P2P, un milionario non cederà a MPAA

Accusato di aver scaricato da BitTorrent un film che possiede in DVD, un opulento manager opta per contrastare Hollywood in tribunale: spenderei qualsiasi cifra, loro abusano del sistema

Los Angeles (USA) – Sarà uno scontro epico dal quale gli studios di Hollywood potrebbero uscire con le ossa rotte: questa volta con l’accusa di uso illecito di sistemi peer-to-peer non hanno denunciato l’ennesima mamma squattrinata ma un manager di Silicon Valley ricco ed influente e, soprattutto, pronto a sbarrare la strada agli avvocati del cinema .

Shawn Hogan, CEO di Digital Point Solutions, ha infatti rifiutato l’accordo extragiudiziale proposto dalle major hollywoodiane della MPAA , che chiedevano una compensazione di 2.500 dollari per chiudere il caso e non arrivare in tribunale per contestare il download che Hogan avrebbe effettuato via BitTorrent del film Meet the Fockers , una celebre commedia con Ben Stiller e Robert De Niro.

Ciò significa che il manager combatterà le major in tribunale, nel quale giungerà nelle prossime settimane sostenendo di non aver mai effettuato quel download e, come riporta Wired , di essere invece da tempo in possesso di una copia su DVD di quel film.

La questione assume un’importanza capitale per la crociata antipirateria di Hollywood: fin qui nonostante le molte denunce di MPAA e della sua omologa nell’industria musicale RIAA , la liceità delle rilevazioni delle major, la correttezza delle loro denunce e l’effettiva colpevolezza dell’utente preso di mira non sono mai state messe alla prova : nella stragrande maggioranza dei casi gli utenti denunciati hanno accettato l’accordo extragiudiziale. In questo modo hanno evitato procedimenti costosi ai quali non tutti hanno la forza economica di opporsi.

Con Hogan la musica è diversa. Non solo si ritiene innocente ma il manager è anche un vivace contestatore delle politiche repressive fin qui adottate dall’industria. Ha già spiegato che non si spaventerà se le parcelle degli avvocati supereranno di gran lunga quei 2.500 dollari proposti dall’industria. “Quelli – ha detto – abusano completamente del sistema. Spenderei milioni di dollari per questa cosa”.

Se l’esito del procedimento fosse negativo per MPAA, le conseguenze sulle migliaia di denunce che, insieme a RIAA, ha sparato in questi mesi contro gli utenti americani potrebbero essere enormi. Boing Boing titola : “La MPAA finalmente denuncia la persona sbagliata”. Ci si potrebbe attendere, e c’è chi lo ipotizza che MPAA faccia cadere il caso. Ma a quanto pare gli studios non la vedono così. Il capo dell’antipirateria di MPAA, John G. Malcolm, ha dichiarato: “So che Mr Hogan ha detto di voler andare davanti ai giudici, e questo è un suo diritto. Noi attendiamo di affrontare la questione in un’aula di tribunale”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    potesso diru tria cusa
    e scusassimu pur abbire turbetto u sensibilitu della scrofa de tu ma. aggi avrei da chiedy iffi potessi diri u trie cose.bine allura nate in culo voi vostra madre e vostra sorrata. chiaru
  • Anonimo scrive:
    Posso dire tre cose
    Alla faccia del perdigiorno che sta a censura i nostri legittimi messaggi, ma che cazzo di essere inutile sei tutto il giorno a leggere commentini del menga per censurare censurare censurare ma non te l'hanno detto emerito cazzone che è vietato vietare. WWWWWWWWWWWWWWWWLA PIRATERIAPRENDIAMOCI QUELLO CHE E' NOSTRO E ANCHE QUELLO CHE NON E' IN PARTICOLARE RUBARE AD UNA MULTIZZOZZERIA NON A DA ESSE REATO MAI. p) p) p) p) p) p) p) p) p) p) p) p) p) p) p) p) p) p)
  • Anonimo scrive:
    Dico solo una cosa o due
    Viva la pirateria globale, avranno vinto una battaglia ma perderanno la guerra. I pirati sono i miei fratelli dal marocchino che vende cd piratati in spiaggia allo spaccio in grosso stile non mi frega. Viva la copia libera e globale. Il computer è mio e ci fo quello che voglio io. Viva il p2p a morte le multinazionali ladre e gli stati servi.
  • Anonimo scrive:
    Ma che bravi
    Non hanno un cazzo da fare questi solerti finanzieri; cosa importa se l'Italia è zeppa di frodi alimentari, frodi sul commercio, inquinamento, abusivismo selvaggio e via discorrendo. Cosa fanno? Una mega-operazione su scala nazionale per le musiche di sottofondo. E' veramente roba da matti!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che bravi
      - Scritto da:
      Non hanno un cazzo da fare questi solerti
      finanzieri; cosa importa se l'Italia è zeppa di
      frodi alimentari, frodi sul commercio,
      inquinamento, abusivismo selvaggio e via
      discorrendo. Cosa fanno? Una mega-operazione su
      scala nazionale per le musiche di sottofondo. E'
      veramente roba da
      matti!beh sono semplici schiavi, gente poco utile che veste una divisa per rompere la scatole al prossimo seguendo comandi come cagnolini obbedienti. Si buscano il pane, che altro potrebbero fare? Si fanno raccomandare per allattare fino alla tomba da mamma stato, in cambio dei loro altrimenti inutili servigi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che bravi
        Un po' di rispetto per chi (come voi?) lavora e non conoscete nemmeno di faccia. Libere tutte le considerazioni del caso: politiche, economiche, sociali...ma anche i finanzieri sono persone che (fino a prova contraria), seguendo la legge, fanno quello per cui sono pagati. Lo so che nel mondo ci sono tante ingiustizie e cose ben più gravi, ma questo non vuol dire che ciò che hanno fatto sia sbagliato (forse moralmente se ne può discutere...).P.S. non sono un finanziere e non ho amici o parenti finanzieri.
  • Anonimo scrive:
    Un gesto di civiltà
    E ora di rendersi conto che la SIAE non può farcela con tutti questi milioni di miliardi di euro di mancati profitti.Facciamo tutti un gesto di cività e doniamo l'otto per mille alla SIAE Comitato "Salviamo La SIAE"
    • Anonimo scrive:
      Re: Un gesto di civiltà
      - Scritto da:
      E ora di rendersi conto che la SIAE non può
      farcela con tutti questi milioni di miliardi di
      euro di mancati
      profitti.

      Facciamo tutti un gesto di cività e doniamo
      l'otto per mille alla
      SIAE

