Il paradosso di Immuni: più contagi, meno download

La curva dei contagi sale, mentre quella dei download di Immuni sembra aver frenato negli ultimi giorni, almeno stando ai numeri ufficiali.
La curva dei contagi sale, mentre quella dei download di Immuni sembra aver frenato negli ultimi giorni, almeno stando ai numeri ufficiali.
Guarda 19 foto Guarda 19 foto

Può sembrar paradossale, ma proprio nella fase critica di questa seconda ondata i download di Immuni hanno subito una brusca frenata: sono poco più di 9,5 milioni stando ai dati ufficiali aggiornati al 30 ottobre.

Brusca frenata per i download di Immuni

Dopo una crescita piuttosto regolare registrata nelle settimane precedenti, gli ultimi giorni di ottobre hanno fatto segnare una flessione. È la conseguenza di una disillusione a proposito del contact tracing? Oppure della delusione montata dopo aver saputo che in alcune regioni il buon senso e la partecipazione volontaria dei cittadini sono stati vanificati dalla mancata collaborazione delle istituzioni?

Immuni: i dati ufficiali sul numero di download

Anche per Immuni purtroppo i buoi sono scappati: non siamo stati capaci di assicurare all’iniziativa un’adesione sufficiente a garantirne l’efficacia. La presenza su poco più del 10% degli smartphone in Italia non è abbastanza. Inoltre un impossibile contact tracing dei positivi (situazione conclamata pressoché in tutto il paese) ha trasformato un’utile strumento in un orpello di impossibile gestione. Qualche sparuto buon segnale su Immuni giunge da casi isolati (ha fatto notizia in queste ore quanto accaduto al sindaco di Empoli, che ha scoperto la propria positività proprio grazie ad una notifica ricevuta), ma ormai i giochi sembrano fatti: dati i numeri attuali della pandemia in Italia, Immuni non potrà rivelarsi realmente incisivo. Gli errori, le polemiche, una insostenibile inerzia ed altri fattori hanno limitato l’app nel momento più opportuno ed ora il diminuire dei download non fa altro che rispecchiare una situazione in cui all’importanza del tracciamento si è ormai sostituita l’imminenza delle restrizioni.

Ad ogni modo la battaglia con COVID-19 non sembra potersi esaurire in breve tempo. Così come sottolineato fin dall’inizio, l’applicazione è un presidio digitale e come tale va inteso: il suo impiego potrà risultare utile una volta che le misure restrittive di queste settimane avranno riportato la situazione sotto controllo. Abbiamo mancato un primo importante appuntamento, cerchiamo di farci trovare pronti almeno per quello che verrà.

Fonte: Immuni
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti