PGP risorge. Nudo

Dopo mesi di ibernazione, il celebre pacchetto di tool di cifratura torna aggiornato e rende finalmente visibile il suo codice sorgente. Ma guai a chi lo tocca
Dopo mesi di ibernazione, il celebre pacchetto di tool di cifratura torna aggiornato e rende finalmente visibile il suo codice sorgente. Ma guai a chi lo tocca


Palo Alto (USA) – Dopo mille vicissitudini, la più nota suite di strumenti e tecnologie per la crittografia personale e aziendale, Pretty Good Privacy (PGP), torna sul mercato in una versione aggiornata, la 8.0, la cui novità più grande consiste nella disponibilità del codice sorgente.

PGP Corporation , la società che lo scorso agosto ha acquistato da Network Associates tutta la linea di prodotti PGP per il desktop e il wireless, ha dunque mantenuto la promessa fatta qualche mese fa ai propri clienti ed ha aperto quel codice che due anni or sono NAI decise repentinamente di rendere segreto.

L’apertura del codice sorgente, in questo caso, non significa che PGP sia diventato open source. La neo società che ne detiene le proprietà intellettuali appare infatti ben intenzionata a mantenere il controllo del codice nelle proprie mani e ad impedire, attraverso un’apposita licenza, la modifica o il riutilizzo dei sorgenti di PGP.

Denudando il codice l’azienda spera piuttosto di guadagnarsi la fiducia di tutti coloro che negli ultimi due anni avevano sospettato l’esistenza, in PGP, di vulnerabilità e back-door. La disponibilità dei sorgenti può poi aiutare PGP Corp. a scoprire eventuali falle o debolezze e rafforzare un prodotto che, in questi anni, ha assistito al nascere di molti concorrenti, fra cui Gnu Privacy Guard (GnuPG), una suite di strumenti per la crittografia totalmente free e basata sul formato standard OpenPGP Message Format ideato proprio dall’inventore del PGP, Phil R. Zimmermann.

PGP 8.0 per Windows e Macintosh è disponibile in quattro diverse edizioni: Freeware, che comprende solo PGP Mail senza alcun plug-in per l’integrazione con i client di e-mail e di instant messaging; Personal, che include PGP Mail e PGP Disk; Desktop, che supporta Office XP, Active Directory, iPlanet Directory Server, Novell NDS, OpenLDAP Keyserver, Novell Groupwise 5.5 e 6.0; ed Enterprise, che include funzionalità di criptazione avanzate e tool di configurazione e installazione adatti a grandi reti di computer. Mentre l’edizione Freeware, come tradizione, è gratuita per uso personale, le altre tre costano rispettivamente 39$, 80$ e 125$.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 12 2002
Link copiato negli appunti