Più facile clonare le carte di credito

Lo afferma un produttore di lettori per pagamenti con carte di credito. Hypercom lancia l'allarme, ma i big minimizzano


Phoenix (USA) – Gestisce più di 4 milioni di terminali che consentono pagamenti con carta di credito in tutto il mondo e ora la Hypercom ha annunciato che c’è un modo più semplice ed insidioso per rubare i dati delle carte di credito senza che se ne possa tenere traccia. Un allarme che non è però condiviso dalle grandi compagnie delle carte di credito, che minimizzano la questione.

Secondo Hypercom , se un circuito elettronico realizzato con certe specifiche viene impiantato nel device di lettura utilizzato dai commercianti per gli addebiti sulle carte di credito dei clienti, questo consentirebbe ad un “aggressore” di ricevere via telefono tutti i dati delle carte stesse.

Più volte sono finiti agli onori delle cronache casi di carte clonate all’atto del pagamento, cloni realizzati passando la carta due volte su device di “intercettazione”. Nel caso di questo “bug”, invece, i dati vengono duplicati contestualmente al primo passaggio della carta nel lettore e inviati via modem ad un server ad hoc sul quale vengono registrati.

L’azienda ha rilasciato il “warning ufficiale” dopo aver individuato il circuito “clonante” in alcuni lettori di Hong Kong.

Hypercom sostiene infatti che “una nuova e molto più pericolosa variante della clonazione delle carte impiega i terminali di pagamento. Tutti i terminali attualmente installati sono suscettibili a questo genere di attacco. Non sembrano esserci differenze tra le diverse marche dei terminali, ogni commerciante che utilizza un terminale di qualsiasi produttore è a rischio”.

Secondo il vicepresidente di Hypercom, George Devitt, la scoperta del device preoccupa soprattutto perché “non può essere rintracciato” chi installa il circuito-bug.

Non corrono rischi, secondo Hypercom, le moderne smart-card, dotate di chip autonomi e capaci di cifrare le informazioni. Le “vecchie” carte, invece, sarebbero tutte a rischio. Visa, azienda leader del settore, sostiene di non sapere nulla di quanto accaduto ad Hong Kong ma afferma di essere certa della sicurezza dei sistemi transattivi: “Stiamo lavorando con molte banche in tutto il mondo e utilizziamo oggi la tecnologia più sicura disponibile”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Permessi per aprire un Internet - Point
    Desiderei ricevere informazioni per aprire un Internet Point. E' possibile che un negozio di antiquariato possa improvvisarsi Internet-Point? Io ho appena avviato una web agency e vorrei attrezzare negli stessi locali una sala per consentire i turisti di collegarsi a Internet. Ma sono perplesso per la mancanza di normative chiare, in quanto chiunque negozio può mettere su delle postazioni per collegarsi ad Internet.
  • Anonimo scrive:
    Ma và?
    [quote]Un portavoce di Excite@Home ha affermato che la rimozione dei gruppi è stata una operazione preventiva,[/quote]Questo si chiama provesso alle intenzioni. Non mi pare che nemmeno la legislazione lo permetta.Inoltre, non conosco bene il modo di pensare/agire dell'utenza americana (ricordiamoci pur sempre di chi stiamo parlando), ma se l'utente Internet si comporta smpre allo stesso modo sia di quà che di là dell'oceano, Excite ha perso un pò di F.I..'Iao
  • Anonimo scrive:
    saliscendi
    la mia previsione è che sarà sampre peggio e che internet non sarà più appetibile per la maggior parte del pubblico (a meno che non desiderino solo chattare).in 5 anni, diciamo.Abbandono anche del businnes.Ritorno (oppure permanenza) alla rete solo dei vecchi interessati da sempre e ai veri utilizzatori del mezzo come fonte di informazioni.Proliferazione underground.Ritorno dopo 10 annie riinizio della storia con nuovi nomi , nuovi mezzi, nuovi cattivi e nuovi buoni. Ma sempre con gli stessi concetti.
    • Anonimo scrive:
      Re: saliscendi