      Comitato "Salviamo La SIAE"BUGIARDI! Conosciamo bene gli scandali vergognosi della SIAE, basta andare sul sito Report di RAI3 per farsene un'idea. La SIAE è un'altro oligopolio tutto italiano che speriamo sia spazzato via quanto prima dal Governo. Piuttosto salviamo le tasche dei cittadini che tra un po' dovranno pagare anche l'aria che respirano. Doniamo il 5 per mille alle associazioni per la tutela del cittadino.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un gesto di civiltà
        - Scritto da:
        BUGIARDI! Conosciamo bene gli scandali vergognosi
        della SIAE, basta andare sul sito Report di RAI3
        per farsene un'idea. La SIAE è un'altro
        oligopolio tutto italiano che speriamo sia
        spazzato via quanto prima dal Governo. Piuttosto
        salviamo le tasche dei cittadini che tra un po'
        dovranno pagare anche l'aria che respirano.
        Doniamo il 5 per mille alle associazioni per la
        tutela del
        cittadino.
        Con questi discorsi non si va da nessuna parte.La SIAE è un ente benefico che protegge gli autori e gli editori dal ladrocinio perpetrato dalla piaga della pirateria.La SIAE protegge la culturaMa chi protegge la SIAE ??L'otto per mille sarebbe una ben magra consolazione rispetto ai miliardi di miliardi di euro di mancati profitti dovuti al crimine abominevole e disumano della pirateria, ma almeno consentirebbe la sopravvivenza di questa organizzazione benefica.Donate l'otto per mille alla SIAE
  • Anonimo scrive:
    e le musichette per l'attesa telefonica?
    Sono indignato!!!Vogliamo deciderci a riportare la legalità in questo settore?No dico, l'italia pullula di delinquenti che diffondono contenuti protetti durante l'attesa telefonica e noi stiamo qui con le mani in mano???IN GALERA!!!Gente, occorre denunciare! denunciare! e denunciare! Se vi mettono in attesa al telefono e sospettate che il sottofondo sia un contenuto protetto non esitate a denunciare il criminale ai Carabinieri.Ricorda: se non denunci sei complice anche tu.Il turpe mercato delle musichette telefoniche pirata crea un danno di milioni di miliardi di euro di mancati guadagni per l'industria discografica, che non è mai stata cosi povera come ai giorni nostri.Diffondere contenuti protetti come musichette di sottofondo per l'attesa telefonica è un reato abominevole e andrebbe punito con lo slogamento delle articolazioni, rottura delle ossa di braccia e gambe, bruciature in tutto il corpo, mutilazioni varie e infine la morte, seguita da dannazione eterna immersi a testa in giu nella pece bollente.Purtroppo la legislazione italiana è carente (per ora) e molti di questi criminali se la caveranno con un semplice ergastolo.ma non per questo dobbiamo desistere dal denunciare questo Gravissimo Reato Contro L'Industria Discograficamandiamoli in GALERA tutti quanti questi malfattori
  • Anonimo scrive:
    perchè non scioperiamo?
    Io sarei dell'opinione di organizzare una sorta di sciopero: se TUTTI, e vuol dire TUTTI, smettessero di trasmettere musica e video nei vari centri commerciali, locali eccetera per una settimana, o un mese, per protesta contro la SIAE e la legge, ormai anti-diluviana, sul diritto d'autore, per quel periodo nessuno di loro prederebbe più un solo soldo e sarebbero più propensi a sedersi ad un tavolo a fare una nuova regolamentazione più moderna e che tenga conto di tutte le nuove tecnologie che esistono oggi.Senza contare che mettendo la musica in un video, distribuito gratis, o in un centro commerciale o un Pub, fai anche promozione al brano, perchè non chiedere i soldi per la promozione a Sony, Emi, WB, CGD?
    • Anonimo scrive:
      Re: perchè non scioperiamo?
      io personalmente sciopero non comprando da due anni cd e dvd. Che fallisca questo immondo baraccone.
      • Anonimo scrive:
        Re: perchè non scioperiamo?
        - Scritto da:
        io personalmente sciopero non comprando da due
        anni cd e dvd. Che fallisca questo immondo
        baraccone.Io gli unici CD che compro da anni a questa parte sono gli economicissimi venduti ai concerti di gruppi alternativi.
    • Anonimo scrive:
      Re: perchè non scioperiamo?
      - Scritto da:
      Io sarei dell'opinione di organizzare una sorta
      di sciopero: se TUTTI, e vuol dire TUTTI,
      smettessero di trasmettere musica e video nei
      vari centri commerciali, locali eccetera per una
      settimana, o un mese, per protesta contro la SIAE
      e la legge, ormai anti-diluviana, sul diritto
      d'autore, per quel periodo nessuno di loro
      prederebbe più un solo soldo e sarebbero più
      propensi a sedersi ad un tavolo a fare una nuova
      regolamentazione più moderna e che tenga conto di
      tutte le nuove tecnologie che esistono
      oggi.
      Senza contare che mettendo la musica in un video,
      distribuito gratis, o in un centro commerciale o
      un Pub, fai anche promozione al brano, perchè non
      chiedere i soldi per la promozione a Sony, Emi,
      WB,
      CGD?Straquoto...
    • Anonimo scrive:
      Re: perchè non scioperiamo?
      - Scritto da:
      Io sarei dell'opinione di organizzare una sorta
      di sciopero: se TUTTI, e vuol dire TUTTI,
      smettessero di trasmettere musica e video nei
      vari centri commerciali, locali eccetera per una
      settimana, o un mese, per protesta contro la SIAE
      e la legge, ormai anti-diluviana, sul diritto
      d'autore, per quel periodo nessuno di loro
      prederebbe più un solo soldo e sarebbero più
      propensi a sedersi ad un tavolo a fare una nuova
      regolamentazione più moderna e che tenga conto di
      tutte le nuove tecnologie che esistono
      oggi.Perché non saranno mai tutti, anzi saranno sempre troppo pochi.Io non compero nulla da non so quanti anni, molta roba ce l'ho ancora solo su vinile e non la ricompero neppure, però il mercato di quelli che continuano a comperare a qualunque prezzo è sempre enorme e permette alle major di stare in piedi tranquillamente.Hai presente quanti beoti comprano le suonerie anche se hanno un costo ridicolo? ecco :
      Senza contare che mettendo la musica in un video,
      distribuito gratis, o in un centro commerciale o
      un Pub, fai anche promozione al brano, perchè non
      chiedere i soldi per la promozione a Sony, Emi,
      WB,
      CGD?già :
    • Alucard scrive:
      Re: perchè non scioperiamo?
      - Scritto da:
      Io sarei dell'opinione di organizzare una sorta
      di sciopero: se TUTTI, e vuol dire TUTTI,
      smettessero di trasmettere musica e video nei
      vari centri commerciali, locali eccetera per una
      settimana, o un mese, per protesta contro la SIAE
      e la legge, ormai anti-diluviana, sul diritto
      d'autore, per quel periodo nessuno di loro
      prederebbe più un solo soldo e sarebbero più
      propensi a sedersi ad un tavolo a fare una nuova
      regolamentazione più moderna e che tenga conto di
      tutte le nuove tecnologie che esistono
      oggi.
      Senza contare che mettendo la musica in un video,
      distribuito gratis, o in un centro commerciale o
      un Pub, fai anche promozione al brano, perchè non
      chiedere i soldi per la promozione a Sony, Emi,
      WB,
      CGD?Perchè siamo in italia e finchè non ci tolgono la coppa del mondo siamo felici di farci in-cu-la-re :D
    • Anonimo scrive:
      Re: perchè non scioperiamo?
      Io distinguerei, questi fanno soldi con il lavoro degli altri. E' un discorso un po' diverso.Vendere musica piratata ad un centro commerciale che intrattiene i clienti senza pagare il dovuto mi sembra, francamente, un caso da criminalizzare.
      • Anonimo scrive:
        Re: perchè non scioperiamo?
        - Scritto da:
        Io distinguerei, questi fanno soldi con il lavoro
        degli altri. E' un discorso un po'
        diverso.

        Vendere musica piratata ad un centro commerciale
        che intrattiene i clienti senza pagare il dovuto
        mi sembra, francamente, un caso da
        criminalizzare.Quoto, ma di fatto però, i soldi recuperati dalla siae non vanno agli artisti che creano le canzoni che vengono suonate nei centri commerciali, ma divise tra quei pochi artisti che sono in vetta alle classifiche (e visto che per essere trasmesso per radio devi avere appoggi...), e a quelli che fanno "ballo liscio" (?).Quindi, sta gente avrà torto anche quando ha e avrà ragione.E se è impossibile stabilire chi suona cosa, e quando, bhe, allora che non lo facciano e basta!!!L'arte non c'entra una mazza in questo discorso di interessi, gli artisti faranno sempre la fame (a parte quelli con la mafia -siae, major- alle spalle), e gli unici ad arricchirsi saranno quelli già ricchi!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: perchè non scioperiamo?
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Io distinguerei, questi fanno soldi con il
          lavoro

          degli altri. E' un discorso un po'

          diverso.



          Vendere musica piratata ad un centro commerciale

          che intrattiene i clienti senza pagare il dovuto

          mi sembra, francamente, un caso da

          criminalizzare.


          Quoto, ma di fatto però, i soldi recuperati dalla
          siae non vanno agli artisti che creano le canzoni
          che vengono suonate nei centri commerciali, ma
          divise tra quei pochi artisti che sono in vetta
          alle classifiche (e visto che per essere
          trasmesso per radio devi avere appoggi...), e a
          quelli che fanno "ballo liscio"Si', e' vero, concordo, questo (sistema SIAE) e' una delle cose che andrebbero riformate e al piu presto (se possibile).Tuttavia e' anche vero che il commercio di questo materiale riguarda, per la maggior parte, hit da classifica.A mio avvisio il diritto d'autore (come principio e non nelle forme che attualmente i sistemi legislativi stanno sperimentando) ha senso solo di esistere per tuteare lo sfruttamento commerciale delle opere.
    • Anonimo scrive:
      Re: perchè non scioperiamo?
      Io sono un autore di musica e lotto tutti i giorni per sopravvivere. Non mi trovo ai bordi di una piscina con il cocktail in mano a scrivere facezie per idioti. Sto 12 (dodici) ore al giorno davanti al PC per creare qualcosa di nuovo e che mi faccia vivere. il diritto d'autore per me è sacrosanto. io scrivo una poesia o una musica o quello che volete e voglio che mi si riconosca la paternità. E' altresì vero che il sistema SIAE è obsoleto e corrotto che danneggia gli stessi iscritti (nullatenenti) L'avidità poi delle major non ha eguali. Quindi l'idea di scioperare (peraltro utopistica) è un sogno stupendo a occhi aperti che spero diventi possibile ma non credo si realizzerà.
      • Anonimo scrive:
        Re: perchè non scioperiamo?
        - Scritto da:
        Io sono un autore di musica e lotto tutti i
        giorni per sopravvivere. Non mi trovo ai bordi di
        una piscina con il cocktail in mano a scrivere
        facezie per idioti. Sto 12 (dodici) ore al giorno
        davanti al PC per creare qualcosa di nuovo e che
        mi faccia vivere. il diritto d'autore per me è
        sacrosanto. io scrivo una poesia o una musica o
        quello che volete e voglio che mi si riconosca la
        paternità.

        E' altresì vero che il sistema SIAE è obsoleto e
        corrotto che danneggia gli stessi iscritti
        (nullatenenti) L'avidità poi delle major non ha
        eguali. Quindi l'idea di scioperare (peraltro
        utopistica) è un sogno stupendo a occhi aperti
        che spero diventi possibile ma non credo si
        realizzerà.Caro amico, i tempi cambiano, non giudico il tuo legittimo diritto a lavorare, però la tendenza a condividere illegalmente musica su internet, secondo me, è una tendenza inarrestabile. Non so come andrà a finire, ma non credo che la tendenza si arresterà. Probabilmente si dovrà raggiungere un punto di equilibrio tra prezzo della musica al pubblico e condivisione di musica su internet., però non vedo come non si
  • Anonimo scrive:
    molti sono i regola
    vedo che vi sono decine di società già regolarizzatehttp://www.scfitalia.it/webnew/tabid/124/Default.aspx
  • Marlenus scrive:
    Per la redazione
    Scusate la critica, nell'intenzione esclusivamente costruttiva, ma non si potrebbe sentire un po' anche l'altra campana?Sarà il caldo e relativo nervosismo indotto, ma leggendo questa notizia ho avuto la netta sensazione che si fosse pubblicata la versione distribuita urbi et orbi da qualche conferenza stampa, diciamo quella della GdF che cerca di mettere in luce il suo meraviglioso lavoro?Ultimamente, sarà certamente un mio demerito, mi riesce difficile distinguere tra le meraviglie di una conferenza stampa (o intervista) di Microsoft sulla "innovazione" di Windows Vista (un paio di giorni fa su PI) e le meraviglie delle operazioni di cui stiamo parlando.Mi piacerebbe un maggiore spirito critico, un maggiore tentativo di ascoltare anche l'altra campana (e so quanto sia difficile farlo più di quanto state già facendo).Da alcuni dei commenti ho tratto l'impressione che la questione sia molto più complessa e sfaccettata di quanto si evince dall'articolo. In particolare riguardo alle controversie legali che fanno ritenere il sequestro frutto più di interpretazioni di parte e di ratio legis che si vogliono ignorare che non di reale pirateria. Sbaglio? Mi piacerebbe che gli articoli affrontassero anche questi aspetti.Grazie, e continuate con l'ottimo lavoroSaluti,Marlenus
  • Anonimo scrive:
    Sveliamo il mistero?
    Anni fa (10) una societa' della provoncia romagnola "invento'" un sistema (Radiostore) per fare questo tipo di lavoro, distribuzione di musica e spot all'interno dei centri commerciali utilizzando Internet.Detta societa' , proprio per non avre problemi visto il target, FECE UN ACCORDO CON LA SIAE, cioe' PAGAVA come una radio (era in fondo la stessa cosa)Non so se la societa' esista piu', pero' i servizi del genere si sono moltiplicati e a quanto sembra pure SENZA PAGARE DAZIO.Saranno state le Coop ROSSE?
  • Anonimo scrive:
    Stupidi!
    Basta diffondere musica da una radio ed essere in regola con il canone per apparecchi radiofonici in luoghi pubblici.Cosi potrebbero non solo diffondere musica aggiornata, ma anche cambiare la tipologia delle canzoni semplicemente cambiando la stazione radio.Con i tempi che corrono e con le notizie dei precedenti provvedimenti cosa aspettavano i responsabili dei centri commerciali?
    • Anonimo scrive:
      Re: Stupidi!
      Ti sbagli, anche con una stupidissima radio bisogna pagargli un canone per la diffusione in luogo pubblico, sempre e comunque, che credi? di essere in uno stato libero?Pensa che io ho realizzato un CD multimediale, volevo regalarlo ad una rivista e loro mi hanno detto, non c'è problema, il CD mi interessa ma itutti i diritti SIAE li paghi tu, e volevano che gli dessi 5000 euro, e sia chiaro, 5000 eruo non erano per la rivista, ma per la SIAE
      • Anonimo scrive:
        Re: Stupidi!
        ...E come e perchè hai realizzato il cd multimediale e perchè volevi reqalarlo alla rivista e cosa ne faceva la rivista e che materiali conteneva il cd multimediale per valere 5.000 euro di dirittti siae...dicci dicci ....... !!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Stupidi!
          Trollone non dire minch***...5000 euro di siae...ma finiscila, basta non depositare il tuo caro CD multimediale...ma immagino che tu l'hai depositato in Siae vero?
          • Anonimo scrive:
            Re: Stupidi!
            Ti sbagli di grosso, per la legge italiana non è possibile rinunciare alla proprietà intellettiva di un'opera, non ho registrato proprio nulla, il CD è un opera multimediale di presentazione della lingua Esperanto è non ha fini di lucro. In più ogni musica o disegni contenuta nell'opera è stata creata appositamente è abbiamo il benestare di chi le opere le ha realizzate.Prima di dire che sono un trol fatevi un girso alla SIAE e vedete cosa chiedono.La SIAE è un'organizzazione di estorsori legalizzati, questa ovviamente è una mia personale idea (anche se condivisa da molti).
    • JosaFat scrive:
      Re: Stupidi!
      - Scritto da:
      Basta diffondere musica da una radio ed essere in
      regola con il canone per apparecchi radiofonici
      in luoghi
      pubblici.Sì, pagando la SIAE per la diffusione di musica in pubblico...
      Cosi potrebbero non solo diffondere musica
      aggiornata, ma anche cambiare la tipologia delle
      canzoni semplicemente cambiando la stazione
      radio.Sì, potrebbero passare da DJ Francesco a Rihanna... con in mezzo la pubblicità e i rutti di qualche radiofonico... La verità è che la musica trasmessa dalle radio italiane è di qualità infima, spesso ci parlano sopra, ed è intervallata da chiacchierate e pubblicità...Considerato questo, l'unico modo per trasmettere musica decente consiste nel fare come hanno fatto questi, anche se purtroppo è illegale (anche se non tutto è così ingiusto... se ho ben capito il tizio che distribuiva la musica ai centri commerciali rivendeva gli mp3 scaricati).
      • Anonimo scrive:
        Re: Stupidi!
        Per l'attuale legislazione un negozio o centro commerciale che voglia diffondere musica (di qualsiasi provenienza, radio, cd, ecc) è tenuto a pagare i diritti di diffusione in pubblico sia alla SIAE che alla neonata SCF.(non entro ora nello specifico sui due enti perchè non basterebbero venti pagine)I centri commerciali cmq ci tengono ad avere una programmazione musicale "propria", perchè cosi facendo possono personalizzare il palinsensto musicale a seconda delle esigenze e mandare in onda solo i propri spot (ad esempio pubblicizzare le promozioni in corso)Mandando in onda una radio privata invece, non avrebbero nessun tipo di controllo sulla programmazione, sulle interruzioni e soprattutto sulla pubblicità (magari facendo ascoltare alla clientela gli spot dei propri concorrenti)Si ricorre quindi alla figura del MUSIC PROVIDER, ovvero una società che (pagando fior di soldoni per i diritti a SIAE e SCF) è abilitata a trasmettere musica nei suddetti negozi, solitamente tramite un pc con apposito software.Ovviamente, come è successo in questo caso, ci sono alcune società che si spacciano per music provider abilitati, ma non lo sono (la lista è su www.scfitalia.it) e lucrano fornendo il servizio senza sostenere i costi dei diritti, ma quel punto scattano i controlli....
  • Anonimo scrive:
    e i Finanzieri?
    Quando vedremo i Finanzieri, i Poliziotti ecc, con eventuale prole in manette per i file da loro scaricati!Vi posso assicurare che sono in molti casi i primi a scaricare file coperti da copy right a comprare sigarette di contrabbando ecc...
    • Anonimo scrive:
      Re: e i Finanzieri?
      - Scritto da:
      Quando vedremo i Finanzieri, i Poliziotti ecc,
      con eventuale prole in manette per i file da loro
      scaricati!ROTFL. E chi gliele METTE le manette ??
  • Anonimo scrive:
    Se continuano così si auto-estingueranno
    Proprio in questi giorni, per conto della mia società, stiamo guidando un cliente alla duplicazione di un DVD autoprodotto, ma che contiene musiche di sottofondo.Mi sto rendendo conto dell'assurdità di tutte le pratiche SIAE. Ok, va bene pagare i diritti, ma per ottenere i bollini (obbligatori) ci hanno detto che è necessario avere il consenso scritto degli autori dei brani, altrimenti tanti saluti. Tra l'altro un esperto nel settore mi diceva ieri che se l'editore è uno di quelli "grossi", come EMI, Sony, ecc. ci si può scordare in partenza di ottenere qualsiasi autorizzazione :-(Insomma, anche volendo fare le cose legalmente, ci si scontra contro un muro di arroganza, ignoranza degli impiegati SIAE (tanto la multa te la becchi tu), tempi biblici.Se devo pagare la Siae desidererei almeno che questa mi fornisse in cambio i mezzi per disbrigare con chiarezza e velocità le pratiche.Intanto il committente del DVD si sta spazientendo e probabilmente manderà a ramengo il lavoro di duplicazione. Tra l'altro lui stesso non ci avrebbe guadagnato nulla, visto che avrebbe distribuito gratuitamente il DVD epr la promozione di un'iniziativa di solidarietà...
    • Anonimo scrive:
      Re: Se continuano così si auto-estinguer
      - Scritto da:
      Proprio in questi giorni, per conto della mia
      società, stiamo guidando un cliente alla
      duplicazione di un DVD autoprodotto, ma che
      contiene musiche di
      sottofondo.forse è meglio che usi un programma tipo Soundtrack (Mac) o Acid (PC), così generi tutte le musiche di sottofondo che vuoi, e le licenze di questi programmi prevedono che sono redistribuibili senza royalties.
      • Anonimo scrive:
        Re: Se continuano così si auto-estinguer
        - Scritto da:
        - Scritto da:


        Proprio in questi giorni, per conto della mia

        società, stiamo guidando un cliente alla

        duplicazione di un DVD autoprodotto, ma che

        contiene musiche di

        sottofondo.

        forse è meglio che usi un programma tipo
        Soundtrack (Mac) o Acid (PC), così generi tutte
        le musiche di sottofondo che vuoi, e le licenze
        di questi programmi prevedono che sono
        redistribuibili senza
        royalties.Ti ringrazio per la segnalazione, la terrò in considerazione qualora dovessi fare la pazzia di fornire nuovamente supporto per una duplicazione ;-)Nel caso specifico, anche il tipo che ha fatto il dvd è un bel personaggio: il dvd ormai non si può modificare perchè ha buttato il progetto di Premiere... :|
      • Anonimo scrive:
        Re: Se continuano così si auto-estinguer

        forse è meglio che usi un programma tipo
        Soundtrack (Mac) o Acid (PC), così generi tutte
        le musiche di sottofondo che vuoi, e le licenze
        di questi programmi prevedono che sono
        redistribuibili senza
        royalties.ti rispondo per esperienza personale:PAGA LO STESSO i diritti anche se sai di essere perfettamente in regola, eviterai casini mostruosi fra cui il blocco dell'attivita' per lunghi periodi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se continuano così si auto-estinguer
      Io sarei dell'opinione di organizzare una sorta di sciopero: se TUTTI, e vuol dire TUTTI, smettessero di trasmettere musica e video nei vari centri commerciali, locali eccetera per una settimana, o un mese, per protesta contro la SIAE e la legge, ormai anti-diluviana, sul diritto d'autore, per quel periodo nessuno di loro prederebbe più un solo soldo e sarebbero più propensi a sedersi ad un tavolo a fare una nuova regolamentazione più moderna e che tenga conto di tutte le nuove tecnologie che esistono oggi.Senza contare che mettendo la musica in un video, distribuito gratis, o in un centro commerciale o un Pub, fai anche promozione al brano, perchè non chiedere i soldi per la promozione a Sony, Emi, WB, CGD?
  • Anonimo scrive:
    Ottima notizia
    A quando il cambio del nome da GdF a GdSIAE?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottima notizia
      - Scritto da:
      A quando il cambio del nome da GdF a GdSIAE?Per quanto sia schifato come te dalla cosa non vedo perchè accusare la GdF di far rispettare la legge.Casomai è la legge che va cambiata, non chi la applica...
  • Anonimo scrive:
    Le parrocchie...
    nel nostro paese delle banane, finiranno per denunciare i parroci perchè trasmettono musica dagli altoparlanti nelle feste dell'oratorio.. o l'hanno già fatto?!.. che schifo che fate, SIAE & compagnia.. sono nauseato."La resistenza è inutile. Sarete assimilati"
    • Anonimo scrive:
      Re: Le parrocchie...
      Sicuramente non devono pagare come già non pagano altre cose :-)
    • NaturaInnocence scrive:
      Re: Le parrocchie...
      - Scritto da:
      nel nostro paese delle banane, finiranno per
      denunciare i parroci perchè trasmettono musica
      dagli altoparlanti nelle feste dell'oratorio.. o
      l'hanno già fatto?!.. che schifo che fate, SIAE &
      compagnia.. sono
      nauseato.

