quello del post iniziale è sicuramente di tipo TN.Probabile, e` un 19 pollici da 400 €.ehm... no aspetta, forse 17.Sai che non me lo ricordo mai?Si`, 17 pollici.Risoluzione nativa di 1280x1024, che e` quella che tengo sempre impostata.==================================Modificato dall'autore il 12/04/2006 18.44.46
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
        - Scritto da: AhJah
        mai notato.

        ma hai provato a smanettare con le frequenze di
        refresh? non cambia nulla?
        due monitor uguali hanno comportamento uguale?
        lascia perdere il prezzo, che spesso è solo
        questone di marchio.W dimenticavo: gli LCD non hanno frequenze di refresh come i CRT, dal momento che sono a scansione progressiva e non interlacciata in quanto non esiste un tubo catodico che "spara" gli ioni dall'alto in basso.
        • alex.tg scrive:
          Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC

          W dimenticavo: gli LCD non hanno frequenze di
          refresh come i CRT, dal momento che sono a
          scansione progressiva e non interlacciata in
          quanto non esiste un tubo catodico che "spara"
          gli ioni dall'alto in basso.heh, be', volevo farlo notare anch'io questo piiiiccolissimo dettaglio, l'inezia dell'assenza totale di un cannoncino che effettui la scansione, e quindi l'assoluta irrilevanza di qualsiasi aggiustamento. Ma sembrava di essere presuntuosi :)  
    • riddler scrive:
      Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
      Confermo, salvo che a me non da' nessun fastidio. Da una distanza di 50cm o meno noto tranquillamente che la griglia esiste, anche se di norma non ci faccio caso piu' di tanto. Si nota di piu' sui grigi che sul bianco pieno, o forse dipende dalla luminosita' e dal contrasto che ho impostato.
      • alex.tg scrive:
        Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
        Be', oddio, magari e` anche una questione di attenzione: se uno ci fa` attenzione (magari troppa, come me) lo nota di piu`.boh... quasi quasi domani vado a vedere se e` cambiato qualcosa, o se ne trovo uno dove si vede molto meno.ah, grazie per aver confermato che NON ho le traveggole :)  ==================================Modificato dall'autore il 12/04/2006 1.49.55
        • riddler scrive:
          Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
          Alla fine e' come le righine del trinitron, non le noti per una vita, quando scopri che ci sono rischi di vedere solo quelle manco fossero delle voragini...
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
            - Scritto da: riddler
            Alla fine e' come le righine del trinitron, non
            le noti per una vita, quando scopri che ci sono
            rischi di vedere solo quelle manco fossero delle
            voragini...sui trinitron guardando bene ci sono anche le griglie... non solo le 2 righe orrizzontali...sugli ultimi monitor CRT però le griglie sono più evidenti...comunque bisogna cercarle, in realtà si vede benissimo lo stesso...
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
          Se ti sembra che formino strani motivi tipo griglia a maglie ricurve, potrebbe essere effetto moiré: col mio vecchio CRT Nokia non l'ho mai avuto e se non sbaglio non aveva neanche regolazioni per contrastarlo, con l'attuale CRT (ho deciso di "passare questo turno", prima di prendere un LCD) Philips, con le regolazioni di fabbrica avevo parecchio Moiré, ho dovuto smanettare con due regolazioni apposite per eliminarlo.Il moiré dipende proprio dall'avere una griglia, può manifestarsi indipendentemente dalla tecnologia dello schermo, dipende dalla disposizione geometrica dei pixel.
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
          - Scritto da: alex.tg
          Be', oddio, magari e` anche una questione di
          attenzione: se uno ci fa` attenzione (magari
          troppa, come me) lo nota di piu`.

          boh... quasi quasi domani vado a vedere se e`
          cambiato qualcosa, o se ne trovo uno dove si vede
          molto meno.

          ah, grazie per aver confermato che NON ho le
          traveggole :)

          ==================================
          Modificato dall'autore il 12/04/2006 1.49.55Sicuro che non sia un problema della scheda video, magari ?
          • alex.tg scrive:
            Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
            - Scritto da: Anonimo
            Sicuro che non sia un problema della scheda
            video, magari ?Ho fatto un foto:http://0x44.com/tmp/lcdscan.jpgLe linee sono fisicamente staccate da trattini scuri, mentre i pixels (nell'ordine blu, verde e rosso) emettono su frequenze per cui sia l'occhio che la macchina fotografica (Nikon Coolpix CCD) sono piu` sensibili sulla banda del verde, e il rosso e il blu formano delle aree a piu` bassa luminosita` che separano le colonne.Nel complesso, quindi, e` davvero una griglia.Fra parentesi, nel piccolo display su cui seguivo il "preview" mentre mettevo a fuoco la macchina fotografica, a seconda dell'errore di messa a fuoco avevo lo stesso identico effetto "corri corri" (dovuto effettivamente al Moire) che ho quando ci faccio caso con gli occhi.Se mi avvicino a 6-7 centimetri dallo schermo vedo a occhio nudo esattamente quel che si vede in quella foto. Boh... sara` che ho degli occhi "ad alta risoluzione", ma a me da` un leggero fastidio quando leggo un testo sullo schermo.Aggiungo che sui CRT non succede, probabilmente perche` i singoli "fosfori" non sono cosi` nettamente separati e la loro luminosita` "deborda" fino a coprire le linee di separazione. D'altronde a me piacciono di piu` gli LCD principalmente perche` sono meno ingombranti.
    • ufo1 scrive:
      Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
      La prima cosa che notai sul mio nuovo Benq 19" 8ms.Tanto è vero che pensai di aver fatto un acquisto sbagliato.Un fastidio di non poco conto paraganato al vecchio CRT 19 " del quale non mi lamentavo per nulla.Poi dopo aver settato ben bene la frequenza, calibrato il monitor, e sopratutto aggiornato i driver della scheda video, ora il problema è rientrato.Certo l'effetto moire è sempre presente, ma ho notato che questo viene evidenziato dalle immagini a poca risoluzione.Il monitor attuale infatti, non perdona nessuna imperfezione sull'immagine e quella che sembrava un'immagine passabile sul CRT, diventa improponobile con questo LCD.Adesso ci ho fatto l'abitudine e mi sento abbastanza soddisfatto.(può darsi che nel frattempo sia diventato mezzo 'cecato... :) )==================================Modificato dall'autore il 12/04/2006 4.35.58==================================Modificato dall'autore il 12/04/2006 4.36.37==================================Modificato dall'autore il 12/04/2006 4.36.59
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
        - Scritto da: ufo1
        (può darsi che nel frattempo sia diventato mezzo
        'cecato... :) )è probabile che sia quello
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC

