Passaporto sanitario COVID-19: occhio alla truffa

L'ennesimo raggiro in tema coronavirus: in vendita passaporti sanitari falsi per poter viaggiare liberamente, meglio starne alla larga.
L'ennesimo raggiro in tema coronavirus: in vendita passaporti sanitari falsi per poter viaggiare liberamente, meglio starne alla larga.

Nel corso dell’ultimo anno sono stati avvistati raggiri di ogni tipo legati all’emergenza sanitaria: dai malware confezionati ad hoc per allungare le mani sui dati personali ai finti vaccini in vendita sul Dark Web. Oggi l’agenzia Europol lancia l’allerta in merito a una nuova truffa, quella che propone l’acquisto di un passaporto sanitario falso per poter viaggiare senza restrizioni. Alcuni malintenzionati nel Regno Unito hanno iniziato a venderli per 100 sterline, circa 113 euro stando al cambio attuale.

Coronavirus: la truffa del passaporto sanitario falso

Trattasi ovviamente di documenti che non hanno alcuna validità e che, anzi, rischiano di mettere nei guai anche chi li acquista. Meglio restarne alla larga. Le autorità hanno poi scovato e smantellato un gruppo che all’aeroporto Charles de Gaulle di Parigi vendeva ai passeggeri test COVID-19 con esito negativo per poter viaggiare. Lo stesso ha fatto la polizia spagnola fermando nel mese di dicembre un impostore che li offriva a 40 euro ciascuno.

Il comunicato diffuso fa inoltre riferimento al gruppo criminale irlandese noto come Rathkeale Rovers che ha avuto a disposizione un’applicazione mobile per falsificare i test.

Nonostante le discussioni avviate e le richieste che giungono soprattutto dai rappresentanti del settore alberghiero per far ripartire le attività, ad oggi nel nostro paese non esiste alcuna forma di passaporto sanitario ufficiale per coloro che sono già guariti dal coronavirus o che si sono già sottoposti al vaccino completando il ciclo di somministrazioni previsto per garantirne l’efficacia.

Fonte: Europol
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti