Per IE suona l'allarme exploit

Gli esperti di sicurezza e la stessa Microsoft hanno avvertito gli utenti della presenza, in Rete, di exploit in grado di sfruttare due delle nuove vulnerabilità critiche appena corrette in Windows e Internet Explorer


Roma – Sono trascorse solo poche ore dal rilascio dei nuovi bollettini di sicurezza di Microsoft e già gli esperti del ramo hanno avvisato dell’esistenza, su Internet, di un exploit per due delle tre falle “critiche”.

Tali exploit prendono di mira la vulnerabilità del Microsoft Color Management Module di Windows, descritta in questo bollettino , e la falla contenuta in un componente di Internet Explorer, descritta qui . Entrambe, secondo quanto spiegato da Microsoft, possono essere utilizzare da un cracker per “assumere il completo controllo di un computer remoto, riuscendo quindi a installare programmi e visualizzare, modificare o eliminare dati oppure creare nuovi account con diritti utente completi”.

“Al momento sono stati rilevati siti malevoli che sfruttano la vulnerabilità di Internet Explorer per installare trojan e aprire backdoor che potrebbero consentire un accesso ? e conseguentemente un uso – non autorizzato dei sistemi degli utenti colpiti”, ha spiegato ieri Websense Security Labs in un comunicato. In questa pagina la società fornisce ulteriori informazioni su questo tipo di vulnerabilità, sulle modalità di propagazione e sulle contromisure da adottare per proteggersi.

Con questi exploit in circolazione il rischio corso dagli utenti che non hanno ancora aggiornato il proprio sistema è molto elevato. La stessa Microsoft ha ribadito l’urgenza, per chi non lo avesse ancora fatto, di installare quanto prima le patch visitando il sito Windows Update o il nuovo Microsoft Update .

L’exploit riguardante Internet Explorer era già stato segnalato dal FrSIRT all’inizio di luglio, e classificato come “critical”. Ciò significa che la vulnerabilità è divenuta di dominio pubblico almeno una settimana e mezzo prima che Microsoft rilasciasse la relativa patch. Al momento non si ha invece notizia di un exploit per la falla riguardante Office 2000 e 2002.

Da ricordare come tra i sistemi interessati dai recenti problemi di sicurezza vi sono Windows XP e Windows Server 2003.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    si ma l'interazione chi la garantisce?
    Vorrei sapere che grado di interattività hanno le e-paper ad oggi..e possibile usare una penna ottica per scriverci qualcos su da memorizzare poi in qualsiasi archivio, oppure è possibile andare solo avanti e indietro..a dire il vero una volta cmabiato il media "da carta ad elettronico" saebb necessario garantire la possibilità di creare e fruire iper testi, altrimenti che miglioria sarebbe? una mero cambio di media ma la rivoluzione verà sarebbe abbandonare la sequenzialità della lettura di un libro per poter arrivare alla fruizione globale di documenti pensati e realizzati sulla base di mappe cognitive, penso che sia questa la vera rivoluzione..Cmq Mi interesserbbe sapere se ad oggi questi strumenti riescono a garantire l'interazione e la memorizazzione di dati in un db relazionale..grazie
  • Anonimo scrive:
    Consiglio alla Fujitsu
    Fatene un vero libro elettronico, che possa leggere i file ASCII, i pdf e gli html.Fatelo così e ne venderete a pacchi; sarò io il primo a comprarlo.Non fate come quelli della Sony, che ancora li tengono in magazzino a prender polvere. Non metteteci un lettore che funziona solo con un formato proprietario e per di più con DRM.Fatelo libero, e i contenuti ce li metteremo noi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Consiglio alla Fujitsu
      - Scritto da: Anonimo
      Fatene un vero libro elettronico, che possa
      leggere i file ASCII, i pdf e gli html.
      Fatelo così e ne venderete a pacchi; sarò io il
      primo a comprarlo.
      Non fate come quelli della Sony, che ancora li
      tengono in magazzino a prender polvere. Non
      metteteci un lettore che funziona solo con un
      formato proprietario e per di più con DRM.
      Fatelo libero, e i contenuti ce li metteremo noi.Per chi ama la lettura sarebbe spettacolare avere sempre _tutta_ la propria biblioteca a portata di mano e leggersi il libro che desidera senza stancare la vista! Eh, ma poi gli editori chi li sente? :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Consiglio alla Fujitsu

