Phishing via chat, malware via web 2.0

Ingegneria sociale in tempo reale online, per catturare informazioni preziose per accedere ai conti bancari. In Rete non ci si può più fidare di nessuno, men che meno all'interno di un social network

Roma – Quando il phishing tradizionale non basta più , i cyber-criminali sono costretti a inventarsi nuove tipologie di truffa telematica per rubare password, informazioni finanziarie e dati sensibili. Di una di queste “innovazioni” parla il FraudAction Research Lab di RSA , mettendo in luce quelli che i ricercatori definiscono attacchi di tipo “chat-in-the-middle”, parafrasando i più comuni attacchi “man-in-the-middle”.

Nel nuovo stratagemma individuato da RSA, gli ignoti truffatori hanno messo in piedi un sito web fasullo che si spaccia per essere una banca con base negli States. Piuttosto che limitarsi a proporre un form da riempire con password e informazioni sensibili, però, il sito lancia una sessione di chat in tempo reale che serve sostanzialmente allo stesso scopo con la non trascurabile differenza che questa volta a condurre la truffa sono in criminali in carne e ossa – benché dietro lo scudo di un computer e una connessione camuffata.

Il truffatore di turno si presenta come rappresentante del dipartimento frodi della banca in oggetto, chiedendo poi all’utente di spifferare nome, numeri telefonici, indirizzi email e altro in funzione di un’operazione di validazione degli account da parte del falso istituto finanziario. Tutte le informazioni comunicate vengono naturalmente prese “in ostaggio” dai criminali , e anche se RSA sostiene di non avere individuato ancora nessuna attività sospetta, i dati potrebbero facilmente servire ad accedere agli account bancari o a richiedere denaro per via telefonica.

L’attacco chat-in-the-middle di cui parla RSA implementa, direttamente all’interno del browser, il protocollo open source di instant messaging Jabber per gestire le sessioni di comunicazione uno-a-uno, mentre i server sono ospitati da un network camuffato attraverso tecniche di fast flux . La nuova tecnica di ingegneria sociale sarebbe al momento unica nel suo genere, ma RSA consiglia “vigilanza aggiuntiva” agli operatori finanziari in Rete nel caso in cui essa venisse implementata anche altrove.

E mentre l’ingegneria sociale per scopi malevoli sembra in piena evoluzione, un rapporto di Websense lancia un nuovo allarme circa l’uso e l’abuso degli strumenti del web 2.0 da parte dei cyber-criminali. “L’aspetto principale dei siti Web 2.0 che li ha resi così rivoluzionari – la natura dinamica dei contenuti on site, la possibilità per chiunque di creare e pubblicare facilmente contenuti, e la fiducia che gli utenti hanno per gli altri nel loro network online – sono le stesse caratteristiche che aumentano radicalmente il potenziale per gli abusi” si legge nel rapporto.

Il problema è tanto più serio se si considera che molti dei siti web più seguiti sono appunto classificabili come appartenenti al Web 2.0, al social networking e alle ricerche tra contenuti e reti di relazioni. Quasi la metà dei 100 siti più visitati supporta i contenuti generati dagli utenti, dice la società di sicurezza, e proprio all’interno di quei contenuti si annida uno dei tanti strumenti usati da cyber-criminali e truffatori per i propri loschi scopi.

Post di spam, link malevoli, contenuti “inappropriati” e potenzialmente pericolosi per la sicurezza rappresentano una delle peggiori minacce del web considerando che la maggioranza dei siti del Web 2.0 fa parte (che lo vogliano o meno) dei 50 più attivi dispensatori di malware . E gli strumenti di protezione basati sulle segnalazioni della community sottostante come quelli implementati da YouTube e Blogspot, dice ancora Websense, risultano inefficaci nel 65-75 per cento dei casi.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • IvUlAcPRkV scrive:
    QwXSvPrEgQePDqQM
    http://www.fimbresforcouncil.com/cheaphomeinsurance.html cheap home insurance luwld http://www.robkellysurf.com/home_insurance_quotes.html home insurance quotes %] http://www.karenmartinezforassembly.org/health_insurance.html health insurance
    :PP http://www.pinkcollarclub.net/ auto insurance
    :(( http://www.robkellysurf.com/business_insurance_quotes.html business insurance quotes 8-DD
  • Enjoy with Us scrive:
    M$ rischia di fallire...
    ... ora ci sarà l'assalto dei soliti soloni che diranno il contrario, che è un'azienda solidissima, che ha miliardi di dollari di utili ecc... tutto vero, solo un piccolo particolare sta perdendo il suo core businnes... è come se un'azienda produttrice di automobili si trovasse a dover concorrere con uno che le auto (magari non altrettanto belle ma comunque funzionali) le da gratis!Staremo a vedere l'accoglienza di Windows 7, se non sarà migliore di quella riservata a Vista M$ è spacciata!
  • panda rossa scrive:
    Re: La caduta continua
    - Scritto da: Pippo Lacoca
    ROTFL

    Dimostra che il LHC sia pericoloso o perisci
    sommerso da risate
    buffoncello.
    Voglio le formule matematiche precise pero'.Lo dice Giacobbo! E se lo dice lui DEVE essere cosi'.Pentiti, peccatore, e ricordati che devi morire!
  • Se PDpiuL uguale PDmenoL allora Luguale0 scrive:
    Nella mia azienda solo MS Office!
    Le altre soluzioni sono lontane anni luce e si possono andare a nascondere! Va bene essere a favore di applicazioni effettivamente migliori (che so, Firefox al posto di IE).Ma ragazzi state scherzando ???Volete veramente convincervi che roba tipo OO o GoogleDocs sia meglio di Office ????????????Dite piuttosto che avete le braccine corte e non vi potete permettere prodotti profesionali. Fareste più bella figura!
    • krane scrive:
      Re: Nella mia azienda solo MS Office!
      - Scritto da: Se PDpiuL uguale PDmenoL allora Luguale0
      Le altre soluzioni sono lontane anni luce e si
      possono andare a nascondere!
      Va bene essere a favore di applicazioni
      effettivamente migliori (che so, Firefox al posto
      di IE).
      Ma ragazzi state scherzando ???
      Volete veramente convincervi che roba tipo OO o
      GoogleDocs sia meglio di Office ????????????Immagino dipenda dall'uso che ne fai; ci forniresti qualche esempio di tuo utilizzo che renda a te indispensabile office ?
      Dite piuttosto che avete le braccine corte e non
      vi potete permettere prodotti profesionali.
      Fareste più bella figura!
      • Pippo Lacoca scrive:
        Re: Nella mia azienda solo MS Office!
        - Scritto da: krane
        Immagino dipenda dall'uso che ne fai; ci
        forniresti qualche esempio di tuo utilizzo che
        renda a te indispensabile office
        ?Probabilmente la composizione di presentazioni XXXXX vengono meglio con Office. E poi OO ce la ha Clippy? eh?
        • latin cico scrive:
          Re: Nella mia azienda solo MS Office!
          - Scritto da: Pippo Lacoca
          - Scritto da: krane

          Immagino dipenda dall'uso che ne fai; ci

          forniresti qualche esempio di tuo utilizzo che

          renda a te indispensabile office

          ?

          Probabilmente la composizione di presentazioni
          XXXXX vengono meglio con Office. E poi OO ce la
          ha Clippy?
          eh?Hai presente gli assistenti di office? c'è l'orso che rutta e XXXXXXXXX.Ma powerpoint non serviva solo per i XXXXX?
      • panda rossa scrive:
        Re: Nella mia azienda solo MS Office!
        - Scritto da: krane
        Immagino dipenda dall'uso che ne fai; ci
        forniresti qualche esempio di tuo utilizzo che
        renda a te indispensabile office
        ?
        Probabilmente lo vendono.Non riesco a trovare nessun'altra spiegazione plausibile.
        • VITRIOL scrive:
          Re: Nella mia azienda solo MS Office!
          - Scritto da: panda rossa
          Probabilmente lo vendono.
          Non riesco a trovare nessun'altra spiegazione
          plausibile.Se ci riesci puoi vendere anche OOo, nessuno te lo impedisce :-)SalutiVITRIOL
          • nome e cognome scrive:
            Re: Nella mia azienda solo MS Office!

            Se ci riesci puoi vendere anche OOo, nessuno te
            lo impedisce
            :-)Puoi vendere anche aria in scatola... tanto qualcuno che te la compra lo trovi (e se lo trovi probabilmente ha gia linux quindi puoi provare con openoffice).
    • advange scrive:
      Re: Nella mia azienda solo MS Office!
      Siamo solo tutti solidali con te: non ti preoccupare, presto anche i tuoi dirigenti cambieranno idea; devi solo resistere qualche mese. Aspetta che finiscano le mazzette e vedrai.
    • ruppolo scrive:
      Re: Nella mia azienda solo MS Office!
      - Scritto da: Se PDpiuL uguale PDmenoL allora Luguale0
      Le altre soluzioni sono lontane anni luce e si
      possono andare a nascondere!È quel che dico anch'io, rispetto le soluzioni Apple.
  • ruppolo scrive:
    Non solo Office finisce nel cestino
    Gradualmente un po' tutti i prodotti MS vengono cestinati. È anche il turnio di Windows Mobile:http://www.macitynet.it/macity/aA39825/il_sucXXXXX_del_pre_per_ora_non_risolve_i_problemi_di_palm.shtml Tra le strategie in serbo l'abbandono definitivo di PalmOs e anche, a sorpresa, quello di Windows Mobile. L'adozione del sistema operativo di Redmond, una delle novità di qualche anno fa quando Palm cercava di sfondare nel mondo delle imprese, non ha dato i frutti previsti Scusate per il parziale off topic. Forse sarebbe ora per P.I. DI confezionare un articolo che riassuma la situazione di MS a 360 gradi, in modo da avere un quadro complessivo. Io l'ho buttata là...
    • pabloski scrive:
      Re: Non solo Office finisce nel cestino
      realisticamente windows mobile va a scatti sugli smartphone di ultima generazionenon è tollerabile una cosa del generemi lasciò sgomento il video che fu postato qualche mese fa su pi riguardo la nuova incarnazione di questo "fantastico" sistema operativo :D
      • ruppolo scrive:
        Re: Non solo Office finisce nel cestino
        - Scritto da: pabloski
        realisticamente windows mobile va a scatti sugli
        smartphone di ultima
        generazione

        non è tollerabile una cosa del genere

        mi lasciò sgomento il video che fu postato
        qualche mese fa su pi riguardo la nuova
        incarnazione di questo "fantastico" sistema
        operativo
        :DVedi cosa comporta avere "il MIO sistema operativo sul TUO hardware"? ;)
        • angros scrive:
          Re: Non solo Office finisce nel cestino

          Vedi cosa comporta avere "il MIO sistema
          operativo sul TUO hardware"? Infatti, se non puoi ritoccare il sistema per adattarlo all' hardware, il risultato è un disastro.Quindi: o il sistema operativo è aperto, così chiunque puo adattarlo al suo hardware, oppure lo stesso produttore deve fare hardware e software.Il problema della microsoft, del resto, sono sempre state le soluzioni a metà (windows a 32 bit su un kernel dos a 16, kernel ibridi, standard rispettati solo in parte)
          • ruppolo scrive:
            Re: Non solo Office finisce nel cestino
            - Scritto da: angros

            Vedi cosa comporta avere "il MIO sistema

            operativo sul TUO hardware"?

            Infatti, se non puoi ritoccare il sistema per
            adattarlo all' hardware, il risultato è un
            disastro.Qualcosa impedisce a MS di ritoccare Windows?
            Quindi: o il sistema operativo è aperto, così
            chiunque puo adattarlo al suo hardware,Chiunque? Anche tu? Anch'io?Io no, per la cronaca. Qualcuno qui, tra i lettori di PI, è in grado?
            oppure lo
            stesso produttore deve fare hardware e
            software.Appunto. Potendo intervenire da ambo i lati, il punto di incontro lo trova sempre.
            Il problema della microsoft, del resto, sono
            sempre state le soluzioni a metà (windows a 32
            bit su un kernel dos a 16, kernel ibridi,
            standard rispettati solo in
            parte)Il problema di MS è che ha perso di vista il suo core business: le aziende e le loro esigenze. Ha preferito rincorrere gli attori del mercato home, copiando a destra e manca e collezionando flop uno dietro l'altro.Io a casa non uso il tornio né la foratrice a controllo numerico, perché mai al lavoro dovrei usare il computer di casa?
  • Gianei scrive:
    Powerpoint 2007
    Powerpoint 2007 e' veramente un prodotto ottimo. Sono un convinto sostenitore di OOo, ma dopo aver visto Powerpoint 2007 devo ammettere che non c'e' paragone.Word 2007 e' solo leggermente meglio di OOo, mentre sul fronte Spreadsheet preferisco OOo (anche se quando si fanno grafici con una mole di dati rilevante Excel ha prestazioni di molto superiori).Questo nuovo Office e' uno dei pochi prodotti validi che ho visto sfornare a MS.
    • VITRIOL scrive:
      Re: Powerpoint 2007
      - Scritto da: Gianei
      (anche se quando si fanno grafici con una mole di
      dati rilevante Excel ha prestazioni di molto
      superiori).Resta sintonizzato, perché OOo 3.2 in Calc dovrebbe introdurre parecchie ottimizzazioni per quanto riguarda le prestazioni.Spariranno anche alcune limitazioni che, seppur non gravi, hanno fino ad ora diminuito l'usabilità. Cito ad esempio la possibilità di cancellare righe e colonne che attraversano celle unite, la possibilità di copiare e incollare blocchi di celle non contigue, il riconoscimento del carattere di nuova linea nelle celle, e altro.SalutiVITRIOL
    • advange scrive:
      Re: Powerpoint 2007

      Powerpoint 2007 e' veramente un prodotto ottimo.
      Sono un convinto sostenitore di OOo, ma dopo aver
      visto Powerpoint 2007 devo ammettere che non c'e' paragone.In cosa Powerpoint 2007 è superiore all'equivalente di OO? La mia è una domanda sincera, senza intento polemico: PP2007 non l'ho mai provato e mi interesserebbe sapere in cosa è superiore.
      Word 2007 e' solo leggermente meglio di OOo, [CUT]Qui invece l'intento è più polemico: uso entrambi (una delle aziende con cui collaboro mi obbliga ad usare Word 2007) e, velocità a parte, io trovo che Writer sia nettamente superiore a Word. Quindi mi interesserebbe sapere sotto quale aspetto Word 2007 superi Writer.
  • Funz scrive:
    Le vacche da soldi di Microsoft
    Windows e Office, sono sempre più magre.Prevedo che a breve MS non potrà più permettersi bagni di sangue colossali come Zune, Xbox, eccetera...
    • Lord Kap scrive:
      Re: Le vacche da soldi di Microsoft
      - Scritto da: Funz
      Prevedo che a breve MS non potrà più permettersi
      bagni di sangue colossali come Zune, Xbox,
      eccetera...Lo chiedo per ignoranza perché non conosco il mercato delle console da gioco, ma perché parli di bagno di sangue per Xbox? Mi sembrava che fosse venduto abbastanza, o no?-- Saluti, Kap
      • ruppolo scrive:
        Re: Le vacche da soldi di Microsoft
        - Scritto da: Lord Kap
        - Scritto da: Funz

        Prevedo che a breve MS non potrà più permettersi

        bagni di sangue colossali come Zune, Xbox,

        eccetera...

