Perens craccherà in diretta un DVD

L'esibizione si terrà alla O'Reilly Developer Conference, per violare il DMCA e ribadire i diritti di consumatori e sviluppatori. Disobbedienza civile per un copyright meno aggressivo. Riflettori puntati
L'esibizione si terrà alla O'Reilly Developer Conference, per violare il DMCA e ribadire i diritti di consumatori e sviluppatori. Disobbedienza civile per un copyright meno aggressivo. Riflettori puntati

Roma – Venerdì prossimo l’esperto, smanettone, attivista open source, “guru” Bruce Perens violerà la legge americana sul copyright e in diretta dimostrerà le tecniche necessarie a craccare un DVD in modo che sia possibile leggerlo in tutto il mondo al di fuori delle limitazioni geografiche imposte dai produttori.

Bruce Perens ha intenzione di utilizzare il palco della O’Reilly Developer Conference di San Diego per dare il massimo risalto possibile ad una azione di disobbedienza civile tesa a portare nuovamente al centro il criticatissimo Digital Millennium Copyright Act (DMCA), nel cui nome, secondo Perens, in questi anni si è assistito ad una offensiva senza precedenti contro la libertà di sviluppo e persino di studio delle tecnologie.

Perens parlerà in quell’occasione delle tecnologie di Digital Rights Management sulle quali puntano moltissimo i produttori che intendono impedire nei limiti del possibile che le opere vendute sul mercato siano utilizzate a piacere e magari illegalmente da chi le acquista.

L’azione in sé prevede una spiegazione tecnica su come si violano i codici geografici dei DVD, quelli che limitano la possibilità di leggere un DVD in un’area del mondo diversa da quella prevista dai produttori. Una spiegazione a cui seguirà una prova tecnica in aperta violazione del DMCA e dunque con possibili conseguenze quali l’arresto e multe fino a mezzo milione di dollari.

Bruce Perens “Si tratta di un’azione politica e sociale – ha spiegato Perens – che intende dimostrare come la gente non abbia bisogno di qualcuno che monitori il proprio impianto stereo e come dovrebbe essere libera di utilizzare qualsiasi media su qualsiasi device di propria scelta”.

Le probabilità che Perens sia effettivamente arrestato nel corso della presentazione appaiono remote. Come ha notato Infoworld, l’anno scorso Perens ha mostrato in pubblico quelle stesse informazioni che portarono all’arresto dell’hacker russo Dmitry Sklyarov, reo di aver trovato un modo per aggirare le protezioni copyright degli eBook di Adobe…

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 07 2002
Link copiato negli appunti