      la mia previsione è che sarà sampre peggio e
      che internet non sarà più appetibile per la
      maggior parte del pubblico (a meno che non
      desiderino solo chattare).invece qui ti sbagli...il pubblico comprende purtroppo un intera massa di dementi che continueranno ad andare su web perche fa cool e tendenza...anche se non capisce una mazza...
      in 5 anni, diciamo.la maggior parte del pubblico (quello di lunga durata intendo ha perso da almeno un paio di anni interesse..
      Abbandono anche del businnes.ma dopo tutto quello hanno investito ??? ne dubito...e se ti rifersici agli acquirenti, dopo tutta questa propaganda su interazione dei sistemi operativi e altre cazzate, erp, cosi via...anche qui ti sbagli...la pubblicita se sparata in massa, qualche effetto lo da...
      Ritorno (oppure permanenza) alla rete solo
      dei vecchi interessati da sempre e ai veri
      utilizzatori del mezzo come fonte di
      informazioni.
      Proliferazione underground.e gia successo...vedi freenet, filetopia, ecc...
      Ritorno dopo 10 anni
      e riinizio della storia con nuovi nomi ,
      nuovi mezzi, nuovi cattivi e nuovi buoni. Ma
      sempre con gli stessi concetti.fra 10 anni inventerrano soltanto un altro modo per fregarci i soldi...
    • Anonimo scrive:
      Re: saliscendi

      la mia previsione è che sarà sampre peggio e
      che internet non sarà più appetibile per la
      maggior parte del pubblico (a meno che non
      desiderino solo chattare).
      in 5 anni, diciamo.
      Abbandono anche del businnes.
      Ritorno (oppure permanenza) alla rete solo
      dei vecchi interessati da sempre e ai veri
      utilizzatori del mezzo come fonte di
      informazioni.
      Proliferazione underground.
      Ritorno dopo 10 anni
      e riinizio della storia con nuovi nomi ,
      nuovi mezzi, nuovi cattivi e nuovi buoni. Ma
      sempre con gli stessi concetti.Lotta di classe continua? Nah... il grande pubblico deve ancora scoprirla internet...
      • Anonimo scrive:
        Re: saliscendi
        - Scritto da: Ciao
        Lotta di classe continua? Nah... il grande
        pubblico deve ancora scoprirla internet...Secondo me il problema è che il grande pubblico temo che scoprirà solo una faccia (commerciale ovviamente) dell'Internet: e ignorerà semplicemente tutte le altre :-[
  • Anonimo scrive:
    Vorrà dire che....
    ...i provider di qualita' si distingueranno anche per il fatto di non censurare i newsgroup.Che tanto, si sa, sono sconosciuti alla "massa"....
    • Anonimo scrive:
      Re: Vorrà dire che....
      infatti, alla fine ti dovrai rivolgere a uno dei provider che per 10$ al mese ti da 8000000000 newsgroup e binaries a 20 gg...gli altri provider ne faranno a meno (perche alla massa di dementi non interessa)...anche se spero proprio di no...gia oggi alcuni provider non offrono piu il servizio di news...
      ...i provider di qualita' si distingueranno
      anche per il fatto di non censurare i
      newsgroup.
      Che tanto, si sa, sono sconosciuti alla
      "massa"....
      • Anonimo scrive:
        Re: Vorrà dire che....
        - Scritto da: blah
        infatti, alla fine ti dovrai rivolgere a uno
        dei provider che per 10$ al mese ti da
        8000000000 newsgroup e binaries a 20
        gg...gli altri provider ne faranno a meno
        (perche alla massa di dementi non
        interessa)...anche se spero proprio di no...I binari li potrebbero anche chiudere fin da subito , il 90% e' roba pirata o pornografia ,padronissimi di scaricare warez o pornazzi ma ci sono modi piu' efficenti per condividere binari senza andare a intasare un servizio realmente utile quale i newsgroup.Comunque prima di passare al cable ,il mio provider era uno dei piu' "seri" (e costosi) d'Italia ed e' stato il primo a censurare...
        • Anonimo scrive:
          Re: Vorrà dire che....
          - Scritto da: Ciao
          I binari li potrebbero anche chiudere fin da
          subito ,su questo sono d'accordo.
          per
          condividere binari senza andare a intasare
          un servizio realmente utile quale i
          newsgroup.CMQ al limite il problema ce l'hanno i server.. e infatti molti server non ospitano NG binari.
Chiudi i commenti