        Lo chiedo per ignoranza perché non conosco il
        mercato delle console da gioco, ma perché parli
        di bagno di sangue per Xbox? Mi sembrava che
        fosse venduto abbastanza, o
        no?

        --
        Saluti, KapSolo con la questione degli alimentatori difettosi che hanno dovuto sostituire si sono mangiati il guadagno di un anno.
        • Lord Kap scrive:
          Re: Le vacche da soldi di Microsoft
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: Lord Kap

          Lo chiedo per ignoranza perché non conosco il

          mercato delle console da gioco, ma perché parli

          di bagno di sangue per Xbox? Mi sembrava che

          fosse venduto abbastanza, o no?
          Solo con la questione degli alimentatori
          difettosi che hanno dovuto sostituire si sono
          mangiati il guadagno di un anno.Ah, in questo senso. Ho capito.-- Saluti, Kap
          • gosh scrive:
            Re: Le vacche da soldi di Microsoft
            E la prima XBOX la vendevano in perdita, se non sbaglio, per riuscire a ritagliarsi una fetta di mercato.
      • Funz scrive:
        Re: Le vacche da soldi di Microsoft
        Senza andare a sgattare gli articoli che avevo letto, la xbox è stata una voragine per molto tempo. Ditte anche grosse non sarebbero sopravvissute a una debacle simile.
        • nome e cognome scrive:
          Re: Le vacche da soldi di Microsoft
          - Scritto da: Funz
          Senza andare a sgattare gli articoli che avevo
          letto, la xbox è stata una voragine per molto
          tempo. Ditte anche grosse non sarebbero
          sopravvissute a una debacle
          simile.Debacle? Se penetrare un mercato e arrivare a scalzare sony dal secondo posto come market share è una debacle... il 4% di apple nel settore computer come lo chiamiamo? Tragedia immane?
          • quota scrive:
            Re: Le vacche da soldi di Microsoft
            - Scritto da: nome e cognome
            Debacle? Se penetrare un mercato e arrivare a
            scalzare sony dal secondo posto come market share
            è una debacle... il 4% di apple nel settore
            computer come lo chiamiamo? Tragedia
            immane?Vendendo prodotti sottocosto non è difficile, il problema è un'altro...Apple quanto sarebbe sopravvissuta se avesse venduto MacOS completo di tutto l'hardware a 400?Non credo sarebbe arrivata alla fine del primo annoM$ ha ovviamente un'altra capacità economica che le permette di vivere anche se vende sottocosto con programmi a lunga durata.Se funzionano ovviamente dopo da monopolisti faranno affari d'oro, se no...Se non ricordo male, M$ sta dismettendo una valanga di apps non più considerate economicamente valide, devo aver letto diversi articoli al riguardo, la lotta a tutto campo non sembra abbia portato i frutti sperati
    • FinalCut scrive:
      Re: Le vacche da soldi di Microsoft
      - Scritto da: Funz
      Windows e Office, sono sempre più magre.
      Prevedo che a breve MS non potrà più permettersi
      bagni di sangue colossali come Zune, Xbox,
      eccetera...Quoto e riporto un mio vecchio post:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2609429&m=2609592&is=0#p2609592le vacche non sono più tanto grasse da tempo, l'abbandono dei rami secchi come WinMobile è iniziato (Motorola, Palm e Nokia), lo Zune HD è già morto prima di arrivare sugli scaffali... la Sony che pre-installa Chrome al posto di IE...Ballmerd che parlando male della Apple si accorge poi che oltre il 50% dei notebook degli analisti presenti in sala erano Mac... Ballmerd che in segno di isteria durante una presentazione alla stampa strappa di mano un iPhone ad un dipendente M$, lo getta a terra e lo calpesta...Sono nervosi... molto nervosi... (rotfl)(linux)(apple)
      • Funz scrive:
        Re: Le vacche da soldi di Microsoft
        - Scritto da: FinalCut
        - Scritto da: Funz

        Windows e Office, sono sempre più magre.

        Prevedo che a breve MS non potrà più permettersi

        bagni di sangue colossali come Zune, Xbox,

        eccetera...

        Quoto e riporto un mio vecchio post:

        http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2609429&m=260

        le vacche non sono più tanto grasse da tempo,
        l'abbandono dei rami secchi come WinMobile è
        iniziato (Motorola, Palm e Nokia), lo Zune HD è
        già morto prima di arrivare sugli scaffali... la
        Sony che pre-installa Chrome al posto di
        IE...Uh, avevo dimenticato il winmobile :|
        Sono nervosi... molto nervosi... (rotfl)Vero, mi sembrano il Berlusca quando sta per essere scaricato da chiesa e mafia (dopo che moglie e mignotte l'hanno già scaricato)
  • Barze scrive:
    Da dove arrivano i 10 giorni?
    Per la mamma IBM ci lavoro...Ed almeno quì in Italia nessuno ha imposto di togliere Office dalle stazioni di lavoro (portatili o fisse) che l'hanno installato.Semplicemente non viene piu' fornito sui nuovi PC o se per una qualsiasi ragione ti serva "riclonare" l'installazione del "vecchio" PC assegnato.Parallelamente c'e' una forte spinta ad installare Symphony ed a cominciare ad usarlo. Office non e' piu' disponibile da circa meta' dell'anno scorso, quindi chi ha ricevuto il PC prima continuera' ad avere Office per tutto il tempo dell'ammortamento di quest'ultimo (non meno di tre anni).ciao
    • Giambo scrive:
      Re: Da dove arrivano i 10 giorni?
      - Scritto da: Barze
      Parallelamente c'e' una forte spinta ad
      installare Symphony ed a cominciare ad usarlo.Avevo letto delle recensioni piuttosto dure su Symphony, se comparate con OOo. Tu lo usi ? Come ti ci trovi ?
      • Barze scrive:
        Re: Da dove arrivano i 10 giorni?
        Premetto che sono un topo da CED, quindi il mio utilizzo degli strumenti di produttivita' si limita a dei documenti (.doc .xls) delle installazioni che eseguo. Quindi: heading 1,2,3 e normal text, tabella IP e tabella Zoning/LUN Masking e' il massimo della formattazione che uso. Che dire... a questo livello Word,Excel o Symphony o O.O. sono pari; la mamma mi passa solo Symphony, quello usero' visto che queste formattazioni base sono ben mantenute anche se si salva in .doc o .xls e non in .odf.ciao.
        • ruppolo scrive:
          Re: Da dove arrivano i 10 giorni?
          - Scritto da: Barze
          Premetto che sono un topo da CED, quindi il mio
          utilizzo degli strumenti di produttivita' si
          limita a dei documenti (.doc .xls) delle
          installazioni che eseguo.

          Quindi: heading 1,2,3 e normal text, tabella IP e
          tabella Zoning/LUN Masking e' il massimo della
          formattazione che uso. Che dire... a questo
          livello Word,Excel o Symphony o O.O. sono pari;
          la mamma mi passa solo Symphony, quello usero'
          visto che queste formattazioni base sono ben
          mantenute anche se si salva in .doc o .xls e non
          in
          .odf.

          ciao.Questo ragionamento merita però una conclusione, altrimenti potremo dire a uno che chiede quale veicolo utilizzare per andare al tabacchino che dista un chilometro "puoi usare la bicicletta, il motorino, l'auto, il camion, la corriera e l'elicottero".La conclusione, a mio parere, è che il pacchetto Office sia sotto utilizzato al 1%, il che significa che le risorse richieste, tecniche, economiche e di formazione dell'utente, sono 100 volte superiori di quanto potrebbero essere.Io, ad esempio, compongo i miei documenti con TextEdit, un programma fornito con il sistema operativo che pesa 3MB e che salva per default in RTF, con possibilità di inserire tabelle e immagini, e che posso inviare a chiunque grazie al fatto che il sistema operativo può creare PDF da qualsiasi applicazione in grado di stampare.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 settembre 2009 12.22-----------------------------------------------------------
          • angros scrive:
            Re: Da dove arrivano i 10 giorni?
            D' altra parte, esistono integrati che in meno di 20 Mb ti danno GUI, word proXXXXXr, foglio elettronico, database, programma di disegno e browser (ad esempio il GEOS, ma anche alcune distribuzioni linux minimaliste)Windows+Office spreca una quantità di risorse spaventosa.
          • ... scrive:
            Re: Da dove arrivano i 10 giorni?
            GEOS???? il sistema operativo per commodore64?? bello parlare di cose che non si conoscono :)
          • angros scrive:
            Re: Da dove arrivano i 10 giorni?
            Forse sei tu che non lo conosci ;-)Ne esiste anche una versione per PC, ancora sviluppata:http://en.wikipedia.org/wiki/GEOS_(16-bit_operating_system)
          • angros scrive:
            Re: Da dove arrivano i 10 giorni?
            Nel link a wikipedia, non mi ha messo l' ultimo carattere. Se non ti apre la pagina, aggiungi ")" all' URL
      • DarkOne scrive:
        Re: Da dove arrivano i 10 giorni?
        - Scritto da: Giambo
        - Scritto da: Barze


        Parallelamente c'e' una forte spinta ad

        installare Symphony ed a cominciare ad usarlo.

        Avevo letto delle recensioni piuttosto dure su
        Symphony, se comparate con OOo. Tu lo usi ? Come
        ti ci trovi
        ?Io l'ho solo installato e avviato, non l'ho voluto nemmeno usare...l'interfaccia di eclipse lo appesantisce in un modo mostruoso, succhia una quantità indescrivibile di RAM.Visto questo, l'ho subito disinstallato.
        • advange scrive:
          Re: Da dove arrivano i 10 giorni?

          Io l'ho solo installato e avviato, non l'ho
          voluto nemmeno usare...l'interfaccia di eclipse
          lo appesantisce in un modo mostruoso, succhia una
          quantità indescrivibile di RAM.

          Visto questo, l'ho subito disinstallato.Pensa che io, avendo letto che usava l'interfaccia di Eclipse, ho deciso di non installarlo proprio :)
        • Giambo scrive:
          Re: Da dove arrivano i 10 giorni?
          - Scritto da: DarkOne
          Io l'ho solo installato e avviato, non l'ho
          voluto nemmeno usare...l'interfaccia di eclipse
          lo appesantisce in un modo mostruoso,Strano, ho sempre trovato SWT piu' "reattivo" di Swing (Fino a java5, almeno).
    • ruppolo scrive:
      Re: Da dove arrivano i 10 giorni?
      - Scritto da: Barze
      Per la mamma IBM ci lavoro...
      Ed almeno quì in Italia...L'Italia, si sa, fa parte della provincia dell'Impero. Una provincia dove le vecchie strategie, basate su corruzione finanziamenti, funzionano semprehttp://punto-informatico.it/2710299/PI/News/voip-della-pa-parla-microsoft.aspx:
  • Perplesso scrive:
    Mah...
    IBM (Lotus) e MS competono da decenni sul fronte del groupware e dell'office automation. IBM da anni sta cercando di convincere i clienti ad usare Symphony (con un sucXXXXX discutibile). IBM decide ora di imporre ai propri utenti di passare a Symphony (dopo anni di sperimentazione e messa a punto). IBM non ha neppure acquistato Office 2007.Sarebbe questo un brutto colpo per MS? Che uno dei loro principali concorrenti smetta di usare office? Che succeda mi sembra proprio il minimo. Anche perchè non possono andare dai clienti e dire di usare i loro prodotti se poi non li usano.Anche pensare che questo sia una cosa buona per OpenOffice (che in IBM vedono come un prodotto Sun) mi pare discutibile. Qui abbiamo una azienda che cerca di vendere il proprio prodotto (ben legato a Domino e ad una serie di altri prodotti, anche se può essere usato standalone).Quanto alla libera scelta, in azienda non c'è. Le aziende non sono democratiche. Quindi una IBM che obbliga propri utenti ad usare i propri prodotti o un Ballmer che critica i propri dipendenti che usano prodotti della concorrenza ci stanno tutti.Per la cronaca in IBM stanno anche tentando di eliminare Windows a favore di Linux ma penso ci vorrà ancora qualche tempo.
    • VITRIOL scrive:
      Re: Mah...
      - Scritto da: Perplesso
      IBM da
      anni sta cercando di convincere i clienti ad
      usare Symphony (con un sucXXXXX discutibile). IBM
      decide ora di imporre ai propri utenti di passare
      a Symphony (dopo anni di sperimentazione e messa
      a punto). IBM non ha neppure acquistato Office
      2007.Anni mi sembra eccessivo, considerando che Lotus Symphony esiste da poco più di un anno (30 maggio 2008)...SalutiVITRIOL
      • shevathas scrive:
        Re: Mah...

        Anni mi sembra eccessivo, considerando che Lotus
        Symphony esiste da poco più di un anno (30 maggio
        2008)...

        Saluti
        VITRIOLprima si chiamava lotus smart suite.
        • VITRIOL scrive:
          Re: Mah...
          - Scritto da: shevathas
          prima si chiamava lotus smart suite.Sono due prodotti completamente diversi. Symphony è basato sul motore office di una vecchia versione di OpenOffice, e ha una interfaccia grafica basata su Eclipse. Il formato di default è ODF.La futura versione 2.0 di Symphony sarà basata sull'attuale motore di OpenOffice 3.x, il che dovrebbe dare un notevole impulso a Symphony.SalutiVITRIOL
          • shevathas scrive:
            Re: Mah...
            - Scritto da: VITRIOL
            - Scritto da: shevathas


            prima si chiamava lotus smart suite.