        Il monitor attuale infatti, non perdona nessuna
        imperfezione sull'immagine e quella che sembrava
        un'immagine passabile sul CRT, diventa
        improponobile con questo LCD.io ho notato che spesso l'LCD è talmente luminoso che poi la roba che si produce è come quella di chi usa il catodico con la luminosità a palla di default
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
          - Scritto da: Anonimo


          Il monitor attuale infatti, non perdona nessuna

          imperfezione sull'immagine e quella che sembrava

          un'immagine passabile sul CRT, diventa

          improponobile con questo LCD.

          io ho notato che spesso l'LCD è talmente luminoso
          che poi la roba che si produce è come quella di
          chi usa il catodico con la luminosità a palla di
          defaultLa luminosità si può, anzi si deve ridurre, per il lavoro normale: il mio samsung ha 4 impostazioni predefinite a seconda dell'uso ed io a meno che non debba giocare la tengo sempre molto bassa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
            anch'io la tengo sempre bassa, tranne quando c'è assai luminosità nella stanza per cui devo per forza di cose regolare il contrasto del monitor.Non mi ha mai dato fastidio la griglia, sul mio acer LCD si nota solo su immagini bianche o grigie, ma ormai in quasi tutte le applicazioni uso solo testo chiaro su sfondo nero, per cui si nota raramente.Consiglio inoltre di regolare il colore delle finestre, ho notato che colori chiari di solito causano bruciore agli occhi, oltre a fare notare quelle griglie di cui parlavo prima...
    • pippo75 scrive:
      Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC

      Mi chiedo: sono il solo a dare rilevanza a questo
      difetto degli LCD, o c'e` qualcun'altro che l'ha
      notato?se vado vicino al monitore riesco a vedere la girglia, a distanza normale invece no.Il bello di essere miope:-)ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
      ?? Che schifo di LCD usi ?- Scritto da: alex.tg
      Uno dei fattori che mi danno personalmente piu`
      fastidio e` appunto la presenza di queste righe.
      Lo accennai una volta e c'era incredulita` sul
      fatto che riuscissi a vederle, lavorando
      normalmente col monitor.

      Invece le vedo, e formando una griglia fittissima
      di piccolissimi quadratini, ottengono un effetto
      "corri corri", specialmente sugli spazi bianchi e
      vasti, come quello di questo stesso form in cui
      scrivo adesso. Non so se avete mai visto quelle
      illusioni ottiche fatte di righe finissime che si
      ripetono in motivi regolari, magari ondulati: una
      cosa del genere.

      Non mi danno veri problemi, ma un gran fastidio.
      Se la superficie bianca che fa da sfondo a questi
      caratteri fosse una griglia "compatta" di pixels
      quadrati, senza visibili spazi fra gli stessi,
      credo che mi affaticherei molto meno.

      Mi chiedo: sono il solo a dare rilevanza a questo
      difetto degli LCD, o c'e` qualcun'altro che l'ha
      notato?

      ps.
      a quanto ho visto provando i vari modelli in
      esposizione nei negozi, questo difetto non sembra
      legato al prezzo del monitor. Su quelli di basso
      prezzo e` leggermente piu` marcato, ma anche
      quelli discretamente costosi non lo eliminano
      affatto.

      ==================================
      Modificato dall'autore il 12/04/2006 1.16.19
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
      Guarda che gli schermi LCD hanno distanze fra i pixel da 0.25micron a 0.40micron ... NON LI VEDI AD OCCHIO NUDO ! Punto.- Scritto da: alex.tg
      Uno dei fattori che mi danno personalmente piu`
      fastidio e` appunto la presenza di queste righe.
      Lo accennai una volta e c'era incredulita` sul
      fatto che riuscissi a vederle, lavorando
      normalmente col monitor.

      Invece le vedo, e formando una griglia fittissima
      di piccolissimi quadratini, ottengono un effetto
      "corri corri", specialmente sugli spazi bianchi e
      vasti, come quello di questo stesso form in cui
      scrivo adesso. Non so se avete mai visto quelle
      illusioni ottiche fatte di righe finissime che si
      ripetono in motivi regolari, magari ondulati: una
      cosa del genere.

      Non mi danno veri problemi, ma un gran fastidio.
      Se la superficie bianca che fa da sfondo a questi
      caratteri fosse una griglia "compatta" di pixels
      quadrati, senza visibili spazi fra gli stessi,
      credo che mi affaticherei molto meno.

      Mi chiedo: sono il solo a dare rilevanza a questo
      difetto degli LCD, o c'e` qualcun'altro che l'ha
      notato?

      ps.
      a quanto ho visto provando i vari modelli in
      esposizione nei negozi, questo difetto non sembra
      legato al prezzo del monitor. Su quelli di basso
      prezzo e` leggermente piu` marcato, ma anche
      quelli discretamente costosi non lo eliminano
      affatto.

      ==================================
      Modificato dall'autore il 12/04/2006 1.16.19
      • alex.tg scrive:
        Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC

        Guarda che gli schermi LCD hanno distanze fra i
        pixel da 0.25micron a 0.40micron ... NON LI VEDI
        AD OCCHIO NUDO ! Punto.mmh... direi che le linee di separazione fra una riga di scansione e l'altra sono una decina di volte piu` piccole della dimensione di un pixel. Se un pixel e` 0,25 millimetri, allora quelle dovrebbero essere 25 micron, e non 0.25 micron. Vedi foto: http://0x44.com/tmp/lcdscan.jpgEffettivamente vedere un dettaglio di 25 micron suona strano, ma probabilmente aiuta il fatto che sono righe scure in un campo di pixels molto chiari (bianchi), altrimenti infatti non le vedo (solo sui colori chiari, ecco).Ho provato a variare la gamma su tutte le componenti, le curve di luminosita`, a cambiare frequenza di refresh (sembra assolutamente ininfluente, per 60 o 120 Hz che siano), ma niente. E poi non ho provato solo a casa mia col mio monitor: quando andai a comprarlo alla CDC, dato che sono cliente affezionato, mi permisero di smanettare un po' coi monitor in esposizione (una VENTINA, di varie marche e fasce di prezzo). Si vedevano su tutti, dove piu` dove meno.E poi non voglio mica prendere in giro qualcuno dicendo una bugia... che motivo avrei?==================================Modificato dall'autore il 12/04/2006 17.07.18
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC
      http://www.ahinc.com/video.htmHow it Works An LCD panel consists of five layers. 1. White backlight that provides the illumination. 2. Polarizing filter that ensures the light waves from the backlight are aligned in one direction. 3. Very small pattern of red, green and blue colors forming one pixel. This layer works as a filter, only allowing light through one of the three colors. The amount of fire power issued controls the ?twist?, affecting the amount of light. 4. Actual Liquid Crystal cells. Behind the cells is a grid of wires that can be addressed by x, y coordinates. Your video display controller issues a command to fire at the approriate coordinates. 5. Another polarizing filter that is perpendicular to layer two. To simplify, polarized light gets colorized and may or may not emerge from the last polarizing layer depending on the ?twist?. One of the problems with LCD displays is that when viewed from a side angle, the color intensity drops. Different technology is used in creating the pattern alignment to improve viewing from the side. The side angle view quality is one of the things that makes a difference in comparing different models.Response Time This is the amount of time required for panel pixels to turn from completely white to black and back again. This time is measured in milliseconds (ms). Larger values for response time represent a slower response. A minimum response time should be at least 25ms and 17ms is recommended. If you have a digital video card, you can use LCDs with a 16ms response time. Most users only have an analog video card.Panel Quality Many manufacturers use a third party firm to provide the panels. Panels are rated as A, B or C grades. Even within a given manufacturer, different models will use different grade panels. There are no specs that provide information as to the panel grade. B and C grade panels are used by mass merchant sites who want to move a volume at the lowest price. Failures The biggest failure with LCDs is the backlight. Backlights are not cheap to replace. The better models come with a three year warranty. LCD comparison to CRTFeatureLCDCRTResolution Fixed pixel format will support resolutions lower or higher than native resolution Fixed resolution is only optimal at published resolution.Refresh Rates Virtually flicker-free Only flicker-free if the refresh rate is 75Hz or higher.Color True color temperatures can be simulated True color must be calibratedPicture Formation Individually formed pixels provide excellent focus, clarity and sharpness. Pictures appear smoother. Because pixels are formed by grouping multiple dots or stripes, pictures are not as sharp.Viewing Angle Limited to 160 degrees. Excellent viewing angle.Power Use 70% less energy. No emissions. Emissions and electro-magnetic interferences are always present.Display Interface Digital, but most come with an analog interface for plug-n-play compatability. Only remaining analog device among digital computers.Brightness and Contrast Brightness levels are measured in nits. Active matrix LCD monitors range from 150 to 280 nits. CRT monitors have a maximum brightness of only 150 nits.Pixel (Dot) Pitch Not to be confused with pixie dust, pixel pitch is the distance between dots of the same color. Each pixel is made up of three color dots: red green and blue. The distance between each red dot is the pixel pitch or sometimes referred to as the dot pitch. This distant is measured in fractions of a millimeter and is expressed as .28mm. This distant is the main factor in the apparent quality of the monitor. It would at first seem reasonable that the smaller the distant between each dot, the better the image quality. The problem is as the pitch gets smaller, the electron beam that shoots the dots has a more difficult time hitting the target. This results in an image with less intensity. So there is a trade off between sharpness and intensity.
      • alex.tg scrive:
        Re: Gli spazi neri fra i pixels degli LC

        4. Actual Liquid Crystal cells. Behind the
        cells is a grid of wires that can be addressed by
        x, y coordinates. Your video display controller
        issues a command to fire at the approriate
        coordinates.E` possibile che il problema sia questo: da qualche parte le sezioni che conducono elettricita` (che descrive come una griglia di cavi) le devono pur mettere. Probabilmente i "backbones" sono disposti orizzontalmente, formando quei minuscoli (ma visibili) tratti di separazione allineati orizzontalmente.I filtri polarizzatori credo siano semplici strati uniformi, non avrebbero motivo di avere spazi vuoti, quindi penso che non c'entrino.
        The side angle view quality is one
        of the things that makes a difference in
        comparing different models.Questo e` di qualita` discreta, si vede bene anche da un 60-70 gradi "fuori centro".
        Response TimeNon e` un problema, ma penso che il refresh rate della scheda conti poco, e il tempo di transizione mostrato da questo monitor mi sta benissimo cosi`. In effetti oggetti che si muovono a un altissimo frame rate (100-200 fps e piu` in certi miei programmi) possono dare delle scie, ma non m'interessa proprio.
        Pixel (Dot) Pitch

        Not to be confused with pixie dust, pixel
        pitch is the distance between dots of the same
        color. Each pixel is made up of three color dots:
        red green and blue. The distance between each red
        dot is the pixel pitch or sometimes referred to
        as the dot pitch. This distant is measured in
        fractions of a millimeter and is expressed as
        .28mm. This distant is the main factor in the
        apparent quality of the monitor.Ma e` la dimensione di un pixel, non la separazione verticale dei pixels. La separazione verticale e` (sperimentalmente, basandosi sulla foto) di circa 25 micron. La separazione orizzontale non saprei, potrebbe essere anche assente o molto piu` piccola, ma secondo me dovrebbero compensare la scarsa sensibilita` dell'occhio sulle bande del rosso e del blu: mi sa che quello che da` l'effetto di separazioni orizzontali sia proprio quello.
  • Anonimo scrive:
    ... ma per piacere ...
    Cito: "Bisogna assolutamente evitare i venditori di saponette quando si parla di salute", polemizza, "perché ognuno è interessato a vendere il proprio prodotto: l'ottico vorrà vendere occhiali buoni, l'ingegnere vorrà vendere un monitor buono e via dicendo"Bravo !Peccato che poi, proprio lui, ci vuole rifilare un libro di "soli 60 euro".Entrando a far parte così dei "Venditori di Saponette!!"
    • Anonimo scrive:
      Re: ... ma per piacere ...
      - Scritto da: Anonimo
      Peccato che poi, proprio lui, ci vuole rifilare
      un libro di "soli 60 euro".
      Entrando a far parte così dei "Venditori di
      Saponette!!"Scusa, ma dove sta scritto che il libro sia suo? Non mi pare sia un gran vantaggio consigliare un libro di un altro autore
  • Anonimo scrive:
    Occhiali
    Io ho 46 anni, e uso il pc da quando c'era il mitico Commodore 64.Già allora mi divertivo a fare programmini.Da allora (1984) ad oggi, non ho mai smesso, ed ora pero' sono costretto a portare occhiali sia per la lontananza che quelli da lettura, quindi l'articolo che sto scrivendo, lo scrivo con gli occhialini:)Ci sono dei giorni che non appena metto gli occhiali, gli occhi iniziano a bruciarmi e a lacrimare, costringendomi a bagnarli con acqua molto fredda.L'oculista mi ha detto che probabilmente mi manca la lacrima, e mi ha dato delle goccee, ma anche se le metto, è come non le mettessi.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Occhiali
      Non speculare sulla qualita' del monitor !E non ti fidare di quelli a basso costo.Un monitor buono deve costare!
    • Anonimo scrive:
      Re: Occhiali
      - Scritto da: Anonimo
      Già allora mi divertivo a fare programmini.
      Da allora (1984) ad oggi, non ho mai smesso, ed
      ora pero' sono costretto a portare occhiali sia
      per la lontananza che quelli da lettura, quindi
      l'articolo che sto scrivendo, lo scrivo con gli
      occhialini:)gli occhialini dovrebbero essere puramente per lettura; non dovrebbero andare bene per operare al pc; almeno cos' m'ha detto l'oculista
    • Anonimo scrive:
      Re: Occhiali
      A tutti quelli che portano gli occhiali io consiglio dileggersi un librettino scritto nel 1920 da un medico oculista newyorkese che tra l'altro e' stato tradotto da poco in italiano:http://www.sistemabates.it/io e' da quasi un anno che seguo i suoi consigli e da 6,5 gradi di miopia + 1,5 di astigmatismo adesso riesco a vedere quasi bene con lenti per 2 gradi di miopia, per non parlare poi dell' "oppressione" che gli occhiali di insinuano nell'occhio e nel pensierotizio
      • Anonimo scrive:
        Re: Occhiali
        - Scritto da: Anonimo
        A tutti quelli che portano gli occhiali io
        consiglio di
        leggersi un librettino scritto nel 1920 da un
        medico oculista newyorkese che tra l'altro e'
        stato tradotto da poco in italiano:
        http://www.sistemabates.it/A tutti quelli che andranno a leggere il sito.. ricordate che NON dovete guardare il sole direttamente MAI anche se lo trovate scritto nei suoi libri.
        • Anonimo scrive:
          Re: Occhiali
          perche' no ?te lo hai fatto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Occhiali
            Scusa è... ma queste testimonianze sono ai livelli di quelle che si ascoltano in tv sui servizi di cartomanziahttp://www.sistemabates.it/MH/testimonianze_3.htmguardare il sole nell'occhio??? E la luna dove la guardi??? :D - Scritto da: Anonimo
            perche' no ?
            te lo hai fatto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Occhiali
            hai ragione, sembrano cialtroni...pero' se uno prova ed ha costanza di attenersi al metodo per un po' di tempo se ne accorge se la vista migliora o no
          • DonChuck scrive:
            Re: Occhiali
            Comunque,per chi fosse interessato e senza correre il rischio di buttare i soldi può leggere il libro quihttp://www.iblindness.org/books/bates/c'è anche il pdf in downloadPensate, è gratuito e da noi lo fanno pagare 37 euro :D - Scritto da: Anonimo
            hai ragione, sembrano cialtroni...
            pero' se uno prova ed ha costanza di attenersi al
            metodo per un po' di tempo se ne accorge se la
            vista migliora o no
          • Anonimo scrive:
            Re: Occhiali
            - Scritto da: DonChuck
            http://www.iblindness.org/books/bates/

            c'è anche il pdf in download

            Pensate, è gratuito e da noi lo fanno pagare 37
            euro

            :D Grandissimo !!! Grazie mille per il link !!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Occhiali
            - Scritto da: Anonimo
            perche' no ?
            te lo hai fatto?chi ha parlato?(troll3)
      • Anonimo scrive:
        Sistema Bates
        Dal sito www.sistemabates.itESCLUSIONE DELLA RESPONSABILITÀ Le informazioni ivi raccolte (....) debbono intendersi a mero fine esemplificativo e non possono avere alcuna valenza scientifica, né in relazione ai risultati ottenibili, né in relazione alle patologie curate. :s - Scritto da: Anonimo
        A tutti quelli che portano gli occhiali io
        consiglio di
        leggersi un librettino scritto nel 1920 da un
        medico oculista newyorkese che tra l'altro e'
        stato tradotto da poco in italiano:
        http://www.sistemabates.it/

        io e' da quasi un anno che seguo i suoi consigli
        e da 6,5 gradi di miopia + 1,5 di astigmatismo
        adesso riesco a vedere quasi bene con lenti per 2
        gradi di miopia, per non parlare poi dell'
        "oppressione" che gli occhiali di insinuano
        nell'occhio e nel pensiero

        tizio
      • KerNivore scrive:
        Re: Occhiali
        - Scritto da: Anonimo
        A tutti quelli che portano gli occhiali io
        consiglio di
        leggersi un librettino scritto nel 1920 da un
        medico oculista newyorkese che tra l'altro e'
        stato tradotto da poco in italiano:
        http://www.sistemabates.it/

        io e' da quasi un anno che seguo i suoi consigli
        e da 6,5 gradi di miopia + 1,5 di astigmatismo
        adesso riesco a vedere quasi bene con lenti per 2
        gradi di miopia, per non parlare poi dell'
        "oppressione" che gli occhiali di insinuano
        nell'occhio e nel pensiero

