Partito Pirata, confiscati i server tedeschi

La polizia teutonica ha sequestrato alcuni computer gestiti dal Piraten Partei. Avrebbero messo a disposizione uno specifico strumento sfruttato da misteriosi hacker - si parla di Anonymous - per attaccare la società francese EDF

Roma – Nel mirino sono finiti dei server gestiti dal Piraten Partei , versione tedesca dell’ormai noto Partito Pirata nonché sesta fazione politica in terra di Germania. A condurre l’offensiva sono state le stesse autorità nazionali, che hanno in pratica confiscato alcuni computer ospitati da AixIT, servizio di hosting nella città di Offenbach .

Le forze di polizia tedesche si sono però mosse su esplicita richiesta del governo francese, in seguito ad alcuni attacchi di tipo DDoS subiti dalla grande società elettrica Électricité de France (EDF) . Un’offensiva , si mormora, probabilmente condotta dal gruppo di cyberdissidenti Anonymous, nell’ambito dell’agguerrita Operation Payback .

Non è tuttora chiaro se sia stato effettivamente il gruppo di attivisti a condurre l’offensiva contro i siti gestiti da EDF. Il nome Anonymous – che ormai spunta puntuale ad ogni tipo di attacco DDoS contro grandi società – è emerso a causa di un tool per la scrittura collaborativa sviluppato da EtherPad Foundation .

E PiratenPad – così è stata soprannominata la versione del tool messa a disposizione dal Piraten Partei – figurava tra i vari servizi offerti dal partito tedesco sui suoi server. In pratica, i responsabili dell’attacco contro EDF avrebbero sfruttato EtherPad per coordinarsi in vista del DDoS , attraverso la pubblicazione anonima di una chiave SSH Key.

“La disconnessione di tutti i server rappresenta un’intrusione massiva nelle infrastrutture di comunicazione del sesto partito in Germania – si denuncia in un comunicato ufficiale – Considerate le imminenti elezioni, che si terranno tra due giorni a Brema, questo sequestro ha causato un grave danno politico. Che il consiglio condanna fermamente”.

Molti gli interrogativi posti in essere in seguito alle azioni della polizia tedesca. Lo stesso Piraten Partei ha sottolineato come vada verificato il rispetto di fondamentali principi costituzionali. È forse possibile chiudere un’intera infrastruttura per un semplice tool come EtherPad?

Qualcuno ha già parlato di un vero e proprio servergate . Rick Falkvinge, a capo dell’originaria divisione svedese del partito, non ha esitato a parlare di un sabotaggio a due giorni dalle elezioni. Mentre i rappresentanti di EtherPad Foundation hanno spiegato gli usi completamente legittimi del loro strumento.

Pare che alcuni siti controllati dalla polizia tedesca siano già stati attaccati a mezzo DDoS, con il Piraten Partei a chiamarsi subito fuori da ogni responsabilità. Lo stesso Falkvinge ha sottolineato come non sia affatto possibile portar via un computer così impunemente. Gli Anonymous hanno negato qualsiasi legame con gli attacchi.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • gabriele horana scrive:
    registrati facebook per bambibi
    molto interessanti e divertente per loro per espremere il loro capacita via internet.anche unica modo per socializare con altri persona.anche serve per cercare il loro talento da navigare in modo giusto.per fare la amicizia cresce the mentalita da bambini.
  • ricciardell i jessica scrive:
    ricciardelli JESSca<
    jessica ricciardelli e ,udgcf dnddht rhdgdshdg
  • ricciardell i jessica scrive:
    jessi!!!!!!ca the best
    jessica the best la mejo
    • ricciardell i jessica scrive:
      Re: jessi!!!!!!ca the best
      jessica sn jessica ricciardelli(c64)(troll4)(troll4)(troll4)(troll4)(troll2)(troll2) :D :D :D :p :p sn bellisasoibgshhsw
  • ricciardell i jessica scrive:
    jessica
    ciao a tt cq va !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • ricciardell i jessica scrive:
    jessica
    ciao
  • Nick scrive:
    la corruzione del denaro
    Qualsiasi cosa il pubblico desideri, anche se alla lunga distruggerà la nostra società, nel breve termine il mercato vuole accaparrarsela. Il lungo termine di una società di individui è PIU' lungo del "lungo termine" di una società per azioni.Se il pubblico desidera XXXXX, la XXXXX gli viene data. Se il pubblico desidera disimpegno, questo gli viene dato.Naturalmente da qualche parte nel mondo ci sono sempre gli schiavi, che comunque di riflesso subiscono il nostro comodo disimpegno... domani sarà il nostro turno, ma nel frattempo noi siamo anestetizzati da chi ci da solo ciò che desideriamo ed è superficiale e perdiamo colpi perché non sappiamo più fare niente ed impegnarci i nulla di serio, loro sono schiavi perché non hanno mai avuto una storia di sollevamento dal fango ... e domani saremo così entrambi, con un pubblico di elite che si cucca le cose comode.Forse a lungo termine fa male persino all'economia... ma è un lungo termine che non interessa a chi si cuccherà il prossimo bonus annuale.
  • sentinel scrive:
    Forse il titolo dell'articolo...
    ...Dovrebbe essere sostituito con questo:"Facebook: benvenuti orchi"
    • FDG scrive:
      Re: Forse il titolo dell'articolo...
      - Scritto da: sentinel
      ...Dovrebbe essere sostituito con questo:

