Oracle: niente più Java per Linux

L'azienda annuncia la terminaziona della licenza JDK introdotta da Sun per distribuire il codice Java direttamente all'interno delle distro Linux. Ma è per il bene di OpenJDK

Roma – Oracle ha annunciato il ritiro della licenza “Operating System Distributor License for Java” (DLJ), sin qui usata per distribuire il codice proprietario Java ufficiale (JDK) all’interno delle distro Linux a codice aperto. I dipendenti Oracle spiegano che l’operazione si è resa necessaria per la sopraggiunta maturità di OpenJDK, l’implementazione open source delle specifiche Java gestita dalla community .

Inizialmente ideata da Sun per la distribuzione open source di Java alla conferenza Java One del 2006, la licenza DLJ aveva il compito fondamentale di fornire l’accesso alle specifiche testate e “garantite” di JDK durante lo sviluppo dell’alternativa FOSS OpenJDK.

Cinque anni più tardi, il progetto Java è nelle non proprio apertissime mani di Oracle e OpenJDK è finalmente arrivato a maturazione : in queste condizioni la licenza DLJ ha sostanzialmente esaurito la sua funzione – ponte per la crescita del progetto FOSS – spiega Oracle, tanto che OpenJDK 7 è attualmente la base della settima release ufficiale delle specifiche JDK .

Oracle anticipa la comparsa di eventuali problemi e incongruenze per quelle distro che dipendono in maniera diretta dai file binari ufficiali di Java, chiedendo però agli utenti di trascurare totalmente il problema e di fornire piuttosto feedback sull’integrazione dei pacchetti OpenJDK. L’alternativa, vale a dire l’utilizzo di JDK 6 o 7, è sempre disponibile per il download sul sito di Oracle sotto licenza “Oracle Binary licence”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Liberta scrive:
    Il costo della libertà
    Ma guardate se questi figli di XXXXXXX devono farci pagare l'aria.
  • shen4e scrive:
    sempre in ritardo
    qui in finlandia e vicini è gia una realtà dal 2009...
    • HHCOADLZFeh GIgpQ scrive:
      Re: sempre in ritardo
      http://stromectol.us/stromectol-3mg.html#1526 stromectol 3mg, http://furosemide40mg.ga/purchase-furosemide.html#3486 order furosemide online, http://stromectol.us/ivermectin-for-sale.html#3069 stromectol 3 mg,
    • TkhzPmHX scrive:
      Re: sempre in ritardo
      http://cashadvancewithoutbankaccount.ga/cashadvance-com.html#2246 www cashadvance com, http://genericavodart05mg.ga/avodart.html#5881 avodart online, http://diclofenacsodium100mg.cf/voltaren-100mg.html#2358 voltaren 100mg,
    • oNsaJAKvLVD qeyibG scrive:
      Re: sempre in ritardo
      http://azithromycin.top/#9866 website here,
  • nome cognome scrive:
    aste televisive
    Alla massa è sfuggito che NON si faranno aste per le frequenze/hub televisive ma queste verranno regalate. Mediaset ringrazia, Berlusconi ride e Bossi approva in cambio della "secessione".
    • Sisko212 scrive:
      Re: aste televisive

      ...Bossi approva in cambio della
      "secessione".hahaha a Bossi interessano i soldi, non la secessione... quella è per tenere buoni quelli che gli credono
  • Uno scrive:
    Mi immaginavo
    Mi immaginavo che le comprasse le licenze i bar mario a 200 metri da casa mia, invece che strano la comprano sti 4........ (libero mercato.......)
    • Indovinato scrive:
      Re: Mi immaginavo
      - Scritto da: Uno
      Mi immaginavo che le comprasse le licenze i bar
      mario a 200 metri da casa mia, invece che strano
      la comprano sti 4........ (libero
      mercato.......)Le compra chi è già sul mercato, questo è normalissimo.Hai 3 miliardi da spendere tu?Per un mercato che non conosci poi!Più di 4 operatori (tolti i virtuali) non possono coesistere, perché - date le frequenze esistenti in natura - altri operatori aggiuntivi non riuscirebbero ad avere copertura sufficiente.Il mercato è libero, ma lo Stato lo controlla per evitare abusi, soprattutto in questo caso in cui gli scogli per entrare nel mercato sono insormontabili, causa necessità di acquisire delle licenze e delle frequenze che non sono disponibili.Sono sicuro, però, che di tutto il discorso a te importa ben poco: l'importante è lamentarsi, a torto o a ragione. E' lo sport nazionale.
      • Pippo scrive:
        Re: Mi immaginavo
        La parte più difficile per i nuovi entranti è avere le torri sul territorio.Quindi è normale che partecipa chi è già organizzato.Importante è che poi MVNO o FullMVNO possono acquistare da questi per rivendere agli utenti finali.Ci vogliono MVNO o FullMVNO che operano nell'intera Unione Europea mentre le torri e le frequenze devono essere date a società diverse che operano in ambiti Regionali/Nazionali diverse per non creare monopoli vasti.Si può decidere che chi ha le concessioni per le frequenze paghi una tantum per un periodo di sfruttamento con l'asta oppure che venga versata una percentuale sul fatturato o tutti e dueQuesto prezzo i concessionari lo rigirano ai clienti ma lo Stato con i soldi incassati ci paga altri servizi o ripiana il bilancio.
        • alex deluso scrive:
          Re: Mi immaginavo
          mi permetto una nota:"Ci vogliono MVNO o FullMVNO che operano nell'intera Unione Europea mentre le torri e le frequenze devono essere date a società diverse che operano in ambiti Regionali/Nazionali diverse per non creare monopoli vasti."di fatto, per chi non lo sapesse, si è quasi in regime di monopolio...in Ita gran parte dei tralicci veri e propri sono in mano al 70% a media$et, per lo meno nel nord...inoltre le aziende che operano in esercizio e manutenzione delle reti, saranno, a breve, una sola ... e non solo a livello nazionale, ma a livello dell'intera UE, e questo col beneplacito dei nostri politici ed imprenditori, interessati solo a spremere il più possibile ogni tecnologia nuova... ovvio, gli imprenditori devono guadagnare, altrimenti non investirebbero, ma ritengo ci sia un limite allo sfruttamento di una tecnologia ...
          • Pippo scrive:
            Re: Mi immaginavo
            Che i nostri politici valgano poco essendo nominati dai segretari di partito è palesestrano che la Commissione Europea non intervieneMa a quale azienda ti riferisci come quasi monopolista?
  • Bad Sapper scrive:
    Toh ....
    .... H3G, Vodafone, Wind e Telecom Italia si sono fatte avanti ... Toh, chi l'avrebbe mai detto !
  • marco scrive:
    Altri le liberano.
    Qui 3 mld di euro per le frequenze , mentre in altri paesi le liberano. Ed e' dimostrato che senza licenze i mercati crescono di piu'.
    • formichiere scrive:
      Re: Altri le liberano.
      miliardi che dubito arriveranno nelle tasche dello stato (intenso come cittadini italiani) e che verranno recuperati dalle aziende a spese dei cittadini italiani che utilizzeranno il servizio.mah..
      • Lollo scrive:
        Re: Altri le liberano.
        - Scritto da: formichiere
        miliardi ...che verranno recuperati dalle aziende a spese dei
        cittadini italiani che utilizzeranno il servizio.scusami e il tuo modello di business quale sarebbe che lo stato regala le frequenze oppure che le telco regalano i servizi?
        • formichiere scrive:
          Re: Altri le liberano.
          - Scritto da: Lollo
          - Scritto da: formichiere