      "La resistenza è inutile. Sarete assimilati"No, ma dai.... non devi preoccuparti.... l'articolo diceva che le parrocchie hanno pagato la SCF per riprodurre la musica legalmente... non sia mai che non lo facciano! anche perchè sennò poi Gesù si arrabbia.... guarda che l'inferno è duro :'(
  • Anonimo scrive:
    Scandaloso inutile accanimento
    Le forze di 17 procure al servizio della siae & c. ? Siamo uno stato rovinato con i conti disastrati e si sprecano le risorse di 17 procure per queste schiocchezze ? Ma quanto ci è costato ? ma non ci sono cose più importanti di queste stupidate ? La lotta alla droga no ? E' indecente, ci sono delle priorità nella lotta alla criminalità. Vergogna, vergogna, vergogna !
    • Anonimo scrive:
      Re: Scandaloso inutile accanimento
      - Scritto da:
      Le forze di 17 procure al servizio della siae &
      c. ? Siamo uno stato rovinato con i conti
      disastrati e si sprecano le risorse di 17
      procure per queste schiocchezze ? Ma quanto ci è
      costato ? ma non ci sono cose più importanti di
      queste stupidate ? La lotta alla droga no ? E'
      indecente, ci sono delle priorità nella lotta
      alla criminalità. Vergogna, vergogna, vergogna
      !io sono d'accordo con tema non posso fare a meno di pensare che i detentori dei diritti pensino "a noi quanto è costato?"
      • Anonimo scrive:
        Re: Scandaloso inutile accanimento
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Le forze di 17 procure al servizio della siae &

        c. ? Siamo uno stato rovinato con i conti

        disastrati e si sprecano le risorse di 17

        procure per queste schiocchezze ? Ma quanto ci è

        costato ? ma non ci sono cose più importanti di

        queste stupidate ? La lotta alla droga no ? E'

        indecente, ci sono delle priorità nella lotta

        alla criminalità. Vergogna, vergogna, vergogna

        !

        io sono d'accordo con te

        ma non posso fare a meno di pensare che i
        detentori dei diritti pensino "a noi quanto è
        costato?"il problema è che il grosso di quei soldi finisce nelle mani delle major che stanno lì come maiali all'ingrasso
        • Ics-pi scrive:
          Re: Scandaloso inutile accanimento

          il problema è che il grosso di quei soldi finisce
          nelle mani delle major che stanno lì come maiali
          all'ingrassoMa no dai a me sembrano solo quattro scrofette messe li tanto per....(rotfl)
      • ryoga scrive:
        Re: Scandaloso inutile accanimento
        - Scritto da:
        ma non posso fare a meno di pensare che i
        detentori dei diritti pensino "a noi quanto è
        costato?"Lavorandoci a tempo pieno direi anche un 6 mesi.Pensa che una hit, incassa come minimo 100.000 euro nei primi 2-3 mesi...direi che anche con la pirateria, quel detentore puo' ritenersi soddisfatto.O sbaglio?Dopotutto non e' mica arte.....e gia' viene sovvenzionata dallo Stato come se lo fosse...
      • Anonimo scrive:
        Re: Scandaloso inutile accanimento

        io sono d'accordo con te

        ma non posso fare a meno di pensare che i
        detentori dei diritti pensino "a noi quanto è
        costato?"Già e a NOI invece come società quanto ci COSTA tutto sto popo di attività stipendi con la magistratura già in arretrato di decine di anni?Quanto ci costa la difesa a oltranza del privilegio scandaloso DI POCHI INTERMEDIARI (dato che agli autori vanno le briciole).Quanto ci costa un sistema dettato da un modello di business preistorico e destinato comunque a chiudere (è solo questione di tempo)... :@ :@ :@ :@ :@
        • Anonimo scrive:
          Re: Scandaloso inutile accanimento
          Avete ragione è vergognoso!Ma almeno hanno colpito persone che ci lucrano sul business the musica pirata!Quello che fa ridere quando attaccano un poveretto che si è scaricato qualche mp3 e lo prendono come capro espiatorio!Quella si che è vergognoso spreco di risorse per una STRONZATINA!
    • Anonimo scrive:
      Re: Scandaloso inutile accanimento
      - Scritto da:
      Le forze di 17 procure al servizio della siae &
      c. ? Siamo uno stato rovinato con i conti
      disastrati e si sprecano le risorse di 17
      procure per queste schiocchezze ? Ma quanto ci è
      costato ? ma non ci sono cose più importanti di
      queste stupidate ? La lotta alla droga no ? E'
      indecente, ci sono delle priorità nella lotta
      alla criminalità. Vergogna, vergogna, vergogna
      !Purtroppo l'Italia è una repubblica delle banane e nessuno (a parte le vittime) si preoccupa di queste cose... in Svezia a momenti non cadeva il governo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scandaloso inutile accanimento
      Niente scandalo, se non compri un CD regolare la Siae non guadagna e il Ministero delle Finanze non incassa.....in questo momento (come sempre..) lo Stato ha bisogno di soldi;arrestare l'intero cartello di Medellin non frutta un centesimo, blindare un sito P2P invece si'.ciao...
      • Anonimo scrive:
        Re: Scandaloso inutile accanimento

        arrestare l'intero cartello di Medellin non
        frutta un centesimo, blindare un sito P2P inveceSei un imbecille.
      • Anonimo scrive:
        Re: Scandaloso inutile accanimento
        - Scritto da:
        Niente scandalo, se non compri un CD regolare la
        Siae non guadagna e il Ministero delle Finanze
        non incassa.....in questo momento (come sempre..)
        lo Stato ha bisogno di
        soldi;
        arrestare l'intero cartello di Medellin non
        frutta un centesimo, blindare un sito P2P invece
        si'.

        ciao...Vero! Mi chiedo: ma i ragazzi che lavorano in polizia, non riflettono mai sugli ordini che ricevono?, su quello che fanno?, sulla verità che c'è dietro gli ordini che ricevono?, sul fatto che è tutto sempre al servizio del potente, anche quando non sembra?Non sanno di essere anche loro parte di quel popolo che subisce? Non sanno che potrebbero fare tanto (magari anche solo con un pò d'astuzia) per migliorare veramente questo mondo? Non capiscono che senza di loro quei quattro schifosi di politici (ad esempio) non sono niente?, che da soli non potrebbero ammazzare neanche una mosca?, che potrebbero veramente (e lo dico di nuovo) migliorare questo mondo, così come vorrebbe il loro ruolo?Basterebbe non essere schiavi, e agire chiedendosi "è giusto o no?", invece che seguire ciecamente gli ordini e le leggi scritte manovrate spostando l'attenzione sui poveri cristi, invece che su chi commette veramente il reato di sfruttare e lucrare sui crimini!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Scandaloso inutile accanimento
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Niente scandalo, se non compri un CD regolare la

          Siae non guadagna e il Ministero delle Finanze

          non incassa.....in questo momento (come
          sempre..)

          lo Stato ha bisogno di

          soldi;

          arrestare l'intero cartello di Medellin non

          frutta un centesimo, blindare un sito P2P invece

          si'.



          ciao...


          Vero!
          Mi chiedo: ma i ragazzi che lavorano in polizia,
          non riflettono mai sugli ordini che ricevono?, su
          quello che fanno?, sulla verità che c'è dietro
          gli ordini che ricevono?, sul fatto che è tutto
          sempre al servizio del potente, anche quando non
          sembra?
          Non sanno di essere anche loro parte di quel
          popolo che subisce? Non sanno che potrebbero fare
          tanto (magari anche solo con un pò d'astuzia) per
          migliorare veramente questo mondo? Non capiscono
          che senza di loro quei quattro schifosi di
          politici (ad esempio) non sono niente?, che da
          soli non potrebbero ammazzare neanche una mosca?,
          che potrebbero veramente (e lo dico di nuovo)
          migliorare questo mondo, così come vorrebbe il
          loro
          ruolo?

          Basterebbe non essere schiavi, e agire
          chiedendosi "è giusto o no?", invece che seguire
          ciecamente gli ordini e le leggi scritte
          manovrate spostando l'attenzione sui poveri
          cristi, invece che su chi commette veramente il
          reato di sfruttare e lucrare sui
          crimini!!! Forse l'etica non rientra nella preparazione del militare modello, se questa non esiste a monte, dalla famiglia o da una cultura personale, l'esecuzione di ordini rimane l'unico orizzonte.
        • Anonimo scrive:
          Re: Scandaloso inutile accanimento
          Ma smettila di scrivere vaccate.Se non sono d' accordo con gli ordini possono solo congedarsi e finire in mezzo ad una strada.Cosa credi che si mettano a fare la rivoluzione proletaria al posto tuo, mentre te ne stai tranquillo a scaldarti le chiappone bianche al sole?
          • Anonimo scrive:
            Re: Scandaloso inutile accanimento
            - Scritto da:
            Ma smettila di scrivere vaccate.
            Se non sono d' accordo con gli ordini possono
            solo congedarsi e finire in mezzo ad una
            strada.
            Cosa credi che si mettano a fare la rivoluzione
            proletaria al posto tuo, mentre te ne stai
            tranquillo a scaldarti le chiappone bianche al
            sole?Primo non sai leggere...ho scritto che potrebbero usare l'astuzia, non ho detto che devono fare la rivoluzione.Secondo, perchè la tua diretta antenata ha le chiappe bianche non è detto che le abbiano tutti.E terzo, così, senza conoscerti, già mi stai sulle palle.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scandaloso inutile accanimento
            - Concordo, il tipo fa veramente innervosireho sempre odiato certa gente :-o
        • Anonimo scrive:
          Re: Scandaloso inutile accanimento
          - Scritto da:
          Mi chiedo: ma i ragazzi che lavorano in polizia,
          non riflettono mai sugli ordini che ricevono?, su
          quello che fanno?, sulla verità che c'è dietro
          gli ordini che ricevono?, sul fatto che è tutto
          sempre al servizio del potente, anche quando non
          sembra?E anche se riflettono, che cambia? Se "servire il potente" mi paga le bollette alla fine del mese, chi se ne frega?Se mandare dietro le sbarre qualche ragazzetto brufoloso mi permette di pagarmi anche le vacanze, meglio ancora. Ci metto anche qualche manganellata in fronte alla madre, per guadagnarmi il bonus.
  • SardinianBoy scrive:
    Diffusione di musica tra amici
    Io quasi tutte le sere, con i miei amici ci riuniamo in piazza o comunque con le nostre auto mettiamo la musica a manetta per divertirci e, delle volte qualcuno di noi porta il suo lettore divx, altri lo stereo e altri ancora il video proiettore....che sballo! Siamo criminali??No, perchè se lo siamo..venite a trovarci, arrestateci per diffusione di musica tra amici. Ripeto : diffusione di musica tra amici...non vendita, ma solo scambio, scambio vero e puro di ogni sorta di divx o mp3 ....ecc...; Ci dobbiamo fermare?Mai! (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Diffusione di musica tra amici
      Ti conviene farli in segreto perche se ti pescano rischi la galera!
    • Anonimo scrive:
      Re: Diffusione di musica tra amici
      Dannati Sardiniani!Fanno cose che farebbero rivoltare lo stomaco a un agente SIAE!(cit. parafrasata :p :p :p ...vediamo se qualcuno la sa ;) )
  • Anonimo scrive:
    Re: sono anni che parlo di freemusic

    sono anni che penso ad un tipo di non-gestione
    del diritto d'autore, oppure il diritto di alcuni[...]
    a voi non pare davvero percorribile questa via?http://www.creativecommons.it/
  • Anonimo scrive:
    E il gelataio, il negozio di abbigliamen
    etc etc....allora son tutti piarata????Anche se mi sparo la musica a tutto volume e la diffondo nei limitrofi...è pirateria????AOOOOOOOOOOO ma andate a fanc.............. :sPer inciso ho 10 GB di mp3 nel pc....tutti piarata...così come i software naturalmente ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: E il gelataio, il negozio di abbigli
      dillo da autentica pero' ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: E il gelataio, il negozio di abbigli
      - Scritto da:
      etc etc....allora son tutti piarata????no. mio fratello ha la tv in negozio (gelateria) e paga la SIAE
      • Anonimo scrive:
        Re: E il gelataio, il negozio di abbigli
        dalle mie parti girano i gelati motorizzati...quelli con il fiorino, ape, furgoncino con la radio a volume elevato...che dici la pagano sta tassa...? ;)Ps sono quello del primo topic..e e in risposta a chi diceva dillo da autentica...lo farei ma che dici che mi fanno...anzi se mi arrestano mi fanno pure un favorone...vuoi vedere che mi trovano lavoro in quattro e quattro otto? ;) ;) ;)Lo ribadisco...l'Italia sta sempre più andando giù ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: E il gelataio, il negozio di abbigli
        - Scritto da:

        - Scritto da:


        etc etc....allora son tutti piarata????

        no. mio fratello ha la tv in negozio (gelateria)
        e paga la
        SIAETuo fratello è un cre-tino
  • Anonimo scrive:
    che tristezza...
    Quando ho visto il titolo ho pensato a chissà quale giro di pirateria (tra l'altro contesto a PI un eccesso di sensazionalismo nel titolo e nel tono dell'articolo). Invece, quelli della GDF hanno denunciato un sacco di negozianti *solo* perchè diffondevano musichette mp3 nei locali pubblici.Ma vi rendete conto della irrilevanza di una tale trasgressione?Mah... io posso solo ripetere... che tristezza...
  • Anonimo scrive:
    SCF
    No ma dico, ma avete visto questi chi sono e cosa fanno?Ho guardato, a titolo d'esempio, nel sito l'articolo "STUDI PROFESSIONALI"... per una radio in uno studio piccolo si dovrebbero versare 140 all'anno... ma sono fuori di testa?E tra l'altro nessuno te la dice!Praticamente se si andasse a comprare una radio o una TV aziendale i venditori dovrebbero dirti che per il loro funzionamento bisognerebbe pagare un canone annuo per la diffusione del suono... :| :| :|E ogni abuso è da denuncia penale!!!ROBE DA MATTI!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: SCF
      Anche perchè secondo la legge italiana l'unico Ente che può riscuotere tali diritti è la SIAE e la SCF è solo una società privata che dovrebbe invece di martellare le attività dovrebbe mettersi d'accordo con SIAE per ricevere quanto dovuto... per carità... SCF ora ci guadagna molto di più... vedremo quando verrà portata davanti ai giudici cosa succederà.Saluti.
  • gianpietrone scrive:
    RE:Italia, milioni di file sequestrati
    Bravi!! La prossima retata sarà verso chi "fischia" un motivetto per strada. Io dico che il problema delle "CANZONETTE" è un problema serio, occorre capire che le Major musicali guadagnano poco e non è giusto suonare in un supermercato musica sottofondo senza pagare la "GABELLA" Siae ma... chi è questa SIAE?? Io penso una LOGGIA di Potere per pochi.Le Fiamme Gialle sono sempre brave ma... io penso che ci siano problemi molto più gravi che proteggere i diritto di quattro "SCACCIACANI" viziosi. Per esempio la "M A F I A" - il "P I Z Z O" - gli "A P P A L T I" truccati - i responsabili dei lavori iniziati e abbandonati - il mare di danari che si sperperano, paganto grossi stipendi a DIRETTORI e COMANDANTI di beni pubblici. Le vere truffe che ogni giorno portano avanti persone e società con il sorriso sulle labbra.I diritti rubati a chi lavora - le malattie non curate per chi è povero (di soldi). gli schiavi del terzo millennio. Altro che motivi e canzonette che danno grosse somme di danaro per pochi. Permettono azioni ineccepibili per gente comune.Donne che si fanno sbattere dal maschio di turno e che sfruttano la perversione per fini pubblicitari. Vita noiosa ma... dispendiosa e... gente che vive con pochi dollari al giorno. Bambini che muoiono di Tracoma e di AIDS.Altro che canzonette e diritti siae!!
    • Ics-pi scrive:
      RE:Italia, milioni di file sequestrati
      Hai infranto la seconda regola del Tetragrammaton, dovrai pagare con la vita per questo... (cylon)
    • Anonimo scrive:
      RE:Italia, milioni di file sequestrati
      Non capisco il rating a 44... è un messaggio di un retorico sconcertante...BOH!
      • Anonimo scrive:
        RE:Italia, milioni di file sequestrati
        sono d'accordo, inoltre non si tratta di scambiatori onesti, ma di gente che ci LUCRAVA sopra ;)jenkins (linux)
        • Anonimo scrive:
          RE:Italia, milioni di file sequestrati
          - Scritto da:
          sono d'accordo, inoltre non si tratta di
          scambiatori onesti, ma di gente che ci LUCRAVA
          sopra
          ;)