            Sono due prodotti completamente diversi. Symphony
            è basato sul motore office di una vecchia
            versione di OpenOffice, e ha una interfaccia
            grafica basata su Eclipse. Il formato di default
            è
            ODF.anche una panda moderna è completamente diversa da una 127. In ogni caso si tratta sempre di automobili fiat che competono nel segmento utilitarie.E anche in questo caso abbiamo due suite da ufficio, le tecnologie sottostanti all'utonto finale non interessano.
      • Perplesso scrive:
        Re: Mah...
        - Scritto da: VITRIOL
        Anni mi sembra eccessivo, considerando che Lotus
        Symphony esiste da poco più di un anno (30 maggio
        2008)...Hai ragione ma il tentativo di spostare gli utenti via da Office è ben più antico (Oltre alla Smartsuite, mi ricordo cose come i Lotus Components).
      • poiuy scrive:
        Re: Mah...
        Lotus Symphony esiste da prima di Office. C'era la versione che girava in dos di foglio elettronico. Faceva anche da word proXXXXXr in qualche modo con la correzione dello spelling.Prò mi sa che hai counque ragione tu, perchè dubito che di quel programma ancestrale sia stata riportata anche 1 sola riga nell'attuale Lotus Symphony... e poi mi sa non era della IMB ma della Lotus... chi lo sa... avevo 15 anni quando lo utilizzavo, e non ricordo un gran chè!
        • VITRIOL scrive:
          Re: Mah...
          - Scritto da: poiuy
          Prò mi sa che hai counque ragione tu, perchè
          dubito che di quel programma ancestrale sia stata
          riportata anche 1 sola riga nell'attuale Lotus
          Symphony... e poi mi sa non era della IMB ma
          della Lotus... chi lo sa... avevo 15 anni quando
          lo utilizzavo, e non ricordo un granEra Lotus, poi acquisita da IBM. Comunque, come già hai capito, di uguale c'è solo in nome, ripreso per nostalgia. I prodotti non hanno assolutamente nulla in comune.SalutiVITRIOL
        • advange scrive:
          Re: Mah...
          Mi hai fatto venire in mente che i fogli di calcolo della Lotus esistevano già per gli 8086; ed erano in grado di generare grafici. Mi chiedo cosa sia sucXXXXX all'informatica nel frattempo...
    • Funz scrive:
      Re: Mah...
      Ah ah ah ah groupware e office automation, ah ah ah ah Ma hai mai lavorato in un'azienda normale?Io sono passato dalla boita di 20 dipendenti alla multinazionale di 200mila alla piccola azienda da 150, e il massimo che ho visto è Lotus Notes.Edit: LN ovviamente usato per la posta elettronica e poco più.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 settembre 2009 10.49-----------------------------------------------------------
      • Perplesso scrive:
        Re: Mah...
        - Scritto da: Funz
        Ma hai mai lavorato in un'azienda normale?
        Io sono passato dalla boita di 20 dipendenti alla
        multinazionale di 200mila alla piccola azienda da
        150, e il massimo che ho visto è Lotus
        Notes.Io ho visto ben di più. Se il cliente è IBM il fulcro è spesso Domino. Ho visto aziende con centinaia di applicazioni Domino (magari 3/4 non usate ma rimane sempre il resto che è notevole).In casa MS ho visto parecchie installazioni Sharepoint per gestire la condivisione di documentazione (spesso in formato Office).
  • iRoby scrive:
    Mercato enterprise
    Il mercato enterprise è parecchio importante, e un'azienda come IBM con 360mila dipendenti non è una cosa da poco.Senza contare la sua influenza nel mondo dell'IT. Ad IBM potrebbero seguire le loro sussidiarie e partner certificati, non so in Italia mi viene il nome T-System che ha sotto di se tantissimi "caporali" coi loro giri di consulenti co.co.pro e tecnici a p.iva.L'influenza indiretta su di loro se li dovrebbe portare dietro, anche se è vero che loro già sono liberi di usare ciò che vogliono e spesso dovendoselo pagare da soli scelgono naturalmente OOo...Per certo so che grandi clienti italiani di IBM come certi gruppi bancari lasciano a M$ anche 8-9 milioni l'anno di fisso tra licenze e consulenti. Potergli tagliare da questa cifra 1 milioncino che è la fetta di Office non sarebbe roba da poco...
    • shevathas scrive:
      Re: Mercato enterprise
      - Scritto da: iRoby
      Il mercato enterprise è parecchio importante, e
      un'azienda come IBM con 360mila dipendenti non è
      una cosa da
      poco.anche se symphony, per assurdo, fosse al 100% spazzatura è logico che chi lo produce (o ne vende l'assistenza) lo usi.Altrimenti ti stai dando una solenne zappata sui piedi proprio come l'acquisto di mercedes come auto di rappresentanza per i manager fiat.
      Senza contare la sua influenza nel mondo dell'IT.
      Ad IBM potrebbero seguire le loro sussidiarie e
      partner certificati, non so in Italia mi viene il
      nome T-System che ha sotto di se tantissimi
      "caporali" coi loro giri di consulenti co.co.pro
      e tecnici a
      p.iva.
      che poi sono gli stessi giochetti monopolistici che ha fatto mamma M$ con gli OEM.E quindi sanzionabili allo stesso modo.
      L'influenza indiretta su di loro se li dovrebbe
      portare dietro, anche se è vero che loro già sono
      liberi di usare ciò che vogliono e spesso
      dovendoselo pagare da soli scelgono naturalmente
      OOo...
      dipende dall'uso che si vuole fare e dalle funzionalità che si vogliono avere. Office per scrivere due lettere e fare un foglio elementare di lavoro è semplicemente uno spreco.
      Per certo so che grandi clienti italiani di IBM
      come certi gruppi bancari lasciano a M$ anche 8-9
      milioni l'anno di fisso tra licenze e consulenti.
      Potergli tagliare da questa cifra 1 milioncino
      che è la fetta di Office non sarebbe roba da
      poco...i sistemi informativi delle aziende grosse sono estremamente complessi, se per la macelleria scannacani è immediato passare da Office a Open Office non è detto che lo stesso sia possibile per una banca o una grossa industria.Considera che molti usano ancora programmi in COBOL, mantenuti e continuamente aggiornati proprio perché non sarebbe economicamente conveniente farne tabula rasa e farli riscrivere.Idem per M$ Office, magari risparmi 1M di licenze (le consulenze non le elimini passando a OO.org) ma quanto ti costa modificare, aggiornare e testare tutti i file che si basano sulla suite di office ?Sono analisi decisamente complesse da fare, e logicamente hanno un costo, non sono cose così immediate.
      • advange scrive:
        Re: Mercato enterprise

        che poi sono gli stessi giochetti monopolistici
        che ha fatto mamma M$ con gli OEM.
        E quindi sanzionabili allo stesso modo. Ti correggo, se permetti: questi sono gli stessi giochi che ha fatto MS con gli OEM: solo che in quel caso eravamo in presenza di un monopolio e quindi il comportamento era sanzionabile; qui no: IBM non ha il monopolio di nulla.
        dipende dall'uso che si vuole fare e dalle
        funzionalità che si vogliono avere. Office per
        scrivere due lettere e fare un foglio elementare
        di lavoro è semplicemente uno spreco.E lo è anche per scrivere documenti complessi: OpenOffice ha strumenti molto più avanzati a riguardo.

        i sistemi informativi delle aziende grosse sono
        estremamente complessi, se per la macelleria
        scannacani è immediato passare da Office a Open
        Office non è detto che lo stesso sia possibile
        per una banca o una grossa industria.Vero! Questo porta ad una semplice considerazione: prima si comincia, prima si finisce!
        Considera che molti usano ancora programmi in
        COBOL, mantenuti e continuamente aggiornati
        proprio perché non sarebbe economicamente
        conveniente farne tabula rasa e farli riscrivere.Questa è una mezza verità: la realtà è che molti temono la sfida di riscrivere per bene il SW e preferiscono accontentarsi di manutenerlo (meno rischi, comunque remunerativo).
        Idem per M$ Office, magari risparmi 1M di
        licenze (le consulenze non le elimini passando a
        OO.org) ma quanto ti costa modificare, aggiornare
        e testare tutti i file che si basano sulla suite di office?
        Sono analisi decisamente complesse da fare, e
        logicamente hanno un costo, non sono cose così immediate.Esatto: il parallelo con COBOL è corretto; serve coraggio nelle scelte.
        • shevathas scrive:
          Re: Mercato enterprise

          Ti correggo, se permetti: questi sono gli stessi
          giochi che ha fatto MS con gli OEM: solo che in
          quel caso eravamo in presenza di un monopolio e
          quindi il comportamento era sanzionabile; qui no:
          IBM non ha il monopolio di
          nulla.sofismi. La M$ era l'unico produttore di sistemi operativi per PC ? c'era anche linux, anche se al periodo vendere OEM con linux sarebbe significato suicidarsi economicamente.
          E lo è anche per scrivere documenti complessi:
          OpenOffice ha strumenti molto più avanzati a
          riguardo.e cosa importa alla macelleria scannacani ? Ho semplicemente affermato che per lavori elementari M$ Office ha un rapporto costo/funzionalità richieste svantaggioso per quel tipo di utenza.
          Questa è una mezza verità: la realtà è che molti
          temono la sfida di riscrivere per bene il SW e
          preferiscono accontentarsi di manutenerlo (meno
          rischi, comunque
          remunerativo).guarda le banche, (e i grossi) ragionano con il pallottoliere: "quanto mi costa rifarlo, cosa guadagno, cosa rischio, se cambio in quanto tempo ammorto l'investimento, quanto mi costa il cambiamento, per quanto tempo i due sistemi dovranno viaggiare in parallelo".Non prendono decisioni per moda o per fare i fighetti. E analisi di questo tipo per scelte che hanno un forte impatto economico vengono fatte ed approfondite alquanto.Analisi del tipo: M$ office 1 licenza 600costo M$ office totale 10.000 x 600 = 6Mcosto OO.org totale 0x10.000 = 0vengono cestinate istantaneamente.
          Esatto: il parallelo con COBOL è corretto; serve
          coraggio nelle
          scelte.non serve coraggio, serve valutare la convenienza economica di certe scelte e l'impatto sui costi.Accetteresti, per esempio, di pagare un conto corrente il doppio, a parità di servizi, del normale solo per leggere nell'estrato conto: pdf creato con OO.org ?Imho almeno il 60% dei clienti cambierebbe banca.
          • advange scrive:
            Re: Mercato enterprise

            sofismi. La M$ era l'unico produttore di sistemi
            operativi per PC ? c'era anche linux, anche se al
            periodo vendere OEM con linux sarebbe significato
            suicidarsi economicamente.Come fai a dire onestamente che il monopolio di MS sia un sofismo? No, sul serio, questa ce la devi spiegare.
            e cosa importa alla macelleria scannacani ? Ho
            semplicemente affermato che per lavori elementari
            M$ Office ha un rapporto costo/funzionalità
            richieste svantaggioso per quel tipo di utenza.Ho semplicemente aggiunto che con Writer ci sono degli strumenti molto avanzati che non trovi in Word; era un completamento del tuo discorso, non un volerlo contraddire
            guarda le banche, (e i grossi) ragionano con il
            pallottoliere: "quanto mi costa rifarlo, cosa
            guadagno, cosa rischio, se cambio in quanto tempo
            ammorto l'investimento, quanto mi costa il
            cambiamento, per quanto tempo i due sistemi
            dovranno viaggiare in parallelo".
            Non prendono decisioni per moda o per fare i
            fighetti. E analisi di questo tipo per scelte che
            hanno un forte impatto economico vengono fatte ed
            approfondite alquanto.
            Analisi del tipo:

            M$ office 1 licenza 600
            costo M$ office totale 10.000 x 600 = 6M
            costo OO.org totale 0x10.000 = 0

            vengono cestinate istantaneamente.Ah, ma io non mi riferivo a loro, ma alle aziende che producono SW.


            Esatto: il parallelo con COBOL è corretto; serve

            coraggio nelle

            scelte.

            non serve coraggio, serve valutare la convenienza
            economica di certe scelte e l'impatto sui costi.
            Accetteresti, per esempio, di pagare un conto
            corrente il doppio, a parità di servizi, del
            normale solo per leggere nell'estrato conto: pdf
            creato con OO.org?
            Imho almeno il 60% dei clienti cambierebbe banca.Ripeto, io mi riferisco a chi produce SW, non alle banche.Se poi vogliamo guardare a loro allora le banche dovrebbero ragionare sul lungo periodo: migrare a OO costa? E' vero, ma alla lunga eviti il lock-in con i formati MS; quindi ammortizzi una spesa iniziale più alta con piani pluriennali. Un'analisi più attenta dei costi del SW negli ultimi 15 anni a riguardo dovrebbe aiutare. Guardare oltre la prossima trimestrale anche.
          • shevathas scrive:
            Re: Mercato enterprise

            Ah, ma io non mi riferivo a loro, ma alle aziende
            che producono
            SW.oggi non vedo aziende che vendono nuove soluzioni in cobol. Ma ci sono ancora aziende che continuano a supportare vecchi sistemi scritti in quel linguaggio.Stiamo dicendo due cose distinte: l'esempio del cobol serviva per chiarire come mai cambi "pesanti" al sistema informativo non siano cose immediate.
            Se poi vogliamo guardare a loro allora le banche
            dovrebbero ragionare sul lungo periodo: migrare a
            OO costa? E' vero, ma alla lunga eviti il lock-in
            con i formati MS; quindi ammortizzi una spesa
            iniziale più alta con piani pluriennali.si ragiona sul lungo periodo infatti. Ma anche sul breve. Come scrivevo analisi economiche vengono fatte e se si trova che il gioco vale la candela si cambia, altrimenti si rimane con office.
            Un'analisi più attenta dei costi del SW negli
            ultimi 15 anni a riguardo dovrebbe aiutare.
            Guardare oltre la prossima trimestrale
            anche.15 anni in informatica sono un eone. per fare previsioni precise sulle tecnologie prossime venture direi che al più l'orizzonte temporale sia di circa 5 anni.Potrebbe anche capitare, fra 5 anni, che divenga conveniente l'uso di suite stile google docs, applicazioni ospitate su server centralizzati ai quali i client si collegano per lavorare in rete.E fare un investimento che ammortizzi in 15 anni e devi cambiare dopo 5 anni significa fare una perdita secca.
          • advange scrive:
            Re: Mercato enterprise

            oggi non vedo aziende che vendono nuove soluzioni
            in cobol. Ma ci sono ancora aziende che
            continuano a supportare vecchi sistemi scritti in
            quel linguaggio.
            Stiamo dicendo due cose distinte: l'esempio del
            cobol serviva per chiarire come mai cambi
            "pesanti" al sistema informativo non siano cose immediate.Stiamo dicendo la stessa cosa: stavo solo rafforzando la tua tesi dicendo che qui c'è una doppia convenienza: delle banche che spendono solo per la manutenzione e delle aziende che non fanno grossi investimenti per migrare a piattaforme diverse.
            si ragiona sul lungo periodo infatti. Ma anche
            sul breve. Come scrivevo analisi economiche
            vengono fatte e se si trova che il gioco vale la
            candela si cambia, altrimenti si rimane con office.Esatto
            15 anni in informatica sono un eone. per fare
            previsioni precise sulle tecnologie prossime
            venture direi che al più l'orizzonte temporale sia di circa 5 anni.
            Potrebbe anche capitare, fra 5 anni, che divenga
            conveniente l'uso di suite stile google docs,
            applicazioni ospitate su server centralizzati ai
            quali i client si collegano per lavorare in rete.
            E fare un investimento che ammortizzi in 15 anni
            e devi cambiare dopo 5 anni significa fare una perdita secca.Sicuro: io intendevo "Guarda alla storia degli scorsi 15 anni, guarda cosa ti è costato Office e pianifica per il futuro"
          • shevathas scrive:
            Re: Mercato enterprise