        stancare la vista! Eh, ma poi gli editori chi li
        sente? :(Il becchino! :D chi altri?Quando i tempi cambiano cambiano! piaccia o non piaccia!Conosci qualcuno che faccia ancora lo stagnino? o il fuochista sulle locomotive a vapore?Che ne sara' stato degli amanuensi e dei calligrafi e degli scrivani?;-)
  • Anonimo scrive:
    Deludenti le prime applicazioni
    "cartelloni pubblicitari e schermi informativi"... per applicazioni statiche di questo tipo basta un normale monitor.Il prodotto diventa interessante se è portatile e versatile quanto un foglio di carta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Deludenti le prime applicazioni
      - Scritto da: Anonimo
      "cartelloni pubblicitari e schermi
      informativi"... per applicazioni statiche di
      questo tipo basta un normale monitor.Sì ma un normale monitor costa giusto qualche decina di migliaia di euro in più :D
  • sh4d scrive:
    puah
    potrà essere rivoluzionario per pubblicità (che palle) e menù di ristoranti, ma pensato come sostitutivo integrale di un libro o a un giornale è solo inutile schifezza.Un giornale costa un euro e potrà leggerlo il nipote di mio nipote.Sta robaccia costerà una fortuna e quanto durerà?ovviamente dopo un tot si cancellerà, costringendomi a ricomprarlo nuovamente. Il solito modello "a noleggio" dove all'utente finale rimane il diritto di usare un dato bene solo per un po.==================================Modificato dall'autore il 14/07/2005 0.51.21
    • Anonimo scrive:
      Re: puah
      - Scritto da: sh4d
      Un giornale costa un euro e potrà leggerlo il
      nipote di mio nipote.
      Sta robaccia costerà una fortuna e quanto durerà?
      ovviamente dopo un tot si cancellerà,
      costringendomi a ricomprarlo nuovamente.Non devi considerarlo come un quotidiano, ma come uno schermo... probabilmente le notizie le potrai scaricare giorno per giorno da Internet. E se vorrai mantenerne una copia per tuo nipote dovrai salvarla da qualche parte (DRM permettendo...)
    • Anonimo scrive:
      Re: puah
      - Scritto da: sh4d
      potrà essere rivoluzionario per pubblicità (che
      palle) e menù di ristoranti, ma pensato come
      sostitutivo integrale di un libro o a un giornale
      è solo inutile schifezza.Quanto livore per nulla, dove trovi scritto che sarà un sostitutivo integrale di libri o giornali?
      Un giornale costa un euro e potrà leggerlo il
      nipote di mio nipote.Ovvio, banale, un giornale non è un monitor.E un monitor non è un pezzo di carta, che ha usi, applicazioni costi e durata differenti, anche se viene chiamato "carta elettronica". La camera fotografica per esempio non è una stanza e un cavallo a vapore non va a carbone.Per cui non farti ingannare dal nome "carta" che poi parti per la tangente. Sarà anche una "inutile schifezza" "sta robaccia", ma nessuno ti obbliga ad usare questo strumento.
  • Anonimo scrive:
    mah...
    ma sapete l'italiano? cosa vi costa scrivere strato al posto di layer????
  • Anonimo scrive:
    Chissà se...
    un giorno non andremo a comprare il giornale, ma lo scaricheremo da internet pagando con la carta di credito e lo leggeremo su questi "fogli".Questo sarebbe il progresso: zero sprechi di carta e comodità, che non farebbe altro che incentivare il mercato :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Chissà se...
      - Scritto da: Anonimo
      un giorno non andremo a comprare il giornale, ma
      lo scaricheremo da internet pagando con la carta
      di credito e lo leggeremo su questi "fogli".
      Questo sarebbe il progresso: zero sprechi di
      carta e comodità, che non farebbe altro che
      incentivare il mercato :)Però il giornale lo pagheresti almeno lo stesso prezzo :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Chissà se...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        un giorno non andremo a comprare il giornale, ma

        lo scaricheremo da internet pagando con la carta

        di credito e lo leggeremo su questi "fogli".

        Questo sarebbe il progresso: zero sprechi di

        carta e comodità, che non farebbe altro che

        incentivare il mercato :)

        Però il giornale lo pagheresti almeno lo stesso
        prezzo :(chi puo' dirlo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Chissà se...
        - Scritto da: Anonimo
        Però il giornale lo pagheresti almeno lo stesso
        prezzo :(Non è vero perchè gli editori non dovranno più sostenere i costi del trasporto, i costi di stampaggio e i costi delle materie prime.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chissà se...
      e poi chiuderanno le edicole... 8) ma di sicuro qualcuno si inventerà altre professioni! :$
Chiudi i commenti