      "Facebook: benvenuti orchi"Ma vai a zappare
  • Ittiointerp rete scrive:
    Per chi ha figli...
    ...e Windows originale, può utilizzare gratuitamente Windows Live Family Safety.L'ho installato a diverse persone e si trovano bene.http://explore.live.com/windows-live-family-safety?os=other&wa=wsignin1.0Funziona da XP in poi. Ci sono vari livelli di filtro e su Windows 7 c'è anche la possibilità di impostare l'orario di quando si può utilizzare un account.
    • panda rossa scrive:
      Re: Per chi ha figli...
      - Scritto da: Ittiointerp rete
      ...e Windows originale, può utilizzare
      gratuitamente Windows Live Family
      Safety.Sempre che non stia gia' usando the Big Russian Botnet.
      L'ho installato a diverse persone e si trovano
      bene.

      http://explore.live.com/windows-live-family-safety

      Funziona da XP in poi. Ci sono vari livelli di
      filtro e su Windows 7 c'è anche la possibilità di
      impostare l'orario di quando si può utilizzare un
      account.E nel frattempo M$ sa tutto quello che viene fatto col pc.
      • panda verde scrive:
        Re: Per chi ha figli...
        - Scritto da: panda rossa

        E nel frattempo M$ sa tutto quello che viene
        fatto col
        pc.Fonti? Mi fai vedere i log del traffico anomalo verso i server ms?
        • panda rossa scrive:
          Re: Per chi ha figli...
          - Scritto da: panda verde
          - Scritto da: panda rossa



          E nel frattempo M$ sa tutto quello che viene

          fatto col

          pc.

          Fonti? Mi fai vedere i log del traffico anomalo
          verso i server
          ms?Basta che utilizzi qualunque firewall non M$ che ti segnala il traffico in uscita.In particolare il proXXXXX wga
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Per chi ha figli...
            contenuto non disponibile
          • panda rossa scrive:
            Re: Per chi ha figli...
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: panda verde


            - Scritto da: panda rossa







            E nel frattempo M$ sa tutto quello che viene



            fatto col



            pc.





            Fonti? Mi fai vedere i log del traffico
            anomalo


            verso i server


            ms?



            Basta che utilizzi qualunque firewall non M$ che

            ti segnala il traffico in

            uscita.