            Stiamo dicendo la stessa cosa: stavo solo
            rafforzando la tua tesi dicendo che qui c'è una
            doppia convenienza: delle banche che spendono
            solo per la manutenzione e delle aziende che non
            fanno grossi investimenti per migrare a
            piattaforme
            diverse.qui direi: "se funziona non c'è bisogno di ripararlo".
            Sicuro: io intendevo "Guarda alla storia degli
            scorsi 15 anni, guarda cosa ti è costato Office e
            pianifica per il
            futuro"guarda anche i motivi per i quali erano state fatte determinate scelte all'epoca, guarda quanto hai pagato e guarda quanto avresti dovuto pagare facendo altre scelte.Anche queste sono analisi che vengono fatte. Facendo un esempio è come se il confronto fra due automobili della stessa classe si limitasse al prezzo di listino senza considerare le spese di gestione, la facilità di reperimento di pezzi di ricambio, la facilità di manutenzione.E a seconda dell'uso che devi fare del mezzo diventa conveniente un'auto con un prezzo di listino maggiore ma la cui casa madre è dotata di un'ottima rete di supporto sul territorio rispetto ad una più economica ma della quale è difficile trovare pezzi di ricambio in caso di avarie.Tornando a M$ office in azienda da una parte ci sono i costi di licenza pagati, dall'altra il vantaggio di avere personale che ci sa smanettare, si, anche perché ci gioca pirata a casa, e che essendo standard "de facto" non aveva problemi di compatibilità con altre applicazioni non concorrenti ed altri formati.
          • advange scrive:
            Re: Mercato enterprise

            qui direi: "se funziona non c'è bisogno di ripararlo".Esatto: è più o meno questo il ragionamento

            guarda anche i motivi per i quali erano state
            fatte determinate scelte all'epoca, guarda quanto
            hai pagato e guarda quanto avresti dovuto pagare
            facendo altre scelte.
            Anche queste sono analisi che vengono fatte.
            Facendo un esempio è come se il confronto fra due
            automobili della stessa classe si limitasse al
            prezzo di listino senza considerare le spese di
            gestione, la facilità di reperimento di pezzi di
            ricambio, la facilità di manutenzione.Sì, è corretto quello che dici.
            E a seconda dell'uso che devi fare del mezzo
            diventa conveniente un'auto con un prezzo di
            listino maggiore ma la cui casa madre è dotata di
            un'ottima rete di supporto sul territorio
            rispetto ad una più economica ma della quale è
            difficile trovare pezzi di ricambio in caso di avarie.Perfetto.
            Tornando a M$ office in azienda da una parte ci
            sono i costi di licenza pagati, dall'altra il
            vantaggio di avere personale che ci sa
            smanettare, si, anche perché ci gioca pirata a
            casa, e che essendo standard "de facto" non aveva
            problemi di compatibilità con altre applicazioni
            non concorrenti ed altri formati.Ecco, è anche questo che intendevo: ci sono due grosse novità che hanno scombussolato queste "motivazioni".La prima è che Office 2007 ha totalmente cambiato interfaccia (niente di sconvolgente: in mezz'ora mi sono abituato, ma per un normale utente) il che ha sconvolto molti tanto da costringere le aziende ad un ulteriore costo (che non so quanto sia previsto); ho avuto testimonianze dirette del fatto che una grande banca ha dovuto investire molto sulla formazione del personale al nuovo prodotto. Non so quanto tutto ciò sia stato previsto.La seconda è che, in maniera magari lenta, ma decisa nelle case OpenOffice sta prendendo piede in maniera fortissima; questo inverte improvvisamente il tuo ragionamento portando acqua al mulino di OpenOffice.In tutto questo ho sottointeso un ragionamento piuttosto cattivo: che purtroppo quando si tratta di SW troppo spesso ho visto che i ragionamenti che tu dici semplicemente non si fanno. E che certe decisioni sono prese per forza di abitudine e per pigrizia. Magari mi sbaglio, ma l'esperienza mi dice il contrario.
          • advange scrive:
            Re: Mercato enterprise

            il ribbon è stata una XXXXXXXta. Avessero
            lasciato la possibilità di avere anche
            all'interfaccia classica forse non ci sarebbero
            state molte resistenze verso il nuovo office 2007.Onestamente mi sono chiesto anch'io perché non dare l'opzione di usare l'interfaccia classica: mistero! Nel dettaglio il giudizio su ribbon dipende dai gusti: a me non piace perché lo ritengo un'accozzagli di icone ad uso dell'utonto che occupa inutilmente spazio verticale.Qualcosa di simile è usato anche da bluefish e in parte da Dreamweaver (che usava un approccio misto) e nemmeno lì mi piaceva.
            Ricordo che molti XP in ambito lavorativo avevano
            l'interfaccia classica (alla win 2000) più per questione di abitudine
            che altro.Tra questi io :$
          • ruppolo scrive:
            Re: Mercato enterprise
            - Scritto da: shevathas
            Potrebbe anche capitare, fra 5 anni, che divenga
            conveniente l'uso di suite stile google docs,
            applicazioni ospitate su server centralizzati ai
            quali i client si collegano per lavorare in
            rete.Anche perché in quel modo non devi preoccuparti della manutenzione software dei pacchetti: ci pensa Google, che non è certo messa nelle mani di studenti universitari o gente che lavora a tempo perso.
      • ruppolo scrive:
        Re: Mercato enterprise
        - Scritto da: shevathas
        Considera che molti usano ancora programmi in
        COBOL, mantenuti e continuamente aggiornati
        proprio perché non sarebbe economicamente
        conveniente farne tabula rasa e farli
        riscrivere.
        Idem per M$ Office, magari risparmi 1M di
        licenze (le consulenze non le elimini passando a
        OO.org) ma quanto ti costa modificare, aggiornare
        e testare tutti i file che si basano sulla suite
        di office
        ?
        Sono analisi decisamente complesse da fare, e
        logicamente hanno un costo, non sono cose così
        immediate.Da questo si capisce anche perché le aziende continuano (e continueranno) a usare Windows XP piuttosto che i successivi, orientati all'utenza casalinga. MS ha fatto un grande errore: puntare all'utenza domestica. Avevano in mano il mondo business e ora lo perderanno un pezzo alla volta. Nel settore casalingo, inoltre, non hanno cultura.
  • Luca69 scrive:
    Scelte da Manager
    Come sempre le scelte li fanno i Manger ... che poi se non hanno PowePoint installato come le fanno le presentazioni?E come la mettiamo con tutti i documenti giá esistenti? E se qualcuno manda un documento office? Che faccio gli chiedo se cortesemente puó passare a Lorus Symphony?Office é oramai uno standard "de facto" e finché non si passerá a formati aperti resterá negli uffici ancora per moooolto tempo!
    • iRoby scrive:
      Re: Scelte da Manager
      In IBM la cosa pare abbastanza seria, e i manager hanno avuto istruzioni tassative, o vi adeguate o ve lo pagate da soli MS Office.Finora è stato bello scegliere col portafogli di mammona... Ma ormai non c'è più trippa per i gatti. O si mangiano questa minestra o c'è la finestra... (rotfl)
    • advange scrive:
      Re: Scelte da Manager

      Come sempre le scelte li fanno i Manger ... Certo, chi altri se no?
      che poi se non hanno PowePoint installato come le
      fanno le presentazioni?Con OpenOffice: o pensi serva PowerPoint per fare le presentazioni?
      E come la mettiamo con tutti i documenti giá esistenti?Li esportiamo: c'è una procedura batch che fa questo per te. O pensi che dovremo essere legati a vita ad Office?
      E se qualcuno manda un documento office?Lo leggi, per esempio: tu cosa faresti?
      Che faccio gli chiedo se cortesemente puó passare a Lorus Symphony?E perché mai dovresti farlo? Magari glielo dici, pure, se sei di IBM fai pubblicità al tuo prodotto; altrimenti gli mandi il link alla pagina di GNU in cui si spiega perché non usare il formato Office.
      Office é oramai uno standard "de facto" e finché
      non si passerá a formati aperti resterá negli
      uffici ancora per moooolto tempo!Office era lo standard de facto; negli uffici sta sparendo velocemente; professionisti e piccole imprese, specie se di nuova apertura, hanno deciso di smettere di pagare la tassa MS. Anche IE una volta era lo standard de facto: oggi appare un brutto ricordo del passato che tutti vogliono dimenticare.
    • fox82i scrive:
      Re: Scelte da Manager
      Come per tutte le cose: si cambia metodologia di lavoro, punto!
    • Thescare scrive:
      Re: Scelte da Manager
      Scommetti che se IBM chiede di utilizzare formati aperti ai sui partner o a chiunque con cui abbia rapporti commerciali, questi lo fanno?Non stiamo parlando del verduraio sotto casa, ma di un'azienda che ha un fatturato di 100 e passa miliardi di dollari. Credo che il suo peso lo abbia....
      • VITRIOL scrive:
        Re: Scelte da Manager
        - Scritto da: Thescare
        Scommetti che se IBM chiede di utilizzare formati
        aperti ai sui partner o a chiunque con cui abbia
        rapporti commerciali, questi lo
        fanno?Ma speriamo, sarebbe davvero ora...SalutiVITRIOL
      • nome e cognome scrive:
        Re: Scelte da Manager
        - Scritto da: Thescare
        Scommetti che se IBM chiede di utilizzare formati
        aperti ai sui partner o a chiunque con cui abbia
        rapporti commerciali, questi lo
        fanno?Scommetti che se i clienti chiedono ad IBM di mandare le proposte in formato excel 2003 buttano tutto e re-installano office al volo?
        • angros scrive:
          Re: Scelte da Manager
          OpenOffice può salvare in formato excel
        • Thescare scrive:
          Re: Scelte da Manager
          Dipende dal cliente. Se ha peso maggiore di IBM oppure se ha alternative a IBM stessa, può darsi altrimenti non credo proprio. IBM non è l'ultima ruota del carro senza nessun potere.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Scelte da Manager
            - Scritto da: Thescare
            Dipende dal cliente. Se ha peso maggiore di IBM
            oppure se ha alternative a IBM stessa, può darsi
            altrimenti non credo proprio. IBM non è l'ultima
            ruota del carro senza nessun
            potere.Il cliente ha sempre ragione e i commerciali ricevono la provigione, quindi cliente grande o piccolo è sempre un tassello del budget.
          • quota scrive:
            Re: Scelte da Manager
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: Thescare

            Dipende dal cliente. Se ha peso maggiore di IBM

            oppure se ha alternative a IBM stessa, può darsi

            altrimenti non credo proprio. IBM non è l'ultima

            ruota del carro senza nessun

            potere.

            Il cliente ha sempre ragione e i commerciali
            ricevono la provigione, quindi cliente grande o
            piccolo è sempre un tassello del
            budget.i docs sono diventati a sorgente aperto per permettere la standardizzazione di OOXML, quindi non ci vuole un grande lavoro per aprirli anche da OOo, tra l'altro lo faceva anche prima.Ma provarli i software prima di parlare?
    • latin cico scrive:
      Re: Scelte da Manager
      - Scritto da: Luca69
      Come sempre le scelte li fanno i Manger ... che
      poi se non hanno PowePoint installato come le
      fanno le
      presentazioni?

      E come la mettiamo con tutti i documenti giá
      esistenti? E se qualcuno manda un documento
      office? Che faccio gli chiedo se cortesemente puó
      passare a Lorus
      Symphony?

      Office é oramai uno standard "de facto" e finché
      non si passerá a formati aperti resterá negli
      uffici ancora per moooolto
      tempo!Caro, la polizia scozzese ha dato un calcio nel c.. a office (che come dicono in tanti fa letteralmente cag..) già dal lontano 2003 e il dipartimento della difesa americano idem..Standard de facto? un buon 80% delle persone non sanno neanche usarlo office, se parli di pivot pensano che sia roba da mangiare.Vedo gente che inserisce i numeri in excel e fa i calcoli con la calcolatrice...
  • Darth Vader scrive:
    Google Docs
    Sarà, ma a me pare che non riesca nemmeno a emulare bene Office 95.12 font per scrivere testi? Ma se perfino notepad ne ha di più!!
    • infame scrive:
      Re: Google Docs
      per scrivere i testi, di font te ne basta uno, se stai lavorando.se poi devi fare il figo con gli amici al bar, è un altro paio di maniche...
    • fox82i scrive:
      Re: Google Docs
      cavolate di un neofita....Basta ed avanzano 3 font! Già la gente fa difficoltà a leggere il testo per intero, figuriamoci quando leggono un testo con font assurdi!
    • panda rossa scrive:
      Re: Google Docs
      - Scritto da: Darth Vader
      Sarà, ma a me pare che non riesca nemmeno a
      emulare bene Office
      95.

      12 font per scrivere testi? Ma se perfino notepad
      ne ha di
      più!!Di font ne bastano 3: serif, sans serif, fixed.Il resto sono solo inutili lustrini di cui solo l'incapace abusa per tentare di celare la propria incapacita'.
    • Shu scrive:
      Re: Google Docs
      - Scritto da: Darth Vader
      12 font per scrivere testi? Ma se perfino notepad
      ne ha di
      più!!Un utente normale di una suite per ufficio non dovrebbe nemmenosapere che cosa è un font.Dovrebbe solo selezionare "corpo", "titolo", "sottotitolo","nota a margine", ecc. ecc. esattamente come fa per l'elencopuntato ora.Il mondo sarebbe un posto migliore se lo facessero tutti, e losviluppo sui motori di ricerca semantici degli ultimi mesi/annilo dovrebbe dimostrare chiaramente.Sarebbero più omogenei e leggibili, più indicizzabili, piùsnelli tutti i documenti.Bye.
      • VITRIOL scrive:
        Re: Google Docs
        - Scritto da: Shu
        Dovrebbe solo selezionare "corpo", "titolo",
        "sottotitolo",
        "nota a margine", ecc. ecc.Quelli si chiamano stili, ma l'utente deve anche avere la possibilità di modificarli e adattarti a suo piacimento, anche selezionando il font che ritiene più adatto. Ad esempio le funzionalità di gestione degli stili sono uno dei punti di forza di OpenOffice, però l'utente deve anche fare un piccolo sforzo per imparare ad usare quello che poi semplificherà di molto il suo lavoro.SalutiVITRIOL
        • guast scrive:
          Re: Google Docs
          No gli stili li deve fare un utente esperto e tutti gli altri si devono limitare ad usarli.Tutti i documenti in azienda devono essere fatti allo stesso modo.Poi se si lascia ai pivelli la libertà di associare un qualunque font allo stile finiscono nel documento i font che vengono dal driver della stampante. Poi quando il documento viene aperto in un computer che non ha quella stampante e quel font la visualizzazione sballa (Un tempo andava in crash il computer per stupidaggini simili).
  • Cannondale scrive:
    Quattro considerazioni....
    Non voglio flammare... riporto solo esperienze personali:1) Nell'azienda dove lavoro già da più di un'anno usiamo al 90% OOo. Il restante 10% (principalmente commerciali) usa Office 2003 con plugin per OOXML. Questo perchè a volte (raramente) arrivano file che OOo non apre correttamente (soprattutto PowerPoint in OOXML).2) Il formato OOXML (docx, xslx, pptx) non ha preso piede come MS sperava: almeno per la mia esperienza vedo girare principalmente file nel formato Office 2003. E aumenta l'uso di ODF!! OOXML viene usato poco (sento molti commercili dire: "non lo salvo in pptx perchè ho paura che non riescano a vederlo").3) Nel mio lavoro di programmatore uso moltissimo Google Docs (soprattutto Spreadsheet) per condividere con colleghi note, avanzamento task, ecc. Troviamo comodissima la funzione che permette a più persone di editare celle diverse dello stesso foglio.4) Il fatto che si diffonda OOo e derivati deve essere visto come un vantaggio anche per gli utenti della suite MS Office. MS è costretta a migliorare il prodotto e (forse) a farlo pagare meno per restare competitiva. In più nel nuovo Office probabilmente fornirà un supporto decente a ODF.
    • echoesp1 scrive:
      Re: Quattro considerazioni....
      Quoto appieno: docx, xslx, pptx sono visti come un intralcio. Molti pur di non usarlo non salvano nemmeno da office 2007 in formati doc, xls, ppt, ma decidono di utilizzare OOo. Poi quando scoprono le funzionalità di generazione pdf con annesse protezioni ringraziano anche chi lo ha installato. A mio avviso ancora c'è molto da fare per OOo, ma la cosa buona è che un foglio di calcolo è e rimane un foglio di calcolo, così come una lettera ed una presentazione, quindi è questione di tempo. Spero anche per un degno sostituto di access, che invece sembra vivere di vita eterna.
    • Wintermute scrive:
      Re: Quattro considerazioni....
      - Scritto da: Cannondale
      4) Il fatto che si diffonda OOo e derivati deve
      essere visto come un vantaggio anche per gli
      utenti della suite MS Office. MS è costretta a
      migliorare il prodotto e (forse) a farlo pagare
      meno per restare competitiva. In più nel nuovo
      Office probabilmente fornirà un supporto decente
      a ODF.Straquoto!
    • barra78 scrive:
      Re: Quattro considerazioni....
      - Scritto da: Cannondale
      3) Nel mio lavoro di programmatore uso moltissimo
      Google Docs (soprattutto Spreadsheet) per
      condividere con colleghi note, avanzamento task,
      ecc. Troviamo comodissima la funzione che
      permette a più persone di editare celle diverse
      dello stesso foglio.QUESTO È IL FUTURO, il resto sono pugnette! è incredibile pensare che oggi possiamo lavorare sullo stesso foglio elettronico CHE VIENE AGGIORNATO IN TEMPO REALE. lo sto usando per portare avanti lo sviluppo di un'applicativo web con altri collaboratori che però sono sparsi in giro per il mondo. Vero che esistono soluzioni + professionali e fighette ma siamo 4 smanettoni e il risparmio di tempo nell'adottare una soluzione simile è innegabile!CMQ sarebbe stato INCREDIBILMENTE STUPIDO IL CONTRARIO. Come dire che fiat permette ai suoi dirigenti di girare in Mercedes!
      • advange scrive:
        Re: Quattro considerazioni....
        Sì, in effetti IBM, Google, SUN, Apple, presto anche Oracle non sono aziende serie
        • DioFa scrive:
          Re: Quattro considerazioni....
          - Scritto da: advange
          Sì, in effetti IBM, Google, SUN, Apple, presto
          anche Oracle non sono aziende
          serieBen detto.
      • bollito scrive:
        Re: Quattro considerazioni....

