Paint non muore mai: Dark Mode su Windows 11

Paint non muore mai: Dark Mode su Windows 11

L'ultima build di Windows 11 pubblicata da Microsoft nel Beta Channel introduce il supporto alla Dark Mode per l'immortale software Paint.
Paint non muore mai: Dark Mode su Windows 11
L'ultima build di Windows 11 pubblicata da Microsoft nel Beta Channel introduce il supporto alla Dark Mode per l'immortale software Paint.

C’è un applicativo legato a doppio filo alla storia e all’evoluzione del sistema operativo di casa Microsoft, capace in passato persino di sopravvivere alla volontà di mandarlo in pensione espressa dalla software house stessa, e che ora si appresta ad affrontare il suo prossimo cambiamento: il riferimento è a Paint, che oggi accoglie in via ufficiale il supporto alla Dark Mode all’interno di Windows 11. Nell’epoca dell’IA generativa, il prodotto lanciato nel lontano 1985 e ancora parte integrante della piattaforma, riceve un aggiornamento.

Windows 11 accoglie la Dark Mode di Paint

La novità è contenuta nella versione 11.2304.26.0 che in queste ore fa il suo debutto all’interno del Beta Channel (per completezza d’informazione va specificato che a giugno era già comparsa nei canali Canary e Dev). Tra alcune settimane, conclusa la necessaria fase di test, sarà messa a disposizione di tutti, su tutti i PC. Il risultato è quello visibile nello screenshot qui sotto.

La Dark Mode di Paint debutta in Windows 11

Nulla di rivoluzionario, nessuna funzionalità in grado di far concorrenza ad alternative come Photoshop, ma un’ennesima testimonianza di come a Redmond sia ancora avvertito in modo profondo il legame con quel programma su cui tutti abbiamo trascorso almeno qualche ora alle prese con pennelli, secchielli di vernice digitale e rudimentali forme geometriche, nel tentativo di dar sfogo alla nostra creatività. Trascorsi dunque 37 anni dal debutto all’interno di Windows 1.0, ancora oggi Paint è vivo e lotta insieme a noi. Un po’ come avvenuto lo scorso anno con il Blocco Note (Notepad in inglese), rinnovato nella forma e nella sostanza.

Restando in tema, proprio in questi giorni, Microsoft ha confermato la propria roadmap e l’arrivo della versione 23H2 del sistema operativo nella finestra temporale relativa al quarto trimestre 2023.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.
Fonte: Windows Blog
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 14 lug 2023
Link copiato negli appunti