            In particolare il proXXXXX wga


            sapree *TUTTO QUELLO CHE FACCIO SUL PC* (parole
            tue) implica gigabyte di log da tenere sul mio
            disco quotidianamente e decine di gigabyte che
            vengono trasferiti ogni qulavolta viene eseguito
            il proXXXXX
            wga.Certo che te ne intendi parecchio di informatica e di sistemi operativi tu.E' sufficiente loggare data ora e nome degli eseguibili che lanci, e non che cosa fai all'interno di ogni eseguibile.Si genera un file che mediamente non supera il centinaio di righe al giorno.Vatti a cercare tutti i files.log nella directory del tuo sistema operativo e scoprirai sorprese.
            Devi avere delle linee molto veloci tu.
            ma molto, eh...Certo, moltissimo.Finche' tutti saranno astuti come te, avranno vita facile i curiosoni.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Per chi ha figli...
            contenuto non disponibile
          • krane scrive:
            Re: Per chi ha figli...
            - Scritto da: unaDuraLezione
            nonono, non cambiare discorso.
            Se io creo un file video questo deve essere
            spedito interamente altrimenti come fanno a
            sapere *TUTTO* quello che ho fatto?Quindi gia' solo se crei un video.
            Se lo modifico, deve essere spedita la modifica.
            So ho scritto la mia tesi, questa deve essere
            spedita interamente, immagini allegate incluse.Basta il diff della versione precedente.
            Tu hai scritto *TUTTO*, non io.
            La prossima volta cerca di usare termini più
            realistici.Secondo me e' un problema di comprensibilita'.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Per chi ha figli...
            contenuto non disponibile
  • FDG scrive:
    Veramente...
    ...un sacco di ragazzini e ragazzine fuori età sono registrate. Basta mentire sull'età.
    • Mighael scrive:
      Re: Veramente...
      ma certo per questo vogliono legalizzarlo e renderlo più safe.Negli stati uniti vendono carte d'identità false per comprarsi alcolici e si creano problemi a mentire su un social network.Poi vallo a spiegare a un ragazzino di 10 anni che non può iscriversi a nulla online ovvio che dice di avere 20 anni se glielo chiedono
      • dapinna scrive:
        Re: Veramente...
        Premetto che mio nipotino, di 10 anni, è iscritto su FB (ovviamente è messo un'età "falsa")... ma lo stesso hanno fatto tutti i suoi compagni di classe, i cugini etc.Ovviamente è controllato, può accendere il PC solo in determinati orari e deve prima chiederlo... e fra i contatti FB ha ovviamente la Mamma e altri familiari (Io, un'altra sorella etc)... Inoltre abbiamo ristretto un po chi può vedere quello che fa o chi può contattare etc.Riguardo l'articolo, se vengono impostate delle regole per cui l'accettazione di nuovi amici o la modifica di alcune impostazioni sia sotto il controllo di uno o entrambi i genitori è certamente qualcosa di positivo... e certamente si creerebbe una situazione migliore di quella attuale, specie per tutti quei bambini i cui genitori non hanno saputo regolare le impostazioni dell'account.
        • FDG scrive:
          Re: Veramente...
          - Scritto da: dapinna
          Riguardo l'articolo, se vengono impostate delle
          regole per cui l'accettazione di nuovi amici o la
          modifica di alcune impostazioni sia sotto il
          controllo di uno o entrambi i genitori...Siamo sempre li: se poi mentendo sull'età posso aggirare queste regole, non cambia molto. Il vero controllo lo fanno i genitori. Senza questo controllo, qualsiasi strumento, per quanto potenzialmente utile, può essere aggirato.
          • Blob scrive:
            Re: Veramente...
            Sì, ma poi si dà per scontato che i genitori che usano Facebook siano informati, consapevoli e sappiano quello che stanno facendo, mentre probabilmente saranno come la media degli utenti di quel sito...
          • panda rossa scrive:
            Re: Veramente...
            - Scritto da: Blob
            Sì, ma poi si dà per scontato che i genitori che
            usano Facebook siano informati, consapevoli e
            sappiano quello che stanno facendo, mentre
            probabilmente saranno come la media degli utenti
            di quel
            sito...Un genitore informato, consapevole e che sa quello che sta facendo, non usa FB.
          • dapinna scrive:
            Re: Veramente...
            - Scritto da: FDG
            Siamo sempre li: se poi mentendo sull'età posso
            aggirare queste regole, non cambia molto. Il vero
            controllo lo fanno i genitori. Senza questo
            controllo, qualsiasi strumento, per quanto
            potenzialmente utile, può essere
            aggirato.Certamente... il controllo dei genitori ci deve essere sempre e comunque,
  • anonimo scrive:
    FERMATELO
    Com'e' che quest'individuo non e' ancora in carcere? Cio' che ha fatto, ben prima di quest'ultima sparata, sarebbe gia' piu' che sufficiente.
    • krane scrive:
      Re: FERMATELO
      - Scritto da: anonimo
      Com'e' che quest'individuo non e' ancora in
      carcere? Cio' che ha fatto, ben prima di
      quest'ultima sparata, sarebbe gia' piu' che
      sufficiente.Ma pensa ai problemi di casa tua !!!
      • anonimo scrive:
        Re: FERMATELO
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: anonimo

        Com'e' che quest'individuo non e' ancora in

        carcere? Cio' che ha fatto, ben prima di

        quest'ultima sparata, sarebbe gia' piu' che

        sufficiente.

        Ma pensa ai problemi di casa tua !!!E' un problema di tutte le case.
        • krane scrive:
          Re: FERMATELO
          - Scritto da: anonimo
          - Scritto da: krane

          - Scritto da: anonimo


          Com'e' che quest'individuo non e' ancora in


          carcere? Cio' che ha fatto, ben prima di


          quest'ultima sparata, sarebbe gia' piu' che


          sufficiente.