        QUESTO È IL FUTURO, il resto sono pugnette! è
        incredibile pensare che oggi possiamo lavorare
        sullo stesso foglio elettronico CHE VIENE
        AGGIORNATO IN TEMPO REALE. lo sto usando per
        portare avanti lo sviluppo di un'applicativo web
        con altri collaboratori che però sono sparsi in
        giro per il mondo.Scusa forse ho capito male ma tu non conosci strumenti come SVN o GIT?Cose c'entra la programmazione concorrente con Google docs?
    • angros scrive:
      Re: Quattro considerazioni....

      2) Il formato OOXML (docx, xslx, pptx) non ha
      preso piede come MS sperava: almeno per la mia
      esperienza vedo girare principalmente file nel
      formato Office 2003. E aumenta l'uso di ODF!!
      OOXML viene usato poco (sento molti commercili
      dire: "non lo salvo in pptx perchè ho paura che
      non riescano a
      vederlo").Perchè hanno Office 2000 o 2003; la Microsoft sta facendo concorrenza a sè stessa (come nello scontro Vista contro XP): e non può neanche tentare di denigrare il prodotto che vuole spiazzare (come fa per il software libero o per quello dei concorrenti), perchè sarebbe come ammettere di averlo realizzato male.Inoltre, quando era uscito office 2000, avevano annunciato che i nuovi formati sarebbero stati estendibili, così office 2000 avrebe potuto leggere anche dalle versioni successive senza bisogno di aggiornamenti: con Office 2007 si sono smentiti, ed ora cercano di rifare la stessa promessa, ma giustamenti gli utenti non ci credono più (anche perchè il formato standard c' era già negli anni 90 ed era l' RTF, se salvi in RTF lo leggi anche da windows 3.1)

      3) Nel mio lavoro di programmatore uso moltissimo
      Google Docs (soprattutto Spreadsheet) per
      condividere con colleghi note, avanzamento task,
      ecc. Troviamo comodissima la funzione che
      permette a più persone di editare celle diverse
      dello stesso
      foglio.Se usi EyeOS puoi fare le stesse cose usando software 100% libero (licenza AGPL).

      4) Il fatto che si diffonda OOo e derivati deve
      essere visto come un vantaggio anche per gli
      utenti della suite MS Office. MS è costretta a
      migliorare il prodotto e (forse) a farlo pagare
      meno per restare competitiva. In più nel nuovo
      Office probabilmente fornirà un supporto decente
      a
      ODF.Pienamente d' accordo, infatti è la prima volta che la M$ pensa di realizzare una versione di office gratuita.
    • vavava scrive:
      Re: Quattro considerazioni....
      - Scritto da: Cannondale
      Non voglio flammare... riporto solo esperienze
      personali:

      1) Nell'azienda dove lavoro già da più di un'anno
      usiamo al 90% OOo. Il restante 10%
      (principalmente commerciali) usa Office 2003 con
      plugin per OOXML. Questo perchè a volte
      (raramente) arrivano file che OOo non apre
      correttamente (soprattutto PowerPoint in
      OOXML).
      Per questo ti consiglio Goo per Windows.http://www.go-oo.org/E l'applicazione libera su webhttp://www.opengoo.org/Ciao
      • DioFa scrive:
        Re: Quattro considerazioni....
        - Scritto da: vavava
        Per questo ti consiglio Goo per Windows.
        http://www.go-oo.org/
        E l'applicazione libera su web
        http://www.opengoo.org/
        Io in passato ho provato questa schifezza. Non funziona ed è limitante come anche Google Docs. L'unica suite online decente è quella di MS. Per quanto riguarda le suite desktop tra OpenOffice e MS Office non c'è paragone, avviamente a favore del secondo...
        • VITRIOL scrive:
          Re: Quattro considerazioni....
          - Scritto da: DioFa
          Per
          quanto riguarda le suite desktop tra OpenOffice e
          MS Office non c'è paragone, avviamente a favore
          del
          secondo...Affermazione generica e soggettiva, quindi priva di valore. Porta esempi concreti, e poi si può valutarne l'impatto sull'utente medio.SalutiVITRIOL
          • DioFa scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: VITRIOL
            Affermazione generica e soggettiva, quindi priva
            di valore. Porta esempi concreti, e poi si può
            valutarne l'impatto sull'utente
            medio.E' chiaro che se usi questi strumenti per scrivere la letterina a Babbo Natale non vedi differenza, ma se li usi per scopi professionali (documento complessi e articolati) vedrai che mancano features o che non funzionano.
          • VITRIOL scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: DioFa
            E' chiaro che se usi questi strumenti per
            scrivere la letterina a Babbo Natale non vedi
            differenza, ma se li usi per scopi professionali
            (documento complessi e articolati) vedrai che
            mancano features o che non
            funzionano.Sempre generico e soggettivo. Io aspetto ancora esempi concreti in modo da non dover discutere di iperuranio platonico.SalutiVITRIOL
          • Funz scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: VITRIOL

            Sempre generico e soggettivo. Io aspetto ancora
            esempi concreti in modo da non dover discutere di
            iperuranio
            platonico.A qualcuno servono effettivamente delle funzioni di MS Office che in OO.org non ci sono (ancora).Poi ci sono i professionisti di grafica e impaginazione, che ovviamente NON usano MS Office ma software seri.Il restante 99% degli utenti, sia home che aziendali, sono al livello "letterina di Babbo Natale", quindi potrebbe usare benissimo OO.org dopo un minimo lavoro di conversione dei modelli.
          • panda rossa scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: Funz
            A qualcuno servono effettivamente delle funzioni
            di MS Office che in OO.org non ci sono
            (ancora).Q-U-A-L-I ???
          • shevathas scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Funz

            A qualcuno servono effettivamente delle funzioni

            di MS Office che in OO.org non ci sono

            (ancora).

            Q-U-A-L-I ???un insieme di librerie integrate nel prodotto per automatizzarti (macro e moduli) la maggior parte del lavoro.L'editor di codice macro integrato in OO.org fa abbastanza pena e la libreria di oggetti a supporto non è fornita e supportata come quella a corredo di office.
          • VITRIOL scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: shevathas
            L'editor di codice macro integrato in OO.org fa
            abbastanza pena e la libreria di oggetti a
            supporto non è fornita e supportata come quella a
            corredo di
            office.Forse, però il framework UNO di OOo è perfettamente multipiattaforma, ed è possibile creare applicazioni che si appoggiano ad esso su qualsiasi sistema operativo e in qualsiasi linguaggio.UNO può anche essere distribuito indipendentemente da OOo, ed è possibile anche integrarlo in applicazioni commerciali senza pagare nulla (licenza LGPL). Non mi sembra una cosa da poco, la libertà è totale.SalutiVITRIOL-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 settembre 2009 16.57-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Funz


            A qualcuno servono effettivamente delle
            funzioni


            di MS Office che in OO.org non ci sono


            (ancora).



            Q-U-A-L-I ???

            un insieme di librerie integrate nel prodotto per
            automatizzarti (macro e moduli) la maggior parte
            del
            lavoro.Certo. Le famose librerie kUl.0Infatti si dice appunto che tutta quella categoria di programmi e' scritta col kUl.0
            L'editor di codice macro integrato in OO.org fa
            abbastanza pena E' un editor.Se non ti piace, puoi usare un editor esterno, tipo il vi, e poi fare copia/incolla.E comunque perche' dovrebbe fare pena? Un banalissimo editor di testo.
            e la libreria di oggetti a
            supporto non è fornita e supportata come quella a
            corredo di office.Ripropongo la domanda di cui sopra?D-O-V-E?La mia personalissima esperienza piu' che decennale nella scrittura di macro per M$O prima e per OOo adesso, mi dice che tutto si puo' fare.Limiti non ne ho ancora incontrati.
          • shevathas scrive:
            Re: Quattro considerazioni....

            Certo. Le famose librerie kUl.0
            Infatti si dice appunto che tutta quella
            categoria di programmi e' scritta col
            kUl.0
            sarà ma un programma scritto con quelle librerie mi costa 3 giorni di lavoro, con UNO 30.

            L'editor di codice macro integrato in OO.org fa

            abbastanza pena

            E' un editor.
            Se non ti piace, puoi usare un editor esterno,
            tipo il vi, e poi fare
            copia/incolla.
            E comunque perche' dovrebbe fare pena?
            Un banalissimo editor di testo.
            autocompletamento mancante e mancanza degli strumenti che ti mette a disposizione l'editor di macro.Nulla di gravissimo ma l'autocompletamento e un buon help in linea aiutano e velocizzano.
            Ripropongo la domanda di cui sopra?
            D-O-V-E?
            La mia personalissima esperienza piu' che
            decennale nella scrittura di macro per M$O prima
            e per OOo adesso, mi dice che tutto si puo'
            fare.
            certo, basta impiegarci il decuplo del tempo.
            Limiti non ne ho ancora incontrati.sai che tutto quello che si può fare in PHP si può fare anche in assembler ?coma mai nessuno programma pagine dinamiche in assembler ?
          • panda rossa scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: shevathas

            Certo. Le famose librerie kUl.0

            Infatti si dice appunto che tutta quella

            categoria di programmi e' scritta col

            kUl.0



            sarà ma un programma scritto con quelle librerie
            mi costa 3 giorni di lavoro, con UNO
            30.Limite tuo.


            L'editor di codice macro integrato in OO.org
            fa


            abbastanza pena



            E' un editor.

            Se non ti piace, puoi usare un editor esterno,

            tipo il vi, e poi fare

            copia/incolla.

            E comunque perche' dovrebbe fare pena?

            Un banalissimo editor di testo.



            autocompletamento mancante Che delusione la nuova generazione di programmatori.Hanno bisogno dell'autocompletamento per scrivere.Troppa fatica pigiare qualche tasto in piu'...
            e mancanza degli
            strumenti che ti mette a disposizione l'editor di
            macro.???
            Nulla di gravissimo ma l'autocompletamento e un
            buon help in linea aiutano e velocizzano.Il saper programmare velocizza, non l'autocompletamento.

            Ripropongo la domanda di cui sopra?

            D-O-V-E?

            La mia personalissima esperienza piu' che

            decennale nella scrittura di macro per M$O prima

            e per OOo adesso, mi dice che tutto si puo'

            fare.



            certo, basta impiegarci il decuplo del tempo.Infatti, hai proprio ragione.Chissa' dove lo trovero' mai il tempo di stare tutto il giorno a scrivere su P.I.? Tutto il giorno a scrivere codice delle macro di OOo senza autocompletamento. Povero me.

            Limiti non ne ho ancora incontrati.

            sai che tutto quello che si può fare in PHP si
            può fare anche in assembler ?L'assembler era buono una volta, quando le applicazioni giravano tutte in locale.Dovendo scrivere applicazioni client/server e soprattutto portabili su piu' piattaforme, si usa il php.Paragone completamente fuori luogo il tuo.
            coma mai nessuno programma pagine dinamiche in
            assembler ?Per le due ragioni di cui sopra: la gestione dello stack TCP viene demandata al sistema operativo, e la portabilita' viene garantita dal linguaggio.Essendo il collo di bottiglia la velocita' della rete e non quella del proXXXXXre, ecco che va benissimo il php.
          • shevathas scrive:
            Re: Quattro considerazioni....

            Limite tuo.sarà.

            Che delusione la nuova generazione di
            programmatori.
            Hanno bisogno dell'autocompletamento per scrivere.
            Troppa fatica pigiare qualche tasto in piu'...
            ho detto che è comodo non che è essenziale. Comunque il solito trucchetto: tutto quello che non c'è è inutile, quando invece c'è diventa essenziale.Già visto innumerevoli volte.

            Nulla di gravissimo ma l'autocompletamento e un

            buon help in linea aiutano e velocizzano.

            Il saper programmare velocizza, non
            l'autocompletamento.
            bene allora facciamo un test. Prendiamo lo stesso programmatore e gli facciamo sviluppare lo stesso codice sia con vi, non vim, ma proprio il vecchio vi, che con eclipse, o kdevelop o qualche altro editor avanzato, dici che impiegherebbe lo stesso tempo ?

            L'assembler era buono una volta, quando le
            applicazioni giravano tutte in
            locale.
            Dovendo scrivere applicazioni client/server e
            soprattutto portabili su piu' piattaforme, si usa
            il
            php.
            Paragone completamente fuori luogo il tuo.


            coma mai nessuno programma pagine dinamiche in

            assembler ?