          jenkins (linux)Si... Ma hai mai conosciuto qualcuno che lavora in un centro commerciale? E tu, veramente, vai in un centro commerciale per ascoltare musica?La musica se la mettono i dipendenti per passare il tempo ascoltando un pò di musica, e ai clienti non gliene fotte una mazza.Ma quale lucro?!?! è solo che ogni tanto, le forze dell'ordine, devono rompere i coglioni per dimostrare che non fanno solo cose utili (tipo salvare gente, arrestare delinquenti -i piccoli però-, e altro -sempre rispettando i potenti tipo veri mafiosi, politici, ecc-).Quando le carceri saranno piene di politici (che non ritengo delinquenti perchè mi piacciono i libri di fantapolitica, ma perchè è più che dimostrato che lo sono!!!), allora potremo parlare di giustizia, di cose giuste, di bene comune, di reati, ecc.Fino ad allora, a parte gli interventi dell'ultimo minuto per salvare la vecchietta dallo scippo (e altre belle cose più che utili), considererò le forze dell'ordine e simili, solo delle pedine al servizio dei ricchi potenti mafiosi.
  • Anonimo scrive:
    Ma dove sono tutti quelli di sx?
    Ma dove sono tutti quelli che inneggiavano alla vittoria della sinistra, la sinistra che avrebbe cancellato la legge urbani, che avrebbe venduto i cd a prezzo politico (ahahahaahahah), che avrebbe modificato la legge sul diritto d'autore, eccetera, eccetera, eccetera.Ma dove sono finiti?Aprite gli occhi!La priorità della sinistra è la lotta all'evasione fiscale, e guarda caso, dietro la diffusine di musica illegale c'e' una forte evasione fiscale.Dopo la legge urbani vi sembrerà il meno peggio:)Ma secondo voi, iltellettuali cinematografici come Veltroni potrebbero mettersi contro la Lobby del Diritto d'Autore?Ma se subito si sono calati le braghe al primo abbaiare (vedi tassisti) !!!ahaahahahaanonimo online
  • Anonimo scrive:
    ma chi ha scritto quell'articolo?
    come da titolo
  • Anonimo scrive:
    Diritti per la musica inpubblico
    non capisco, se volessi far ascoltare musica nel mio bar (per esempio) senza violare la leggecome posso fare?basta accendere una radio ? basta mettere su un cd originale?da quello che leggo pare di capire che i diritti per la musica in pubblico siano una cosa nuova,cioe devo pagare ua specie ditassa per mettere musica in un bar?
    • Anonimo scrive:
      Re: Diritti per la musica inpubblico
      Per quanto ne so io non è assolutamente una cosa nuova...
      • Anonimo scrive:
        Re: Diritti per la musica inpubblico
        certo che non è una cosa nuova. Per un bar come per tutti i Pubblici Esercizi, per la diffusione di musica di sottofondo, oltre al permesso comunale, devi avere la licenza SIAE. Paghi un a quota forfettaria annuale per ogni diffusore possidei.Nuova è la buffa richiesta dei connessi da parte di questi signori che non hanno basi legali per chiederli al titolare della licenza. Dovrebbero andare in SIAE a chiederli ma forse hanno smarrito la strada o gli si è rotto il navigatore satelliare.Massimo
    • Anonimo scrive:
      Re: Diritti per la musica inpubblico
      Si si ... io ho lavorato in una paninoteca di recente apertura e quando ho chiesto alla titolare se potevo metter su un CD (originale), mi ha urlato di no ...Ciao,Piwi
    • Anonimo scrive:
      Re: Diritti per la musica inpubblico
      si, in teoria dovresti pagare SIAE ed anche SCFsulla liceità di quanto sta facendo SCF ci sono comunque molti dubbi e cause in corso, però a quanto pare, per ora, i giudici danno ragione sempre alla SCF...
  • Anonimo scrive:
    Non solo i centri commerciali
    Nel mio quartiere rompono le palle tutta l'estate con musica casadei. Fate qualcosa...
  • Anonimo scrive:
    Mafiosi, pizzo, chi non paga le tasse ..
    Perché non pensare a cose LEGGERMENTE più importanti per lasciare queste cose in secondo piano?Tutti i negozi/commerciandi della mia zona pagano il pizzo e loro si grattano le p***e! :(
    • Anonimo scrive:
      tutti,dico tutti usano cd-fatti da soli
      addirittura,il mio datore di lavoro...padrone di 3 alberghi..ricco..fino alla punta dei capelli....di cui 2 alberghi a 5 STELLEEEdicoooooooooooooooooooooooo 5 STELLEE....mica na pensioncina....e poi ha scuderie di cavalli...ecc..e.cc..insomma miliardario,e pure nella sala regia,dei banchetti...ha tutti cd-masterizzati....quindi per favore....basta,con ste rotture di palle...fatevene na' ragione,tutto il mondo a cd-masterizzati...ci sono sempre stati....e sempre ci saranno..una volta c'erano lemusicassette,ricordate?e per i film VHS....ricordate? ora DVD...sono 25anni,che si va' avanti cosi...ed ora con i prezzi sempre piu' alle stelle pensate,di cambiar o far cambiare rotta?...I PREZZI SONO ALTISSIMI,QUINDI SE SI USANO,PER USO PERSONALE,IO ED MOLTI MILIARDI DI PERSONE,NON FANNO MALE A NULLA!!!...I CANTANTI,SONO SEMPRE RICCHI,COMPRESE I LORO MANAGER,E LORO CASE DISCOGRAF.....QUINDI!!!SMETTIAMOLA....CI SONO ASSAI PROBLEMI DI GIUSTIZIA PIU' GRAVI...MAFIA,BR,MEGATRUFFE BANCARIE,FALSI IN BILANCI DI MEGA SOCIETA'....SERIAL KILLER,PEDOFILI..QUESTI SI SONO PROBLEMI...NO LE CAZZATE DEI CD....MA PER FAVOREEEEEEEEEE
      • Anonimo scrive:
        Re: tutti,dico tutti usano cd-fatti da s
        butti parole al vento, mafia e industria discografica, benchè dicano tutti quanti, godono di tutele talmente forti a livello mondiale proprio per gli interessi economici che girano e che fanno girare. Noi siamo bruscolini e non contiamo un razzo!
        • Anonimo scrive:
          Re: tutti,dico tutti usano cd-fatti da s
          Se vuoi far qualcosa di illegale da noi devi gia' aver connessioni forti con il mondo dell'illegalita', altrimenti ti mettono dentro e buttano la chiave ;)
  • Anonimo scrive:
    Probabilmente e' legale:
    Se si tratta del sistema che conosco in pratica chi gestisce i server con dentro la musica ha una licenza da emittente radiofonica , con la differenza che invece di trasmettere via etere trasmette via ethernet;agli esercizi commerciali e' permesso ritrasmettere la radio pagando una quata fissa che dipende dal numero di diffusori installati;e qui casca l'asino; difatto i detentori di diritti vogliono che ogni centro commerciale paghi singolarmente la cifra che quindi diventano un mucchio di soldi.A questo punto dipende dal giudice stabilire se la licenza di radio permette un'operazione di questo genere, se si fa una valutazione tecnica direi di no, se la si fa dal punto di vista del funzionamento generale e' perfettamente regolare, bisogna esaminare il dettaglio della legge se esiste qualche cavillo con cui valutare l'accuso ma credo che ci siano buone probabilita' che si arrivi ad una soluzione.Come scrive l'articolo questo e' gia' il secondo caso che accade e anche il precedente era abbastanza simile; il funzionamento pero' come l oconosco io non e' propriamente identico a quell odescritto ma come ho detto prima i dettagli tecnici di fronte al giudice non contano.....mi piacerebbe sapere come andra' a finire, dell'altra operazione del genere non si sa piu' nulla; conosco invece l'esito di alcune operazioni condotte contro alcune piccole tv che finirono anche sui giornali un po' come la notizia di questo thread e che sono finite in un nulla di fatto se addirittura un processo non e' nemmeno iniziato, a dimostrazione che l'intervento era spropositato e senza base legale.Purtroppo abbiamo a che fare con multinazionali e lobby privi di scrupoli che non esitano ad attaccare tutti e tutto quando intravedono la possibilita' di guadagno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Probabilmente e' legale:
      infatti,scrivere a titoloni "musica pirata" e altre cazzate di questo genere prima che un giudice abbia stabilito se esista o meno un illecitoè una cazzata enorme e rischia di avere conseguenze
  • Ics-pi scrive:
    2 weights and for sure 2 measures...
    Ovvio che non ho letto i nomi dei centri commerciali, chissà perchè pero' quando il pesce è molto piccolo invece il nome spunta sempre.Ora a me non interessa una mazza che cosa hanno fatto, pero' voglio dire è palese che quando ci sono grosse società coinvolte i nomi NON si fanno proprio fino all'ultimo.Se invece il "colpevole" è un negozietto o una impresa individuale, il nome salta fuori benissimo e anche a titoloni sui giornali (sponsorizzati dagli stessi colpevoli).W l'Itaglia! 2 weights and 2 measures!
  • Anonimo scrive:
    Speriamo che continuino
    Sono dell'idea che il sistema del diritto d'autore oggigiorno non sia sostenibile. Chiaramente al singolo cittadino ridono in faccia 2 volte. Se invece cominciano a stuzzicare grossi esercizi commerciali è la volta che qualcuno con del "potere contrattuale" un po' più forte scateni il vespaio e si cominci a parlare più seriamente della questione. La medicina quindi diventa: controlli a tappeto e multe salate.
    • Ics-pi scrive:
      Re: Speriamo che continuino
      - Scritto da:
      Sono dell'idea che il sistema del diritto
      d'autore oggigiorno non sia sostenibile.
      Chiaramente al singolo cittadino ridono in faccia
      2 volte. Se invece cominciano a stuzzicare grossi
      esercizi commerciali è la volta che qualcuno con
      del "potere contrattuale" un po' più forte
      scateni il vespaio e si cominci a parlare più
      seriamente della questione. La medicina quindi
      diventa: controlli a tappeto e multe
      salate.Esatto. La zizzania ci è amica! Piu' se ne parla e meglio è...quando questo marcio sistema crollera su se stesso vedremo chi riderà per ultimo! 8)
      • Anonimo scrive:
        Re: Speriamo che continuino