        tizioAnche io sto usando qualche consiglio del metodo Bates da qualche tempo e, anche se non mi impegno troppo seriamente, anche io ho ottenuto qualche miglioramento.Sto quasi riacquistando i 10/10 pur passando tutto il giorno davanti allo schermo e tutta la sera davanti ai libri...(i miei occhi non sono affatto contenti di questa vita ! e nemmeno io :-P )
    • Anonimo scrive:
      Re: Occhiali
      Ragazzi attenti a questo sinto sistema bates... la settimana scorsa su rai 3 ad una trasmissione, mi sembra 'mi manda rai 3', si parlava proprio di questo in termini di truffa come cura miracolosa per le patologie visive..
      • Anonimo scrive:
        Re: Occhiali
        State attenti a non fare confusione!Nella trasmissione di RAI 3 i venditori degli occhiali a foro stenopeico parlavano di utilizzare tali occhiali per guarire da miopia o prebiopia.In reltà tali "occhiali", per un effetto semplice fisico, consentono di non utilizzare gli occhiali, ma non permettono una guarigione e non c'entrano nulla con il metodo Bates.Il sito in questione infatti non ne parla e qualora ne parlasse ritengo che ne parlerebbe nei termini di un ausilio che, permettendo, ad esempio, di leggere senza occhiali, facilita l'eliminazione degli occhiali stessi, presupposto fondamentale del metodo Bates.Il metodo Bates non è ginnastica per gli occhi, ma per la mente. E' fondamentale leggere il libro originale del 1920 (inglese o traduzione in italiano) e non le edizioni o le interpretazioni successive. E soprattutto stare alla larga dai fantomatici "istruttori del metodo Bates" che tutto sono meno che conoscitori del metodo.Dal sito Vi consiglio di andare a leggere l'articolo specifico sul corretto uso del videoterminale.http://www.sistemabates.it/MH/lavoro_video.htm A proposito: ho 45 anni e da quando avevo 14 anni portavo occhiali (circa 3 gradi di miopia e 1 di astigmatismo). Ora sono 3 anni che non porto più occhiali ed ho recuperato la mia vista normale con l'applicazione del metodo Bates.
        • Anonimo scrive:
          Re: Occhiali
          Volevo precisare che secondo me i due unici siti che parlano correttamente del metodo Bates sono :www.sistemabates.it ewww.metodobates.altervista.orgTutti gli altri sono "deviazioni" poco affidabili del metodo originale.Ultima e delicata questione è il "guardare il sole".E' una pratica, tra le più importanti, prevista dal metodo Bates, ma alla quale ci si deve avvicinare molto gradualmente e con cautela, pena dolori e anche danni che, pur essendo sempre temporanei (ma che possono durare anche diverse settimane) sono sempre molto fastidiosi.Lo stesso dr.Bates consigliava di procedere per gradi e molto lentamente, e inizialmente con gli occhi chiusi.A chi fa terrorismo vietando di guardare il sole faccio presente che:- in generale, che il sole è la nostra fonte di vita e molte delle malattie dei nostri giorni scomparirebbero se solo la gente stesse pià al sole invece di rintanarsi sempre in casa o dietro schermi di creme, cappelli e occhiali da sole, - in particolare, che io, a distanza di tre anni da quando ho cominciato a praticare il metodo Bates, ora non uso occhiali da vista né da sole e quando il sole c'è, lo guardo più di 30 minuti di seguito con benefici sul fisico e sullo spirito.
          • alex.tg scrive:
            Re: Occhiali
            Eh?Guardi il Sole direttamente e senza filtri per piu` di 30 minuti?
          • Anonimo scrive:
            Re: Occhiali
            Ti ripeto e lo ripeterò sempre: sono arrivato con molta gradualità a questi tempi e con le modalità indicate dal metodo Bates.La pratica del "sun gazing", di rimirare il sole, è comunqe antica e non certo inventata dal metodo Bates ( http://www.sunlight.as.ro/history_of_sun_gazing.htm ).E agli inizi del 1900, prima che scoprissero gli antibiotici, la elioterapia e la fototerapia erano metodi di cura In ogni caso se non si sa come fare, è meglio lasciar perdere e guardare il sole ad occhi chiusi, l'effetto è altrettanto buono.Ricordiamoci in ogni caso che il sole, con tutte le sue frequenze, UVA e UVB compresi (pensa agli acquari e rettilari dove, se non ci sono speciali lampade che emettono una sufficiente quantità di raggi UVA o UVB, i pesci o rettili si ammalano e muoiono. Perchè dovrebbe essere diverso per gli uomini? Io personalmente ho installato nel mio ufficio delle lampade ad ampio spettro, cioè con uno spettro di emissione simile a quello del sole, della Biosystem srl, le trovi anche nel sito www.sistemabates.it oppure al sito www.biosystemitalia.it, con effetti visivi ed sull'umore significativi) è fondamentale per la vita e nascondersi dietro un paio di occhiali scuri porta solo dipendenza, fotofobia e peggioramenti non solo per gli occhi, ma anche per la salute (leggi a questo proposito, se vuoi, "La Luce che Cura" di Fabio Marchesi (http://www.fabiomarchesi.com/librolucefronteretro.html).Tornando però al presente thread, invito tutti a leggere l'articolo http://www.sistemabates.it/MH/lavoro_video.htm sul corretto comportamente davanti al video che da degli ottimi consigli a chi lavora al videoterminale. (personalmente quei principi li ho introdotti, con discreti risultati, anche in alcune aziende mie clienti, a titolo di informazione e formazione dei lavoratori)
  • Anonimo scrive:
    Usate gli lcd
    Che si possono regolare meglio, danno molti meno sfarfallii e riflessi e giocando con contrasto e luminosita' fanno molto meno male. La cosa fondamentale pero' e' fare delle pause.
    • Anonimo scrive:
      Re: Usate gli lcd
      - Scritto da: Anonimo
      Che si possono regolare meglio, danno molti meno
      sfarfallii e riflessi e giocando con contrasto e
      luminosita' fanno molto meno male. La cosa
      fondamentale pero' e' fare delle pause.Veramente non mi risulta che sia meglio. Link?
    • Anonimo scrive:
      Re: Usate gli lcd
      a me gli LCD fanno venire il mal di testa :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Usate gli lcd

        a me gli LCD fanno venire il mal di testa :(anche a me
        • Anonimo scrive:
          Re: Usate gli lcd
          - Scritto da: Anonimo

          a me gli LCD fanno venire il mal di testa :(
          anche a meComprate LCD di qualità, non giocattoli da 300 euro. I monitor buoni sia per la vista che per il lavoro sono quelli da 500 euro in sù.Quello che ho io è un monitor da 20" pagato 819 euro, contro per esempio a quello di un mio vicino, da 19" agato 299. Be', il mio non solo si vede meglio, ma la vista comincia a stancarsi dopo una giornata intera passata davnti al monitor, mentre con il suo bastano 45 minuti.La salute non ha prezzo, cari.
          • Anonimo scrive:
            Re: Usate gli lcd
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            a me gli LCD fanno venire il mal di testa :(

            anche a me

            Comprate LCD di qualità, non giocattoli da 300
            euro. I monitor buoni sia per la vista che per il
            lavoro sono quelli da 500 euro in sù.

            Quello che ho io è un monitor da 20" pagato 819
            euro, contro per esempio a quello di un mio
            vicino, da 19" agato 299. Be', il mio non solo si
            vede meglio, ma la vista comincia a stancarsi
            dopo una giornata intera passata davnti al
            monitor, mentre con il suo bastano 45 minuti.

            La salute non ha prezzo, cari.che fai di mestiere, vendi LCD ? :Dio ho un ottimo CRT, che non mi da' nessun problemae costa meno del tuo LCD
          • Anonimo scrive:
            Re: Usate gli lcd
            - Scritto da: Anonimo


            io ho un ottimo CRT, che non mi da' nessun
            problema
            e costa meno del tuo LCDGuarda che anch'io ho un ottimo CRT (Nec professionale), acquistato lo stesso mese del LCD, e neanche a me dà fastidio, ma il CRT ha già perso qualità nel colore, quello LCD (Apple) è ancora perfetto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Usate gli lcd
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            io ho un ottimo CRT, che non mi da' nessun

            problema

            e costa meno del tuo LCD

            Guarda che anch'io ho un ottimo CRT (Nec
            professionale), acquistato lo stesso mese del
            LCD, e neanche a me dà fastidio, ma il CRT ha già
            perso qualità nel colore, quello LCD (Apple) è
            ancora perfetto.Ho scritto Apple tra parentesi ed è apparso un gif animato; non era la mia intenzione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Usate gli lcd
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            a me gli LCD fanno venire il mal di testa :(

            anche a me

            Comprate LCD di qualità, non giocattoli da 300
            euro. I monitor buoni sia per la vista che per il
            lavoro sono quelli da 500 euro in sù.

            Quello che ho io è un monitor da 20" pagato 819
            euro, contro per esempio a quello di un mio
            vicino, da 19" agato 299. Be', il mio non solo si
            vede meglio, ma la vista comincia a stancarsi
            dopo una giornata intera passata davnti al
            monitor, mentre con il suo bastano 45 minuti.

            La salute non ha prezzo, cari.Il problema è che un buon LCD costa 1000 euro. Il doppio di un ottimo CRT.Negli LCD luminosità e contrasto poi non mi risulta rimangano inalterati dopo soli 2 anni.Cioè, se avessi soldi d buttare comprerei un LCD quasi paragonabile ad un CRT professionale, spendendo sui 1500 euro stando bassi. Però se avete tutti sti soldi da buttare allora sarà bene aumentare le tasse :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Usate gli lcd
            - Scritto da: Anonimo

            Il problema è che un buon LCD costa 1000 euro. Il
            doppio di un ottimo CRT.
            Negli LCD luminosità e contrasto poi non mi
            risulta rimangano inalterati dopo soli 2 anni.

            Cioè, se avessi soldi d buttare comprerei un LCD
            quasi paragonabile ad un CRT professionale,
            spendendo sui 1500 euro stando bassi. Però se
            avete tutti sti soldi da buttare allora sarà bene
            aumentare le tasse :DTi dirò: il monitor LCD che ho è di Apple, e sia la luminosità che il contrasto sono inalterati, e sono tre anni che lo uso.Tutto dipende da che marca e prodotto si acquisti; nel mio caso, penso di aver comprato un ottimo monitor, senza aver dovuto spendere "un occhio" (se mi passi il modo di dire) per altri ben più cari, come i Barco, o per altri dello stesso prezzo ma a qualità leggermente inferiore, come i Lacie e gli Eizo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Usate gli lcd
          Assurdo, anche a me. Ho da poco un notebook, con schermo lcd, prima ero abituato ad un vecchio crt 17" e mai avuto problemi. Ultimamente avverto un pò di mal di testa, a questo punto non credo sia più un caso. Come si può spiegare questa cosa? Io sapevo che gli LCD erano meno dannosi dei crt. Se qualcuno ha qualche link o informazione da aggiungere mi farebbe piacere.Grazie.
          • Anonimo scrive:
            Re: Usate gli lcd
            - Scritto da: Anonimo
            Assurdo, anche a me. Ho da poco un notebook, con
            schermo lcd, prima ero abituato ad un vecchio crt
            17" e mai avuto problemi. Ultimamente avverto un
            pò di mal di testa, a questo punto non credo sia
            più un caso. Come si può spiegare questa cosa? Io
            sapevo che gli LCD erano meno dannosi dei crt. Se
            qualcuno ha qualche link o informazione da
            aggiungere mi farebbe piacere.