            Per le due ragioni di cui sopra: la gestione
            dello stack TCP viene demandata al sistema
            operativo, e la portabilita' viene garantita dal
            linguaggio.
            Essendo il collo di bottiglia la velocita' della
            rete e non quella del proXXXXXre, ecco che va
            benissimo il
            php.Ti sei scoperto, mi hai descritto bene il dito e non la luna. In realtà si sceglie il PHP perché ha una buona libreria e si appoggia automaticamente ad apache e questo consente di scrivere applicazioni web dinamiche molto più velocemente rispetto ad esempio agli script cgi o ad applicazioni java.Meno tempo e più facilità di sviluppo del codice, ergo meno costi da parte del programmatore, ergo maggiore competitività.I motivi che hai detto sono sballati, alla fine quello che arriva al proXXXXXre sono comandi assembler, in linea teorica potresti riscriverli tutti direttamente in assembler (e magari farne diverse versioni ottimizzate per i vari proXXXXXri) ma sarebbe una fatica immane che non giustificherebbe i risultati ottenibili.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 settembre 2009 13.46-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: shevathas

            bene allora facciamo un test. Prendiamo lo stesso
            programmatore e gli facciamo sviluppare lo stesso
            codice sia con vi, non vim, ma proprio il vecchio
            vi, che con eclipse, o kdevelop o qualche altro
            editor avanzato, dici che impiegherebbe lo stesso
            tempo ?Dipende dal programmatore.Per quanto riguarda il sottoscritto, che il vi, il vecchio vi, lo conosce molto bene l'editor da' un vantaggio notevole rispetto a quegli altri editor avanzati ma molto mouse oriented.Un altro programmatore piu' giovincello che il vi non lo conosce e magari neppure lo apprezza e senza gli autocompletamenti del codice o l'elenco a discesa dei metodi dei vari oggetti, perche' altrimenti non se li ricorda... beh...
            Ti sei scoperto, mi hai descritto bene il dito e
            non la luna. In realtà si sceglie il PHP perché
            ha una buona libreria e si appoggia
            automaticamente ad apache e questo consente di
            scrivere applicazioni web dinamiche molto più
            velocemente rispetto ad esempio agli script cgi o
            ad applicazioni
            java.Ehi, non vale. Tu mi hai parlato genericamente di PHP, non di PHP finalizzato a scrivere applicazioni per Apache.
            Meno tempo e più facilità di sviluppo del codice,
            ergo meno costi da parte del programmatore, ergo
            maggiore competitività.Se devi misurare il programmatore un tanto al chilo...I programmatori non sono tutti uguali: ci sono quelli che sanno fare con l'assembler cose che altri non sanno fare col PHP.Il saper programmare prescinde dal linguaggio, e chi invece dice di conoscere il tal linguaggio, allora non sa programmare: lo pagherai anche poco, ma il prodotto che ne esce sara' uno schifo!
            I motivi che hai detto sono sballati, alla fine
            quello che arriva al proXXXXXre sono comandi
            assembler, in linea teorica potresti riscriverli
            tutti direttamente in assembler (e magari farne
            diverse versioni ottimizzate per i vari
            proXXXXXri) ma sarebbe una fatica immane che non
            giustificherebbe i risultati
            ottenibili.Guarda che il php passa per un interprete, prima di arrivare al proXXXXXre deve farne di strada...
          • shevathas scrive:
            Re: Quattro considerazioni....

            Un altro programmatore piu' giovincello che il vi
            non lo conosce e magari neppure lo apprezza e
            senza gli autocompletamenti del codice o l'elenco
            a discesa dei metodi dei vari oggetti, perche'
            altrimenti non se li ricorda...
            beh...
            sono comodità, non essenziali ma aiutano.Per il resto ognuno è libero di scrivere il codice con l'editor che gli pare fosse anche power point.
            Ehi, non vale. Tu mi hai parlato genericamente di
            PHP, non di PHP finalizzato a scrivere
            applicazioni per
            Apache.ho parlato di PHP per pagine dinamiche. 8) come mai nessuno programma pagine dinamiche in assembler
            Se devi misurare il programmatore un tanto al
            chilo...e come lo valuti il programmatore ? i costi di un progetto sono proporzionali anche ai tempi di sviluppo del progetto.
            I programmatori non sono tutti uguali: ci sono
            quelli che sanno fare con l'assembler cose che
            altri non sanno fare col
            PHP.e quanto costerebbero rispetto ad un onesto code monkey del PHP.

            Il saper programmare prescinde dal linguaggio, e
            chi invece dice di conoscere il tal linguaggio,
            allora non sa programmare: lo pagherai anche
            poco, ma il prodotto che ne esce sara' uno
            schifo!
            si, ma ci sono linguaggi che rendono facili certi compiti e linguaggi che invece sono ottimizzati per altri compiti. Per creare pagine dinamiche il PHP è migliore rispetto ai CGI scritti in C.Uno script per automatizzarti quattro lavori ripetitivi in linux è meglio scriverlo in Perl o in Bash che sviluppare un programma ad hoc in Fortran.
            Guarda che il php passa per un interprete, prima
            di arrivare al proXXXXXre deve farne di
            strada...ma al proXXXXXre alla fine arriva pur sempre codice macchina. Quel giro è meglio venga fatto con strumenti automatici o è meglio che se lo scriva il programmatore ?
          • panda rossa scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: shevathas


            Ehi, non vale. Tu mi hai parlato genericamente
            di

            PHP, non di PHP finalizzato a scrivere

            applicazioni per

            Apache.

            ho parlato di PHP per pagine dinamiche. 8)
            come mai nessuno programma pagine dinamiche in
            assembler ...e io leggendo assembler pensavo che tu parlassi di memoria paginata, non di pagine html.

            Se devi misurare il programmatore un tanto al

            chilo...

            e come lo valuti il programmatore ? Ci vuole un programmatore per valutare un altro programmatore.
            i costi di un
            progetto sono proporzionali anche ai tempi di
            sviluppo del progetto.I costi di un progetto non sono solo tempi di sviluppo.Devi anche tener conto della facilita' di manutenzione e di miglioramento.Meglio sviluppare qualcosa in 10 giorni e realizzare qualcosa che funziona, ma se poi devi metterci le mani impazzisci, o realizzare qualcosa in 12 giorni ma poi se devi metterci le mani lo fai senza alcuna difficolta'?

            I programmatori non sono tutti uguali: ci sono

            quelli che sanno fare con l'assembler cose che

            altri non sanno fare col

            PHP.

            e quanto costerebbero rispetto ad un onesto code
            monkey del PHP.Ma che c'entra: mica metti un programmatore con due palle tante a scrivere codice da monkey in php! Lo metti appunto a fare cose che il code monkey non si sogna neppure.

            Il saper programmare prescinde dal linguaggio, e

            chi invece dice di conoscere il tal linguaggio,

            allora non sa programmare: lo pagherai anche

            poco, ma il prodotto che ne esce sara' uno

            schifo!


            si, ma ci sono linguaggi che rendono facili certi
            compiti e linguaggi che invece sono ottimizzati
            per altri compiti. Per creare pagine dinamiche il
            PHP è migliore rispetto ai CGI scritti in C.Chi dice il contrario?
            Uno script per automatizzarti quattro lavori
            ripetitivi in linux è meglio scriverlo in Perl o
            in Bash che sviluppare un programma ad hoc in
            Fortran.Hai scoperto l'acqua calda.

            Guarda che il php passa per un interprete, prima

            di arrivare al proXXXXXre deve farne di

            strada...

            ma al proXXXXXre alla fine arriva pur sempre
            codice macchina. Magari il proXXXXXre sta pure altrove e il php che risiede su un disco di rete viaggia prima di entrare in esecuzione.
            Quel giro è meglio venga fatto
            con strumenti automatici o è meglio che se lo
            scriva il programmatore
            ?Il programmatore ha scritto l'interprete PHP apposta per poter rendere le cose piu' semplici dopo.
          • DioFa scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: panda rossa

            Dipende dal programmatore.
            Per quanto riguarda il sottoscritto, che il vi,
            il vecchio vi, lo conosce molto bene l'editor da'
            un vantaggio notevole rispetto a quegli altri
            editor avanzati ma molto mouse
            oriented.
            Se il VI lo conosci come conosci la programmazione, penso di conoscerlo meglio io che l'ho usato 3 volte in tutta la vita...
            Un altro programmatore piu' giovincello che il vi
            non lo conosce e magari neppure lo apprezza e
            senza gli autocompletamenti del codice o l'elenco
            a discesa dei metodi dei vari oggetti, perche'
            altrimenti non se li ricorda...
            beh...Quindi secondo te un programmatore deve ricordarsi a memoria tutti i metodi delle librerie c++, java o del .net framework!?
            Ehi, non vale. Tu mi hai parlato genericamente di
            PHP, non di PHP finalizzato a scrivere
            applicazioni per
            Apache.
            LOL!!! Perchè tu per cosa utilizzi il PHP? Per scrivere il firmware del cellulare!
            Se devi misurare il programmatore un tanto al
            chilo...
            I programmatori non sono tutti uguali: Infatti da un lato ci sono i programmatori, dall'altro ci sei tu...
            ci sono
            quelli che sanno fare con l'assembler cose che
            altri non sanno fare col
            PHP.Continui a non capire che assembler e PHP lavorano in ambiti diversi! Sei un genio!
            Il saper programmare prescinde dal linguaggio, e
            chi invece dice di conoscere il tal linguaggio,
            allora non sa programmare: lo pagherai anche
            poco, ma il prodotto che ne esce sara' uno
            schifo!
            Sante parole? Sono autobiografiche?
            Guarda che il php passa per un interprete, prima
            di arrivare al proXXXXXre deve farne di
            strada...Il PHP non arriva mai al proXXXXXre. E l'interprete che parla con la CPU. Quello che permette ad un linguaggio di parlare direttamente con la CPU è il compilatore (sempre che compili in codice nativo e non in bytecode che viene eseguito da una virtual-machine)... Va beh, non scendiamo nei dettagli tanto tu ci capisci poco o nulla...
          • panda rossa scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: DioFa
            Se il VI lo conosci come conosci la
            programmazione, penso di conoscerlo meglio io che
            l'ho usato 3 volte in tutta la
            vita...Questo spiega tante cose.Mi aspetto che la zappa l'avrai usata piu' spesso.
            Quindi secondo te un programmatore deve
            ricordarsi a memoria tutti i metodi delle
            librerie c++, java o del .net
            framework!?No. Deve solo sapere che esistono determinati metodi.Non deve ricordare niente a memoria.Per questo esistono i manuali.

            Ehi, non vale. Tu mi hai parlato genericamente
            di

            PHP, non di PHP finalizzato a scrivere

            applicazioni per

            Apache.


            LOL!!! Perchè tu per cosa utilizzi il PHP? Per
            scrivere il firmware del
            cellulare!Quale parte di:"PHP has evolved to include a command line interface capability and can also be used in standalone graphical applications.[6]"( http://en.wikipedia.org/wiki/Php )non ti e' chiara?
          • DioFa scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: panda rossa
            Questo spiega tante cose.
            Mi aspetto che la zappa l'avrai usata piu' spesso.
            Almeno io so usare la zappa, tu manco quella.
            No. Deve solo sapere che esistono determinati
            metodi.
            Non deve ricordare niente a memoria.
            Per questo esistono i manuali.
            Spiegalo tu al project-manager che il progetto ritarda perchè devo cercarmi ogni volta la funzione sul manuale. Da qui si evince che del mondo del lavoro non ci capisci un tubo.

            LOL!!! Perchè tu per cosa utilizzi il PHP? Per

            scrivere il firmware del

            cellulare!

            Quale parte di:
            "PHP has evolved to include a command line
            interface capability and can also be used in
            standalone graphical applications.[6]"(
            http://en.wikipedia.org/wiki/Php
            )
            non ti e' chiara?In questa pagina non parla di firmware per cellulari.Cmq questo è l'accrocchio del secolo. Se un'azienda sviluppa applicazioni C-S in PHP non ha capito una mazza di programmazione. Esitono il C++, il Java, i linguaggi .NET, il Python, ecc. Schiarisciti le idee...
          • panda rossa scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: DioFa
            - Scritto da: panda rossa

            Questo spiega tante cose.

            Mi aspetto che la zappa l'avrai usata piu'
            spesso.


            Almeno io so usare la zappa, tu manco quella.Infatti io non utilizzo strumenti che non hanno a che fare col mio lavoro.


            No. Deve solo sapere che esistono determinati

            metodi.

            Non deve ricordare niente a memoria.

            Per questo esistono i manuali.


            Spiegalo tu al project-manager che il progetto
            ritarda perchè devo cercarmi ogni volta la
            funzione sul manuale. Da qui si evince che del
            mondo del lavoro non ci capisci un
            tubo.No, da qui si evince che tu non sai come si usano i manuali.
          • DioFa scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: panda rossa
            Infatti io non utilizzo strumenti che non hanno a
            che fare col mio
            lavoro.
            Bravo almeno non fai danni. Adesso allora lascia stare il PC e accendi la PlayStation.
            No, da qui si evince che tu non sai come si usano
            i manuali.Secondo te è più veloce cercare nell'indice analitico la classe "string", andare alle pagina 233, poi andare alla 235 dove parla dei metodi e cercare "substring", oppure digitare "string." e vedere i metodi? Come ti ho già detto, evidentemente non hai esperienza lavorativa in merito...
          • shevathas scrive:
            Re: Quattro considerazioni....


            Nessun male se tu non vai nel panico il giorno in
            cui non hai a disposizione l'autocompletamento
            per una qualunque
            ragione.quale parte di autocompletamento mancante e mancanza degli strumenti che ti mette a disposizione l'editor di macro.Nulla di gravissimo ma l'autocompletamento e un buon help in linea aiutano e velocizzano. non avevi capito ?
            Non tanto. Siccome ne ho viste dozzine, di
            programmatori che senza l'autocompletamento erano
            peggio di ciechi in una notte senza luna, intendo
            ribadire che non e' l'autocompletamento che fa il
            programmatore.persisti nell'errore, se uno non sa programmare l'autocompletamento non gli serve assolutamente a niente.vorrei proprio vederlo uno che riesce a programmare solo se ha l'autocompletamento dei metodi e che non è capace neppure di leggere la guida alle funzioni delle librerie usate.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 settembre 2009 11.51-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: shevathas
            vorrei proprio vederlo uno che riesce a
            programmare solo se ha l'autocompletamento dei
            metodi e che non è capace neppure di leggere la
            guida alle funzioni delle librerie
            usate.Basta andare in qualunque openspace di una qualunque ditta che ha un reparto IT a base di consulenti che provengono da $notaDittaDiConsulenza.
          • DioFa scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: panda rossa
            Dovendo scrivere applicazioni client/server e
            soprattutto portabili su piu' piattaforme, si usa
            il php.Ahhh non sapevo che il PHP servisse per scrivere applicazioni client-server.Con questa perla hai dimostrato tutte le tue conoscenze...
          • Funz scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Funz

            A qualcuno servono effettivamente delle funzioni

            di MS Office che in OO.org non ci sono

            (ancora).

            Q-U-A-L-I ???Ah non ne ho idea, ma ogni volta salta fuori qualcuno che non può fare a meno di MSO... :)
          • bollito scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: DioFa
            E' chiaro che se usi questi strumenti per
            scrivere la letterina a Babbo Natale non vedi
            differenza, ma se li usi per scopi professionali
            (documento complessi e articolati) vedrai che
            mancano features o che non
            funzionano.E li vorrei proprio vedere questi "scopi professionali".Con tutto l'analfabetismo informatico che c'e' in Italia soprattutto tra i dirigenti li voglio proprio vedere se si spingono oltre questa generica letterina a Babbo natale.In ogni caso professionale o no OpenOffice funziona tanto quanto Office.Se si parla di interoperabilita' entrambi le suite hanno problemi ad operare con i formati nativi dell'altra, sicche' c'e' poco da dire.Anzi direi che la MS sta messa peggio visto che ODF e' un formato apertissimo mentre il DOC non lo era (non sono capaci nemmeno di generare dei documenti in standard ODF.....).
          • Pippo Lacoca scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            O che semplicemente hanno un nome diverso sotto un menu diverso...DRAMMA!!!!!!
        • Lord Kap scrive:
          Re: Quattro considerazioni....
          - Scritto da: DioFa
          Io in passato ho provato questa schifezza. Non
          funziona ed è limitante come anche Google Docs.
          L'unica suite online decente è quella di MS. Per
          quanto riguarda le suite desktop tra OpenOffice e
          MS Office non c'è paragone, avviamente a favore
          del secondo...Mi dici quanto ti paga la MS?-- Saluti, Kap
          • DioFa scrive:
            Re: Quattro considerazioni....