          Ma pensa ai problemi di casa tua !!!
          E' un problema di tutte le case.E allora fai qualcosa per casa tua, invece di lamentarti per gli altri.
    • Mighael scrive:
      Re: FERMATELO
      In carcere per cosa? perché vuole aprire un social network dedicato ai minori?, non ci vedo nulla di male visto che nonostante le leggi americane ce ne sono tantissimi e i minori continuano a mentire sull'età, Spesso sono addirittura i genitori a creare gli account ai figli, oggi i social network sono una realtà se il genitore segue il figlio invece di lasciarlo solo davanti al pc come faceva con la tv, non c'è nulla di male se impara a famigliarizzare con certi servizi.La pedofilia esiste nel mondo reale sopratutto nelle chiese e nelle scuole, chiaro che dove ci sono minori la sorveglianza deve essere alta, questo vale sia online che offline.
      • Blob scrive:
        Re: FERMATELO
        - Scritto da: Mighael
        oggi i social network sono una realtà se
        il genitore segue il figlio invece di lasciarlo
        solo davanti al pc come faceva con la tv, Sì, se ... e ho i miei dubbi.
        non c'è
        nulla di male se impara a famigliarizzare con
        certi
        servizi.Se è consapevole di quello che sta facendo, forse, ma spesso non lo sono i genitori, figuriamoci i pargoli.
        La pedofilia esiste nel mondo reale sopratutto
        nelle chiese e nelle scuole, chiaro che dove ci
        sono minori la sorveglianza deve essere alta,
        questo vale sia online che
        offline.Mah? In gran parte dei pedofili sono parenti o amici di famiglia della vittima... poi certo i preti e i prof....
  • pegasus2000 scrive:
    ...e benvenuti pedofili!
    Non sa più cosa inventarsi il nostro "caro" amico Zuckerberg per racimolare milioni di dollari... Tanto per incominciare e miei dati personali non li avrai mai e poi mai: se fossero tutti come me sarebbe un povero in canna, non un multimiliardario che fa i soldi a discapito della gente del mondo intero!
    • tunele scrive:
      Re: ...e benvenuti pedofili!
      certo certo
    • Sgabbio scrive:
      Re: ...e benvenuti pedofili!
      Bhe oddio, prima parlavano di pedofilia su facebook quando i bambini non potevano andarci per la policy di quel sito :D
    • marco zucchero scrive:
      Re: ...e benvenuti pedofili!
      - Scritto da: pegasus2000
      Non sa più cosa inventarsi il nostro "caro" amico
      Zuckerberg per racimolare milioni di dollari...
      Tanto per incominciare e miei dati personali non
      li avrai mai e poi mai: se fossero tutti come me
      sarebbe un povero in canna, non un
      multimiliardario che fa i soldi a discapito della
      gente del mondo
      intero!Nemmeno i miei!Ma per sua fortuna avrà quelli del restante 95% della popolazione mondiale, ossia la percentuale di gente "diversamente intelligente" ad oggi presente sulla faccia della Terra.
      • Andy Rock scrive:
        Re: ...e benvenuti pedofili!
        - Scritto da: marco zucchero
        - Scritto da: pegasus2000

        Non sa più cosa inventarsi il nostro "caro"
        amico

        Zuckerberg per racimolare milioni di dollari...

        Tanto per incominciare e miei dati personali non

        li avrai mai e poi mai: se fossero tutti come me

        sarebbe un povero in canna, non un

        multimiliardario che fa i soldi a discapito
        della

        gente del mondo

        intero!

        Nemmeno i miei!
        Ma per sua fortuna avrà quelli del restante 95%
        della popolazione mondiale, ossia la percentuale
        di gente "diversamente intelligente" ad oggi
        presente sulla faccia della
        Terra.Daccordo con entrambi!!
      • Mighael scrive:
        Re: ...e benvenuti pedofili!
        Ma infatti nessuno ti minaccia se non ti iscrivi sopratutto se hai una certa eta o pochi amici o non partecipi a nessun form, in quel caso facebook non ti serve a nulla :DLa pedofilia esiste nel mondo reale sopratutto nelle chiese e nelle scuole, chiaro che dove ci sono minori la sorveglianza deve essere alta, questo vale sia online che offline, e un social solo per minori non può che far bene.
    • Shiba scrive:
      Re: ...e benvenuti pedofili!
      Finalmente non dovrò più cercare le bambine a caso su Google :D
      • Mighael scrive:
        Re: ...e benvenuti pedofili!
        per quello ti conviene aspettare che bing implementi le nuove funzionalità integrate con facebook hahahaha
Chiudi i commenti