            Grazie.dovrebbe essere la luce neon che illumina da dietro l'LCD
          • Anonimo scrive:
            Re: Usate gli lcd
            Leggendo il post poco sopra è stata la prima cosa che mi è venuta in mente. Pur avendo visto pochi notebook all'opera, non ne ricordo uno che avesse una visione davvero soddisfacente. Pochi gradi utili per vedere dei colori decenti, mentre spostandosi dal campo visivo ideale si ha subito a che fare con colori che virano verso tonalità sballate.
          • Anonimo scrive:
            Re: Usate gli lcd
            Di base un LCD emette solo luce, mentre un CRT emette tutte le schifezze che vengono sparate dal tubo catodico; quindi, sempre di base, un CRT è sempre e comunque nocivo mentre un LCD no.Detto ciò è chiaro che un LCD scrauso può comunque disturbare la vista con sfarfallii o altre cose non legate all'emissione di radiazioni nocive.In finale la soluzione migliore è un LCD di qualità elevata.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Usate gli lcd
            Mi sembri un non fumatore... schifezze del CRT... mah la tele ha oltre i 50 anni e nessuno è morto per schermo passivo... le fobie di oggi fanno corre tanti...
          • DonChuck scrive:
            Re: Usate gli lcd
            La tele non la guardo da 50cm...- Scritto da: Anonimo
            Mi sembri un non fumatore... schifezze del CRT...
            mah la tele ha oltre i 50 anni e nessuno è morto
            per schermo passivo... le fobie di oggi fanno
            corre tanti...
          • Anonimo scrive:
            Re: Usate gli lcd
            Bravo un crt però si e non è una tele... comunque non guardare la virgola del problema, ma guarda nell'insieme dove è collocato il problema reale... (fobie e mercato... uno creato per l'altro)
          • DonChuck scrive:
            Re: Usate gli lcd
            Il problema reale è il fatto che le persone vogliono spendere poco... e poco gli viene dato.Io non ho mai comprato un monitor economico, mentre ad esempio ho comprato tastiere, schede audio economici.... Poi c'è da dire che anche il migliore dei monitor non vale il prezzo che costa, oramai l'lcd è una tecnologia matura, anzi già pensano di sostituirla e costa ancora uno sproposito. - Scritto da: Anonimo
            Bravo un crt però si e non è una tele... comunque
            non guardare la virgola del problema, ma guarda
            nell'insieme dove è collocato il problema
            reale... (fobie e mercato... uno creato per
            l'altro)
          • Anonimo scrive:
            Re: Usate gli lcd
            Il problema sta' tutto nel refresh o frequenza verticale il quale genera uno sfarfallio che puoi vedere attraverso una fotocamera digitale che inquadri il monitor, lcd non puo' superare i 75 hz mentre i crt supportano frequenze ben superiori che è sempre bene impostare
          • Anonimo scrive:
            Re: Usate gli lcd
            - Scritto da: Anonimo
            Il problema sta' tutto nel refresh o frequenza
            verticale il quale genera uno sfarfallio che puoi
            vedere attraverso una fotocamera digitale che
            inquadri il monitor, lcd non puo' superare i 75
            hz mentre i crt supportano frequenze ben
            superiori che è sempre bene impostareSbagliato. Il refresh su un LCD non conta più di tanto.Lo schermo è a costruzione sempre progressiva. Non c'è il tubo catodico con scansione dall'alto in basso. I calcoli validi per CRT sugli effetti della scansione verticale ed orizzontale praticamente non sono applicabili agli LCD.
          • Anonimo scrive:
            Re: Usate gli lcd
            - Scritto da: Anonimo

            Sbagliato. Il refresh su un LCD non conta più di
            tanto.
            Lo schermo è a costruzione sempre progressiva.
            Non c'è il tubo catodico con scansione dall'alto
            in basso.
            I calcoli validi per CRT sugli effetti della
            scansione verticale ed orizzontale praticamente
            non sono applicabili agli LCD.Verissimo.
          • AnyFile scrive:
            Re: Usate gli lcd
            - Scritto da: Anonimo
            Assurdo, anche a me. Ho da poco un notebook, con
            schermo lcd, prima ero abituato ad un vecchio crt
            17" e mai avuto problemi. Ultimamente avverto un
            pò di mal di testa, a questo punto non credo sia
            più un caso. Come si può spiegare questa cosa? Io
            sapevo che gli LCD erano meno dannosi dei crt. Se
            qualcuno ha qualche link o informazione da
            aggiungere mi farebbe piacere.Parlo per ipotesi: oltre alla differnza tra crt ed lcd in questo caso vi e' anche la differenza tra desktop e portatile. In un portatile sei costretto ad avere il monitor piu' vicino agli occhi, tendi ad usarlo di piu' ed altre differenze.
          • Anonimo scrive:
            Re: Usate gli lcd
            - Scritto da: Anonimo
            Assurdo, anche a me. Ho da poco un notebook, con
            schermo lcd, prima ero abituato ad un vecchio crt
            17" e mai avuto problemi. Ultimamente avverto un
            pò di mal di testa, a questo punto non credo sia
            più un caso. Come si può spiegare questa cosa? Io
            sapevo che gli LCD erano meno dannosi dei crt. Se
            qualcuno ha qualche link o informazione da
            aggiungere mi farebbe piacere.

            Grazie.Hai provato a diminuire il contrasto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Usate gli lcd
            - Scritto da: Anonimo
            Assurdo, anche a me. Ho da poco un notebook, con
            schermo lcd, prima ero abituato ad un vecchio crt
            17" e mai avuto problemi. Ultimamente avverto un
            pò di mal di testa, a questo punto non credo sia
            più un caso. Come si può spiegare questa cosa? Io
            sapevo che gli LCD erano meno dannosi dei crt. Se
            qualcuno ha qualche link o informazione da
            aggiungere mi farebbe piacere.

            Grazie.Se il tuo portatile ha un prezzo che non supera i 1500 euro, allora è tutto normale... Quelli che costano di più, come gli Apple o altre marche, hanno un monitor decisamente migliore.
  • Anonimo scrive:
    infiammazioni ?
    Chi sa niente di infiammazioni oculari dovute al monitor?
    • Anonimo scrive:
      Re: infiammazioni ?
      - Scritto da: Anonimo

      Chi sa niente di infiammazioni oculari dovute al
      monitor?Mai sentita
    • AhJah scrive:
      Re: infiammazioni ?

      E quando posso cerco di piangere perché
      lacrimando noto che mi passa più in fretta. Il
      problema è riuscire a piangare, faccio una fatica
      bestiale...devo pensare a 20 Berlusconi messi
      insieme.mii se penso a 20 berluscni messi insieme io schiatto, altro che piangere... uno non ti è bastato? :D
  • Anonimo scrive:
    Retroilluminazione
    Io ho risolto un sacco di problemi (flash agli occhi, visione appannata ecc) da quando ho messo una luce dietro al monitor
    • Anonimo scrive:
      Tecnica "Brandulani-Oberdan"
      - Scritto da: Anonimo
      Io ho risolto un sacco di problemi (flash agli
      occhi, visione appannata ecc) da quando ho messo
      una luce dietro al monitorIo ho messo un poster della Bellucci nuda dietro lo schermo. Oltre a defaticare la vista, avverto una postura più "eretta".Se ti interessa approfondire questa metodologia ti consiglio: Otticamentette - di M. Brandulani, V. Oberdan - Bunazzir Editore. A soli 70 euri nelle migliori librerie, con occhiali a RaggiX omaggio.
  • Anonimo scrive:
    Postura
    Capisco che ti venga una tendinite se stai seduto male ma non capisco perche' dovrebbe farti male agli occhi
    • Anonimo scrive:
      Re: Postura
      - Scritto da: Anonimo
      Capisco che ti venga una tendinite se stai seduto
      male ma non capisco perche' dovrebbe farti male
      agli occhiPerchè ti avvicini troppo al monitor, oppure lo vedi da una angolazione sbagliata.Sai quante volte mi hanno detto "Ehi, staccati dal monitor"... dopo tante ore incollato tendi ad avvicinarti :(.
      • Anonimo scrive:
        Re: Postura
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Capisco che ti venga una tendinite se stai
        seduto

        male ma non capisco perche' dovrebbe farti male

        agli occhi

        Perchè ti avvicini troppo al monitor, oppure lo
        vedi da una angolazione sbagliata.