            Mi dici quanto ti paga la MS?questi sono fatti miei. Piuttosto pensate a voi, che state qui a perdere tempo senza nemmeno una remunerazione, a seguire una vaga e pallida idea che non vi darà mai da mangiare. Se siete frustrati non prendetevela con me.
          • Lord Kap scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: DioFa

            Mi dici quanto ti paga la MS?
            questi sono fatti miei.Beh, sai, stavo facendoci un pensiero. Con i chiari di luna di questi tempi...
            Piuttosto pensate a voi, che state qui a
            perdere tempo senza nemmeno una remunerazione,
            a seguire una vaga e pallida idea che non vi
            darà mai da mangiare.Magari conoscere con chi stai parlando può aiutare ad evitare di scrivere delle XXXXXXXte, ma fa lo stesso.
            Se siete frustrati non prendetevela con me.Eh, sì. Sono frustratissimo...-- Saluti, Kap
          • DioFa ...quello vero... scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: DioFa

            Mi dici quanto ti paga la MS?
            questi sono fatti miei. Piuttosto pensate a voi,
            che state qui a perdere tempo senza nemmeno una
            remunerazione, a seguire una vaga e pallida idea
            che non vi darà mai da mangiare. Se siete
            frustrati non prendetevela con
            me.La pianti di fottermi il nick??!!
          • DioFa scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: DioFa

            Mi dici quanto ti paga la MS?
            questi sono fatti miei. Piuttosto pensate a voi,
            che state qui a perdere tempo senza nemmeno una
            remunerazione, a seguire una vaga e pallida idea
            che non vi darà mai da mangiare. Se siete
            frustrati non prendetevela con
            me.Perchè mi rubi il nick? Ti piace, allora registrati!
          • DioFa... quello vero. scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: DioFa

            Mi dici quanto ti paga la MS?
            questi sono fatti miei. Piuttosto pensate a voi,
            che state qui a perdere tempo senza nemmeno una
            remunerazione, a seguire una vaga e pallida idea
            che non vi darà mai da mangiare. Se siete
            frustrati non prendetevela con
            me.Perchè mi rubi il nick (...e non è la prima volta). Se ti piace registrati!
    • DioFa scrive:
      Re: Quattro considerazioni....
      Uhauhauha, ma dove lavori? Su Marte?Guarda che sulla terra al 99% si usa Microsoft Office! Il restante 1% sono i cantinari sfigati che bazzicano in questo forum.
      • VITRIOL scrive:
        Re: Quattro considerazioni....
        - Scritto da: DioFa
        Uhauhauha, ma dove lavori? Su Marte?

        Guarda che sulla terra al 99% si usa Microsoft
        Office! Il restante 1% sono i cantinari sfigati
        che bazzicano in questo
        forum.Forse sei tu che vivi su Marte. Aggiornati un po' su quello che è sucXXXXX ultimamente sulla Terra:http://www.computerworld.com/s/article/9137738/The_truth_about_Windows_users?source=rss_newshttp://www.infoworld.com/windows-pulse?source=fssrDa notare che questa indagine è stata fatta *solo* su PC con Windows...SalutiVITRIOL
        • DioFa scrive:
          Re: Quattro considerazioni....
          - Scritto da: VITRIOL
          Forse sei tu che vivi su Marte. Aggiornati un po'
          su quello che è sucXXXXX ultimamente sulla
          Terra:

          http://www.computerworld.com/s/article/9137738/The

          http://www.infoworld.com/windows-pulse?source=fssr
          Se anche la percentuale è leggermente diversa MS Office resta la suite dominante. Ha perso un pò solo perchè molti non si sono adattati subito alla nuova interfaccia di Office 2007. Superato il primo impatto vedrai che OpenOffice tornerà nel dimenticatoio.
          Da notare che questa indagine è stata fatta
          *solo* su PC con
          Windows...
          Anche perchè l'1% dei cantinari conta davvero poco... anzi nulla. Negli uffici si usa Windows. MS ti fa campare, Linux sclerare.
          • VITRIOL scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: DioFa
            Se anche la percentuale è leggermente diversa MS
            Office resta la suite dominante. Ha perso un pò
            solo perchè molti non si sono adattati subito
            alla nuova interfaccia di Office 2007. Superato
            il primo impatto vedrai che OpenOffice tornerà
            nel
            dimenticatoio.Questa è solo una tua ardita ipotesi (o speranza) :-)SalutiVITRIOL
          • Giambo scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: DioFa
            Se anche la percentuale è leggermente diversaC'e' una grande differenza tra il tuo 1% e il 13% riportato.Prova a trattenere il respiro 30 secondi e poi 13 volte tanto (6 minuti e mezzo), giusto per renderti conto della differenza :)
            MS Office resta la suite dominante. Ha perso un pò
            solo perchè molti non si sono adattati subito
            alla nuova interfaccia di Office 2007. Superato
            il primo impatto vedrai che OpenOffice tornerà
            nel dimenticatoio.Gia' che ci sei mi puoi dare i numeri del super enalotto :) ?

            Da notare che questa indagine è stata fatta

            *solo* su PC con

            Windows...


            Anche perchè l'1% dei cantinari conta davvero
            poco... anzi nulla.Apple, questa sconosciuta ...
            Negli uffici si usa Windows.Non in tutti.
            MS ti fa campare, Linux sclerare.Opinione personale, quindi facilmente falsificabile :)
          • VITRIOL scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: Giambo
            C'e' una grande differenza tra il tuo 1% e il 13%
            riportato.Tra l'altro quel 13% non si riferisce al mercato globale delle suite da ufficio, ma dice che sul 13% dei PC testati si usa OpenOffice.Se sommi tutte le percentuali non si arriva al 100%, quindi non tutti i PC utilizzarti montano una suite da ufficio. Detto questo, il mercato di OOo rispetto alle suite è ben superiore al 13%.SalutiVITRIOL
          • Mr. X scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: DioFa
            Anche perchè l'1% dei cantinari conta davvero
            poco... anzi nulla. Negli uffici si usa Windows.
            MS ti fa campare, Linux
            sclerare.Pensa che dove lavoro io è l'esatto contrario, linux mi fa campare, mentre ms mi fa solo sclerare
          • DioFa scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: Mr. X
            Pensa che dove lavoro io è l'esatto contrario,
            linux mi fa campare, mentre ms mi fa solo
            sclerareE' proprio vero, c'è gente sfortunata nel mondo...
          • advange scrive:
            Re: Quattro considerazioni....

            E' proprio vero, c'è gente sfortunata nel mondo...Non ti preoccupare, ti siamo tutti vicini
          • Giambo scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: DioFa

            Pensa che dove lavoro io è l'esatto contrario,

            linux mi fa campare, mentre ms mi fa solo

            sclerare

            E' proprio vero, c'è gente sfortunata nel mondo...Dai, ora non abbatterti, vedrai che la sfortuna smettera' di accanirsi contro di te :) !
          • Mr. X scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: DioFa
            - Scritto da: Mr. X

            Pensa che dove lavoro io è l'esatto contrario,

            linux mi fa campare, mentre ms mi fa solo

            sclerare

            E' proprio vero, c'è gente sfortunata nel mondo...suvvia non essere triste, ti vogliamo bene lo stesso...
          • nome e cognome scrive:
            Re: Quattro considerazioni....

            Pensa che dove lavoro io è l'esatto contrario,
            linux mi fa campare, mentre ms mi fa solo
            sclerareI rifiuti sono un business come un altro...
          • Mr. X scrive:
            Re: Quattro considerazioni....
            - Scritto da: nome e cognome

            Pensa che dove lavoro io è l'esatto contrario,

            linux mi fa campare, mentre ms mi fa solo

            sclerare

            I rifiuti sono un business come un altro...hai ragione per quello teniamo anche windows...
          • tony70 scrive:
            Re: Quattro considerazioni....




            I rifiuti sono un business come un altro...

            hai ragione per quello teniamo anche windows...Continuate a cantare vittoria con un numero di sistemi Linux dello 0,94%?http://marketshare.hitslink.com/operating-system-market-share.aspx?qprid=8Contenti voi ahahaha.Tony
  • advange scrive:
    La caduta continua
    Negli ultimi giorni stanno arrivando le notizie che tanto aspettavamo: Chrome preinstallato grazie agli accordi tra Google e gli OEM significherà addio IE.Ora la notizia dell'abbandono dei doc/due pa**e XML da parte di IBM: se notizie come queste si moltiplicheranno come sembra, un altro monopolistico potere nelle mani di MS finirà.Al momento gli unici mercati che appaiono solidi sono i videogiochi e i SO (nonostante il flop epocale di Vista). Staremo a vedere per quanto ancora.
    • xxx scrive:
      Re: La caduta continua
      Tutt'altro che caduta!!Qui abbiamo un produttore che deve IMPORRE ai propri dipendendi di usare la propria soluzione software anziché quella della concorrenza...E per te questa sarebbe una caduta?? Ci fosse libertà i dipendenti continuerebbero ad usare Office... ah sì, la libertà è quella di "imporre" di non usare Office a chi vuole usarlo...- Scritto da: advange
      Negli ultimi giorni stanno arrivando le notizie
      che tanto aspettavamo: Chrome preinstallato
      grazie agli accordi tra Google e gli OEM
      significherà addio
      IE.
      Ora la notizia dell'abbandono dei doc/due pa**e
      XML da parte di IBM: se notizie come queste si
      moltiplicheranno come sembra, un altro
      monopolistico potere nelle mani di MS
      finirà.
      Al momento gli unici mercati che appaiono solidi
      sono i videogiochi e i SO (nonostante il flop
      epocale di Vista). Staremo a vedere per quanto
      ancora.
      • doppo scrive:
        Re: La caduta continua
        Tanto, in questo pseudoforum, è tutto giustificato, finché si dà contro Microsoft. Microsoft impone Windows? E' un'ingiustizia, tutti contro Microsoft!IBM impone Lotus Symphony? Grande IBM, questa sì che è libertà!Valli a capire, i cantinari... mah... :s
        • Ignoto scrive:
          Re: La caduta continua
          - Scritto da: doppo
          Tanto, in questo pseudoforum, è tutto
          giustificato, finché si dà contro Microsoft.


          Microsoft impone Windows? E' un'ingiustizia,
          tutti contro
          Microsoft!

          IBM impone Lotus Symphony? Grande IBM, questa sì
          che è
          libertà!

          Valli a capire, i cantinari... mah... :sNon c'è molto da capire, se tu apri un ristorante, ed hai già un set di coltelli da cucina pronti all'uso per i tuoi dipendenti, cosa fai? butti tutto e ne compri altri? lo stesso ha fatto IBM, perchè rinnovare licenze costose come quelle di Office, quando c'è un programma propretario che fa il medesimo lavoro senza spendere un soldo? i bilanci di grandi aziende si salvano anche con questi piccoli accorgimenti.
        • quota scrive:
          Re: La caduta continua
          - Scritto da: doppo
          Tanto, in questo pseudoforum, è tutto
          giustificato, finché si dà contro Microsoft.Questo pseudoforum è pieno di ragazzine che per 5$ dicono tante sciocchezze su M$... si si, almeno leggessero il sole 24 ore ogni tanto capirebbero che il mercato non è quello che fanno loro nelle loro testoline
          IBM impone Lotus Symphony? Grande IBM, questa sì
          che è
          libertà!Forse non lo sai ma siamo in piena crisi economica, la mia azienda ha scelto invece che usare licenze free di licenziare 500 persone.Le tue XXXXXXXte valle a dire alle famiglie di quei 500... ma a te che ti frega vivi con 5$ a post
          Valli a capire, i cantinari... mah... :sValli a capire le persone come te... vita mia morte tua... e chi se ne frega del prossimo...
          • euthymos scrive:
            Re: La caduta continua
            Beh, magari dimentichi i posti di lavoro perduti proprio grazie all'impiego di quelle licenze free al posto del software proprietario che utilizzavate prima, prodotto da dipendenti come voi, solo che non voi in prima persona. Il mercato è molto complesso, ed è fortemente interconnesso. Se l'azienda A risparmia per non licenziare, l'azienda B licenzia perché vende meno prodotti all'azienda A. Semplice.Chissà se adesso avete assistenza tecnica e un interlocutore serio a cui rivolgervi nel caso questo software free non rispetti le specifiche.
          • quota scrive:
            Re: La caduta continua
            - Scritto da: euthymos
            Beh, magari dimentichi i posti di lavoro perduti
            proprio grazie all'impiego di quelle licenze free
            al posto del software proprietario che
            utilizzavate prima, prodotto da dipendenti come
            voi, solo che non voi in prima persona. Il
            mercato è molto complesso, ed è fortemente
            interconnesso. Se l'azienda A risparmia per non
            licenziare, l'azienda B licenzia perché vende
            meno prodotti all'azienda A.
            Semplice.

            Chissà se adesso avete assistenza tecnica e un
            interlocutore serio a cui rivolgervi nel caso
            questo software free non rispetti le
            specifiche.probabilmente dovresti rileggere il mio post perche non l'hai capito...IBM lavora nel settore dell'assistenza tecnica da decenni, non credo abbia di questi problemi.M$, probabilmente non lo sai, si fa pagare 500 euri al giorno a consulente... non lo fanno gratis e non è compreso nella licenza d'uso del software (che magari un giorno dovresti leggere)Un software free non significa niente il software open source non è necessariamente free.+I sofware open non sono fatti da gente che vive d'aria, molto aziende producono software open source e vivono di assistenza, corsi e donazioni, nel caso di OO queste vengono soprattutto da grandi aziende come google, ibm, etc etc
          • Pippo Lacoca scrive:
            Re: La caduta continua
            Si ma il software OS non si scrive da solo, non do soldi all'azienda A ma li daro' a B. E se B sono io stesso tanto di doppiamente guadagnato, ma non mi venire a dire che in questo caso tu continueresti a comprare il prodotto di A perche' "poveri dipendenti"....
          • Luca69 scrive:
            Re: La caduta continua
            Per assurdo la mia azienda ha messo partime alcuni dipendento e ha ridotto l'utilizzo di alcuni software (non Office) e quindi avendo diminuito i volumi di utilizzo ora le licenze costano di piú e alla fine .... spendono piú di prima!!!
          • DioFa scrive:
            Re: La caduta continua
            - Scritto da: Luca69
            Per assurdo la mia azienda ha messo partime
            alcuni dipendento e ha ridotto l'utilizzo di
            alcuni software (non Office) e quindi avendo
            diminuito i volumi di utilizzo ora le licenze
            costano di piú e alla fine .... spendono piú di
            prima!!!Le aziende devono capire che stare con MS è la scelta giusta. E prima o poi lo capiranno.
          • advange scrive:
            Re: La caduta continua

            Le aziende devono capire che stare con MS è la
            scelta giusta. E prima o poi lo capiranno.Me lo sento: il 2010 sarà l'anno di MS!
          • DioFa scrive:
            Re: La caduta continua
            - Scritto da: advange
            Me lo sento: il 2010 sarà l'anno di MS!E' da anni che è l'anno di MS... piuttosto quand'è l'anno di Linux? Nel 2012, quando secondo i Maya ci sarà la fine del mondo?!
          • advange scrive:
            Re: La caduta continua

            E' da anni che è l'anno di MS... E' da anni che lo dici, dovella, ma non arriva mai quest'anno quanto dovremmo attendere?
            piuttosto quand'è l'anno di Linux?Anno? Diciamo pure che stai vivendo nel secolo di Linux ;)
            Nel 2012, quando secondo i Maya ci sarà la fine del mondo?!Noi di Voyager crediamo di sì
          • ruppolo scrive:
            Re: La caduta continua
            - Scritto da: advange

            E' da anni che è l'anno di MS...
            E' da anni che lo dici, dovella, ma non arriva
            mai quest'anno quanto dovremmo
            attendere?

            piuttosto quand'è l'anno di Linux?
            Anno? Diciamo pure che stai vivendo nel secolo di
            Linux
            ;)

            Nel 2012, quando secondo i Maya ci sarà la fine
            del
            mondo?!
            Noi di Voyager crediamo di sìA vedere come stanno procedendo al Cern direi che i Maya la sapevano lunga...
          • Pippo Lacoca scrive:
            Re: La caduta continua
            ROTFLDimostra che il LHC sia pericoloso o perisci sommerso da risate buffoncello.Voglio le formule matematiche precise pero'.
          • Pippo Lacoca scrive:
            Re: La caduta continua
            e poi ri sveglieranno urlando e tutte sudate....
        • vavava scrive:
          Re: La caduta continua
          - Scritto da: doppo
          Tanto, in questo pseudoforum, è tutto
          giustificato, finché si dà contro Microsoft.