          miliardi ...che verranno recuperati dalle
          aziende a spese
          dei

          cittadini italiani che utilizzeranno il
          servizio.

          scusami e il tuo modello di business quale
          sarebbe che lo stato regala le frequenze oppure
          che le telco regalano i
          servizi?presumo sia questo (cioe' quello che viene utilizzato) il modello corretto.. ma data la sfiducia nel 'sistema italia' vedo solo quello che ho scritto sopra
      • ruttvangog scrive:
        Re: Altri le liberano.
        - Scritto da: formichiere
        miliardi che dubito arriveranno nelle tasche
        dello stato (intenso come cittadini italiani) e
        che verranno recuperati dalle aziende a spese dei
        cittadini italiani che utilizzeranno il
        servizio.

        mah..del resto non e mai arrivato nulla nelle tasche degli italiani .. casomai e sempre stato il contrario .. purtroppo ... http://goo.gl/ttDeh
  • marco scrive:
    E vai ...
    il mercato sara' ancora piu' bloccato.
  • Gianfranco stella scrive:
    Finirà come con la videochiamata di H3G
    Finirà come con la videochiamata di H3G. A costi proibitivi per un minuto di connessione UMTS. Quello che poteva essere un'avanguardia tecnologica di fatto l'hanno mutilata.
  • sisko212 scrive:
    2,4 miliardi di euro
    Che prontamente la "Casta" farà sparire per i loro privilegi...... se qualcuno spera che questi soldi vadano per il bene delle pubbliche finanze mi sà, resterà deluso.
    • enriker scrive:
      Re: 2,4 miliardi di euro
      sono d'accordo gli incassi dell'asta alla fine serviranno solo a finanziare la classe politica e non il nostro paese!! Invece per quanto riguarda i gestori le offerte dimostrano che c'è molto interesse ad ampliare sul mercato l'offerta di banda larga e magari in futuro i prezzi per l'acXXXXX ai internet in mobilità scenderanno...
      • alex deluso scrive:
        Re: 2,4 miliardi di euro
        mi permetto una osservazione, da persona che "lavora" nel settore...sicuramente gli introiti verranno fatti sparire dalla casta politica...ma chi ci assicura poi che i 4 operatori investiranno veramente soldi nella nuova rete?per 3 di quei 4 gestori, il fornitore degli apparati è uno solo...fornitore, produttore, installatore e manutentore di 2 gestori telefonico..a breve, secondo voci di corridoio, si compera anche la terza rete con annesso personale e macchine...a chi pensava che lte fosse una possibilità di sviluppo economico, di evoluzione e riduzione della cosidetta divisione digitale, dico solo di stare attento, se tutto procede come si "dice" nel settore, di quei 4 operatori di cui sopra 3 diventano virtuali, e tutti e tre appoggeranno su di una unica rete di un solo fornitore...con ovviamente, enorme danno per i consumatori...
    • MacGeek scrive:
      Re: 2,4 miliardi di euro
      - Scritto da: sisko212
      Che prontamente la "Casta" farà sparire per i
      loro privilegi...
      ... se qualcuno spera che questi soldi vadano per
      il bene delle pubbliche finanze mi sà, resterà
      deluso.Sono meno di 2 anni di budget di Camera + Senato...(se ci vogliamo mettere anche Quirinale e Ministeri... Ahah)
Chiudi i commenti