        Sai quante volte mi hanno detto "Ehi, staccati
        dal monitor"... dopo tante ore incollato tendi ad
        avvicinarti :(.Succede anche a me!!! Ma non sai quante volte soprattutto quando uso gimp che m'appiccico al monitor senza accorgemene!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Postura
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Capisco che ti venga una tendinite se stai

          seduto


          male ma non capisco perche' dovrebbe farti
          male


          agli occhi



          Perchè ti avvicini troppo al monitor, oppure lo

          vedi da una angolazione sbagliata.



          Sai quante volte mi hanno detto "Ehi, staccati

          dal monitor"... dopo tante ore incollato tendi
          ad

          avvicinarti :(.

          Succede anche a me!!! Ma non sai quante volte
          soprattutto quando uso gimp che m'appiccico al
          monitor senza accorgemene!!Succede anche a me!E io rispondo sempre: FATEVE LI CAPZI VOSTRI!
      • AnyFile scrive:
        Re: Postura
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Capisco che ti venga una tendinite se stai
        seduto

        male ma non capisco perche' dovrebbe farti male

        agli occhi

        Perchè ti avvicini troppo al monitor, oppure lo
        vedi da una angolazione sbagliata.

        Sai quante volte mi hanno detto "Ehi, staccati
        dal monitor"... dopo tante ore incollato tendi ad
        avvicinarti :(.Si' man mano che passa il tempo anche io ho bisogno di stae piu' vicino (o di ingrandire i caratteri), oltre ad iniziare a muovermi sempre piu' sulla sedia (o peggio a rimanere sempre piu' bloccato sulla sedia con conseguente mal si schiena).In realta' credo che il nocciolo del problema sia fare di continuo sempre lo stesso sforzo per ore di fila. Anche se si facesse un altra cosa per ore ed ore di fila alla fine si saebbe stanchi morti. (provate a lavare i pavimenti per 5 ore di fila e poi ditemi se non avete mal di schiena?)
    • Anonimo scrive:
      Re: Postura
      perche' gli occhi sono collegati ai piedi.
      • Paperolibero scrive:
        Re: Postura
        ;) Fate come me ogni tanto (spesso) fate una pausa di almeno 5 min, è il toccasana migliore, staccarsi dal quel maledetto monitor , andate a bere, a far pipi o anche se possibile una boccata d'aria....La salute non ha prezzo e che il capo ufficio vada a spendere !
      • Anonimo scrive:
        Re: Postura
        - Scritto da: Anonimo
        perche' gli occhi sono collegati ai piedi.Si e le orecchie al buco del culo, infatti quando uso un cotton fiocc mi cago sotto.
    • KerNivore scrive:
      Re: Postura
      - Scritto da: Anonimo
      Capisco che ti venga una tendinite se stai seduto
      male ma non capisco perche' dovrebbe farti male
      agli occhiHo letto diversi libri sulla vista (da quando ha iniziato ad abbassarsi notevolmente) ed ho scoperto che la buona funzionalita' degli occhi puo' essere intaccata da fattori ai quali normalmente nessuno pensa.Tra questi vi e' anche una postura scorretta.Non ti sto a spiegare tutto quanto perche' sicuramente non sono la persona piu' adatta, ma se ti interessa l'argomento cerca in rete "metodo bates". Ciao, K.
      • Anonimo scrive:
        Re: Postura
        - Scritto da: KerNivore

        - Scritto da: Anonimo

        Capisco che ti venga una tendinite se stai
        seduto

        male ma non capisco perche' dovrebbe farti male

        agli occhi

        Ho letto diversi libri sulla vista (da quando ha
        iniziato ad abbassarsi notevolmente) ed ho
        scoperto che la buona funzionalita' degli occhi
        puo' essere intaccata da fattori ai quali
        normalmente nessuno pensa.

        Tra questi vi e' anche una postura scorretta.

        Non ti sto a spiegare tutto quanto perche'
        sicuramente non sono la persona piu' adatta, ma
        se ti interessa l'argomento cerca in rete "metodo
        bates".

        Ciao, K.grazie
        • DonChuck scrive:
          Re: Postura


          Non ti sto a spiegare tutto quanto perche'

          sicuramente non sono la persona piu' adatta, ma

          se ti interessa l'argomento cerca in rete
          "metodo

          bates".



          Ciao, K.

          grazieEcco il libroè gratuito, non fatevi fregare dai siti che lo propongono a pagamentohttp://www.iblindness.org/books/bates /c'è anche il pdf in download
    • Anonimo scrive:
      Re: Postura
      Qual`è il il nervo piu lungo del corpo umano? Il nervo ottico! Quando ti strappi un pelo del sedere ti lacrimano gli occhi.La postura è un sintomo piu lieve, ma piu costante.
      • DonChuck scrive:
        Re: Postura
        - Scritto da: Anonimo
        Qual`è il il nervo piu lungo del corpo umano? Il
        nervo ottico! Quando ti strappi un pelo del
        sedere ti lacrimano gli occhi.
        La postura è un sintomo piu lieve, ma piu
        costante.Chiaro e conciso Altro che libri di 200 pagine :)
    • gerry scrive:
      Re: Postura
      - Scritto da: Anonimo
      Capisco che ti venga una tendinite se stai seduto
      male ma non capisco perche' dovrebbe farti male
      agli occhiPrima di fare il corso per la sicurezza tornavo a casa sempre con gli occhi morti.Il medico del lavoro mi diede 3 consigli che si sono rivelati molto buoni:1) Allontanare il monitor (l'ideale sarebbero almeno 60 cm)2) posizionarlo ad angolo retto rispetto alla fonte di luce naturale (finestra)3) fare una pausa di alcuni minuti ogni due ore circa, cercando di focalizzare l'attenzione su qualcosa di lontano
Chiudi i commenti