          Microsoft impone Windows? E' un'ingiustizia,
          tutti contro
          Microsoft!

          IBM impone Lotus Symphony? Grande IBM, questa sì
          che è
          libertà!

          Valli a capire, i cantinari... mah... :sIn Microsoft e aziende affini è vietato usare prodotti concorrenti!Nessuno protesta e mai protestato per questo!!!Nella SUN da anni è obbligatorio StarOffice o OpenOffice.IBM da 5 anni che dice (anche ad fornitori e clienti) di traslare il tutto che poi si passa ad ODF.In regione Lombardia GUAI ad non usare MS-Office: Questo si che è difetto!Ciao
        • Funz scrive:
          Re: La caduta continua
          - Scritto da: doppo
          Tanto, in questo pseudoforum, è tutto
          giustificato, finché si dà contro Microsoft.


          Microsoft impone Windows? E' un'ingiustizia,
          tutti contro
          Microsoft!

          IBM impone Lotus Symphony? Grande IBM, questa sì
          che è
          libertà!Non hai capito nienteCi mancherebbe che IBM non potesse scegliere i programmi che i suoi dipendenti usano!
        • the_m scrive:
          Re: La caduta continua
          - Scritto da: doppo
          Microsoft impone Windows? E' un'ingiustizia,
          tutti contro Microsoft!

          IBM impone Lotus Symphony? Grande IBM, questa sì
          che è libertà!ma spiegami, è così difficile capire la differenza tra:- microshit che impone windows (o altri prodotti) con un monopolio e mezzi illeciti a tutti- IBM che impone ai suoi dipendenti *durante l'orario lavorativo* di usare symphony per non regalare inutilmente soldi alla concorrenza
      • reXistenZ scrive:
        Re: La caduta continua

        Sono molte comunque le piccole e medie aziende
        che quando si sono accorte che OpenOffice è
        gratuito e fa praticamente tutto quello che gli
        serve non rinnovano più le licenze di M$Office,
        per non parlare del ribbon dell'ultima versione
        che molti non hanno ancora
        digerito.Già, invece tutti adorano il fantastico Renaissance.
      • advange scrive:
        Re: La caduta continua

        Tutt'altro che caduta!!

        Qui abbiamo un produttore che deve IMPORRE ai
        propri dipendendi di usare la propria soluzione
        software anziché quella della concorrenza...E ci mancherebbe: cos'altro dovrebbe fare? Spendere soldi per dare da mangiare a MS?

        E per te questa sarebbe una caduta?? Ci fosse
        libertà i dipendenti continuerebbero ad usare
        Office... ah sì, la libertà è quella di "imporre"
        di non usare Office a chi vuole usarlo...Cioè se non ci fosse ODF i dipendenti userebbero Office e IBM sarebbe costretta a regalare soldi alla MS. Oggi c'è ODF e le aziende sono libere di imporre altre soluzioni SW ai propri dipendenti. Prima imponevano Office oggi impongono Lotus o Google Docs o OpenOffice o ancora Office; le aziende sempre hanno imposto e sempre imporranno SW ai propri dipendenti (e ci mancherebbe...)
        • DioFa scrive:
          Re: La caduta continua
          - Scritto da: advange
          Cioè se non ci fosse ODF i dipendenti userebbero
          Office e IBM sarebbe costretta a regalare soldi
          alla MS. Oggi c'è ODF e le aziende sono libere di
          imporre altre soluzioni SW ai propri dipendenti.
          Prima imponevano Office oggi impongono Lotus o
          Google Docs o OpenOffice o ancora Office; le
          aziende sempre hanno imposto e sempre imporranno
          SW ai propri dipendenti (e ci
          mancherebbe...)Bell'esempio quello di IBM... è un'azienda sull'orlo del fallimento e vuole giusto far parlare di se con quest'iniziativa. Poi sotto sotto continueranno ad usare MS Office per non diminuire la produttività.
          • advange scrive:
            Re: La caduta continua

            Bell'esempio quello di IBM... è un'azienda
            sull'orlo del fallimento e vuole giusto far
            parlare di se con quest'iniziativa. Sì, guarda, è lì l' per fallire: l'ultimo SO prodotto non l'ha voluto nessuno, il browser di sua proprietà è in declino inarrestabile, ha dovuto emettere delle obbligazioni; ah no scusa, quella è MS, non IBM
            Poi sotto sotto continueranno ad usare MS Office per non
            diminuire la produttività.:D
          • advange scrive:
            Re: La caduta continua
            Sì, in effetti IBM, Google, SUN, Apple, presto anche Oracle non sono aziende serie :)
          • DioFa scrive:
            Re: La caduta continua
            - Scritto da: advange
            Sì, in effetti IBM, Google, SUN, Apple, presto
            anche Oracle non sono aziende serie
            Finalmente dici qualcosa di sensato... :)
          • markoer scrive:
            Re: La caduta continua
            - Scritto da: advange
            Sì, in effetti IBM, Google, SUN, Apple, presto
            anche Oracle non sono aziende serie
            :)Beh, ormai Sun non esiste più, o quasi... è Oracle ormai :-)
          • advange scrive:
            Re: La caduta continua

            Beh, ormai Sun non esiste più, o quasi... è Oracle ormai :-)E' quello che intendevo con presto anche Oracle
          • markoer scrive:
            Re: La caduta continua
            - Scritto da: advange

            Beh, ormai Sun non esiste più, o quasi... è
            Oracle ormai
            :-)
            E' quello che intendevo con presto anche
            Oracle Nel senso che Oracle non è attualmente seria, ma siccome ha acquistato Sun lo diventerà? strano ragionamento...Cordiali saluti
          • shevathas scrive:
            Re: La caduta continua

            Nel senso che Oracle non è attualmente seria, ma
            siccome ha acquistato Sun lo diventerà? strano
            ragionamento...

            Cordiali salutitemo che la serietà di Oracle verrà misurata sul supporto dato ad open office.
          • nome e cognome scrive:
            Re: La caduta continua

            temo che la serietà di Oracle verrà misurata sul
            supporto dato ad open
            office.Povera Oracle, con tutti i clienti che hanno quelli che scrivono su sto forum se decide di non supportare open office è rovinata.
          • advange scrive:
            Re: La caduta continua

            Nel senso che Oracle non è attualmente seria, ma
            siccome ha acquistato Sun lo diventerà? strano ragionamento...No, nel senso che anche Oracle potrebbe decidere di costringere i suoi dipendenti a usare un "suo" prodotto di Office Automation.Il resto del thread era una risposta ironica a "DioSa".
          • nome e cognome scrive:
            Re: La caduta continua

            No, nel senso che anche Oracle potrebbe decidere
            di costringere i suoi dipendenti a usare un "suo"
            prodotto di Office
            Automation.E poi accorgersi che metà dei suoi prodotti di punta non funzionano con il suo prodotto di office automation. Va la... Oracle è stata tra le prime a fornire Vista ai suoi.
          • VITRIOL scrive:
            Re: La caduta continua
            - Scritto da: advange
            ah no scusa, quella è MSNon dimentichiamo che su MS Office pende ancora la spada di Damocle dell'ingiunzione che impone il ritiro del prodotto da tutti gli stati USA, per violazione di brevetto.Adesso hanno ritardato l'esecuzione andando in appello e, sì, probabilmente hanno anche la forza anche per uscirne. Il denaro è una buona soluzione per molti problemi.Però forse anche gli utenti iniziano a rendersi conto che non è più quella roccaforte inespugnabile che forse credevano (vedi anche tutte le ingiunzioni della UE), e cominciano ad accorgersi che, con un po' di buona volontà, le alternative ci sono.SalutiVITRIOL
      • Gianluca70 scrive:
        Re: La caduta continua
        - Scritto da: 64bit
        Nella tua cameretta decidi tu che software usare,
        nella mia azienda ci mancherebbe che siano i
        dipendenti a decidere... la liberta' in questo
        caso non c'entra una
        mazza.
        IBM produce e vende un ottimo software, per quale
        astruso ragionamento dovrebbe invece comprare le
        licenze di un prodotto concorrente e che per di
        piu' fa
        XXXXXX?Perchè dare 10 giorni di tempo per uno switch-off di tale genere, senza fare nessuna analisi delle applicazioni interne con dipendenze alle API del pacchetto MS, è una cagata di decisione più grande del possibile beneficio, sa più di "ricatto" al fornitore in periodo di rinnovo licenze che di reale capacità di implementare procedure di Change e Release Management come ITIL comanda.Ma sembra che qui certi discorsi non li consideri nessuno, vivete forse tutti nei piccoli uffici da 10 user max?
        • Giambo scrive:
          Re: La caduta continua
          - Scritto da: Gianluca70
          Perchè dare 10 giorni di tempo per uno switch-off
          di tale genere, senza fare nessuna analisi delle
          applicazioni interne con dipendenze alle API del
          pacchetto MS, è una cagata di decisione più
          grande del possibile beneficio,Mi sembra una mossa azzardata da parte di IBM, da quale fonte provengono le tue notizie ?
          • VITRIOL scrive:
            Re: La caduta continua
            - Scritto da: Giambo

            Perchè dare 10 giorni di tempo per uno
            switch-off

            di tale genere, senza fare nessuna analisi delle

            applicazioni interne con dipendenze alle API del

            pacchetto MS, è una cagata di decisione più

            grande del possibile beneficio,

            Mi sembra una mossa azzardata da parte di IBM, da
            quale fonte provengono le tue notizie
            ?La transizione è iniziata nel maggio 2008 come test su un numero limitato e controllato di postazioni:http://www.h-online.com/news/IBM-starts-to-turn-away-from-Microsoft-Office--/110943La cosa è andata avanti, e questa ultima notizia indica come IBM ha posto dei termini ben precisi per il passaggio completo a Symphony e al formato ODF:http://www.h-online.com/open/Report-says-IBM-is-switching-from-Microsoft-Office-to-Lotus-Symphony--/news/114216SalutiVITRIOL
          • Gianluca70 scrive:
            Re: La caduta continua
            La notizia stessa:"Più precisamente, saranno dieci i giorni a disposizione di ogni ufficio per mandare in soffitta il formato doc e accogliere l'Open Document Format (ODF), lasciando ai vertici manageriali il futuro potere di autorizzare ogni utilizzo del pacchetto software di Microsoft"A prescindere da quando sia iniziata la fase transizione, imporre che "in 10 giorni si fa" mi pare un cagata pazzesca.
          • Giambo scrive:
            Re: La caduta continua
            - Scritto da: Gianluca70
            A prescindere da quando sia iniziata la fase
            transizione, imporre che "in 10 giorni si fa" mi
            pare un cagata pazzesca.Probabilmente fra 10 giorni scade il limite massimo.Un secondo prima dello scadere potrebbero dire "entro 1 secondo si fa", la sostanza non cambia :)Tu cosa avresti detto ? Qualcosa come "Il termine massimo per decomissionare il software XYZ e' il giorno tal-dei-tali, ma prendetevela con calma" :) ?
          • Gianluca70 scrive:
            Re: La caduta continua
            Durante un progetto di transizione, ci sono dei momenti di test e di approvazione di milestones, con eventuali piani di workaround o contingency: se è vero che in IBM hanno cominciato nel 2008, avrebbero dovuto scrivere che ad un anno dal kickoff, dopo aver validato tutti i test, sono pronti a dismettere, ma scrivere che in 10 giorni si spegne tutto e punto, con summo gaudio di chi ci sguazza in queste notizie per dire che è fattibile, ripeto, è una cagata pazzesca.
          • Giambo scrive:
            Re: La caduta continua
            - Scritto da: Gianluca70
            Durante un progetto di transizione, ci sono dei
            momenti di test e di approvazione di milestones,
            con eventuali piani di workaround o contingency:
            se è vero che in IBM hanno cominciato nel 2008,
            avrebbero dovuto scrivere che ad un anno dal
            kickoff, dopo aver validato tutti i test, sono
            pronti a dismettere, ma scrivere che in 10 giorni
            si spegne tutto e punto, con summo gaudio di chi
            ci sguazza in queste notizie per dire che è
            fattibile, ripeto, è una cagata
            pazzesca.Visto che oramai all'IBM non faranno in tempo a assumerti come Illuminato Consulente, limito i danni vendendo tutte le mie azioni ;)BTW: Più precisamente, saranno dieci i giorni a disposizione di ogni ufficio per mandare in soffitta il formato doc e accogliere l'Open Document Format (ODF) , lasciando ai vertici manageriali il futuro potere di autorizzare ogni utilizzo del pacchetto software di Microsoft. Un approccio che pare aver comunque già coinvolto la quasi totalità dei dipendenti di IBM.
      • IgaRyu scrive:
        Re: La caduta continua
        Da quando, scusa, in una azienda decide il dipendente che software usare ?? Ma che discorsi fai ????JC
    • il signor rossi scrive:
      Re: La caduta continua
      - Scritto da: advange
      Negli ultimi giorni stanno arrivando le notizie
      che tanto aspettavamo: Chrome preinstallato
      grazie agli accordi tra Google e gli OEM
      significherà addio
      IE.Già, così passeremo semplicemente da microsoft a google...
      • advange scrive:
        Re: La caduta continua

        Già, così passeremo semplicemente da microsoft a google...Il pericolo c'è, ma direi di no.Chi usa FF oggi continuerà a farlo domani; idem per Safari (con Mac in crescita questa percentuale aumenterà e Opera). Avremo forse la situazione ottimale che tutti speravamo: un browser dominante ma open source (Chrome) seguito da un altro open source con ottime percentuali di penetrazione e altri tre residuali (Safari, IE ed Opera) anch'essi con percentuali di penetrazione non trascurabili.Sarà il massimo della concorrenza a tutto vantaggio dei consumatori e dell'aderenza agli standard.
Chiudi i commenti