        Esatto. La zizzania ci è amica! Piu' se ne parla
        e meglio è...quando questo marcio sistema
        crollera su se stesso vedremo chi riderà per
        ultimo!
        8)ESATTO, termine esatto per degli esattori senza coscienza, nè di classe nè umanamente, pasoliniamente, quindi nobilmente plebei, al servizio del padrone.a quando uno sciopero per far vedere che essere militare non significa essere senza cervello?
  • Anonimo scrive:
    E per questi vale l'indulto?
    Sarebbe il colmo che valesse per Tanzi e non per la diffusione in pubblico di canzoncine
    • Anonimo scrive:
      Re: E per questi vale l'indulto?
      Forse perché appunto loro sono poveracci che nel loro paese hanno perso tutto per la bramosia di ricchezza dei primi della classe e stanno ore per la strada per tirar su pochi centesimi, mentre quelli che vendevano la "jingle machine" guarda caso erano furbastri nostrani, di quelli che magari votavano pure per quel signore che ha detto "tanto c'è il sommerso! lavorate in nero!", baluba sono i razzisti che li chiamano così, a mio modesto parere :pjenkins (linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: E per questi vale l'indulto?
      - Scritto da:
      Sarebbe il colmo che valesse per Tanzi e non per
      la diffusione in pubblico di
      canzoncineNO L'INDULTO ANCHE DETTO COMUNELLA O ANCHE INCIUCIO O ANCHE AMMUCCHIATA O ANCHE TUTTI INSIEME APPASSIONATAMENTE O ANCHE LA GRANDE ABBUFFATA VALE SOLO PER GLI AMICI DEGLI AMICI, PER I PARENTI DEI PARENTI INSOMMA PER LA MAFIA POLITICA DI QUALUNQUE COLORE SIA.
    • Anonimo scrive:
      Re: E per questi vale l'indulto?
      - Scritto da:
      Sarebbe il colmo che valesse per Tanzi e non per
      la diffusione in pubblico di
      canzoncineChe non lo sai la legge si applica solo ai poveracci i ricchi potenti rispondono ad altre normative. Anche calciopoli si è risolta in una bolla da ridere. Il reato contestato era molto grave si parla di corruzione alla fine sono riusciti anche a farsi ridurre la pena già di per se ridicola rispetto al reato. Penso che la rivoluzione francese non sia bastata ci vuole un'altra stagione di taglio dell teste.
    • Anonimo scrive:
      Re: E per questi vale l'indulto?
      - Scritto da:
      Sarebbe il colmo che valesse per Tanzi e non per
      la diffusione in pubblico di
      canzoncineI politici sono tutti e ripeto tutti mafiosi di destra o sinistra nulla cambia non esiste destra e sinistra esiste solo nella mente bacata dei servi che li eleggono. Quindi l'indulto lo fanno quando fa comodo a loro, i mafiosi. Figurati cosa gli frega di tre marmocchi.
  • Anonimo scrive:
    quel numero di file equivale a 2 pc?
    quel numero di file può tranquillamente essere ospitato su UN singolo pc.su 2 è più che realistico.che ne dite?facciamo un VBR standard o extreme, oppure un 192 ... non è sufficientemente realistico?
  • Anonimo scrive:
    Che palle, che noia!
    Che noia, che palle!
    • uguccione500 scrive:
      Re: Che palle, che noia!
      - Scritto da:
      Che noia, che palle!...non so a te ma a me oltre che noia da pure rabbia...Spacciano, estorcono, ammazzano e sono in giro, ma se c'hai un pc e internet stai all'occhio!!!GRRRRRRRRRRRRR........ :@ :@ :@
      • Anonimo scrive:
        Re: Che palle, che noia!
        mah, secondo me bisogna distinguere, questi non erano hobbisty che si scambiavano innocuamente musica che ai prezzi esorbitanti delle major non avrebbero mai comprato, era una AZIENDA che ci LUCRAVA! ;)jenkins (linux)
Chiudi i commenti